Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Caro Pluto ti scrivo... - Page 5
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Caro Pluto ti scrivo...

    Share

    Ospite
    Guest

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  Ospite on Tue Feb 26, 2013 11:17 am

    pluto wrote:...
    c) le casse sono state provate da me in molte posizioni nella stanza (non è che le ho buttate li ad minchiam), e tutte si sono dimostrate inferiori come risultato
    Sarebbe senz'altro meglio spostare il tutto di una 40na di cm verso sinistra ma sono obbligato a lasciare un pochino di spazio x accedere alla porta di sinistra. Ahimè

    d) Partendo dai supposti vincoli di non separabilità di teste e basi, restano come alternative proposte da Calabrese o il posizionamento negli angoli (ma a sinistra ho una porta quindi impossibile) o il posizionamento più ridossato a parete di tutti e 2 i blocchi, cosa che gradirei molto lasciandomi più spazio nella sala.
    Entrambe le ipotesi sono peggiori della soluzione adottata...

    Ha fatto fare qualche misura, o la deduzione "sono peggiori" è basata solo e soltanto su prove d'ascolto...?

    Segue
    F.C.

    Ospite
    Guest

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  Ospite on Tue Feb 26, 2013 11:21 am

    pluto wrote:...
    e) Ci si dimentica di dire che un conto è mettere negli angoli delle trombe che usano le pareti come prolungamento delle trombe stesse, un conto una cassa che è stata progettata x essere posizionata in modo diverso. Intanto la scena si appiattisce enormemente, mentre nel mio caso ha una profondità che solo i dipoli superano o eguagliano.
    Inoltre si elimina l'effetto sparizione casse (che a me piace enormemente)...

    Vero... verissimo...

    Quanto alla "scena", mi sembra il caso di ricordare che -proprio in questi giorni- io ed amici appassionati abbiamo condotto molte prove d'ascolto su una combinazione di diffusori economicissimi, collocati in libreria, a filo dei libri...

    Ebbene... l'immagine stereofonica è assolutamente migliore rispetto a quella che si ottiene dagli stessi diffusori quando sono collocati su stand...!

    E' diversa, però: è più nitida e localizzata, per cui si perde quell'ambiguità e quella delocalizzazione che molti appassionati erroneamente considerano come un pregio... ed è invece soltanto il frutto delle diffrazioni e delle riflessioni da oggetti vicini...

    Segue
    F.C.

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  Fausto on Tue Feb 26, 2013 11:28 am

    piroGallo wrote:

    Il problema è proprio che i costruttori (tranne poche eccezioni, vedi appunto Allsion) hanno ritenuto vincente/conveniente la NON soluzione di allontanare semplicemente i diffusori dalle pareti invece di sfruttarne le caratteristiche con progetti che ne tenessero conto.

    Inoltre sul considerare le riviste capaci di buoni insegnamenti ho, ecco, qualche riserva.

    Primo capoverso: secondo te più vincente o più conveniente (intendi credo una convenienza progettuale più facile a realizzarsi) ?
    Secondo capoverso: quoto Gianni! verissimo non sempre c'è da imparare.
    Grazie.
    Ciao.
    sunny

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21551
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  pluto on Tue Feb 26, 2013 11:44 am

    @ Gianni: concordo e se gli amici qua non si fanno prendere dalla voglia di rivangare rancori passati, magari viene fuori qualcosa di interessante x tutti se rimaniamo sul tecnico
    A prescindere dalle riviste, (però le misurazioni parlavano chiaro x quel poco che riuscivo a capire io) mi viene difficile pensare che tutti i progettisti ( perlomeno la quasi totalità) seguano una moda di solo marketing.

    1) reflex posteriore: Calabrese lei lo attaccherebbe al muro o lo metterebbe negli angoli?
    2) x favore risponda alla domanda tecnica che le ho posto prima a prescindere dalle mie casse (Lei ha pure bocciato Magico Q7 e Wilson Alexandra se ricordo bene): la gamma bassa ha un effettivo rinforzo se messa negli angoli e a parete o no?
    Inoltre se si tappa il condotto posteriore è un problema o no?

    3) io penso che i progettisti di questo tipo di casse, avendo già una risposta sui bassi soddisfacente ( o molto buona a seconda dei casi), preferiscano la collocazione staccata che Calabrese ripugna, xchè alla fine la resa sulla scena risulta superiore e le casse spariscono, mentre se sono addossate alla parete questo non succede

    4) no non ho misurato Calabrese. Ma vede, x me e posso tranquillamente sbagliare, è più importante avere una scena ariosa che i 20 hz. Fermo restando che considero le Rockport molto efficaci proprio sui bassi ed i riferimenti che avevo prima non erano proprio così male (Infinity epsylon biamplificate ed equalizzate)

    @ Calabrese: ho capito chi è "l'amico" malato di mente che mi cita nel suo forum. Mi sono bastate un paio di pag x avere i conati di vomito (e non riguardavano me)
    Essendo io un modesto utente e non una persona che ha interessi commerciali di alcun tipo nell'ambito hifi, trovo singolare questo suo (di lui) uso del copia incolla, x estrapolare frasi e discorsi e poi apostrofare tutti, dal Papa al Diavolo. Segno di un' educazione meno che mediocre, di una correttezza non certo esemplare e di un bisogno urgente di un analista in grado di risolvergli qualche problema. Ma non sarà facile trovarlo purtroppo
    Per non parlare poi delle tremende battute che ho letto anche sull'aspetto fisico di qualcuno dei suoi soggetti preferiti. Indice di un cattivo gusto senza pari.
    Evidentemente da oggi sarò ancor più nel suo cuore. Contento lui....... bah

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21551
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  pluto on Tue Feb 26, 2013 11:49 am

    Fabrizio Calabrese wrote:
    Tristissima situazione... mi rendo conto...!

    E' come ritrovarsi in casa il solito "oggetto totemico", vale a dire il diffusore completo (bassi-medi-alti) la cui risposta è stata allineata per una collocazione in ambiente alla quale corrisponde l'impossibilità fisica a conseguire una risposta ed una timbrica lineari in gamma bassa...

    Mi spiegate cosa ci trovate in questi diffusori...???

    Segue
    F.C.

    Questa però è una sua opinione e basta
    Guarda caso John Atkinson nell'articolo da lei citato e che anch'io possiedo, riferendosi alle misure dice se ricordo bene
    "Overhall an excellent performance"

    A sentire Lei, sono una chiavica mi pare sunny

    Ospite
    Guest

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  Ospite on Tue Feb 26, 2013 11:52 am

    pluto wrote:...
    f) Calabrese propugna sempre nelle sue idee il collocamento in angolo anche contro l'idea di partenza del progettista. Probabilmente xchè poi intende equalizzare. Ma francamente non ne capisco la ragione. Se la resa ottimale e senza equalizzazione è in una posizione diversa, xchè farsi del male e aggiungere qualcosa di extra? X far lavorare meglio l'ampli? Il mio soffre assai poco e l'impedenza Rockport non è critica.
    Tutte le riviste del mondo ci insegnano che addossando una cassa progettata x lavorare in campo libero o quasi, alla parete di fondo e agli angoli, si ha un rigonfiamento del basso che viene considerato deleterio (ad un certo punto) e quindi la posizione ottimale resta ad una distanza diversa da modello a modello.

    Forse qua Calabrese potrebbe dirci qualcosa di più, visto che mi sembra essere uno dei punti base delle sue idee, ed il chiarimento potrebbe essere utile a molti. E lo chiedo senza alcuna verve polemica (solo curiosità)
    Tutto il mondo dice una cosa e Calabrese sostiene o consiglia il contrario.

    E siccome non sono uno che zittisce la voce solitaria ma anzi mi incuriosisce e ben venga se c'è da imparare qualcosa.....

    Grazie davvero...!!!

    Uno spunto bellissimo !

    Vedrò di rispondere al meglio.

    Ma partiamo da una premessa intrigante: voi lo sapete che esistono almeno una decina di diverse tecniche di ripresa microfonica stereo...? Cosa c'entra...???

    C'entra... c'entra...!

    Sto semplicemente premettendo che il problema dell'immagine stereo NON riguarda i diffusori che in minima parte...!

    Prendiamo ad esempio le tre tecniche "fondamentali": quella con microfoni cardioidi coincidenti, quella con omnidirezionali distanziati di mezzo metro e la tecnica "decca tree", con tre quasi omni spaziati di più di un metro...

    Beh... è chiaro che un diffusore che dovesse riprodurre correttamente quanto registrato dovrebbe riprodurre tre immagini stereo diversissime tra loro...!!!

    Ed infatti questo accade quando si ascolta con un Monitor da Studio, vale a dire con un grande diffusore collocato a filo parete...

    Sappiamo tutti che il costo del montaggio a filo parete ha portato alla eliminazione dei Grandi Monitor anche negli Studi, dove ormai ci si arrangia con piccoli diffusori collocati (malissimo) sul bordo del mixer...

    Ed è da questo "errore" che deriva -come conseguenza- la tendenza anche negli impianti domestici ad avvicinare i diffusori, contando sul fatto che la sensazione di profondità verrà ottenuta sinteticamente, aggiungendo riverbero scorrelato in sede di missaggio...

    Quanto alla collocazione in angolo, io non la ritengo assolutamente obbligatoria o migliore: lo è nel caso di diffusori limitati per rendimento e tenuta in potenza, ma vi assicuro che se ne può fare benissimo a meno...

    Segue
    F.C.

    Ospite
    Guest

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  Ospite on Tue Feb 26, 2013 11:58 am

    pluto wrote:...
    Guarda caso John Atkinson nell'articolo da lei citato e che anch'io possiedo, riferendosi alle misure dice se ricordo bene
    "Overhall an excellent performance"

    A sentire Lei, sono una chiavica mi pare sunny

    John Atkinson vive degli introiti pubblicitari della rivista su cui scrive...

    ...e sarei molto curioso di sapere quanto andrebbe avanti se scrivesse la verità... affraid

    Io faccio un semplice ragionamento logico...

    In questi giorni ho preso dei diffusori Made in China da 180 Euro la coppia ed ho corretto un errore nel filtro di crossover, linearizzandone la risposta. Li ho collocati in libreria, aggiungendo una seconda coppia come supporto in gamma bassa (collocata a terra, girata di 90 gradi, in modo di tenere il woofer a filo parete), ed ho ascoltato, con diversi amici...

    Ebbene... nonostante i chiari limiti della componentistica, il risultato (specie in gamma bassa) è molto migliore del "basso di gomma" che ho ascoltato da diffusori che costano esattamente cento volte di più.

    Questo vorrà pur dire qualcosa...!!!

    Diciamo che, quando si corregge un semplice errore tecnico, p.es. di collocazione, le prestazioni di QUALSIASI diffusore migliorano.

    Io credo che sia un buon motivo per rifletterci.

    Saluti
    F.C.

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21551
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  pluto on Tue Feb 26, 2013 12:10 pm

    Vede che se fa il "bravo" qualche spunto interessante di discussione viene fuori? sunny sunny
    Poi si può dissentire o meno... ma questo è un altro discorso

    Sarebbe bello se altri "illustri pareri tecnici" ci dicessero la loro sul tema. Io sono assolutamente incompetente x reggere un dialogo di questo tipo..

    Se ci si potesse dimenticare dei rancori da forum ed usare un pò di buona educazione....

    Vigileremo, come dice il Piromane.. Laughing

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  piroGallo on Tue Feb 26, 2013 12:23 pm

    pluto wrote:Vede che se fa il "bravo" qualche spunto interessante di discussione viene fuori? sunny sunny
    Poi si può dissentire o meno... ma questo è un altro discorso



    e aggiungo che dobbiamo essere curiosi e sperimentatori, saper ascoltare/leggere ed essere critici ma senza pregiudizi.

    perchè come diceva quel tale (*) "la verità si nasconde quasi sempre sotto giganteschi mucchi di merda"

    (*) che conosco bene... affraid


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21551
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  pluto on Tue Feb 26, 2013 12:30 pm

    piroGallo wrote:


    e aggiungo che dobbiamo essere curiosi e sperimentatori, saper ascoltare/leggere ed essere critici ma senza pregiudizi.

    perchè come diceva quel tale (*) "la verità si nasconde quasi sempre sotto giganteschi mucchi di merda"

    (*) che conosco bene... affraid

    Ma chi cazzo era questo saggio? affraid

    Tornando seri, GianniPiro
    Potresti con comodo raccontarci un pò della tua esperienza. Cioè tu avevi le casse disposte come me? poi hai deciso di metterle in angolo, poi stai usando l'equalizzazione digitale Dirac...
    Pro e contro delle 2 soluzioni?

    Parla parla. O dobbiamo trapanarti il palato con una trivella x estrarti 2 parole e 4 molari

    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8671
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : prov.Cremona

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  Giordy60 on Tue Feb 26, 2013 12:37 pm

    prima del dirac, usava il software si AVS se non erro !
    tra i due sistemi, quali migliorie ?

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8720
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  Edmond on Tue Feb 26, 2013 12:37 pm

    Vede che se fa il "bravo" qualche spunto interessante di discussione viene fuori? sunny sunny
    Infatti, Gian... Se Calabrese non avesse questo desiderio forte di porsi sullo stesso piano de "Er cesso de Latrina", avrebbe cose interessanti da dire e sulle quali discutere.........

    Il problema è questa posizione aprioristica, secondo la quale tutti i forumisti sono dei poveri coglioni che foraggiano gli spennapolli, mentre lui detiene la verità............ Se le cose si aggiustassero, lui comprendendo che nessuno vuole rubargli qualcosa, sarebbe un buon passo avanti........... sunny


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  piroGallo on Tue Feb 26, 2013 1:51 pm

    pluto wrote:

    Parla parla. O dobbiamo trapanarti il palato con una trivella x estrarti 2 parole e 4 molari
    più tardi racconto.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  piroGallo on Tue Feb 26, 2013 1:53 pm

    Giordy60 wrote:prima del dirac, usava il software si AVS se non erro !
    tra i due sistemi, quali migliorie ?
    continuo ad usarli entrambi, fanno cose diverse. lo stream prima passa da avs e poi da dirac. più tardi spiego meglio.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21551
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  pluto on Tue Feb 26, 2013 2:25 pm

    @Calabrese

    Mi permetta uno spunto di lettura specie dopo l'ultimo post del Conte Edmond. Le sembrerà strappalacrime ma se letto nella giusta maniera Le sarà utile x avere un migliore scambio forumistico con lui e quindi con noi tutti.

    Edmond oltre che essere un mio amico, è persona leale e corretta. Magari rompicojons, non posso negarlo ma leale. E' un ex sportivo come me, abituato a darsele di santa ragione e poi a bersi una birra a fine partita con gli avversari dopo una stretta di mano. Il fatto che lui abbia scelto un progetto di un suo acerrimo "nemico" GP Majandi, che saluto se ci legge, non ne fa automaticamente un demonio, anzi. Così come non credo che GPM sia il demonio, anzi.

    In molti settori, gli "avversari" spesso si rispettano e magari discutono pure, animatamente ma discutono, ognuno con le proprie idee e vinca il migliore. Perché nel modesto mondo dell'AIFAI Italiana devo leggere di insulti, minacce di querele etc? Bastano un paio di pag del sito di Stirling x capire cosa intendo. Ma tutti i forums ne sono pieni

    Noi del Gazebino, siamo ben consapevoli che in fondo anche il suo interesse sarebbe quello di farsi un po' di pubblicità, cosa che non ostacoliamo. Sono tanti quelli che se la fanno e a nessuno di noi è mai venuto in mente di mettere veti, finchè viene fatto tutto con buona educazione e non si viola il regolamento (e questo mi serve anche x rispondere indirettamente al suo PM).

    Se gli scambi restano sulle asserzioni tecniche, ne saremo felici. Voi Prof darete qualche dritta agli ignoranti come me e vi farete un pò di pubblicità personale che non guasta mai. Sempre che ne abbiate voglia

    Buona continuazione

    ******

    Vorrei anche rispondere alla sua domanda: cosa ci trovate in queste casse?
    Su questo sono preparato.

    Prenda 2 dolci, uno bellissimo ma mediocre ed uno brutto ma buonissimo. Quale crede che si venderà x primo?

    Prenda ora 2 dolci: uno bellissimo ma buono ed uno brutto ma buonissimo: Quale crede che si venderà x primo e quale crede si continuerà a vendere meglio tra i 2? Sempre il 1°, nonostante il cuoco del 2° continuerà a bestemmiare domandandosi che cosa ci trovano i consumatori nel 1°

    C'est la vie Calabrese. Ed il marketing, ma anche la qualità costruttiva, la fama, e quindi la rivendibilità etc etc

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  piroGallo on Tue Feb 26, 2013 5:19 pm

    pluto wrote:

    Parla parla. O dobbiamo trapanarti il palato con una trivella x estrarti 2 parole e 4 molari

    A suo tempo lessi, cercando di capire, quanto pubblicato da Allison sul comportamento della risposta in ambiente in relazione alla collocazione dei diffusori.

    Poi dimenticai di averlo letto.

    Uno giorno, osservando le mie casse, a sezione quasi-triangolare, mi venne di pensare che, a parte la distanza del woofer dal suolo, potevano essere adatte. L'unico problema era che, non essendo state progettate per questo, dovevano essere misurate ed equalizzate. E qui entra in gioco Dirac.

    Detto fatto.

    Ora tutti sanno che equalizzare riempiando un buco di frequenza causato da riflessioni ambientali è quasi sempre impossibile perchè amplificando tale frequenza si amplificano anche le riflessioni e siamo da capo a 12 rischiando inoltre di stressare inutilmente l'amplificatore.

    Ma la cosa interessante che capitò fu che, oltre ad avere la disponibilità di una correzione mixed-phase che quindi non opera solo in ampiezza, la collocazione in angolo innalzò molto l'efficienza della risposta a bassa frequenza.
    Come risultato l'intevento del correttore, in tale banda, non è praticamente mai quello di innalzare i buchi, bensì quello di spianare i picchi.

    Cosa sentono le orecchie?

    Bassi profondi, veloci e nitidi. Per lo meno in relazione alla situazione precedente.
    Potrei addirittura spingermi ad affermare che c'è meno distorsione ma, non essendo in grado di misurarla, non oso esprimermi.

    Insomma: meno muggiti e più ruggiti.

    P.S. gli scienziati potrebbero avere molte obiezioni al metodo seguito, in tal caso tengano essi conto del fatto che sono, essi, in presenza di un dilettante.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8720
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  Edmond on Tue Feb 26, 2013 5:39 pm

    Come risultato l'intevento del correttore, in tale banda, non è praticamente mai quello di innalzare i buchi, bensì quello di spianare i picchi.
    Regola fondamentale............ sunny


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    hr2
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5551
    Data d'iscrizione : 2010-05-26
    Età : 45
    Località : napoli

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  hr2 on Tue Feb 26, 2013 5:41 pm

    Edmond wrote:Per completare il discorso, oggi posseggo, come lei ben sa, il progetto Chimaera di Majandi, diffusore che lei stesso, prima di cadere irreversibilmente in uno dei suoi deliri di onnipotenza, ha definito un ottimo prodotto............ Guarda come va il mondo, adesso è l'esatto contrario.........

    Lei è veramente un riferimento tecnico assoluto, Calabrese, altro che Roy Allison.......... affraid affraid affraid

    Che ci dice dell'impianto del suo amico tabaccaio visto nel filmato, Calabrese??? E' un suo consiglio tecnico???


    Sei il mio idolo...mi fai morire

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21551
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  pluto on Tue Feb 26, 2013 6:06 pm

    @ PiroGianni

    In effetti vista la sezione triangolare le tue casse sembrano prestarsi particolarmente bene al posizionamento in angolo. Ma sei così sicuro che non furono progettate x questo scopo? Esattamente come uno dei modelli delle Allison (forse il 3 visto che 1 e 2 erano senz'altro con 2 facce, così come le 20)

    Ma a parte questa resa sui bassi e medio bassi che tu ora ritieni superiore, cosa è cambiato nella profondità della scena etc. Calabrese dice che è una ns falsa percezione (se ho capito bene) ma qua non lo seguo tanto.

    Personalmente ho sempre trovato una scena molto schiacciata, quasi piatta, anche con casse tipo Audio Note che nascono proprio x questo posizionamento. Inoltre se la stanza dovesse essere piuttosto larga, si avrebbe un pericoloso rischio di buco nel mezzo

    Tu hai mai provato l'opzione inversa? Cioè anziche smussare i picchi conseguenti al rigonfiamento, a lasciare le casse dove erano e semmai ad equalizzare in aumento anzichè in diminuzione. Mantenendo inoltre una maggiore profondità di scena?

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  piroGallo on Tue Feb 26, 2013 6:30 pm

    pluto wrote:@ PiroGianni


    Tu hai mai provato l'opzione inversa? Cioè anziche smussare i picchi conseguenti al rigonfiamento, a lasciare le casse dove erano e semmai ad equalizzare in aumento anzichè in diminuzione. Mantenendo inoltre una maggiore profondità di scena?

    L'ho provata e mantenuta per mesi, prima dell'illuminazione.
    Non c'è partita, meno muggiti e più ruggiti. Laughing

    Sulla scena, bè, io sono in una situazione particolare poichè ascolto con quattro diffusori adeguatamente collocati e gestiti da AVS quindi non ho notato particolari penalizzazioni.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21551
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  pluto on Tue Feb 26, 2013 6:37 pm

    piroGallo wrote:
    Sulla scena, bè, io sono in una situazione particolare poichè ascolto con quattro diffusori adeguatamente collocati e gestiti da AVS quindi non ho notato particolari penalizzazioni.

    Mi ci mancava anche un quadrifonico x complicarmi la vita...

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  piroGallo on Tue Feb 26, 2013 7:14 pm

    UCAF


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    Ospite
    Guest

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  Ospite on Tue Feb 26, 2013 8:08 pm

    Sono rientrato solo ora, ed ho ospiti. Embarassed

    Per domani mattina troverete da leggere... sunny

    Saluti
    F.C.

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  aircooled on Tue Feb 26, 2013 9:05 pm

    caro pluto non ti scrivo


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Ospite
    Guest

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  Ospite on Tue Feb 26, 2013 11:27 pm

    pluto wrote:Vede che se fa il "bravo" qualche spunto interessante di discussione viene fuori? sunny sunny
    Poi si può dissentire o meno... ma questo è un altro discorso

    Sarebbe bello se altri "illustri pareri tecnici" ci dicessero la loro sul tema. Io sono assolutamente incompetente x reggere un dialogo di questo tipo..

    Se ci si potesse dimenticare dei rancori da forum ed usare un pò di buona educazione...

    Occorre semplicemente intenderci su cosa si intende per "buona educazione"...

    In proposito vi racconto una storiella vera, verissima...

    Più di dieci anni fa, un mio amico mi presentò un personaggio assai simpatico, ebreo, che apprezzò molto la stima che io avevo accumulato negli anni precedenti lavorando con David Zard... In effetti -lo confesso- da allora non ho mai avuto più a che fare con Professionisti con la "P" maiuscola come lui e suo fratello...

    Un giorno incontrai il "personaggio" insolitamente abbattuto, e lo invitai per il rituale cappuccino consolatorio... e fu allora che lui si aprì e mi confessò il motivo del suo malumore...

    A suo dire erano ormai tramontati i "bei tempi" in cui si poteva turlupinare un anonimo babbeo, facendogli firmare contratti capestro o rifilandogli assegni a vuoto... Lui si era appena reso conto del fatto che la sua ultima "vittima" poteva verosimilmente essere un camorrista napoletano (o un uomo della 'ndrangheta...) e che la vicenda poteva avere un finale assolutamente diverso ed opposto dal "solito"...

    Tentai invano di risollevarlo... ma ricordo ancora la sua faccia da condannato (veramente...) a morte...

    Ecco... io credo che in campo Hi-End siano moltissimi -come lui- a rimpiangere i "bei tempi" in cui potevi intortare qualsiasi babbaleo e festeggiare il finale alla stra-grande...!!!

    Oggi si rischia che arrivi il guastafeste che ti addita come truffatore...

    Una intollerabile forma di maleducazione... indubbiamente...!!!

    Segue
    F.C.


    Ospite
    Guest

    Re: Caro Pluto ti scrivo...

    Post  Ospite on Tue Feb 26, 2013 11:41 pm

    Edmond wrote:
    Infatti, Gian... Se Calabrese non avesse questo desiderio forte di porsi sullo stesso piano de "Er cesso de Latrina", avrebbe cose interessanti da dire e sulle quali discutere.........

    Il problema è questa posizione aprioristica, secondo la quale tutti i forumisti sono dei poveri coglioni che foraggiano gli spennapolli, mentre lui detiene la verità............ Se le cose si aggiustassero, lui comprendendo che nessuno vuole rubargli qualcosa, sarebbe un buon passo avanti........... sunny

    Vede... Edmond...

    Io ho un carissimo amico (dal 1976, se ricordo bene) che è caduto da decenni in una specie di dipendenza psicologico-economica dal suo "pusher", vale a dire da un notissimo negoziante di Hi-Fi, che gli concede in visione e poi gli vende "di tutto di più"...

    E' una persona che ha un'attività indipendente, rispetto ai cui introiti le sue spese per l'Hi-Fi rappresentano una quota paragonabile a quanto residua per la famiglia...

    Inutilmente, negli anni, ho tentato di convincerlo a fare scelte ragionate.

    L'ultima volta che l'ho avuto ospite ho però visto i suoi occhi lucidi, mentre ascoltava il mio ultimo impianto a tromba...

    Ho chiesto ad un altro amico, presente, e questi mi ha spiegato che l'altro aveva appena acquistato quattro quintali di legname -come diffusore, a peso d'oro- dal solito "pusher": un mese prima, ad una cifra che non mi ha detto, ma che verosimilmente era un multiplo del costo del mio impianto, che stava ascoltando...

    Di qui le lagrime (di coccodrillo...).

    Quindi... caro Edmond... io sarei assolutamente disonesto se affermassi di non conoscere appassionati selvaggiamente spennati e persino spernacchiati dal furbacchione di turno...

    E, credimi, a me la figura del disonesto dispiace farla (anche se come semplice connivente), anche se per alcuni (come te) potrebbe essere più simpatica ed accettabile...

    (scusami per il "tu"...)

    Saluti
    F.C.

      Current date/time is Sun Dec 11, 2016 2:52 pm