Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
stakanovista cuffiofilo - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    stakanovista cuffiofilo

    Share

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7704
    Data d'iscrizione : 2010-04-23

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  biscottino on Thu Sep 12, 2013 2:50 pm

    reckca wrote:No era il c3, non il c4, ed in realtà costa un terzo.
    Era solo una battuta.  

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7704
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  biscottino on Thu Sep 12, 2013 2:55 pm

    pluto wrote:
    E poi, visto che sembra Rudistor e Leonardo siano dei fessi, com'è che John Woo non ha un distributore italiano? o il BH o tutti gli altri che sono prodotti la e che si vuole, prima li si paga e poi li si ascolta?


    Mah...
    Se il prodotto viene venduto nella comunità europea, e non spedito dall'estero e comprato sul sito online come avviene, sull'apparecchio ci deve essere applicato il bollino CE, il quale certifica che sono stati effettuati tutta una serie di controlli elettrici e meccanici per garantirne la sicurezza, sui Woo, ovviamente non c'è, ma anche sulla marea di cinesate che sono importate dalla Cina.
    Ovviamente, acquisire queste scartoffie, costa tempo e denaro e state pur certi che alcuni ampli dovrebbero essere pesantemente modificati, prima su tutto, ci dovrebbero essere delle griglie di protezione delle valvole.


    _________________
    Enjoy your head!  

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21515
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  pluto on Thu Sep 12, 2013 3:45 pm

    Si ma quello che voglio dire è che x produrre 2/300 pezzi a livello naz + pochi pezzi fuori saltuariamente, probabilmente basta una struttura minimale con 2/3 assistenti etc.

    Quando si decide di passare a 3000 pezzi venduti in tutto il mondo, occorre aumentare il personale tecnico, reparto spedizioni, segreteria che tiene i contatti con banche, distributori etc. Un'assistenza post vendita molto più complicata e così via

    Non tutti sono all'altezza o semplicemente vogliono buttarsi in questa avventura. Certamente non avranno lo spirito imprenditoriale di Ford con il suo sogno di un'auto x ogni cittadino americano, ma non necessariamente chi decide così è un fesso

    E se andiamo a vedere in altri paesi succede lo stesso: Cavalli mica ha un distributore in oriente (almeno finora) o da noi.
    Idem Ray Samuels, Millett, Meier, Aristaeus. Giusto x prendere i primi nomi posseduti dal tizio.

    Ma mica leggiamo che i forumers USA li considerano fessi o ciechi xchè non si espandono.

    Ripeto passare da una dimensione artigiana ad una industriale è una fase delicatissima (specie in periodi come questi poi) e va presa con le molle senza sminuire chi magari decide di restare piccolo ma buono

    Quello su cui sono d'accordo è che magari potrebbero iniziare col partecipare a qualche incontro fiera x far vedere i loro prodotti almeno in ambito nazionale. Ma considerando la crisi Top Audio etc, la vedo dura pure li x il momento.

    [OverDrive]
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2620
    Data d'iscrizione : 2010-09-05
    Età : 35

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  [OverDrive] on Thu Sep 12, 2013 4:37 pm

    biscottino wrote:non capisco perché un thread come questo, abbia preso una piega di questo tipo, e cioè, fare le pulci a MHZ e a Rudistor.

    Sal e Pluto.
    Nessuno stà facendo le pulci o dando del cojon* a MHZ o Rudistor (che ho capito che si può anche escludere dal MIO ragionamento).

    Si stà solo parlando di politiche aziendali per "aggredire" il mercato. Politiche che ad OGGI portano ad innalzare il nome di una azienda e relativo prodotto.
    Queste diverse politiche aziendali portano ad attirare diversi tipo di utenza e questo è innegabile.

    Indubbiamente l'Italia, per certi tipo di politiche, è ancora indietro a Paesi come America, China ecc.

    Qui non si sta o stava discutendo della qualità finale del prodotto o di prezzi, questo è meglio metterlo in chiaro, ma solo del fatto che i prodotti in questione non sono conosciuti ai più. Io di Mhz oltre qui, per esempio, non ho mai letto. Sicuramente sarà colpa mia!

    Io poi, essendo giovane e aver formato molte delle mie passione sul Web, sono stato "costretto" a frequentare quelli più importanti e purtroppo, se non per rara eccezione, sono quelli esteri nello specifico Americani.
    Sarà perchè sono di più, sarà perchè invece di parlare sempre di politica, della miscredenza dei cavi, parlano di cose più concrete e con parecchia umiltà. In Italia ci permettiamo di dare del coglio*e quando un nostro parere, una nostra teoria o altro è agli antipodi del nostro pensiero e se non lo si fà direttamente, lo si indirettamente con vari atteggiamenti. Qui sembra che siamo tutti scienziati mentre gli altri non lo sono.
    Rimane sempre un mio pensieri nato nel tempo e come me, forse, ce ne sono altri che si sono spostati definitivamente in quelle zone per parlare, consigliare e aiutare gli altri.

    Vi chiederete allora perchè son qui. Perchè mi trovo bene, perchè vi conosco e siete delle brave persone e c'è chi veramente aiuta, ma non siamo paragonabili a Head-Fi per ovvi motivi.

    Con questo concludo, perchè tra poco passo per colui che vuole armare una guerra contro qualche produttore che neanche conosco quando non vero.

    Saluti


    _________________
    Sorgente: Linux - HiFace2 + AirTech EVO 75Ohm - DAC: Audiolab M-Dac - Cavo Segnale: Mogami W2534 XLR Neutrik - Studio Monitor Attivi: Behringer TRUTH B1031A
    ...mai discutere con un idiota ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza (Oscar Wilde).

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21515
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  pluto on Thu Sep 12, 2013 4:51 pm

    Ma no Danilo, stiamo parlando tra noi e lo facciamo come sempre o quasi in modo educato ed è la cosa più importante

    Io credo che nessuno sia così pazzo da paragonare noi agli Usa o il Gazebino a forums ben più grandi etc.
    E tutti leggiamo con piacere etc. L'importante è saper leggere con criterio xchè qualche frottola ce la propinano pure loro.

    Personalmente invidio solo una cosa: l'approccio un pò più professionale dei forumers esteri. All'estero il forum è un momento di conoscenza, di scambio di idee etc. E lo si fa con maggior educazione
    Noi ahimè siamo i soliti fracassoni

    nel bene xchè molti di noi si conoscono pure di persona e sono amici (cosa che non credo accada in USA, vuoi anche x le elevate distanze)

    nel male xchè qualche volta da noi ci scappa l'intemperanza e perchè è estremamente difficile avere un dialogo pubblico ed educato con i nostri progettisti etc.
    Chi esce dalla sez cuffie sa che ci si è provato, ma finora non ha funzionato.
    La porta è aperta a tutti e personalmente sarei stra-felice se Leonardo, Rudi etc discutessero pubblicamente con noi. Ma è una loro scelta e non possiamo certo costringerli. Certo è che di fronte a polemiche sterili etc, pure io non mi iscriverei.

    Mai dire mai, comunque. La porta è aperta x tutti

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7704
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  biscottino on Thu Sep 12, 2013 8:11 pm

    In un certo senso, anche Gilmour e Cavalli, sono artigiani, se gli chiedi un ampli, devi aspettare, perchè e lo fanno apposta, del resto 10 Blue Hawaii a terra, sò sordi.
    Hanno pronti l'amplino da 300$ perchè gli costa 50€ farlo, in un giorno ne assemblano una decina, Ed il gioco è fatto.
    L'unica differenza è che loro hanno un sito Internet dove puoi acquistare on-line.
    Poi, come dice Gianni può essere che c'è la volontà di non espandersi da parte di alcuni produttori, mica vogliamo criticarli, sono investimenti, ed io per il lavoro che faccio, ne so qualcosa.


    _________________
    Enjoy your head!  

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6362
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  lizard on Fri Sep 13, 2013 11:07 am

    biscottino wrote:
    A Napoli, sono molto alla moda le giacche ed i pantaloni fatti su misura, realizzazioni che possono essere tarate a gusto del cliente, dalla stoffa al bottone, parlo di realizzazioni da qualche migliaio di  euro...ci sono ancora le scarpe ed i sandali su misura etc etc.


    montanari
    Moderatore mercatino

    Numero di messaggi : 5858
    Data d'iscrizione : 2011-04-06
    Età : 37
    Località : Morciano di R. - vespista

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  montanari on Fri Sep 13, 2013 11:21 am

    lizard wrote:
    questo è il vero made in italy che ci contraddistingue !
    siamo i migliori!!


    _________________
    le spese grosse le facevo per i vinili o se non sono in flac godi solo la metà

    ilbetti
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 18
    Data d'iscrizione : 2013-07-25

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  ilbetti on Fri Sep 13, 2013 5:56 pm

    Questa discussione è davvero interessante!
    E permette di vedere quello che è il pensiero trasversale sulla produzione/commercializzazione di un settore di nicchia come è l' audio.
    Spero di non disturbare con questo intervento, chi mi conosce sà chi sono, per gli altri, in breve, sono un costruttore artigiano, che da 17 anni citando il grande Bartolomeo aloia, si procura i suoi 3 pasti quotidiani con il lavoro del proprio laboratorio. (ovvero non è un dopolavorista e non lo fà per hobby, e conseguentemente è in regola con tutte le normative e i doveri fiscali-contributivi)
    La differenza fondamentale fra Italia e resto del mondo è proprio la possibilità seguire "al volo" un eventuale crescita immediata e/o un repentino calo di fatturato.
    Se ci struttura in un modo, decrescere è semplicemente impossibile. E vanno in fumo eventuali investimenti e impiegi economici e posti di lavoro.
    Personalmente, svolgo l' attivitò di consulenze industriali per diverse aziende del settore, qui nella mia zona si producono componenti (voice coil, coni, cupole, particolari meccanici e altoparlanti completi) per mezzo mondo. (anche marchi prestigiosissimi usa e uk) e i,conosco benissimo i metodi e l' organizzazione di tipo industriale.
    Premesso questo, bisogna in primo luogo dire una cosa fondamentale.
    Ma avete idea della differenza del fare impresa in Usa e qui?
    E poi, siete sicuri che quelli che credete come "costruttori" siano organizzati e strutturati come vere "grandi aziende"?
    Se si guarda il laboratorio di un noto marchio usa di ampli cuffia, in rete ci sono filmati vari, personalmente lo giudico come il laboratorio nel sottotetto di un dopolavorista. Qui in Italia, tale struttura non sarebbe nemmeno autorizzata ad operare.
    Gli americani, sono dei maghi con il marketing, e il loro mercato, grazie allla lingua è naturalmente worldwide.
    Però, come chi ha postato la foto di "Marinella" la nostra forza è un altra.
    Realizzare oggetti che nessun altro al mondo può non dico fare, ma pensare.
    La personalizzazione, il "su misura" (sia sartoriale sia tecnico) è un qualcosa di unico. (però bisogna conoscere il sarto. O per lo meno capire la sua "estetica" sonora o tessile che sia...)
    Inoltre tale aspetto, è a volte inconciliabile con una produzione di "quantita".
    Chi è abituato ad usare tubi NOS, a trovare componentistica ex militare, ha seri problemi a mantenere tale standard di qualità al crescere della produzione.
    Conosco bene il problema, ho ingegnerizzato diversi prodotti costruiti poi in alcune migliaia di esemplari e per quanto si cerchi la massima qualità possibile l' ufficio commerciale ha sempre da ridire poi sui costi di produzione.
    Non dimentichiamo inoltre la esterofilia galoppante che serpeggia da noi.
    A volte si vanno a cercare oggetti in capo al mondo e si disprezza ciò che si ha dietro casa. E pensare che due chiacchiere fra cliente e progettista a volte sono illuminanti. (in bene o in male, ovviammente!)
    Personalmente, vendiamo a Singapore e in Russia, ma scommeto che molti, di questo forum nemmeno sanno cosa produciamo. (e qui lo dico è colpa mia, il mio marketing non è usa-style)
    in ogni modo, termino con un massima che disse un mio cliente americano, (già, ho clienti anche in usa...) "il mondo è grande, c'è spazio per tutti!"

    gciraso
    Moderatore strizzacervelli

    Numero di messaggi : 3606
    Data d'iscrizione : 2013-06-06
    Età : 61
    Località : Padova

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  gciraso on Fri Sep 13, 2013 6:27 pm

    ilbetti wrote: ...... ma scommeto che molti, di questo forum nemmeno sanno cosa produciamo. (e qui lo dico è colpa mia, il mio marketing non è usa-style).....
    In sintesi cosa produci?

    mr.bean
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1246
    Data d'iscrizione : 2009-12-08
    Età : 52
    Località : tra la piadina e il nord - est

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  mr.bean on Fri Sep 13, 2013 7:37 pm

    Buonasera Betti, la realizzazione è a buon punto???
    sunny sunny sunny 


    _________________
    Ogni persona è quello che le circostanze gli permettono di essere ....
                                                                           

    mr.bean
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1246
    Data d'iscrizione : 2009-12-08
    Età : 52
    Località : tra la piadina e il nord - est

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  mr.bean on Fri Sep 13, 2013 7:52 pm

    A proposito di esterofilia, l'Italia è il paese con più telefonini procapite, l'italia è il paese con le tariffe telefoniche più alte al mondo..
    in francia da circa 5 anni hanno internet a 5 euro al mese.... e udite udite, non abbiamo una fabbrica che produca telefonini........
    povera patria.......  


    _________________
    Ogni persona è quello che le circostanze gli permettono di essere ....
                                                                           

    montanari
    Moderatore mercatino

    Numero di messaggi : 5858
    Data d'iscrizione : 2011-04-06
    Età : 37
    Località : Morciano di R. - vespista

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  montanari on Fri Sep 13, 2013 10:16 pm

    non ho molte cuffie (3!)
    ma con 8 ore di musica al giorno mi autodichiaro stakanovista cuffiofilo!


    _________________
    le spese grosse le facevo per i vinili o se non sono in flac godi solo la metà

    ilbetti
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 18
    Data d'iscrizione : 2013-07-25

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  ilbetti on Tue Sep 17, 2013 10:15 am

    mr.bean wrote:Buonasera Betti, la realizzazione è a buon punto???
    sunny sunny sunny 
    Non conosco i nikname......
    se si parla dell' ampli per le audezee si.
    Aspetto solamente le parti incise del frontale.

    Saluti

    albertosi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 992
    Data d'iscrizione : 2012-11-18
    Località : Firenze

    Re: stakanovista cuffiofilo

    Post  albertosi on Tue Sep 17, 2013 10:22 am

    gciraso wrote:In sintesi cosa produci?
    Quella "roba appassionante" che hai visto nel mio impianto... Se capiti a Firenze e vuoi dare un ascoltatina sei il benvenuto.

    Salve Lorenzo, bentrovato in queste pagine.

    Alberto.


    _________________
    Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due. (Il Perozzi, pensando al figlio)

      Current date/time is Mon Dec 05, 2016 11:27 am