Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
nuovo impianto - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    nuovo impianto

    Share

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: nuovo impianto

    Post  Geronimo on Wed Apr 11, 2012 11:22 am

    Titleist wrote:Ho visto l'Audio Analogue Fortissimo e il Vela ampli, che sembra in tutto e per tutto il Crescendo di AA. Poi andrò ad ascoltarli, ma in negozio è inutile, bisognerebbe portarli a casa e inserirli nel proprio ambiente.
    Vorrei porvi un quesito. Il fortissimo costa sui 1500 euro. A quel prezzo, anzi, a 1350 c'è un altro oggetto che, almeno sulla carta, mi sembra ancora migliore. Molti di voi storceranno il naso, o peggio...... è lo Xindak 6950, il modello con sezione pre a valvole. 130 watt a 8 ohm, ma non so a 4.
    Cosa ne pensate? Mi piace la parte dell'alimentazione che è formata da due possenti trasformatori toroidali, mentre il Fortissimo ne ha uno. Grosso ma uno. Io non sono un esperto in materia, cosa dite?

    Effettivamente lo Xindak 6950(9) è un bel monoblocco di robusto alluminio e non nascondo che eserciti un certo fascino anche su di me. Mi chiedo però perchè non dichiari ne i watt su 4ohm e ne tantomeno il consumo (quest'ultimo dato non è presente neanche sul retro dell'apparecchio dove si trova di solito).

    Il Fortissimo dichiara 100w/8ohm 180/4ohm e 500w di consumo, strano che Xindak non faccia altrettanto

    Forse pensano che l'alluminio suoni





    Titleist
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 32
    Data d'iscrizione : 2012-01-08
    Località : Toscana

    Re: nuovo impianto

    Post  Titleist on Wed Apr 11, 2012 11:33 am

    Pensi che consumi un'esagerazione di corrente? Forse per questo motivo non è dichiarato, sennò non lo acquisterebbe nessuno...

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: nuovo impianto

    Post  Geronimo on Wed Apr 11, 2012 11:41 am

    Titleist wrote:Pensi che consumi un'esagerazione di corrente? Forse per questo motivo non è dichiarato, sennò non lo acquisterebbe nessuno...

    Io credo invece che non venga dichiarato per il motivo opposto

    Sulla carta come alternative al Fortissimo personalmente valuterei l'Atoll IN100SE, il Primare I30 e l'Audia-Flight 3, e se proprio volessi restare in ambito "cinese", il Bada Purer SE mi stuzzica più dello Xindak sunny


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: nuovo impianto

    Post  Fausto on Wed Apr 11, 2012 11:53 am

    Ciao e benvenuto tra noi.
    Io, purtroppo o per fortuna, non butto mai via nulla di ciò che mi ha fatto compagnia ....
    Per quanto riguarda il suggerimento e visto la tua coppia di diffusori io rimarrei in casa Cambridge.
    Elettroniche di tutto rispetto anche nelle versioni entry level.
    A me piace moltissimo la serie "sonata".
    Ho anche avuto l'occasione di provarla.
    Io non mi farei "tanti" ed "inutili" problemi.
    Davvero: un suggerimento sincero.
    Ciao a presto.
    sunny sunny sunny

    Ecco il Link.

    http://www.cambridgeaudio.com/series.php?SID=43

    Titleist
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 32
    Data d'iscrizione : 2012-01-08
    Località : Toscana

    Re: nuovo impianto

    Post  Titleist on Wed Apr 11, 2012 12:11 pm

    Grazie Fausto. L'idea dell'amplificatore mi era venuta anche in previsione di cambiare casse.

    Titleist
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 32
    Data d'iscrizione : 2012-01-08
    Località : Toscana

    Re: nuovo impianto

    Post  Titleist on Wed Apr 11, 2012 12:12 pm

    Geronimo wrote:

    Io credo invece che non venga dichiarato per il motivo opposto

    Sulla carta come alternative al Fortissimo personalmente valuterei l'Atoll IN100SE, il Primare I30 e l'Audia-Flight 3, e se proprio volessi restare in ambito "cinese", il Bada Purer SE mi stuzzica più dello Xindak sunny


    Il Bada è un po' troppo ingombrante, non entra nel mio spazio. E poi questi oggetti come suoneranno?

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: nuovo impianto

    Post  Cricetone on Wed Apr 11, 2012 1:08 pm

    Titleist wrote:Pensi che consumi un'esagerazione di corrente? Forse per questo motivo non è dichiarato, sennò non lo acquisterebbe nessuno...
    la questione è semplice:non puoi avere un ampli da 100w a canale,se non consuma almeno 200w di corrente,mica i watt li tira fuori dal nulla!Se dichiara 100 watt a canale,e ne consuma 120 in totale,vuol dire che in realtà AL MAX ti fornisce 60w a canale. sunny è un pò come con i compattoni ht,tutti dichiarano 500-1000watt in totale,poi leggi il manuale e vien fuori che consumano 90watt,da questi 90w togli la corrente che consuma il lettore,i ciruiti video,il tuner,da 90 togli 30watt ed arrivi a 60.Fai 60/5=12watt che al massimo l'ampli fornisce ad ogni casse e pure al 10% di distorsione...e li vendono come sistemi da mille watt... santa


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: nuovo impianto

    Post  Geronimo on Wed Apr 11, 2012 1:19 pm

    Titleist wrote:


    Il Bada è un po' troppo ingombrante, non entra nel mio spazio. E poi questi oggetti come suoneranno?

    Per saperlo si dovrebbe provarli sunny


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Titleist
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 32
    Data d'iscrizione : 2012-01-08
    Località : Toscana

    Re: nuovo impianto

    Post  Titleist on Wed Apr 11, 2012 1:24 pm

    E provarli è praticamente impossibile.

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: nuovo impianto

    Post  Cricetone on Wed Apr 11, 2012 1:34 pm

    Titleist wrote:E provarli è praticamente impossibile.
    e rivenderli altrettanto...


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    Titleist
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 32
    Data d'iscrizione : 2012-01-08
    Località : Toscana

    Re: nuovo impianto

    Post  Titleist on Wed Apr 11, 2012 1:53 pm

    Salv.Scarfone wrote:e rivenderli altrettanto...

    Vero anche questo. Si dovrebbe acquistarli e tenerli 30 anni...

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8277
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: nuovo impianto

    Post  Luca58 on Wed Apr 11, 2012 2:38 pm

    Infatti io acquisto solo oggetti rivendibili senza problemi, che sono poi i classici dei classici.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    Titleist
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 32
    Data d'iscrizione : 2012-01-08
    Località : Toscana

    Re: nuovo impianto

    Post  Titleist on Thu Apr 12, 2012 8:26 am

    Luca58 wrote:Infatti io acquisto solo oggetti rivendibili senza problemi, che sono poi i classici dei classici.

    Sono d'accordo, volevo sapere però per quanto riguarda la bontà dello Xindak, rivendibilità a parte.

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8277
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: nuovo impianto

    Post  Luca58 on Thu Apr 12, 2012 9:19 am

    Titleist wrote:

    Sono d'accordo, volevo sapere però per quanto riguarda la bontà dello Xindak, rivendibilità a parte.

    Mi spiace di non poterti aiutare; e' la prima volta che lo sento nominare.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    marcox65
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 133
    Data d'iscrizione : 2010-06-08

    prova gli AM Audio...

    Post  marcox65 on Fri Apr 13, 2012 12:22 pm

    Titleist wrote:E provarli è praticamente impossibile.

    Scusa hai pensato agli italianissimi AM Audio ? http://amaudio.it/

    Ti metti d'accordo con il gentilissimo Attilio Conti e quando puoi vai a Vigevano a sentirli e se ti piacciono... hai fatto l'affare !!! cheers cheers cheers

    Fai conto che i prezzi sono molto competitivi perchè vai direttamente in fabbrica, quindi niente distributore e niente negoziante che fanno salire il prezzo finale.
    E poi secondo me risparmi anche su cineserie varie che dopo poco capisci perchè li hai pagati meno degli altri (per non parlare dell'affidabilità che è cosa rara...) e ti vien voglia di cambiarli (e ti voglio vedere a venderli).

    Buoni ascolti
    Marco



    Titleist
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 32
    Data d'iscrizione : 2012-01-08
    Località : Toscana

    Re: nuovo impianto

    Post  Titleist on Mon Apr 16, 2012 5:45 pm

    marcox65 wrote:

    Scusa hai pensato agli italianissimi AM Audio ? http://amaudio.it/

    Ti metti d'accordo con il gentilissimo Attilio Conti e quando puoi vai a Vigevano a sentirli e se ti piacciono... hai fatto l'affare !!! cheers cheers cheers

    Fai conto che i prezzi sono molto competitivi perchè vai direttamente in fabbrica, quindi niente distributore e niente negoziante che fanno salire il prezzo finale.
    E poi secondo me risparmi anche su cineserie varie che dopo poco capisci perchè li hai pagati meno degli altri (per non parlare dell'affidabilità che è cosa rara...) e ti vien voglia di cambiarli (e ti voglio vedere a venderli).

    Buoni ascolti
    Marco




    Ciao Marco, grazie per l'interessamento. Ho dato un'occhiata agli AM Audio. Non li conosco, in quanto non li ho mai ascoltati, ma solo visti su riviste varie. A leggere le recensioni suonano divinamente, come tutti o quasi quelli che vengono recensiti. Abbiamo mai letto che "quel" marchio suona male? O non è hifi?
    Io non ho mai trovato pubblicata una recensione che parla male di una macchina fino al punto di convincerti di non comprarla. Non voglio assolutamente dire che le elettroniche che mi hai consigliato non siano qualitativamente eccellenti, lungi da me!
    Posso solo dirti che i prezzi -di listino- sono piuttosto alti. Ho dato un'occhiata agli integrati (amplific.) e si parte da ben più di 1500 euro per 90-150 (watt su 8 e 4 ohm) se non ricordo male. Guardando le specifiche, misure e peso, sembra che di sostanza ce ne sia; è vero che l'alta fedeltà non si misura col peso nè con la quantità di alluminio nè col numero di trasformatori. Permettimi comunque di dire che l'occhio vuole comunque la sua parte.
    Che siano belli esteticamente non si può dire. Poi naturalmente è questione di gusti. Ci sarà, sono sicuro, qualcuno che li apprezza in tutto e per tutto.
    Tu mi dirai: ma li ascolti o li guardi? E non posso darti che ragione. Ma ti dico che se portassi in casa un oggetto AM Audio, mi direbbero entro un'ora: "...ma non avrai mica intenzione di tenere quel "coso" nero in sala???"
    Discorsi a parte li ascolterei veramente volentieri. E credo che lo farò. Ho davvero voglia di dare una svolta al mio modo di ascoltare musica.
    Ma tu hai AM Audio? E cosa mi dici?

    Grazie ancora per il suggerimento.


    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: nuovo impianto

    Post  piroGallo on Tue Apr 17, 2012 6:58 am

    Titleist wrote:Vorrei chiedervi qualche consiglio. ho un impianto stereo molto datato, non credo si possa classificare nell'hifi, tanto meno nell' hi end. Ma poi cosa significa Hi end? Fine alta? e che vor di?
    Vorrei ripartire da zero, anzi, da uno. Dalle casse. Quelle per il momento le vorrei tenere. Ho un amplificatore e un lettore cd Technics, in questo momento non mi ricordo le sigle, mi sembra SU V 220, o giù di li, ma se è importante poi ve le dico. L'amplificatore dovrebbe essere un 50 watt o giù di li, il lettore cd, 20 anni di onorato servizio, senza mai un accenno di stanchezza (toccatina...) senza telecomando, quindi 1992/93 circa. Direte voi: che troiaio! Butta via tutto! Si, anzi, no, buttare via no, ma cambiare qualche pezzo si. Le casse sono "nuove", Cambridge Audio S30, quelle piccole, da libreria, 27 cm di altezza circa... ma mi piacciono, non suonano male, rispetto poi alle Polk Audio RT15 che avevo prima, mi sembrano molto meglio. Certo, sono casse da 180 euro spedite a casa, quindi... lo so! Sono economiche, ma per i miei pezzi "pregiati" sono forse anche troppo. Come cavi... lasciamo stare. Tra cdp e amplificatore un cavo rca normale, da mercatone, e per le casse dei cavetti trasparenti color rame e argento.
    Mi piacerebbe prendere un paio di pezzi nuovi, nuovi nel senso di diversi, ma anche usati, tenuti bene, di ampli e di cd. Ma non so assolutamente su cosa orientarmi. Le casse per adesso devono restare, mi piacciono e la spesa la vorrei indirizzare agli altri componenti. La stanza è circa 5x4 metri, soffitto alto, 3.15 metri, la musica che ascolto è soprattutto jazz d'epoca, anni 60, più o meno, sono cd incisi benissimo, non so se conoscete, ma sicuramente si... che domande... scusate... i Rudy Van Gelder. Poi ascolto anche altro, classica, pop, rock, quasi di tutto, insomma.
    Ecco, vi ho detto quasi tutto. Non ho nessun pregiudizio di marche, accetto qualsiasi consiglio. La mia disponibilità non è esagerata, ma potrebbe variare. Diciamo che 1000 euro, tanto per iniziare..... Poi magari comincio con un pezzo... poi un altro...
    Mi dimenticavo di dirvi che ho anche un subwoofer Yamaha, 100 watt, non so che tipo sia, è amplificato, l'ho collegato al Technics tramite uscita casse.
    Grazie per qualsiasi idea vi venga in mente! cheers cheers cheers

    Permettimi di darti un consiglio fuori dal coloro di coro che stanno cercando di rimuovere l'unico punto fermo che avevi, cercando di convincerti a cambiare le casse.
    Il ragionamento è semplice.
    Vuoi cambiare per migliorare e vuoi spendere al meglio i tuoi soldi, quindi io al posto tuo partirei dal componente che attualmente rappresenta l'anello più debole della catena.
    Sono le casse? Non credo.
    E' l'ampli? Forse.
    Ma di certo il dispositivo che da vent'anni a questa parte ha ricevuto i miglioramenti maggiori è il lettore di cd.
    E mi spiace per te che non voglia comprare usato perchè proprio Cambridge ha prodotto il lettore cd con uno dei piu' alti rapporti prezzo/prestazione.

    P.s. Complimenti per l'apprezzamento al vecchio Rudy.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    marcox65
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 133
    Data d'iscrizione : 2010-06-08

    Re: nuovo impianto

    Post  marcox65 on Thu Apr 19, 2012 6:17 pm

    Titleist wrote:

    Ciao Marco, grazie per l'interessamento. Ho dato un'occhiata agli AM Audio. Non li conosco, in quanto non li ho mai ascoltati, ma solo visti su riviste varie. A leggere le recensioni suonano divinamente, come tutti o quasi quelli che vengono recensiti. Abbiamo mai letto che "quel" marchio suona male? O non è hifi?
    Io non ho mai trovato pubblicata una recensione che parla male di una macchina fino al punto di convincerti di non comprarla. Non voglio assolutamente dire che le elettroniche che mi hai consigliato non siano qualitativamente eccellenti, lungi da me!
    Posso solo dirti che i prezzi -di listino- sono piuttosto alti. Ho dato un'occhiata agli integrati (amplific.) e si parte da ben più di 1500 euro per 90-150 (watt su 8 e 4 ohm) se non ricordo male. Guardando le specifiche, misure e peso, sembra che di sostanza ce ne sia; è vero che l'alta fedeltà non si misura col peso nè con la quantità di alluminio nè col numero di trasformatori. Permettimi comunque di dire che l'occhio vuole comunque la sua parte.
    Che siano belli esteticamente non si può dire. Poi naturalmente è questione di gusti. Ci sarà, sono sicuro, qualcuno che li apprezza in tutto e per tutto.
    Tu mi dirai: ma li ascolti o li guardi? E non posso darti che ragione. Ma ti dico che se portassi in casa un oggetto AM Audio, mi direbbero entro un'ora: "...ma non avrai mica intenzione di tenere quel "coso" nero in sala???"
    Discorsi a parte li ascolterei veramente volentieri. E credo che lo farò. Ho davvero voglia di dare una svolta al mio modo di ascoltare musica.
    Ma tu hai AM Audio? E cosa mi dici?

    Grazie ancora per il suggerimento.


    Ciao (scusa ma non so il tuo nome), quoto in pieno quello che dici sulle riviste e infatti il motto del vecchio saggio (audiofilo) è sempre prima ascoltare poi acquistare, importante è sapere anche dell'affidabilità di una apparecchiatura elettronica come un amplificatore e per questo c'è la buona notizia dei 5 anni di garanzia che nella media generale direi è molto alta e poi il costruttore si trova in Italia e in caso di dubbi risponde tranquillamente alle telefonate. sunny

    Ho sempre letto anch'io delle recensioni degli ampli AM che comunque fanno capire trattasi di prodotti seri e ben progettati, lo dimostrano forse le misure più che le parole e gli oltre vent'anni di attività.
    Sicuramente non hanno un grande design (comunque dal vivo non sono malaccio, e poi penso che li terrai in basso non su un piedistallo in bella vista...) ma anche quello si paga e quindi è tutto risparmio per le nostre tasche.

    Io ho conosciuto il suono AM Audio in casa di un amico che ha acquistato un ampli integrato usato, e preso dalla curiosità audiofila, sono corso ad ascoltarlo... e devo dire mi ha molto ben impressionato con il solo dubbio dell'abbinamento con i suoi diffusori per me non all'altezza, tanto da metterlo in crisi dalle mie continue richieste, fino al momento che ha ceduto e lo ha portato a casa mia.
    E lì ho avuto la conferma positiva che si trattava di un eccellente ampli (e lui che doveva cambiare i diffusori). affraid

    Anni dopo quando ho deciso di mettere in piedi un secondo impianto non ho avuto dubbi e ho preso appuntamento con Attilio Conti per un sabato di ascolti presso la sua "factory", e alla fine sono uscito con il finale in classe A A40 Reference S2 (non sottobraccio visto che pesa 30 Kg più l'imballo in legno che fa arrivare il bimbo a quasi 50 Kg !!). santa

    Adesso suona appunto in un secondo impianto insieme al pre Audio Research LS2 (valvole/mosfet) e alle Chario Academy Millenium 1. Un piccolo impianto dotato di grande musicalità che se ben inserito in ambiente non fa troppo rimpiangere impianti milionari.
    Naturalmente l'ho provato anche in sostituzione al finale titolare del primo impianto (VTL ST150) e anche qui ha fatto capire di che pasta è fatto l'italiano (senza fatica faceva ben suonare le B&W 803D in 35 mq, e non è poco).
    Tanto che ho dovuto già portarlo in trasferta 3 volte per settare degli impianti di amici non convinti del loro suono. angel

    Prova a chiedere, alle volte il Conti ha anche dell'usato (ricondizionato naturalmente) che fa scendere il prezzo ma non la qualità finale. Se in questo momento non ne dovesse avere allora puoi metterti a caccia tra forum, ebay, etc...
    Altri marchi italiani che ti posso consigliare sono Unison Research (ascoltali poi mi dici, altro che cineserie), e Audia Flight, naturalmente ce ne sono altri sta a te se riesci ad ascoltarli presso un buon rivenditore.

    Buoni ascolti cheers cheers cheers
    Marco

    Massimo Bianco
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 640
    Data d'iscrizione : 2010-05-01

    Re: nuovo impianto

    Post  Massimo Bianco on Thu Apr 19, 2012 7:44 pm

    E' vero che l'Audio Innovation A500 è un apparecchio che rispetto a tanti altri suoi "colleghi" low cost suona dignitosamente, ma è uno di quei prodotti che oggi, detto onestamente, tenderei a sconsigliare. Soprattutto ad un neofita senza esperienza in tema di valvole!
    Ho posseduto l'Audio Innovation A500 primaa serie (quello con i trasformatori d'uscita migliori) e anche il finale A.I. A800 MKIIa (l'unico della serie 800 senza anello di controreazione I/O: musicalmente parlando, una buona spanna sopra all'integrato A500!). Che dire? Per me sono apparecchi modesti, sia per come suonano e sia per come sono (mal) costruiti.
    ----------------
    L'installazione dei diffusori in libreria è certamente possibile. E contrariamente a quanto molti credono, non necessariamente porta a cattivi risultati. Anche quando i diffusori hanno i condotti di accordo collocati posteriormente (volendo possiamo approfondire questo punto). Dipende, come sempre, dalla tecnica di installazione: se è adeguata, infatti, si possono sfruttare a nostro vantaggio dei benefici tecnici tutt'altro che trascurabili...
    L'immagine allegata in basso rappresenta un disegno fatto alla buona con Word, che evidenzia la modalità di installazione di una coppia di diffusori all'interno di una comune libreria/parete attrezzata. Come è possibile notare, il posizionamento adottato simula un'installazione di tipo "flush mounting", tecnica adottata da decenni in tutti gli studi di registrazione per i monitor da studio principali (si legga a tal proposito il documento tecnico by Genelec segnalato più avanti): i libri e i diffusori sono posizionati a filo di pannello, in modo da ridurre le diffrazioni; i diffusori e i libri sono circondati di lastre di poliuretano espanso a celle aperte di adeguata densità e spessore (o altro materiale idoneo), in modo da chiudere il volume d'aria posteriore e disaccoppiare le vibrazioni prodotte dagli altoparlanti verso la libreria.
    In questo modo si hanno i seguenti benefici:

    • Si minimizzano le diffrazioni.
    • Si eliminano le riflessioni prodotte dalla parete posteriore ai diffusori

    http://www.genelec.com/learning-center/presentations-tutorials/flush-mounting/






      Current date/time is Sun Dec 04, 2016 1:20 pm