Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
2 cocomeri audiofili - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    2 cocomeri audiofili

    Share

    Ospite
    Guest

    Re: 2 cocomeri audiofili

    Post  Ospite on Mon Sep 14, 2009 10:04 pm

    Elcaset wrote:Voglio raccontarvi un episodio simpatico che forse potrà dare spunti di riflessione
    Roma hi-end di qualche anno fa, io e un mio amico di fronte a una coppia di diffusori di cui non ricordo il marchio.
    "Ammazza che scena stretta, paiono monofonici!", faccio io
    "Aò, è vero, nun se possono sentì", dice lui
    "Scusate ma siete sordi? Mai sentita una scena così ampia", interviene un tizio dietro mezzo incazzato Laughing Laughing
    "Perdonatemi ma siete in errore tutti e tre, la scena è solo molto focalizzata", aggiunge un quarto affraid
    Giuro che è andata così affraid affraid affraid

    La seconda citazione.....sembra la mia quando ho ascoltato le chario..(Aò, è vero, nun se possono sentì).. Laughing
    Quella dopo, sembra la citazione del volatile (Scusate ma siete sordi? Mai sentita una scena così ampia)...

    Poi mi hanno bannato pure dal roma hiend.. sunny

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: 2 cocomeri audiofili

    Post  Geronimo on Mon Sep 14, 2009 10:22 pm

    pavel wrote:
    Elcaset wrote:Voglio raccontarvi un episodio simpatico che forse potrà dare spunti di riflessione
    Roma hi-end di qualche anno fa, io e un mio amico di fronte a una coppia di diffusori di cui non ricordo il marchio.
    "Ammazza che scena stretta, paiono monofonici!", faccio io
    "Aò, è vero, nun se possono sentì", dice lui
    "Scusate ma siete sordi? Mai sentita una scena così ampia", interviene un tizio dietro mezzo incazzato Laughing Laughing
    "Perdonatemi ma siete in errore tutti e tre, la scena è solo molto focalizzata", aggiunge un quarto affraid
    Giuro che è andata così affraid affraid affraid

    La seconda citazione.....sembra la mia quando ho ascoltato le CHARIO..(Aò, è vero, nun se possono sentì).. Laughing
    Quella dopo, sembra la citazione del volatile (Scusate ma siete sordi? Mai sentita una scena così ampia)...

    Poi mi hanno bannato pure dal roma hiend.. sunny

    Xiiiiiiiiiiiiiiiiiiin, lo vedi Pavel? Poi non te la prendere con me! Laughing Laughing Laughing Laughing


    Last edited by Elcaset on Mon Sep 14, 2009 10:43 pm; edited 1 time in total


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: 2 cocomeri audiofili

    Post  Geronimo on Mon Sep 14, 2009 10:34 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    1. Qualche anno fa andai a Roma ed io ed una mia amica incappammo in una mostra fotografica. C'era una bellissima foto: una monaco tibetano con la tradizionale tonaca rosso/arancio si affacciava da una feritoia nel costone di una montagna che era completamente ricoperta di muschio verdissimo e sovrastata da un cielo azzurro. Dovete sapere che la gamma di frequenza dell'azzurro e del verde sono adiacenti, al punto che per i greci antichi il verde e l'azzurro erano lo stesso colore (!!!). Ebbene: io fui colpito esclusivamente dal verde di questa immensa parete e dall'azzurro del cielo, e guardai solo marginalmente, perifericamente, il tibetano al centro della foto. La mia amica fu invece colpita esclusivamente dalla figura del tibetano al centro della foto e percepì la parete verde quasi solo come una "cornice" dell'immagine principale. Ovviamente né io né la mia amica eravamo ciechi: solo evidentemente a me colpiscono più i colori che gravitano intorno al verde e a lei i colori che gravitano intorno al rosso (cosa che succede peraltro nella maggioranza dei casi... Razz evidentemente sono "diverso" anche nella percezione dei colori affraid ). Nel prosieguo della mostra notammo che spesso questa predilezione visiva diversa ci spingeva a "leggere" le foto in maniera slittata l'uno dall'altra. Quindi in maniera differente.

    Quando ho citato le differenze percettive dell'udito a seconda delle persone non mi riferivo a situazioni patologiche ma a situazioni analoghe a quella vissuta de te e la tua amica e che sono derminate da fattori innati e da stimoli culturali. Se prendiamo due bimbi di pochi mesi in assenza di patologie uditive, è molto probabile che se vengono sottoposti allo stesso stimolo uditivo, reagiranno in maniera differente: questa è la parte innata della funzione percettiva. A questa parte innata si aggiungono le differenze "culturali" e di affinamento della capacità uditiva che hai giustamente messo in rilievo Insieme danno il quadro della funzionalità percettiva di una persona.


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: 2 cocomeri audiofili

    Post  Pazzoperilpianoforte on Tue Sep 15, 2009 11:47 am

    Elcaset wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    1. Qualche anno fa andai a Roma ed io ed una mia amica incappammo in una mostra fotografica. C'era una bellissima foto: una monaco tibetano con la tradizionale tonaca rosso/arancio si affacciava da una feritoia nel costone di una montagna che era completamente ricoperta di muschio verdissimo e sovrastata da un cielo azzurro. Dovete sapere che la gamma di frequenza dell'azzurro e del verde sono adiacenti, al punto che per i greci antichi il verde e l'azzurro erano lo stesso colore (!!!). Ebbene: io fui colpito esclusivamente dal verde di questa immensa parete e dall'azzurro del cielo, e guardai solo marginalmente, perifericamente, il tibetano al centro della foto. La mia amica fu invece colpita esclusivamente dalla figura del tibetano al centro della foto e percepì la parete verde quasi solo come una "cornice" dell'immagine principale. Ovviamente né io né la mia amica eravamo ciechi: solo evidentemente a me colpiscono più i colori che gravitano intorno al verde e a lei i colori che gravitano intorno al rosso (cosa che succede peraltro nella maggioranza dei casi... Razz evidentemente sono "diverso" anche nella percezione dei colori affraid ). Nel prosieguo della mostra notammo che spesso questa predilezione visiva diversa ci spingeva a "leggere" le foto in maniera slittata l'uno dall'altra. Quindi in maniera differente.

    Quando ho citato le differenze percettive dell'udito a seconda delle persone non mi riferivo a situazioni patologiche ma a situazioni analoghe a quella vissuta de te e la tua amica e che sono derminate da fattori innati e da stimoli culturali. Se prendiamo due bimbi di pochi mesi in assenza di patologie uditive, è molto probabile che se vengono sottoposti allo stesso stimolo uditivo, reagiranno in maniera differente: questa è la parte innata della funzione percettiva. A questa parte innata si aggiungono le differenze "culturali" e di affinamento della capacità uditiva che hai giustamente messo in rilievo Insieme danno il quadro della funzionalità percettiva di una persona.

    Si, quando parliamo di mi-fi mi piace pensare che stiamo parlando di questo: del fatto che a volte la preferenza di un apparecchio, di un diffusore rispetto all'altro non è legata ad oggettiva superiorità di un apparecchio rispetto l'altro ma solo ad una nostra preferenza legata alle nostre peculiarità percettive.
    Al tempo stesso, due audiofili con realtà percettive molto diverse possono tranquillamente condividere un buon giudizio sulla stessa apparecchiatura audio. Magari non per entrambi si tratterà del suono ideale, ma entrambi gli riconosceranno qualità. Esattamente come per me e la mia amica nei riguardi della foto: pur con una fruizione diversa dello stesso oggetto, sia io che lei eravamo concordi nel giudicarla una bellissima foto!


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Ospite
    Guest

    Re: 2 cocomeri audiofili

    Post  Ospite on Tue Sep 15, 2009 11:54 am

    Elcaset wrote:
    pavel wrote:
    Elcaset wrote:Voglio raccontarvi un episodio simpatico che forse potrà dare spunti di riflessione
    Roma hi-end di qualche anno fa, io e un mio amico di fronte a una coppia di diffusori di cui non ricordo il marchio.
    "Ammazza che scena stretta, paiono monofonici!", faccio io
    "Aò, è vero, nun se possono sentì", dice lui
    "Scusate ma siete sordi? Mai sentita una scena così ampia", interviene un tizio dietro mezzo incazzato Laughing Laughing
    "Perdonatemi ma siete in errore tutti e tre, la scena è solo molto focalizzata", aggiunge un quarto affraid
    Giuro che è andata così affraid affraid affraid

    La seconda citazione.....sembra la mia quando ho ascoltato le CHARIO..(Aò, è vero, nun se possono sentì).. Laughing
    Quella dopo, sembra la citazione del volatile (Scusate ma siete sordi? Mai sentita una scena così ampia)...

    Poi mi hanno bannato pure dal roma hiend.. sunny

    Xiiiiiiiiiiiiiiiiiiin, lo vedi Pavel? Poi non te la prendere con me! Laughing Laughing Laughing Laughing

    Ce penso io appavel appena lo vedo

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: 2 cocomeri audiofili

    Post  Geronimo on Tue Sep 15, 2009 1:34 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    Elcaset wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    1. Qualche anno fa andai a Roma ed io ed una mia amica incappammo in una mostra fotografica. C'era una bellissima foto: una monaco tibetano con la tradizionale tonaca rosso/arancio si affacciava da una feritoia nel costone di una montagna che era completamente ricoperta di muschio verdissimo e sovrastata da un cielo azzurro. Dovete sapere che la gamma di frequenza dell'azzurro e del verde sono adiacenti, al punto che per i greci antichi il verde e l'azzurro erano lo stesso colore (!!!). Ebbene: io fui colpito esclusivamente dal verde di questa immensa parete e dall'azzurro del cielo, e guardai solo marginalmente, perifericamente, il tibetano al centro della foto. La mia amica fu invece colpita esclusivamente dalla figura del tibetano al centro della foto e percepì la parete verde quasi solo come una "cornice" dell'immagine principale. Ovviamente né io né la mia amica eravamo ciechi: solo evidentemente a me colpiscono più i colori che gravitano intorno al verde e a lei i colori che gravitano intorno al rosso (cosa che succede peraltro nella maggioranza dei casi... Razz evidentemente sono "diverso" anche nella percezione dei colori affraid ). Nel prosieguo della mostra notammo che spesso questa predilezione visiva diversa ci spingeva a "leggere" le foto in maniera slittata l'uno dall'altra. Quindi in maniera differente.

    Quando ho citato le differenze percettive dell'udito a seconda delle persone non mi riferivo a situazioni patologiche ma a situazioni analoghe a quella vissuta de te e la tua amica e che sono derminate da fattori innati e da stimoli culturali. Se prendiamo due bimbi di pochi mesi in assenza di patologie uditive, è molto probabile che se vengono sottoposti allo stesso stimolo uditivo, reagiranno in maniera differente: questa è la parte innata della funzione percettiva. A questa parte innata si aggiungono le differenze "culturali" e di affinamento della capacità uditiva che hai giustamente messo in rilievo Insieme danno il quadro della funzionalità percettiva di una persona.

    Si, quando parliamo di mi-fi mi piace pensare che stiamo parlando di questo: del fatto che a volte la preferenza di un apparecchio, di un diffusore rispetto all'altro non è legata ad oggettiva superiorità di un apparecchio rispetto l'altro ma solo ad una nostra preferenza legata alle nostre peculiarità percettive.
    Al tempo stesso, due audiofili con realtà percettive molto diverse possono tranquillamente condividere un buon giudizio sulla stessa apparecchiatura audio. Magari non per entrambi si tratterà del suono ideale, ma entrambi gli riconosceranno qualità. Esattamente come per me e la mia amica nei riguardi della foto: pur con una fruizione diversa dello stesso oggetto, sia io che lei eravamo concordi nel giudicarla una bellissima foto!

    Sono d'accordo su tutta la linea


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

      Current date/time is Mon Dec 05, 2016 3:28 am