Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
ADO 2012 - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    ADO 2012

    Share

    ado
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 107
    Data d'iscrizione : 2010-11-28

    Re: ADO 2012

    Post  ado on Tue Nov 20, 2012 7:41 pm

    Telstar wrote:Bellissima realizzazione. Usi un servo o la DC è minima/basta un trimmer?
    Se mi manderesti lo schema, sarebbe cosa gradita, ma se vuoi tenerlo riservato non c'è problema.
    Come filosofia si avvicina molto a quello che uso io attualmente ("ibrido" tra Kumisa III e CK2III, in rete trovi gli schemi).

    Quali finali hai provato e quali hai scelto?

    Ciao Telstar!

    ...oggi l'ho anche "piedinato", (ed è più figo! sunny )

    nessun servo DC e nessun trimmer;
    la circuitazione è tesa al minimalismo

    il tuo ampli è di tutt'altra filosofia; tesa più alla stabilità dei parametri statici, mediante diverse compensazioni anche dinamiche;

    nessuna critica ad ogni progettista;
    quel che conta è la qualità di riproduzione in cuffia

    ed io penso che il segnale da trattare debba attraversa il minor numero di giunzioni (semiconduttori) possibile;
    il gain necessario per le cuffie è piuttosto modesto, e questo è un vantaggio; tutto il resto è improntato su un "equilibrio funzionale";
    ricercato attraverso il meticoloso accoppiamento dei componenti

    i BJT finali sono della famiglia 2N3439-5415 Motorola in case metallico TO39, ...da accoppiare per beta identico

    ---
    Dom

    Lo Zio
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 369
    Data d'iscrizione : 2010-04-29

    Re: ADO 2012

    Post  Lo Zio on Tue Nov 20, 2012 7:42 pm

    ado wrote:

    non sono trasformatori;
    a)sono due relè reed blindati a doppia ampolla, per l'iserimento ritardato delle uscite

    b)i due condensatori rossi sono Itecond 4.700/100 AYX-HR a bassissima Ri e costituiscono "il riferimento" di alimentazione, disaccoppiato dallo stabilizzatore, a sua volta con doppia cella di caduta e disaccoppiamento dal trasformatore;
    la seconda coppia di RCA sul pannello posteriore rendo l'uscita "pre-out"

    ---
    Dom
    a) Sbaglio o è un' innovazione? Come mai ne hai sentito il bisogno? Nell' esemplare che mi hai fatto provare non ho riscontrato problemi di bump all' accensione.

    b)Mi spiegheresti meglio come hai disaccoppiato le varie sezioni dell' alimentazione? Cosa sono le due celle di caduta? Lo stabilizzatore è sempre il medesimo?

    PS: complimenti come sempre per bellezza e distribuzione interna.

    Lo Zio
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 369
    Data d'iscrizione : 2010-04-29

    Re: ADO 2012

    Post  Lo Zio on Tue Nov 20, 2012 7:43 pm

    ado wrote:

    qualche dato tecnico e di misure:

    stadio di ingresso e separatore a JFET
    stadio di uscita a simmetria complementare a BJT
    classe A anche per lo stadio di uscita
    nessuna controreazione globale

    banda passante a -1dB: 8Hz > 100KHz
    guadagno in tensione: 4,5
    impedenza di ingresso: 100 KOhm
    rumore di fondo: non si avverte alcuna differenza in cuffia tra spento ed acceso

    la potenza massima (rms) per canale prima del clipping è intorno ai 200mW da 100 a 300 Ohm e di circa 100 mW a 600 Ohm ed a 30 Ohm---
    Dom

    Sino a dove in classe a?

    Telstar
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 162
    Data d'iscrizione : 2012-04-16

    Re: ADO 2012

    Post  Telstar on Tue Nov 20, 2012 7:56 pm

    Grazie per la risposta. :)

    ado wrote:ed io penso che il segnale da trattare debba attraversa il minor numero di giunzioni (semiconduttori) possibile;

    Ma io sono daccordo con te :)
    Solo che non ho le capacità per partire da zero come hai fatto tu.

    il gain necessario per le cuffie è piuttosto modesto, e questo è un vantaggio; tutto il resto è improntato su un "equilibrio funzionale";
    ricercato attraverso il meticoloso accoppiamento dei componenti

    Si, è necessario matchare bene quando non ci sono compensazioni.

    i BJT finali sono della famiglia 2N3439-5415 Motorola in case metallico TO39, ...da accoppiare per beta identico

    Non li conosco, mi vado a guardare i datasheet.

    ado
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 107
    Data d'iscrizione : 2010-11-28
    Località : Taranto

    Re: ADO 2012

    Post  ado on Tue Nov 20, 2012 9:21 pm

    Lo Zio wrote:

    Sino a dove in classe a?

    Guido caro!

    in classe A fino alla erogazione della corrente massima sul carico di impedenza più bassa, ovvero i 30 Ohm;
    perciò ho riportato "circa 100 mW su 30 Ohm"

    ---

    la connessione ritardata delle uscite è uno scrupolo di perfezionismo;
    un piccolo impulso all'accensione c'era.

    riguardo il disaccoppiamento nell'alimentazione, attraverso una prima caduta di tensione (p-greco RC) prima dello stabilizzatore ed una seconda cella dopo con gli Itelcond (a caduta costante, grazie alla classe A) ottengo una eccellente pulizia (anche quello che tu testasti era bello silenzioso eh..?).

    ---


    Telstar
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 162
    Data d'iscrizione : 2012-04-16

    Re: ADO 2012

    Post  Telstar on Wed Nov 21, 2012 4:56 pm

    i BJT finali sono della famiglia 2N3439-5415 Motorola in case metallico TO39, ...da accoppiare per beta identico

    Ho trovato i datasheet motorola (non facile sono clonati a destra e manca). Molto bello il 3439 ma il complemento ha una Cob molto più alta, peccato.
    Non sarà stato facile matchare per hfe. Mi tenta un quasi con almeno 6 pezzi per canale... :)

    ado
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 107
    Data d'iscrizione : 2010-11-28
    Località : Taranto

    Re: ADO 2012

    Post  ado on Fri Nov 23, 2012 11:26 am

    axellone wrote: applausi
    Ciao Ado! Complimenti per la tua ultima creatura, ma ha ragione Massimiliano, quand'è che ti cimenti con la realizzazione di un ampli per elettrostatiche?
    Ora però dicci le tue di impressioni, come suona?
    cheers

    Enrico (e Massimiliano), non dispongo di una elettrostatica di qualità;

    per analisi e sperimentazione bisogna che si offra un... collaboratore prestatore Rolling Eyes

    per ora, ad acquistare una 507 o una 009 non ci penso

    Ciao!
    Dom

    faber75
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 61
    Data d'iscrizione : 2012-03-09

    Re: ADO 2012

    Post  faber75 on Thu Nov 29, 2012 12:47 pm

    Ciao Ado, con le hd 800 hai fatto prove?

    grazie

    ado
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 107
    Data d'iscrizione : 2010-11-28
    Località : Taranto

    Re: ADO 2012

    Post  ado on Thu Nov 29, 2012 9:22 pm

    faber75 wrote:Ciao Ado, con le hd 800 hai fatto prove?

    grazie

    Si,
    ho avuto per alcuni giorni la HD800, prestatami da un caro amico, per testare il mio ampli con quella cuffia;

    restai piuttosto impressionato dalla capacità di "reggere" una dinamica notevolissima, senza alcun accenno di "saturazione" dei trasduttori né di affaticamento o fastidio uditivo, pur a pressioni di ascolto... esagerate;

    ricordo una focalizzazzione fermissima della riproduzione; millimetrica; sul piano orizzontale, verticale e di profondità;

    la riproduzione restituiva la precisa musicalità dell’esecuzione; senza "arrotondamenti tendenziali" nè asprezza.

    Insomma si è rivelata una ottima e godibilissima combinazione.

    Ciao
    ---
    Dom

    faber75
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 61
    Data d'iscrizione : 2012-03-09

    Re: ADO 2012

    Post  faber75 on Fri Nov 30, 2012 3:44 pm

    ado wrote:

    Si,
    ho avuto per alcuni giorni la HD800, prestatami da un caro amico, per testare il mio ampli con quella cuffia;

    restai piuttosto impressionato dalla capacità di "reggere" una dinamica notevolissima, senza alcun accenno di "saturazione" dei trasduttori né di affaticamento o fastidio uditivo, pur a pressioni di ascolto... esagerate;

    ricordo una focalizzazzione fermissima della riproduzione; millimetrica; sul piano orizzontale, verticale e di profondità;

    la riproduzione restituiva la precisa musicalità dell’esecuzione; senza "arrotondamenti tendenziali" nè asprezza.

    Insomma si è rivelata una ottima e godibilissima combinazione.

    Ciao
    ---
    Dom

    interessante, grazie!

      Current date/time is Sun Dec 11, 2016 10:59 am