Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
L'importanza sottovalutata della sorgente
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    L'importanza sottovalutata della sorgente

    Share

    pappa&lardo
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 879
    Data d'iscrizione : 2012-07-23

    L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  pappa&lardo on Mon Mar 11, 2013 11:34 am

    Ieri sera, dato che avevo tempo, mi sono messo a smanettare e a fare esperimenti di ascolto e sono emerse altre cose interessanti.

    Come sorgente ho utilizzato lo stesso pc fisso, con due partizioni: una dedicata ad ubuntu e l'altra a cmp2.


    Per amplificare la hd800, Peyote e Mdac.


    Con Ubuntu il suono è bello "tondo", con una grande dinamica e senso del ritmo e fatica di ascolto praticamente assente. Con questo sistema però la distanza che separa Peyote e Mdac all'ascolto è, come già detto in passato, minima finchè il Peyote non è bello caldo dopo circa un'ora di utilizzo.

    Sfruttando la partizione Cmp2 le cose cambiano radicalmente!. Era un pò che non ascoltavo con questa partizione e devo dire che la differenza con Ubuntu è impressionante. Il suono è granitico, la scena immensa e il basso una specie di onda anomala invisibile che sembra arrivarti in pancia.

    Con questo sistema la differenza tra Mdac e Peyote è abissale! dico abissale perchè pare davvero di sentire un altro pezzo cambiando amplificazione! oltretutto ho fatto la prova dopo aver lasciato raffreddare il Peyote e l'Mdac ma anche a freddo non c'era storia, il Peyote era su un'altro pianeta.


    Ora mi chiedo perchè si parla tanto di amplificazione da abbinare alle cuffie ma poco di sorgente da abbinare all'amplificazione, che dopo tutto questo mi sembra essere la cosa che conta di più in assoluto!

    Che ne pensate?

    axellone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1995
    Data d'iscrizione : 2010-04-24
    Età : 54
    Località : Roma

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  axellone on Mon Mar 11, 2013 12:04 pm

    Che nella catena di riproduzione ogni elemento ha il suo peso e va scelto con cura ed equilibrio. Basta un elemento per penalizzare tutta la resa al limite del componente inferiore.
    Iniziando, appunto, dalla fonte..


    _________________
    Saluti, Enrico  

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21501
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  pluto on Mon Mar 11, 2013 1:42 pm

    axellone wrote:Che nella catena di riproduzione ogni elemento ha il suo peso e va scelto con cura ed equilibrio. Basta un elemento per penalizzare tutta la resa al limite del componente inferiore.
    Iniziando, appunto, dalla fonte..

    Ti sei meritato un bel quotone caro il mio Axellone


    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  piroGallo on Mon Mar 11, 2013 2:06 pm

    Io credo che sottovalutare o sovravalutare un singolo componente sia sicuramemnte un errore.
    E sono fermamente convinto che il corretto approccio metodologico nella progettazione/miglioramento/valutazione di una catena elettroacustica sia uno solo, e debba essere seguito con una impostazione cosiddetta retroattiva, valutando i singoli componenti con particolare riferimento all'interfacciamento con ciò che precede.
    Prendendo ad esempio la riproduzione con diffusori acustici (ma il caso cuffie, non cambia) occorre partire dal fondo, ossia dalla valutazione do cosa e come si desidera ascoltare; quindi scegliere con coerenza i diffusori valutando il proprio ambiente di ascolto e la sua risposta.
    E così, retrocedendo, passare alla valutazione dell'amplificazione relativamente ai diffusori/cuffie ed alle loro caratteristiche fino al punto iniziale della catena: la sorgente.
    Questo approccio, secondo me, garantisce una maggiore percentuale di successo nella messa a punto di un sistema che fornisca ciò che ci piace sentire.
    Come al solito, anche questo è un processo che deve essere gestito attribuendo la maggior importanza a ciò che realmente produce.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    pappa&lardo
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 879
    Data d'iscrizione : 2012-07-23

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  pappa&lardo on Mon Mar 11, 2013 2:36 pm

    piroGallo wrote:Io credo che sottovalutare o sovravalutare un singolo componente sia sicuramemnte un errore.
    E sono fermamente convinto che il corretto approccio metodologico nella progettazione/miglioramento/valutazione di una catena elettroacustica sia uno solo, e debba essere seguito con una impostazione cosiddetta retroattiva, valutando i singoli componenti con particolare riferimento all'interfacciamento con ciò che precede.



    E' che molto spesso per le cuffie vedo scritte cose sui cavi,sugli ampli ma molto meno sulla sorgente! Ad esempio il Lector e il Peyote sembrano fatti l'uno per l'altro, un abbinamento sicuramente azzeccatissimo!

    calibro
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 901
    Data d'iscrizione : 2012-05-13

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  calibro on Mon Mar 11, 2013 4:15 pm

    Concordo con l'importanza della sorgente, in particolare con le cuffie.

    Cmp2 sembrerebbe ancora una volta il miglior sistema x la liquida.

    Certo che è abbastanza conclamato anche che la liquida NON è il meglio "tout court" come si affermava agli inizi (un file è un file, ecc... ecc....).
    Necessiterebbe al contrario di molte prove/conoscenze/accortezze: mi ricorda un po' i giradischi analogici.





    _________________

    Salotto:
    Oppo Aurion Audio BD-83 SE + SKYHD optical out > LG Plasma 50" HD
    > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131
    > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III

    Studio:
    MacBook Air + Youtube > Dayton DTA-1 > Acoustical Nota Amadeus

    Marillion
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1320
    Data d'iscrizione : 2010-01-22
    Località : Roma

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  Marillion on Mon Mar 11, 2013 4:20 pm

    Sono d'accordo su tutto...ma vi invito a pensare che la maggior parte di noi non hanno una sola cuffia. E in quel caso come la mettiamo?

    turo91
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3368
    Data d'iscrizione : 2012-03-01
    Età : 25

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  turo91 on Mon Mar 11, 2013 4:24 pm

    calibro wrote:

    Cmp2 sembrerebbe ancora una volta il miglior sistema x la liquida.





    Dovresti provare questo con un raspberry http://www.raspyfi.com/


    _________________
     Il sito per chi porta la la passione in testa, recensioni e prove di cuffie, amplificatori, dac e sorgenti varie  :hehe:

    axellone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1995
    Data d'iscrizione : 2010-04-24
    Età : 54
    Località : Roma

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  axellone on Mon Mar 11, 2013 5:18 pm

    pappa&lardo wrote: Ad esempio il Lector e il Peyote sembrano fatti l'uno per l'altro, un abbinamento sicuramente azzeccatissimo!

    Lector come sorgente, inteso come cdp o dac, a mio parere è sempre ottima nella categoria di prezzo a cui appartiene. La ritengo una scelta che non riserva brutte sorprese in qualsiasi accoppiamento


    _________________
    Saluti, Enrico  

    axellone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1995
    Data d'iscrizione : 2010-04-24
    Età : 54
    Località : Roma

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  axellone on Mon Mar 11, 2013 5:21 pm

    Marillion wrote:Sono d'accordo su tutto...ma vi invito a pensare che la maggior parte di noi non hanno una sola cuffia. E in quel caso come la mettiamo?

    Credo che una sorgente di qualità rimane comunque di qualità, a prescindere da quello che possono essere le sue leggere tendenze soniche, andrà bene in ogni abbinamento.


    _________________
    Saluti, Enrico  

    Marillion
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1320
    Data d'iscrizione : 2010-01-22
    Località : Roma

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  Marillion on Mon Mar 11, 2013 5:43 pm

    axellone wrote:

    Credo che una sorgente di qualità rimane comunque di qualità, a prescindere da quello che possono essere le sue leggere tendenze soniche, andrà bene in ogni abbinamento.

    Appunto ....non si può avere una sorgente per ogni cuffia che si possiede.
    Qualcuno qui diceva che la sorgente è importante quanto l'ampli..ma un ampli, anche se di qualità,..magari troppo brillante (o troppo scuro) con alcune cuffie non va bene per niente..o magari non ce la fa proprio come potenza ad amplificare una cuffia..metti un Otl con cuffie a bassa impedenza o alcuni stato solido con cuffie dall'alta impedenza.
    Mentre un ottima sorgente fa meno danni di un ampli abbinato male.
    O dico una castroneria?

    Marillion
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1320
    Data d'iscrizione : 2010-01-22
    Località : Roma

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  Marillion on Mon Mar 11, 2013 6:03 pm

    Spero di esser stato chiaro..me so incartato un pò affraid

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7695
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  biscottino on Mon Mar 11, 2013 7:03 pm

    La sorgente di qualità, rimane tale nel tempo.
    Il mio Lector 4 telai ha ormai 5 anni, e non è stato mai messo in discussione, solo un piccolo aggiustamento con delle Telefunken ecc801s e stop.
    Ho cambiato invece la cavetteria, da Soulcable a Faber's, un affinamento molto importante che mi ha portato ad avere meno colorazioni timbriche, ma partivo già da una base ottima.

    Sal


    _________________
    Enjoy your head!  

    madmax
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3412
    Data d'iscrizione : 2010-04-18
    Età : 49
    Località : Cerignola (FG)

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  madmax on Mon Mar 11, 2013 8:06 pm

    axellone wrote:Che nella catena di riproduzione ogni elemento ha il suo peso e va scelto con cura ed equilibrio. Basta un elemento per penalizzare tutta la resa al limite del componente inferiore.
    Iniziando, appunto, dalla fonte..

    Parole sante ...niente da aggiungere


    _________________
    Spoiler:

    Analogico: Technics SL1200 MKII
    Sorgente:Mcintosh MCD301/Unison Research Unico cd
    Sorgente audio/video:Denon DBP-2012UD                                                                                                      
    Ampli:AM Audio T90
    Diffusori:Klipsh Heresy III
    Cuffie:Hifiman HE-6 Airtech/Sennheiser HD800 CustomCans/Spirit Labs Grado
    Ampli cuffia:Megahertz MezzoGuerra/ Megahertz OTL
    Dac Ampli Cuffia: Pioneer U-05
    Condizionatore di rete: IsoTek Vision

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  fil on Tue Mar 12, 2013 12:05 am

    La mia scelta, da sempre, di un unico impianto cuffia risponde all' esigenza minimalista che si combina con la ricerca della miglior sinergia possibile tra i componenti la catena, partendo dalLA CUFFIA, attorno alla quale si costruisce l'insieme.
    Se ciò da un lato appare riduttivo, nel contempo facilita la composizione dell'insieme e degli abbinamenti che, viceversa, si complicano esponenzialmente al crescere delle "possibilità" date dalla numerosità di cuffie in ballo/uso.


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    newsound
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 120
    Data d'iscrizione : 2012-10-29

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  newsound on Tue Mar 12, 2013 1:55 pm

    Mi spiegate cos'è sto Cmp2? ho guardato su google ma non ho capito tanto.. pensavo fosse un player

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21501
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  pluto on Tue Mar 12, 2013 2:05 pm


    è roba da liquidi. Qua ci vuole Pappa

    L'hai tirata in ballo? e mò gliela spieghi.. Laughing Laughing Laughing

    turo91
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3368
    Data d'iscrizione : 2012-03-01
    Età : 25

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  turo91 on Tue Mar 12, 2013 2:22 pm

    newsound wrote:Mi spiegate cos'è sto Cmp2? ho guardato su google ma non ho capito tanto.. pensavo fosse un player

    E' una versione di xp ottimizzata per l'audio


    _________________
     Il sito per chi porta la la passione in testa, recensioni e prove di cuffie, amplificatori, dac e sorgenti varie  :hehe:

    pappa&lardo
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 879
    Data d'iscrizione : 2012-07-23

    Re: L'importanza sottovalutata della sorgente

    Post  pappa&lardo on Tue Mar 12, 2013 2:47 pm

    Cmp2 è un sistema per la musica liquida basato su Windows Xp ed ottimizzato pesantemente sia sul lato software che su quello hardware.

    Al momento tra tutti i sistemi che ho sentito per la musica liquida è quello che suona meglio in assoluto, anche senza utilizzare hardware specifico per cmp2. Con accorgimenti sull'alimentazione poi diventa davvero una sorgente grandiosa per la musica liquida.

    Ha anche degli svantaggi peró, che la rendono anche una delle piú scomode. Ubuntu a mio parere è la scelta migliore dopo Cmp2 perché ha comunque una qualità elevata ed è molto più plug and play. Non ho mai provato sistemi come Voyage Mpd.

    Se vuoi più informazioni in merito vai sulla sezione dedicata a cmp2 e cplay su nexthardware. Scrivi cplay nexthardware su Google e trovi tutto

      Current date/time is Fri Dec 02, 2016 7:02 pm