Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
vinile vs CD - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    vinile vs CD

    Share

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12

    Re: vinile vs CD

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Oct 11, 2009 1:39 am

    Sono quasi del tutto d'accordo con te.

    Io ascolto musica classica e operistica. Se mi rivolgessi al solo vinile avrei solo poche registrazioni anni 50-70 da ascoltare, e nessun interprete attuale.

    Quindi per me il problema non si pone: se voglio ascoltare la mia musica l'unico supporto su cui trovo tutto quello che mi serve è il CD. Punto.

    Solo che qualche volta piace anche parlare in via teorica...

    Ospite
    Guest

    Re: vinile vs CD

    Post  Ospite on Sun Oct 11, 2009 3:01 am

    Il vinile bono è sempre più raro, le ristampe c'azzeccano 1 su 10... ma quando trovi un disco nero che suona... e non c'è CD che tenga sunny

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: vinile vs CD

    Post  petrus on Sun Oct 11, 2009 9:46 am

    matley wrote:
    pavel wrote:
    matley wrote:
    pavel wrote: Ma il cd nel suo suono resta perfettibile, più di quanto lo sia il vinile.

    Mai sentito un gira eh.....

    Naturalmente in disaccordo...
    bhè...Pavellone quando ascoltaerai IL Gira.....
    allora ti andrai a leggere questo post....
    e......

    Mica sono scemo....L'ho scritto proprio perchè ho ascoltato un Gira.........


    bravo!
    mah...leggermente disattento ho deto IL gira
    NON un gira....

    puppasedani che non sei attro!!!


    P E T R U S S SSssssssssssssssssssssssssss.................................................................


    EHHHH belin nu crià che nu sun miga sordu
    mi son distratto un attimo e guarda cosa mi tocca leggere, propongo spedizione punitiva contro pavel capisci matley quello ha ascoltato un gira e allora ............ohhh come glielo dobbiamo dire solo dopo aver sentito Il gira si può parlare Laughing Laughing
    e ho letto solo tre post chissà quando arrivo in fondo al 3D devil devil

    Lorenzo

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: vinile vs CD

    Post  petrus on Sun Oct 11, 2009 9:50 am

    aircooled wrote:Signore perdona loro che non sanno quello che dicano

    lascia perdere neanche col cilicio questi possono espiare affraid
    Lorenzo

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: vinile vs CD

    Post  petrus on Sun Oct 11, 2009 1:21 pm

    Premessa per un punto di vista esclusivamente "audiofilo";
    giudicare un supporto implica necessariamente giudicare anche una sorgente.

    Oggi credo, sono molto più frequenti le occasioni per ascoltare una buona sorgente digitale che non una analogica e questo è legato al fatto che allestire una catena analogica ben suonante è una impresa assai più difficile che non allestirla nel dominio digitale, vedi abbinamenti, sinergie regolazioni, ecc. e non tutti gli audiofili, giustamente, amano avere tutti quei problemi.

    Detto ciò, la mia esperienza mi porta a preferire l'analogico in quanto personalmente non cerco la massima fedeltà alla registrazione ottenuta a suon di bit e campionamenti straordinari ma cerco l'eccitazione, il brivido, il soul, la realtà dei suoni ascoltati dal vero e non la realtà bella o brutta esattamente come l'hanno udita i fonici chiusi nei loro gabbiotti.
    Devo sentire il suono naturale, graffiante, ruvido come l'analogico sà essere come la realtà sà essere.
    Voglio sentire il suono degli strumenti e non degli strumenti suonare.

    Lorenzo

    Ospite
    Guest

    Re: vinile vs CD

    Post  Ospite on Sun Oct 11, 2009 1:23 pm

    ......Detto ciò, la mia esperienza mi porta a preferire l'analogico in quanto personalmente non cerco la massima fedeltà alla registrazione ottenuta a suon di bit e campionamenti straordinari ma cerco l'eccitazione, il brivido, il soul, la realtà dei suoni ascoltati dal vero e non la realtà bella o brutta esattamente come l'hanno udita i fonici chiusi nei loro gabbiotti.
    Devo sentire il suono naturale, graffiante, ruvido come l'analogico sà essere come la realtà sà essere.
    Voglio sentire il suono degli strumenti e non degli strumenti suonare
    ..........
    Lorenzo.


    Bella definizione.... Voglio sentire il suono degli strumenti e non degli strumenti suonare...

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: vinile vs CD

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Oct 11, 2009 2:21 pm

    petrus wrote:Premessa per un punto di vista esclusivamente "audiofilo";
    giudicare un supporto implica necessariamente giudicare anche una sorgente.

    Oggi credo, sono molto più frequenti le occasioni per ascoltare una buona sorgente digitale che non una analogica e questo è legato al fatto che allestire una catena analogica ben suonante è una impresa assai più difficile che non allestirla nel dominio digitale, vedi abbinamenti, sinergie regolazioni, ecc. e non tutti gli audiofili, giustamente, amano avere tutti quei problemi.

    Detto ciò, la mia esperienza mi porta a preferire l'analogico in quanto personalmente non cerco la massima fedeltà alla registrazione ottenuta a suon di bit e campionamenti straordinari ma cerco l'eccitazione, il brivido, il soul, la realtà dei suoni ascoltati dal vero e non la realtà bella o brutta esattamente come l'hanno udita i fonici chiusi nei loro gabbiotti.
    Devo sentire il suono naturale, graffiante, ruvido come l'analogico sà essere come la realtà sà essere.
    Voglio sentire il suono degli strumenti e non degli strumenti suonare.

    Lorenzo

    Io però credo che tutte queste cose non siano precluse al digitale in assoluto, ma che siano molto difficili da raggiungere col digitale formato CD (44,1/16).

    Col digitale in formato CD purtroppo occorre spendere molto, ma molto per ottenerle, e magari ottenerle in misura minore di giradischi top (che magari costano ancora di più!). Il problema rimane sempre lo stesso: a parte pochi generi musicali il percorso vinile, per chi vuole sentire musica - cioè tutta la musica che gli interessa - il percorso vinile, dicevo, è semplicemente non percorribile.

    aspettando il Blu-Ray audio (ma abbiamo già il Blu-Ray video) o i file FLAC dalla rete...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: vinile vs CD

    Post  petrus on Sun Oct 11, 2009 2:37 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    petrus wrote:Premessa per un punto di vista esclusivamente "audiofilo";
    giudicare un supporto implica necessariamente giudicare anche una sorgente.

    Oggi credo, sono molto più frequenti le occasioni per ascoltare una buona sorgente digitale che non una analogica e questo è legato al fatto che allestire una catena analogica ben suonante è una impresa assai più difficile che non allestirla nel dominio digitale, vedi abbinamenti, sinergie regolazioni, ecc. e non tutti gli audiofili, giustamente, amano avere tutti quei problemi.

    Detto ciò, la mia esperienza mi porta a preferire l'analogico in quanto personalmente non cerco la massima fedeltà alla registrazione ottenuta a suon di bit e campionamenti straordinari ma cerco l'eccitazione, il brivido, il soul, la realtà dei suoni ascoltati dal vero e non la realtà bella o brutta esattamente come l'hanno udita i fonici chiusi nei loro gabbiotti.
    Devo sentire il suono naturale, graffiante, ruvido come l'analogico sà essere come la realtà sà essere.
    Voglio sentire il suono degli strumenti e non degli strumenti suonare.

    Lorenzo

    Io però credo che tutte queste cose non siano precluse al digitale in assoluto, ma che siano molto difficili da raggiungere col digitale formato CD (44,1/16).

    Col digitale in formato CD purtroppo occorre spendere molto, ma molto per ottenerle, e magari ottenerle in misura minore di giradischi top (che magari costano ancora di più!). Il problema rimane sempre lo stesso: a parte pochi generi musicali il percorso vinile, per chi vuole sentire musica - cioè tutta la musica che gli interessa - il percorso vinile, dicevo, è semplicemente non percorribile.

    aspettando il Blu-Ray audio (ma abbiamo già il Blu-Ray video) o i file FLAC dalla rete...

    In assoluto no di sicuro ma, almeno per me, che conosco molto bene il suono analogico di altissimo livello, nell'analogico restano superiori, anche quando un ottimo lettore digitale fosse in grado di offrirci qualcosa di analogo.
    Lasciando stare come dicevo l'aspetto musicofilo della cosa e fosse anche per giudicare un solo disco ed un solo CD-SACD-BLU la perfezione del digitale va verso una direzione e la naturalezza del vinile verso un'altra e non convergeranno mai, per cui se amo un certo suono, se cerco una particolare espressione dell'estetica sonora ne avrò la massima espressione solo con l'uno o con l'altro a seconda di ciò che cerco.
    Massima fedeltà al supporto ? CD
    Massima naturalezza ? LP o Bobina

    Lorenzo

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: vinile vs CD

    Post  matley on Sun Oct 11, 2009 2:44 pm

    La 2 Petrus...


    i resto è fuffa........ sunny sunny sunny sunny sunny sunny sunny sunny sunny


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: vinile vs CD

    Post  Geronimo on Sun Oct 11, 2009 2:44 pm

    petrus wrote:...... la perfezione del digitale va verso una direzione e la naturalezza del vinile verso un'altra e non convergeranno mai, per cui se amo un certo suono, se cerco una particolare espressione dell'estetica sonora ne avrò la massima espressione solo con l'uno o con l'altro a seconda di ciò che cerco.
    Massima fedeltà al supporto ? CD
    Massima naturalezza ? LP o Bobina

    Lorenzo

    Quindi secondo te non esiste un CDP che abbia, almeno in parte, la naturalezza di un giradischi: le due modalità d'ascolto saranno sempre distanti da questo punto di vista.
    Mi dai una ben triste notizia....... , io cerco proprio questo in un CDP entro i 1000 euro yaw


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: vinile vs CD

    Post  aircooled on Sun Oct 11, 2009 2:48 pm

    non esistono macchine digitali che abbiano qualcosa in comune con l'analogico, ma ne esistono parecchie che cercano di scimmiottarlo, e per me sono le peggiori, poi ci sono macchine che non hanno la spigolosita tipica del digitale ma quanti lo capiscono e soprattutto apprezzano?


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: vinile vs CD

    Post  Geronimo on Sun Oct 11, 2009 3:01 pm

    aircooled wrote:non esistono macchine digitali che abbiano qualcosa in comune con l'analogico, ma ne esistono parecchie che cercano di scimmiottarlo, e per me sono le peggiori, poi ci sono macchine che non hanno la spigolosita tipica del digitale ma quanti lo capiscono e soprattutto apprezzano?

    Mi sono espresso male Embarassed , non cerco un CDP che scimmiotti il digitale ma appunto un CDP che non abbia le tipiche spigolosità del digitale senza per questo essere "moscio"
    Sono d'accordo con te e stai certo che una macchina del genere io l'apprezzo


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: vinile vs CD

    Post  petrus on Sun Oct 11, 2009 3:11 pm

    Elcaset wrote:
    petrus wrote:...... la perfezione del digitale va verso una direzione e la naturalezza del vinile verso un'altra e non convergeranno mai, per cui se amo un certo suono, se cerco una particolare espressione dell'estetica sonora ne avrò la massima espressione solo con l'uno o con l'altro a seconda di ciò che cerco.
    Massima fedeltà al supporto ? CD
    Massima naturalezza ? LP o Bobina

    Lorenzo

    Quindi secondo te non esiste un CDP che abbia, almeno in parte, la naturalezza di un giradischi: le due modalità d'ascolto saranno sempre distanti da questo punto di vista.
    Mi dai una ben triste notizia....... , io cerco proprio questo in un CDP entro i 1000 euro yaw

    E' così, vedi anche la risposta di air, ogni tentativo che è stato fatto per "analogizzare" un CD ha portato pessimi risultati così come una registrazione nata in digitale è orribile messa su di un LP, sono e devono rimanere modi differenti di esprimere l'arte della riproduzione sonora e esisterà sempre chi preferisce l'una e chi l'altra.
    Le cifre poi......tu la cerchi, la naturalezza di un giradischi, in un cdp da mille euro ? io non l'ho trovata neppure in cdp da trentamila, ma cosa vuol dire questo?
    nulla, esattamente niente, perchè non è espressione della qualità di un CDP suonare con la naturalezza del vinile, suonerà, se sono stati capaci di farlo, con la naturalezza di un buon digitale, ovvero senza quelle marcate storture tipiche del digitale.

    lorenzo

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: vinile vs CD

    Post  Geronimo on Sun Oct 11, 2009 3:14 pm

    petrus wrote:
    Elcaset wrote:
    petrus wrote:...... la perfezione del digitale va verso una direzione e la naturalezza del vinile verso un'altra e non convergeranno mai, per cui se amo un certo suono, se cerco una particolare espressione dell'estetica sonora ne avrò la massima espressione solo con l'uno o con l'altro a seconda di ciò che cerco.
    Massima fedeltà al supporto ? CD
    Massima naturalezza ? LP o Bobina

    Lorenzo

    Quindi secondo te non esiste un CDP che abbia, almeno in parte, la naturalezza di un giradischi: le due modalità d'ascolto saranno sempre distanti da questo punto di vista.
    Mi dai una ben triste notizia....... , io cerco proprio questo in un CDP entro i 1000 euro yaw

    E' così, vedi anche la risposta di air, ogni tentativo che è stato fatto per "analogizzare" un CD ha portato pessimi risultati così come una registrazione nata in digitale è orribile messa su di un LP, sono e devono rimanere modi differenti di esprimere l'arte della riproduzione sonora e esisterà sempre chi preferisce l'una e chi l'altra.
    Le cifre poi......tu la cerchi, la naturalezza di un giradischi, in un cdp da mille euro ? io non l'ho trovata neppure in cdp da trentamila, ma cosa vuol dire questo?
    nulla, esattamente niente, perchè non è espressione della qualità di un CDP suonare con la naturalezza del vinile, suonerà, se sono stati capaci di farlo, con la naturalezza di un buon digitale, ovvero senza quelle marcate storture tipiche del digitale.

    lorenzo

    Hai reso l'idea in maniera chiarissima
    Tu e Air mi avete risollevato


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: vinile vs CD

    Post  matley on Sun Oct 11, 2009 3:15 pm

    petrus wrote:
    Elcaset wrote:
    petrus wrote:...... la perfezione del digitale va verso una direzione e la naturalezza del vinile verso un'altra e non convergeranno mai, per cui se amo un certo suono, se cerco una particolare espressione dell'estetica sonora ne avrò la massima espressione solo con l'uno o con l'altro a seconda di ciò che cerco.
    Massima fedeltà al supporto ? CD
    Massima naturalezza ? LP o Bobina

    Lorenzo

    Quindi secondo te non esiste un CDP che abbia, almeno in parte, la naturalezza di un giradischi: le due modalità d'ascolto saranno sempre distanti da questo punto di vista.
    Mi dai una ben triste notizia....... , io cerco proprio questo in un CDP entro i 1000 euro yaw

    E' così, vedi anche la risposta di air, ogni tentativo che è stato fatto per "analogizzare" un CD ha portato pessimi risultati così come una registrazione nata in digitale è orribile messa su di un LP, sono e devono rimanere modi differenti di esprimere l'arte della riproduzione sonora e esisterà sempre chi preferisce l'una e chi l'altra.
    Le cifre poi......tu la cerchi, la naturalezza di un giradischi, in un cdp da mille euro ? io non l'ho trovata neppure in cdp da trentamila, ma cosa vuol dire questo?
    nulla, esattamente niente, perchè non è espressione della qualità di un CDP suonare con la naturalezza del vinile, suonerà, se sono stati capaci di farlo, con la naturalezza di un buon digitale, ovvero senza quelle marcate storture tipiche del digitale.

    lorenzo

    eppure l'ho sempre detto che itestimonidellasmpdoria sofforti....quoto!!! medaglia..medaglia...


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    Ospite
    Guest

    Re: vinile vs CD

    Post  Ospite on Sun Oct 11, 2009 3:22 pm

    Ehmmm...partiami da un presupposto: Ne il vinile ne il cdp ne le bobbine... RIPRODUCONO FEDELMENTE L'EVENTO REALE DEL BRANO RIPRODOTTO.
    Una volta detto questo...si può discernere su QUALE tra vinile,bobbina,cdp si AVVICINI di + allìevento reale..... e cosa tra vinile,bobbina,cdp CI EMOZIONA di più. Che sono cose totalmente diverse...

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: vinile vs CD

    Post  aircooled on Sun Oct 11, 2009 3:28 pm

    il vinile di alto livello va a stimolare parti del nostro cervello che nessun digitale almeno fino ad oggi ci riesce, l'evento reale non l'ho mai considerato come metro di paragone, magari faccio male ma nel riprodotto trovo pochissimo del turbine di sensazioni che ho dal vivo, forse perche dal vivo l'udito è il senso meno stimolato mentre nel riprodotto è praticamente il solo


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Ospite
    Guest

    Re: vinile vs CD

    Post  Ospite on Sun Oct 11, 2009 3:31 pm

    aircooled wrote:il vinile di alto livello va a stimolare parti del nostro cervello che nessun digitale almeno fino ad oggi ci riesce, l'evento reale non l'ho mai considerato come metro di paragone, magari faccio male ma nel riprodotto trovo pochissimo del turbine di sensazioni che ho dal vivo, forse perche dal vivo l'udito è il senso meno stimolato mentre nel riprodotto è praticamente il solo


    ....il vinile di alto livello va a stimolare parti del nostro cervello che nessun digitale almeno fino ad oggi ci riesce....

    Sai che sono ignorante in materia...sai che non sono un tecnico...ma sai anche che le cose mi AFFASCINA capirle... Mi spieghi meglio questa affermazione. nel senso...sulla base di cosa affermi che il vinile stimola UNA PARTE del nostro cervello....che altrimenti non lo sarebbe??

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: vinile vs CD

    Post  aircooled on Sun Oct 11, 2009 3:35 pm

    te n on sei un tecnico maq io non sono un dottore ti posso solo fare un esempio, hai persente la differenza tra un valvole e un SS ecco ci siamo vicini, non la stessa cosa nè, ma ci siamo vicini, nel senso che la valvola può tranquillamente non piacerti ma non puoi certo dire che non ti lascia in bocca un certo ..... piacere?


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: vinile vs CD

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Oct 11, 2009 3:42 pm

    petrus wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    petrus wrote:Premessa per un punto di vista esclusivamente "audiofilo";
    giudicare un supporto implica necessariamente giudicare anche una sorgente.

    Oggi credo, sono molto più frequenti le occasioni per ascoltare una buona sorgente digitale che non una analogica e questo è legato al fatto che allestire una catena analogica ben suonante è una impresa assai più difficile che non allestirla nel dominio digitale, vedi abbinamenti, sinergie regolazioni, ecc. e non tutti gli audiofili, giustamente, amano avere tutti quei problemi.

    Detto ciò, la mia esperienza mi porta a preferire l'analogico in quanto personalmente non cerco la massima fedeltà alla registrazione ottenuta a suon di bit e campionamenti straordinari ma cerco l'eccitazione, il brivido, il soul, la realtà dei suoni ascoltati dal vero e non la realtà bella o brutta esattamente come l'hanno udita i fonici chiusi nei loro gabbiotti.
    Devo sentire il suono naturale, graffiante, ruvido come l'analogico sà essere come la realtà sà essere.
    Voglio sentire il suono degli strumenti e non degli strumenti suonare.

    Lorenzo

    Io però credo che tutte queste cose non siano precluse al digitale in assoluto, ma che siano molto difficili da raggiungere col digitale formato CD (44,1/16).

    Col digitale in formato CD purtroppo occorre spendere molto, ma molto per ottenerle, e magari ottenerle in misura minore di giradischi top (che magari costano ancora di più!). Il problema rimane sempre lo stesso: a parte pochi generi musicali il percorso vinile, per chi vuole sentire musica - cioè tutta la musica che gli interessa - il percorso vinile, dicevo, è semplicemente non percorribile.

    aspettando il Blu-Ray audio (ma abbiamo già il Blu-Ray video) o i file FLAC dalla rete...

    In assoluto no di sicuro ma, almeno per me, che conosco molto bene il suono analogico di altissimo livello, nell'analogico restano superiori, anche quando un ottimo lettore digitale fosse in grado di offrirci qualcosa di analogo.
    Lasciando stare come dicevo l'aspetto musicofilo della cosa e fosse anche per giudicare un solo disco ed un solo CD-SACD-BLU la perfezione del digitale va verso una direzione e la naturalezza del vinile verso un'altra e non convergeranno mai, per cui se amo un certo suono, se cerco una particolare espressione dell'estetica sonora ne avrò la massima espressione solo con l'uno o con l'altro a seconda di ciò che cerco.
    Massima fedeltà al supporto ? CD
    Massima naturalezza ? LP o Bobina

    Lorenzo

    Secondo me quello che ho evidenziato in grassetto mette perfettamente in evidenza una cosa: non è che l'analogico è superiore al digitale, è che il suono dell'analogico può essere preferito da alcuni o molti (come vi fa più comodo ) al suono digitale. Lo dico anche perché vi faccio notare che la tecnologia analogica ha raggiunto una piena maturità già vari anni fa (per non dire un decennio e più), mentre il digitale ancora oggi mostra un buon margine di miglioramento possibile, col fronte dei supporti HD o della musica liquida non compressa ad alto campionamento.

    Se mi pongo difronte ad una banda di paese, per ritornare ad un thread di qualche tempo fa, e registro ciò che succede con le migliori apparecchiature di registrazione digitale o analogiche attuali, io ho un suono che è diverso dall'evento reale. l'analogico avrà quella caratteristica di calore in gamma media che molti gli riconoscono, che è cosa piacevole, ma non è cosa contenuta nel messaggio originale (e lo sa chiunque abbia realmente ascoltato una banda). Al contempo potrà avere problemi di estensione e/o distorsione in gamma estremamente acuta o grave (e dico potrà, perché non è detto che tali problemi siano di rilevanza tale da essere udibili). Se ascolteremo la registrazione digitale, non sarà al centro tonda e calda come quella analogica, ma per assurdo sarà proprio per questo più vicino al suono reale. Non avremo problemi di distorsione né al grave né all'acuto, ma solamente se l'apparecchiatura di registrazione, il campionamento ed il numero di bit adottati saranno altissimi - ai limiti di quanto oggi disponibile - avremo in queste bande articolazione, fluidità, naturalezza.

    Quindi analogico e digitale sono due sistemi perfettibili, entrambi con difetti, entrambi verosimili ma non identici al suono che cercano di catturare. Si crea però un caso particolare: con i supporti ad alta definizione (file internet, Blu-Ray), io sarò in grado (con alcuni Blu-Ray di opera o concerti sono già in grado di farlo oggi) di avere a casa una copia identica al master da studio. Ripeto, una copia identica. Con il sitema analogico questo è, semplicemente, impossibile. Perché se io facessi una copia su nastro a bobine del nastro a bobine master, avrei comunque una copia analoga, certamente non identica, ma anzi peggiorata rispetto all'originale.

    Ecco perché chiunque abbia ascoltato file flac non compressi ad alto campionamento dalla rete, scaricati da siti come quello LInn Records - e stiamo parlando di file superiori alla qualità DSD del SACD - ha poi parlato di una verosimiglianza e di una qualità audio finora assolutamente impensabili per l'audio domestico.

    Da tutto questo si ricava che: l'analogico è sistema maturo che al suo massimo grado di maturazione non è riuscito per propri limiti invalicabili a portarci la qualità del master originale nelle nostra mura domestiche. E' però sistema altamente musicale che supera molte delle sue mende con una riproduzione musicale e molto ariosa in gamma alta ed articolata al grave, cosa che i sistemi digitali a basso campionamento (includendo tra questi in parte anche il CD) non sono riusciti ad ottenere. Ma il digitale ad alto campionamento ha buone possibilità di portarci a casa il master originale, portando una rivoluzione nella fruizione musicale indubbia ed emozionante. Già ora vi posso dire che se ascoltate una registrazione d'opera da Blu-Ray vi dimenticate completamente di tutte le classificazioni standard - alti, bassi, ariosità, musicalità - legate alla riproduzione e restate disarmati dalla naturalezza e freschezza di riproduzione (nonostante io stia usando come meccanica una sorgente molto consumer a questo scopo).

    A quel punto ci sarà comunque chi sceglierà il vinile per continuare ad ascoltare la sua musica a casa propria. Anche perché magari la sua musica è legata al periodo ed al mondo del vinile. Però non sarà più vero, e non lo è nemmeno adesso nel confronto col Blu-Ray, che lo farà per una qualità d'ascolto superiore, ma solo per una questione di gusto personale. My-Fi?

    P.S.: in Blu-Ray oltre ad ascoltare l'evento a qualità strabiliante, l'evento si vede pure. Sarà questo che ne aumenta il coinvolgimento, come dal vivo? Che Air abbia ragione?


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: vinile vs CD

    Post  petrus on Sun Oct 11, 2009 3:52 pm

    aircooled wrote:il vinile di alto livello va a stimolare parti del nostro cervello che nessun digitale almeno fino ad oggi ci riesce, l'evento reale non l'ho mai considerato come metro di paragone, magari faccio male ma nel riprodotto trovo pochissimo del turbine di sensazioni che ho dal vivo, forse perche dal vivo l'udito è il senso meno stimolato mentre nel riprodotto è praticamente il solo

    Quoto in toto, trattandosi di una percezzione, nell'evento reale tutti i sensi vengono stimolati e nell'ascolto stereo l'udito deve sopperire con artefatti ed illusioni alla mancanza di tutta una serie di stimoli come quello spaziale o quello visivo e per ottimo che sia, per analogico o digitale che sia nessun impianto sarà mai così fedele da sostituirsi alla realtà.
    Diverso è il riferimento al "suono" dal vivo attraverso questo confronto del tutto legittimo secondo me, possiamo imparare a valutare ciò che l'impianto e la registrazione propongono, con una buona esperienza di ascolto di musica dal vivo non sarà difficile distinguere il suono di un sax tenore da un sax alto o riconoscere una viola da un violoncello e nel contempo giudicare quanto impianto/registrazione siano ad essi fedeli.

    Lorenzo

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: vinile vs CD

    Post  petrus on Sun Oct 11, 2009 3:59 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    .....................cut..............
    P.S.: in Blu-Ray oltre ad ascoltare l'evento a qualità strabiliante, l'evento si vede pure. Sarà questo che ne aumenta il coinvolgimento, come dal vivo? Che Air abbia ragione?

    Io sono fermamente convinto di ciò, vedi post precedente, sono altresì convinto che nel multi canale video partecipando anche la vista al godimento della percezione potrebbe non essere necessaria tutta quella qualità e tutta quella paranoica ricerca della perfezione che necessita nel due canali stereo.
    Audiofili razza in estinzione

    Lorenzo

    Ospite
    Guest

    Re: vinile vs CD

    Post  Ospite on Sun Oct 11, 2009 4:01 pm

    aircooled wrote:te n on sei un tecnico maq io non sono un dottore ti posso solo fare un esempio, hai persente la differenza tra un valvole e un SS ecco ci siamo vicini, non la stessa cosa nè, ma ci siamo vicini, nel senso che la valvola può tranquillamente non piacerti ma non puoi certo dire che non ti lascia in bocca un certo ..... piacere?

    Ecco perchè mi piace lo SS e il cdp.....e non il valvolare e l'analogico allora.....

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: vinile vs CD

    Post  aircooled on Sun Oct 11, 2009 4:03 pm

    ho detto che era un buon esempio di vicinanza non che è la stessa cosa


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: vinile vs CD

    Post  aircooled on Sun Oct 11, 2009 4:04 pm

    petrus wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    .....................cut..............
    P.S.: in Blu-Ray oltre ad ascoltare l'evento a qualità strabiliante, l'evento si vede pure. Sarà questo che ne aumenta il coinvolgimento, come dal vivo? Che Air abbia ragione?

    Io sono fermamente convinto di ciò, vedi post precedente, sono altresì convinto che nel multi canale video partecipando anche la vista al godimento della percezione potrebbe non essere necessaria tutta quella qualità e tutta quella paranoica ricerca della perfezione che necessita nel due canali stereo.
    Audiofili razza in estinzione

    Lorenzo
    concordo


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: vinile vs CD

    Post  petrus on Sun Oct 11, 2009 4:08 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:[non è riuscito per propri limiti invalicabili a portarci la qualità del master originale nelle nostra mura domestiche

    Visto che si parla di master volevo chiedere a te e a tutti i partecipanti se avete mai avuto occasione di ascoltare un master analogico su bobina ?

    Lorenzo

      Current date/time is Sun Dec 11, 2016 2:48 pm