Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Caratteristiche dei Dac - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Caratteristiche dei Dac

    Share

    alan1
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 45
    Data d'iscrizione : 2012-05-28

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  alan1 on Mon May 28, 2012 8:01 pm

    bluenote wrote:Ciao Alan,
    e' un piacere leggerti anche qui. Quand'e' che metterai in agenda l'ascolto di un Lector ?

    Azz, mi servono 2 vite per provare tutto

    alan1
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 45
    Data d'iscrizione : 2012-05-28
    Località : Rimini

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  alan1 on Mon May 28, 2012 8:10 pm

    Luca58 wrote:Cosi', mentre aspettiamo la prossima puntata , qualcuno mi puo' dire qual e' il miglior collegamento di una meccanica con un DAC e perche' (sono proprio digiuno...)? So che va molto bene il collegamento via USB, ma non credo che le meccaniche ne siano provviste.

    In uno dei post parlerò dei collegamenti,

    anticipo

    tutto dipende dal sistema che adotta il Dac per eliminare lo jitter,
    ovvero se ha o no un buon recklock.

    Il sistema assoluto è quello che prevede di far passare separatamente Data e clock,
    ovvero il Dac dovrebbe poter funzionare come masterclock e la meccanica come slave,
    quindi ci dovrebbe essere un collegamento separato per il clock (ovviamente BNC),
    in questo caso il jitter è virtualmente battuto.

    Detto ciò il collegamento migliore tra quelli standard è quello BNC, con cavi adatti,
    tutti gli altri sono scorretti perchè non possono rispettare l'impedenza,
    comunque meglio l'Aes/Ebu del RCA.
    Tra quelli non standard il massimo è l'ottico ST.

    Tuttavia se il Dac ha un sistema di reclock eccellente, tutte le differenze svaniscono, e tutti i collegamenti vanno bene.

    Ad esempio MSB ha un reclock eccellente, Weiss molto buono,
    Emm Dcc2 invece funzioa al massimo solo se si usa il WC,
    la maggior parte dei Dac purtroppo è sensibile ai collegamenti.

    Ne parleremo più diffusamente.



    _________________
    Ciao

    Flavio

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8295
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  Luca58 on Mon May 28, 2012 8:40 pm



    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    alan1
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 45
    Data d'iscrizione : 2012-05-28
    Località : Rimini

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  alan1 on Tue May 29, 2012 1:53 pm

    Terminata la terza parte,
    lunghetta ma discorsiva
    e credo anche interessante, fornisce un punto di vista diverso dal solito.

    Ora riposo , la quarta e ultima sarà più tecnica.



    _________________
    Ciao

    Flavio

    alan1
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 45
    Data d'iscrizione : 2012-05-28
    Località : Rimini

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  alan1 on Tue May 29, 2012 7:09 pm

    Inserita ultima parte, se mi viene in mente altro lo aggiungo.

    Buona lettura.


    _________________
    Ciao

    Flavio

    marco59
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 643
    Data d'iscrizione : 2012-03-08
    Età : 57
    Località : Gorizia

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  marco59 on Tue May 29, 2012 9:56 pm

    Non ho intenzione di utilizzare la "liquida" ma ti ho letto, e continuerò a farlo, con grande piacere ed interesse.
    Complimenti per il "metodo" con cui affronti i temi trattati. Bravo Alan applausi


    _________________
    [size=13]Sorgente: Nova Audio Ncd2 - Amplificatore: Nova Audio Nia2 - Diffusori: Opera Quinta SE - Cablaggi full Airtech - Cuffia Hifiman HE1000 cablata Silver Dragon - Ampli cuffie: Woo Audio Wa22 - Violectric v281 - [/size]

    marcogpl
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 12
    Data d'iscrizione : 2012-05-15

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  marcogpl on Tue May 29, 2012 11:08 pm

    Complimenti per la disamina.

    Vorrei approfondire un'aspetto dell'uso dei DAC.

    Ho aperto un thread tempo fa riguardo l'uso del DAC collegato direttamente al finale (no integrato), senza l'uso del preamplificatore.

    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t12171-regolazione-volume-con-dac-apogee-symphony

    Nel frattempo ho verificato con la casa costruttrice, e nel mio caso (Apogee Symphony) la regolazione avviene tramite encoder nel digitale (che viene bypassato in caso di uscita a 0dB), quindi in ogni caso senza perdita di bit depth.

    Mi piacerebbe sapere se nelle suddette prove è stata utilizzato o meno un preamplificatore, e una motivazione del perchè della scelta.

    Grazie,
    Marco

    alan1
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 45
    Data d'iscrizione : 2012-05-28
    Località : Rimini

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  alan1 on Wed May 30, 2012 1:00 pm

    marcogpl wrote:Complimenti per la disamina.

    Vorrei approfondire un'aspetto dell'uso dei DAC.

    Ho aperto un thread tempo fa riguardo l'uso del DAC collegato direttamente al finale (no integrato), senza l'uso del preamplificatore.

    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t12171-regolazione-volume-con-dac-apogee-symphony

    Nel frattempo ho verificato con la casa costruttrice, e nel mio caso (Apogee Symphony) la regolazione avviene tramite encoder nel digitale (che viene bypassato in caso di uscita a 0dB), quindi in ogni caso senza perdita di bit depth.

    Mi piacerebbe sapere se nelle suddette prove è stata utilizzato o meno un preamplificatore, e una motivazione del perchè della scelta.

    Grazie,
    Marco

    Uaw! Argomento tanto interessante quanto tosto,
    vediamo di affrontarlo in modo discretamente approfondito, certo non esaustivo.

    Premessa, io ho usato dal 2007 la sezione Pre del Dcc2 che è un vero Pre analogico ed è ottima.
    Però quando lo comprai (appunto nel 2007) avevo un Pre a valvole, e feci diverse prove pratiche per convincermi che potevo farne a meno,
    inoltre da un po’ di tempo, nell’ipotesi di poter cambiare l’Emm con un MSB, sto usando un Pre che può funzionare da passivo e da attivo, in modo di poter fare vari tipi di prove pratiche,
    aggiungo che sono un tecnico, quindi ho ben chiaro tutti gli aspetti teorici legati agli accoppiamenti analogici tra apparati.

    Direi che bisogna dividere l’argomento in 2 parti ben distinte, riguardanti gli aspetti digitali e analogici,
    gli aspetti digitali a loro volta sono 2, il primo è sicurezza di un controllo così ottenuto,
    direi che nel tuo caso stiamo parlando di una apparecchiatura di buona qualità, e di azienda affermata e affidabile, credo quindi che dovrebbero esserci problemi sulla possibilità che il controllo digitale sia stabile e non crei salti immediati che possano difettare le apparecchiature a valle, poi dipende anche dalle apparecchiature che hai, se possiedi un finale Spectral che ha una banda in potenza altissima, e diffusori con cupole delicate, credo che si possa avere qualche patema d’animo, se invece hai un piccolo Single Ended a valvole e potente diffusore a tromba i rischi saranno comunque minimi;
    il secondo aspetto è qualitativo, ancora una volta ritengo probabile che la tecnica usata dal tuo apparato possa essere di qualità, comunque sia andare a ridurre digitalmente il volume potrebbe voler dire introdurre peggioramenti di vario tipo.
    Devi essere tu a stabilire se questi aspetti sono accettabili nel tuo caso.

    La parte analogica è più complessa, se da un lato il ragionamento teorico porta a pensare che la sezione Pre non serva a nulla, è facile avere riscontri pratici opposti,
    in realtà non c’è un solo risultato possibile, l’argomento anche se tecnicamente diverso, ha riscontri molto simili all’uso di un Pre passivo, a volte funziona bene altre no,
    attenzione non parlo di abbinamenti di impedenza capacità sbagliati, do per scontato che questo abbinamento sia corretto.
    Esistono Finali che meglio di altri si adattano all’uso di un abbinamento di questo tipo, ad esempio ho avuto riscontri positivi con Gamut, Pass, Norma, altri come ML, Elettrocompaniet e Krell invece non vogliono proprio saperne,
    la stessa cosa vale per i Dac, Dcc2, DCS, MSB vanno assai bene, Weiss e Rosetta no,
    eppure tutti questi abbinamenti sono corretti dal punto di vista dell’impedenza, della capacità, della tensione.

    Il problema coinvolge soprattutto Velocità e Ambienza, che tendono a ridursi in mancanza di un buon Pre sugli accoppiamenti meno felici.
    Va da se che per alcuni ascoltatori questi riscontri potrebbero non risultare determinanti per via del loro gusto e/o del loro impianto, ad esempio chi possiede un giradischi a cinghia e diffusori a tromba probabilmente ha trovato un suo equilibrio di suono che non verrà turbato da questo aspetto.

    Una delle motivazioni tecniche, per motivi diversi ma combacianti accomuna sia l’uso dei Pre passivi che i Dac con sezione di uscita a OP (non tutti), è l’incapacità di pilotare in corrente il carico,
    tale carico infatti è spesso capacitivo e tali circuiti vanno in difficoltà in presenza di transienti, e qui entra in gioco anche il cavo usato nel collegamento,
    ho riscontrato la possibilità di migliorare un poco l’abbinamento con un collegamento fatto ad hoc, utilizzante cavi bilanciati senza calza e una piccola resistenza in serie in vicinanza del finale,
    in questo modo si sovraccarica meno il circuito di uscita del Dac.


    _________________
    Ciao

    Flavio

    marcogpl
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 12
    Data d'iscrizione : 2012-05-15

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  marcogpl on Wed May 30, 2012 4:50 pm

    Grazie per la risposta. Da non tecnico non sono riuscito a cogliere a pieno tutto ciò che hai riportato, ma sicuramente adesso ho un'idea molto più chiara dell'argomento.

    Mi farebbe piacere andare nel dettaglio riguardo la mia situazione specifica, e chiederti un consiglio, ma vorrei evitare di "sporcare" questo thread di carattere generale, quindi propongo di continuare sul mio vecchio thread, aggiungendo dettagli sul mio impianto attuale e chiedendo gentilmente un parere.

    Grazie ancora,
    Marco

    PS nel caso preferissi continuare qui per me nessun problema

    alan1
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 45
    Data d'iscrizione : 2012-05-28
    Località : Rimini

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  alan1 on Wed May 30, 2012 11:34 pm

    marcogpl wrote:Grazie per la risposta. Da non tecnico non sono riuscito a cogliere a pieno tutto ciò che hai riportato, ma sicuramente adesso ho un'idea molto più chiara dell'argomento.

    Mi farebbe piacere andare nel dettaglio riguardo la mia situazione specifica, e chiederti un consiglio, ma vorrei evitare di "sporcare" questo thread di carattere generale, quindi propongo di continuare sul mio vecchio thread, aggiungendo dettagli sul mio impianto attuale e chiedendo gentilmente un parere.

    Grazie ancora,
    Marco

    PS nel caso preferissi continuare qui per me nessun problema

    Ok, domani leggo il tuo thread e vediamo di continuare.


    _________________
    Ciao

    Flavio

    ilpicchio
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 445
    Data d'iscrizione : 2011-07-06
    Età : 56

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  ilpicchio on Fri Jun 08, 2012 3:07 pm

    se è già finito... peccato ! ...perchè era interessante....

    alan1
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 45
    Data d'iscrizione : 2012-05-28
    Località : Rimini

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  alan1 on Fri Jun 08, 2012 5:40 pm

    ilpicchio wrote:se è già finito... peccato ! ...perchè era interessante....

    sono molti anni che scrivo sui vari forum (non solo di hifi ovviamente),

    ho imparato a non scrivere troppo,
    primo perchè molti si stancano,
    secondo perchè prima o poi andrà tutto perso santa



    _________________
    Ciao

    Flavio

    alan1
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 45
    Data d'iscrizione : 2012-05-28
    Località : Rimini

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  alan1 on Wed Oct 17, 2012 2:01 pm

    up


    _________________
    Ciao

    Flavio

    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1916
    Data d'iscrizione : 2012-04-27
    Località : Terre Matildiche

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  Frederick on Wed Oct 17, 2012 2:16 pm

    alan1 wrote:up
    Ciao grande Flavio!! sunny

    Federico

    fra107
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 416
    Data d'iscrizione : 2010-12-03
    Età : 35

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  fra107 on Thu Oct 18, 2012 8:45 am

    Wow! Un Riminese audiofilio! Chi l'avrebbe mai detto! affraid

    Se vuoi provare e magari scrivere le tue impressioni sul W4S DAC-2 sono a disposizione! Anche io vivo a Rimini.....


    _________________
    In vendita Beta 22 Full balanced (by Aldone/Alota)
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t24662-rn-vendo-beta-22-bilanciato-by-aldone-alota

    alan1
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 45
    Data d'iscrizione : 2012-05-28
    Località : Rimini

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  alan1 on Thu Oct 18, 2012 9:01 am

    fra107 wrote:Wow! Un Riminese audiofilio! Chi l'avrebbe mai detto! affraid

    Se vuoi provare e magari scrivere le tue impressioni sul W4S DAC-2 sono a disposizione! Anche io vivo a Rimini.....

    Beh, si può fare, non in questi periodi perchè sono oberato di lavoro.

    Ma tu ascolti solo con le cuffie?


    _________________
    Ciao

    Flavio

    landscape1
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 9
    Data d'iscrizione : 2012-10-18

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  landscape1 on Thu Oct 18, 2012 10:33 am

    Buongiorno a tutti
    è la prima volta che posto qui
    volevo dare un contributo con la mia esperienza personale.

    Tempo fa acquistai un dac della mhtd lab dopo le solite entusiastiche recensioni in rete.
    Effettivamente andava piuttosto bene rispetto al prezzo pagato, ma non è questo il punto.
    Arrivò il momento di rivenderlo e si presentò a casa mia un tizio molto interessato.
    La cosa curiosa è che aveva intenzione di "denudarlo", e apportare altri piccoli accorgimenti, per farlo "suonare".

    Mi sono molto incuriosito e ho cominciato a fare alcuni esperimenti con gli apparecchi digitali rimastimi.
    Ho scoperto che gli apparecchi digitali sono molto ma molto sensibili alle vibrazioni.
    Vanno isolati in tutti i modi possibili:
    è necessario eliminare gli involucri, soprattutto se leggerini,
    una soluzione efficace è quella di sospenderli con degli elastici,
    ma ci si può sbizzarrire anche con accorgimenti estremi
    come ad es. incollando dei pezzettini di piombo sui chip
    ovvero separando in qualche modo dal resto i trasformatori.

    Come d'incanto, anche un dac economico acquista caratteristiche insperate...

    fra107
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 416
    Data d'iscrizione : 2010-12-03
    Età : 35

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  fra107 on Thu Oct 18, 2012 12:06 pm

    alan1 wrote:

    Beh, si può fare, non in questi periodi perchè sono oberato di lavoro.

    Ma tu ascolti solo con le cuffie?

    Purtroppo non posso avere un impianto tradizionale, i vicini (padroni di casa) mi manderebbero via in 3 secondi!

    O forse è una fortuna per il portafoglio!

    Comunque sono contento anche cosi, mi godo la mia musica "privatamente" sunny


    _________________
    In vendita Beta 22 Full balanced (by Aldone/Alota)
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t24662-rn-vendo-beta-22-bilanciato-by-aldone-alota

    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 12013
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Scooterista)

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  carloc on Thu Oct 18, 2012 3:34 pm

    landscape1 wrote:Buongiorno a tutti
    è la prima volta che posto qui
    ...............

    Benvenuto nel Gazebo.

    Cortesemente, inserisci un avatar nel tuo profilo.

    Carlo


    _________________
    Rem tene verba sequentur

    gciraso
    Moderatore strizzacervelli

    Numero di messaggi : 3610
    Data d'iscrizione : 2013-06-06
    Età : 61
    Località : Padova

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  gciraso on Wed Sep 04, 2013 10:12 pm

    Da ottobre fermi? Nessuna nuova?

    alan1
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 45
    Data d'iscrizione : 2012-05-28
    Località : Rimini

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  alan1 on Thu Sep 05, 2013 11:44 am

    gciraso wrote:Da ottobre fermi? Nessuna nuova?
    Qualcosa si, su 2 prodotti molto interessanti, Analog MSB e Young M2tech,
    ma ora sono in vacanza, fra una decina di giorni.


    _________________
    Ciao

    Flavio

    alan1
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 45
    Data d'iscrizione : 2012-05-28
    Località : Rimini

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  alan1 on Sat Sep 21, 2013 3:09 pm

    Aggiunti al post 3:
    -MSB PLatinum Plus
    -MSB Analog
    -M2tech Young (di cui potete leggere di più qui: http://forum.videohifi.com/discussion/332488/prova-finale-m2tech-young#Item_7 )


    _________________
    Ciao

    Flavio

    Ospite
    Guest

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  Ospite on Thu May 01, 2014 6:25 pm

    I dac Audio Note utilizzano una configurazione originale, ovvero un convertitore di tipo R-2R Iout collegato a dei trasformatori che si occupano della conversione I/V seguiti da uno stadio di uscita a valvole. Questa configurazione permette di eliminare il filtro analogico e gli op amp ritenuti responsabili di peggiorare la qualità del segnale."La qualità del segnale in uscita da un chip convertitore DAC è molto alta, ma viene deturpata di solito dallo stadio di uscita analogico mal progettato. ndr (Poiché i migliori DA converter presentano un'uscita in corrente, lo stadio di uscita in genere prevede una architettura a due stadi dei quali il primo è un convertitore corrente tensione realizzato con un operazionale mentre il secondo svolge sia compiti di filtraggio che di amplificazione del segnale. Il secondo stadio può essere realizzato o a componenti discreti o con un operazionale e si basa generalmente (praticamente sempre) sull'uso della tecnica della reazione."
    In più AN utilizza la tenica del zero oversampling.
    Ho trovato solo Lector e Audiomeca che fanno delle cose simili.
    La sowter ha progettato due tipi di trasformatori denominati DAC Interface Transformer http://www.sowter.co.uk/specs/9762.htm
    http://www.sowter.co.uk/specs/8347.htm
    Analog device
    http://www.analog.com/static/imported-files/application_notes/AN_912.pdf

    Per quanto riguarda i convertitori DAC mi risulta che le macchine top tipo MSB, DCS, EMM e oppo utilizzano dac proprietari che lavorano con segnale DSD convertito in pcm. Tutti gli altri invece nei casi più felici utilizzano Burr Brown, Analog Device ecc di tipo R-2R con uscita in corrente. http://www.jitter.de/pdfextern/DesignSem5.pdfIl migliore dac 24 bit mai realizzato è il PCM1704. Il DAC M2techyoung utilizza un PCM1795 che è una sua riedizione a 32 Bit. Dicono però che per l'ascolto del formato cd il PCM1704 sia ancora il migliore.
    La qualità del convertitore utilizzato è importante (a questo link c'è la lista dei dac e delle meccaniche utilizzate dai principali produttori di cdp e dachttp://vasiltech.nm.ru/CD-Player-DAC-Transport.htm) e di tutto ciò che gli sta intorno come l'alimentazione, clock, lo stadio di uscita, e i collegamenti esterni. Il carattere invece da cosa dipende? Per esempio la Naim utilizza ottimi convertitori e ottime alimentazioni ma il suono ha come dice Flavio un impostazione monitor, non è dunque neutrale o fedele al'originale,ma presenta delle colorazioni più bassi, minor ambienza, il suono proiettato in avanti ecc è questo che gli audiofili definiscono suono musicale, analogico ecc ecc 

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5712
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  phaeton on Thu May 01, 2014 7:41 pm

    mirach wrote:I dac Audio Note utilizzano una configurazione originale, ovvero un convertitore di tipo R-2R Iout collegato a dei trasformatori che si occupano della conversione I/V seguiti da uno stadio di uscita a valvole. Questa configurazione permette di eliminare il filtro analogico e gli op amp ritenuti responsabili di peggiorare la qualità del segnale."La qualità del segnale in uscita da un chip convertitore DAC è molto alta, ma viene deturpata di solito dallo stadio di uscita analogico mal progettato. ndr (Poiché i migliori DA converter presentano un'uscita in corrente, lo stadio di uscita in genere prevede una architettura a due stadi dei quali il primo è un convertitore corrente tensione realizzato con un operazionale mentre il secondo svolge sia compiti di filtraggio che di amplificazione del segnale. Il secondo stadio può essere realizzato o a componenti discreti o con un operazionale e si basa generalmente (praticamente sempre) sull'uso della tecnica della reazione."
    In più AN utilizza la tenica del zero oversampling.
    Ho trovato solo Lector e Audiomeca che fanno delle cose simili.
    La sowter ha progettato due tipi di trasformatori denominati DAC Interface Transformer http://www.sowter.co.uk/specs/9762.htm
    http://www.sowter.co.uk/specs/8347.htm
    Analog device
    http://www.analog.com/static/imported-files/application_notes/AN_912.pdf

    Per quanto riguarda i convertitori DAC mi risulta che le macchine top tipo MSB, DCS, EMM e oppo utilizzano dac proprietari che lavorano con segnale DSD convertito in pcm. Tutti gli altri invece nei casi più felici utilizzano Burr Brown, Analog Device ecc di tipo R-2R con uscita in corrente. http://www.jitter.de/pdfextern/DesignSem5.pdfIl migliore dac 24 bit mai realizzato è il PCM1704. Il DAC M2techyoung utilizza un PCM1795 che è una sua riedizione a 32 Bit. Dicono però che per l'ascolto del formato cd il PCM1704 sia ancora il migliore.
    La qualità del convertitore utilizzato è importante (a questo link c'è la lista dei dac e delle meccaniche utilizzate dai principali produttori di cdp e dachttp://vasiltech.nm.ru/CD-Player-DAC-Transport.htm) e di tutto ciò che gli sta intorno come l'alimentazione, clock, lo stadio di uscita, e i collegamenti esterni. Il carattere invece da cosa dipende? Per esempio la Naim utilizza ottimi convertitori e ottime alimentazioni ma il suono ha come dice Flavio un impostazione monitor, non è dunque neutrale o fedele al'originale,ma presenta delle colorazioni più bassi, minor ambienza, il suono proiettato in avanti ecc è questo che gli audiofili definiscono suono musicale, analogico ecc ecc 

    ...aemh....un po' di commenti....

    la I/V con trafi e' usata da diverso temp da alcuni produttori (vedi qui ad esempio http://www.nekoaudio.com/) ma sono veramente pochissimi, il motivo e' che ha alcuni pregi ma anche molti difetti, e se implementata bene e' molto costosa. a parita' di costo si possono progettare circuiti classici molto piu' performanti.

    che intendi con "segnale DSD convertito in pcm"?? dei dac citati, il solo MSB trasforma tutti gli ingressi in PCM e poi converte con un dac r2r proprietario. EMM porta tutto in dsd puro e converte con un sigmadelta monobit proprietario, cosi' come i Playback Design e i Meitner. DcS porta tutto in sigmadelta multibit e converte con il suo ringdac a 5 bit proprietario. Oppo non ha un convertitore proprietario ma usa chip dac commerciali, come ad esempio il Sabre, che convertono con un sigmadelta mutlibit.

    TUTTI gli attuali chip dac per uso audio (a parte il PCM1704, che e' l'ultima evoluzione di un vecchio progetto) sono dei sigmadelta multibit. fanno parziale eccezione i chip dac TI della serie 179x che usano una conversione mista pcm+sigmadelta chiamata "Advanced Segment". in particolare il 1795 dello Young NON e' una assolutamente una "riedizione a 32 Bit" del 1704, ha una architettura completamente differente. nello specifico, la stessa TI consiglia di non usare il 1704 (http://www.ti.com/product/pcm1704). il motivo e' che la conversione pcm comporta diversi problemi di non linerita' a bassi livelli e di dinamica non eccelsa, a meno di non implementare soluzioni molto costose.

    quindi a parte MSB (e alcuni altri picollissimi costruttori) e chi ancora usa il suddetto 1704, TUTTI gli altri dac in commercio usano una qualche forma di sigmadelta, chi con convertitori proprietari chi con chip commerciali.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    Ospite
    Guest

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  Ospite on Thu May 01, 2014 7:55 pm

    phaeton wrote:

    ...aemh....un po' di commenti....

    la I/V con trafi e' usata da diverso temp da alcuni produttori (vedi qui ad esempio http://www.nekoaudio.com/) ma sono veramente pochissimi, il motivo e' che ha alcuni pregi ma anche molti difetti, e se implementata bene e' molto costosa. a parita' di costo si possono progettare circuiti classici molto piu' performanti.

    che intendi con "segnale DSD convertito in pcm"?? dei dac citati, il solo MSB trasforma tutti gli ingressi in PCM e poi converte con un dac r2r proprietario. EMM porta tutto in dsd puro e converte con un sigmadelta monobit proprietario, cosi' come i Playback Design e i Meitner. DcS porta tutto in sigmadelta multibit e converte con il suo ringdac a 5 bit proprietario. Oppo non ha un convertitore proprietario ma usa chip dac commerciali, come ad esempio il Sabre, che convertono con un sigmadelta mutlibit.

    TUTTI gli attuali chip dac per uso audio (a parte il PCM1704, che e' l'ultima evoluzione di un vecchio progetto) sono dei sigmadelta multibit. fanno parziale eccezione i chip dac TI della serie 179x che usano una conversione mista pcm+sigmadelta chiamata "Advanced Segment". in particolare il 1795 dello Young NON e' una assolutamente una "riedizione a 32 Bit" del 1704, ha una architettura completamente differente. nello specifico, la stessa TI consiglia di non usare il 1704 (http://www.ti.com/product/pcm1704). il motivo e' che la conversione pcm comporta diversi problemi di non linerita' a bassi livelli e di dinamica non eccelsa, a meno di non implementare soluzioni molto costose.

    quindi a parte MSB (e alcuni altri picollissimi costruttori) e chi ancora usa il suddetto 1704, TUTTI gli altri dac in commercio usano una qualche forma di sigmadelta, chi con convertitori proprietari chi con chip commerciali.

    Grazie delle info, dunque mi pare di aver capito che ha ancora senso cercare un lettore cd con il 1704 se non si usa l'alta definizione. Per caso sai che convertitore veniva usato nell'oppo DV980H?
    Ps il link non funzia

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5712
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Caratteristiche dei Dac

    Post  phaeton on Fri May 02, 2014 9:40 am

    mirach wrote:

    Grazie delle info, dunque mi pare di aver capito che ha ancora senso cercare un lettore cd con il 1704 se non si usa l'alta definizione. Per caso sai che convertitore veniva usato nell'oppo DV980H?
    Ps il link non funzia

    l'HD c'entra relativamente con il discorso pcm o sigmadelta.... il 1704 se ben implementato arriva tranquillamente a 24b/96k

    il punto e' proprio la "tipicita'" (intesa in senso sonoro) della riproduzione, infatti a prescindere da quello che molti pensano, il chip dac incide molto sul tipo di suono... il problema semmai e' che (come anche dice la nota di AN che hai riportato) a valle del chip dac c'e' una tale "pochezza" che il tutto viene standardizzato al ribasso (parlo in generale s'intende.... ci sono ovviamente molte eccezioni). in questo senso e' del tutto vero che la "sonorita'" viene data dai circuiti a valle del chip dac, ma non perche' quest'ultimo non sia importante, semplicemente perche' il resto non e' all'altezza e appiattisce tutto....

    l'Oppo 980H e' un progetto molto economico, ed essendo principalmente un lettore video usa una architettura estremamente semplificata per l'audio basata su un Cirrus Logic CS4361 (un convertitore specifico per audio multichannel di fascia bassa), che e' un normale sigmadelta multibit http://www.cirrus.com/en/products/cs4361.html

    questi i link che ho riportato nell'altro msg... fungono entrambi...
    http://www.ti.com/product/pcm1704
    http://www.nekoaudio.com


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 11:59 am