Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Ora pre-phono: chiedo consiglio! - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Share

    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 11999
    Data d'iscrizione : 2011-07-27

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  carloc on Sun Apr 08, 2012 11:49 pm

    rphal wrote:
    boh, francamente mi lascia un po perplesso
    tutta la meccanica di precisione regolata ad occhiometro
    non vedo nessun cavo tra le base e motore, come regola la velocità?


    Scusa la domanda impertinente.....ma hai mai avuto un giradischi?

    In alcuni gira a cinghia di ottimo livello il motore gira ad una sola velocità. La puleggia, invece, presenta due scanalature di diametro differente.

    Cambiando scanalatura (ovvero spostando manualmente la cinghia da una scanalatura all'altra) si ottengono i 45 o 33 giri/min di rotazione.

    Saluti,

    Carlo

    P.S.

    In questi casi l'occhiometro funziona egregiamente.....

    montanari
    Moderatore mercatino

    Numero di messaggi : 5861
    Data d'iscrizione : 2011-04-06
    Età : 37
    Località : Morciano di R. - vespista

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  montanari on Mon Apr 09, 2012 8:47 am

    guarda:
    http://www.audiograffiti.com/area_usato/giradischi-bracci-testine/vendo-acoustic-solid-wood-giradischi-bracci-testine_id105177_lit.asp

    vale bene una gita fuori porta


    _________________
    le spese grosse le facevo per i vinili o se non sono in flac godi solo la metà

    Mauro13
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 156
    Data d'iscrizione : 2012-04-06

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Mauro13 on Mon Apr 09, 2012 9:45 am

    Davvero bello!Ho provato a mandare una mail...sentiamo cosa mi dice.......ritenete sia un buon gira?
    M

    cptaz
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 328
    Data d'iscrizione : 2010-01-28
    Età : 54
    Località : Luino (VA)

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  cptaz on Mon Apr 09, 2012 10:24 am

    cosm wrote: Gli acoustic signature sono veramente belli e ben fatti. Ne possiede uno un mio amico. Se hai modo di andare a S. Marino potresti vederli da Audiomarketing (previa telefonata), il proprietario è molto competente e ti potrebbe dare delle dritte (è il mio tecnico di fiduca) sunny

    Ciao, ho avuto anch'io un Acoustic Signature, modello Analogue One MkIII, bellissima macchina, la presi anch'io dal buon Carlo di AudioMarketing quando stavo in Romagna, ci avevo messo uno Sme IV ricablato sempre da Carlo, glie l'ho ridato indietro quando ho preso il VPI e me ne sono pentito, nel senso che avrei dovuto prendere il VPI tenere anche l'AS, bei ricordi........

    Ciao, Marco sunny

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Fausto on Mon Apr 09, 2012 2:52 pm

    Luca58 wrote:

    Mi spiace, ma sono assolutamente d'accordo con Pluto.

    Ha senso mettere insieme un giradischi per sentire la netta superiorita' dell'analogico sul digitale soltanto se si acquista un prodotto di classe, che in genere appartiene ai decenni passati (ma non credo nelle vecchie macchine monumentali da DJ) e costa un botto. Altrimenti e' meglio lasciar perdere per non rimanere delusi e buttare via i soldi.

    In generale, secondo me, devi lasciare perdere i gira di design a meno che non ti servano spenti da far vedere agli amici, mentre quelli in metallo super-tecnologici vanno bene (costando una sproporzione) ma hanno il difetto di far suonare gli Lp come i CD.

    Un buon compromesso, sicuramente valido musicalmente se lo trovi in ottime condizioni e' il vecchio e collaudato VPI HW-19, davvero un classico. Va bene anche il l'HW-19 Junior, che puoi up-gradare in seguito se trovi il kit, altrimenti va benissimo anche nella versione base.

    Non mantengo la promessa e chiedo perdono ....
    Però questo post mi lascia molto perplesso ....
    Una paio di domande e sempre che tu voglia rispondere:

    - hai mai ascoltato un giradischi che abbia "anche" design?
    - hai "veramente" avuto "solo" questa negativa esperienza di design = non suona dal tuo ascolto?

    Ciao.
    sunny sunny sunny

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8285
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Luca58 on Mon Apr 09, 2012 4:25 pm

    Fausto wrote:

    Non mantengo la promessa e chiedo perdono ....
    Però questo post mi lascia molto perplesso ....
    Una paio di domande e sempre che tu voglia rispondere:

    - hai mai ascoltato un giradischi che abbia "anche" design?
    - hai "veramente" avuto "solo" questa negativa esperienza di design = non suona dal tuo ascolto?

    Ciao.
    sunny sunny sunny

    E perche' mai non dovrei risponderti?

    Credo di aver sentito molti giradischi top (quelli che ho ascoltato dal gentile ed esperto Antonio li troverai qui: http://www.atelierdelsuono.it quando il link alla Galleria sara' ripristinato), ma mi manca quello che dicono essere il migliore e cioe' il Versa Dynamics; ma vista la cifra direi che siamo oltre il budget di Mauro13.

    Io non ho mai sentito giradischi di design o comunque estremamente tecnologici (questi ultimi, comunque sono straordinari ed hanno prezzi molto alti) suonare come piace a me, ma ovviamente non li ho ascoltati tutti ed e' soltanto la mia opinione. Il suono che mi piace l'ho infatti sempre sentito da giradischi non molto appariscenti. Io ho posseduto il VPI HW-19 Jr e l'ho lasciato soltanto per il Merrill Heirloom con alimentazione separata posizionato su 4 punte BCD.

    Avevo l'Eminent Technology Model Two, tangenziale su cuscino d'aria, con un cavo test che dal phono arrivava direttamente alla testina senza la classica scatolina per i cavi e senza lo spinotto intermedio che esiste nella versione di serie: e' un'opinione personale, ma un giradischi per suonare come piace a me deve essere fornito di braccio tangenziale.

    Non e' che io di principio sia contrario al design (guarda i miei diffusori), ma il design e' bello solo se l'apparecchio secondo me suona; nei giradischi non ho mai sentito queste due doti unite insieme.

    Per tornare alla richiesta di Mauro13, come ho gia' detto il mio consiglio e' che cerchi di ascoltare un VPI HW-19 (che si dovrebbe trovare a prezzi molto buoni) se quello che gli interessa e' la musica. Altro non posso aggiungere per aiutarlo.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4685
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  pepe57 on Mon Apr 09, 2012 7:02 pm

    Personalmente invece sono convinto che pochissimi giradischi vintage riescano a "tenere botta" con quelli attuali (anche a prezzi simili).
    Poi ovviamente se riesci ad acquistare un giradischi vintage ad un prezzo molto contenuto, allora diventa interessante in quanto a quel prezzo c'è ben poco di attuale.
    Ad esempio, un Thorens 124 ben conservato con un braccio decente (tipo uno SME dell' epoca) ben aggiornati (basette i grafite, cuscinetto modificato in ottone etc) , a 500 euro è un acquisto che può essere considerato centrato specie se si ha intenzione di utilizzarci una testina MM.
    Ma bisogna riconoscere che pur lavorando spesso con maggior economia rispetto ad un tempo ci sono molti problemi, e relative soluzioni, ai tempi non conosciuti che oggi sono ben noti e risolti efficacemente praticamente da ogni costruttore 8mediamente serio) che costruisce giradischi.
    Pensiamo ad esempio ai picchi di risonanza che inficiavano praticamente tutti i giradischi costruiti, anche quelli meglio realizzati, salvo forse il Pioneeer Exclusive P3 (per verificare c'era una sezione su the vintageknob con le misure fatte qualche anno fa).
    Oggi questi problemi dove stanno? Un qualsiasi giradischi ha un FR minima che gira fra gli 0,5 e i 2 Hertz (quando ai tempi si andava tranquillamente in banda audio...).
    Si badava, nei casi migliori a ridurre al massimo il feedback e le vibrazioni, ma certe problematiche proprio non erano note.
    Lo studio principale era sulla regolarità di rotazione e sul rumore di fondo (ricordate i dati dichiarati? W&F 0,0000, Rapporto S/R tot dB... etc).
    Solo anni dopo, con l' avvento della sfida del CDP, le case costruttrici, cominciarono a ripensare al giradischi come concetto globale, non interessò più sapere in quanto tempo un piatto arrivava a stabilizzare la velocità (vedi lotta Thorens vs EMT/Technics) e se trasmettesse più vibrazioni un puleggia di un cinghia/DD.
    Si smise di fare piatti cavi (qualcuno me ne citi qualcuno non cavo dell' epoca) che furono visti come concentratori di risonanze in gamma audio e di un solo singolo materiale metallico.
    Per non parlare dei bracci e delle soluzioni molto "casarecce" e/o finto "tecnologiche" che spesso sono state utilizzate per risolvere certi problemi (ricordate la lotta antiskating magnetici vs a filo?)...
    Ce ne sarebbero così di elementi da valutare, ma diciamo che è meglio lasciare ai produttori l' applicare sul campo le scoperte/soluzioni intervenute (da qualche anno pochi produttori, a mio parere stanno ancora cercando di comprendere il perché di certi fenomeni, e sopratutto di risolverli alla fonte).
    Purtroppo una cosa è anche vera, spesso i bei giradischi sono costosa, ma a dire il evro, io direi non tutti.
    Un Rega P9 di serie usato con suo braccio, a mio parere, se inserito nel giusto impianto ti fa capire che si mangia a pranzo e cena un Technics SP10 MKII (sempre che lo si trovi in buone condizioni). Il costo...praticamente identico sul mercato.
    resta sempre da considerare che c'è il fascino dell' oggetto vintage e il gusto di assemblare un impianto filologicamente corretto ed in questo caso ogni discorso lascia il giusto spazio alla passione che può essere irrazionale, ma appaga a prescindere. Io stesso, quando mi ascolto qualcuno di questi vecchi oggetti inseriti in un impianto a loro contemporaneo, riconosco che probabilmente, ai tempi, questi sistemi si compensavano in buona parte e riescono ad offrire lati davvero interessanti.
    Preciso, amo l' ascolto del mono in modo quasi viscerale, lo reputo una vera emozione, dinamica e coerenza a livello, per me, insuperabili, un senso del "vero" che difficilmente lo stereo mi da (proprio a livello di coerenza, specie sui legni ed ottoni) se trovo delle registrazioni valide (e ce ne sono a mio parere).
    Ma per me il pregio è legato agli interpreti, alla registrazione ed alla cura con cui venivano stampati questi supporti; non ai sistemi di riproduzione dell' epoca (intesi come gira e bracci. Quando mi ascolto un disco mono con l' SP10 + EPA 100 e Denon 102 e poi faccio il confronto con il Thorens Acrylic + Da Vinci grandezza + Denon 102 (tutto il resto immutato), sembra di ascoltare un impianto del tutto diverso, più pulito, dinamicamente naturale e tonalmente corretto (poi certi "picchi" possono anche entusiasmare, ma in effetti ci si rende subito conto che sono proprio "coloriture aggiunte").
    Ciao!
    sunny sunny
    Pietro

    rphal
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 660
    Data d'iscrizione : 2011-11-24

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  rphal on Mon Apr 09, 2012 10:11 pm

    penso che stiamo andando fuori tema
    Mauro13 è al primo giradischi, mi sembra che neanche non ha una collezioni dei vinili di qualità (inteso come la stampa) che è la condizione essenziale per avere un buon suono dal vinile su qualunque giradischi
    vale in tal caso spendere 1000-2000€? con giradischi le delusioni sono sempre dentro l'angolo
    sotto 1000€ si trovano validi prodotti che forse sono più facilmente rivendibili in caso che si vuole fare upgrade o abbandonare vinile

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Massimo on Mon Apr 09, 2012 11:45 pm

    Penso che giustamente come dice rphal essendo il tuo primo gira e non avendo conoscenze specifiche di orientarti sul nuovo per un gira comprensivo di braccio sui 1000 euro, una buona testina, un pre-phono per un totale di altri 1000 euro, tutti oggetti di facile vendita quando vorrai migliorare. sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Fausto on Tue Apr 10, 2012 9:37 am

    Luca58 wrote:

    E perche' mai non dovrei risponderti?

    Credo di aver sentito molti giradischi top (quelli che ho ascoltato dal gentile ed esperto Antonio li troverai qui: http://www.atelierdelsuono.it quando il link alla Galleria sara' ripristinato), ma mi manca quello che dicono essere il migliore e cioe' il Versa Dynamics; ma vista la cifra direi che siamo oltre il budget di Mauro13.

    Io non ho mai sentito giradischi di design o comunque estremamente tecnologici (questi ultimi, comunque sono straordinari ed hanno prezzi molto alti) suonare come piace a me, ma ovviamente non li ho ascoltati tutti ed e' soltanto la mia opinione. Il suono che mi piace l'ho infatti sempre sentito da giradischi non molto appariscenti. Io ho posseduto il VPI HW-19 Jr e l'ho lasciato soltanto per il Merrill Heirloom con alimentazione separata posizionato su 4 punte BCD.

    Avevo l'Eminent Technology Model Two, tangenziale su cuscino d'aria, con un cavo test che dal phono arrivava direttamente alla testina senza la classica scatolina per i cavi e senza lo spinotto intermedio che esiste nella versione di serie: e' un'opinione personale, ma un giradischi per suonare come piace a me deve essere fornito di braccio tangenziale.

    Non e' che io di principio sia contrario al design (guarda i miei diffusori), ma il design e' bello solo se l'apparecchio secondo me suona; nei giradischi non ho mai sentito queste due doti unite insieme.

    Per tornare alla richiesta di Mauro13, come ho gia' detto il mio consiglio e' che cerchi di ascoltare un VPI HW-19 (che si dovrebbe trovare a prezzi molto buoni) se quello che gli interessa e' la musica. Altro non posso aggiungere per aiutarlo.

    Perfetto!
    Ora ci siamo e grazie per la risposta.
    Nel dettaglio era questo passaggio che non mi convinceva " .... devi lasciare perdere i gira di design a meno che non ti servano spenti da far vedere agli amici .... ".
    Ma credo di aver compreso il senso del discorso.
    Concordiamo comunque nella risposta che abbiamo dato a Mauro13.
    Entrambi abbiamo suggerito giradischi che credo potrà ascoltare senza troppa difficoltà.
    Ciao a presto.
    sunny sunny sunny

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Fausto on Tue Apr 10, 2012 9:40 am

    pepe57 wrote:Personalmente invece sono convinto che pochissimi giradischi vintage riescano a "tenere botta" con quelli attuali (anche a prezzi simili).
    Poi ovviamente se riesci ad acquistare un giradischi vintage ad un prezzo molto contenuto, allora diventa interessante in quanto a quel prezzo c'è ben poco di attuale.
    Ad esempio, un Thorens 124 ben conservato con un braccio decente (tipo uno SME dell' epoca) ben aggiornati (basette i grafite, cuscinetto modificato in ottone etc) , a 500 euro è un acquisto che può essere considerato centrato specie se si ha intenzione di utilizzarci una testina MM.
    Ma bisogna riconoscere che pur lavorando spesso con maggior economia rispetto ad un tempo ci sono molti problemi, e relative soluzioni, ai tempi non conosciuti che oggi sono ben noti e risolti efficacemente praticamente da ogni costruttore 8mediamente serio) che costruisce giradischi.
    Pensiamo ad esempio ai picchi di risonanza che inficiavano praticamente tutti i giradischi costruiti, anche quelli meglio realizzati, salvo forse il Pioneeer Exclusive P3 (per verificare c'era una sezione su the vintageknob con le misure fatte qualche anno fa).
    Oggi questi problemi dove stanno? Un qualsiasi giradischi ha un FR minima che gira fra gli 0,5 e i 2 Hertz (quando ai tempi si andava tranquillamente in banda audio...).
    Si badava, nei casi migliori a ridurre al massimo il feedback e le vibrazioni, ma certe problematiche proprio non erano note.
    Lo studio principale era sulla regolarità di rotazione e sul rumore di fondo (ricordate i dati dichiarati? W&F 0,0000, Rapporto S/R tot dB... etc).
    Solo anni dopo, con l' avvento della sfida del CDP, le case costruttrici, cominciarono a ripensare al giradischi come concetto globale, non interessò più sapere in quanto tempo un piatto arrivava a stabilizzare la velocità (vedi lotta Thorens vs EMT/Technics) e se trasmettesse più vibrazioni un puleggia di un cinghia/DD.
    Si smise di fare piatti cavi (qualcuno me ne citi qualcuno non cavo dell' epoca) che furono visti come concentratori di risonanze in gamma audio e di un solo singolo materiale metallico.
    Per non parlare dei bracci e delle soluzioni molto "casarecce" e/o finto "tecnologiche" che spesso sono state utilizzate per risolvere certi problemi (ricordate la lotta antiskating magnetici vs a filo?)...
    Ce ne sarebbero così di elementi da valutare, ma diciamo che è meglio lasciare ai produttori l' applicare sul campo le scoperte/soluzioni intervenute (da qualche anno pochi produttori, a mio parere stanno ancora cercando di comprendere il perché di certi fenomeni, e sopratutto di risolverli alla fonte).
    Purtroppo una cosa è anche vera, spesso i bei giradischi sono costosa, ma a dire il evro, io direi non tutti.
    Un Rega P9 di serie usato con suo braccio, a mio parere, se inserito nel giusto impianto ti fa capire che si mangia a pranzo e cena un Technics SP10 MKII (sempre che lo si trovi in buone condizioni). Il costo...praticamente identico sul mercato.
    resta sempre da considerare che c'è il fascino dell' oggetto vintage e il gusto di assemblare un impianto filologicamente corretto ed in questo caso ogni discorso lascia il giusto spazio alla passione che può essere irrazionale, ma appaga a prescindere. Io stesso, quando mi ascolto qualcuno di questi vecchi oggetti inseriti in un impianto a loro contemporaneo, riconosco che probabilmente, ai tempi, questi sistemi si compensavano in buona parte e riescono ad offrire lati davvero interessanti.
    Preciso, amo l' ascolto del mono in modo quasi viscerale, lo reputo una vera emozione, dinamica e coerenza a livello, per me, insuperabili, un senso del "vero" che difficilmente lo stereo mi da (proprio a livello di coerenza, specie sui legni ed ottoni) se trovo delle registrazioni valide (e ce ne sono a mio parere).
    Ma per me il pregio è legato agli interpreti, alla registrazione ed alla cura con cui venivano stampati questi supporti; non ai sistemi di riproduzione dell' epoca (intesi come gira e bracci. Quando mi ascolto un disco mono con l' SP10 + EPA 100 e Denon 102 e poi faccio il confronto con il Thorens Acrylic + Da Vinci grandezza + Denon 102 (tutto il resto immutato), sembra di ascoltare un impianto del tutto diverso, più pulito, dinamicamente naturale e tonalmente corretto (poi certi "picchi" possono anche entusiasmare, ma in effetti ci si rende subito conto che sono proprio "coloriture aggiunte").
    Ciao!
    sunny sunny
    Pietro

    Grazie.
    Io continuo a prendere appunti ....
    Ciao Pietro.
    sunny sunny sunny

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8285
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Luca58 on Tue Apr 10, 2012 9:09 pm

    pepe57 wrote:Personalmente invece sono convinto che pochissimi giradischi vintage riescano a "tenere botta" con quelli attuali (anche a prezzi simili).
    Poi ovviamente se riesci ad acquistare un giradischi vintage ad un prezzo molto contenuto, allora diventa interessante in quanto a quel prezzo c'è ben poco di attuale.
    Ad esempio, un Thorens 124...
    Pietro

    Stiamo parlando di giradischi diversi.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8285
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Luca58 on Tue Apr 10, 2012 9:10 pm

    Massimo wrote:Penso che giustamente come dice rphal essendo il tuo primo gira e non avendo conoscenze specifiche di orientarti sul nuovo per un gira comprensivo di braccio sui 1000 euro, una buona testina, un pre-phono per un totale di altri 1000 euro, tutti oggetti di facile vendita quando vorrai migliorare. sunny

    Un mio amico l'ha fatto con un sistema Rega su quelle cifre ed ha finito per ascoltare solo il digitale.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Massimo on Tue Apr 10, 2012 9:16 pm

    Luca non tutti possono partire con l'analogico stanziando cifre con 3 o 4 zeri, le cose si fanno anche per gradi, basta intuire le potenzialità del sistema e cosa vuol dire un suono non digitale. sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Fausto on Tue Apr 10, 2012 9:20 pm

    Massimo wrote:Luca non tutti possono partire con l'analogico stanziando cifre con 3 o 4 zeri, le cose si fanno anche per gradi, basta intuire le potenzialità del sistema e cosa vuol dire un suono non digitale. sunny


    e non aggiungo altro se non che per "sognare" basta poco!
    sunny sunny sunny

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Massimo on Tue Apr 10, 2012 9:28 pm

    Fausto sbaglio oppure stai cambiando avatar a getto continuo, sono bellissimi, complimenti, scusate l'OT.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8285
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Luca58 on Tue Apr 10, 2012 10:09 pm

    Massimo wrote:Luca non tutti possono partire con l'analogico stanziando cifre con 3 o 4 zeri, le cose si fanno anche per gradi, basta intuire le potenzialità del sistema e cosa vuol dire un suono non digitale. sunny

    Infatti ho consigliato il VPI HW-19 usato, anche il Junior. Il rischio con i giradischini, secondo me, e' che uno si "bruci" e poi lasci perdere.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Fausto on Tue Apr 10, 2012 10:37 pm

    Massimo wrote:Fausto sbaglio oppure stai cambiando avatar a getto continuo, sono bellissimi, complimenti, scusate l'OT.

    No Massimo è quello nuovo!
    E' il primo che cambio ....
    Sempre pappagalli!
    Ciao.
    sunny sunny sunny

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4685
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  pepe57 on Tue Apr 10, 2012 11:56 pm

    Luca58 wrote:

    Stiamo parlando di giradischi diversi.

    Non poi così tanto, secondo me pur offrendo risultati apparentemente diversi, molti gira di quel periodo soffrono problemi molto simili derivati da un approccio limitato al concetto di insieme giradischi/braccio/testina.
    Un HW 19 ad esempio, molto valido come isolamento dalle vibrazioni esterne e dal conseguente rischio di acoustic feedback, per quanto riguarda le risonanze interne, non è molto diverso da un Thorens 124.
    Il primo che, secondo me, ha iniziato ad affrontare la cosa in modo nuovo (a mia memoria) è stato Lourné con Goldmund in Europa.
    Invece un braccio innovativo come il Servo Dynamic della Denon (alternativa in un certo senso al Dragon 1000/CT della Nakamichi) alla fin fine si concentrava (molto ) su uno o due problemi della riproduzione, trascurandone altri, per cui, nella sua pur valida intuizione, restava pur sempre limitato.
    Questo è quanto intendevo.
    sunny sunny
    Pietro

    cosm
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 739
    Data d'iscrizione : 2010-09-09
    Età : 40
    Località : Fano (PU)

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  cosm on Wed Apr 11, 2012 7:40 am

    Massimo wrote:Luca non tutti possono partire con l'analogico stanziando cifre con 3 o 4 zeri, le cose si fanno anche per gradi, basta intuire le potenzialità del sistema e cosa vuol dire un suono non digitale. sunny


    Concordo. Poi dipende perchè uno decide di cimentarsi con l'analogico. Per me il motivo non è stato un solo incremento di qualità sul digitale, ma soprattutto un modo per ascolatare in modo diverso. Poi (tra una incazzatura e l'altra Laughing )ho scoperto che l'analogico è un sistema aperto, che permette di ottenere suoni molto diversi, in particolare variando le testine e qui si è aperto un mondo. Sotto questo aspetto il lettore cd è carente, forse un pò diversa è la musica liquida.
    Il rischio di smettere e tornare al cd, forse non dipende solo dalla cifra stanziata, ma dalla passione nello smanettare o meno sunny


    _________________
    Massimiliano

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Fausto on Wed Apr 11, 2012 11:31 am

    pepe57 wrote:

    Non poi così tanto, secondo me pur offrendo risultati apparentemente diversi, molti gira di quel periodo soffrono problemi molto simili derivati da un approccio limitato al concetto di insieme giradischi/braccio/testina.
    Un HW 19 ad esempio, molto valido come isolamento dalle vibrazioni esterne e dal conseguente rischio di acoustic feedback, per quanto riguarda le risonanze interne, non è molto diverso da un Thorens 124.
    Il primo che, secondo me, ha iniziato ad affrontare la cosa in modo nuovo (a mia memoria) è stato Lourné con Goldmund in Europa.
    Invece un braccio innovativo come il Servo Dynamic della Denon (alternativa in un certo senso al Dragon 1000/CT della Nakamichi) alla fin fine si concentrava (molto ) su uno o due problemi della riproduzione, trascurandone altri, per cui, nella sua pur valida intuizione, restava pur sempre limitato.
    Questo è quanto intendevo.
    sunny sunny
    Pietro

    Giradischi Pierre Lourné: sono i miei preferiti! Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes
    Hai avuto questi giradischi Pietro?
    Ciao a presto.
    sunny sunny sunny

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4685
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  pepe57 on Wed Apr 11, 2012 11:48 am

    Fausto wrote:

    Giradischi Pierre Lourné: sono i miei preferiti! Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes
    Hai avuto questi giradischi Pietro?
    Ciao a presto.
    sunny sunny sunny

    Si il J4 con l' SL5 e ho potuto ascoltare (ma mai avere) il Vecteur (quello con l' aspirazione del disco tramite pompetta tipo bici), per me quello è stato il vero primo approccio "globale" ai problemi connessi (perlomeno a quasi tutti quelli allora conosciuti) all' analogico.
    Sempre a mio parere, difettava un po' sul braccio (che avuto in seguito da solo, mostrava un po' di carenze), ma la base era davvero uno serio studio e per quei tempi un vero passo avanti.

    sunny sunny
    Pietro

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Fausto on Wed Apr 11, 2012 11:56 am

    pepe57 wrote:

    Si il J4 con l' SL5 e ho potuto ascoltare (ma mai avere) il Vecteur (quello con l' aspirazione del disco tramite pompetta tipo bici), per me quello è stato il vero primo approccio "globale" ai problemi connessi (perlomeno a quasi tutti quelli allora conosciuti) all' analogico.
    Sempre a mio parere, difettava un po' sul braccio (che avuto in seguito da solo, mostrava un po' di carenze), ma la base era davvero uno serio studio e per quei tempi un vero passo avanti.

    sunny sunny
    Pietro

    Grazie ancora.
    Ciao.
    sunny sunny sunny

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8285
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Luca58 on Wed Apr 11, 2012 12:56 pm

    cosm wrote:
    Il rischio di smettere e tornare al cd, forse non dipende solo dalla cifra stanziata, ma dalla passione nello smanettare o meno sunny

    Buona fortuna. Laughing


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    montanari
    Moderatore mercatino

    Numero di messaggi : 5861
    Data d'iscrizione : 2011-04-06
    Età : 37
    Località : Morciano di R. - vespista

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  montanari on Thu Apr 12, 2012 10:47 am

    piccola riflessione

    SE avessi le possibilità (investire 2000 euro in un giradischi non sono pochi..)
    SE avessi un ambiente adeguato (l'impianto sta suonando in un loculo è il maggiore upgrade penso sia una stanza migliore-e la cifra da investire va ben oltre i 2000)
    dato per scontato che tutto il resto della catena è a livello
    considerando la mia attuale e ricca collezzione di dischi
    risparmierei i 1000 per andare direttamente su un prodotto definitivo
    ADESSO

    detto questo

    ho iniziato a comprare vinili ascoltando da un vecchio giradischi regalatomi da mio zio
    ho poi preso un modestissimo stanton durato poco più di 3 mesi-per fortuna ci ho rimesso poco, ma li potevo risparmiare
    nel frattempo ho preso un modestissimo prephono subito rivenduto in favore del cambridge 540-per fortuna ci ho rimesso poco, ma li ripotevo risparmiare
    nel frattempo la collezione di vinili è diventata più consistente
    ho preso un rega
    la collezione di vinili è diventata più consistente
    ho cambiato prephono in favore del dynavector-col cambridge ci ho rimesso davveo poco e lo considero utile al mio percorso
    la collezione di vinili è diventata ancor più consistente
    ho cambiato testina in favore della denon dl103-l'mc forse più economica in commercio ma che mi dà grosse soddisfazioni
    la collezione di vinili è diventata sempre più consistente
    ho settato il reghino con contrappeso mitchell -mensola dedicata-ricablato il braccio (quest'ultimo obbligato perchè mi si era rotto e non ho sentito miglioramenti udibili)
    ho continuato a comprare e asoltare vinili

    tra gira vari upgrade testina cavi e prephono siamo a circa 1000
    in vinili ho perso il conto-penso più del doppio-e non mi sono mai pentito di nessun disco

    ora quando sono a casa accendo metto un disco e a volte chiudo gli occhi

    certo il bell'oggetto di design mi piacerebbe, fantastico, li vado a ammirare e ascoltare ma sono ritornato ad ascoltare e godere della musica

    penso-opinione del tutto personale-che è un vero spreco avere speso più soldi in un impianto che in musica
    ogni cosa a suo tempo
    ho 32 anni
    ciao


    _________________
    le spese grosse le facevo per i vinili o se non sono in flac godi solo la metà

    Rudys47
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 216
    Data d'iscrizione : 2011-09-04
    Età : 68
    Località : Roma

    Re: Ora pre-phono: chiedo consiglio!

    Post  Rudys47 on Thu Apr 12, 2012 6:18 pm



    In pieno!!! cheers cheers cheers

    Se poi ci aggiungi la possibilità di upgradare ...che sò un Lenco 75S come è capitato (volutamente) a me, allora

    cominci ad entrare nel merito e ti fai una idea di come e perchè un gira può essere migliore/peggiore di un altro.

    Il vinile è inferiore "solo" ai nastri (se ben registrati)IMHO IMHO

    ogni cosa a suo tempo
    ho 32 anni


    Io 64 e alla Tua età "avevo" il Thorens125 braccio SME + Shure 15 IV affraid affraid affraid


    _________________
    Thorens TD124 / AT33E / Ortofon 212 / Lenco 75S / Denon 103R / Braccio Aut. Unipivot 16"
    Trigon Vanguard II + Volcano II
    Cocktail X10 / DAC Audio Alchemy / DAC SABRE YULONG D18
    Pre Valvole / Finali Valvole 100+100W / QUAD 405-2 UP Bernd Ludwig (e oltre)
    MG TYMPANI ID & QUAD ESL 63
    Buon ascolto   &  
    Rudy

      Current date/time is Tue Dec 06, 2016 8:52 pm