Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Share

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  Mr. wlg on Wed Nov 28, 2012 4:50 pm

    Geronimo wrote:Il Maestro CD 24/192 prima versione provato su Suono n.386 montava una meccanica Teac CD 552E


    http://teac-ipd.com/resources/print/cd-552e/52X_CDROM.pdf

    http://teac-ipd.com/data-storage/slim-and-desktop-cd-rom-drives/564-2/

    Incredibile


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    faber75
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 61
    Data d'iscrizione : 2012-03-09

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  faber75 on Wed Nov 28, 2012 5:57 pm

    Mr. wlg wrote:

    Incredibile

    geronimo grazie per info

    @ Mr Wlg: ciao, cosa ti stupisce? sunny

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  aircooled on Wed Nov 28, 2012 6:03 pm

    la mecca teac


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  Mr. wlg on Wed Nov 28, 2012 6:33 pm

    faber75 wrote:

    @ Mr Wlg: ciao, cosa ti stupisce? sunny

    Mi stupisce il fatto che in un lettore di pregio come questo ci sia una meccanica di un PC

    Per metterla sarà sicuramente buona, non discuto, ma sinceramente non mi piace

    E se fosse così buona perchè anche gli altri Brand non la utilizzano?

    Sarà una questione di ottica ma non la digerisco
    poi come se ne è parlato altre volte di questa cosa in altri 3D, ne sono nate discussioni varie(pacifiche senza BAN) di chi dice che sono ottime e chi dice sono Neutral , chi dice che l'occhio vuole la sua parte e chi dice la meccanica da PC fa Neutral

    Vabbè... a me non piace
    Da un Brand così blasonato voglio di più
    e per questo fatto non l'ho comperato anche se ci ho sofferto molto


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  Mr. wlg on Wed Nov 28, 2012 6:33 pm

    aircooled wrote:la mecca teac


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  Geronimo on Wed Nov 28, 2012 6:49 pm

    Mr. wlg wrote:
    Mi stupisce il fatto che in un lettore di pregio come questo ci sia una meccanica di un PC

    Quel tipo di meccanica, per essere esatti la Teac CD 5010 specifica per uso audio e montata nei CD Audio-Analogue più recenti e negli Unison-Research, viene utilizzata anche sui lettori CD broadcast Tascam dove l'affidabilità e la durata nel tempo sono fattori imprescindibili: ai professionisti non piace perdere soldi


    http://www.tascam.eu/it/cd-9010.html#feat


    Sia chiaro che non voglio convincerti , ognuno è ovviamente libero di vederla come meglio crede sunny , ho solamente completato il quadro rispetto a quanto detto sul forum in merito a tali meccaniche




    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  aircooled on Wed Nov 28, 2012 6:53 pm

    un momento se dir si deve che tutto si dica

    la mecca in questione è stata messa a punto per uso audio dalla TEAC con la collaborazione diretta di Audio Analogue, tant'è che se prendete la stessa mecca in giro per il mondo o anche la stessa mecca usata da altri brand e la piazzate sotto un AA non avrete le stesse prestazioni, poi che non piaccia è altra cosa, fatto sta che quella mecca non produce errori di lettura, cosa si possa chiedere di più nun so, fate vobis


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  aircooled on Wed Nov 28, 2012 7:00 pm

    Gero pensa che succederebbe a presentarsi a casa di MR con un super cd come questo

    nella migliore delle ipotesi ci frulla dalla finestra insieme al CD


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  Geronimo on Wed Nov 28, 2012 7:36 pm

    aircooled wrote:..... cosa si possa chiedere di più nun so, fate vobis

    Un cassettino di metallo? Ce l'ha pure l'Onkyo da 500 euro

    Non serve a niente ma fa scena


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    faber75
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 61
    Data d'iscrizione : 2012-03-09

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  faber75 on Thu Nov 29, 2012 8:30 am

    Intendiamoci, ho avuto modo di ascoltare il Maestro qualche giorno fa e mi è piaciuto molto. Poi è comprensibile che in un lettore che costa come due stipendi ci sia una meccanica da 30 dollari posso suscitare qualche perplessità...

    non sono un superesperto ne' un supertecnico ma ho la sensazione che in realtà la meccanica di lettura, sebbene debba sostanzialmente leggere senza errori, in realtà abbia una forte influenza sulla resa sonora finale.

    Lo stesso dac, collegato a meccaniche diverse, suona diversamente.

    Per quanto mi riguarda credo che andro' nella direzione di avere una buona meccanica, che faccia solamente da transport, a cui abbinare uno (o più Rolling Eyes ) DAC, ma credo che in casa AA non ci sia niente in questo senso vero?


    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8295
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  Luca58 on Thu Nov 29, 2012 9:37 am

    faber75 wrote:Lo stesso dac, collegato a meccaniche diverse, suona diversamente.

    Hai un link per questa prova?


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  Cricetone on Thu Nov 29, 2012 10:06 am

    faber75 wrote:Intendiamoci, ho avuto modo di ascoltare il Maestro qualche giorno fa e mi è piaciuto molto. Poi è comprensibile che in un lettore che costa come due stipendi ci sia una meccanica da 30 dollari posso suscitare qualche perplessità...

    non sono un superesperto ne' un supertecnico ma ho la sensazione che in realtà la meccanica di lettura, sebbene debba sostanzialmente leggere senza errori, in realtà abbia una forte influenza sulla resa sonora finale.

    Lo stesso dac, collegato a meccaniche diverse, suona diversamente.

    Per quanto mi riguarda credo che andro' nella direzione di avere una buona meccanica, che faccia solamente da transport, a cui abbinare uno (o più Rolling Eyes ) DAC, ma credo che in casa AA non ci sia niente in questo senso vero?

    ma credi che le meccaniche quanto costino in genere?Cerca su ebay i prezzi e gia ridimensionerai il fattore prezzo...e poi ti ssicuro che in prodotti che costano 20 stipendi ci trovi davvero roba di quarta serie,visto che ci son marche che spendono 4euro per una sola resistenza,ed altre che con 5euro ti fanno mezzo circuito e poi ti chiedono 20mila euro.Poi preferisci una philips inaffidabile e che se si rompe non trovi i ricambi?le tanto decantate philips in metallo hanno i meccanismi fatti di plastica e lamierina non credere,fuori è massiccia,il meccanismo è merdoso alla pari se non peggio delle meccaniche dei dvd da trenta euro
    la qualità di una meccanica a cui ti riferisci è quella dell'alimentazione,altrimenti anche i dvd con alimentazione switching andrebbero benissimo come meccanica.
    hai mai provato a smontare una meccanica da pc?senza la copertura metallica la confonderesti con una meccanica audio

    qua alcune meccaniche smontate:
    http://www.hifishock.org/index.php?/category/2823


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    faber75
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 61
    Data d'iscrizione : 2012-03-09

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  faber75 on Thu Nov 29, 2012 10:15 am

    Luca58 wrote:

    Hai un link per questa prova?

    Un link a cosa? santa

    Scusate per cone ho posto l'affermazione sembrerebbe una verita' assoluta ma non era questa l'intenzione.

    Anzi sull'argomento apprezzerei anche la vs opinione.

    Ho avuto modo di provare da un rivenditore un dac north star con due meccaniche diverse (una wadia ed una teac) e la sensazione che abbiamo riscontrato e' stata quella di una resa sonora diversa

    Nella mia catena il mio dac collegato in digitale al mio cdp yba ed ad un sony di una decina d'anni fa suona diversamente.

    Psicoacustica (probabile) oppure altri hanno riscontrato differenze fra diverse meccaniche?

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  Mr. wlg on Thu Nov 29, 2012 10:19 am

    Geronimo wrote:

    Sia chiaro che non voglio convincerti , ognuno è ovviamente libero di vederla come meglio crede sunny , ho solamente completato il quadro rispetto a quanto detto sul forum in merito a tali meccaniche



    Vai tranquillo, lo so che non vuoi convincere nessuno
    Quando si parla e si discute con buon senso è bello e ti ringrazio della tua risposta con tanto di link


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  aircooled on Thu Nov 29, 2012 11:09 am

    mmmmmmmmmmm............. meccaniche che suonano in modo diverso, mmmmmmmmmmm..... certo, lo strano sarebbe se cosi non fosse però e si ogni tanto insiste il solito però ciò purtroppo non è dovuto come nel credo popolare alla meccanica intesa come puro meccanismo di lettura che conta quanto il 2 di fiori quando briscola è cuori purtroppo la meccanica digitale è appunto digitale e non analogica, ma vedaimo di fare un esempio un poco più pregnate, se prendiamo la super mecca top della TEAC che pesa da sola qualche kg ed è considerata la migliore punto e basta gli facciamo un software da pc e gli facciamo girare un programma ci accorgiamo che il programma non gira questo perchè produce talmente tanti errori da non poter funzionare, ovvero produce gli stessi errori di lettura di una Philips cinese da 3 dollari, ma allora cosa conta in una mecca? semplicemente il software di controllo e l'elettronica che gli sta attorno che si occupa di trattare e trasferire i segnali fino al DAC, questo è il segreto di qualunque mecca qualunque sia il tipo o il brand che porta, chi vuole smentire è padrone di farlo, però non con i soliti discorsi fuffatori, come chiedo da anni per non dire da decenni mi posti un link di una prova in batteria di sole meccaniche messe a confronto, non di meccaniche di lettura complete, ma proprio di pure meccaniche condite con la solita elettronica di controllo in modo da vedere i diversi risultati

    poi ci sarebbe da parlare di software, come già detto la mecca che monta il Maestro ha un software proprietario che ne aumenta le prestazioni in maniera tangibile, e qua a fare una prova si fa presto, in 10 minuti si cambia mecca con una identica presa dall'ortolano sotto casa e si prova, poi volendo si fa girare un programmino che rileva gli errori di lettura e si confronta con le meglio mecca in commercio e vediamo cosa ne viene fuori, il digitale purtroppo non è l'analogico dove si può inventare ciò che si vuole o costruire fuffa e spacciarla con successo a cifre folli, tanto per capirsi, il Goldmund produceva gira da decine di milioni accatastati uno sull'altro, questo era il top





    montava un braccio Goldmund tangenziale iper sofisticato e costoso, perchè tangenziale? perche doveva eliminare gli errori di lettura leggendo il disco nello stesso modo in cui veniva inciso dal tornio, in teoria tutto perfetto, per il portafoglio pure, per l'estetica che poi in HIFI è il fattore più importante anche se nussuno ha il coraggio di ammetterlo niente da dire, stupendo, peccato che il braccio meccanizzato correggeva l'errore di lettura solo ad errore avvenuto, questo perche il controllo può intervenire solo quando registra un errore, però ragazzi dal vero era un spettacolo per gli occhi, però ad air non bastava e allora spendendo un sesto mi ero accattato IL gira, certo molto più dimesso e per niente spettacolare, era pure piccoletto, ma nessuno era in grado di estrarre informazioni come lui, e tutto era basato sulla tecnica altro che estetica e menate varie, prestazioni pure punto e basta

    eccolo e non chiedete il mone non vi sarà dato



    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  Mr. wlg on Thu Nov 29, 2012 11:19 am

    Apperò sunny

    Che belli quei gira Rolling Eyes


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  aircooled on Thu Nov 29, 2012 11:23 am

    tornando al digitale..... da giovine non avendo dindi da buttare stavo molto attento alle scelte da fare, avendo bisogno di una mecca di lettura individuai 2 pezzi della TEAC che già allora era considerata la migliore, la mecca era stupenda ma costava quasi 4 milioni di lirette e non li avevo, allora sfrugolando mi accorsi che il lettore da una milionata e 700 mila lire montava la stessa identica mecca dell'altra, cazzo mi dissi il gioco è fatto,m prendo quello e lo uso come semplice mecca e risparmio un casino avendo le stesse prestazioni l'inculata che presi ancora mi brucia, faceva letteralmente cagare, non ci fu storie mi tocco frugarmi per prendere la stessa mecca ma che però suonava


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  aircooled on Thu Nov 29, 2012 11:25 am

    Mr. wlg wrote: Apperò

    Che belli quei gira
    vedi che ho ragione l'estetica acceca uno dei 2 ha una caratteristica unica che è talmente in vista che anche un cieco potrebbe vedere, ma l'estetica passa avanti a tutto


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  Mr. wlg on Thu Nov 29, 2012 11:45 am

    Si, senza dubbio è vero quello che dici, anche il Mitico Vissani dice che prima si mangia con gli occhi e poi con la bocca

    Però quei gira mi piacciono Rolling Eyes e con quei bracci non credo che siano solo belli a vedere


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    faber75
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 61
    Data d'iscrizione : 2012-03-09

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  faber75 on Thu Nov 29, 2012 12:19 pm

    aircooled wrote:tornando al digitale..... da giovine non avendo dindi da buttare stavo molto attento alle scelte da fare, avendo bisogno di una mecca di lettura individuai 2 pezzi della TEAC che già allora era considerata la migliore, la mecca era stupenda ma costava quasi 4 milioni di lirette e non li avevo, allora sfrugolando mi accorsi che il lettore da una milionata e 700 mila lire montava la stessa identica mecca dell'altra, cazzo mi dissi il gioco è fatto,m prendo quello e lo uso come semplice mecca e risparmio un casino avendo le stesse prestazioni l'inculata che presi ancora mi brucia, faceva letteralmente cagare, non ci fu storie mi tocco frugarmi per prendere la stessa mecca ma che però suonava

    grazie air, mi stavo incartando... erg

    in realtà quando parlo di "meccanica" non intendo solo lo sportellino dove si mette il cd e il laser, ma tutto "l'elemento" che legge il segnale dal cd e lo porta al dac (sarebbe piu' corretto forse dire cd transport?)

    ecco volevo quindi dire che cambiando il "cd transport", a parità di dac, il risultato sonoro cambia (in meglio o in peggio non lo so, ma cambia).

    se mi addentro ancora in argomenti tecnici, bannatemi sunny


    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  aircooled on Thu Nov 29, 2012 1:49 pm

    è la regola che succeda, sarebbe strano il contrario ma ciò non è dovuto al sistema di lettura


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  Cricetone on Thu Nov 29, 2012 3:52 pm

    aircooled wrote:vedi che ho ragione l'estetica acceca uno dei 2 ha una caratteristica unica che è talmente in vista che anche un cieco potrebbe vedere, ma l'estetica passa avanti a tutto
    non ci capisco nulla di nulla di gira,però osservando bene credo che la differenza tra il goldmund ed il pincopallo che non conosco sia nel fatto che il braccio del goldmund scorre su un meccanismo rigido e rischia di saltare i solchi piu profondi del disco,l'altro invece ha il braccio su un supporto leggermente molleggiante e quindi si adatta ai solchi leggendoli tutti perfettamente. ci ho preso?


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    faber75
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 61
    Data d'iscrizione : 2012-03-09

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  faber75 on Thu Nov 29, 2012 4:15 pm

    Cricetone wrote:ma credi che le meccaniche quanto costino in genere?Cerca su ebay i prezzi e gia ridimensionerai il fattore prezzo...e poi ti ssicuro che in prodotti che costano 20 stipendi ci trovi davvero roba di quarta serie,visto che ci son marche che spendono 4euro per una sola resistenza,ed altre che con 5euro ti fanno mezzo circuito e poi ti chiedono 20mila euro.Poi preferisci una philips inaffidabile e che se si rompe non trovi i ricambi?le tanto decantate philips in metallo hanno i meccanismi fatti di plastica e lamierina non credere,fuori è massiccia,il meccanismo è merdoso alla pari se non peggio delle meccaniche dei dvd da trenta euro
    la qualità di una meccanica a cui ti riferisci è quella dell'alimentazione,altrimenti anche i dvd con alimentazione switching andrebbero benissimo come meccanica.
    hai mai provato a smontare una meccanica da pc?senza la copertura metallica la confonderesti con una meccanica audio

    qua alcune meccaniche smontate:
    http://www.hifishock.org/index.php?/category/2823

    Dimenticavo, grazie per le info e complimenti per il sito applausi

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  aircooled on Thu Nov 29, 2012 4:35 pm

    Cricetone wrote:
    aircooled wrote:vedi che ho ragione l'estetica acceca uno dei 2 ha una caratteristica unica che è talmente in vista che anche un cieco potrebbe vedere, ma l'estetica passa avanti a tutto
    non ci capisco nulla di nulla di gira,però osservando bene credo che la differenza tra il goldmund ed il pincopallo che non conosco sia nel fatto che il braccio del goldmund scorre su un meccanismo rigido e rischia di saltare i solchi piu profondi del disco,l'altro invece ha il braccio su un supporto leggermente molleggiante e quindi si adatta ai solchi leggendoli tutti perfettamente. ci ho preso?
    no non ci hai preso, il pincopallo è su aria, comunque di segreti ne ha tanti ma quello più vistoso è che non ha il braccio, la conchiglia è diretta sul supporto dove scorre, non avendo braccio ha eliminato tutti i problemi connessi allo stesso


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Perplessità sulle meccaniche CD di origine informatica

    Post  Cricetone on Thu Nov 29, 2012 4:46 pm

    Trovatemi le differenze...secondo me è molto piu massiccio il masterizzatore che le decantate cdpro e vrds...


    PHILIPS CD PRO


    TEAC VRDS


    TEAC VECCHIO MASTERIZZATORE CD


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 9:27 pm