Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Ancora sulla regolazione dell' antiskating. - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Share

    Ospite
    Guest

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Ospite on Fri Apr 27, 2012 8:07 am

    In fisica si distinguono forza peso e massa in quanto grandezze sostanzialmente diverse: mentre la massa di un corpo è una sua proprietà intrinseca, indipendente dalla sua posizione nello spazio e da ogni altra grandezza fisica, il peso è l'effetto prodotto su tale massa dalla presenza di un campo gravitazionale. Ne risulta che la massa di un corpo è costante, mentre il suo peso varia a seconda del luogo in cui viene misurato. Sulla Luna, un uomo pesa meno che sulla Terra: sui due corpi celesti, una bilancia a torsione o a molla restituirà quindi valori diversi, in quanto si basa sulla misurazione della forza peso; una bilancia a contrappeso, invece, restituirà lo stesso valore, in quanto si basa sul confronto di masse
    .
    Massa e peso sulla Terra per me sono identici
    Io leggo volentieri tutti i post dove posso imparare da chi è molto più esperto di me,ma secondo il mio modesto parere qui si và a sconfinare nella Fisica Quantistica. sunny sunny sunny ,

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8717
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Edmond on Fri Apr 27, 2012 9:50 am

    In realtà andrebbe evidenziato dai "contendenti" che un conto è parlare di massa della canna del braccio (quella che loro chiamano impropriamente massa verticale), responsabile, semplificando, del comportamento dinamico secondo la normale al disco, un conto è parlare di massa del sistema di lettura (quella che loro chiamano massa orizzontale) che influenza, sempre semplificando, il comportamento dinamico secondo la parallela alla superficie del disco, ovvero il supporto del fulcro della canna, i contrappesi di equilibratura, il sistema di scorrimento del braccio tangenziale, ecc, ecc........

    Parlare genericamente di massa verticale e massa orizzontale del braccio è come attribuire a ciascuno di noi due masse differenti a seconda che ci si muova in senso verticale piuttosto che orizzontale...........


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    silvanos
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 18
    Data d'iscrizione : 2012-01-15

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  silvanos on Fri Apr 27, 2012 10:39 am

    Edmond wrote:In realtà andrebbe evidenziato dai "contendenti" che un conto è parlare di massa della canna del braccio (quella che loro chiamano impropriamente massa verticale), responsabile, semplificando, del comportamento dinamico secondo la normale al disco, un conto è parlare di massa del sistema di lettura (quella che loro chiamano massa orizzontale) che influenza, sempre semplificando, il comportamento dinamico secondo la parallela alla superficie del disco, ovvero il supporto del fulcro della canna, i contrappesi di equilibratura, il sistema di scorrimento del braccio tangenziale, ecc, ecc........

    Parlare genericamente di massa verticale e massa orizzontale del braccio è come attribuire a ciascuno di noi due masse differenti a seconda che ci si muova in senso verticale piuttosto che orizzontale...........
    in alcuni, quasi tutti, tangenziali, la massa orizzontale e quella verticale vengono indicate per stabilire le rispettive frequenze di risonanza, e le rispettive inerzie, come si è detto.
    ma in effetti hai ragione perché si discuteva delle forze orizzontali presenti sul solco quando la testina legge il disco nel suo viaggio orizzontale e dell'effetto deleterio che il peso complessivo delle componenti in movimento (ho parlato di massa totale da spostare) ha sul cantilever per via dell'eventuale eccentricità del solco.
    sostengo semplicemente che, anche se questa eccentricità fosse sempre presente, un cantilever sopporta tranquillamente il movimento dx/sx/dx che il braccio compie (e che ovviamente fa sia il tangenziale sia il braccio a perno), purché tali eccentricità e relativo movimento non siano eccessivi;
    e inoltre che anche le componenti in movimento di un braccio a perno (braccio, testina e contrappeso) hanno il loro bel peso da far sopportare al sistema puntina/cantilever in questo non desiderato movimento.

    dato come postulato che nulla è eterno, nemmeno una puntina/cantilever montati su un tangenziale che almeno sono esenti dalla forza di skating.


    Last edited by silvanos on Fri Apr 27, 2012 1:40 pm; edited 1 time in total

    Rudys47
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 216
    Data d'iscrizione : 2011-09-04
    Età : 69
    Località : Roma

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Rudys47 on Fri Apr 27, 2012 12:24 pm

    Il peso è la forza esercitata sulla Terra: si tratta della conseguenza della gravità che agisce sul corpo.
    Il peso è diverso dalla massa: questa infatti è costante indipendentemente dalla forza di gravità.
    Gli scienziati misurano la massa, cioè la quantità di materia presente in un oggetto,
    in chilogrammi (Kg) e il peso in newton (N): 1Kg è pari a una forza di 9,81N.
    ( Al livello del mare, aggiungo io )

    Vedere anche...

    http://www.okpedia.it/differenza-massa-e-peso


    Se ne "dedurrebbe" che se un "oggetto" rimane fisso in un punto della Terra
    peso e massa restano costanti quindi (l'oggetto) è riconoscibile e ben definito con l'una o l'altra unità di misura.

    Il "Gruppo" testina/braccio/giradischi/mobile/pavimento/terra E' una costante quindi Peso & Massa sono equiparabili ai ns. fini IMHO

    Per l'antiskating sorgono problemi diversi a seconda del sistema usato...peso appeso ad un filo / magnetico ecc.

    Se ho scritto c*****e...

    PS.
    @ Pietro...inviato MP...hai fatto la traduzione dal Japp.?


    _________________
    Thorens TD124 / AT33E / Ortofon 212 / Lenco 75S / Denon 103R / Braccio Aut. Unipivot 16"
    Trigon Vanguard II + Volcano II
    Cocktail X10 / DAC Audio Alchemy / DAC SABRE YULONG D18
    Pre Valvole / Finali Valvole 100+100W / QUAD 405-2 UP Bernd Ludwig (e oltre)
    MG TYMPANI ID & QUAD ESL 63
    Buon ascolto   &  
    Rudy

    Ospite
    Guest

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Ospite on Fri Apr 27, 2012 1:18 pm

    Se andiamo avanti così, ha ragione la Gelmini che esiste un tunnel da Ginevra al Gran Sasso.Ai vostri livelli (io ancora non ci arrivo)ricordate,che Kg o Kgm sono uguali,poi nel sub atomico qualcosa cambia. sunny sunny sunny

    Rudys47
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 216
    Data d'iscrizione : 2011-09-04
    Età : 69
    Località : Roma

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Rudys47 on Fri Apr 27, 2012 1:25 pm

    naspec wrote:Se andiamo avanti così...Kg o Kgm sono uguali,poi nel sub atomico qualcosa cambia. sunny sunny sunny



    Ritorniamo all'antiskating? angel angel angel

    Buona Musica


    _________________
    Thorens TD124 / AT33E / Ortofon 212 / Lenco 75S / Denon 103R / Braccio Aut. Unipivot 16"
    Trigon Vanguard II + Volcano II
    Cocktail X10 / DAC Audio Alchemy / DAC SABRE YULONG D18
    Pre Valvole / Finali Valvole 100+100W / QUAD 405-2 UP Bernd Ludwig (e oltre)
    MG TYMPANI ID & QUAD ESL 63
    Buon ascolto   &  
    Rudy

    Ospite
    Guest

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Ospite on Fri Apr 27, 2012 1:44 pm

    Rudys47 ha scritto:
    Ritorniamo all'antiskating
    Ma facciamolo a livello comprensibile,non tutti sono scienziati, e gradiremo sempre un consiglio dai più esperti.

    Rudys47
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 216
    Data d'iscrizione : 2011-09-04
    Età : 69
    Località : Roma

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Rudys47 on Fri Apr 27, 2012 3:34 pm

    @ naspec

    Hai perfettamente ragione ma non credo ci si voglia atteggiare a scienziati (magari lo fossi(mo)IMHO ).

    Quando si entra nei "meandri" di certi argomenti...

    L'antiskating rientra in questa tematica e se si viene "stimolati" si cerca di rispondere con argomentazioni
    il più possibile veritiere e Pietro ne è buon testimone. cheers

    Ma Tu come lo hai risolto il problema antiskating? devil devil devil

    Buona musica


    _________________
    Thorens TD124 / AT33E / Ortofon 212 / Lenco 75S / Denon 103R / Braccio Aut. Unipivot 16"
    Trigon Vanguard II + Volcano II
    Cocktail X10 / DAC Audio Alchemy / DAC SABRE YULONG D18
    Pre Valvole / Finali Valvole 100+100W / QUAD 405-2 UP Bernd Ludwig (e oltre)
    MG TYMPANI ID & QUAD ESL 63
    Buon ascolto   &  
    Rudy

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4693
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  pepe57 on Sat Apr 28, 2012 8:55 am

    Ragazzi, non è che voglio fare il sapientino, non volevo proprio continuare, ma secondo me state del tutto confondendo le cose, per cui scrivo per l’ ultima volta e poi non insisto più al max solo in PM se qualcuno è interessato.
    Qui non si parla di massa statica o gravitazionale, ma di masse inerziali o effettive di un braccio (da sempre, parlando di bracci, definita col termine massa).
    La massa effettiva di un braccio si calcola partendo dal principio che i momenti inerziali di qui e di là del fulcro, DEVONO corrispondere. Si parta dal principio base che questi momenti come si sa sono determinati da massa per il quadrato delle distanze…..
    Per cui, alla fine di diverse semplificazioni ed integrazioni (non sto a riportarvi i diversi passaggi, se qualcuno li volesse glieli posso anche scrivere PM se ha pazienza, ora sono a Modica e devo correre a fare colazione che poi vado ad incontrare EMA) si giunge alla semplice formula finale A che porta ad una variazione massima del 10% rispetto ai dati dichiarati (per farla + esatta (5%) usare formula B)
    Formula A: ME = [CP*(DC^2/LBLT^2)] + [2*PB/3] + MF
    Ove: CP peso in grammi contrappeso, DC = distanza da fulcro a centro contrappeso in mm LBLT =lunghezza braccio lato testina (quindi “effettiva”), PB= peso braccio nudo da ogni cosa MF= massa fulcro
    Formula B: sostituire la cifra 3 con: (LBLT/LBLC)
    LBLC= lunghezza braccio lato contrappeso
    NB: MF che viene calcolato 0 * per un imperniato (e tg nel caso se si parli esclusivamente di massa verticale),

    Essa non corrisponde al peso della canna senza contrappeso o altro, se no sarebbe sempre la stessa, verticale ed orizzontale (e non c'è errore in questo modo di definirle)...
    Calcolare le masse effettive non è un semplice "pesare la canna da una qualche parte!"
    Ora la smetto per davvero!! Promesso.
    sunny sunny

    Pietro

    PS: non è del tutto vero che la massa del fulcro per l’ imperniato è sempre zero, in base alla geometria potrebbe arrivare anche al valore di 1 gr per i "normali", poi ci sono anche un paio...fuori standard).

    silvanos
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 18
    Data d'iscrizione : 2012-01-15

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  silvanos on Sat Apr 28, 2012 11:24 am

    La discussione mi sembrava riguardasse non tanto la massa effettiva, il suo peso o quant'altro, ma lo sforzo che il cantilever deve sopportare orizzontalmente (e dunque in presenza di eccentricità del solco e di skating).
    Come correttamente afferma Pietro bisogna considerare non tanto la massa effettiva (o il altre parole il peso complessivo della massa in movimento) ma le inerzie in gioco.
    Sappiamo però che l'inerzia può essere modificata.
    Nel caso del braccio imperniato l'inerzia verticale varierà a seconda del contrappeso: se allontano il peso dal fulcro ne posso usare di meno e l'inerzia aumenterà; se l'avvicino al fulcro dovrò mettere un peso maggiore e l'inerzia diminuirà; e ovviamente, essendoci una sola massa (il braccetto al quale appendo la testina), questa inerzia avrà lo stesso valore anche orizzontalmente nel caso delle dannose forze laterali di cui parliamo e che agiscono sul cantilever.
    Sembrava, però, che Pietro dicesse che nel tangenziale è la massa orizzontale per via del suo peso a gravare in modo deleterio sul cantilever. Invece, proprio per il principio ben enunciato, basterà diminuirne l'inerzia orizzontalmente per non avere alcun problema, come in effetti si fa.
    E ad ogni modo una testina con una bassa cedevolezza laterale diminuisce drasticamente il problema.

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8717
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Edmond on Sat Apr 28, 2012 11:28 am

    Un bel "mescolotto" di unità di misura, non c'è che dire!!!!!!!!!!!!!!!!

    kg = (kgf*(mm2/mm2)) + (kgf/(mm/mm)) + kg

    Che si parli di masse 'statiche' o di momenti d'inerzia, l'equazione dimensionale non va....


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Massimo on Sat Apr 28, 2012 2:18 pm

    santa santa


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Ospite
    Guest

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Ospite on Sat Apr 28, 2012 2:55 pm

    Scusatemi una frase cruda, qui si stà prendendo per i fondelli la buona parte di audiofili 95/99%.State proponendo formule formulette ed altro adatte a chi progetta bracci testine ...ecc ecc.Pesare la massa del contrappeso lo posso anche fare,smontare un braccio che mi costa un mese e più di pensione (sme m2-9 ed è già un sacrificio),per pesare la canna ,misurare l inerzia,le varie torsioni ecc..ecc come ho ribadito in altre risposte, mi sembra sempre più il tunnel della Gelmini.Per Pepe57,ammiro e riconosco la tua super competenza,ma noi(io) mortali non ce la famo in tutti i sensi,(può essere senza dubbio la favola di Esopo),buona vacanza in Sicilia,il prossimo anno me la faccio anche io. sunny sunny sunny

    Rudys47
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 216
    Data d'iscrizione : 2011-09-04
    Età : 69
    Località : Roma

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Rudys47 on Sat Apr 28, 2012 3:24 pm

    @ naspec & agli altri audiofili 95/99% (se esistono)

    Il mio IMHO suggerimento , se posso e non Ti da fastidio, è di leggere quanto più Ti è possibile (sul Web trovi di tutto di +)
    sull'argomento così , magari, tra qualche tempo potrai avere Tu l'opportunità di scrivere con maggior cognizione.

    Quando non so una cosa...chiedo, non c'è mica da "vergognarsi" . affraid affraid affraid

    Vedi http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t1242p30-i-vostri-rtr#277174 ......Messaggi dal 33 al 35 sunny sunny sunny

    Senza offesa eh!

    Buona Musica


    _________________
    Thorens TD124 / AT33E / Ortofon 212 / Lenco 75S / Denon 103R / Braccio Aut. Unipivot 16"
    Trigon Vanguard II + Volcano II
    Cocktail X10 / DAC Audio Alchemy / DAC SABRE YULONG D18
    Pre Valvole / Finali Valvole 100+100W / QUAD 405-2 UP Bernd Ludwig (e oltre)
    MG TYMPANI ID & QUAD ESL 63
    Buon ascolto   &  
    Rudy

    Ospite
    Guest

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Ospite on Sat Apr 28, 2012 4:41 pm

    Rudys47 ha scritto:

    Il mio IMHO suggerimento , se posso e non Ti da fastidio, è di leggere quanto più Ti è possibile (sul Web trovi di tutto di +)
    sull'argomento così , magari, tra qualche tempo potrai avere Tu l'opportunità di scrivere con maggior cognizione
    Non so se 47 è l anno o l eta, io stò a 48 con l anno e leggere ho letto parecchio, quello di qui stò parlando (forse mi sono spiegato male ho tu non hai capito o fai finta di non capire)è il discorso e ripeto ,fra tutte codeste formule teoriche (misure da laboratorio dove un cristo normale ci si perde)e la pratica è un pò diverso.Scusa senza offesa Embarassed Embarassed quando poi ho letto e sono diventato scienziato e non posso fare prove pratiche, a cosa mi vale?Volare più basso nò è??(non come l uccello padulo) sunny sunny sunny Che vor dì IMHO?,scusami son Toscanaccio. Per l età ho letto dopo.

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8717
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Edmond on Sat Apr 28, 2012 4:57 pm

    Naspec, la questione è molto semplice: cosa diavolo vuoi sapere in merito al problema dell'antiskating? Vuoi sapere cos'è, vuoi sapere a cosa serve, vuoi sapere come si regola???


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8717
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Edmond on Sat Apr 28, 2012 5:05 pm

    Riguardo alle questioni 'filosofiche', va evidenziato che quando si parla di grandezze occorrerebbe analizzarne la loro definizione dal punto di vista fisico e non in base a semplici consuetudini......

    Dire che:
    Qui non si parla di massa statica o gravitazionale, ma di masse inerziali o effettive di un braccio (da sempre, parlando di bracci, definita col termine massa).
    La massa effettiva di un braccio si calcola partendo dal principio che i momenti inerziali di qui e di là del fulcro, DEVONO corrispondere. Si parta dal principio base che questi momenti come si sa sono determinati da massa per il quadrato delle distanze…..
    la massa gravitazionale e la massa inerziale sono due cose diverse, confligge un po' drammaticamente con le leggi di Mach e con le risultanze di sperimentazioni ad oggi ancora in corso e partite al tempo di Galileo che dimostrano che, quando ci si muove all'interno di un campo gravitazionale, la massa gravitazionale e quella inerziale sono coincidenti.............

    Forse si dovrebbe parlare SOLO di momenti d'inerzia, magari applicati nello spazio e non nel piano, ma la cosa diventa davvero complessa e va contro le rchieste di semplificazione formulate.............


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    Ospite
    Guest

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Ospite on Sat Apr 28, 2012 5:17 pm

    Edmond ha scritto:
    Naspec, la questione è molto semplice: cosa diavolo vuoi sapere in merito al problema dell'antiskating? Vuoi sapere cos'è, vuoi sapere a cosa serve, vuoi sapere come si regola???
    Quello che volevo sapere l hai scritto,ed era il discorso di partenza, poi siete andati a sconfinare in questioni esoteriche di cui una persona normale ci si perde(io)voi non sò,confondendo anche quel poco che uno sà.Saluti cordiali sunny sunny sunny

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8717
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Edmond on Sat Apr 28, 2012 5:21 pm

    Quindi la questione di tuo interesse era sapere:
    1. serve la regolazione dell'antiskating?
    2. come si effettua la taratura dell'antiskating?

    Direi quindi che la regolazione serve per tuti i bracci imperniati, occorre un disco liscio (magari di vetro) per effettuare la taratura. Dopodiché si vive tranquilli!!!!!!!!!!

    Il resto, come dici, sono elucubrazioni 'filosofiche' in merito al problema.................


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    Rudys47
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 216
    Data d'iscrizione : 2011-09-04
    Età : 69
    Località : Roma

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Rudys47 on Sat Apr 28, 2012 5:45 pm

    naspec wrote:Che vor dì IMHO?,scusami son Toscanaccio. Per l età ho letto dopo.

    Per completezza...Età => 64 in Upgrade affraid affraid affraid

    Guarda la "potenza" del WEB...

    Circa 78.200.000 risultati (0,19 secondi)

    IMHO - Wikipedia
    it.wikipedia.org/wiki/IMHO

    IMHO (In My Humble/Honest Opinion) è un acronimo in lingua inglese dal significato di "a mio modesto parere"

    Sul tuo "profilo" leggo:

    Località Campagna (>>> Beato Tu...IMHO)

    Occupazioni/Hobby Tecnico/hi-fi ed altri

    Umore Se non mi provocano Mite



    Per mera curiosità, ma Tu che giradischi/braccio hai?

    Buona musica


    _________________
    Thorens TD124 / AT33E / Ortofon 212 / Lenco 75S / Denon 103R / Braccio Aut. Unipivot 16"
    Trigon Vanguard II + Volcano II
    Cocktail X10 / DAC Audio Alchemy / DAC SABRE YULONG D18
    Pre Valvole / Finali Valvole 100+100W / QUAD 405-2 UP Bernd Ludwig (e oltre)
    MG TYMPANI ID & QUAD ESL 63
    Buon ascolto   &  
    Rudy

    Ospite
    Guest

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Ospite on Sat Apr 28, 2012 6:07 pm

    Rispondo ad Edmond e Rudy
    Grazie dell informazione è quello che volevo sentire,per Rudy, 63 in upgrade (frà qualche mese però )il giradischi in questo momento e qello tirato giù di soffitta di recente, un Techins da poco,ma ho in mente un autocostruzione,dato il tempo a disposizione e la mia vecchia passione di aggeggiare,il modello del gira per ora è secret,per il braccio sono in possesso di uno SME M2-9 con testina Grado Platinium Wood,(più di qello non ho potuto osare).Carattere più che mite

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Massimo on Sat Apr 28, 2012 9:10 pm

    Siamo tutti amici, spero che la discussione non prenda altre strade............... . sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Rudys47
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 216
    Data d'iscrizione : 2011-09-04
    Età : 69
    Località : Roma

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  Rudys47 on Sat Apr 28, 2012 9:41 pm

    Massimo...

    Tranquillo, questo è il "peperoncino" che da gusto a qualsiasi 3D.

    Poi c'è sempre la possibilità di chiarire il proprio punto di vista in M.P. angel

    ...e allora tutto diventa più facile e semplice. affraid affraid affraid

    Buona Musica


    _________________
    Thorens TD124 / AT33E / Ortofon 212 / Lenco 75S / Denon 103R / Braccio Aut. Unipivot 16"
    Trigon Vanguard II + Volcano II
    Cocktail X10 / DAC Audio Alchemy / DAC SABRE YULONG D18
    Pre Valvole / Finali Valvole 100+100W / QUAD 405-2 UP Bernd Ludwig (e oltre)
    MG TYMPANI ID & QUAD ESL 63
    Buon ascolto   &  
    Rudy

    andrea@n
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 697
    Data d'iscrizione : 2012-12-28
    Località : Reggio Emilia

    Re: Ancora sulla regolazione dell' antiskating.

    Post  andrea@n on Sat Sep 07, 2013 7:53 am

    io nel mio giradischi ho un braccio unipivot magnetico,la regolazione dell'antiskating avviene rotando una rotellina zigrinata che si trova sotto il braccio,siccome non c'e nessun riferimento per regolare l'antiskating io faccio girare il piatto (che in acrilico alto 4cm) poi faccio scendere la puntina sul piatto e regolo la forza fino che il braccio non sta perfettamente fermo.
    p.s purtroppo non ho nessun disco test a superfice liscia,che poi quest'ultimo deve essere perfettamente "spianato" altrimenti...... 

      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 11:58 am