Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Piccolo Glossario del Suono
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Piccolo Glossario del Suono

    Share

    the Crimson King
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2183
    Data d'iscrizione : 2013-01-16
    Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove

    Piccolo Glossario del Suono

    Post  the Crimson King on Thu Jun 06, 2013 10:42 pm

    Vorrei iniziare a capire, in maniera univoca, come poter tradurre in lingua italiana ciò che sentono le mie orecchie... esiste da qualche parte un glossario dei termini che leggo spesso qui sul forum? (suono arioso/trasparente, gamma aperta, bassi controllati, acuti aspri, ecc...). Ieri provando per la prima volta il mogami con la X1 ho sentito subito che il suono era "migliore". Ma non posso presentarmi qui semplicemente con questo aggettivo per poter discutere con gli altri con cognizione di causa! Forse il problema è più esteso, è a monte della terminologia cioè: come prestare attenzione al modo in cui variano le sonorità, come analizzare una gamma acuta o media o bassa che sento "migliore" rispetto a prima?


    _________________
    "Coi capelli sciolti al vento io dirigo il tempo, il mio tempo...
    là... negli spazi dove Morte non ha domini, dove l'Amore varca i confini..."



    "Confusion" will be my epitaph...

    mau57
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1589
    Data d'iscrizione : 2011-03-28
    Età : 59
    Località : Roma

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  mau57 on Fri Jun 07, 2013 12:13 am



    mi accade la stessa cosa man mano che modifico il setup cuffie, ascolto un suono "migliore" ... ma come esprimerlo?? sunny

    sledgehammer
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 302
    Data d'iscrizione : 2012-02-05
    Località : BG Motociclante

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  sledgehammer on Fri Jun 07, 2013 9:24 am

    Condivido e mi accodo alla richiesta , anch'io ho di recente modificato il mio set-up e mi è stato chiesto di esprimere pareri , ma più che dire che si sente "più meglio" Embarassed non saprei come esprimermi. Se qualche edotto ci illumina.... grasssie


    _________________
    Mauro

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  Geronimo on Fri Jun 07, 2013 11:27 am

    In passato qualche tentativo di risolvere il problema è stato fatto ma con scarsi risultati

    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t7047-vocabolario-audiofilo-condiviso?highlight=condiviso


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    the Crimson King
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2183
    Data d'iscrizione : 2013-01-16
    Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  the Crimson King on Fri Jun 07, 2013 2:18 pm

    Grazie Geronimo, andiamo a leggere!

    Ma ho sbagliato io ad aprire il 3d? pensavo di averlo fatto nella sezione"L'angolo della musica"!


    _________________
    "Coi capelli sciolti al vento io dirigo il tempo, il mio tempo...
    là... negli spazi dove Morte non ha domini, dove l'Amore varca i confini..."



    "Confusion" will be my epitaph...

    albertosi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 992
    Data d'iscrizione : 2012-11-18
    Località : Firenze

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  albertosi on Fri Jun 07, 2013 2:59 pm

    Troppo spesso i gusti, le esperienze e i riferimenti sono diversi.. per questo pretendere che esista una univocità su alcuni-molti termini diventa un'impresa ardua.
    E' meglio sforzarsi di spiegare con parole proprie contando sulle capacità dialogiche degli interlocutori e senza aver paura di passare da ignoranti. Vedrai che in qualche modo ci si capisce e si impara.
    Anche perchè mica parliamo di scienza.
    Cosa siano delle note gravi controllate è intuitivo cosi come le acute trapananti... Poi magari a uno piacciono lo stesso.
    Per misurare la dinamica occorre il dinamometro?
    Parlare di timbrica a che serve se non si conosce quella del particolare strumento che stiamo ascoltando?
    Il nero infrastrumentale cos'è? Dove si trova esattamente?
    La separazione degli strumenti va daccordo con la giusta riproduzione delle armoniche??
    Il suono radiografante (aberrazione lessicale) evidenzia meno cose di quello tacchizzante?
    Dettaglio macro e micro vanno sentiti con un macro orecchio?

    Tutto questo nella prossima puntata di Kazzanger!!! Laughing Laughing Laughing

    Con tutto il rispetto...


    _________________
    Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due. (Il Perozzi, pensando al figlio)

    the Crimson King
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2183
    Data d'iscrizione : 2013-01-16
    Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  the Crimson King on Sat Jun 08, 2013 6:21 pm

    Allora forse, come dicevo,il problema è proprio a monte, ovvero capire (o meglio identificare consapevolmente) in cosa consistono le caratteristiche di una riproduzione quando sento che con quell'ampli o quel tale cavo "suona meglio"... è anche vero che per capire che cosa è "meglio" bisognerebbe avere un'idea chiara di quello che sia l'esecuzione dal vivo della musica, altrimenti il mio "meglio" rimane qualcosa confinato nel mio gusto personale che potrebbe non avere nulla a che vedere con la riproduzione fedele della scena sonora... un triste discorso ormai trito e ritrito e l'unica soluzione rimane l'ascolto dal vivo e la condivisione con altre persone appassionate e competenti.

    Comunque, lo scopo del 3d sarebbe semplicemente di dare una base "grammaticale" alla situazione, cioè se io scrivo che gli acuti sono "aspri" o "bassi controllati" chi legge deve capire cosa intendo all'atto pratico.


    _________________
    "Coi capelli sciolti al vento io dirigo il tempo, il mio tempo...
    là... negli spazi dove Morte non ha domini, dove l'Amore varca i confini..."



    "Confusion" will be my epitaph...

    albertosi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 992
    Data d'iscrizione : 2012-11-18
    Località : Firenze

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  albertosi on Sat Jun 08, 2013 7:49 pm

    Si dai, stavo scherzando.. Aspettiamo che qualche esperto ci illumini..

    Comunque per darti una prima modesta opinione e mettere un pò di sale direi... se metti Tin Pan Alley di SRV puoi avere un esempio di bassi non proprio facili da riprodurre. Il perchè sta nel tipo di basso usato in quel pezzo. Se senti che ti trema mezza casa e alzando un pò il volume le casse iniziano a lamentarsi oltre a notare una certa confusione generale vuol dire che il tuo sistema va in crisi a riprodurre dei bassoni. Altrimenti li controlla.
    Se quando senti un piatto o un charleston suonato un pò vivace ti sembra che ti abbiano tirato una sassata sul vetro di una finestra gli acuti saranno sicuramente aspri, appunto vetrosi.
    Quando senti un triangolo suonato dal vivo fai caso all'intensità del suono e alla decadenza delle armoniche, difficilimente lo definirai un suono trapanante o aspro.

    Ciao.




    _________________
    Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due. (Il Perozzi, pensando al figlio)

    the Crimson King
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2183
    Data d'iscrizione : 2013-01-16
    Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  the Crimson King on Sun Jun 09, 2013 1:31 am

    albertosi wrote:decadenza delle armoniche



    _________________
    "Coi capelli sciolti al vento io dirigo il tempo, il mio tempo...
    là... negli spazi dove Morte non ha domini, dove l'Amore varca i confini..."



    "Confusion" will be my epitaph...

    ermes pecchinini
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 115
    Data d'iscrizione : 2012-04-14
    Località : Inverigo

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  ermes pecchinini on Sun Jun 09, 2013 3:32 am

    Trovo che questo sia una delle più grandi mancanza della audiofilia: la mancanza di un vocabolario condiviso, sottolineando mille volte condiviso. Si perchè ha senso esprimere un concetto solo se poi viene recepito in quante tale dal mio interlocutore, altrimenti è aria fritta. E fino a quando rimaniamo sul "arioso" "cupo" etc c'è tanta frittura.
    Quello che non capisco è che invece la musica ha un linguaggio codificato ed internazionale.
    Mi viene quasi da pensare che tutta sta " frittura" sia estremamente funzionale ai venditori di fumo, cavi, e ariosità.
    er

    albertosi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 992
    Data d'iscrizione : 2012-11-18
    Località : Firenze

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  albertosi on Sun Jun 09, 2013 9:18 am

    Bhè Ermes chi meglio di te può aiutarci ad iniziare questa analisi?


    _________________
    Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due. (Il Perozzi, pensando al figlio)

    albertosi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 992
    Data d'iscrizione : 2012-11-18
    Località : Firenze

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  albertosi on Sun Jun 09, 2013 11:07 am

    the Crimson King wrote:


    Un onda sonora è una sinusoide con dei cicli che hanno una data frequenza e una data altezza.
    Ma le forme d'onda della musica non sono delle sinusoidi semplici ma complesse composte da una fondamentale e da altre con frequenze multiple e ampiezza in relazione armonica con la fondamentale. Quelle sono le armoniche. Quando senti un suono senti anche le sue armoniche le quali decadendo si esauriscono in un certo tempo.
    E qui mi fermo per non dire sfondoni e lascio la parola a chi queste cose le ha studiate.

    Buona giornata a tutti!!

    P.S.: I nostri apparati per la riproduzione generano distorsione armonica...


    _________________
    Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due. (Il Perozzi, pensando al figlio)

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  Fausto on Sun Jun 09, 2013 12:08 pm

    ermes pecchinini wrote:Trovo che questo sia una delle più grandi mancanza della audiofilia: la mancanza di un vocabolario condiviso, sottolineando mille volte condiviso. Si perchè ha senso esprimere un concetto solo se poi viene recepito in quante tale dal mio interlocutore, altrimenti è aria fritta. E fino a quando rimaniamo sul "arioso" "cupo" etc c'è tanta frittura.
    Quello che non capisco è che invece la musica ha un linguaggio codificato ed internazionale.
    Mi viene quasi da pensare che tutta sta " frittura" sia estremamente funzionale ai venditori di fumo, cavi, e ariosità.
    er

    Ovviamente non entro nel merito della "frittura" funzionale alla vendita perchè non mi interessa.
    Quoto invece il resto del tuo post perchè sarebbe molto utile poter disporre di un vocabolario universale e condiviso che oltre ad aiutare i meno esperti tracci anche delle linee guida.
    Non credo sia impresa facile "scriverlo" proprio prechè l'ascolto, già di se stesso, è molto soggettivo.
    sunny sunny sunny

    mau57
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1589
    Data d'iscrizione : 2011-03-28
    Età : 59
    Località : Roma

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  mau57 on Sun Jun 09, 2013 11:55 pm

    albertosi wrote:Si dai, stavo scherzando.. Aspettiamo che qualche esperto ci illumini..

    Comunque per darti una prima modesta opinione e mettere un pò di sale direi... se metti Tin Pan Alley di SRV puoi avere un esempio di bassi non proprio facili da riprodurre. Il perchè sta nel tipo di basso usato in quel pezzo. Se senti che ti trema mezza casa e alzando un pò il volume le casse iniziano a lamentarsi oltre a notare una certa confusione generale vuol dire che il tuo sistema va in crisi a riprodurre dei bassoni. Altrimenti li controlla.
    Se quando senti un piatto o un charleston suonato un pò vivace ti sembra che ti abbiano tirato una sassata sul vetro di una finestra gli acuti saranno sicuramente aspri, appunto vetrosi.
    Quando senti un triangolo suonato dal vivo fai caso all'intensità del suono e alla decadenza delle armoniche, difficilimente lo definirai un suono trapanante o aspro.

    Ciao.



    Ecco, questo é un ottimo inizio, quel che volevamo, ora possiamo identificare un basso "non controllato", un acuto "vetroso", un suono "trasparente"; dai, continuate cosí! sunny

    albertosi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 992
    Data d'iscrizione : 2012-11-18
    Località : Firenze

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  albertosi on Mon Jun 10, 2013 9:38 am

    -Come sistema intendo impianto-ambiente perchè i problemi e le soluzioni vanno ricercate in entrambe le cose così come nella loro interazione.

    -Per quanto riguarda le armoniche ad essere precisi esistono anche altre componenti dell'onda non meno importanti, dette parziali perchè concorrono ma non sono in relazione armonica. Comunque spero sia chiaro. Ogni suono che si propaga in un "mezzo" incontra la resistenza delle forze elastiche contrarie per cui è destinato ad esaurire la propria inerzia.

    E qui chiudo per evitare figurucce aspettando altri contributi.


    _________________
    Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due. (Il Perozzi, pensando al figlio)

    kiwikaki
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2012-03-22

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  kiwikaki on Mon Jun 10, 2013 12:09 pm

    http://www.integracoustics.com/MUG/MUG/bbs/stereophile_audio-glossary.html

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  piroGallo on Mon Jun 10, 2013 12:34 pm

    kiwikaki wrote:http://www.integracoustics.com/MUG/MUG/bbs/stereophile_audio-glossary.html
    Cito:
    The paradox of subjectivity: "You can't judge a recording without reproducing it, and you can't judge a reproducer without listening to a recording."


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4685
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Piccolo Glossario del Suono

    Post  pepe57 on Mon Jun 10, 2013 9:03 pm

    Beh io direi che a mio avviso (ed ogni frase che segue immaginatela preceduta da questa frase) gli armonici ci fanno distinguere la "voce dello strumento/persona evitandoci di confondere Mina con Milva o uno Stradivari con un Guarneri del Gesù.
    Se il nostro impianto sarà sufficientemente preciso nel riprodurre tutti gli armonici allora non dovremmo (se beninteso la registrazione è di livello) non avere problemi a riconoscere le 2 differenti "voci".
    Viceversa se li riproduce male o parzialmente, potremmo addirittura arrivare a confondere una chitarra con un arpa (altro che Stradivari da Gaurneri)...
    Spesso ho l' impressione che ci sia chi tenda a mescolare/confondere la correttezza/ricchezza della riproduzione degli armonici con il tempo di decadimento (incluso quello armonico) sonoro.
    La riproduzione corretta degli armonici richiede si tempi di attacco e decadimento corretti e coerenti, ma anche altezze ed ampiezze rispettate portando quindi ad un timbro corretto.
    Per questo ragione, un sistema deve essere velocissimo (e non solo nello smorzamento ma anche negli attacchi) estesissimo e dinamico sempre mantenendo tutti questi parametri coerenti e concertanti fra loro.
    Un tempo di decadimento troppo prolungato (o di attacco lento) non sempre corrisponde a ricchezza armonica, anzi spesso porta a sovrapposizioni indesiderate (di solito dipende da un non valido accoppiamento casse/stanza).
    sunny sunny



    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Paintball Milano

      Current date/time is Tue Dec 06, 2016 1:06 pm