Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Il crossover
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Il crossover

    Share

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Il crossover

    Post  Cricetone on Wed Jun 26, 2013 8:43 pm

    vorrei capirne di piu e magari avere qualche conferma

    tali foto(tranne l'ultima che comunque fa parte della serie top) sono dei crossover di diffusori top di gamma.
    Tali evidenti differenze di crossover a cosa sono dovute? la maggiore o minore distanza tra un componente e l'altro cosa comporta sonicamente?

    Dubbi:
    1)un crossover complesso è indice di cura nel voler progettare il diffusore,indica la volontà di dare una impronta sonica particolare,o indica un tentativo di cercare in tutti i modi di piegare disperatamente la risposta in frequenza di altoparlanti mal riusciti o quantomeno poco adatti allo scopo?
    2)la distanza tra i vari componenti inficia il suono?
    3)è melgio ilc ollegamento diretto tra i componenti,o l'uso di una scheda?
    4)che differenza sonica c'è tra le induttanze(i "rotoli di rame") avvolte su ferro,avvolte su plastica e senza supporto,quindi avvolte in aria?






    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    the Crimson King
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2193
    Data d'iscrizione : 2013-01-16
    Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove

    Re: Il crossover

    Post  the Crimson King on Wed Jun 26, 2013 9:24 pm

    non sapevo che i ferri da stiro avessero il crossover...affraid




    _________________
    "Coi capelli sciolti al vento io dirigo il tempo, il mio tempo...
    là... negli spazi dove Morte non ha domini, dove l'Amore varca i confini..."



    "Confusion" will be my epitaph...

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Il crossover

    Post  Massimo on Wed Jun 26, 2013 9:35 pm

    Tutto dipende dal proggetto.

    La distanza si calcola in base anche al tipo di pendenza di tagio.

    Alcuni preferiscono all'americana con collegamenti in aria, altri preferiscono la pulizia di una PBC.

    Le induttanze avvolte in aria e sono le migliori, poi ci sono quelle con il nucleo di ferrite.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    criMan
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1198
    Data d'iscrizione : 2011-11-25
    Età : 43
    Località : Velletri (Roma)

    Re: Il crossover

    Post  criMan on Fri Jun 28, 2013 7:02 pm

    Certo ci si impazzisce con i cavi di potenza..

    poi i cavi che portano il segnale ai trasduttori e' meglio non vederli..



    _________________
    Il mio impiantino hifi: ampli Harman/Kardon 990 - diffusori Indiana Line Diva 655 - sorgenti Onix Sacd15 , Pioneer BDP 170 , PS3

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Il crossover

    Post  Cricetone on Sat Jun 29, 2013 4:09 pm

    Massimo wrote:Tutto dipende dal proggetto.

    La distanza si calcola in base anche al tipo di pendenza di tagio.

    Alcuni preferiscono all'americana con collegamenti in aria, altri preferiscono la pulizia di una PBC.

    Le induttanze  avvolte in aria e sono le migliori, poi ci sono quelle con il nucleo di ferrite.
    Se un altoparlante risulta lineare in una certa gamma di frequenze,non basta semplicemente usare un condensatore e un induttore per filtrarlo in alto ed in basso?a me l'uso di una enormità di componenti mi da l'idea di altoparlanti con risposta in frequenza che piuttosto che tendere verso la linea retta,tende ad avere la forma di una S,e che tutti quei componenti servono solo per cercare di linearizzarla,piu ne usano,meno è lineare l'altoparlante.Sempre se si cerca la linearità ovviamente.

    insomma detto alla spicciola:a parità di numero di vie(e di altoparlanti)piu è complesso il crossover:
    - piu aumenta la sensazione di diffusore caratterizzato
    - piu aumenta la sensazione di avere a che fare con altoparlanti raffazzonati,e considerando che piu componenti deve attraversare il segnale,piu questo peggiora,e se usano pure roba da quattro soldi è ancora peggio...E siccome la massima qualità di un diffusore è pari a quella dei suoi altoparlanti...santa 
    sbaglio a pensarla così?


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Il crossover

    Post  Cricetone on Sat Jun 29, 2013 5:02 pm

    perchè in alcuni crossover usano anche i trasformatori di alimentazione(a lamierini)?a che servono se sono diff passivi? 

    bluocram
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 544
    Data d'iscrizione : 2011-06-08
    Età : 57
    Località : Roma

    Re: Il crossover

    Post  bluocram on Sat Jun 29, 2013 7:38 pm

    Sicuramente sono trasformatori di impedenza, C'è comunque da considerare che nei diffusori transita tensione (V), corrente (A) e potenza (W) Embarassed
    Il fatto che i diffusori abbiano "carattere", non la vedo come una cosa negativa, anzi....Per questo ci sono diffusori che si adattano meglio ad un determinato tipo di musica. Il diffusore non è soltanto trasduttori, c'è molto molto di più....Embarassed C'è poi il discorso che il progetto del crossover, si fa in base alla forma ed al litraggio del mobile e pensando dove questo dovrà suonare.....
    Insomma è come in un quadro, sono le sfumature la cosa più importante, e le sfumature si ottenono in questo caso con componenti elettronici. Embarassed
    Un saluto. Marco.
    P.S.
    Perfettamente concorde sul fatto che si dovrebbe impedire al segnale di effettuare percorsi vari, ma che dire allora di chi lo affida ad un pc che spesso non possiede componentistica hifi (alimentatori switching ad esempio) che a seguire ha un dac con ulteriore cavo di collegamento e altro alimentatore..etc etc..un trenino insomma, eppure....... Embarassed

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Il crossover

    Post  Massimo on Sat Jun 29, 2013 8:43 pm

    Le misure che vengono date sugli altoparlanti in genere sono su un pannello standard, quando sono inseriti in un cabinet il discorso cambia.
    Poi secondo me non esiste l'altoparlante perfetto, per cui.................
    Con reti per la  linearizzazione dell'impedenza e  per l'attenuazione di picchi,  diciamo che si personalizza  il suono, si modella.
    Tutto questo si paga in una diminuzione di sensibilità del diffusore, si perdono dei decibel, ora è compito del progettista avere il miglior risultato sonoro con la minore perdita di dB. sunny  sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Il crossover

    Post  Cricetone on Sun Jun 30, 2013 11:36 am

    quindi diciamo che,come ho detto prima,la massima qualità sonora ottenibile è pari a quella data dai singoli altoparlanti,e che quindi il cabinet può solo peggiorarla,ed il crossover può mantenerla,ma se questo è fatto usando componenti di basso livello ciò rappresenta una enorme strozzatura per la qualità audio finale?

    p.s.riguardo le prestazioni audio ottime ottenuto nonostante l'impiego di componentistica non hifi,io la penso così e magari anzi sicuramente sbaglierò ma se il risultato finale,nonostante tutto,è ottimo,è tale per la bontà del progetto,progetto che usando componenti di livello piu alto avrebbe la possibilità di innalzare ancora di piu il livello del risultato finale.Quindi nonostante l'ottima qualità raggiunta considerando la bassa qualità delle varie parti,pensa che livelli avrebbe potuto raggiungere un progetto così valido se non avessero lesinato!Rolling Eyes


    ps2:avete riconosciuto a che diffusori appartengono quei crossover?


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Il crossover

    Post  Massimo on Sun Jun 30, 2013 6:44 pm

    No il cabinet ci vuole altimenti le basse frequenze vanno a quel paese.

    I componenti devono essere sempre della mioglior qualità possibile in rapporto al proggetto.

    c'è solo una serie di diffusori con quella base.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Il crossover

    Post  Cricetone on Sun Jun 30, 2013 7:25 pm

    Massimo wrote:No il cabinet ci vuole altimenti  le basse frequenze vanno a quel paese.

    I componenti devono essere sempre della mioglior qualità possibile in rapporto al proggetto.

    c'è solo una serie di diffusori con quella base.
    mica ho detto che il cabinet non serve!santa certo è che il cabinet con tutte le sue problematiche può solo peggiorare la resa degli altoparlanti,sia per via delle forma,che della risonanza,che di un'altra cosa di cui non se ne parla granchè nei forum,ovvero di come vien fatto il foro del pannello frontale,che insieme allo spessore dello stesso,può inficiare le resa dell'altoparlante in quanto un pennello di alto spessore tende a coprire la parte retrostante del woofer creando nasalità,etc etc...

    i crossover appartengono ai seguenti diffusori:
    b&w 800d
    kef reference 207
    krell resolution 2
    vienna the music
    tannoy stirling se

    come trovi la qualità dei componenti usata da kef,krell e tannoy?
    sui krell viene usata la stessa marca di condensatori e resistenze che usa sia kef che una miriade di altri marchi,cioè Bennic.Tra l'altro mi ricordo che ho letto su audioreview un articolo di matarazzo che aveva visitato la fabbrica di kef che è in cina,ed ha detto di essere rimasto sconvolto quando ha visto esposta una pletora di marchi anche blasonatissimi che vengono prodotti dalla fabbrica di kef.Sta vedere che li riconosci dal fatto che ... 


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Il crossover

    Post  Massimo on Sun Jun 30, 2013 8:24 pm

    Una soluzione per usare un pannello frontale spesso è quella di fare il foro a scalini, non svasato altrimenti fungerebbe da tromba posteriore per l'altoparlante.
    Le pareti per eìvitare le risonanze non devono essere parallele, lo stesso dicasi per i rinforzi interni del cabinet.

    Tante dritte sugli altoparlanti e sui diffusori li ho proprio avuti dal caro amico Gian Piero, che mi ha anche tra le altre cose insegnato come e dove mettere i rinforzi in un cabinet, ho avuto un grande aiuto da lui nella costruzion dei miei diffusori.
    Si, mi raccontò personalmente del suo viaggio in Cina, grandi sale proggettazioni  al computerr,e bellissimi macchinari ultra moderni per la loro costruzione, effettivamente rimase basito dei passi avanti fatti in Cina e del loro ottimo modo di lavorare.
    Di certo ci sono anche ditte che lavorano in modo a dir poco scadente, ma ci sono grandi ditte come queste da lui visitate che sono veramente all'avanguardia del settore.
    Anche se io personalmente per fisime mie preferisco sempre prodotti made in Italy, Germany, Japan o USA, anche se so che non esistono più, tranne forse solo pochi artigiani.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    corrado
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1273
    Data d'iscrizione : 2013-01-15
    Età : 51
    Località : la spezia

    Re: Il crossover

    Post  corrado on Sun Jun 30, 2013 11:18 pm

    per la mia modesta esperienza un crossover elaboreto e qiundi con molti componenti, equalizza ed assorbe piu potenza di un semplice con pochi componenti,ma ovviamente il punto di partenza è il progetto.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Il crossover

    Post  Massimo on Mon Jul 01, 2013 12:34 am

    Esatto dipende da cosa vuoi che ti dia il diffusore ed il budget a disposizione, questo vale ancor di più per una ditta costruttrice, costretta dal mercato a tenere il prezzo nella fascia in cui si colloca quel determinato diffusore. sunny 


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    bluocram
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 544
    Data d'iscrizione : 2011-06-08
    Età : 57
    Località : Roma

    Re: Il crossover

    Post  bluocram on Mon Jul 01, 2013 8:48 am

    Buondì, pensare che il cabinet (lo lo chiamerei cassa di risonanza, il termine cabinet lo trovo riduttivo e più adatto ai contenitori delle elettroniche Embarassed ) può soltanto peggiorare la resa dei trasduttori, sinceramente lo trovo bizzarro Embarassed 
    La "cassa" ha il compito di far suonare gli altoparlanti così come fa suonare una chitarra acustica o un pianoforte, senza di essa un piano non è un piano e anche la chitarra subirebbe la stessa sorte.
    I woofer ed i mid, sono progettati per suonare all'interno del mobile, fuori...semplicemente, non "suonano".
    I fori vanno fresati utilizzando schemi relativi al progetto, stessa cosa per i supporti ..etc etc.
    In conclusione, la cassa di risonanza non è una scatola utilizzata per contenere gli altoparlanti, bensì è parte integrante responsabile del suono prodotto come e forse in misura maggiore di questi ultimi.
    Per ciò che riguarda l'utilizzo dei componenti, pensiamo davvero di avvertire la differenza se si utilizzano resistenze dozzinali al posto di quelle griffate ???????  Per i condensatori elettrolitici responsabili del filtraggio negli ampli...il discorso può essere diverso, ma in una circuitazione passiva, sinceramente ho i miei dubbi. Sicuramente quelli di buona fattura, avranno una maggiore durata nel tempo, questo si....
    Un saluto.
    Marco.Embarassed

      Current date/time is Sun Dec 11, 2016 1:23 am