Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Musica liquida, ma senza pc
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Musica liquida, ma senza pc

    Share

    nellosound
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 636
    Data d'iscrizione : 2012-12-24
    Età : 46
    Località : Pisa

    Musica liquida, ma senza pc

    Post  nellosound on Sun Oct 27, 2013 6:37 pm

    Mi sto lentamente convincendo della necessità di avere una parte dell'impianto dedicato alla liquida. Essendo parecchio ignorante in materia, ho bisogno di alcune dritte. Quel che sto per chiedere, però, potrebbe essere argomento già discusso (allora chiedo venia ma non ne ho trovato traccia sul forum) oppure un'assurdità irrealizzabile.

    Io vorrei ascoltare file in flac senza bisogno ogni volta di masterizzarli (come faccio adesso), ma non ho alcun modo di collegare il pc a un dac e quindi all'amplificatore.
    Mi domando è possibile sfruttare un lettore portatile di file (ad es anche il mio telefono Samsung s3) e collegarlo al dac? Se sì, come?

    Come Dac avrei pensato al Cambridge Audio Dac Magic 100, visto che il mio budget non dovrebbe superare nel complesso i 3/400 euro, considerando anche l'eventuale acquisto di un lettore digitale. A queste cifre si trova qualcosa di altrettanto valido?

    Tenete presente che non ho alcuna pretese di raggiungere un livello eccelso (almeno al momento) per la riproduzione della liquida, vorrei solo iniziare a capire e muovermi anche in questo ambito.

    Grazie a tutti quanti mi aiuteranno a capire.


    _________________
    Diffusori: Audes Blues
    Amplificatore: Audio Analogue Maestro 70 Rev2
    Pre Phono: Audio Analogue Aria Rev. 2
    Piatto: Thorens td160 - Shure M97xe
    Lettore cd: Audio Analogue Fortissimo by Airtech
    Cavi: Air Tech Alfa

    montanari
    Moderatore mercatino

    Numero di messaggi : 5862
    Data d'iscrizione : 2011-04-06
    Età : 37
    Località : Morciano di R. - vespista

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  montanari on Sun Oct 27, 2013 6:59 pm

    ma, guarda, nei lettori portatili-non sono pratico di telefoni
    spesso c'è pure l'uscita out
    e lo puoi collegare direttamente all ampli
    ho provato con pur buoni dap, ma il livello rimane basso rispetto al resto
    ...
    cmq si, si può!


    _________________
    le spese grosse le facevo per i vinili o se non sono in flac godi solo la metà

    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8671
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : prov.Cremona

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  Giordy60 on Mon Oct 28, 2013 12:04 pm

    una delle possibili soluzioni è quella di un ipod classico ( 160gb) e tramite un semplice cavetto



    colleghi l'ipod direttamente all'ampli.
    con l'ipod ottieni una qualità audio RB (16/44,1)

    oppure se non vuoi utilizzare il pc, c'è sempre il player di rete tipo il pioneer n30

    http://www.pioneer.eu/it/products/N-30-S/print.html

    sono solo alcuni esempi.

    Karletto
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 40
    Data d'iscrizione : 2013-02-05

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  Karletto on Mon Oct 28, 2013 8:33 pm

    Il PC come sorgente e' necessario.
    Solo che NON devi usare il tuo PC, che usi anche per scrivere qua, ma un PC "dedicato", nel senso che lo lasci attaccato, come fosse il lettore CD

    Per prendere un dacmagic 100, tanto vale che prendi un dacmagic usato... di fatto suonano uguale Laughing 
    Con 400 euri di budget, nell'usato trovi tanto bei DAC.

    montanari
    Moderatore mercatino

    Numero di messaggi : 5862
    Data d'iscrizione : 2011-04-06
    Età : 37
    Località : Morciano di R. - vespista

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  montanari on Mon Oct 28, 2013 8:41 pm

    a me sta roba del pc dedicato mi pare un po' na minchiata..
    col mio portatile è capito di dover fare dei render, lavorare con programmi pesi (archicad autocad vray maxwell Photoshop- anche aperti tutti insieme)
    e la qualità audio è la stessa di quando è tutto chiuso e va solo jriver
    ...


    _________________
    le spese grosse le facevo per i vinili o se non sono in flac godi solo la metà

    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8671
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : prov.Cremona

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  Giordy60 on Mon Oct 28, 2013 8:46 pm

    montanari wrote:
    col mio portatile è capito di dover fare dei render, lavorare con programmi pesi (archicad autocad vray maxwell Photoshop- anche aperti tutti insieme)
    e la qualità audio è la stessa di quando è tutto chiuso e va solo jriver
    ...
    prova a lanciare quest'applicazione mentre lavori con autocad o photoshop e dicci su cha valori operi :link: 
    http://www.thesycon.de/eng/latency_check.shtml
    poi tutto è possibile  

    mau57
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1589
    Data d'iscrizione : 2011-03-28
    Età : 59
    Località : Roma

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  mau57 on Tue Oct 29, 2013 12:03 am

    Karletto wrote:Il PC come sorgente e' necessario
    Solo per capire, perché necessario ... che differenza rispetto ad un lettore di rete? Qualitativa, suppongo, poiché a livello di praticitá, secondo me, vince facile il lettore ...

    Maurizio

    nellosound
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 636
    Data d'iscrizione : 2012-12-24
    Età : 46
    Località : Pisa

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  nellosound on Tue Oct 29, 2013 8:40 am

    Grazie per le risposte, ma ancora non ho risolto...

    Per quanto mi riguarda non vince né lettore di rete né il pc. Per varie ragioni, a partire dallo spazio e dai soldi, non ho voglia di acquistare una nuova macchina. Ascolto prevalentemente cd e vinili, la liquida è solo una minima parte.
    Neanche la soluzione dell'iPod mi convince più di tanto, perché la mia libreria è tutta in flac e iPod non legge questo formato. Vorrei capire se esistono configurazioni valide ed economiche del tipo lettore portatile (così che i flac me li porterei anche in giro) colegato a un dac e poi all'ampli. Oppure se esiste un buon lettore da collegare direttamente all'ampli. Tutto qui. Escludo a priori di collegare il pc all'ampli e al dac perché non mi è possibile...
    Idee, suggerimenti...
    Grazie a tutti.


    _________________
    Diffusori: Audes Blues
    Amplificatore: Audio Analogue Maestro 70 Rev2
    Pre Phono: Audio Analogue Aria Rev. 2
    Piatto: Thorens td160 - Shure M97xe
    Lettore cd: Audio Analogue Fortissimo by Airtech
    Cavi: Air Tech Alfa

    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8671
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : prov.Cremona

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  Giordy60 on Tue Oct 29, 2013 10:19 am

    nellosound wrote:... la mia libreria è tutta in flac e iPod non legge questo formato....
    Idee, suggerimenti...
    Grazie a tutti.
    ma legge l'alac che è identico al flac ( tranne che per l'alta risoluzione )

    nellosound
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 636
    Data d'iscrizione : 2012-12-24
    Età : 46
    Località : Pisa

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  nellosound on Tue Oct 29, 2013 11:12 am

    Giordy60 wrote:ma legge l'alac che è identico al flac ( tranne che per l'alta risoluzione )
    Lo so, ma dovrei riconvertire tutti i files e soprattutto ricoprarmi un iPod che mi è stato rubato yaw yaw  
    per questo pensavo di investire i soldi in un dac che magari potrei usare per altre applicazioni.
    comunque sto dando un'occhiata in giro e devo dire che esistono soluzioni lettore/dac... tipo questa che mi pare interessante: http://www.playstereo.com/product_info.php?cPath=42&products_id=2371


    _________________
    Diffusori: Audes Blues
    Amplificatore: Audio Analogue Maestro 70 Rev2
    Pre Phono: Audio Analogue Aria Rev. 2
    Piatto: Thorens td160 - Shure M97xe
    Lettore cd: Audio Analogue Fortissimo by Airtech
    Cavi: Air Tech Alfa

    montanari
    Moderatore mercatino

    Numero di messaggi : 5862
    Data d'iscrizione : 2011-04-06
    Età : 37
    Località : Morciano di R. - vespista

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  montanari on Tue Oct 29, 2013 1:28 pm

    io ho provato, per gioco, a collegare un hifiman hm601 e un hisound studio V
    quindi lettori con qualità sopra ogni sospetto, tramite cavetto postato in precedenza
    la qualità è peggiore del Marantz cd6003, del gira neanche parlarne

    però appunto, 2 euro ti prendi il cavetto e fai le tue prove del caso
    ciaooo


    _________________
    le spese grosse le facevo per i vinili o se non sono in flac godi solo la metà

    nellosound
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 636
    Data d'iscrizione : 2012-12-24
    Età : 46
    Località : Pisa

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  nellosound on Tue Oct 29, 2013 1:33 pm

    montanari wrote:io ho provato, per gioco, a collegare un hifiman hm601 e un hisound studio V
    quindi lettori con qualità sopra ogni sospetto, tramite cavetto postato in precedenza
    la qualità è peggiore del Marantz cd6003, del gira neanche parlarne

    però appunto, 2 euro ti prendi il cavetto e fai le tue prove del caso
    ciaooo
    Quando avevo ancora l'iPod le prove con il cavetto le ho anche fatte con risultati dir poco  imbarazzanti  
    Per non parlare di mp3 o roba simile   
    Per quanto mi riguarda la liquida ha senso solo in formati senza perdita di qualità e non per apprezzarne la qualità della riproduzione... E' qui che forse è difficile trovare un giusto compromesso qualità/prezzo nel prendere lettore musicale capace di leggere flac etc e un buon dac...
    forse meglio se lascio perdere


    _________________
    Diffusori: Audes Blues
    Amplificatore: Audio Analogue Maestro 70 Rev2
    Pre Phono: Audio Analogue Aria Rev. 2
    Piatto: Thorens td160 - Shure M97xe
    Lettore cd: Audio Analogue Fortissimo by Airtech
    Cavi: Air Tech Alfa

    nellosound
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 636
    Data d'iscrizione : 2012-12-24
    Età : 46
    Località : Pisa

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  nellosound on Tue Oct 29, 2013 1:36 pm

    e i fijo?


    _________________
    Diffusori: Audes Blues
    Amplificatore: Audio Analogue Maestro 70 Rev2
    Pre Phono: Audio Analogue Aria Rev. 2
    Piatto: Thorens td160 - Shure M97xe
    Lettore cd: Audio Analogue Fortissimo by Airtech
    Cavi: Air Tech Alfa

    mau57
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1589
    Data d'iscrizione : 2011-03-28
    Età : 59
    Località : Roma

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  mau57 on Tue Oct 29, 2013 2:03 pm

    Trova un Squeezebox in vendita, nuova o usata (credo sia uscita di produzione) e collegala direttamente all'ampli, se devi solo provare e iniziare è secondo me la soluzione migliore

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  RockOnlyRare on Tue Oct 29, 2013 3:55 pm

    montanari wrote:a me sta roba del pc dedicato mi pare un po' na minchiata..
    col mio portatile è capito di dover fare dei render, lavorare con programmi pesi (archicad autocad vray maxwell Photoshop- anche aperti tutti insieme)
    e la qualità audio è la stessa di quando è tutto chiuso e va solo jriver
    ...
    Dipende tutto dalla configurazione del PC, da dove sono memorizzati i files, dalle dimensioni degli stessi, e dal driver audio usato.

    1) tanto più il pc è di recente costruzione e l'hardware è "pompato" tanto meno il problema di pc dedicato si pone.

    2) il metodo più veloce di estrarre i file è di averli nel hd interno, a seguire in un hd esterno usb 3.0 o ESATA, quindi Usb 2.0 chiavetta flash o Firewire i simili infine la rete (anche qui però tra una rete di 1gb, 100mb e wireless la situazione cambia) ed infine le connessioni di vecchio stampo queste ultime sicuramente non all'altezza di riprodurre correttamente un file che non sia un mp3.

    3) infine ma forse ancor più importante è che tipo di file ascolti in tema di qualità e quindi di spazio disco che influisce pesantemente sui tempi di caricamento. Ci sono ad esempio FLAC (ancor peggio WAV) di files 24 bit 192 khz che possono pesare 4-500mb per circa 5-6 minuti di musica.

    4) anche il driver audio usato è fondamentale (o meglio è con la qualità del file, a parità di DAC, la componente più importante.
    Ad esempio il driver ASIO ( o quello fornito dal produttore del DAC) bypassa completamente la scheda audio del pc che salvo casi eccezionali non sarà mai all'altezza di quanto può fare il DAC con il driver nativo. Dal punto di vista di prestazioni il fatto di disinserire l'audio del pc rappresenta anche un miglioramento di prestazioni.

    Conclusione 1)
    Per essere certi che il pc regge perfettamente la riproduzione va testato con un file della massima dimensione in termine di grandezza FILE / DURATA quindi di fatto guardando i parametri di bitrate e frequenza.

    Conclusione 2) e qui rispondo all'amico che ha aperto il thread, se non si va fuori tema.
    Per ascoltare la musica liquida con l'hi-fi si può fare in infiniti modi, certamente anche con uno smartphone che ha l'uscita per cuffia, ma per avere una qualità non dico eccelsa ma almeno ADEGUATA ad un buon impianto hi-fi è indispensabile che la perifierica usata si colleghi al DAC con un driver proprietario o del dac o della periferica tale da non usare il driver della scheda audio del dispositivo.

    Esempio banalissimo. Prima di avere il dac, provai a collegare un lettore hd multimediale con le uscite audio direttamente allo stereo.
    Risultato davvero deludente, ma anche con il dac, facendo la stessa prova usando l'uscita digitale, non si migliorava di molto perché si usava comunque il driver audio dell'apparecchio e non quello del DAC (rispetto al pc non si può configurare il driver).
    Ma la cosa peggiore di tutte è che era impossibile riprodurre i files in alta risoluzione perchè l'hardware dell'apparecchio non ce la faceva scattando sensibilmente. Temo che potrebbe accadere la stessa cosa con uno smartphone se si usano files non compressi.


    nellosound
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 636
    Data d'iscrizione : 2012-12-24
    Età : 46
    Località : Pisa

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  nellosound on Tue Oct 29, 2013 4:25 pm


    Conclusione 2) e qui rispondo all'amico che ha aperto il thread, se non si va fuori tema.
    Per ascoltare la musica liquida con l'hi-fi si può fare in infiniti modi, certamente anche con uno smartphone che ha l'uscita per cuffia, ma per avere una qualità non dico eccelsa ma almeno ADEGUATA ad un buon impianto hi-fi è indispensabile che la perifierica usata si colleghi al DAC con un driver proprietario o del dac o della periferica tale da non usare il driver della scheda audio del dispositivo.
     
    Esempio banalissimo. Prima di avere il dac, provai a collegare un lettore hd multimediale con le uscite audio direttamente allo stereo.
    Risultato davvero deludente, ma anche con il dac, facendo la stessa prova usando l'uscita digitale, non si migliorava di molto perché si usava comunque il driver audio dell'apparecchio e non quello del DAC (rispetto al pc non si può configurare il driver).
    Ma la cosa peggiore di tutte è che era impossibile riprodurre i files in alta risoluzione perchè l'hardware dell'apparecchio non ce la faceva scattando sensibilmente. Temo che potrebbe accadere la stessa cosa con uno smartphone se si usano files non compressi.
     
     
    Grazie. Infatti, il problema che ho riscontrato anche era la troppo scarsa qualità dell'audio collegando l'iPod allo stereo, veramente una roba imbarazzante (e che fa capire molto su cosa oggi la gente sia abituata ad ascoltare, ma qui si andrebbe pesantemente ot). Siccome vorrei evitare accrocchi o soluzioni alla cieca, mi sa che aspetto ancora un po', risparmio e continuo ad ascoltare i flac masterizzandoli cheers cheers cheers


    _________________
    Diffusori: Audes Blues
    Amplificatore: Audio Analogue Maestro 70 Rev2
    Pre Phono: Audio Analogue Aria Rev. 2
    Piatto: Thorens td160 - Shure M97xe
    Lettore cd: Audio Analogue Fortissimo by Airtech
    Cavi: Air Tech Alfa

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  RockOnlyRare on Tue Oct 29, 2013 4:50 pm

    nellosound wrote: 
     
    Grazie. Infatti, il problema che ho riscontrato anche era la troppo scarsa qualità dell'audio collegando l'iPod allo stereo, veramente una roba imbarazzante (e che fa capire molto su cosa oggi la gente sia abituata ad ascoltare, ma qui si andrebbe pesantemente ot). Siccome vorrei evitare accrocchi o soluzioni alla cieca, mi sa che aspetto ancora un po', risparmio e continuo ad ascoltare i flac masterizzandoli cheers cheers cheers
    Non essere così negativo, ogni apparecchio ha il suo target ed un range di applicazioni per cui è studiato. Ho uno smartphone, un paio di lettori mp3 e se li ascolti in cuffia, a patto che la registrazione sia decente, non si ascolta affatto male.

    Però l'uscita per cuffia non è evidentemente studiata per la connessione ad uno stereo, così come l'uscita audio di un lettore multimediale non è pensata per la connessione ad un hi-fi già di buon livello.

    Veniamo un po' al tuo caso. La soluzione pc + dac come qualità è macroscopicamente migliore di ogni soluzione come quelle descritte. Non c'è paragone. Se non hai un portatile disponibile (non ne serve uno recentissimo, basta usare l'hd interno o almeno un hd esterno usb 2.0 ed un portatile dicamo di massimo 5-6 anni con possibilmente una RAM non troppo risicata, per riuscire a sentire senza grossi problemi anche un file in alta risoluzione.
    Oggi poi ci sono portatili entry level a prezzi davvero contenuti e con un software free come ad esempio foobar si fanno miracoli.

    Discorso DAC, si va da una cifra di un centinaio di euro per i cosiddetto DAC usb che sono uno scatolino pensato esclusivamente per collegarci il pc e quindi il dac agli ingressi dell'ampli. Certo non sono apparecchi esoterici ma il risultato è tutt'altro che disprezzabile specialmente se lo paragoni alla scelta dello smartphone.

    Il vantaggio di questa scelta è che con un investimento inferiore ai 500€ considerando anche il pc ed al limite un hd esterno usb2 da 1tb per la musica, hai comunque una base di partenza pc+dati che può restare invariata anche per molti anni, mentre il dac può essere senza alcun problema sostituito con uno superiore in un secondo tempo se si vuol fare un balzo di qualità.

    Secondo me questa soluzione pc+ dac usb è migliore che stanziare dac 3-400€ per un dac che PER IL SOLO ASCOLTO DI MUSICA LIQUIDA non è tanto superiore al dac usb (che è un mini dac dedicato solo per il pc quindi progettato appositamente), e d'altra parte non potrà mai reggere il confronto con un DAC di media-alta qualità. La scelta di un dac completo "economico", avrebbe senso se hai altre sorgenti da collegare al dac, come un lettore dvd o blu ray o la ps3 o my sky hd etc etc.

    Casomai una soluzione interessante in rapporto qualità prezzo spazio e praticità (ma siamo ben lontani temo come fascia di prezzo) sarebbe l'acquisto di un lettore CD integrato la cui sezione DAC preveda anche la connessione USB ad un PC. Ovviamente se si pensa di tenere questo apparecchio per un po' di anni altrimenti questa come tutte le soluzioni "integrate" sono un bagno di sangue dal pto di vista economico --> evoluzione qualitativa con cambio tipologia di apparecchio --> acquisto separato sia della meccanica cd che del dac (se non si vuole rinunciare nè al lettore nè al dac).


    ancas77
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2012-01-04

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  ancas77 on Tue Oct 29, 2013 5:28 pm

    nellosound wrote:Mi sto lentamente convincendo della necessità di avere una parte dell'impianto dedicato alla liquida. Essendo parecchio ignorante in materia, ho bisogno di alcune dritte. Quel che sto per chiedere, però, potrebbe essere argomento già discusso (allora chiedo venia ma non ne ho trovato traccia sul forum) oppure un'assurdità irrealizzabile.

    Io vorrei ascoltare file in flac senza bisogno ogni volta di masterizzarli (come faccio adesso), ma non ho alcun modo di collegare il pc a un dac e quindi all'amplificatore.
    Mi domando è possibile sfruttare un lettore portatile di file (ad es anche il mio telefono Samsung s3) e collegarlo al dac? Se sì, come?

    Come Dac avrei pensato al Cambridge Audio Dac Magic 100, visto che il mio budget non dovrebbe superare nel complesso i 3/400 euro, considerando anche l'eventuale acquisto di un lettore digitale. A queste cifre si trova qualcosa di altrettanto valido?

    Tenete presente che non ho alcuna pretese di raggiungere un livello eccelso (almeno al momento) per la riproduzione della liquida, vorrei solo iniziare a capire e muovermi anche in questo ambito.

    Grazie a tutti quanti mi aiuteranno a capire.
    Nello prova a vedere in casa cocktail audio nelle versioni base. Poi se vuoi crescere ci sono varie opzioni
    Ciao
    Antonio


    _________________
    Sorgente Analogica: Technics sl 1210 mk II ricablato vdh MCS150M, presa rca audioquest e totalmente revisionato
    Fonorilevatore: Ortfon VMS 30 mk II
    Sorgente digitale: Cocktail audio x10
    Amplificatore Ibrido: Xindak 6200
    Stadio Pre Phono:Lehmann audio black cube se
    Diffusori: audes 106
    Cavo di segnale sorgente analogica: vdh 502 hybrid terminato vdh, air tech entry strong
    Cavo di segnale sorgente digitale: autocostruito
    Cavo di alimentazione: autocostruito su progetto tnt tts  (cavo BALDASSARRI)
    Cavo di potenza: Aircom Plus 50 ohm terminato a banane
    Cuffia: grado sr80i

    nellosound
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 636
    Data d'iscrizione : 2012-12-24
    Età : 46
    Località : Pisa

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  nellosound on Tue Oct 29, 2013 6:36 pm

    RockOnlyRare wrote:Non essere così negativo, ogni apparecchio ha il suo target ed un range di applicazioni per cui è studiato. Ho uno smartphone, un paio di lettori mp3 e se li ascolti in cuffia, a patto che la registrazione sia decente, non si ascolta affatto male.

    Però l'uscita per cuffia non è evidentemente studiata per la connessione ad uno stereo, così come l'uscita audio di un lettore multimediale non è pensata per la connessione ad un hi-fi già di buon livello.

    Veniamo un po' al tuo caso. La soluzione pc + dac come qualità è macroscopicamente migliore di ogni soluzione come quelle descritte. Non c'è paragone. Se non hai un portatile disponibile (non ne serve uno recentissimo, basta usare l'hd interno o almeno un hd esterno usb 2.0 ed un portatile dicamo di massimo 5-6 anni con possibilmente una RAM non troppo risicata, per riuscire a sentire senza grossi problemi anche un file in alta risoluzione.
    Oggi poi ci sono portatili entry level a prezzi davvero contenuti  e con un software free come ad esempio foobar si fanno miracoli.

    Discorso DAC, si va da una cifra di un centinaio di euro per i cosiddetto DAC usb che sono uno scatolino pensato esclusivamente per collegarci il pc e quindi il dac agli ingressi dell'ampli. Certo non sono apparecchi esoterici ma il risultato è tutt'altro che disprezzabile specialmente se lo paragoni alla scelta dello smartphone.

    Il vantaggio di questa scelta è che con un investimento inferiore ai 500€ considerando anche il pc ed al limite un hd esterno usb2 da 1tb per la musica, hai comunque una base di partenza pc+dati che può restare invariata anche per molti anni, mentre il dac può essere senza alcun problema sostituito con uno superiore in un secondo tempo se si vuol fare un balzo di qualità.

    Secondo me questa soluzione pc+ dac usb è migliore che stanziare dac 3-400€ per un dac che PER IL SOLO ASCOLTO DI MUSICA LIQUIDA non è tanto superiore al dac usb (che è un mini dac dedicato solo per il pc quindi progettato appositamente), e d'altra parte non potrà mai reggere il confronto con un DAC di media-alta qualità. La scelta di un dac completo "economico", avrebbe senso se hai altre sorgenti da collegare al dac, come un lettore dvd o blu ray o la ps3 o my sky hd etc etc.

    Casomai una soluzione interessante in rapporto qualità prezzo spazio e praticità (ma siamo ben lontani temo come fascia di prezzo) sarebbe l'acquisto di un lettore CD integrato la cui sezione DAC preveda anche la connessione USB ad un PC. Ovviamente se si pensa di tenere questo apparecchio per un po' di anni altrimenti questa come tutte le soluzioni "integrate" sono un bagno di sangue dal pto di vista economico --> evoluzione qualitativa con cambio tipologia di apparecchio --> acquisto separato sia della meccanica cd che del dac (se non si vuole rinunciare nè al lettore nè al dac).
    Grazie, molto chiaro... ci penserò un po' su e proverò a fare qualche ascolto... ma il mio Crescendino, al momento, non lo cambio neanche morto!!!  


    _________________
    Diffusori: Audes Blues
    Amplificatore: Audio Analogue Maestro 70 Rev2
    Pre Phono: Audio Analogue Aria Rev. 2
    Piatto: Thorens td160 - Shure M97xe
    Lettore cd: Audio Analogue Fortissimo by Airtech
    Cavi: Air Tech Alfa

    nellosound
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 636
    Data d'iscrizione : 2012-12-24
    Età : 46
    Località : Pisa

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  nellosound on Tue Oct 29, 2013 6:37 pm

    ancas77 wrote:Nello prova a vedere in casa cocktail audio nelle versioni base. Poi se vuoi crescere ci sono varie opzioni
    Ciao
    Antonio
    Ho visto, ho visto... Belle cose e belli oggetti, ma alla fine dei salmi mi sa che con un dac e un micropc forse si risolve la cosa al meglio...


    _________________
    Diffusori: Audes Blues
    Amplificatore: Audio Analogue Maestro 70 Rev2
    Pre Phono: Audio Analogue Aria Rev. 2
    Piatto: Thorens td160 - Shure M97xe
    Lettore cd: Audio Analogue Fortissimo by Airtech
    Cavi: Air Tech Alfa

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  RockOnlyRare on Wed Oct 30, 2013 2:13 pm

    nellosound wrote:Grazie, molto chiaro... ci penserò un po' su e proverò a fare qualche ascolto... ma il mio Crescendino, al momento, non lo cambio neanche morto!!!  
    no no tieniti il crescendo che è un'apparecchio dal rapporto qualità prezzo straordinario. Io avevo il Maestro, rev2, grandissimo apparecchio, ma poi presi il dac Aqua La Voce, facemmo il confronto tra l'ascolto con il Dac esterno e quello del Maestro e risultò sia pure di poco superiore La Voce. A questo punto diventò in un certo senso obbligata la scelta di puntare su una meccanica dedicata piuttosto che tenere lettore integrato di quel livello usandolo solo come "gira cd !!!!"
    Così l'ho venduto piuttosto bene (ed in un amen) ed ho scelto la meccanica nuovissima sempre della Aqua, nome La Diva, che oltre ad essere meravigliosa, ha una connessione proprietaria AQLink per il migliori interfacciamento possibile, superiore anche al AES/EBU o bilanciato.

    Tornando a noi (anzi a te) la soluzione a cui stai pensando, dac + minipc  secondo me è perfetta perché è quella che ha nettamente il miglior rapporto qualità prezzo. La differenza con l'uso del iphone sarebbe talmente enorme da non essere neppure paragonabile.
    Oltretutto puoi estendere all'infinito la "discoteca" liquida con un bel hd esterno (per 100€ si trovano 3tb alimentati o 2TB autoalimentati tutti giù usb 3.0. Se non basta ci sono i NAS di rete da 2 o 4 slot questi ultimi che possono arrivare contenere non dico tutto quello che è uscito in musica ma "quasi"--> leggi addirittura 16TB con 4 hd da 4Tb)    


    Karletto
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 40
    Data d'iscrizione : 2013-02-05

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  Karletto on Thu Oct 31, 2013 12:52 am

    @Montanari:
    il PC dedicato non e' una minchiata, ma solo una questione di comodita'

    Certo, se a te va bene attaccare // staccare ogni volta il tuo PC, e comandare le playlist dal PC (stando davanti al PC), il PC laptop non dedicato va benissimo.

    A me che non ho voglia di attaccare // staccare ogni volta e non ho intenzione di avere il PC davanti, ma voglio stare spaparanzato sul divano o sulla poltrona, e da li' comandare il tutto, serve il PC dedicato.

    Che, beninteso, puo' essere una roba fighissima senza ventole e con case firmato, ma puo' anche essere un raspberry, o un catenaccio usato di 5-6 anni fa.
    Ovvero, con un budget che puo' andare dai 200 euro, fino oltre i 35000 (e' la cifra che mi han chiesto ad una fiera a cui ero andato per un sistema HTPC superfigo, nella cifra era compreso un ipad come telecomando del tutto.)

    Essendo attento al portafoglio, mi sono orientato sull'opzione "catenaccio di qualche anno fa".  Laughing Laughing


    @Mau:
    Il pc dedicato vince sul lettore di rete, "giusto" per l'economicita' della soluzione.
    Innanzitutto il lettore di rete prevede una NAS da qualche parte.
    Tralasciando quel che costa una NAS, se ci interessa solo per la musica, i TB non servono.
    Leggo ovunque di file ad alta risoluzione, ma onestamente non ne ho trovati cosi' tanti.
    Gia' poter disporre di flac da CD, quindi a 44.1 khz, e' un bell'andare.
    Un CD "flaccato" mediamente occupa 500 Mb.
    Quindi, se hai 400 CD flaccati, vuol dire che ti servono 200 Gb.
    400 CD flaccati, vuol dire che se te ne ascolti uno al giorno, ti serve un anno per ascoltarteli tutti.
    200 Gb stan tranquillamente sul HD interno del pc dedicato
    Per quanto riguarda la comodita', con il player di rete hai un telecomando, e un display sul quale leggere, con il pc dedicato hai un tablet che fa da telecomando.

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  RockOnlyRare on Thu Oct 31, 2013 1:54 am

    Karletto wrote:@Montanari:
    il PC dedicato non e' una minchiata, ma solo una questione di comodita'

    Certo, se a te va bene attaccare // staccare ogni volta il tuo PC, e comandare le playlist dal PC (stando davanti al PC), il PC laptop non dedicato va benissimo.

    A me che non ho voglia di attaccare // staccare ogni volta e non ho intenzione di avere il PC davanti, ma voglio stare spaparanzato sul divano o sulla poltrona, e da li' comandare il tutto, serve il PC dedicato.

    Che, beninteso, puo' essere una roba fighissima senza ventole e con case firmato, ma puo' anche essere un raspberry, o un catenaccio usato di 5-6 anni fa.
    Ovvero, con un budget che puo' andare dai 200 euro, fino oltre i 35000 (e' la cifra che mi han chiesto ad una fiera a cui ero andato per un sistema HTPC superfigo, nella cifra era compreso un ipad come telecomando del tutto.)

    Essendo attento al portafoglio, mi sono orientato sull'opzione "catenaccio di qualche anno fa".  Laughing Laughing


    @Mau:
    Il pc dedicato vince sul lettore di rete, "giusto" per l'economicita' della soluzione.
    Innanzitutto il lettore di rete prevede una NAS da qualche parte.
    Tralasciando quel che costa una NAS, se ci interessa solo per la musica, i TB non servono.
    Leggo ovunque di file ad alta risoluzione, ma onestamente non ne ho trovati cosi' tanti.
    Gia' poter disporre di flac da CD, quindi a 44.1 khz, e' un bell'andare.
    Un CD "flaccato" mediamente occupa 500 Mb.
    Quindi, se hai 400 CD flaccati, vuol dire che ti servono 200 Gb.
    400 CD flaccati, vuol dire che se te ne ascolti uno al giorno, ti serve un anno per ascoltarteli tutti.
    200 Gb stan tranquillamente sul HD interno del pc dedicato
    Per quanto riguarda la comodita', con il player di rete hai un telecomando, e un display sul quale leggere, con il pc dedicato hai un tablet che fa da telecomando.
    Nulla da ridire sulla prima parte dell'intervento. Personalmente ho adottato "entrambe" le soluzioni nel senso che ho un notebook che ha due hd con sue sistemi operativi indipendenti, uno dedicato ed uno no. A seconda di quel che mi serve avvio il pc come volgio, e comando il tutto anche da divano con mouse e tastiera bluetooth. Molto comodi ma un po rognosi ad essere riconosciuti a dire il vero, ma non volevo dover usare gli slot usb.

    Sulla seconda parte avrei più di una obiezione, diciamo che dipende dalle esigenze dell'utente.
    File in alta risoluzione se ne trovano in quantità industriale, specialmente per gli amanti di classica e jazz, ma anche nel rock ci sono molti esempi, gli stessi artisti li vendono direttamente presso il propri siti (es McCartney). Ed una sola canzone in alta risoluzione 24-192 può occupare lo spazio di un intero album in flac 16-44.
    Inoltre c'è un discorso da non sottovalutare ed è quello del backup dei dati, penso non esista un utente che usa "pesantemente" un pc a cui non sia mai saltato un hd.
    Per cui le soluzioni migliori secondo me sono un hd esterno almeno usb 2 (ideale usb 3) che si trovano intorno ai 100€ (3 tb se alimentato, 2Tb se non alimentato).
    Se uno può permettersi e/o un NAS, ancor meglio, oltretutto va considerato che i nas "seri" usano sia la rete che il wireless ed in qualche caso hanno anche il server cloud.
    Cosa vuol dire ? Che ci si può collegare al proprio NAS non solo con qualunque apparecchio che vada in rete, ma addirittura con qualunque periferica che vada su internet, esattamente come si fa per un sito (ovviamente proteggendo opportunamente l'accesso al NAS). Quindi da qualunque parte del mondo si può accedere ai propri files.

    Basta non avere (come me) Fastweb che come molti tristemente sanno, non permette l'uso di nessun server web se non all'interno della rete fastweb per la solita annosa questione del ip pubblico (che significa che l'ip che si vede in rete è lo stesso per migliaia di utenti, per cui il proprio pc non è raggiungibile al di fuori dalla rete fastweb perchè non ha un proprio ip, a meno di pagare un servizio che costa un enormità). Questo per evitare principalmente attività professionali di vendita di spazi web grazie alla banda di 10 o 100mb.
    La sola soluzione in questo caso è un servizio a pagamento come ad es Amazon che comunque lo fa gratuito per la maggior parte degli album venduti (vedi AUTORIP che ti permette sia di ascoltarlo via web che di scaricare l'album in mp3 non appena lo acquisti prima ancora di riceverlo a casa) e per uno spazio gratis fino mi pare a 5gb di files di quaunque tipo, mentre per la musica puoi ascoltare tutti gli album acquistati oltre a 200 brani aggiunti dall'utente, pochi ma si possono sempre ruotare, cancellandoli e sostituendoli.
    Vedi thread apposito.


    gciraso
    Moderatore strizzacervelli

    Numero di messaggi : 3608
    Data d'iscrizione : 2013-06-06
    Età : 61
    Località : Padova

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  gciraso on Thu Oct 31, 2013 8:29 am

    Karletto wrote:
    Tralasciando quel che costa una NAS, se ci interessa solo per la musica, i TB non servono.
    Non so quanta musica hai in liquida e quindi le tue opinioni sono rispettabili. Personalmente ho circa 6TB di musica liquida e sto seriamente pensando di prendere altri 2 HD da 3 o 4 TB per evitare di rimanere in ristrettezze sunny .
    Un NAS con 4 bay e 4 HD da 3 TB costa esattamente 670 euro, quanto ho pagato un QNAP così attrezzato, mi pare che la spesa sia ampiamente sostenibile in rapporto a quanto si spenda per un impianto.

    montanari
    Moderatore mercatino

    Numero di messaggi : 5862
    Data d'iscrizione : 2011-04-06
    Età : 37
    Località : Morciano di R. - vespista

    Re: Musica liquida, ma senza pc

    Post  montanari on Thu Oct 31, 2013 9:25 am

    si infatti la musica liquida la ascolto in cuffia quindi no problem a comandare tutto davanti al pc
    (cmq esistono modalità shuffle o ti fai la tua scaletta di album, cuffia steso sul letto e amen)
    la mia affermazione era solo riferita alla perdità di qualità audio, cosa non riscontrato pur lavorando col pc massivamente nello stesso momento

    spaparanzato sul divano mi ascolto i vinili, quindi cmq ogni mezzoretta mi devo alzare!


    _________________
    le spese grosse le facevo per i vinili o se non sono in flac godi solo la metà

      Current date/time is Wed Dec 07, 2016 7:19 pm