Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ? - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Share

    topico
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 575
    Data d'iscrizione : 2009-06-18

    Re: Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Post  topico on Mon Mar 15, 2010 9:35 am

    organizzate i funerali troppo in fretta...
    anche il vinile lo si credeva morto ma la realtà è un'altra!

    alle major quel che interessa è moltiplicare l'offerta moltiplicando evidentemente i formati
    i sacd come i vinili continueranno ad esistere ed il numero dei titoli disponibili in questo formato crescerà nel tempo, in modo magari irrisorio ma crescerà

    sim
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 192
    Data d'iscrizione : 2009-12-17
    Età : 41
    Località : Roma

    Re: Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Post  sim on Mon Mar 15, 2010 9:58 am

    topico wrote:organizzate i funerali troppo in fretta...
    anche il vinile lo si credeva morto ma la realtà è un'altra!

    alle major quel che interessa è moltiplicare l'offerta moltiplicando evidentemente i formati
    i sacd come i vinili continueranno ad esistere ed il numero dei titoli disponibili in questo formato crescerà nel tempo, in modo magari irrisorio ma crescerà

    Però i sacd disponibili sono 6300, ancora scarsi, e la maggior parte di musica classica,
    e a me andrebbe anche bene se non fosse per il fatto che le esecuzioni sono di secondo piano,
    poi cè da considerare che non tutti i sacd sono di prima qualità, come accade anche con i cd e i dvd.

    topico
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 575
    Data d'iscrizione : 2009-06-18
    Località : Treviso

    Re: Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Post  topico on Mon Mar 15, 2010 10:28 am

    quel che dici è corretto ma da questo a dare il sacd per morto e sepolto ce ne passa


    _________________
    pierfrancesco

    www.topico.it
    meno internet più cabernet

    www.oldruggers.it

    sim
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 192
    Data d'iscrizione : 2009-12-17
    Età : 41
    Località : Roma

    Re: Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Post  sim on Mon Mar 15, 2010 10:35 am

    topico wrote:quel che dici è corretto ma da questo a dare il sacd per morto e sepolto ce ne passa

    Ma guarda a me dispiace molto che il sacd non è decollato, perchè come ho detto in precedenza
    sarei stato disposto ad investire su questo formato, spero in futuro che le cose cambino, però
    resta il fatto che non è stato imposto e che alla gente non interessa, tranne a noi audiofili
    che restiamo una piccola parte.

    topico
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 575
    Data d'iscrizione : 2009-06-18
    Località : Treviso

    Re: Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Post  topico on Mon Mar 15, 2010 11:03 am

    ai non audiofili non interessa alcun formato in particolare, alcuni comperano cd altri scaricano mp3 anche a 128 kbps
    la qualità non conta, conta al limite solo il prezzo


    _________________
    pierfrancesco

    www.topico.it
    meno internet più cabernet

    www.oldruggers.it

    sim
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 192
    Data d'iscrizione : 2009-12-17
    Età : 41
    Località : Roma

    Re: Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Post  sim on Mon Mar 15, 2010 11:09 am

    topico wrote:ai non audiofili non interessa alcun formato in particolare, alcuni comperano cd altri scaricano mp3 anche a 128 kbps
    la qualità non conta, conta al limite solo il prezzo

    Infatti la maggior parte delle persone gli va bene il compattino magari con la presa usb,
    e ci mette dentro qualche migliaio di mp3 magari a 128kbps e sta apposto, io e credo anche
    voi, se ci piace un album andiamo al negozio e lo cmpriamo originale sunny sunny

    Mad in Italy
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 246
    Data d'iscrizione : 2009-10-28
    Località : Singapore

    Re: Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Post  Mad in Italy on Mon Mar 15, 2010 12:18 pm

    sim wrote: Però i sacd disponibili sono 6300, ancora scarsi, e la maggior parte di musica classica,
    e a me andrebbe anche bene se non fosse per il fatto che le esecuzioni sono di secondo piano,
    poi cè da considerare che non tutti i sacd sono di prima qualità, come accade anche con i cd e i dvd.

    Ciao Sim,

    da qualche tempo sto scandagliando con enorme piacere il catalogo della svedese BIS : http://bis.se/bis_pages/bis_sacd.php

    Ottime registrazioni ed esecuzioni che non hanno nulla da invidiare ai mostri sacri.

    Ciao,
    MiI

    hr
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 557
    Data d'iscrizione : 2010-01-26

    Re: Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Post  hr on Mon Mar 15, 2010 1:34 pm

    Sarebbe piu' corretto dire che il SACD non e' mai nato.. Laughing Laughing

    Ciao,
    Rocco

    sim
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 192
    Data d'iscrizione : 2009-12-17
    Età : 41
    Località : Roma

    Re: Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Post  sim on Mon Mar 15, 2010 1:43 pm

    Mad in Italy wrote:
    sim wrote: Però i sacd disponibili sono 6300, ancora scarsi, e la maggior parte di musica classica,
    e a me andrebbe anche bene se non fosse per il fatto che le esecuzioni sono di secondo piano,
    poi cè da considerare che non tutti i sacd sono di prima qualità, come accade anche con i cd e i dvd.

    Ciao Sim,

    da qualche tempo sto scandagliando con enorme piacere il catalogo della svedese BIS : http://bis.se/bis_pages/bis_sacd.php

    Ottime registrazioni ed esecuzioni che non hanno nulla da invidiare ai mostri sacri.

    Ciao,
    MiI

    La qualità della registrazione per me viene prima di tutto, perchè come dicevo in precedenza io
    ascolto prima l'impianto e la registrazione, e poi l'esecuzione. Presumo che i sacd che mi hai indicato
    con il link siano con il master in dsd, quindi questo significa che sono registrazioni di qualità,
    per le esecuzioni ho dei dubbi, perchè ad esempio la sinfonia nr.9 di mahler diretta da Solti o da Abbado
    sarà un po diversa da quella diretta da Alan Gilbert

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Post  ema49 on Mon Mar 15, 2010 5:49 pm

    Il 7001KIS è stato per due anni il mio precedente lettore e prima di venderlo l'ho confrontato in modalità SACD col Crescendo: ho fatto leggere svariati sacd pop/rock al 7001 e le corrispettive versioni in CD "no remaster" al Crescendo: il 7001 si è fatto leggermente preferire in gamma alta mentre in Crescendo in gamma bassa ha spuntato maggior punch e pienezza; non ho notato altre differenze.
    Queste considerazioni sono naturalmente limitate a questo confronto fatto col mio impianto e nel mio ambiente
    _____________________________________________________________________________

    Non avendo praticamente alcuna esperienza del SACD, posso solo prendere atto di quanto mi dici.D'altro canto, chi mi può assicurare che lo "strato" cd dell'unico dischetto che ho ascoltato nelle due modalità non sia stato, magari involontariamente,inciso nella maniera più corretta? Quello che mi ha colpito è invece la qualità del Pioneer, oltre che come lettore di SACD, anche come semplice lettore di cd. Hai avuto modo di ascoltarlo (nella versione mk2, intendo)?
    Saluti, Emanuele

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16085
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Post  Geronimo on Mon Mar 15, 2010 6:36 pm

    ema49 wrote: Quello che mi ha colpito è invece la qualità del Pioneer, oltre che come lettore di SACD, anche come semplice lettore di cd. Hai avuto modo di ascoltarlo (nella versione mk2, intendo)?
    Saluti, Emanuele

    Non l'ho mai ascoltato ma ne parlano molto bene, come anche del fratellino più piccolo


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8276
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Post  Luca58 on Mon Mar 15, 2010 6:48 pm

    ema49 wrote:Il 7001KIS è stato per due anni il mio precedente lettore e prima di venderlo l'ho confrontato in modalità SACD col Crescendo: ho fatto leggere svariati sacd pop/rock al 7001 e le corrispettive versioni in CD "no remaster" al Crescendo: il 7001 si è fatto leggermente preferire in gamma alta mentre in Crescendo in gamma bassa ha spuntato maggior punch e pienezza; non ho notato altre differenze.
    Queste considerazioni sono naturalmente limitate a questo confronto fatto col mio impianto e nel mio ambiente
    _____________________________________________________________________________

    Non avendo praticamente alcuna esperienza del SACD, posso solo prendere atto di quanto mi dici.D'altro canto, chi mi può assicurare che lo "strato" cd dell'unico dischetto che ho ascoltato nelle due modalità non sia stato, magari involontariamente,inciso nella maniera più corretta? Quello che mi ha colpito è invece la qualità del Pioneer, oltre che come lettore di SACD, anche come semplice lettore di cd. Hai avuto modo di ascoltarlo (nella versione mk2, intendo)?
    Saluti, Emanuele

    Effettivamente provare un disco SACD/CD con due lettori di diverso formato e' la cosa che appare piu' logica, ma non si ha la certezza che l'incisione in CD sia all'altezza dell'originale; questi dischi, infatti, in genere nascono come CD e solo successivamente vengono riproposti anche nell'altro formato.

    Il problema, come saprete meglio di me, esiste drammaticamente anche con le varie rimasterizzazioni dei CD. Io aveo regalato "The mask and mirror" della McKennitt a mio cognato quando avevo solo l'analogico, data la bellezza di molti brani; passato al digitale, ho poi dovuto comprare la versione rimasterizzata perche' era l'unica ormai disponibile, ma lasciava MOLTO a desiderare.

    Fortunatamente mio cognato, che ascolta i CD solo in auto, non ha avuto il minimo problema a fare a cambio.

    Per quanto riguarda i lettori CD, tieni presente che noi siamo "un po'" condizionati dalla resa del Crescendo

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Post  Cricetone on Mon Mar 15, 2010 10:13 pm

    il sacd è come lo zombie di Marilyn ...stupendo,ma morto...però dargli una ripassata ogni tanto male non ti fa!


    P.S.Mi piace,la metto nella firma!


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16085
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Ma il SACD è Vivo, Agonizzante o MORTO ?

    Post  Geronimo on Tue Mar 16, 2010 7:40 am

    Salv.Scarfone wrote:il sacd è come lo zombie di Marilyn ...stupendo,ma morto...però dargli una ripassata ogni tanto male non ti fa!


    P.S.Mi piace,la metto nella firma!

    Necrofilo!


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

      Current date/time is Sun Dec 04, 2016 7:10 am