Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Share

    hr
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 557
    Data d'iscrizione : 2010-01-26

    Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  hr on Tue Dec 11, 2012 3:18 pm

    http://www.ultrahighendreview.com/uploads/documents/magico_q7.pdf


    _________________
    Ciao & Enjoy the Music!
    Rocco

    "Ich denke nur Musik - J. Brahms"

    Ospite
    Guest

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  Ospite on Wed Dec 12, 2012 1:33 am

    Io le ho ascoltate più volte e con attenzione, al TAV... ed avevo anche un Analizzatore di Spettro in mano, che mi ha fatto comprendere molte cose (ed alcune le ho già postate).

    Qui non mi permetto di aggiungere altro...

    (Ma nei prossimi giorni dedicherò ai cultori di questi catafalchi una simpatica sorpresa...)

    Ne riparliamo.

    Saluti
    F.C.

    hr
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 557
    Data d'iscrizione : 2010-01-26

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  hr on Wed Dec 12, 2012 4:16 am

    Fabrizio Calabrese wrote:Io le ho ascoltate più volte e con attenzione, al TAV... ed avevo anche un Analizzatore di Spettro in mano, che mi ha fatto comprendere molte cose (ed alcune le ho già postate).

    Qui non mi permetto di aggiungere altro...

    (Ma nei prossimi giorni dedicherò ai cultori di questi catafalchi una simpatica sorpresa...)

    Ne riparliamo.

    Saluti
    F.C.

    Le ho ascoltate anch'io a Singapore il 2 Novembre 2012 presso il Locale Distributore Asiatico. Venivano pilotate da un set-up top di gamma Soulution cablato interamente Kubala Sosna Elation.

    Catafalchi le Magico Q7?? affraid affraid


    _________________
    Ciao & Enjoy the Music!
    Rocco

    "Ich denke nur Musik - J. Brahms"

    Ospite
    Guest

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  Ospite on Wed Dec 12, 2012 11:49 am

    hr wrote:...
    Catafalchi le Magico Q7?? affraid affraid

    Suvvìa... prendiamola con spirito... da appassionati che si divertono...! (anche se non lo siamo...).

    Ci sono due buoni motivi per cui potrebbe essere così, ma non spetta a me giudicarlo: semmai posso proporre delle evidenze...

    Il primo buon motivo è che questo tipo di configurazione (=grande diffusore tower) è impossibile da collocare in ambiente senza che si verifichino grosse alterazioni della risposta alle basse frequenze, dovute alle cancellazioni causate dalle riflessioni dalle tre pareti più vicine. Il fatto che la risposta di questi diffusori scenda in basso più della media non fa che aggravare il problema.

    Questo è lo spettro che si ascoltava al TAV quest'anno (NON è la risposta in frequenza !)



    Come si può vedere i 40 Hz sono scomparsi ed i 100 Hz sono innaturalmente bassi, dato che il brano era ad ampio spettro e la media di ben 5 secondi...

    Questo problema lo hanno anche diffusori come le Indiana Line o le Cerwin Vega, nelle cui fasce di prezzo è sicuramente perdonabile. Qui NO.

    Il secondo problema sta nella scelta della radiazione diretta, ma ne riparliamo.

    Io credo che ad un altro livello di costo sarebbero degli splendidi diffusori... Embarassed

    Saluti
    F.C.

    hr
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 557
    Data d'iscrizione : 2010-01-26

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  hr on Wed Dec 12, 2012 1:27 pm

    Io le ho ascoltate e per me, semplice appasionato e cultore della buona musica, rimangono dei diffusori eccezzionalmente straordinari!
    Il resto e' poco importante per me!


    _________________
    Ciao & Enjoy the Music!
    Rocco

    "Ich denke nur Musik - J. Brahms"

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  aircooled on Wed Dec 12, 2012 2:05 pm

    strumento starato


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    krell2
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1598
    Data d'iscrizione : 2009-06-17
    Età : 66

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  krell2 on Wed Dec 12, 2012 2:07 pm

    aircooled wrote:strumento starato

    oppure serve uno strumento di 3° generazione


    _________________
    http://salaantonio.altervista.org/

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  flavio@sanders on Wed Dec 12, 2012 2:15 pm

    Fabrizio Calabrese wrote:
    ...questo tipo di configurazione (=grande diffusore tower) è impossibile da collocare in ambiente senza che si verifichino grosse alterazioni della risposta alle basse frequenze, dovute alle cancellazioni causate dalle riflessioni dalle tre pareti più vicine. Il fatto che la risposta di questi diffusori scenda in basso più della media non fa che aggravare il problema.

    Ti quoto, è certamente così... tanto migliori sono le prestazioni del diffusore per quanto riguarda l'estensione della risposta alle basse frequenze quanto maggiori possono essere i problemi causati dalle risonanze dell'ambiente... per questo a questi livelli è importante poter effettuare delle correzioni con sistemi di correzione ambientale passivi (molto invasivi e costosi) o digitali come Dirac Live o magari con il sistema al quale hai accennato (ma senza almeno spiegare la logica di intervento)

    Avere una risposta completa alle basse frequenze (per questo modello specificano infatti i 20 Hz) però non sarebbe certo un difetto del diffusore ma un grande pregio che distingue i diffusori del massimo livello dalla massa di quelli comuni, all'estremo opposto i minidiffusori non hanno bassi e non hanno quindi problemi... ma non sono certo migliori.


    Questo è lo spettro che si ascoltava al TAV quest'anno (NON è la risposta in frequenza !)



    Come si può vedere i 40 Hz sono scomparsi ed i 100 Hz sono innaturalmente bassi, dato che il brano era ad ampio spettro e la media di ben 5 secondi...

    Questa parte non l'ho capita perché mi sfugge come si possano trarre delle conclusioni dall'immagine postata... non sapendo quale fosse l'energia ed il contenuto in frequenza di quanto misurato, quale fosse l'attenuazione di alcune frequenze e l'amplificazione di altre causate dall'ambiente e non sapendo quale fosse l'influenza della posizione del microfono che potrebbe essere in un punto nel quale delle frequenze possono essere accentuate o attenuate (o addirittura annullate) in ragione delle risonanze modali, perdipiù con una risoluzione a terzi di ottava, almeno per me è difficle ottenerne delle indicazioni sulla risposta ai bassi anche solo di massima.


    Io credo che ad un altro livello di costo sarebbero degli splendidi diffusori...
    Quoto anche le tue perplessità (credo sia questo che volevi dire) in relazione al costo, credo sia difficile non pensare che dovrebbero avere un costo diverso anche tenendo conto di eventuali prestazioni ai massimi livelli.

    I.M.H.O. come sempre,
    Flavio


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    Ospite
    Guest

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  Ospite on Wed Dec 12, 2012 2:40 pm

    flavio@sanders wrote:
    Ti quoto, è certamente così... tanto migliori sono le prestazioni del diffusore per quanto riguarda l'estensione della risposta alle basse frequenze quanto maggiori possono essere i problemi causati dalle risonanze dell'ambiente... per questo a questi livelli è importante poter effettuare delle correzioni con sistemi di correzione ambientale passivi (molto invasivi e costosi) o digitali come Dirac Live o magari con il sistema al quale hai accennato (ma senza almeno spiegare la logica di intervento).
    (...)
    Questa parte non l'ho capita perché mi sfugge come si possano trarre delle conclusioni dall'immagine postata...

    Quando -tre anni fa- mi sono attirato le ire di tutti gli Epigurei per aver affermato che era una sciocchezza tentare di equalizzare la cancellazione da una riflessione (se si aumenta l'energia emessa, aumenta anche quella riflessa, e la cancellazione resta...) sapevo bene che a distanza di tempo mi avrebbero dato ragione. Ed oggi è così, come potete leggere a firma nientemeno che di Tom Gefrusti...

    Quanto alle starature degli strumenti ed alle eventuali conclusioni erronee, io vi invito a fare un pizzico di pratica con qualche analizzatore, collegandolo dapprima alle uscite del CD player o del DAC. Scoprirete che, a parte qualche nota tenuta di pedale di organo (e non era questo il caso, al TAV) praticamente tutti gli spettri delle incisioni che contengono basse frequenze sono "pieni", nel senso che non presentano quei buchi abissali che vedete nell'immagine che ho postato...

    Questo è anche logico dal punto di vista matematico, poiché i transienti sono sempre segnali ad ampio spettro...

    Quindi è chiaro che se state ascoltando altro che un pedale d'organo e sull'analizzatore vedete una voragine centrata su 40 Hz... statene pur certi che essa è dovuta con certezza al piazzamento del diffusore rispetto alle pareti.

    A conferma definitiva basta fare come ho fatto io: ritornare nella stessa saletta più volte e misurare anche dieci diversi brani...

    Volete che vi posti tutti gli spettri...??? (sai che noia !)

    Saluti
    F.C.

    P.S.: Notate che la scala dell'analizzatore è di 10 dB per divisione... Quindi i 50 Hz stanno a -20 dB rispetto ai 63 Hz... ed i 40 Hz a -30 dB...!!! Ma ve lo immaginate ???

    Ospite
    Guest

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  Ospite on Wed Dec 12, 2012 2:48 pm

    Fabrizio Calabrese wrote:...Notate che la scala dell'analizzatore è di 10 dB per divisione... Quindi i 50 Hz stanno a -20 dB rispetto ai 63 Hz... ed i 40 Hz a -30 dB...!!! Ma ve lo immaginate ???

    Questa è la prova migliore che non si tratti di un difetto dell'incisione...

    Chi mai sceglierebbe un brano con le basse così tagliate (io direi: massacrate...) per far valutare un diffusore di quel costo...???

    Qualsiasi operatore fermerebbe subito il lettore CD e getterebbe dalla finestra il dischetto..!!!

    Saluti
    F.C.

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  pluto on Wed Dec 12, 2012 2:59 pm

    Giusto le prime immagini che mi sono capitate a tiro







    A occhio direi che il solo costo totale dei bulloni contenuti nelle Magico supera di gran lunga il costo dei pannelli multistrato dei ns amici audioguru
    Se non sbaglio siamo a ca 600 Kg in totale + imballi. Be direi che un 5/10,000 dollari di trasporto ci escono. Se poi la 1a coppia venduta in Italia dovesse anche arrivare via aerea, allora sarebbero dolori

    Che possano non piacere o che si possa preferire altro, è più che legittimo x carità. Che il loro costo sia immorale pure. Che si possa ascoltare della buona musica e vivere felici con un impianto tutto compreso da 2/3,000 euro, anche. Che sia necessario mettere una putrella x rinforzare il pavimento idem.

    Ma non scherziamo suvvia...

    Ps Domanda x Calabrese: ma Lei si fa fare le prove delle sue creature nelle salette del TAV? Quelle dove anche la Callas farebbe la figura di una bimba dello Zecchino d'oro? Senza dichiarare cosa stava suonando, come e perchè?


    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  pluto on Wed Dec 12, 2012 3:03 pm

    Fabrizio Calabrese wrote:
    Fabrizio Calabrese wrote:...Notate che la scala dell'analizzatore è di 10 dB per divisione... Quindi i 50 Hz stanno a -20 dB rispetto ai 63 Hz... ed i 40 Hz a -30 dB...!!! Ma ve lo immaginate ???

    Questa è la prova migliore che non si tratti di un difetto dell'incisione...

    Chi mai sceglierebbe un brano con le basse così tagliate (io direi: massacrate...) per far valutare un diffusore di quel costo...???


    Deboluccia come prova. In qualsiasi tribunale. Non arriverebbe neanche alla seconda udienza........

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  flavio@sanders on Wed Dec 12, 2012 3:06 pm

    Fabrizio Calabrese wrote:

    Quando -tre anni fa- mi sono attirato le ire di tutti gli Epigurei per aver affermato che era una sciocchezza tentare di equalizzare la cancellazione da una riflessione (se si aumenta l'energia emessa, aumenta anche quella riflessa, e la cancellazione resta...) sapevo bene che a distanza di tempo mi avrebbero dato ragione. Ed oggi è così, come potete leggere a firma nientemeno che di Tom Gefrusti...

    A dire il vero non ho letto in nessuna parte del forum Epiguren che ti diano ragione, anzi mi sembra siano solidamente sicuri di quanto sostengono, ma vedo che affermi che ti avrebbero dato ragione (anche se in ritardo).... puoi indicare il link alla discussione di Epiguren alla quale ti riferisci?

    Ciao, Flavio


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  aircooled on Wed Dec 12, 2012 3:27 pm

    pluto wrote:Giusto le prime immagini che mi sono capitate a tiro







    A occhio direi che il solo costo totale dei bulloni contenuti nelle Magico supera di gran lunga il costo dei pannelli multistrato dei ns amici audioguru
    da chi avranno imparato quel tipo di costruzione bulloneria compresa?



    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Ospite
    Guest

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  Ospite on Wed Dec 12, 2012 3:31 pm

    flavio@sanders wrote:
    A dire il vero non ho letto in nessuna parte del forum Epiguren che ti diano ragione, anzi mi sembra siano solidamente sicuri di quanto sostengono, ma vedo che affermi che ti avrebbero dato ragione (anche se in ritardo).... puoi indicare il link alla discussione di Epiguren alla quale ti riferisci?

    Non è su Epiguren, che è morto da mesi... ma su VHF, infatti:

    ...ma non parliamo di "correttore acustico"...perchè basta sollevare (da parte di un utente poco esperiente) qualche segmento in cui vi è una cancellazione di fase..per incrementare il campo riverberato mettendo anche in crisi l'amplificatore giacchè più viene amplificata la porzione affetta da cancellazione...e piu questa subirà tale effetto.
    Questo è un grosso limite per quando si parla di "correzione acustica"...a meno che non ci si limita alla sola attenuazione...oltretutto sarebbe meglio andare sui parametrici (non grafici) poichè garantiscono una maggiore selettività di intervento..e che supera abbondantemente la limitazione del terzo di ottava.
    Tom.

    Non è proprio chiarissimo, ma la parte sottolineata è comprensibile...

    Saluti
    F.C.

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  aircooled on Wed Dec 12, 2012 3:33 pm

    ragazzuoli mollate i similforum che non ci interessano grazie

    hr stai scatenado un putiferio


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    hr
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 557
    Data d'iscrizione : 2010-01-26

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  hr on Wed Dec 12, 2012 3:36 pm

    hr stai scatenado un putiferio[/quote]

    sunny sunny


    _________________
    Ciao & Enjoy the Music!
    Rocco

    "Ich denke nur Musik - J. Brahms"

    Ospite
    Guest

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  Ospite on Wed Dec 12, 2012 3:38 pm

    pluto wrote:...Domanda x Calabrese: ma Lei si fa fare le prove delle sue creature nelle salette del TAV? Quelle dove anche la Callas farebbe la figura di una bimba dello Zecchino d'oro? Senza dichiarare cosa stava suonando, come e perchè?

    Un mio diffusore (MTD Octava) ha suonato al TAV del 1996 guadagnandosi l'ammirazione di Paolo Nuti, che è tornato più volte e per tutta la trovata della mostra ad ascoltarle.

    Molti visitatori elessero quella saletta come la migliore...

    Casualmente NON aveva il difetto di cui ho accennato sopra...

    Casualmente...!

    (Ed era il 1996...)

    Saluti
    F.C.

    P.S.: Oggi non avrebbe senso: mi hanno chiesto quattromila Euro per una saletta, sia a Milano che a Roma... Alle mostre si va anche e soprattutto per convincere in negozianti a mettersi in casa nuovi modelli, ma con la crisi attuale è comprensibile che preferiscano prima vuotare il magazzino o, in alternativa, giocare sulla possibilità di fare qualche "colpaccio" come con un oggetto del genere M7... Per me sarebbe perdere tempo e risorse...!

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  pluto on Wed Dec 12, 2012 3:51 pm

    Non è però la domanda che ho fatto io e Lei lo sa bene...

    Visto che Lei è partito scherzando, mi consenta di continuare scherzando...

    "Paolo Nuti chi? Quello che in 20 anni sulla sua rivista non ha mai provato un apparecchio che non fosse meno che ottimo o eccelso?". Come vede si potrebbe continuare a lungo.

    ****

    Una cosa però noto e se volessimo tornare seri per un momento mi potrebbe levare una curiosità. Ho l'impressione che Voi Prof (almeno ultimamente e Lei in particolare) siate più interessati alla resa sui bassi di un diffusore che non alla sua resa globale. E' solo una mia sensazione oppure è veramente così?

    Se così fosse, perlomeno x me sarebbe piuttosto strano in quanto il sottoscritto e molti suoi amici sono più interessati a come suona globalmente un diffusore piuttosto che ad una mera differenza di discesa in frequenza. Mi sembra che ci si scordi un pò troppo del medio alto e sia dia molta più importanza ai 30 o 40 hz. Un violino o un violino barocco possono risultare assolutamente inascoltabili se si sbaglia in alto. Mentre un concerto rock potrebbe forse non essere coinvolgente come avendo 4 woofers da 38, ma risultare comunque gradevole.

    Come spiega questo? Non pensa che ci sia un errore di valutazione di quello che il mercato richiede?

    colombo riccardo
    Archivista Liquidatore

    Numero di messaggi : 3557
    Data d'iscrizione : 2010-05-27
    Età : 53

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  colombo riccardo on Wed Dec 12, 2012 3:56 pm

    Fabrizio Calabrese wrote:

    Un mio diffusore (MTD Octava) ha suonato al TAV del 1996 guadagnandosi l'ammirazione di Paolo Nuti, che è tornato più volte e per tutta la trovata della mostra ad ascoltarle.

    Molti visitatori elessero quella saletta come la migliore...

    Casualmente NON aveva il difetto di cui ho accennato sopra...

    Casualmente...!

    (Ed era il 1996...)

    Saluti
    F.C.



    Ciao
    Riki

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  flavio@sanders on Wed Dec 12, 2012 4:02 pm

    Fabrizio Calabrese wrote:

    Non è su Epiguren, che è morto da mesi... ma su VHF, infatti:



    Non è proprio chiarissimo, ma la parte sottolineata è comprensibile...

    Saluti
    F.C.

    Hai certamente ragione per quanto riguarda le equalizzazioni effettuate con i tradizionali equalizzatori parametrici a fase minima, ed è specificamente a queste che si riferisce Tom Gefrusti nella discussione che hai citato.
    Questo è il testo integrale della sua dichiarazione dove emerge chiaramente quanto dico:

    "p.s se un equalizzatore a fase minima venisse limitato al solo uso di "equilibratore tonale" andrebbe bene anche per un setup composto dai diffusori....ma non parliamo di "correttore acustico"...perchè basta sollevare (da parte di un utente poco esperiente) qualche segmento in cui vi è una cancellazione di fase..per incrementare il campo riverberato mettendo anche in crisi l'amplificatore giacchè più viene amplificata la porzione affetta da cancellazione...e piu questa subirà tale effetto.
    Questo è un grosso limite per quando si parla di "correzione acustica"...a meno che non ci si limita alla sola attenuazione...oltretutto sarebbe meglio andare sui parametrici (non grafici) poichè garantiscono una maggiore selettività di intervento..e che supera abbondantemente la limitazione del terzo di ottava"

    Che gli equalizzatori parametrici a fase minima utilizzati da decenni incontrino gli insuperabili ostacoli che hai indicato viene spiegato in un documento che linko spesso (inclusa la discussione di VHF alla quale fai riferimento)... è questo:
    http://www.hometheatershack.com/roomeq/wizardhelpv5/help_en-GB/html/iseqtheanswer.html

    Per questo sono utili le nuove soluzioni mixed-phase come Dirac Live e DRC.

    Non penso che da quanto detto da Tom Gefrusti si possa dedurre che lui (e tantomeno Denis Sbragion ed Epiguren) ti diano ragione.
    Fermo naturalmente il fatto che il probema che sottolinei e che definisci delle tre pareti (altri lo definiscono delle risonanze ambientali) è un problema vero che deve essere affrontato e risolto con una delle diverse soluzioni alle quali accennavo nel mio post precedente (inclusa eventualmente la tua se funziona).

    Ma siamo OT, per tornare alle Q7 è del tutto possibile che come dici avessero una risposta con picchi e relativi buchi al TAV a causa dell'ambiente, così come è altrettanto probabile che nonostante ciò abbiano una risposta in frequenza completa (ce l'hanno anche diffusori come le Model 10 che costano una piccola frazione)

    Ciao, Flavio


    Last edited by flavio@sanders on Wed Dec 12, 2012 4:28 pm; edited 1 time in total


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    Ospite
    Guest

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  Ospite on Wed Dec 12, 2012 4:19 pm

    Rispondo senza quotare ai post precedenti.

    Gamma bassa: io credo che se si può ottenere una gamma bassa spettacolare modificando due coppie di umili Indiana Line Nota-550... non vedo per quale motivo rinunciarvi nel caso di diffusori che costano decine o centinaia di migliaia di Euro...

    Questa qui sotto è la risposta di due coppie di Nota-550 affiancate e private dei filtri, a muro... rilevata con 4 Watt (+6 dB) a 3,2 metri (-10 dB)...



    Le due curve in basso sono le distorsioni di II (giallo) e di III (rosso) armonica.
    Abissalmente basse...

    Il tutto con meno di settecento Euro...

    Io mi aspetto qualcosina in più dalle M7... e voi...?

    (Sicuri di voler ascoltare solo i soliti violini e voci femminili ???)

    Segue
    F.C.


    Ospite
    Guest

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  Ospite on Wed Dec 12, 2012 4:22 pm

    colombo riccardo wrote:


    La foto è volutamente sfuocata, per non far vedere forse il primo ed unico caso di Planar Waveguide impiegato in Hi-Fi...

    Il piccolo mid (da 13cm.) aveva -in cassa- un rendimendo gradualmente decrescente dai 104 dB/1W/1m a 200 Hz ai 96 dB/1W/1m a 2 KHz... Bastava un condensatore in serie per spianare il tutto sui 96 dB/1W/1m, ma la potenza retta a 200 Hz aumentava di sette volte...!!!

    I Sub non si vedono, ma erano velocissimi... perfetti per un sistema elettrostatico..

    Saluti
    F.C.

    Ospite
    Guest

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  Ospite on Wed Dec 12, 2012 4:29 pm

    flavio@sanders wrote:

    Non penso che da quanto detto da Tom Gefrusti si possa in alcun modo dedurre che lui (e tantomeno Denis Sbragion ed Epiguren) ti diano ragione.
    Fermo naturalmente il fatto che il probema che sottolinei e che definisci delle tre pareti (altri lo definiscono delle risonanze ambientali) è un problema vero che deve essere affrontato e risolto con una delle diverse soluzioni alle quali accennavo nel mio post precedente (inclusa eventualmente la tua se funziona).

    Solo questione di tempo... (quello necessario a far dimenticare i miei post sunny )

    Attenzione: il problema delle "tre pareti" è una cosa profondamente diversa da quello delle risonanze ambientali...

    Queste ultime, infatti, creano picchi e buche variabili in funzione della posizione in ambiente dell'ascoltatore (oltre che a quella dei diffusori, naturalmente).

    Le riflessioni dalle "tre pareti" sottraggono energia in TUTTE le posizioni in ambiente, come spiega Glyn Adams, ec progettista della B&W:



    NON FACCIAMO CONFUSIONE !!!

    Saluti (a stanotte...)
    F.C.

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: Magico Q7: "most impressive product in 23 years of TAS reviews"

    Post  flavio@sanders on Wed Dec 12, 2012 4:36 pm

    OK, parliamo di qualsiasi cosa (le tre pareti mi sembra siano una approssimazione per quanto buona delle sei pareti) ma adesso (me compreso) siamo ampiamente Off Topic per quanto riguarda le Magico Q7, non ti sembra serva una discussione separata?

    Ciao, Flavio


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

      Current date/time is Thu Dec 08, 2016 9:09 pm