Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Vinili...Originali vs Ristampe - Page 4
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Vinili...Originali vs Ristampe

    Share

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  pevaril on Thu Jul 18, 2013 1:22 pm

    RockOnlyRare wrote:

       

    Certo si sa che le eccezioni confermano le regole, anche l'ultimo post che ho inserito in soldoni sostiene la tua opinione.... io se possibile compravo il vinile (o il cd) appena uscito e se si poteva scegliere e la differenza di costo non era esagerata, preferivo la stampa originale (quella che i negozianti chiamavano d'importazione) a quella italiana.

    Questo anche senza immaginare che in seguito i vinili sarebbero diventati oggetti da collezione (con valutazioni in certi casi anche di centinaia di $ - vedi amazon.com su tutti) e che la stampa avrebbe avuto un ruolo assolutamente determinante nella quotazione degli stessi.

    Pensa che catalogavo allora tutti gli album con certosina pazienza in apposite schedine, sia che fossero vinili che cd che registrazioni su MC o bobina.
    Ed una delle info che più mi premevano erano il made in <paese>, il costo pagato le condizioni del vinile (all'epoca di acquisto) e la qualità della registrazione, (almeno nei primi anni quando la cosa era ancora numericamente gestibile),
    La catalogazione è proseguita finché è comparsa internet con i suoi allmusic, discog, e wikipedia che hanno reso il lavoro tutto summato superfluo, per cui le sole catalogazioni che eseguo sono con il software Music Express che è un db musicale che accomuna tutta la musica liquida ai propri cd taggati in automatico, ed una lista cartacea per ordine alfabetico di artista  (una banale rubrica del telefono) per ricordarsi rapidamente gli album che possiedo di ogni artista ed evitare di comprare due volte lo stesso album (cosa che nonostante tutto ho fatto comunque più di una volta per errore).

     Se parliamo di collezionismo e valore relativo, permettimi di contraddire quanto dici.
    Le quotazioni elevate o elevatissime che raggiungono determinati supporti che possiedono reali requisiti di rarità sono conseguenza di altri fattori, la stampa (se ho capito bene cosa intendi) ha un ruolo assolutamente marginale

    gciraso
    Moderatore strizzacervelli

    Numero di messaggi : 3608
    Data d'iscrizione : 2013-06-06
    Età : 61
    Località : Padova

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  gciraso on Thu Jul 18, 2013 2:05 pm

    Devo dire che non ho mai considerato l'acquisto di un LP in base alla stampa: l'LP lo compravo e lo compro tuttora esclusivamente in base al contenuto artistico, poi se la stampa è buona tanto meglio, ma non ho mai cercato la stampa particolare o la ristampa di eccellenza. La mia personale esperienza (solo ed esclusivamente per la classica) è che molte fregature non ne ho prese, e sono circa 45 anni che acquisto dischi. Dall'altro lato ho degli LP di qualità di suono assolutamente pessima, ma che rappresentano storicamente delle esecuzioni uniche, mai riprese in altro modo e attualmente non esistenti (uno per tutti il secondo di Brahms diretto da Furtwangler del 1943 sotto i bombardamenti).
    Io non sono particolarmente orientato ad ascoltare gli impianti, preferisco la musica, ma comprendo chi vuole gratificarsi con incisioni all'altezza della catena che possiede, punti di vista.

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  pepe57 on Thu Jul 18, 2013 2:13 pm

    gciraso wrote:Devo dire che non ho mai considerato l'acquisto di un LP in base alla stampa: l'LP lo compravo e lo compro tuttora esclusivamente in base al contenuto artistico, poi se la stampa è buona tanto meglio, ma non ho mai cercato la stampa particolare o la ristampa di eccellenza. La mia personale esperienza (solo ed esclusivamente per la classica) è che molte fregature non ne ho prese, e sono circa 45 anni che acquisto dischi. Dall'altro lato ho degli LP di qualità di suono assolutamente pessima, ma che rappresentano storicamente delle esecuzioni uniche, mai riprese in altro modo e attualmente non esistenti (uno per tutti il secondo di Brahms diretto da Furtwangler del 1943 sotto i bombardamenti).
    Io non sono particolarmente orientato ad ascoltare gli impianti, preferisco la musica, ma comprendo chi vuole gratificarsi con incisioni all'altezza della catena che possiede, punti di vista.

    Ecco, a parer mio, potrebbe essere il caso tipico ove un' ottima ristampa (senza dover ipotecare la casa nell' acquisto) suona decisamente molto molto meglio dell' originale rendendo maggior giustizia all' ascolto e all' opera stessa.
    sunny 


    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Paintball Milano

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  RockOnlyRare on Thu Jul 18, 2013 2:39 pm

    Fausto wrote:

    Provincia di Varese!
    Lago Maggiore!
    Magari, se vuoi, dopo le vacanze si può chiaccherare!
    sunny sunny sunny 

    Beh se sei in provincia di Varese è più che fattibile in un senso o nell'altro, inteso sia da parte mia che tua.


    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  pepe57 on Thu Jul 18, 2013 2:42 pm

    A settembre c'è una manifestazione organizzata da Lincetto a Milano che prevede diversi ascolti guidati (credo che siano stessi brani su impianti di diversa tipologia).
    A Novembre c'è il MI-END inverno.....
    sunny sunny 


    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Paintball Milano

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  RockOnlyRare on Thu Jul 18, 2013 2:45 pm

    pevaril wrote:

     Personalmente credo di essere in grado di stabilire la provenienza di ciò che acquisto. Voglio dire che so riconoscere se un vinile o un cd è stato stampato in Usa , Uk o Burundi Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing

    Non mi sono spiegato bene, è ovvio che la provenienza di un vinile o cd sia facile da stabilire, basta leggerla, c'è su quasi tutti i supporti come l'anno di uscita etc etc, io stesso li catalogavo uno per uno con il paese di provenienza, se cd il tipo di mastering (AAD, ADD DDD supponendo che dove non indicato fosse AAD etc etc) oltre che costo, anno acquisto anno incisione etc etc.

    Io mi riferivo alla qualità dell'incisione. Come fai a sapere che ad esempio l'incisione Russa è migliore della Inglese se non perchè hai (o le avevi) entrambe oppure lo hai letto o verificato personalmente o te l'ha segnalato qualcuno ?


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  RockOnlyRare on Thu Jul 18, 2013 2:46 pm

    pepe57 wrote:A settembre c'è una manifestazione organizzata da Lincetto a Milano che prevede diversi ascolti guidati (credo che siano stessi brani su impianti di diversa tipologia).
    A Novembre c'è il MI-END inverno.....
    sunny sunny 

    ottimo ottimo, sarebbe bello che i forumisti che ci vanno si organizzassero per un incontro.


    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  pevaril on Thu Jul 18, 2013 2:56 pm

    RockOnlyRare wrote:

    Io mi riferivo alla qualità dell'incisione. Come fai a sapere che ad esempio l'incisione Russa è migliore della Inglese se non perchè hai (o le avevi) entrambe oppure lo hai letto o verificato personalmente o te l'ha segnalato qualcuno ?

     Beh, ma sono cose che si sanno nell'ambito del collezionismo e non. Non è mica un mistero


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  Fausto on Thu Jul 18, 2013 2:58 pm

    RockOnlyRare wrote:

    Beh se sei in provincia di Varese è più che fattibile in un senso o nell'altro, inteso sia da parte mia che tua.

    Yes! A dopo le ferie!
    sunny sunny sunny 

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  RockOnlyRare on Thu Jul 18, 2013 3:03 pm

    pepe57 wrote:

    Ecco, a parer mio,  potrebbe essere il caso tipico ove un' ottima ristampa (senza dover ipotecare la casa nell' acquisto) suona decisamente molto molto meglio dell' originale rendendo maggior giustizia all' ascolto e all' opera stessa.
    sunny 

    Hai sicuramente ragione a dire che vi sono dischi fondamentali per qualità sonora anche se non si abbinano alla qualità audiofila.
    Come hai ragione a dire che ci sono molti appassionati di hi-fi che ascoltano più l'impianto che la musica, ma non credo sia il caso di chi ha una "discoteca" di migliaia di titoli (io ho abbondantemente superato i 3500 "supporti fisici" senza contare la musica liquida).

    D'altra parte almeno per me non è per niente facile ascoltare seduto e concentrato in poltrona un album che tecnicamente abbia un incisione pessima.
    Un po' perchè il mio impianto che è molto neutro (dahlquist dq 10 in primis), è spaventosamente severo nell'evidenziare i difetti di una cattiva incisione quanto nel rendere emozionante un'incisione di qualità fuori dal comune.

    Posso accettare che la pessima qualità di incisione sia dovuta a situazioni inevitabili come il concerto di Brahms o un bootleg di un concerto irripetibile come i Led Zeppelin al Blueberry Hill del 69, o a situazioni di rottura come i primi dischi punk con incisione lo-fi fatta deliberatamente come scelta artistica.
    In questo caso preferisco l'ascolto in cuffia in cui si evidenziano meno i difetti.

    Ma mi irrita profondamente ascoltare "attentamente" un disco in cui la pessima qualità è conseguenza di una scarsa se non nulla considerazione degli utenti che acquistano il disco e che per questo pagano cifre salate e meritano un maggior rispetto (Ad esempio "A Bigger Bang" degli Stones o "Rattle and hum" degli U2, mica gruppi sconosciuti alle prime armi con pochi mezzi ed etichette indipendenti).
    Per cui questa tipologia di dischi o restano ad impolverarsi o se li ascolto lo faccio come sottofondo mentre faccio altro o mentre guido.


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  RockOnlyRare on Thu Jul 18, 2013 3:04 pm

    Fausto wrote:

    Yes! A dopo le ferie!
    sunny sunny sunny 

    Sure

    cheers cheers cheers cheers 


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  RockOnlyRare on Thu Jul 18, 2013 3:07 pm

    pevaril wrote:

     Beh, ma sono cose che si sanno nell'ambito del collezionismo e non. Non è mica un mistero

    Oddio non è mica tanto facile se non sei parecchio dentro l'ambiente.
    Ad esempio io di quella dritta dell'incisione russa non l'avrei mai neppur lontanamente immaginato se non lo segnalavi tu, salvo poi che non avrei la più pallida idea di come reperirla sul mercato a meno di andare su ebay russo (manco so se esiste) o cose del genere (che poi se non c'è l'inglese o un parente che sa il russo sono cavoli amari)


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  RockOnlyRare on Thu Jul 18, 2013 3:16 pm

    pepe57 wrote:

    Ecco, a parer mio,  potrebbe essere il caso tipico ove un' ottima ristampa (senza dover ipotecare la casa nell' acquisto) suona decisamente molto molto meglio dell' originale rendendo maggior giustizia all' ascolto e all' opera stessa.
    sunny 

    Non saprei, la ristampa non può suonare meglio del master originale a meno di stravolgere il messaggio sonoro.
    Tempo fa postai il problema legato ad Earthboud dei King Crimson, pessima incisione live che non è stato possibile migliorare perchè la sorgente era un registratore a basso costo credo a sole due tracce se non addirittura mono.

    Per cui si può migliorare spesso enormemente nel caso di una scadente incisione d'epoca dovuta non alla qualità del master ma dell'incisione del vinile o cd (mi viene in mente un caso eclatante, l'abominevole incisione su vinile di Blind Faith del 69 -fruscio di fondo che praticamente supera il segnale sonoro) a cui poi le masterizzazioni successive in cd hanno reso giustizia, ma si può fare ben poco se il problema è nel master come nel caso appunto dei KC.

    Ecco anche perché talvolta anche le edizioni hi-res, vinili 180g, sacd e via dicendo spesso finiscono per deludere fortemente. Dovrebbero essere i produttori a non proporre rimasterizzazioni ad alto costo di album dalle incisioni mediocri se non peggio già all'origine. Ma si sa che di fronte al business non ci si ferma, anche se si abbindolano gli appassionati con il miraggio della qualità che tale rimane.


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  RockOnlyRare on Thu Jul 18, 2013 3:21 pm

    pevaril wrote:

     Se parliamo di collezionismo e valore relativo, permettimi di contraddire quanto dici.
    Le quotazioni elevate o elevatissime che raggiungono determinati supporti che possiedono reali requisiti di rarità sono conseguenza di altri fattori, la stampa (se ho capito bene cosa intendi) ha un ruolo assolutamente marginale

    No no la quotazione collezionistica di un album non centra assolutamente nulla con la qualità sonora dell'edizione del vinile, quello che conta per lo stesso album è la tal stampa della tale etichetta tale anno numero di serie-stampa etc etc. Se hai un album come quello ma stampato in un'altra nazione o l'anno dopo, magari vale 100 volte meno. E un po' come per i francobolli.


    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  pevaril on Thu Jul 18, 2013 3:28 pm

    RockOnlyRare wrote:

    No no la quotazione collezionistica di un album non centra assolutamente nulla con la qualità sonora dell'edizione del vinile

     Difatti, io non ho minimamente accennato a questo    
    E comunque, ti ripeto, esistono altri fattori che forse non conosci, i quali possono determinare rarità e conseguente quotazione interessante nel puro ambito collezionistico
    Bisogna poi tenere presente che il valore dei vinili è legato a tante cose, soprattutto la richiesta: se anche gli Stones (per dirne una ) avessero stampato un disco in sole 10 copie(per assurdo) ma di quel disco non frega niente a nessuno stai sicuro che mai niente varrà.


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  RockOnlyRare on Thu Jul 18, 2013 3:45 pm

    pevaril wrote:

     Difatti, io non ho minimamente accennato a questo    
    E comunque, ti ripeto, esistono altri fattori che forse non conosci, i quali possono determinare rarità e conseguente quotazione interessante nel puro ambito collezionistico
    Bisogna poi tenere presente che il valore dei vinili è legato a tante cose, soprattutto la richiesta: se anche gli Stones (per dirne una ) avessero stampato un disco in sole 10 copie(per assurdo) ma di quel disco non frega niente a nessuno stai sicuro che mai niente varrà.

    Certamente la pensiamo esattamente allo stesso modo.


    makyo1974
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 279
    Data d'iscrizione : 2013-10-12
    Età : 42
    Località : Garbagna

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  makyo1974 on Wed Oct 30, 2013 9:56 pm

    io ho una collezione di vinile ecm dal 72 cominciata dal babbo e interrotta da me nel 92 , ripresa negli ultimi due anni , circa 400 album tutti conservati in buste sigillate in apposite casse chiuse rigorosamente in posizione verticale riprodotti solo con la mitica lyra parnassus . , il piu bel regalo ricevuto :sunny .

    makyo1974
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 279
    Data d'iscrizione : 2013-10-12
    Età : 42
    Località : Garbagna

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  makyo1974 on Wed Oct 30, 2013 10:04 pm

    Comunque le ristampe spesso non sono a livello delle edizioni dell'epoca nemmeno per quanto riguarda i cd , probabilmente in studio i master li sparano e comprimono in modo da farli suonare in tutti gli apparecchi anche le ciofeche a discapito della dinamica un cd degli anni 90 ha almeno 6 / 7 db in meno dello stesso attuale ....Suspect 

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  RockOnlyRare on Thu Oct 31, 2013 3:15 am

    pluto wrote:E' un discorso che tirate fuori ogni settimana e purtroppo fate sempre d'ogni erba un fascio. Purtroppo c'è molta disinformazione.
    I più giovani normalmente considerano come ristampe le nuove emissioni di musica pop che stanno uscendo non da molto e su queste concordo. Sono pessime. Ma sbagli ca i costi di produzione:  sono alti, in quanto le vendite sono bassissime almeno se comparate ai grandi numeri di 40 anni fa.

    Prova questo



    Se sai cos'è ti posso dire che ho sia l'originale che la ristampa Classic records a 200 gr e ahimè non c'è storia. la ristampa vince su tutta la linea
    Se non sai cos'è è uno di quei dischi to die for di Absolute Sound, uno dei migliori Living stereo di sempre e dell'eta dell'oro dei vinili

    Potrei citare moltissimi altri casi avendo fatto il confronto diretto, ma si finisce sempre a battibeccare x cui lascio alle convinzioni di ciascuno
    Sappi che esistono fior di ristampe di livello qualitativo superiore. Ma bisogna sapere quali

    E per la musica che mi par di capire piace a te, direi che hai ragione (ma fino ad un certo punto Laughing )
    se prendi i dischi degli Zeppelin a 200gr Rolling Eyes Rolling Eyes bye bye originals

    Poi c'è il collezionismo, ma quella è una cosa completamente diversa
    La penso anche io come te, le argomentazioni che spigano del perchè l'edizione originale suoni spesso meglio delle successive sono assolutamente vere.
    Ma è vero anche il viceversa, e cioè che ci sono casi in cui è l'edizione originale che non era stata incisa al massimo della qualità.

    Essendo appassionato di rock, citerò sempre la prima (per quel che mi risulta) edizione audiofila dei vinili nei primissimi anni 80 che erano gli "half speed mastered" della CBS.
    Beh io ho 4 o 5 di questi vinili, la grammatura non era ancora "alta" ma il confronto con l'edizione originale era addirittura improponibile tanta macroscopica era la differenza.

    Il guaio più grande è che NON ESISTE UNA REGOLA in merito. Ogni album ha una sua storia e quando ci sono 2 rimasterizzazioni diverse è quasi impossibile raccapezzarsi.
    A complicare le cose anche in merito alle edizioni "originali" va menzionato anche il paese in cui il vinile è stato stampato. Non è affatto detto che l'edizione originale inglese americana ed europea suonassero allo stesso modo. Anzi spesso era vero l'opposto. Negli anni 60-70 c'era il mito che le edizioni di vinile made in Usa fossero le migliori, ma in parte per me era dovuto sopprattutto al fatto che i dischi di importazione USA costavano parecchio di più di quelli made in Italy. Ma era certamente vero per etichette molto presitigiose come decca deram etc etc che in Italia uscivano con altri marchi.
    Comunque ricordo che ove possibile cerchavamo sempre l'edizione di "importazione", anche perchè di solito usciva qualche settimana prima della stampa italiana.

    Anche quando presi Selling England dei Genesis per poi scoprire che l'edizione italiana aveva la copertina doppia invece che singola e soprattutto la traduzione di tutti i testi  

    Dimenticavo. Spesso quanto la ristampa era superiore, questo dipendeva dal fatto che l'etichetta originale dell'artista era una di quelle cosidette indipendenti che non aveva i mezzi tecnologici delle major. Ricordo ad esempio la mitica ISLAND etichetta meravigliosa ma che molto raramente produceva incisioni memorabili dal punto di vista audiofilo.
    E' così capitato ad esempio che gli ELP acquistassero il materiale della Island ripubblicandolo con il proprio marco Manticore e che queste ristampe si sentissero molto meglio dell'edizione originale Island.

    Il caso più clamoroso che conosca è quello dei Blind Faith, supergruppo del 1970,nato subito dopo lo scioglimento dei Cream. Incise un solo memorabile album, tanto bello quanto insascoltabile per il volume di incisione bassismo unito ad un insopportabile rumore di fondo che lo rendeva peggiore di uno scadente bootleg (anche se il disco era stato inciso in studio).
    Per avere una versione ascoltabile di quell'album ho dovuto prendere la versione rimasterizzata in CD con bonus tracks, il che non vuol dire che non ci sia anche in vinile. Ma certamento solo se è una ristampa diciamo a partire dalla seconda metà degli anni 80 in poi in cui il problema dell'incisione originale è stato risolto.


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Vinili...Originali vs Ristampe

    Post  RockOnlyRare on Thu Oct 31, 2013 3:25 am

    makyo1974 wrote:Comunque le ristampe  spesso non sono a livello delle edizioni dell'epoca nemmeno  per quanto riguarda i cd , probabilmente in studio i master li sparano e comprimono in modo da farli suonare in tutti gli apparecchi anche le ciofeche a discapito della dinamica  un cd  degli anni 90 ha almeno 6 / 7 db in meno dello stesso attuale ....Suspect 
    Vero ma in questo caso può essere colpa anche delle rimasterizzazioni specie degli album analogici per ridurre il fruscio del nastro, il che taglia anche la dinamica comprimendo oltretutto anche il suono.
    Ma anche questa non è una regola certa. Dipende da casa a casa se non da chi ha fatto la rimasterizzazione.
    Ad esempio quella fatta dei primi album dei Genesis è qualcosa di favoloso secondo me, anche perchè causa la lunghissima durata di quegli album la tecnologia di allora aveva portato a grandi compromessi per farli stare in una facciata.

    Penso che questo aspetto sia maggiormente vero quanto più "vecchia" è la prima ristampa o edizione in cd. Mi spiego meglio. Diciamo che nei primi 5-6 anni dell'avvento del CD, le case dovevano convincere gli utenti a passare dal vinile al cd, per cui le edizioni in Cd, visto l'alto costo, erano decisamente ben curate e c'era il desiderio di dimostrare che fossero superiori al vinile.
    Poi man mano che si sono diffusi e che sono entrate sul mercato miriadi di etichette indipendenti, poi dei lettori per auto e portatili, per non parlare dell'avvento degli mp3, si sono verificati i problemi che descrivi. Ma che non sono generali, ci sono certamente eccezioni che confermano la regola.


      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 4:53 am