Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Bilanciamento senza... balance - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Bilanciamento senza... balance

    Share

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  flavio@sanders on Fri Feb 17, 2012 7:26 pm

    nerodavola wrote:Ciao Flavio,
    è vero: attualmente ascolto con la sorgente direttamente connessa al finale, sfruttando (oltre al buon interfacciamento elettrico fra i due componenti) la possibilità, offerta dal lettore NOVA, di regolare il livello di uscita.
    Il sistema utilizzato opera in regime analogico e non pare introdurre alcun degrado sul segnale (i miei frequenti ascolti notturni anche a volumi estremamente ridotti confermano fino ad oggi questa sensazione).
    L'ho chiesto perché nel sito non menzionano il controllo del volume del CD e pensavo usassi una attenuazione esterna che avrebbe potuto essere sdoppiata... ma poi in rete ho visto che il CD Player ha un potenziometro a resistenze per il livello.
    E' una soluzione interessante ma ovviamente ha alcune limitazioni come quella appunto dell'assenza di bilanciamento e del tasto mono.
    A mio avviso se riesci a determinare quale è l'attenuazione necessaria potresti mandare una mail a Giovanni Angò di Nova Audio per suggerirti una soluzione che non sia un "accrocco".
    Fra l'altro ho visto che applicano come Sanders una politica di aggiornamento a basso costo al nuovo modello per cui nel contempo potresti considerare l'upgrade: http://www.nova-audio.eu/Italiano/Aggiornamenti.htm

    Ciao, Flavio

    nerodavola
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 561
    Data d'iscrizione : 2010-05-12
    Località : Milano

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  nerodavola on Fri Feb 17, 2012 8:09 pm

    flavio@sanders wrote:L'ho chiesto perché nel sito non menzionano il controllo del volume del CD e pensavo usassi una attenuazione esterna che avrebbe potuto essere sdoppiata... ma poi in rete ho visto che il CD Player ha un potenziometro a resistenze per il livello.
    E' una soluzione interessante ma ovviamente ha alcune limitazioni come quella appunto dell'assenza di bilanciamento e del tasto mono.
    A mio avviso se riesci a determinare quale è l'attenuazione necessaria potresti mandare una mail a Giovanni Angò di Nova Audio per suggerirti una soluzione che non sia un "accrocco".
    Fra l'altro ho visto che applicano come Sanders una politica di aggiornamento a basso costo al nuovo modello per cui nel contempo potresti considerare l'upgrade: http://www.nova-audio.eu/Italiano/Aggiornamenti.htm

    Ciao, Flavio
    Flavio,
    il mio lettore ha già la versione aggiornata del DAC (2.0) !

    Confermo però che ingegnerizzare un apparecchio prevedendo la possibilità di futuri upgrade con intereventi poco invasivi e a basso costo è devvero lungimirante ed apprezzabile, indice di grande professionalità.
    Mi fa piacere sapere che anche voi applichiate questa politica, complimenti!

    Riguardo al suggerimento... confesso di averci pensato: tra l’altro, nello specifico, l’attenuazione opera in regime analogico ma è “digitally controlled” e separatamente per i canali; insomma la tua idea sarebbe tecnicamente realizzabile, ma presumo prevederebbe una modifica non banale nella logica di controllo.
    Ripeto però: il mio “problema” è davvero moolto lieve, e non giustifica neppure lontanamente ...l’ipotesi di una modifica del genere.

    Magari potrebbe valere come suggerimento per una futura versione...

    Ciao!


    _________________
    Mauro

    Sorgente: Nova NCD1 (dac 2.0)  - Finale: Norma 8.7B  - Diffusori: Vienna Acoustics Mozart Grand   //   Sorgente: AA Crescendo  - Ampli cuffia: Little Dot MK III  - Cuffia: Grado SR60i

    Guido
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 747
    Data d'iscrizione : 2011-05-14
    Località : Milano

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  Guido on Sat Feb 18, 2012 10:13 pm

    ciao Nerodavola
    il mio pre ha un controllo del bilanciamento tarato in db precisissimo.
    Visto che sei di Milano, se vuoi possiamo fare una prova.
    Guido

    GPMJ
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 34
    Data d'iscrizione : 2012-02-10
    Età : 53
    Località : Cremona

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  GPMJ on Sun Feb 19, 2012 1:02 pm

    @ nerodavola
    prima di fare qualunque modifica, fai una prova estremanente semplice: controlla se lo sbilanciamento sussiste a qualunque livello d'ascolto o se varia in qualche modo variando la posizione della manopola dell'attenuatore di uscita del CD Player.

    nerodavola
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 561
    Data d'iscrizione : 2010-05-12
    Località : Milano

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  nerodavola on Sun Feb 19, 2012 5:10 pm

    GPMJ wrote:@ nerodavola
    prima di fare qualunque modifica, fai una prova estremanente semplice: controlla se lo sbilanciamento sussiste a qualunque livello d'ascolto o se varia in qualche modo variando la posizione della manopola dell'attenuatore di uscita del CD Player.
    Ciao Gianpiero,
    come dicevo alterno ascolti a buoni volumi “condominiali” con sessioni serali e notturne, quindi alla massima attenuazione che il CDP mi offre: la percezione è che il lieve sbilanciamento rimanga inalterato.


    _________________
    Mauro

    Sorgente: Nova NCD1 (dac 2.0)  - Finale: Norma 8.7B  - Diffusori: Vienna Acoustics Mozart Grand   //   Sorgente: AA Crescendo  - Ampli cuffia: Little Dot MK III  - Cuffia: Grado SR60i

    nerodavola
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 561
    Data d'iscrizione : 2010-05-12
    Località : Milano

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  nerodavola on Sun Feb 19, 2012 5:12 pm

    Guido wrote:ciao Nerodavola
    il mio pre ha un controllo del bilanciamento tarato in db precisissimo.
    Visto che sei di Milano, se vuoi possiamo fare una prova.
    Guido
    Guido, sei gentilissimo.
    Intanto volevo mettere in atto qualche suggerimento proposto nei post precedenti (questo week-end non riesco a concludere nulla) e magari effettuare qualche verifica in più.
    Se disturbarti sarà la mia ultima chance ...tranquillo che non mi farò troppi problemi (magari contattandoti via MP)

    Thks again!


    _________________
    Mauro

    Sorgente: Nova NCD1 (dac 2.0)  - Finale: Norma 8.7B  - Diffusori: Vienna Acoustics Mozart Grand   //   Sorgente: AA Crescendo  - Ampli cuffia: Little Dot MK III  - Cuffia: Grado SR60i

    A.P.S.
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 158
    Data d'iscrizione : 2011-08-22

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  A.P.S. on Mon Feb 20, 2012 9:43 am

    nerodavola wrote:Hai perfettamente ragione; i Rothwell sono solo un esempio: esistono prodotti equivalenti che offrono singoli livelli di attenuazione diversi.


    Non sono certo di aver capito.
    Ipotizziamo - per semplicità - di ascoltare al buio: il nostro sistema uditivo è in grado di ricostruire (approssimativamente) la provenienza del suono elaborando (presumo) ritardo & intensità con cui il suono stesso viene recepito dalle orecchie. Di conseguenza avevo inteso che avvicinare un singolo diffusore comporti un conseguente spostamento di quello che usualmente chiamiamo “fuoco” nella riproduzione stereofonica.

    Correggetemi se sbaglio

    La centratura olografica si ottiene per comparazione di fase o sbaglio?

    Avanzare un elemento non credo faccia comparazione -anzi- credo faccia effetto ombra per differenzazione.

    Il tuo appunto sulla luce spenta non è paragonabile ad una cattiva ricostruzione , una cecità pareggia gli scompensi di mappatura mnemonica.


    _________________
    A P S

    nerodavola
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 561
    Data d'iscrizione : 2010-05-12
    Località : Milano

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  nerodavola on Mon Feb 20, 2012 10:58 am

    A.P.S. wrote:Correggetemi se sbaglio

    La centratura olografica si ottiene per comparazione di fase o sbaglio?

    Avanzare un elemento non credo faccia comparazione -anzi- credo faccia effetto ombra per differenzazione.

    Il tuo appunto sulla luce spenta non è paragonabile ad una cattiva ricostruzione , una cecità pareggia gli scompensi di mappatura mnemonica.
    Ciao,
    francamente non saprei dirti; considera che il fenomeno che in prima battuta vorrei indirizzare - oggetto della discussione - è assai più... elementare della focalizzazione (in senso proprio) o della ricostruzione olografica.
    Mi accontenterei, in prima battuta, di “centrare” meglio l’immagine sonora, e perciò mi sono lmitato ad interpretare (spero non erroneamente) il principio su cui si basa la stereofonia, in base al quale il nostro cervello interpreta due suoni ricevuti entro un brevissimo spazio di tempo come un suono unico.

    Se l’ascoltatore è esattamente centrato, equidistante dalle due sorgenti sonore e queste hanno pari intensità il suono viene focalizzato nel centro, ma se uno dei due giunge con un lievissimo ritardo e/o è meno inteso, la “sensazione di fuoco” si sposta verso il diffusore che suona più intenso/vicino.

    (detto male, ma spero che il principio sia corretto)

    Vedi step 7 : http://www.audiophysic.de/aufstellung/beispiel_e.html#top

    Il problema complessivo poi è certamente più articolato, qualcuno l’ha già evidenziato in precedenza; ed io sono d’accordo con lui e con te...

    Ciao!


    _________________
    Mauro

    Sorgente: Nova NCD1 (dac 2.0)  - Finale: Norma 8.7B  - Diffusori: Vienna Acoustics Mozart Grand   //   Sorgente: AA Crescendo  - Ampli cuffia: Little Dot MK III  - Cuffia: Grado SR60i

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  flavio@sanders on Mon Feb 20, 2012 2:08 pm

    nerodavola wrote:
    Mi accontenterei, in prima battuta, di “centrare” meglio l’immagine sonora, e perciò mi sono lmitato ad interpretare (spero non erroneamente) il principio su cui si basa la stereofonia, in base al quale il nostro cervello interpreta due suoni ricevuti entro un brevissimo spazio di tempo come un suono unico.

    Ciao Nerodavole,
    le cose stanno come dici, si chiama effetto Haas..

    se ne parla ad esempio qui: http://www.audiosonica.com/it/corso/post/23/Percezione_del_suono_Effetto_Haas
    e ne parliamo anche noi qui: http://sanderssoundsystems.eu/?page_id=47

    In ogni caso attenuare il canale che suona più forte posizionando i diffusori esattamente alla stessa distanza da punto di ascolto, come mi sembra che tu voglia fare, credo sia una soluzione semplice ed efficace.

    Ciao, Flavio



    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    A.P.S.
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 158
    Data d'iscrizione : 2011-08-22

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  A.P.S. on Mon Feb 20, 2012 2:29 pm

    nerodavola wrote:Ciao,
    francamente non saprei dirti; considera che il fenomeno che in prima battuta vorrei indirizzare - oggetto della discussione - è assai più... elementare della focalizzazione (in senso proprio) o della ricostruzione olografica.
    Mi accontenterei, in prima battuta, di “centrare” meglio l’immagine sonora, e perciò mi sono lmitato ad interpretare (spero non erroneamente) il principio su cui si basa la stereofonia, in base al quale il nostro cervello interpreta due suoni ricevuti entro un brevissimo spazio di tempo come un suono unico.

    Se l’ascoltatore è esattamente centrato, equidistante dalle due sorgenti sonore e queste hanno pari intensità il suono viene focalizzato nel centro, ma se uno dei due giunge con un lievissimo ritardo e/o è meno inteso, la “sensazione di fuoco” si sposta verso il diffusore che suona più intenso/vicino.

    (detto male, ma spero che il principio sia corretto)

    Vedi step 7 : http://www.audiophysic.de/aufstellung/beispiel_e.html#top

    Il problema complessivo poi è certamente più articolato, qualcuno l’ha già evidenziato in precedenza; ed io sono d’accordo con lui e con te...

    Ciao!

    A me pare che il ink dato voglia dire poche cose in tante righe o' - nella migliore delle ipotesi- un artefatto di banalità enormi, il punto 6 non lo condivido in quanto dimentica -dopo averne parlato- che si trova in una stanza.

    Detto ciò -non vogliatemene, voglio imparare qualcosa di nuovo- bilanciare mediante sfasamento non lo reputo corretto, parlo solo di mie idee percui pronto nel ricredermi.

    Blanciare lo dice il termine, parificare due livelli scompensati da stanza o da udito percui logico lavorare sull'intensità variabile tenendo ferme le fasi uscenti.


    _________________
    A P S

    nerodavola
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 561
    Data d'iscrizione : 2010-05-12
    Località : Milano

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  nerodavola on Mon Feb 20, 2012 2:41 pm

    flavio@sanders wrote:Ciao Nerodavole,
    le cose stanno come dici, si chiama effetto Haas..

    se ne parla ad esempio qui: http://www.audiosonica.com/it/corso/post/23/Percezione_del_suono_Effetto_Haas
    e ne parliamo anche noi qui: http://sanderssoundsystems.eu/?page_id=47

    In ogni caso attenuare il canale che suona più forte posizionando i diffusori esattamente alla stessa distanza da punto di ascolto, come mi sembra che tu voglia fare, credo sia una soluzione semplice ed efficace.

    Ciao, Flavio

    In effetti stavo valutando degli aggeggi tipo questi:

    http://www.ebay.it/itm/ML-Audio-ATTENUATOR-Attenuatori-di-segnale-RCA-/130636199978?pt=Altro_Audio_da_Casa&hash=item1e6a86382a#ht_1137wt_1163

    non so però che tipo di degrado possano eventualmente introdurre.

    Ciao!


    _________________
    Mauro

    Sorgente: Nova NCD1 (dac 2.0)  - Finale: Norma 8.7B  - Diffusori: Vienna Acoustics Mozart Grand   //   Sorgente: AA Crescendo  - Ampli cuffia: Little Dot MK III  - Cuffia: Grado SR60i

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  Luca58 on Mon Feb 20, 2012 4:46 pm

    flavio@sanders wrote:
    e ne parliamo anche noi qui: http://sanderssoundsystems.eu/?page_id=47

    In ogni caso attenuare il canale che suona più forte posizionando i diffusori esattamente alla stessa distanza da punto di ascolto, come mi sembra che tu voglia fare, credo sia una soluzione semplice ed efficace.

    Ciao, Flavio


    Vorrei fare una domanda collegata alla discussione sperando che non sia OT ma che aiuti a sviscerare meglio il tema posto.

    Premetto che anche io noto una certa tendenza allo spostamento verso sinistra dell'immagine pur essendo la mia stanza assolutamente simmetrica come arredamento nella zona di posizionamento dell'impianto (e' vuota perche' e' stretta... ); credo che questo sia dovuto al fatto che la parete dietro i diffusori non e' perpendicolare alla mezzeria della stanza (che e' lunga il doppio della larghezza) ed a destra la parete dietro il diffusore e' piu' lontana di circa 5 cm rispetto all'altro a sinistra.

    Io ho un paio di Martin Logan ibride, le Aerius, e la riflessione posteriore e' ovviamente molto importante in tutti i sensi. Come spiegato anche nell'articolo di Sanders che citi, bisogna fare in modo che le riflessioni siano coerenti per non avere diminuzione dell'intensita' in funzione del tipo di interferenza e quindi una resa con buchi "a pettine", oltretutto nemmeno uguali tra loro. In genere si provano varie distanze dalla parete posteriore in modo da trovare quella che minimizza le interferenze negative.

    La mia domanda e': se il tipo di interferenza (cioe' piu' o meno in fase) dipende anche dalla frequenza, come si fa ad avere in fase sia i 100 Hz che i 10.000 Hz una volta stabilita la distanza dalla parete posteriore?

    Tra l'altro le Aerius hanno una forma leggermente "inclinata indietro" che fa progressivamente avvicinare il pannello ESL alla parete posteriore con l'altezza. Siccome, se non ho capito male, il pannello emette allo stesso modo in ogni punto della sua superficie, gia' solo questa inclinazione dovrebbe creare molti problemi di "pettine" anche soltanto all'interno delle frequenze emesse dal pannello e qualunque distanza dalla parete posteriore sia stata scelta.

    Seconda conseguente domanda: si deve evitare di far suonare un diffusore fatto in questo modo davanti ad una parete piatta verticale? Eppure modificando l'inclinazione del pannello in avanti o indietro mi sembra che il risultato peggiori e che le Aerius siano state proprio progettate per suonare cosi'...


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  flavio@sanders on Mon Feb 20, 2012 5:38 pm

    A.P.S. wrote:
    Detto ciò -non vogliatemene, voglio imparare qualcosa di nuovo- bilanciare mediante sfasamento non lo reputo corretto, parlo solo di mie idee percui pronto nel ricredermi.

    Blanciare lo dice il termine, parificare due livelli scompensati da stanza o da udito percui logico lavorare sull'intensità variabile tenendo ferme le fasi uscenti.

    Secondo me hai ragione, avvicinare un diffusore per aumentarne il volume modificando quindi la fase non sembra neanche a me una buona idea.
    Per questo dicevo di attenuare il canale che suona più forte mantenendo uguale la distanza dal punto di ascolto, d'altronde mi sembra che sia anche l'idea di Nerodavola..

    Ciao, Flavio


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  flavio@sanders on Mon Feb 20, 2012 5:43 pm

    nerodavola wrote:
    In effetti stavo valutando degli aggeggi tipo questi:

    http://www.ebay.it/itm/ML-Audio-ATTENUATOR-Attenuatori-di-segnale-RCA-/130636199978?pt=Altro_Audio_da_Casa&hash=item1e6a86382a#ht_1137wt_1163

    non so però che tipo di degrado possano eventualmente introdurre.

    Ciao!

    Ciao Mauro,
    ho dato una veloce occhiata e mi sembra che si tratti di una resistenza a strato metallico e quindi si tratterebbe di una soluzione analoga a quella che già utilizzi nell'attenuatore del tuo lettore CD.
    Non penso ci siano problemi di degrado, in ogni caso visto il costo è una prova che si può fare... il punto ritorna a quanto accennavo qualche post fa, dovresti (magari con Guido) determinare con precisione l'attenuazione (penso modesta) che ti serve.

    Flavio


    Last edited by flavio@sanders on Mon Feb 20, 2012 6:10 pm; edited 1 time in total


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  flavio@sanders on Mon Feb 20, 2012 6:08 pm

    Luca58 wrote:

    Vorrei fare una domanda collegata alla discussione sperando che non sia OT ma che aiuti a sviscerare meglio il tema posto.

    Premetto che anche io noto una certa tendenza allo spostamento verso sinistra dell'immagine pur essendo la mia stanza assolutamente simmetrica come arredamento nella zona di posizionamento dell'impianto (e' vuota perche' e' stretta... ); credo che questo sia dovuto al fatto che la parete dietro i diffusori non e' perpendicolare alla mezzeria della stanza (che e' lunga il doppio della larghezza) ed a destra la parete dietro il diffusore e' piu' lontana di circa 5 cm rispetto all'altro a sinistra.

    Io ho un paio di Martin Logan ibride, le Aerius, e la riflessione posteriore e' ovviamente molto importante in tutti i sensi. Come spiegato anche nell'articolo di Sanders che citi, bisogna fare in modo che le riflessioni siano coerenti per non avere diminuzione dell'intensita' in funzione del tipo di interferenza e quindi una resa con buchi "a pettine", oltretutto nemmeno uguali tra loro. In genere si provano varie distanze dalla parete posteriore in modo da trovare quella che minimizza le interferenze negative.

    La mia domanda e': se il tipo di interferenza (cioe' piu' o meno in fase) dipende anche dalla frequenza, come si fa ad avere in fase sia i 100 Hz che i 10.000 Hz una volta stabilita la distanza dalla parete posteriore?

    Tra l'altro le Aerius hanno una forma leggermente "inclinata indietro" che fa progressivamente avvicinare il pannello ESL alla parete posteriore con l'altezza. Siccome, se non ho capito male, il pannello emette allo stesso modo in ogni punto della sua superficie, gia' solo questa inclinazione dovrebbe creare molti problemi di "pettine" anche soltanto all'interno delle frequenze emesse dal pannello e qualunque distanza dalla parete posteriore sia stata scelta.

    Seconda conseguente domanda: si deve evitare di far suonare un diffusore fatto in questo modo davanti ad una parete piatta verticale? Eppure modificando l'inclinazione del pannello in avanti o indietro mi sembra che il risultato peggiori e che le Aerius siano state proprio progettate per suonare cosi'...

    Ciao Luca,
    dalla domanda si capisce che hai approfondito l'argomento e che ti poni interrogativi interessanti...

    per quanto riguarda l'effetto di interferenza causato dalla radiazione posteriore puoi attenuarne in modo significativo l'effetto allungando il percorso della radiazione riflessa ed attenuandone qundi l'intensità.. per fare ciò devi inclinare fortemente i pannelli (toe in) in modo che la radiazione posteriore rimbalzi prima sulla parete posteriore, poi sulla laterale ecc. inoltre, al contrario delle più "pericolose" riflessioni laterali la radiazione posteriore riflessa più volte tende a mediare.
    In altre parole è molto semplice, orienta i diffusori verso il punto di ascolto, l'effetto di "filtro a pettine" è più un problema delle prime riflessioni laterali.

    Almeno questi sono i miei due cents,
    Flavio


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    nerodavola
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 561
    Data d'iscrizione : 2010-05-12
    Località : Milano

    Re: Bilanciamento senza... balance

    Post  nerodavola on Mon Feb 20, 2012 7:37 pm

    flavio@sanders wrote:Ciao Mauro,
    ho dato una veloce occhiata e mi sembra che si tratti di una resistenza a strato metallico e quindi si tratterebbe di una soluzione analoga a quella che già utilizzi nell'attenuatore del tuo lettore CD.
    Non penso ci siano problemi di degrado, in ogni caso visto il costo è una prova che si può fare... il punto ritorna a quanto accennavo qualche post fa, dovresti (magari con Guido) determinare con precisione l'attenuazione (penso modesta) che ti serve.

    Flavio
    Thks !


    _________________
    Mauro

    Sorgente: Nova NCD1 (dac 2.0)  - Finale: Norma 8.7B  - Diffusori: Vienna Acoustics Mozart Grand   //   Sorgente: AA Crescendo  - Ampli cuffia: Little Dot MK III  - Cuffia: Grado SR60i

      Current date/time is Thu Dec 08, 2016 6:58 am