Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Share

    archigius
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3583
    Data d'iscrizione : 2010-04-22

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  archigius on Sat Feb 11, 2012 1:23 pm

    realmassy wrote:Menomale Giuseppe! bella notizia.
    Probabilmente il trasporto aveva causato qualche problemino, ma per fortuna non era una cosa gravissima!

    Si infatti fin dall'inizio ogni tanto c'era qualche disturbo sul canale destro, ma era una cosa molto saltuaria. Evidentemente col tube rolling (il problema era sotto lo zoccolo delle valvole) e l'uso questo problema si dev'essere aggravato.

    Anch'io credo probabilmente che il volo internazionale abbia potuto influire.

    Ma ormai è risolto.


    [OverDrive]
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2620
    Data d'iscrizione : 2010-09-05
    Età : 35

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  [OverDrive] on Sat Feb 11, 2012 1:35 pm

    Eccellente Giuseppe. Ti sei tolto una immensa scocciautura non da poco, meno male che ti hanno consigliato bene su HeadFi e sei riuscito a risolvere con poco.A questo punto che dire, buona musica e prenditi le mie 6SN7 Full Music


    _________________
    Sorgente: Linux - HiFace2 + AirTech EVO 75Ohm - DAC: Audiolab M-Dac - Cavo Segnale: Mogami W2534 XLR Neutrik - Studio Monitor Attivi: Behringer TRUTH B1031A
    ...mai discutere con un idiota ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza (Oscar Wilde).

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sat Feb 11, 2012 1:46 pm

    Beh, veramente meno male! Un grosso pensiero in meno!

    Buoni ascolti!


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    fabiovob
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7461
    Data d'iscrizione : 2009-10-01

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  fabiovob on Sat Feb 11, 2012 6:01 pm

    Saldatura o non saldatura, per quello che costano i Woo è inammissibile che siano soggetti a tali difetti.
    Ciò vuol dire che la qualità dell'assemblaggio è scadente ed anche le verifiche qualitative post produzione inadeguate.
    Onestamente boccio questo marchio.

    [OverDrive]
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2620
    Data d'iscrizione : 2010-09-05
    Età : 35

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  [OverDrive] on Sat Feb 11, 2012 6:36 pm

    fabiovob wrote:Saldatura o non saldatura, per quello che costano i Woo è inammissibile che siano soggetti a tali difetti.
    Ciò vuol dire che la qualità dell'assemblaggio è scadente ed anche le verifiche qualitative post produzione inadeguate.
    Onestamente boccio questo marchio.
    Ma veramente vi sono così tanti prodotti difettosi?? Al vederli sembrano assemblati con molta cura, un vero peccato anche perchè se li fanno pagare non poco.


    _________________
    Sorgente: Linux - HiFace2 + AirTech EVO 75Ohm - DAC: Audiolab M-Dac - Cavo Segnale: Mogami W2534 XLR Neutrik - Studio Monitor Attivi: Behringer TRUTH B1031A
    ...mai discutere con un idiota ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza (Oscar Wilde).

    archigius
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3583
    Data d'iscrizione : 2010-04-22
    Età : 36
    Località : London - UK

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  archigius on Sat Feb 11, 2012 8:50 pm

    [OverDrive] wrote:
    Ma veramente vi sono così tanti prodotti difettosi?? Al vederli sembrano assemblati con molta cura, un vero peccato anche perchè se li fanno pagare non poco.

    Ragazzi bisogna considerare anche che questi prodotti fanno dei viaggi intercontinentali trattati chissà come dai corrieri!

    Il mio fin dall'inizio ha mostrato questo problemino a cui non ho dato molto peso, quindi è facile che abbia preso qualche botta durante il trasporto.

    Per quello che mi riguarda, l'ampli suona benissimo e per la cifra che costa pilota qualsiasi tipo di cuffia (è estremamente potente) ed ha un suono dolce, ma al contempo trasparente e dinamico. Non se ne trovano tanti con pari prezzo e caratteristiche.

    Tutte le saldature interne (l'ho aperto chiaramente) sembrano fatte molto bene, credo che ci possa stare qualche errore.
    Il problema è semmai mandare un oggetto del genere in USA per una qualsiasi riparazione, quando magari si tratta di una cretinata come nel mio caso.

    Ma questo uno lo mette in conto al momento dell'acquisto. Nel mio caso l'unica cosa è che non mi aspettavo una rottura dopo poco più di un mese, ma vari utenti del forum usano o hanno usato prodotti Woo senza problemi e credo possano confermare anche la qualità costruttiva.


    _________________

    Sorgenti:  Digitube S-192, Chord MoJo,  Fiio X3 II Ampli: Violectic V200, Woo Audio 6 SE, Fiio E12 - Cuffie: Hifiman HE-1000, Oppo PM-3, Denon AH-D5000, Bose AE2, Koss KSC-75, Hifiman RE-400

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7716
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  biscottino on Sun Feb 12, 2012 9:29 am

    Il problema delle saldature di apparecchi cablati in aria non è ascrivibile ai soli oggetti provenienti dagli USa.
    Ultimamente abbiamo avuto bisogno di un affidabilissimo tecnico nostrano per rifare tutte(o quasi) le saldature di un apparecchio che era stato spedito per un viaggio molto piu' breve !
    Certo, capisco l'incazzature di Giuseppe, che in un primo momento si è visto quasi costretto a dover spedire l'ampli a New-York, ma questa è una eventualità quando si acquista oggetti del genere e non c'è assistenza sul territorio nazionale o €uropeo!
    Ci sarebbero voluti almeno 100€u o forse piu',per spedire l'ampli negli Usa, cercare di essere precisi con le pratiche doganali senza incorrere in ulteriori pagamenti al ritorno, pagamanti che ahimè io dovetti pagare quando mi ritorno la Taket upgradata dal Giappone, per uno sbaglio "stupidissimo" alla dichiarazione del corriere, mi furono chiesti oltre 400€ per due cuffie upgradate, estiquatsi!
    Vorrei sapere poi, quanto dura la garanzia e cosa comprende...se è saltata una saldatura perchè la scatola è stata buttata qua e là senza curarsi del contenuto, anche Woo avrebbe le sue ragioni.
    In questi ampli dove la cablatura è in aria, basta un condensatore molto grosso e pesante che non è fascettatto a far danni e tirare in modo anomalo le saldature.

    Sal.

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  pluto on Sun Feb 12, 2012 9:45 am

    Hai ragione da vendere caro Sal (e grazie ancora x la tua preziosa assistenza.. )

    La cosa mi induce a 2/3 riflessioni

    a) la dritta che gli avevamo dato, di farlo perlomeno vedere (avendo un prof come Lamberti & Co in loco) era più che giusta

    b) I corrieri trattano male i colli spesso. Però nel mio caso, per quanto Filippo avesse fatto del suo meglio, il collo/cartone era insufficiente all'interno. Voglio dire che occorrono delle economiche sagome preformate di polistirolo che bloccano all'interno tutti questi apparecchi. Se non c'è questa protezione interna son dolori.
    Immaginatevi un McIntosh con il suo frontale di cristallo. Scommetto che arriverebbe rotto 8 volte su 10. Ed infatti i colli dei Mac sono formidabili

    Non so x i colli di Woo Audio, ma la mia impressione è che i costruttori artigianali (chiamamoli così) sono assai deficitari sotto questo punto di vista e dovrebbero fare molto meglio

    c) non sarebbe male, visti i problemi di questi acquisti internazionali, dare un'occhiata un pò più seria ai diversi eccellenti produttori-tecnici locali che ci ritroviamo in Italia. E voi in Campania ne avete 2/3; ma penso anche a quelli nel Nord come Viva Audio che ancora non si sono rivolti al settore cuffie, pur producendo ampli che gli USA ci invidiano e sono in testa alle classifiche di desiderio di Absolute Sound o Nincheri in Toscana etc etc

    fabiovob
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7461
    Data d'iscrizione : 2009-10-01

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  fabiovob on Sun Feb 12, 2012 9:50 am

    Come giustamente dice Salvatore, qui in Campania abbiamo davvero bravi tecnici.

    p.s., per dovere di cronaca, saprete che sono appassionato di registratori a bobine, quando devo farne tarare uno, trovandosi il mio tecnico di fiducia (Giorgio Foschi) a Modena, per paura che i corrieri facciano danni irreparabili ad oggetti pesantissimi e delicatissimi, mi metto in macchina e mi faccio un viaggetto, gli lascio il registratore, e poi quando è pronto me lo vado a ritirare.

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7716
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  biscottino on Sun Feb 12, 2012 10:07 am

    fabiovob wrote:Come giustamente dice Salvatore, qui in Campania abbiamo davvero bravi tecnici.

    p.s., per dovere di cronaca, saprete che sono appassionato di registratori a bobine, quando devo farne tarare uno, trovandosi il mio tecnico di fiducia (Giorgio Foschi) a Modena, per paura che i corrieri facciano danni irreparabili ad oggetti pesantissimi e delicatissimi, mi metto in macchina e mi faccio un viaggetto, gli lascio il registratore, e poi quando è pronto me lo vado a ritirare.

    Che io sappia, anche Lamberti di MHZ è in grado di mettere mano ai registratori a bobine, qualche mese fa ne ha aggiustato un paio a un certo Boulduc.

    Sal.

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7716
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  biscottino on Sun Feb 12, 2012 10:10 am

    pluto wrote:
    Non so x i colli di Woo Audio, ma la mia impressione è che i costruttori artigianali (chiamamoli così) sono assai deficitari sotto questo punto di vista e dovrebbero fare molto meglio


    Woo fa degli ottimi imballaggi, quello del Ges è ritagliato attorno all'ampli stesso, contenedolo senza che si possa danneggiare in nessun modo.
    Le saldature possono saltare per qualsiasi motivo.

    Sal.

    fabiovob
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7461
    Data d'iscrizione : 2009-10-01

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  fabiovob on Sun Feb 12, 2012 10:20 am

    biscottino wrote:

    Che io sappia, anche Lamberti di MHZ è in grado di mettere mano ai registratori a bobine, qualche mese fa ne ha aggiustato un paio a un certo Boulduc.

    Sal.


    Ah, non lo sapevo, grazie per l'info.

    archigius
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3583
    Data d'iscrizione : 2010-04-22
    Età : 36
    Località : London - UK

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  archigius on Sun Feb 12, 2012 12:07 pm

    biscottino wrote:
    Woo fa degli ottimi imballaggi, quello del Ges è ritagliato attorno all'ampli stesso, contenedolo senza che si possa danneggiare in nessun modo.
    Le saldature possono saltare per qualsiasi motivo.

    Sal.

    Confermo, poi vi posto delle foto dell'imballaggio, direi impeccabile.

    L'importante è che fosse solo una saldatura.

    Su head-fi due utenti mi hanno aiutati tantissimo: uno ha notato la saldatura allentata (che poi ho scoperto essere completamente saltata), un altro mi ha spiegato che quando salta una saldatura in quel punto, il risultato è un hum nel canale di ascolto.

    Ho controllato l'ampli e ho fatto 2+2 con i suggerimenti che mi erano stati dati; prima ho provato ad appoggiare manualmente il filo saltato e a riaccendere l'ampli, notando che tutto era a posto.
    Quindi mi sono tranquillizzato ed ho semplicemente fatto rifare la saldatura ad un tecnico locale.

    L'ampli, peripezia a parte, mi sta dando molte soddisfazioni e sta dimostrando grande flessibilità di utilizzo.
    Woo l'ha concepito con delle economiche e sconosciute 6DE7/6EW7, ma si possono montare tramite degli adattatori le 6DN7/6EM7/6GL7 e persino (tramite apposito adattatore) le 6SN7! Con la Tesla va veramente bene e sono curioso di provarlo con qualcos'altro quando ci vediamo con biscottino, così da sentire anche la sua competente opinione.


    _________________

    Sorgenti:  Digitube S-192, Chord MoJo,  Fiio X3 II Ampli: Violectic V200, Woo Audio 6 SE, Fiio E12 - Cuffie: Hifiman HE-1000, Oppo PM-3, Denon AH-D5000, Bose AE2, Koss KSC-75, Hifiman RE-400

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7716
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  biscottino on Sun Feb 12, 2012 12:25 pm

    archigius wrote:

    Ho controllato l'ampli e ho fatto 2+2 con i suggerimenti che mi erano stati dati; prima ho provato ad appoggiare manualmente il filo saltato e a riaccendere l'ampli.

    Ecco, questo non bisognaerebbe MAI farlo.

    Sal

    archigius
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3583
    Data d'iscrizione : 2010-04-22
    Età : 36
    Località : London - UK

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  archigius on Sun Feb 12, 2012 12:39 pm

    biscottino wrote:

    Ecco, questo non bisognaerebbe MAI farlo.

    Sal

    Vabbè ma la corrente era spenta ed i cavi staccati, ho solo appoggiato il filo dov'era prima e controllato se funzionava, non mi sembra pericoloso.


    _________________

    Sorgenti:  Digitube S-192, Chord MoJo,  Fiio X3 II Ampli: Violectic V200, Woo Audio 6 SE, Fiio E12 - Cuffie: Hifiman HE-1000, Oppo PM-3, Denon AH-D5000, Bose AE2, Koss KSC-75, Hifiman RE-400

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  fil on Sun Feb 12, 2012 4:59 pm

    Ragazzi, sono d'accordo con voi: un plauso ai tecnici ed in particolare, visto che ci sono, ai nostrani.
    L'importante, secondo me, è però non confondere mai i ruoli..per es. un tecnico (anche eccellente) con un progettista.
    L'ideale sarebbe avere tra i nostri connazionali: tecnici, progettisti...e, perchè no, corrieri, tutti all'altezza.
    Noi staremmo meglio e sicuramente, applicando questo criterio ai vari ambiti, starebbe meglio l' Italia intera!
    Laughing


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    fabiovob
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7461
    Data d'iscrizione : 2009-10-01

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  fabiovob on Sun Feb 12, 2012 5:00 pm

    Sei un grande Fil. sunny

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7716
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Aiuto: riparazione amplificatore negli Stati Uniti

    Post  biscottino on Sun Feb 12, 2012 5:43 pm

    fil wrote:Ragazzi, sono d'accordo con voi: un plauso ai tecnici ed in particolare, visto che ci sono, ai nostrani.
    L'importante, secondo me, è però non confondere mai i ruoli..per es. un tecnico (anche eccellente) con un progettista.
    L'ideale sarebbe avere tra i nostri connazionali: tecnici, progettisti...e, perchè no, corrieri, tutti all'altezza.
    Noi staremmo meglio e sicuramente, applicando questo criterio ai vari ambiti, starebbe meglio l' Italia intera!
    Laughing

    Se non sbaglio, proprio per avere una maggiore sicurezza nel controllo a Giuseppe gli è stato consigliato proprio Lamberti, perchè piu' vicino a lui ed esperto tecnico, nonchè progettista.
    In questo caso, facevamo appello solo alla sua competenza tecnica, ma mi sembra che Giuseppe, una volta individuato il problema tramite gli esperti di Head-fi, abbia proceduto per strada diversa.
    I corrieri fanno il loro dovere, certo che come piu' volte constatato, l'imballo è fondamentale, e confermo che Woo fa un imballo eccellente, e comunque poi ci sono stati problemi, chissà se sono gli stessi riscontrati dai possessori di Wee(?)!!!
    Mi ricordo che presi un 300b dalla Cina, tale Yaquin, e non ho avuto nessun problema di trasporto e di affidabilità del prodotto, feci controllare l'ampli da MHZ, e non riscontro nessun problema se non quello che non erano state curate le fasi.
    Quello di Woo, è piu' un caso che altro, come quello dello Stax con voltaggio sbagliato e appunto dell'ampli di Gian che è arrivato e presentava problemi che alla partenza non c'erano.
    E' la casistica, succede con tanti altri prodotti, e nulla toglie alla qualità dei podotti WooAudio che come dice giustamente Giuseppe, funzionano molto bene.

    Sal.

      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 3:41 pm