Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Share

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  flavio@sanders on Sun May 27, 2012 12:53 pm

    maggio wrote:
    Visto che fai parte della squadra potresti fare una breve recensione su cosa serve per usare la demo e sui risultati ottenuti?
    Grazie

    Per usare la demo Dirac Live (che gestisce fino a max. otto canali) serve un computer che può essere sia un PC che un Mac e naturalmente un microfono di misura.
    Uno a basso costo per il quale c'è già il file di calibrazione può essere questo:
    http://shop.xtz.se/measurement-system/microphone-to-dirac-live-room-correction-suite
    ma anche il classico Behringer ECM 8000 o come microfono di riferimento a costi più elevati l'Earthworks M23.

    Per quanto riguarda i risultati i vantaggi più immediati rispetto al DRC di Denis Sbragion (che però è gratuito e che consiglio quindi di provare a chi non ha paura di lavorarci molto) sono la possibilità di ottenere ottimi risultati anche con aree di ascolto più ampie e la facilità d'uso infinitamente maggiore.

    La tecnologia Dirac brevettata viene infatti adottata anche da DSP a 16 canali come questo giocattolino per home theatre di lusso 12 canali con 4 subwoofers che tipicamente utilizzano una ampia area di ascolto:
    http://www.datasatdigital.com/consumer/products/rs20i.php
    Qui ci sono gli highlights: http://www.datasatdigital.com/docs/archive/DiracRS20i_Final_041012.pdf

    Per chi si fosse perso nel frattempo questo è il link al DRC di Denis Sbragion: http://drc-fir.sourceforge.net/ e qui invece il link per il download della demo gratuita di Dirac Live: http://www.dirac.se/it/prodotti-consumer.aspx

    Ciao, Flavio


    Last edited by flavio@sanders on Sat Jun 23, 2012 5:15 pm; edited 1 time in total

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  piroGallo on Sun May 27, 2012 5:43 pm

    la cosa si fa interessante.
    Primo perchè uno dei motivi per l abbandono del drc di denis è la laboriosità della sua applicazione a sistemi multicanale (io ho una configurazione particolare a 4 canali stereo pilotata, per ora dall'AVS di von salis)
    Secondo perchè non si possono generare filtri se non campionati a 44.1 khz. Ora se si vogliono correggere tracce con campionamenti superiori l'unico "trucco" rimane (almeno al punto in cui ero arrivato io) quello di ricampionare il filtro ed avere quindi un filtro specifico per ogni frequenza di campionamento da caricare nel convolver a seconda della traccia da suonare. Una discreta palla, unita al fatto che dal punto di vista della teoria dei segnali la cosa mi sembra un pò tirata per i capelli... Ma forse sono io che non sono sufficientemente preparato/aggiornato.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  piroGallo on Sun May 27, 2012 5:54 pm

    flavio@sanders wrote:
    ....
    Se anche chi come te ha esperienza di questi sistemi non ne parla per forza rimangono vivi i soliti modi di pensare.
    ....
    Guarda, io in passato ne ho parlato ma è come salire su una cassetta da frutta in trafalgar square e parlare in piemontese... L'uditorio qui è più o meno lo stesso. Laughing


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    maggio
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1361
    Data d'iscrizione : 2010-11-22
    Località : Bergamo

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  maggio on Sun May 27, 2012 7:40 pm

    Presente! Hai uno spettatore.
    Ciao

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  flavio@sanders on Sun May 27, 2012 7:46 pm

    piroGallo wrote:
    Guarda, io in passato ne ho parlato ma è come salire su una cassetta da frutta in trafalgar square e parlare in piemontese... L'uditorio qui è più o meno lo stesso. Laughing

    Penso che ciò nasca dalla mancanza di informazione, non esiste motivo perché una persona con la testa sulle spalle possa tornare indietro dopo aver ascoltato un sistema ben configurato.

    Queste sono due immagini da Dirac Live di risposte in frequenza e all'impulso:





    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  piroGallo on Mon May 28, 2012 2:04 am

    vedo che la curva target rispetta la curva di Moeller! applausi
    Anche se, francamente, la situazione di partenza non è così malaccio..


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  flavio@sanders on Mon May 28, 2012 10:12 am

    piroGallo wrote:vedo che la curva target rispetta la curva di Moeller! applausi
    Anche se, francamente, la situazione di partenza non è così malaccio..

    Quello della curva obiettivo (o target) è un argomento interessante.
    Molti si chiedono perchè diavolo si corregge avendo come obiettivo una curva leggermente decrescente verso le alte frequenze invece che una curva assolutamente piatta, ed è una obiezione del tutto sensata.

    La ragione è che se osserviamo la curva di un impianto equalizzata piatta in un ambiente normale vedremo che ci sono oscillazioni crescenti in ampiezza al crescere della frequenza.
    L'orecchio però è sensibile all'inviluppo spettrale, parolone per dire che è più sensibile ai picchi che ai buchi.
    Conseguentemente la risposta in frequenza percepita è una curva che segue quei picchi e quindi serve una curva che cali leggermente verso le alte frequenze perchè venga percepita come piatta al punto di ascolto.

    Tutto questo può sembrare complicato ma in Dirac Live è molto semplice perchè il computer calcola la curva obiettivo che in ogni caso può essere modificata a schermo con delle maniglie e identifica anche quali sono i limiti, in particolare alle basse frequenze, dei diffusori per evitare di sovrapilotarli (sempre con delle maniglie a schermo è possibile modificare a volontà l'area di intervento)

    Ciao, Flavio

    P.S. La curva non è quella di Guido, la sua scende fino a 20 Hz... non c'è di meglio.
    Una correzione DRC all'avanguardia permette di ottenere le migliori prestazioni di ogni impianto ma non fà il miracolo di estenderne la risposta oltre le sue capacità fisiche.
    Quindi bassi molto più controllati e un po' più profondi ma c'è sempre una differenza fra impianti di diverso livello confrontati "ad armi pari"


    Last edited by flavio@sanders on Mon May 28, 2012 10:29 am; edited 1 time in total


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  piroGallo on Mon May 28, 2012 10:26 am

    flavio@sanders wrote:

    Tutto questo può sembrare complicato ma in Dirac Live è molto semplice perchè il computer calcola la curva obiettivo che in ogni caso può essere modificata a schermo con delle maniglie e identifica anche quali sono i limiti, in particolare alle basse frequenze, dei diffusori per evitare di sovrapilotarli (sempre con delle maniglie a schermo è possibile modificare a volontà l'area di intervento)

    Rolling Eyes sempre più appetitoso! Rolling Eyes
    in effetti uno degli errori "da principianti" nell'utilizzo di DRC è di mandare in crisi l'amplificazione sulla banda inferiore tentando di riempire i buchi... Laughing


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  piroGallo on Mon May 28, 2012 10:29 am

    flavio@sanders wrote:

    Quello della curva obiettivo (o target) è un argomento interessante.
    Molti si chiedono perchè diavolo si corregge avendo come obiettivo una curva leggermente decrescente verso le alte frequenze invece che una curva assolutamente piatta, ed è una obiezione del tutto sensata.


    Mi ricordo i primi risultati della correzione quando, avendo impostato una curva flat ed essendo in funzione la correzione sulla gamma bassa, pareva di avere... solo dei tweeter! Laughing Laughing Laughing
    Poi ovviamente le cose andarono a posto.


    Last edited by piroGallo on Mon May 28, 2012 11:03 am; edited 1 time in total


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  piroGallo on Mon May 28, 2012 10:31 am

    Un'altra domanda:
    DIRAC tiene conto dei dati di taratura del microfono?
    Io ho un Behringer ma non ho la curva di compensazione ... è grave?


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    maggio
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1361
    Data d'iscrizione : 2010-11-22
    Località : Bergamo

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  maggio on Mon May 28, 2012 10:57 am

    flavio@sanders wrote:
    Tutto questo può sembrare complicato ma in Dirac Live è molto semplice perchè il computer calcola la curva obiettivo che in ogni caso può essere modificata a schermo con delle maniglie e identifica anche quali sono i limiti, in particolare alle basse frequenze, dei diffusori per evitare di sovrapilotarli (sempre con delle maniglie a schermo è possibile modificare a volontà l'area di intervento)

    Sono sempre più interessato!
    In passato ho tentato di approcciare, solo dal punto di vista teorico, il DRC attraverso le varie guide trovate in rete. Non sono mai passato alla pratica semplicemente perchè non avevo voglia di "sbattemi" a capire il tutto.
    Questo software mi sembra di facilissimo utilizzo, permettendo anche ai più navigati ampie possibilità di intervento.
    Sto sintonizzato.
    Ciao

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  flavio@sanders on Mon May 28, 2012 11:07 am

    piroGallo wrote:Un'altra domanda:
    DIRAC tiene conto dei dati di taratura del microfono?
    Io ho un Behringer ma non ho la curva di compensazione ... è grave?

    Certo, ne tiene conto.
    Il Behringer EC 8000 va benissimo ma non va usato senza curva di calibrazione, ce ne sono molte generiche in rete... ad esempio qui: http://www.hometheatershack.com/forums/attachments/downloads-area/13423d1237730731-downloads-page-ecm8000-cs.cal

    Può andare bene per una prova con Dirac Live veloce e senza costi, ma in futuro per una configurazione allo stato dell'arte devi tener presente che ci sono significative variazioni da microfono e microfono e la calibrazione individuale quindi è importante.

    Ricordo di aver letto che è possibile far fare la calibrazione a basso costo se si rinuncia alla certificazione con relativi bolli marche e quant'altro, se fai una ricerca in rete e trovi qualcuno anzi per favore segnalalo.

    Ciao, Flavio

    P.S. Per chi non ha alcun microfono una soluzione completa anche per quanto riguarda l'alimentazione del microfono può essere questa: http://shop.xtz.se/measurement-system/microphone-to-dirac-live-room-correction-suite


    Last edited by flavio@sanders on Sat Jun 09, 2012 3:07 pm; edited 1 time in total


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    maggio
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1361
    Data d'iscrizione : 2010-11-22
    Località : Bergamo

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  maggio on Mon May 28, 2012 1:35 pm

    Vedo che hai consigliato (come riportato sul sito) tre differenti microfoni.
    Vista la differenza di costo dei tre oggetti (110-500), che differenze reali ci si deve aspettare nella misurazione e quindi nella creazione dei filtri?
    Grazie

    P.S. scusa per le continue domande ma voglio comprendere bene il tutto prima di operare!

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  flavio@sanders on Mon May 28, 2012 2:37 pm

    piroGallo wrote:Un'altra domanda:
    DIRAC tiene conto dei dati di taratura del microfono?
    Io ho un Behringer ma non ho la curva di compensazione ... è grave?

    Ho una buona notizia per i possessori di microfono Behringer ECM 8000.

    Ennio Pangrazi è un appassionato che appunto per hobby si occupa anche di calibrazione di microfoni incluso l'ECM 8000.
    Potete mettervi in contatto con lui e informarvi del rimborso spese che sarà molto contenuto perché lo fà per passione e non per lavoro.
    Pubblico l'indirizzo email in questa forma perché non venga beccato dai bots per lo spam:
    enniopangraziCHIOCCIOLAteletu.it

    La calibrazione individuale è una cosa eccellente perché fà sì che i risultati non siano inferiori a quelli ottenuti con microfoni di misura con risposta in frequenza piatta molto più costosi.

    E naturalmente ringrazio Ennio Pangrazi del supporto ai lettori del Forum.
    applausi

    Ciao, Flavio


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  flavio@sanders on Mon May 28, 2012 2:48 pm

    maggio wrote:Vedo che hai consigliato (come riportato sul sito) tre differenti microfoni.
    Vista la differenza di costo dei tre oggetti (110-500), che differenze reali ci si deve aspettare nella misurazione e quindi nella creazione dei filtri?
    Grazie

    P.S. scusa per le continue domande ma voglio comprendere bene il tutto prima di operare!

    Sono io a ringraziarti, le domande mi danno l'opportunità di spiegare...

    Come avrai capito dal mio post precedente non dobbiamo aspettarci significative differenze se utilizziamo un file di calibrazione perché il problema della risposta in frequenza del microfono viene "curato" dal file di calibrazione e non ci interessa misurare la distorsione.

    Ciao, Flavio


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  piroGallo on Mon May 28, 2012 3:01 pm

    flavio@sanders wrote:
    Ho una buona notizia per i possessori di microfono Behringer ECM 8000.

    Ennio Pangrazi è un appassionato che appunto per hobby si occupa anche di calibrazione di microfoni incluso l'ECM 8000.
    Potete mettervi in contatto con lui e informarvi del rimborso spese che sarà molto contenuto perché lo fà per passione e non per lavoro.
    Pubblico l'indirizzo email in questa forma perché non venga beccato dai bots per lo spam:
    enniopangraziCHIOCCIOLAteletu.it

    La calibrazione individuale è una cosa eccellente perché fà sì che i risultati non siano inferiori a quelli ottenuti con microfoni di misura con risposta in frequenza piatta molto più costosi.

    E naturalmente ringrazio Ennio Pangrazi del supporto ai lettori del Forum.
    applausi

    Ciao, Flavio


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    maggio
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1361
    Data d'iscrizione : 2010-11-22
    Località : Bergamo

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  maggio on Mon May 28, 2012 7:08 pm

    Secondo round di domande.
    Appurato che un mic calibrato vale l'altro, supponiamo di acquistare l'xtz che è fornito di proprio pre.
    - Di cosa altro c'è bisogno per effettuare i collegamenti?
    - E' necessario utilizzare un preampli per regolare il volume del test o si regola via software? (ho collegato direttamente il dac al finale)
    - I filtri che vengono generati sono VST/AU e quindi utilizzabili anche con player che li gestiscono?

    Grazie

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  piroGallo on Mon May 28, 2012 7:27 pm

    maggio wrote:Secondo round di domande.
    Appurato che un mic calibrato vale l'altro, supponiamo di acquistare l'xtz che è fornito di proprio pre.
    - Di cosa altro c'è bisogno per effettuare i collegamenti?
    - E' necessario utilizzare un preampli per regolare il volume del test o si regola via software? (ho collegato direttamente il dac al finale)
    - I filtri che vengono generati sono VST/AU e quindi utilizzabili anche con player che li gestiscono?

    Grazie
    Meglio che ti risponda Flavio che conosce il DIRAC.
    Comunque se ho capito bene il filtro che genera deve essere caricato in un convolver che, appunto, è un plugin VST o AU.
    Io ho sempre usato il controllo di volume del software della scheda.
    Comunque sentiamo lui che è meglio.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  flavio@sanders on Mon May 28, 2012 10:47 pm

    maggio wrote:Secondo round di domande.
    Appurato che un mic calibrato vale l'altro, supponiamo di acquistare l'xtz che è fornito di proprio pre.
    - Di cosa altro c'è bisogno per effettuare i collegamenti?
    - E' necessario utilizzare un preampli per regolare il volume del test o si regola via software? (ho collegato direttamente il dac al finale)
    - I filtri che vengono generati sono VST/AU e quindi utilizzabili anche con player che li gestiscono?

    Grazie

    Eccomi Maggio...

    - non c'è bisogno di altro per effettuare i collegamenti

    - non è necessario un preampli per regolare il volume, si può regolare via software e quindi OK anche con DAC->finale

    - i filtri non sono plugin, per la massima efficienza viene creato un filtro combinato FIR + IIR che gira con il Dirac Audio Processor, il DAP tratta tutto il suono che viene dal computer così da poterlo usare indipendentemente dal media player usato.

    L'ascolto di una sorgente esterna non è una funzionalità pienamente supportata nel Dirac Audio Processor ma in alcune circostanze è possibile anche processare il suono da una sorgente esterna come un lettore di CD o un iPod.

    Ciao, Flavio


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    Guido
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 747
    Data d'iscrizione : 2011-05-14
    Località : Milano

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  Guido on Mon May 28, 2012 11:56 pm

    piroGallo wrote:I cosiddetti "audiofili" non accetteranno mai di adottare un DRC "vero".
    Due, principalmente, i motivi.

    1. Dovrebbero misurare la risposta in ambiente e ne risulterebbero sconvolti.
    2. Nella maggioranza dei casi, poichè non adottano audiofiles come software preminente, sarebbero costretti ad una doppia conversione A/D/A, per loro inaccettabile.
    Quanto........ma quanto hai ragione!!!! Neutral Neutral Neutral
    La conversione A/D/A sembra una bestemmia yaw , ma non è così......
    Guido

    maggio
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1361
    Data d'iscrizione : 2010-11-22
    Località : Bergamo

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  maggio on Tue May 29, 2012 10:50 am

    Ultima domanda, avete nel nord italia una sala demo dove avere un primo approccio con il sistema?
    Grazie

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  flavio@sanders on Tue May 29, 2012 11:27 am

    maggio wrote:Ultima domanda, avete nel nord italia una sala demo dove avere un primo approccio con il sistema?
    Grazie

    Saremo lieti di fare questo confronto da Guido a Milano non con un impianto di medio livello (che naturalmente migliora molto di più) ma con un impianto Sanders di riferimento che funziona già molto bene per conto suo.

    E' possibile valutare con precisione il risultato della correzione perché in Dirac Live si può commutare istantaneamente ON e OFF.

    Contattalo, ha fatto dei post in questa discussione...

    Ciao, Flavio


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    maggio
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1361
    Data d'iscrizione : 2010-11-22
    Località : Bergamo

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  maggio on Tue May 29, 2012 6:24 pm

    Ok, ti ringrazio. Probabilmente non avrò tempo fin dopo le ferie estive.
    Comunque sarebbe interessante fare una demo, compatibilmente con la location, aperta a + persone.
    Ciao

    Guido
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 747
    Data d'iscrizione : 2011-05-14
    Località : Milano

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  Guido on Wed May 30, 2012 8:58 am

    Gli ascolti proseguono.
    Le prime impressioni sono di un intervento non invasivo, ma estremamente preciso.
    Mi ha semplicemente impressionato....
    La naturalezza è fantastica.
    Prima non apprezzavo della liquida l'incoinsistenza. Mi pareva di sentire una "signora radiolina".
    Ora è tutta un'altra cosa.
    Per avere un raffronto più attendibile ho rippato alcuni dischi che uso come test e debbo dire che suonano meglio dell'originale su CD ascoltati col DRC.
    Vado avanti e vi aggiorno.
    Guido

    maggio
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1361
    Data d'iscrizione : 2010-11-22
    Località : Bergamo

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  maggio on Wed May 30, 2012 9:13 am

    Ciao Guido, complimenti prima di tutto per il tuo sistema, vorrei chiederti se l'impatto di Dirac Live sulla riproduzione risulta evidente su tutta la gamma audio o principalmente sui medio/bassi - bassi.
    Grazie

    Guido
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 747
    Data d'iscrizione : 2011-05-14
    Località : Milano

    Re: DRC -Digital Room Correction o Correzione Ambientale

    Post  Guido on Wed May 30, 2012 7:58 pm

    maggio wrote:Ciao Guido, complimenti prima di tutto per il tuo sistema, vorrei chiederti se l'impatto di Dirac Live sulla riproduzione risulta evidente su tutta la gamma audio o principalmente sui medio/bassi - bassi.
    Grazie
    Ciao Maggio, grazie per i complimenti sunny sunny
    Col mio sistema i miglioramenti con Dirac Live sono in effetti un po' diversi dalla norma perchè le Sanders Model 10 sono delle elettrostatiche molto direttive, e quindi risentono meno degli impianti normali delle prime riflessioni laterali.
    D'altro canto scendono fino a 20 Hz Rolling Eyes e quindi risentono di più delle risonanze modali dell'ambiente.
    In ogni caso descrivere a parole miglioramenti quale ad esempio quello dell'immagine acustica non è facile, la miglior cosa è ascoltare di persona.
    Puoi farlo da me con tutto già pronto oppure con il tuo impianto scaricando Dirac Live in versione trial qui: www.diraclive.eu (gratuito e da me caldamente raccomandato)
    Resterai sorpreso.......
    Guido
    PS
    La demo preferisco farla a una o non più di due persone; è più accurata.


      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 5:34 pm