Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico. - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Share

    apeschi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 820
    Data d'iscrizione : 2011-05-08

    Re: Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Post  apeschi on Mon Aug 19, 2013 2:55 pm

    Ho voluto sollevare l'argomento perche' anche per quanto riguarda il resto, ad esempio cavi di connessione e cavi audio, le variabili in gioco sono molteplici, ma le variazioni a livello fisico, tra un cavo e l'altro, sono si' reali, misurabili, ma anche, tutto sommato, trascurabili considerando il contesto. Mi riferisco in particolare all'impedenza del cavo (induttanza, capacita' e resistenza dello stesso). In particolar modo mi rifirerisco ai cavi di potenza nei quali le correnti in gioco sono comunque abbastanza elevate. Ora, se da un lato la differenza c'e', dall'altro, considerando puramente le frequenze in gioco (20-20000 Hz) dei segnali musicali piu' o meno percettibili all'orecchio umano, tali variazioni, da un punto puramente teorico, sono praticamente trascurabili. (Tralascio il discorso dell'effetto pelle, che esiste ma che e' comunque funzione della frequenza del segnale e quindi pure lui, trascurabile rispetto ad altre caratteristiche).
    Altro discorso se parlassimo di frequenze molto piu' elevate che esulano pero' dall'ambito audio.
    Eppure si spendono fiumi di inchiostro su tale argomento, con confronti audio, che sembrano dimostrare che in realta' differenze ci siano.
    Ora, sono perfettamente d'accordo che le distanze misurate in un ambiente domestico sono minime e di conseguenza il fenomeno fisico non dovrebbe influenzare minimamente la resa sonora al variare della temperatura, pero' e' altrettanto vero, che a maggior ragione, anche a livello elettrico, a livello di segnale audio, le variazioni di impedenza dovute alle capacita' ed alle induttanze (piu' o meno parassite, o comunque dovute alle caratteristiche di progetto e di realizzazione dei cavi), considerando le frequenze in gioco ed i valori minimi dei fenomeni parassiti (dovuti ai cavi che comunque non sono certo lunghi decine e decine di metri), non dovrebbero influenzare.
    Eppure i cavi dovrebbero essere rigorosamente di lunghezza identica per un canale e per l'altro canale, eccetera eccetera... e si discute sulle variazioni indotte dai vari cavi (sia di potenza che di segnale).
    La mia era piu' che altro una discussione di lana caprina sotto l'ombrellone, dovuta ad un pranzo abbondante e ad un pomeriggio passato sotto l'ombrellone al caldo, pero' penso che comunque una qualche influenza ci possa essere, magari psicologica, non saprei, ma negarla (secondo me) e' un po' come negare il fatto che i cavi possano avere una certa influenza in ambito audio.

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Post  pluto on Mon Aug 19, 2013 4:06 pm

    Si ma non pensi che l'effetto del calore intenso provocato dal termosifone abbia effetti ben più nefasti sulla cassa rispetto ad una variazione infinitesimale di emissione etc etc.?
    A volte ho l'impressione che gli audiofili si concentrino sul nulla e non si accorgano invece della sequoia che sta sfasciando la casa.

    Sai che effetti provocherebbe ai collanti usati, al legno, ai pannelli di simil legno e via dicendo?... In poco tempo si rischierebbe un bel R.I.P. della cassa in questione. Io mi preoccuperei più dei danni fisici che non di quelli sonori, sempre che si sia in grado di percepire una qualche differenza

    colombo riccardo
    Archivista Liquidatore

    Numero di messaggi : 3557
    Data d'iscrizione : 2010-05-27
    Età : 53

    Re: Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Post  colombo riccardo on Mon Aug 19, 2013 6:11 pm

    pluto wrote:A volte ho l'impressione che gli audiofili si concentrino sul nulla e .......


    ciao
    Riki

    apeschi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 820
    Data d'iscrizione : 2011-05-08
    Età : 55
    Località : Milano

    Re: Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Post  apeschi on Mon Aug 19, 2013 9:34 pm

    pluto wrote:Si ma non pensi che l'effetto del calore intenso provocato dal termosifone abbia effetti ben più nefasti sulla cassa rispetto ad una variazione infinitesimale di emissione etc etc.?
    A volte ho l'impressione che gli audiofili si concentrino sul nulla e non si accorgano invece della sequoia che sta sfasciando la casa.

    Sai che effetti provocherebbe ai collanti usati, al legno, ai pannelli di simil legno e via dicendo?...  In poco tempo si rischierebbe un bel R.I.P. della cassa in questione. Io mi preoccuperei più dei danni fisici che non di quelli sonori, sempre che si sia in grado di percepire una qualche differenza
    Sono d'accordo con te. Ma a questo punto, anche le minime variazioni tra un cavo e l'altro sono quisquilie... bazzecole... pinzellacchere...

    Lo ammetto... io penso che tra due cavi scarsi e due cavi buoni ci sia differenza, ma tra cavi buoni e cavi di costo stratosferico, la differenza sia trascurabile... e sia piu' psicologica... o almeno, io non ne sento la differenza.


    Il mio intervento era anche un 'pochino' polemico, se vogliamo, visto che si sta a discutere sull' "aria" dei cavi, dei cavi che "asciugano" il segnale acustico e rendono piu' "teso il basso" o correggono addolcendo il medio-alto (come se il suono fosse un vino d'annata con il retrogusto di fragola, il sentore di bosco e l'aroma di urina di gatto), ma a questa stregua anche la temperatura dell'ambiente e la variazione tra un diffusore e l'altro sono variabili fisiche che potrebbero influenzare il suono, alla stessa stregua dei cavi... volendo essere fiscali e (da un punto di vista puramente teorico e fisico, viste le velocita' inferiori del suono in aria, rispetto ad un segnale elettrico, e le grandezze in gioco), anche in maggior misura di quanto lo possano modificare il verso di connessione del cavo o il cavo stesso.


    _________________
    Sorgente: Lettore CD Denon DCD-510AE; PC Mini-ITX per musica liquida windows 10 con Jriver 21;  
    Cuffie: Sennheiser HD650, AKG K518DJ, AKG K702, Alessandro-Grado Ms1i (con LCUSH e/o flat pads); Shure SRH940;Fostex T50RP modded by me in due versioni diverse;
    Beyerdynamic DT880 600 ohm; Koss Porta Pro; Shenneiser Momentum;
    Ampli cuffie: Burson HA-160, Little DOT MKIV SE.
    CAVI: Cavi WireWorld Solstice 6; e altri cavi non necessariamente famosi
    Ampli Stereo Rega Brio R; Finale a valvole Audio Innovarions Serie 800 mk2b; Preampli Audio Innovations L1 (valvolare); Diffusori: Davis Vinci 3D;
    DAC: Teac USD 501 DSP
    Pre Phono USB: Rega Fono Mini A2D

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Post  Fausto on Mon Aug 19, 2013 9:44 pm

    apeschi wrote:Ho voluto sollevare l'argomento perche' anche per quanto riguarda il resto, ad esempio cavi di connessione e cavi audio, le variabili in gioco sono molteplici, ma le variazioni a livello fisico, tra un cavo e l'altro, sono si'  reali, misurabili, ma anche, tutto sommato, trascurabili considerando il contesto. Mi riferisco in particolare all'impedenza del cavo (induttanza, capacita' e resistenza dello stesso). In particolar modo mi rifirerisco ai cavi di potenza nei quali le correnti in gioco sono comunque abbastanza elevate. Ora, se da un lato la differenza c'e', dall'altro, considerando puramente le frequenze in gioco (20-20000 Hz) dei segnali musicali piu' o meno percettibili all'orecchio umano, tali variazioni, da un punto puramente teorico, sono praticamente trascurabili. (Tralascio il discorso dell'effetto pelle, che esiste ma che e' comunque funzione della frequenza del segnale e quindi pure lui, trascurabile rispetto ad altre caratteristiche).
    Altro discorso se parlassimo di frequenze molto piu' elevate che esulano pero' dall'ambito audio.
    Eppure si spendono fiumi di inchiostro su tale argomento, con confronti audio, che sembrano dimostrare che in realta' differenze ci siano.
    Ora, sono perfettamente d'accordo che le distanze misurate in un ambiente domestico sono minime e di conseguenza il fenomeno fisico non dovrebbe influenzare minimamente la resa sonora al variare della temperatura, pero' e' altrettanto vero, che a maggior ragione, anche a livello elettrico, a livello di segnale audio, le variazioni di impedenza dovute alle capacita' ed alle induttanze (piu' o meno parassite, o comunque dovute alle caratteristiche di progetto e di realizzazione dei cavi), considerando le frequenze in gioco ed i valori minimi dei fenomeni parassiti (dovuti ai cavi che comunque non sono certo lunghi decine e decine di metri), non dovrebbero influenzare.
    Eppure i cavi dovrebbero essere rigorosamente di lunghezza identica per un canale e per l'altro canale, eccetera eccetera... e si discute sulle variazioni indotte dai vari cavi (sia di potenza che di segnale).
    La mia era piu' che altro una discussione di lana caprina sotto l'ombrellone, dovuta ad un pranzo abbondante e ad un pomeriggio passato sotto l'ombrellone al caldo, pero' penso che comunque una qualche influenza ci possa essere, magari psicologica, non saprei, ma negarla (secondo me) e' un po' come negare il fatto che i cavi possano avere una certa influenza in ambito audio.
       
    sinceramente ....
    sunny sunny sunny 

    Rob67
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 249
    Data d'iscrizione : 2013-01-27
    Età : 49
    Località : Venezia Mestre

    Re: Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Post  Rob67 on Mon Aug 19, 2013 10:11 pm

    Fausto wrote:Non devi controllare nulla!
    Devi solo ascoltare quando hai voglia di farlo!
    Musica d'inverno come d'estate!
    sunny sunny sunny 
      
    Fausto applausi


    _________________
    Roberto da Venezia
    Sorgente : Oppo 105D
    Amplificatore 2 Canali : Audio Analogue Verdi 100 SE
    HT: Harman-Kardon AVR 370
    Diffusori autocostruiti con driver Morel
    Centrale Audio Physic modificato

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Post  Luca58 on Tue Aug 20, 2013 1:06 am

    In ogni caso bisogna decidere a quale impianto ci si riferisce; mica reagiscono tutti in modo uguale, ne' hanno tutti la stessa capacita' rivelatrice.

    brizzo
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1126
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : Mestre/Venezia

    Re: Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Post  brizzo on Tue Aug 20, 2013 1:26 am

    mi sa che è ora di prendere in considerazione la disposizione dell'impianto rispetto ai punti cardinali..... alla rosa dei venti... alle notti con luna piena...ai giorni con la erre..............aiutooooooooooo   


    _________________
    saluti Eddie

    gciraso
    Moderatore strizzacervelli

    Numero di messaggi : 3608
    Data d'iscrizione : 2013-06-06
    Età : 61
    Località : Padova

    Re: Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Post  gciraso on Tue Aug 20, 2013 8:24 am

    brizzo wrote:mi sa che è ora di prendere in considerazione la disposizione dell'impianto rispetto ai punti cardinali..... alla rosa dei venti... alle notti con luna piena...ai giorni con la erre..............aiutooooooooooo   
    Ed il campo magnetico terrestre lo vogliamo considerare? affraid 

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Post  Fausto on Tue Aug 20, 2013 10:00 am

    apeschi wrote:
    Sono d'accordo con te. Ma a questo punto, anche le minime variazioni tra un cavo e l'altro sono quisquilie... bazzecole... pinzellacchere...

    Lo ammetto... io penso che tra due cavi scarsi e due cavi buoni ci sia differenza, ma tra cavi buoni e cavi di costo stratosferico, la differenza sia trascurabile... e sia piu' psicologica... o almeno, io non ne sento la differenza.


    Il mio intervento era anche un 'pochino' polemico, se vogliamo, visto che si sta a discutere sull' "aria" dei cavi, dei cavi che "asciugano" il segnale acustico e rendono piu' "teso il basso" o correggono addolcendo il medio-alto (come se il suono fosse un vino d'annata con il retrogusto di fragola, il sentore di bosco e l'aroma di urina di gatto), ma a questa stregua anche la temperatura dell'ambiente e la variazione tra un diffusore e l'altro sono variabili fisiche che potrebbero influenzare il suono, alla stessa stregua dei cavi... volendo essere fiscali e (da un punto di vista puramente teorico e fisico, viste le velocita' inferiori del suono in aria, rispetto ad un segnale elettrico, e le grandezze in gioco), anche in maggior misura di quanto lo possano modificare il verso di connessione del cavo o il cavo stesso.
    Mio post #30 a parte, ovviamente ( e serenamente ) ironico io penso che tu abbia un po' di ragione.
    Non tutta ma un po' .... IMHO.
    La differenza fra cavi scarsi e cavi buoni si sente, eccome se si sente!
    L'importante è che TUTTA la catena sia SETTATA bene in ogni suo componente ed INTEGRATA al meglio delle possibilità della convivenza domestica con il nostro hobby all'interno del locale nel quale è allocata.
    Rimango dell'idea che se non si dispone di una stanza dedicata, che puo' avere PRO ma anche CONTRO, stravolgere l'ambiente sia più deleterio che proficuo.
    La differenza che invece possiamo riscontrare fra cavi buoni ( fascia medio - alta di qualità e costo ) e cavi di costo stratosferico credo la possa sentire in catene anch'esse al top.
    Non sono un tecnico ma credo che certe costose tecniche di costruzione e l'impiego di materiali pregiati qualche beneficio lo apportino.
    Venendo alla temperatura dell'aria ed aggiungendo magari anche l'umidità, non credo sia così facile ( sempre in ambiente domestico non dedicato ) percepire sensibili differenze. ( intendo di sostanza come invece ho avuto modo di ascoltare con il cambio dei cavi )
    Questo anche perchè ( ovviamente per paradosso ) o ascoltiamo d'estate oppure d'inverno oppure nelle mezze stagioni con l'ausilio di termosifoni o condizionatori.
    TUTTO influisce più o meno sull'ascolto ma a volte le differenze sono udite immediatamente ( cavi ) a volte possono non essere udite subito oppure mai.
    Spero di non essermi allontanato troppo dal discorso iniziale.
    sunny sunny sunny 


    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Post  Fausto on Tue Aug 20, 2013 10:10 am

    Luca58 wrote:In ogni caso bisogna decidere a quale impianto ci si riferisce; mica reagiscono tutti in modo uguale, ne' hanno tutti la stessa capacita' rivelatrice.
    Ma volendo fare un discorso in generale questo è impossibile.
    Fermo restando che concordo con te sul fatto che non tutti gli impianti hanno la stessa capacità rivelatrice.
    sunny sunny sunny 

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Post  Luca58 on Tue Aug 20, 2013 4:16 pm

    Fausto wrote:Ma volendo fare un discorso in generale questo è impossibile.
    Fermo restando che concordo con te sul fatto che non tutti gli impianti hanno la stessa capacità rivelatrice.
    sunny sunny sunny 
    Se non tutti hanno la stessa capacita' rivelatrice, ciascuna opinione e' corretta in funzione di quello che ciascuno di noi sente dall'impianto. Quando invece si parla in generale, piu' l'impianto e' rivelatore e piu' l'influenza o la "non influenza" di determinate variazioni dell'ambiente o dei componenti e' percepibile e quindi le opinioni non sono confrontabili perche' fanno riferimento a situazioni diverse. E' come giudicare quanto un tipo di asfalto e' rumoroso o sconnesso percorrendo la strada con un Range Rover o con una Panda: avendo un sistema di ammortizzatori completamente diverso sembrera' di percorrere strade diverse.

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Post  Luca58 on Tue Aug 20, 2013 4:26 pm

    Fausto wrote:
    La differenza che invece possiamo riscontrare fra cavi buoni ( fascia medio - alta di qualità e costo ) e cavi di costo stratosferico credo la possa sentire in catene anch'esse al top.
    Mah, il discorso sui cavi e' molto delicato.

    I cavi di segnale che uso adesso (3 € al metro) vanno meravigliosamente bene nel mio impianto ma prima la resa era cosi' disturbata dalle saldature e dagli spinotti di connessione da ritenere che fossero un mezzo bidone ("mezzo" perche' si sentiva la loro potenzialita' senza che riuscissi a farla venire fuori). Eliminati entrambi ed attaccati i cavi spellati alle uscite/entrate delle elettroniche e' accaduto il miracolo.  

    Sistemati i cavi (in futuro provero' anche i relativi di potenza, sempre spellati), adesso si sente che il pre e' drammaticamente sensibile ai punti di appoggio, cosa prima non cosi' evidente a causa del problema sui cavi di segnale; credo che il problema stia nello scarico delle vibrazioni del toroidale, che a differenza del modello superiore e' inserito all'interno dello chassis. Piano piano, step by step...

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Temperatura dell'aria e suono in ambiente domestico.

    Post  Fausto on Tue Aug 20, 2013 10:13 pm

    Ho letto veloce perchè stanco.
    A domani Luca.
     sunny  sunny 

      Current date/time is Thu Dec 08, 2016 7:01 am