Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Digicode s 192 - Page 17
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Digicode s 192

    Share

    realmassy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 5514
    Data d'iscrizione : 2010-04-25

    Re: Digicode s 192

    Post  realmassy on Sat May 09, 2015 4:56 pm

    Sul retro del dac e della alimentazione ci sono due switch 'ground lift': a cosa servono?

    Alerosso10
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 246
    Data d'iscrizione : 2013-08-24
    Età : 46
    Località : Crespellano

    Re: Digicode s 192

    Post  Alerosso10 on Sat May 09, 2015 5:44 pm

    È la massa

    realmassy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 5514
    Data d'iscrizione : 2010-04-25
    Età : 40
    Località : Leeds, UK

    Re: Digicode s 192

    Post  realmassy on Sat May 09, 2015 6:33 pm

    Alerosso10 wrote:È la massa
    Si vabbe', lo so che riguarda la massa, ma cosa dovrebbe fare?


    _________________
    Massimiliano e la sua STAX

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Digicode s 192

    Post  phaeton on Sat May 09, 2015 7:31 pm

    isolare la massa (che serve a motivi di sicurezza) dal riferimento 0V (che invece serve a livello elettronico come riferimento di tensione).
    se va tutto bene cosi' in termini di rumore e/o ronzii, non lo toccare.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    realmassy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 5514
    Data d'iscrizione : 2010-04-25
    Età : 40
    Località : Leeds, UK

    Re: Digicode s 192

    Post  realmassy on Sat May 09, 2015 8:59 pm

    Grazie Mike.

    Allora, oggi ho avuto un po di tempo da dedicare al nuovo arrivato e ho fatto qualche ascolto piu serio, comfrontandolo, purtroppo solo a memoria, con il Metrum Hex che avevo fino a un paio di giorni fa.

    E' un bel DAC, con un suono corposo e una bella dinamica. Ha una presentazione piu' ravvicinata rispetto al Metrum (i medi un pizzico piu' avanti?) e una timbrica corretta. Tonalmente e' leggermente piu' scuro, meno brillante, senza pero' avere un carattere smaccatamente valvolare.

    E' un po' piu presente in basso e gli strumenti sono un filo piu' plastici, piu' tridimensionali. C'e' un maggior dettaglio, proprio perche' la prospettiva e' piu ravvicinata e c'e maggior separazione strumentale, a discapito del 'risultato globale'. Si ha un po l'impressione che un quartetto sia la somma di 4 strumentisti piuttosto che un 'gruppo'.

    Da questo punto di vista l'Hex si fa preferire e risulta, a mio parere, piu' coinvolgente. Ecco, per ora il Digicode mi ha dato una bella impressione dal punto di vista tecnico, ma mi 'prende' di meno. Vediamo come evolve con il rodaggio e aggiustando player, cavi e sorgenti varie.


    _________________
    Massimiliano e la sua STAX

    realmassy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 5514
    Data d'iscrizione : 2010-04-25
    Età : 40
    Località : Leeds, UK

    Re: Digicode s 192

    Post  realmassy on Sat May 09, 2015 9:13 pm

    Devo pero' aggiungere che il livello di uscita del Lector e' piu basso dell'Hex (2.5v contro 4), quindi voglio provare ad alzare il volume sul Guerra. Certo che fare i confronti a memoria non ha senso


    _________________
    Massimiliano e la sua STAX

    Alerosso10
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 246
    Data d'iscrizione : 2013-08-24
    Età : 46
    Località : Crespellano

    Re: Digicode s 192

    Post  Alerosso10 on Sat May 09, 2015 9:38 pm

    Se il Lector è nuovo aspetta la fine del rodaggio per giudicarlo perchè cambierà molto. Comunque le caratteristiche timbriche e quelle riproduttive dell'evento musicale sono esattamente come le hai descritte. Questa è una sua caratteristica, che a me piace tantissimo, ma magari ad alcuni anche no.
    L'unica cosa che avrei gradito è una maggiore aria tra gli strumenti, che però ho acquisito con l'utilizzo di cavi di segnale van den hull 3T, che ho trovato eccezionali abbinati al Lector.
    Buon ascolto.

    realmassy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 5514
    Data d'iscrizione : 2010-04-25
    Età : 40
    Località : Leeds, UK

    Re: Digicode s 192

    Post  realmassy on Sat May 09, 2015 11:33 pm

    Si, il Lector e' nuovo, quindi bisogna aspettare davvero la fine del rodaggio.
    Notavo un altro paio di cose stasera: il Digicode e' splendido con la musica corale, mi sono riascoltato il Magnificat di CPE Bach e non me lo ricordavo cosi bello.
    La seconda e' che quella mancanza di coinvolgimento la noto soprattutto nei movimenti lenti, una mancanza di fluidità (relativa eh, senno sembra che suoni male, enon è assolutamente così!) che mi fa perdere un po il 'filo del discorso', cosa che non succede nei movimenti piu veloci e dinamici, dove anzi il Digicode ha un bel senso del ritmo


    _________________
    Massimiliano e la sua STAX

    Basbass
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 152
    Data d'iscrizione : 2013-08-26
    Età : 46
    Località : Carignano

    Re: Digicode s 192

    Post  Basbass on Sat May 09, 2015 11:34 pm

    realmassy wrote:Grazie Mike.

    Allora, oggi ho avuto un po di tempo da dedicare al nuovo arrivato e ho fatto qualche ascolto piu serio, comfrontandolo, purtroppo solo a memoria, con il Metrum Hex che avevo fino a un paio di giorni fa.

    E' un bel DAC, con un suono corposo e una bella dinamica. Ha una presentazione piu' ravvicinata rispetto al Metrum (i medi un pizzico piu' avanti?) e una timbrica corretta. Tonalmente e' leggermente piu' scuro, meno brillante, senza pero' avere un carattere smaccatamente valvolare.

    E' un po' piu presente in basso e gli strumenti sono un filo piu' plastici, piu' tridimensionali. C'e' un maggior dettaglio, proprio perche' la prospettiva e' piu ravvicinata e c'e maggior separazione strumentale, a discapito del 'risultato globale'. Si ha un po l'impressione che un quartetto sia la somma di 4 strumentisti piuttosto che un 'gruppo'.

    Da questo punto di vista l'Hex si fa preferire e risulta, a mio parere, piu' coinvolgente. Ecco, per ora il Digicode mi ha dato una bella impressione dal punto di vista tecnico, ma mi 'prende' di meno. Vediamo come evolve con il rodaggio e aggiustando player, cavi e sorgenti varie.
    Hai le valvole di serie o le hai sostituite? Lo usi in bilanciato o in sbilanciato? Nel caso in cui lo utilizzi in sbilanciato è un must parallelizzare i canali a due a due. Con un cavo di alimentazione top Faber's Cable Fifth Element e un trasformatore d'isolamento Aloia Little Bart ha fatto un balzo in avanti davvero notevole proprio in termini di coinvolgimento, realismo, naturalezza, effetto live, trasparenza. Procedi con il rodaggio (io credo di averlo lasciato acceso consecutivamente per circa una settimana...) e poi un po' alla volta lavora sulla messa a punto, controlla bene la messa in fase di tutto l'impianto dopo l'inserimento del nuovo arrivato, vedrai che avrai grandi soddisfazioni e non rimpiangerai il Metrum...


    _________________
    Giovanni

    "La musica ci insegna a vedere con l'orecchio e a udire con il cuore" (K. Gibran).

    realmassy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 5514
    Data d'iscrizione : 2010-04-25
    Età : 40
    Località : Leeds, UK

    Re: Digicode s 192

    Post  realmassy on Sun May 10, 2015 12:00 am

    Lo uso solo con le uscite XLR.
    Per quanto riguarda le ottimizzazioni, OK per la fase e i vari player/hardware che ho in casa e per il rodaggio, mentre tutto il resto (valvole, trasformatori e cavi) non voglio manco pensarci, andavano bene prima e dovranno andare bene anche adesso!
    Al limite provo a cambiare qualche valvola sul Guerra, fra quelle che ho già in casa.


    _________________
    Massimiliano e la sua STAX

    Alerosso10
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 246
    Data d'iscrizione : 2013-08-24
    Età : 46
    Località : Crespellano

    Re: Digicode s 192

    Post  Alerosso10 on Sun May 10, 2015 12:07 am

    Attenzione perchè il cambio del cavo di alimentazione sul Lector può essere devastante nel bene o nel male e non necessariamente va meglio con un cavo molto costoso.
    Altro upgrade che ho apprezzato é l'utilizzo dei damachine sotto l'alimentazione.

    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 11987
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Scooterista)

    Re: Digicode s 192

    Post  carloc on Sun May 10, 2015 7:39 am

    Ciao Massy,
    Fallo lavorare per un mesetto poi vediamo per le rifiniture.
    Carlo


    _________________
    Rem tene verba sequentur

    tanquassa
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 516
    Data d'iscrizione : 2012-05-14
    Età : 37
    Località : Val Graveglia - Vespista

    Re: Digicode s 192

    Post  tanquassa on Sun May 10, 2015 10:36 am

    Confermo anche io l'importanza di un ottima alimentazione per questa macchina!

    Sono in attesa della super ciabatta made in livorno...


    _________________
    Diego
    Voi Parlate... Io ascolto!!!ft
    Impianto:
    Liquida:
    Client: Intel NUC - Ubuntu-Gnome
    NAA: piCorePlayer in Raspberry PI B+ & Digi+ & Linear PSU
    Server: LMS in Synology DS213J & Linear PSU
    DAC: Digicode S192

    Solida:
    Piatto: Pioneer PL-112D
    Testina: Sumiko Blue Point N2

    Amplificazione 2ch: AA Verdi100 AirTech
    Casse: ProAc Studio 115

    Amplificazione Cuffie: Pre Passivo & Finale LM3886 dualmono + MHz Marrano Custom
    Cuffie: Hifiman HE6 - Sennheiser HD800 - Sennheiser HD600

    Cavi: AirTech - PortentoAudio
    Ciabatta: By AirTech
    Trasformatore di isolamento liquida: By Nor-Se
    Necessori: Sublimacables "Stones"

    axellone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1995
    Data d'iscrizione : 2010-04-24
    Età : 54
    Località : Roma

    Re: Digicode s 192

    Post  axellone on Sat May 16, 2015 11:09 am

    Complimenti Massy, alla fine anche tu! applausi
    fine... tanto per dire... non c'è mai fine!!!


    _________________
    Saluti, Enrico  

    Basbass
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 152
    Data d'iscrizione : 2013-08-26
    Età : 46
    Località : Carignano

    Re: Digicode s 192

    Post  Basbass on Sun May 24, 2015 1:50 pm

    Lector ha presentato a Monaco il nuovo DAC DSD "chipless" basato sul loro modulatore DLS-1:

    http://www.lector-audio.com/Dot-Bit%20dsd%20dac.pdf

    Peraltro dotato anche di ingresso DSD "nativo" per collegare meccaniche SACD.... Inoltre vi è un ulteriore novità: il modulatore DLS-1 quando annunciato ad ottobre veniva dichiarato compatibile fino a DSD 128, mentre questo nuovo DOT-BIT DAC viene dichiarato compatibile fino a DSD 512.... Molto interessante!
    Speriamo che rendano finalmente (presto...) disponibile il modulatore DSD da installare anche sul Digicode S192.


    _________________
    Giovanni

    "La musica ci insegna a vedere con l'orecchio e a udire con il cuore" (K. Gibran).

    Alerosso10
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 246
    Data d'iscrizione : 2013-08-24
    Età : 46
    Località : Crespellano

    Re: Digicode s 192

    Post  Alerosso10 on Sun May 24, 2015 2:29 pm

    Più che altro speriamo esca prima che finisca la moda del dsd. Comunque è una soluzione interessante.

    realmassy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 5514
    Data d'iscrizione : 2010-04-25
    Età : 40
    Località : Leeds, UK

    Re: Digicode s 192

    Post  realmassy on Sun May 24, 2015 4:09 pm

    Visto che ne parliamo, aggiungo qualche impressione di ascolto dopo un altro paio di settimane.
    Il Digicode dovrebbe essere ormai rodato, e mi sa che il 'suo' suono (a meno di non cambiare valvole e cavi) e' questo. E probabilmente non e' il mio suono.

    Per le MIE orecchie il Digicode manca di un po di raffinatezza e 'composure', come la chiamerebbero da queste parti, flemma, a cui ero abituato con l'Hex.
    C'e' piu' impatto e forse piu' dinamica ma il suono a volumi medio alti e con piu' strumenti si indurisce, si scompone. Con l'Hex avevo sempre voglia di alzare il volume da quanto era pulito.

    Sono inoltre molte di piu' le incisioni 'brutte', mentre orima ero abituato ad ascoltare qualsiasi cosa. Di per se non una brutta cosa (e' piu' trasparente?), ma nek mio caso piu' grave perche non mi piace girare cuffie, ampli, cavi etct etc.

    Fra i dac che ho ascoltato in passato il Digicode mi ricorda l'Ayre QB-9, un gran dac, con un suono moderno e vigoroso.
    Insomma, e' un bel dac ma come ho detto mi sa che non fa per me.


    _________________
    Massimiliano e la sua STAX

    bibo01
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 426
    Data d'iscrizione : 2011-12-05

    Re: Digicode s 192

    Post  bibo01 on Sun May 24, 2015 4:24 pm

    realmassy wrote:Visto che ne parliamo, aggiungo qualche impressione di ascolto dopo un altro paio di settimane.
    Il Digicode dovrebbe essere ormai rodato, e mi sa che il 'suo' suono (a meno di non cambiare valvole e cavi) e' questo. E probabilmente non e' il mio suono.

    Per le MIE orecchie il Digicode manca di un po di raffinatezza e 'composure', come la chiamerebbero da queste parti, flemma, a cui ero abituato con l'Hex.
    C'e' piu' impatto e forse piu' dinamica ma il suono a volumi medio alti e con piu' strumenti si indurisce, si scompone. Con l'Hex avevo sempre voglia di alzare il volume da quanto era pulito.

    Sono inoltre molte di piu' le incisioni 'brutte', mentre orima ero abituato ad ascoltare qualsiasi cosa. Di per se non una brutta cosa (e' piu' trasparente?), ma nek mio caso piu' grave perche non mi piace girare cuffie, ampli, cavi etct etc.

    Fra i dac che ho ascoltato in passato il Digicode mi ricorda l'Ayre QB-9, un gran dac, con un suono moderno e vigoroso.
    Insomma, e' un bel dac ma come ho detto mi sa che non fa per me.
    Questa è una caratteristica, direi, abbastanza preoccupante e sintomo di distorione alta

    JUSTINO
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 931
    Data d'iscrizione : 2010-01-05
    Località : TORINO

    Re: Digicode s 192

    Post  JUSTINO on Sun May 24, 2015 4:26 pm

    realmassy wrote:Visto che ne parliamo, aggiungo qualche impressione di ascolto dopo un altro paio di settimane.
    Il Digicode dovrebbe essere ormai rodato, e mi sa che il 'suo' suono (a meno di non cambiare valvole e cavi) e' questo. E probabilmente non e' il mio suono.

    Per le MIE orecchie il Digicode manca di un po di raffinatezza e 'composure', come la chiamerebbero da queste parti, flemma, a cui ero abituato con l'Hex.
    C'e' piu' impatto e forse piu' dinamica ma il suono a volumi medio alti e con piu' strumenti si indurisce, si scompone. Con l'Hex avevo sempre voglia di alzare il volume da quanto era pulito.

    Sono inoltre molte di piu' le incisioni 'brutte', mentre orima ero abituato ad ascoltare qualsiasi cosa. Di per se non una brutta cosa (e' piu' trasparente?), ma nek mio caso piu' grave perche non mi piace girare cuffie, ampli, cavi etct etc.

    Fra i dac che ho ascoltato in passato il Digicode mi ricorda l'Ayre QB-9, un gran dac, con un suono moderno e vigoroso.
    Insomma, e' un bel dac ma come ho detto mi sa che non fa per me.
    Mi fa piacere leggere queste tue considerazioni perché ritengo siano coerenti con il tuo percorso(che hai dato modo di poter leggere sul forum),grazie per l'onestà.

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7695
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Digicode s 192

    Post  biscottino on Sun May 24, 2015 5:20 pm

    realmassy wrote:Visto che ne parliamo, aggiungo qualche impressione di ascolto dopo un altro paio di settimane.
    Il Digicode dovrebbe essere ormai rodato, e mi sa che il 'suo' suono (a meno di non cambiare valvole e cavi) e' questo. E probabilmente non e' il mio suono.

    Per le MIE orecchie il Digicode manca di un po di raffinatezza e 'composure', come la chiamerebbero da queste parti, flemma, a cui ero abituato con l'Hex.
    C'e' piu' impatto e forse piu' dinamica ma il suono a volumi medio alti e con piu' strumenti si indurisce, si scompone. Con l'Hex avevo sempre voglia di alzare il volume da quanto era pulito.

    Sono inoltre molte di piu' le incisioni 'brutte', mentre orima ero abituato ad ascoltare qualsiasi cosa. Di per se non una brutta cosa (e' piu' trasparente?), ma nek mio caso piu' grave perche non mi piace girare cuffie, ampli, cavi etct etc.

    Fra i dac che ho ascoltato in passato il Digicode mi ricorda l'Ayre QB-9, un gran dac, con un suono moderno e vigoroso.
    Insomma, e' un bel dac ma come ho detto mi sa che non fa per me.

    Io cambierei le valvole...pensa che non l'ho tenuto un solo giorno con le valvole stock!


    _________________
    Enjoy your head!  

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7695
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Digicode s 192

    Post  biscottino on Sun May 24, 2015 5:24 pm

    bibo01 wrote:
    Questa è una caratteristica, direi, abbastanza preoccupante e sintomo di distorione alta  

    Scusa, potresti spiegare cosa significa questa distorsione alta?
    Io ho lo stesso dac, stesso ampli, stessa cuffia, ma cavi e valvole diverse e non ho mai avuto un accenno di alcuna distorsione.


    _________________
    Enjoy your head!  

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Digicode s 192

    Post  phaeton on Sun May 24, 2015 6:43 pm

    realmassy wrote:Visto che ne parliamo, aggiungo qualche impressione di ascolto dopo un altro paio di settimane.
    Il Digicode dovrebbe essere ormai rodato, e mi sa che il 'suo' suono (a meno di non cambiare valvole e cavi) e' questo. E probabilmente non e' il mio suono.

    Per le MIE orecchie il Digicode manca di un po di raffinatezza e 'composure', come la chiamerebbero da queste parti, flemma, a cui ero abituato con l'Hex.
    C'e' piu' impatto e forse piu' dinamica ma il suono a volumi medio alti e con piu' strumenti si indurisce, si scompone. Con l'Hex avevo sempre voglia di alzare il volume da quanto era pulito.

    Sono inoltre molte di piu' le incisioni 'brutte', mentre orima ero abituato ad ascoltare qualsiasi cosa. Di per se non una brutta cosa (e' piu' trasparente?), ma nek mio caso piu' grave perche non mi piace girare cuffie, ampli, cavi etct etc.

    Fra i dac che ho ascoltato in passato il Digicode mi ricorda l'Ayre QB-9, un gran dac, con un suono moderno e vigoroso.
    Insomma, e' un bel dac ma come ho detto mi sa che non fa per me.

    Massy, non sono intervenuto prima per non dare sempre possibili suggestioni, ma.... me l'aspettavo.
    cosi' come mi aspettavo che l'Hex ti sarebbe piaciuto, cosi' sapevo che forse il Lector non faceva per te....
    secondo me se vuoi fare uno step ulteriore rispetto all'Hex, devi prendere questo: http://www.metrum-acoustics.com/PavaneEN.html




    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Digicode s 192

    Post  phaeton on Sun May 24, 2015 6:49 pm

    biscottino wrote:

    Scusa, potresti spiegare cosa significa questa distorsione alta?
    Io ho lo stesso dac, stesso ampli, stessa cuffia, ma cavi e valvole diverse e non ho mai avuto un accenno di alcuna distorsione.

    c'e' anche un'altra variabile che molti (io per primo, mea culpa) spesso dimentichiamo, concentrati completamente come siamo su cavi cavetti transistor e valvoloni..... ovvero, la musica. faccio un esempio banale: 5% di 2a armonica su una chitarra rock distorta e' inaudibile e anzi piacevole, viceversa su un cello o un violino puo' risultare invece fastidiosa.
    non sto OVVIAMENTE dicendo che e' questo il caso, pero' quando si fanno questi confronti bisognerebbe anche farlo a parita' di tipologia di musica ascoltata.
    senza poi neppure voler entrare nel discorso del diverso orecchio, e non si tratta di sensibilita' musicale o orecchio HiFi allenato, semplicemente per vari motivi (conformita' del canale, grandezza del timpano, etc..) ogni individuo ha la sua particolare ed unica sensibilita' alla distorsione. io ad esempio sono piu' sensibile della media alla distorsione di 2a e 3a, per questo prediligo un suono trasparente e preciso.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7695
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Digicode s 192

    Post  biscottino on Sun May 24, 2015 7:16 pm

    phaeton wrote:

    c'e' anche un'altra variabile che molti (io per primo, mea culpa) spesso dimentichiamo, concentrati completamente come siamo su cavi cavetti transistor e valvoloni..... ovvero, la musica. faccio un esempio banale: 5% di 2a armonica su una chitarra rock distorta e' inaudibile e anzi piacevole, viceversa su un cello o un violino puo' risultare invece fastidiosa.
    non sto OVVIAMENTE dicendo che e' questo il caso, pero' quando si fanno questi confronti bisognerebbe anche farlo a parita' di tipologia di musica ascoltata.
    senza poi neppure voler entrare nel discorso del diverso orecchio, e non si tratta di sensibilita' musicale o orecchio HiFi allenato, semplicemente per vari motivi (conformita' del canale, grandezza del timpano, etc..) ogni individuo ha la sua particolare ed unica sensibilita' alla distorsione. io ad esempio sono piu' sensibile della media alla distorsione di 2a e 3a, per questo prediligo un suono trasparente e preciso.

    E quindi?
    Non capisco dove vuoi andare a parare col tuo commento, secondo te il Lector distorce solo che io, ed altri possessori siamo sordi e non lo riusciamo a rendercene conto?
    Quella dei cavi , valvole etc, poi, mi viene da ridere... affraid


    _________________
    Enjoy your head!  

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Digicode s 192

    Post  phaeton on Sun May 24, 2015 8:13 pm

    biscottino wrote:

    E quindi?
    Non capisco dove vuoi andare a parare col tuo commento, secondo te il Lector distorce solo che io, ed altri possessori siamo sordi e non lo riusciamo a rendercene conto?

    perdonami, dove avrei scritto questo?
    provo a riformulare : a seconda del tipo di musica ascoltata (e io non so minimamente che tipo di musica ascolti tu, magari ascolti proprio la stessa musica di Massy, e' per questo che ho scritto che "non sto OVVIAMENTE dicendo che e' questo il caso") il profilo di distorsione di un apprecchio puo' risultare godibile oppure fastidioso. stavo facendo un discorso general generico senza alcun riferimento (non ho mai citato alcuna marca nel mio post)

    PS ovviamente il discorso e' riferito a quegli apparecchi definibili "colorati", per gli apparecchi definibili "neutri" il discorso puo' essere diverso

    biscottino wrote:
    Quella dei cavi , valvole etc, poi, mi viene da ridere... affraid

    sinceramente non capisco questo commento. ti viene da ridere perche' ho detto che oltre a considerare cavi cavetti etc bisognerebbe considerare il tipo di musica ascoltata?


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7695
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Digicode s 192

    Post  biscottino on Sun May 24, 2015 8:15 pm

    Vorrei ricordare che le jj con le quali il Lector viene fornito, non sono cattive valvole, solo un pó dure.
    Per stessa ammisione del progettista, sono quelle che garantiscono le maggiori performance elettriche con tolleranze minime, ma hanno bisogno di un lungo rodaggio, anche 3/400 ore, e non sono poche.
    Qui sul gazebo, siamo in tanti a possederlo e quasi tutti, con valvole diverse da quelle stock.
    Le migliori performance, a detta non solo mia, si raggiungono con le Telefunken ecc801s, certo non costano pochissimo e non è facile reperirle, ma questo upgrade è superiore a quello raggiungibile con cavi etc.


    _________________
    Enjoy your head!  

      Current date/time is Sat Dec 03, 2016 5:34 am