Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Share

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Nimalone65 on Sun Dec 08, 2013 12:58 am

    E' da un pò di tempo , dopo lunghi e ripetuti ascolti a casa dell'amico Luffarelli ,che mi ero convinto dell'effettiva qualità del SACD, che non faceva rimpiangere troppo neppure le riproduzioni con il vinile , che ben inteso per me se non fosse per la minore praticità rispetto i dischetti argentati non sarebbe mai uscito da casa.

    Mi sono quindi predisposto per il più alto numero di ascolti con il sacd, ascoltando di tutto,...... macchine datate e recentissime, dedicate come lettori multiformati , dal costo ridicolo cosi come dal quello impossibile. Già perchè pur restando sempre ben impresso nella mia mente il riferimento PD700 Accuphase del buon Rodolfo , ancora a mia avviso insuperato nel formato SACD ,troppo spesso non ho riscontrato un'effettivo miglioramento delle prestazioni sonore con l'aumentare del costo dei nostri giocattoli , o quanto meno non in modo lineare , direttamente proporzionale.

    Mi sono quasi da subito reso conto , che il sacd si presenta sempre con una ricchezza di armoniche ed una capacità di restituire le informazioni ,  ben superiori a quelle dei normali lettori cd. Restava quindi da selezionare quelle macchine che sapessero presentare il contesto sonoro senza troppe asprezze , indurimenti sonori, con una scena sonora ferma e ben dislocata nelle 3 dimensioni.

    Era ,da analogista convinto, un percorso diverso , da quello cui ero abituato. Chi ama il vinile sa bene che la vera difficoltà del supporto e riuscire ad avere trasparenze dettagli raffinatezza , non certo la fluidità d'emissione o quella naturalezza che ci ricorda un pò più da vicino di quanto normalmente facciano le sorgenti digitali, le rappresentazioni sonore live. Dovevo fare esattamente l'inverso,

    Fino ad allora avevo risolto il dilemma lettore cd con un eccellente Soni X7esd , molto moddato,una macchina che utilizza un convertitore BB PCM 68 e l'eccellente meccanica KSS 190 che veniva utilizzata pure su alcuni lettori top di gamma Accuphase . Ma si sa , l'audiofilo è smanioso , dopo un pò vuole cambiare , migliorare , conoscere nuove macchine, giocare insomma . Dopo aver venduto il mio Sony il nuovo proprietario ha deciso di vendere la sua meccanica ed il suo convertitore, macchine da oltre 40.000 dii listino tot. , trovando ben poche differenze tra i suoi ascolti comparativi.sunny 

    Tornando a bomba , mi dilungo troppo lo so, appena avuto modo d'ascoltare alcune macchine che utilizzavano la nuova conversione Sabre a 32 bit , mi sono dedicato ad ascolti più approfonditi avendo ben compreso che mi trovavo di fronte , forse per la prima volte , a macchne che non "strillavano mai" , neppure le più economiche, ma che al contempo rappresentavano il messaggio sonoro con una buona naturalezza ed un eccellente micro e macro contrasto oltre che con una gamma dinamica sempre ai vertici assoluti.

    Alla fine erano rimasti in ballo il Pioneer PD 50 (550 euro), il Mcintosh 500 (6000 euro reali) e l'Accuphase DP550 (8000 euro reali)
    Come potete immaginare ho acquistato il Pioneer , sia perchè le differenze sonore , che chè ne dicano non sono cosi disarmanti e grandi da un punto di vista sonoro , ma soprattutto perche sapevo già dalle mie esperienze passate che molto con poco si può ottenere effettundo delle piccole modifiche.,,,,,,,,,,,,,,,,,e poi rivendere una macchina con listino da 550 euro, qualora non piacesse , è ben più facile oltre che molto meno remissivo in termini economici !

    ,,,,,,,,,,,,,,,,continua.


    Last edited by Nimalone65 on Fri Jan 17, 2014 10:09 pm; edited 1 time in total


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Basbass
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 152
    Data d'iscrizione : 2013-08-26
    Età : 46
    Località : Carignano

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Basbass on Sun Dec 08, 2013 1:04 am

    Mooooolto interssante Enrico.... ma il Pioneer monta il Sabre?
    Attendo con ansia le "piccole modifiche"...    


    _________________
    Giovanni

    "La musica ci insegna a vedere con l'orecchio e a udire con il cuore" (K. Gibran).

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Nimalone65 on Sun Dec 08, 2013 1:05 am

    Basbass wrote:Mooooolto interssante Enrico.... ma il Pioneer monta il Sabre?
    Attendo con ansia le "piccole modifiche"...    


    Si , ne monta due di Sabre.sunny 

    Aspettavo la tua domanda ,,,,rispondere è più facile che spiegare passo passo !

    Allo stato attuale ho solo "appiccicato" 12 piastrine Harmonix intorno ai connettri rca e a alla presa iec e messo il lettore su tre palline matte (tipo palle di epidauro) , e solo pochissime striscette di Dynamat xetreme al suo interno visto che sto ancora aspettando che mi arrivi un nuovo foglio per un approccio più massivo.

    Ma gia' solo questi pochi interventi hanno fatto fare un balzo in avanti al lettore , veramente percepibile e gratificante.

    L'utilizzo del dynamat , materiale che ho conosciuto molti anni fa ormai , quando giocavo con il car audio, ha sempre apportato anche in ambito home , notevoli miglioramenti al suono regalando una riproduzione meno sporca , una sensazione di naturalezza e di nettezza veramente palpabile. Dovrebbe funzionare come molti altri materiali bituminosi solo per smorzare indesiderate vibrazioni, ma francamente o lo fa molto meglio di altri prodotti concorrenti , o fa pure qualche altra cosa perchè è palese la sua superiorità quando viene utilizzato.

    Sapessi quante volte mi sono domandato perche non venisse utilizzato in ambito home ! Forse perchè costa poco ,,,,ed è meno bello alla vista e pesa meno di una piastra di rame ! Stessa domanda me la porgo anche riguardo i fogli schermanti di mu-metal !


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Geronimo on Sun Dec 08, 2013 10:55 am

    Enrico ritieni possa essere di giovamento la sostituzione dello stadio di uscita con un "zero feedback" tipo Olimpia Audio o Aurion-Audio ?


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Basbass
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 152
    Data d'iscrizione : 2013-08-26
    Età : 46
    Località : Carignano

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Basbass on Sun Dec 08, 2013 1:34 pm

    Nimalone65 wrote:

    Si , ne monta due di Sabre.sunny 

    Aspettavo la tua domanda ,,,,rispondere è più facile che spiegare passo passo !

    Allo stato attuale ho solo "appiccicato" 12 piastrine Harmonix intorno ai connettri rca e a alla presa iec e messo il lettore su tre palline matte (tipo palle di epidauro) , e solo pochissime striscette di Dynamat xetreme al suo interno visto che sto ancora aspettando che mi arrivi un nuovo foglio per un approccio più massivo.

    Ma gia' solo questi pochi interventi hanno fatto fare un balzo in avanti al lettore , veramente percepibile e gratificante.

    L'utilizzo del dynamat , materiale che ho conosciuto molti anni fa ormai , quando giocavo con il car audio, ha sempre apportato anche in ambito home , notevoli miglioramenti al suono regalando una riproduzione meno sporca , una sensazione di naturalezza e di nettezza veramente palpabile. Dovrebbe funzionare come molti altri materiali bituminosi solo per smorzare indesiderate vibrazioni, ma francamente o lo fa molto meglio di altri prodotti concorrenti , o fa pure qualche altra cosa perchè è palese la sua superiorità quando viene utilizzato.

    Sapessi quante volte mi sono domandato perche non venisse utilizzato in ambito home ! Forse perchè costa poco ,,,,ed è meno bello alla vista e pesa meno di una piastra di rame ! Stessa domanda me la porgo anche riguardo i fogli schermanti di mu-metal !  
    Sempre più interessante... lo ha comprato ieri il mio fido compare di scorribande audiofile, spero di poterlo ascoltare con calma nei prossimi giorni, mi ha detto meraviglie soprattutto sui file .DSF estratti dalle ISO dei SACD, a suo dire ancora migliori dello stesso SACD "solido"... Confesso che questo apparecchio mi intriga moltissimo, soprattutto alla luce del costo realmente accessibile...

    P.S. scusa cosa sono le piastrine Harmonix?


    _________________
    Giovanni

    "La musica ci insegna a vedere con l'orecchio e a udire con il cuore" (K. Gibran).

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Nimalone65 on Sun Dec 08, 2013 2:20 pm

    Geronimo wrote:Enrico ritieni possa essere di giovamento la sostituzione dello stadio di uscita con un "zero feedback" tipo Olimpia Audio o Aurion-Audio ?
    Al momento il mio fido amico , esperto di modifiche e di cui mi fido ciecamente , non ha ancora visto il lettore,per valutarne eventuali modifiche. Presumo che qualche punto debole ci sia pure , vedremo e ti aggiornerò . A priori vorrei controllare prima gli OPA che utilizza ed il clock . Personalmente trovandolo di suo molto ben suonante , ci vado con i piedi di piombo e trovo più interessanti e sicure le modifiche meccaniche antivibrazione ed anti rumore.

    Diversamente dal mio vecchio lettore , poi , è un lettore moderno per cui potrebbero non essere necessarie certe modifiche cosi radicali e senza sapere soprattutto la resa finale.

    L'aspetto che vorrei valutare è soprattutto l'alimentazione, che pare ben strutturata ma con alcuni componenti troppo economici.



    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Nimalone65 on Sun Dec 08, 2013 2:32 pm

    Basbass wrote:Sempre più interessante... lo ha comprato ieri il mio fido compare di scorribande audiofile, spero di poterlo ascoltare con calma nei prossimi giorni, mi ha detto meraviglie soprattutto sui file .DSF estratti dalle ISO dei SACD, a suo dire ancora migliori dello stesso SACD "solido"... Confesso che questo apparecchio mi intriga moltissimo, soprattutto alla luce del costo realmente accessibile...

    P.S. scusa cosa sono le piastrine Harmonix?
    Mi raccomando , giudicatelo dopo CONGRUO rodaggio !!!

    Si le piastrine utilizzate sono le Harmonix RF 56 . Sono dei rettangolini bruniti di circa 1 cm x0,5 cm che si "attaccano" con bi-adesivo su diffusori,magneti di altoparlanti o in prossimità di ingressi-uscite rca-digitali e prese iec .
    Inzialmente li avevo posizionati sul pannello frontale dei diffusori , poi tolti quando ho acquistato i piedoni per i iffusori ed ho riposizionato gli RF56 sulle uscite/ingressi rca e sulle prese iec delle elettroniche in uso.


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    criMan
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1198
    Data d'iscrizione : 2011-11-25
    Età : 43
    Località : Velletri (Roma)

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  criMan on Sun Dec 08, 2013 6:58 pm

    Ciao Nimalone ,
    io sono uno di quelli che fa fatica a trovare differenze (a parita' di impostazione sonica) tra lettori CD .. a parte 2 eccezioni (Nagra ed MSB) per me
    quando mi dicono di trovare differenze tra lettori digitali e' faticoso.. (sono sordo..).
    Mi piacerebbe sapere rispetto a quel popo' di riferimento che si chiama Accuphase DP700 e che costa' 20 volte di piu' quali sono le differenze , che sicuramente ci sono , piu' immediate e se poi realmente se ne sente la mancanza una volta spento il mega Accu del tuo amico..
    Ciao


    _________________
    Il mio impiantino hifi: ampli Harman/Kardon 990 - diffusori Indiana Line Diva 655 - sorgenti Onix Sacd15 , Pioneer BDP 170 , PS3

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Nimalone65 on Sun Dec 08, 2013 9:06 pm

    criMan wrote:Ciao Nimalone ,
    io sono uno di quelli che fa fatica a trovare differenze (a parita' di impostazione sonica) tra lettori CD .. a parte 2 eccezioni (Nagra ed MSB) per me
    quando mi dicono di trovare differenze tra lettori digitali e' faticoso.. (sono sordo..).
    Mi piacerebbe sapere rispetto a quel popo' di riferimento che si chiama Accuphase DP700 e che costa' 20 volte di piu' quali sono le differenze , che sicuramente ci sono , piu' immediate e se poi realmente se ne sente la mancanza una volta spento il mega Accu del tuo amico..
    Ciao
    Guarda che riscontrare effettive differenze tra i vari lettori cd non è poi cosi facile , basta poco perchè ci risultino contrastanti i dati acquisiti.
    Bisogna avere un impianto al di sopra di ogni sospetto , molto ben conosciuto che ci permetta di cogliere anche piccole nuances.
    Bisogna sapere cosa ci si deve aspettare in una riproduzione al top.
    Bisogna quindi avere un adeguata cultura musica.
    E bisogna pure conoscere un bel pò di lettori per riuscire a "paragonare" i vari suoni.

    Insomma ti penso più come una persona onesta che sorda !

    I riferimenti , per me il DP700  tra i sacd ed il Reimyo CDP777 tra i lettori cd , sono semplicemente delle macchine che fanno meglio il loro lavoro, con maggiore precisione con una superiore ricchezza di armoniche, sono stramaledettamente naturali , liquide oserei dire, nel loro modo di porgere la musica, insomma si avvicinano di più a come ascolteresti la musica dal vivo.
    Il Reimyo utilizza i BB 1704 e l'Accuphase i 1955 due eccellenti dac, ma come tutti i lettori che li utilizzano sfruttano  quei dati , solo un pò meglio degli altri.

    Spesso quel meglio , risiede in piccoli particolari, nella selezione dei componenti, non nel valore più piccolo o più grosso di condensatori di condensatori o resistenze ecc ecc Altre volte è dovuto ad il solo cambio di pochissimi componenti. Adesso ad esempio è uscito il DP 720 , che non ho ancora ascoltato, ma da quel che intuisco è solo il DP700 con un dac diverso , un rimaneggiamento del DP700 , che avrà sicuramente un suono diverso dal predecessore pur restando costante nel tempo il lettore.

    Insomma il progetto in definitiva conta, ma piu' spesso i limiti di un progetto risiedono nella cura dei particolari,per me. Ecco come spiego il fatto che il mio vecchio Sony un lettore di 20 anni fa ancor oggi può dare la paga a lettori anche molto ben implementati ma relativamente poco curati nei particolari.

    Riuscire a smorzare le risonanze di un cabinet , piuttosto che quelle che subisce il raggio laser e che quindi si rende più impreciso , può fare differenze anche superiori a quelle che si ottengono con la sostituzione di un dac , di un clock di un opa ecc ecc .

    Ora il Pioneer , a mio modesto avvisso suona troppo bene perche' il progetto sia scarso , ma costa troppo poco perchè sia adeguatamente curato nei particolari, di qui la mia scelta d'acquisto e il mio desiderio di volerlo implementare.


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    nikko
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 548
    Data d'iscrizione : 2013-01-25
    Età : 44
    Località : Roma

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  nikko on Sun Dec 08, 2013 10:12 pm

    Nimalone65 wrote:Guarda che riscontrare effettive differenze tra i vari lettori cd non è poi cosi facile , basta poco perchè ci risultino contrastanti i dati acquisiti.
    Bisogna avere un impianto al di sopra di ogni sospetto , molto ben conosciuto che ci permetta di cogliere anche piccole nuances.
    Bisogna sapere cosa ci si deve aspettare in una riproduzione al top.

    Bisogna quindi avere un adeguata cultura musica.
    E bisogna pure conoscere un bel pò di lettori per riuscire a "paragonare" i vari suoni.


    Insomma ti penso più come una persona onesta che sorda !

    I riferimenti , per me il DP700  tra i sacd ed il Reimyo CDP777 tra i lettori cd , sono semplicemente delle macchine che fanno meglio il loro lavoro, con maggiore precisione con una superiore ricchezza di armoniche, sono stramaledettamente naturali , liquide oserei dire, nel loro modo di porgere la musica, insomma si avvicinano di più a come ascolteresti la musica dal vivo.
    Il Reimyo utilizza i BB 1704 e l'Accuphase i 1955 due eccellenti dac, ma come tutti i lettori che li utilizzano sfruttano  quei dati , solo un pò meglio degli altri.

    Spesso quel meglio , risiede in piccoli particolari, nella selezione dei componenti, non nel valore più piccolo o più grosso di condensatori di condensatori o resistenze ecc ecc Altre volte è dovuto ad il solo cambio di pochissimi componenti. Adesso ad esempio è uscito il DP 720 , che non ho ancora ascoltato, ma da quel che intuisco è solo il DP700 con un dac diverso , un rimaneggiamento del DP700 , che avrà sicuramente un suono diverso dal predecessore pur restando costante nel tempo il lettore.

    Insomma il progetto in definitiva conta, ma piu' spesso i limiti di un progetto risiedono nella cura dei particolari,per me. Ecco come spiego il fatto che il mio vecchio Sony un lettore di 20 anni fa ancor oggi può dare la paga a lettori anche molto ben implementati ma relativamente poco curati nei particolari.
    Ciao, forse non ho capito bene io quello che hai scritto, ma a mio parere la differenza tra un lettore da 20mila euro ed uno da 500 euro, dovrebbe, ed uso il condizionale perché in realtà più di una volta ormai ho sentito invece pareri contrari su riviste, forum etc, dicevo dovrebbe essere a dir poco imbarazzante e non percepibile solo in determinate condizioni che assomigliano un po', perdonami la battuta, all'allineamento degli astri.

    Io credo che anche un impianto di medio livello dovrebbe permettere di apprezzare una cosa simile e non solo un impianto top... il mio impianto che di certo non definirei di altissimo livello mi ha permesso di percepire in maniera evidente la differenza tra il lettore cd sacd sony che ho adesso e il rotel da 400 euro che avevo prima, e la differenza di prezzo è solo il triplo non di 500 contro 20mila....

    Riguardo la qualità del tuo vecchio sony non ho dubbi visto che io stesso prima di avere questo avevo comunque rimpiazzato il mio rotel provvisoriamente con un lettore mini disc, e ribadisco minidisc, della serie Es di una 20 o più anni fa e anche li la differenza l'avevo percepita per quanto non in maniera così evidente come con il sony attuale, ma comunque si sentiva tanto che è stata quella la molla che mi ha spinto poi a cercare un lettore cd/sacd sony es che alla fine poi ho comperato, perché mi sono detto se tanto mi da tanto e già un lettore mini disc si sente così non oso immaginare un lettore dcd sacd ... ed infatti siamo saliti proprio su un altro pianeta... per quello mi chiedo come sia possibile che un accuphase da 20mila euro non presenti differenze ancora più macroscopiche rispetto ad un lettore pioneer da 500 euro....

    N.


    _________________
    Impianto con diffusori: sorgente: Apple mac mini; dac: Teac UD 501 B; amplificatore: AA Verdi Cento SE (rivalvolato con 6922 - E88CC Gold Pins Genalex); diffusori: Mission M52; mobile: solidsteel 5.4 silver.

    Impianto cuffie principale:  sorgente: Sony SCD XA 5400 ES; amplificatore: Teac HA 501B; cuffie: Beyerdynamic T1.

    Impianto cuffie portatile: sorgente Ibasso DX 90; cuffie: Sony XBA H3; Philips Fidelio X1.

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Nimalone65 on Sun Dec 08, 2013 10:48 pm

    ]Ciao, forse non ho capito bene io quello che hai scritto, ma a mio parere la differenza tra un lettore da 20mila euro ed uno da 500 euro, dovrebbe, ed uso il condizionale perché in realtà più di una volta ormai ho sentito invece pareri contrari su riviste, forum etc, dicevo dovrebbe essere a dir poco imbarazzante e non percepibile solo in determinate condizioni che assomigliano un po', perdonami la battuta, all'allineamento degli astri.

    Io credo che anche un impianto di medio livello dovrebbe permettere di apprezzare una cosa simile e non solo un impianto top... il mio impianto che di certo non definirei di altissimo livello mi ha permesso di percepire in maniera evidente la differenza tra il lettore cd sacd sony che ho adesso e il rotel da 400 euro che avevo prima, e la differenza di prezzo è solo il triplo non di 500 contro 20mila....

    Riguardo la qualità del tuo vecchio sony non ho dubbi visto che io stesso prima di avere questo avevo comunque rimpiazzato il mio rotel provvisoriamente con un lettore mini disc, e ribadisco minidisc, della serie Es di una 20 o più anni fa e anche li la differenza l'avevo percepita per quanto non in maniera così evidente come con il sony attuale, ma comunque si sentiva tanto che è stata quella la molla che mi ha spinto poi a cercare un lettore cd/sacd sony es che alla fine poi ho comperato, perché mi sono detto se tanto mi da tanto e già un lettore mini disc si sente così non oso immaginare un lettore dcd sacd ... ed infatti siamo saliti proprio su un altro pianeta... per quello mi chiedo come sia possibile che un accuphase da 20mila euro non presenti differenze ancora più macroscopiche rispetto ad un lettore pioneer da 500 euro....

    N.[/quote]
    E' difficile spiegarsi e capirsi contemporaneamente !sunny 

    Guarda se colleghi senza alcun accorgimento il Pioneer ed il DP 700 le differenze sono palesi,ti appaiono subito chiare. Il pioneer , specie come cd ,ti appare freddino , con i contorni sonori meno delineati , la scena sonora meno stabile , la gamma bassa meno controllata e ricca ,,,,,,,ma se ascolti in sacd e ti accorgi che quelle differenze diminuiscono , si affievoliscono , ma soprattutto percepisci che la ricchezza di armoniche c'è , puoi pensare come ho fatto io , che curando alcuni particolari , si possano smussare ulterirmente alcune differenze.

    Ed effettivamente ,già il solo utilizzo degli accessori Harmonix ha smussato non poco le piccole asprezze del Pioneer rendondo la scena più ferma ed il basso più intellegibile e meno ridondante .

    Ora riferire tutto ai soldi spesso confonde i discorsi , anche perchè Pioneer è una grossa azieda che produce le cose più disparate in vari settori e che nel contesto produttivo può permettersi di giocare delle carte improponibili per altri produttori.

    Basti pensare che il PD 50 utilizza una meccanica proprietaria per giunta diversa e rinforzata rispetto a quella dei fratelli minori PD10 e PD30.Quindi pioneer produce 2 meccaniche diverse per i suoi lettori. Ma se pensi pure che il PD 50 utilizza 2 dac sabre mentre il PD 30 e PD10 solo uno , che tra il PD 30 ed il PD 50 c'è una differenza di costi di circa 150 euro e che un solo dac Sabre costa circa un'ottantina d'euro, appare chiaro che a Pioneer costruire una meccani migliore ed una inferiore probabilmente costa un'inezia, edv è solo una scelta commerciale montarne una migliore sul suo top di gamma.

    Vai invece a vedere a parità di progetto circuitale una Marantz , che non è certo un marchio artigianale quanto ti fa pagare la meccanica evoluta rispetto alla standard!

    E questo senza parlare di un circuito di assistenza e distribuzione ormai stabile ed a regime da decenni!

    Quello che oggi fa Pioneer probabilmente lo potrebbe fare solo Sony e Philips , a questi costi. Ed infatti la Sony che ha acquisito il marchi Accuphase se ne guarda bene d'immettere sul mercato nuovi lettori serie ES ,,,,perchè oggi quella ricerca di prestazioni finisce sui prodotti Accuphase.







    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    nikko
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 548
    Data d'iscrizione : 2013-01-25
    Età : 44
    Località : Roma

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  nikko on Sun Dec 08, 2013 11:02 pm

    Nimalone65 wrote:]Ciao, forse non ho capito bene io quello che hai scritto, ma a mio parere la differenza tra un lettore da 20mila euro ed uno da 500 euro, dovrebbe, ed uso il condizionale perché in realtà più di una volta ormai ho sentito invece pareri contrari su riviste, forum etc, dicevo dovrebbe essere a dir poco imbarazzante e non percepibile solo in determinate condizioni che assomigliano un po', perdonami la battuta, all'allineamento degli astri.

    Io credo che anche un impianto di medio livello dovrebbe permettere di apprezzare una cosa simile e non solo un impianto top... il mio impianto che di certo non definirei di altissimo livello mi ha permesso di percepire in maniera evidente la differenza tra il lettore cd sacd sony che ho adesso e il rotel da 400 euro che avevo prima, e la differenza di prezzo è solo il triplo non di 500 contro 20mila....

    Riguardo la qualità del tuo vecchio sony non ho dubbi visto che io stesso prima di avere questo avevo comunque rimpiazzato il mio rotel provvisoriamente con un lettore mini disc, e ribadisco minidisc, della serie Es di una 20 o più anni fa e anche li la differenza l'avevo percepita per quanto non in maniera così evidente come con il sony attuale, ma comunque si sentiva tanto che è stata quella la molla che mi ha spinto poi a cercare un lettore cd/sacd sony es che alla fine poi ho comperato, perché mi sono detto se tanto mi da tanto e già un lettore mini disc si sente così non oso immaginare un lettore dcd sacd ... ed infatti siamo saliti proprio su un altro pianeta... per quello mi chiedo come sia possibile che un accuphase da 20mila euro non presenti differenze ancora più macroscopiche rispetto ad un lettore pioneer da 500 euro....

    N.
    E' difficile spiegarsi e capirsi contemporaneamente !sunny 

    Guarda se colleghi senza alcun accorgimento il Pioneer ed il DP 700 le differenze sono palesi,ti appaiono subito chiare. Il pioneer , specie come cd ,ti appare freddino , con i contorni sonori meno delineati , la scena sonora meno stabile , la gamma bassa meno controllata e ricca ,,,,,,,ma se ascolti in sacd e ti accorgi che quelle differenze diminuiscono , si affievoliscono , ma soprattutto percepisci che la ricchezza di armoniche c'è , puoi pensare come ho fatto io , che curando alcuni particolari , si possano smussare ulterirmente alcune differenze.

    Ed effettivamente ,già il solo utilizzo degli accessori Harmonix ha smussato non poco le piccole asprezze del Pioneer rendondo la scena più ferma ed il basso più intellegibile e meno ridondante .

    Ora riferire tutto ai soldi spesso confonde i discorsi , anche perchè Pioneer è una grossa azieda che produce le cose più disparate in vari settori e che nel contesto produttivo può permettersi di giocare delle carte improponibili per altri produttori.

    Basti pensare che il PD 50 utilizza una meccanica proprietaria per giunta diversa e rinforzata rispetto a quella dei fratelli minori PD10 e PD30.Quindi pioneer produce 2 meccaniche  diverse per i suoi lettori. Ma se pensi pure che il PD 50 utilizza 2 dac sabre mentre il PD 30 e PD10 solo uno , che tra il PD 30 ed il PD 50 c'è una differenza di costi di circa 150 euro e che un solo dac Sabre costa circa un'ottantina d'euro, appare chiaro che a Pioneer costruire una meccani migliore ed una inferiore probabilmente costa un'inezia, edv è solo una scelta commerciale montarne una migliore sul suo top di gamma.

    Vai invece a vedere a parità di progetto circuitale una Marantz , che non è certo un marchio artigianale quanto ti fa pagare la meccanica evoluta rispetto alla standard!

    E questo senza parlare di un circuito di assistenza e distribuzione ormai stabile ed a regime da decenni!

    Quello che oggi fa Pioneer probabilmente lo potrebbe fare solo Sony e Philips , a questi costi. Ed infatti la Sony che ha acquisito il marchi Accuphase se ne guarda bene d'immettere sul mercato nuovi lettori serie ES ,,,,perchè oggi quella ricerca di prestazioni finisce sui prodotti Accuphase.





    [/quote]
    Grazie della risposta sunny  sei stato chiarissimo e probabilmente hai ragione tu forse il discorso economico è in una certa misura fuorviante quando si tratta di giganti come pioneer o sony e questo spiega anche la qualità dei loro apparecchi ed i prezzi molto contenuti se confrontati con prodotti di marchi più "artigianali".

    Certo che la differenza in questo caso come in altri salta subito all'occhio, almeno da un punto di vista economico, e da qui la mia curiosità anche perché non avendo mai posseduto lettori del livello dell'accuphase mi sono sempre chiesto quanto e come potessero suonare meglio di altri apparecchi dai prezzi decisamente più contenuti.

    Seguirò con interesse lo sviluppo del 3d in relazione alle modifiche ed implementazioni che apporterai sul pioneer, se la base di partenza è così buona si preannunciano sviluppi interessanti e poi anche io sono un appassionato e convinto sostenitore del formato sacd per cui l'interesse è doppio :)

    Grazie ancora dell info.

    Buona serata sunny


    _________________
    Impianto con diffusori: sorgente: Apple mac mini; dac: Teac UD 501 B; amplificatore: AA Verdi Cento SE (rivalvolato con 6922 - E88CC Gold Pins Genalex); diffusori: Mission M52; mobile: solidsteel 5.4 silver.

    Impianto cuffie principale:  sorgente: Sony SCD XA 5400 ES; amplificatore: Teac HA 501B; cuffie: Beyerdynamic T1.

    Impianto cuffie portatile: sorgente Ibasso DX 90; cuffie: Sony XBA H3; Philips Fidelio X1.

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Nimalone65 on Mon Dec 09, 2013 12:52 am


    Tieni in conto poi che ad esempio gli Accuphase in Giappone costano circa 1/3 del listino Italiano, Mentre i prodotti Pioneer a parte piccole differenze dovute al cambio di valuta costano lo stesso prezzo in tutto il mondo. Il che vuol dire che per un giapponese audiofilo il DP550 Accuphase costa come 5 Pioneer e non come 16-17 in Italia. !!!!!!

    Ecco quindi che ,pensando che i costi di produzione vengono come minimo moltiplicati 5volte per fare il prezzo di listino, anche calcolando uno spreco del 50% delle risorse economiche investite  , che spendendo bene un 1000  euro per upgradare un lettore come il Pioneer si potrebbe ottenere una macchina del valore dell'Accuphase DP550.

    Il tutto visto sotto questa nuova lente risulta essere molto meno paradossale !

    P.S.
    Con il tuo SCD 5400 , hai poco però ,credimi da andare oltre, da cercare. Cambiagli Clock ed OPA e smorzagli la meccanica utilizzando quelle strisce di materiale bituminoso che utilizzano gli idraulici per non far vibrare i piani dei lavelli ,,,,,,poi sarai tu che ci racconterai !!!!sunny 


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    nikko
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 548
    Data d'iscrizione : 2013-01-25
    Età : 44
    Località : Roma

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  nikko on Mon Dec 09, 2013 2:39 pm

    Nimalone65 wrote:
    Tieni in conto poi che ad esempio gli Accuphase in Giappone costano circa 1/3 del listino Italiano, Mentre i prodotti Pioneer a parte piccole differenze dovute al cambio di valuta costano lo stesso prezzo in tutto il mondo. Il che vuol dire che per un giapponese audiofilo il DP550 Accuphase costa come 5 Pioneer e non come 16-17 in Italia. !!!!!!

    Ecco quindi che ,pensando che i costi di produzione vengono come minimo moltiplicati 5volte per fare il prezzo di listino, anche calcolando uno spreco del 50% delle risorse economiche investite  , che spendendo bene un 1000  euro per upgradare un lettore come il Pioneer si potrebbe ottenere una macchina del valore dell'Accuphase DP550.

    Il tutto visto sotto questa nuova lente risulta essere molto meno paradossale !

    P.S.
    Con il tuo SCD 5400 , hai poco però ,credimi da andare oltre, da cercare. Cambiagli Clock ed OPA e smorzagli la meccanica utilizzando quelle strisce di materiale bituminoso che utilizzano gli idraulici per non far vibrare i piani dei lavelli ,,,,,,poi sarai tu che ci racconterai !!!!sunny 

    Cavoli 1/3 è veramente tanto... ma succede solo con il listino accuphase? o anche esoteric ed altri marchi blasonati hanno lo stesso rincaro tra Italia e Paese di produzione?

    Riguardo al mio scd 5400 ne sono soddisfattissimo credimi, non escludo tuttavia in futuro qualche modifica come quelle di cui parli tu o altre di cui ho letto su siti americani che però mi sembra di ricordare fossero un po' più drastiche ed anche molto costose.

    N.


    _________________
    Impianto con diffusori: sorgente: Apple mac mini; dac: Teac UD 501 B; amplificatore: AA Verdi Cento SE (rivalvolato con 6922 - E88CC Gold Pins Genalex); diffusori: Mission M52; mobile: solidsteel 5.4 silver.

    Impianto cuffie principale:  sorgente: Sony SCD XA 5400 ES; amplificatore: Teac HA 501B; cuffie: Beyerdynamic T1.

    Impianto cuffie portatile: sorgente Ibasso DX 90; cuffie: Sony XBA H3; Philips Fidelio X1.

    criMan
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1198
    Data d'iscrizione : 2011-11-25
    Età : 43
    Località : Velletri (Roma)

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  criMan on Mon Dec 09, 2013 3:24 pm

    Mi trovo d'accordo con Nimalone sopratutto le differenze nell'ascolto SACD.
    In generale con tutto il pensiero Nimanolesco  sunny (licenza poetica..) mi sembra poi che hai un impianto Molto rivelatore.

    Tornando a bomba sul Pioneer (che guarda caso doveva sostituire il mio Onix per problemi di meccanica) : la modifica Aurion Audio? sperimentata .. da sperimentare ... ??

    Se possibile mi piacerebbe vedere qualche foto dei tuoi interventi di modifica. Mi sembra HR (Rocco) diceva tempo addietro di come gli Accuphase
    si potessero comprare direttamente a Singapore (indico' anche altri luoghi) e prenderli a molto molto meno e con l'alimentazione europea..



    _________________
    Il mio impiantino hifi: ampli Harman/Kardon 990 - diffusori Indiana Line Diva 655 - sorgenti Onix Sacd15 , Pioneer BDP 170 , PS3

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Nimalone65 on Mon Dec 09, 2013 4:21 pm

    nikko wrote:

    Cavoli 1/3 è veramente tanto... ma succede solo con il listino accuphase? o anche esoteric ed altri marchi blasonati hanno lo stesso rincaro tra Italia e Paese di produzione?

    Riguardo al mio scd 5400 ne sono soddisfattissimo credimi, non escludo tuttavia in futuro qualche modifica come quelle di cui parli tu o altre di cui ho letto su siti americani che però mi sembra di ricordare fossero un po' più drastiche ed anche molto costose.

    N.

    Il prezzo italiano dipende dagli importatori-distributori , mica da chi li vende nel proprio paese d'origine.
    Non è un caso che la distribuzione italiana e conseguenti listini , degli apparecchi Accuphase sia la medesima di Audio Note Mcintosh ecc ecc  sunny 


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Nimalone65 on Mon Dec 09, 2013 4:29 pm

    criMan wrote:Mi trovo d'accordo con Nimalone sopratutto le differenze nell'ascolto SACD.
    In generale con tutto il pensiero Nimanolesco  sunny (licenza poetica..) mi sembra poi che hai un impianto Molto rivelatore.

    Tornando a bomba sul Pioneer (che guarda caso doveva sostituire il mio Onix per problemi di meccanica) : la modifica Aurion Audio? sperimentata .. da sperimentare ... ??

    Se possibile mi piacerebbe vedere qualche foto dei tuoi interventi di modifica. Mi sembra HR (Rocco) diceva tempo addietro di come gli Accuphase
    si potessero comprare direttamente a Singapore (indico' anche altri luoghi) e prenderli a molto molto meno e con l'alimentazione europea..


    No non ho ancora sperimentato nulla del comparto "elettronico" del PD 50 , anche perché quando si modifica bisogna darsi tempo per assimilare una ad una tutte quelle già effettuate , al fine di evitare d'avere solo un suono diverso , ma magari anche peggiore dell'originale.

    La calma in questi casi è sempre buona consigliera.

    Riguardo gli accuphase , che dal punto di vista sonoro mi sono quasi sempre piaciuti, devo confessare che non li hai acquistati essenzialmente perché non sopporto la finitura dorata. Una sciocchezza lo so , ma è più forte di me !

    D'altro canto non è poi cosi inconsueto che gli audiofili abbiano qualche stranezza !!!!  

    Le foto arriveranno nei prossimi giorni ,,,,in questi giorni si lavora troppo!!!


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Ospite
    Guest

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Ospite on Wed Dec 11, 2013 5:34 pm

    dove si acquista il dynamat?

    grazie!

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Nimalone65 on Thu Dec 12, 2013 2:55 pm

    nicola wrote:dove si acquista il dynamat?

    grazie!

    Io l'ho acquistato su Ebay da un venditore inglese nel formato a fogli da circa 80x40 cm , nella versione xtreme argentato.


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    criMan
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1198
    Data d'iscrizione : 2011-11-25
    Età : 43
    Località : Velletri (Roma)

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  criMan on Thu Dec 12, 2013 7:45 pm

    Dal sito pioneer si evince che il dac interno e' compatibile col formato DSD.
    Sul sito si parla di compatibilita' con i dischi in formato DSD.
    Se fosse confermato sarebbe compatibile con i sacd rippati.

    Che ne pensate?


    _________________
    Il mio impiantino hifi: ampli Harman/Kardon 990 - diffusori Indiana Line Diva 655 - sorgenti Onix Sacd15 , Pioneer BDP 170 , PS3

    Basbass
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 152
    Data d'iscrizione : 2013-08-26
    Età : 46
    Località : Carignano

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  Basbass on Fri Dec 13, 2013 12:45 am

    criMan wrote:Dal sito pioneer si evince che il dac interno e' compatibile col formato DSD.
    Sul sito si parla di compatibilita' con i dischi in formato DSD.
    Se fosse confermato sarebbe compatibile con i sacd rippati.

    Che ne pensate?
    Per utilizzare le ISO dei SACD rippati devi estrarre i singoli file .DSF con apposito software e masterizzare questi su un DVD. A questo punto inserisci il DVD masterizzato e il PD50 ti legge (egregiamente...) i tuoi brani rippati dal SACD.
    Se gli stessi file .DSF li metti su un qualsiasi supporto USB (chiavetta, HD, ecc....) non li legge... Non mi chiedermi il perchè, non lo capirò mai...


    _________________
    Giovanni

    "La musica ci insegna a vedere con l'orecchio e a udire con il cuore" (K. Gibran).

    nikko
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 548
    Data d'iscrizione : 2013-01-25
    Età : 44
    Località : Roma

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  nikko on Fri Dec 13, 2013 9:16 am

    Basbass wrote:
    Per utilizzare le ISO dei SACD rippati devi estrarre i singoli file .DSF con apposito software e masterizzare questi su un DVD. A questo punto inserisci il DVD masterizzato e il PD50 ti legge (egregiamente...) i tuoi brani rippati dal SACD.
    Se gli stessi file .DSF li metti su un qualsiasi supporto USB (chiavetta, HD, ecc....) non li legge... Non mi chiedermi il perchè, non lo capirò mai...

    Forse per costringerti a comprare dvd vergini da masterizzare  Laughing 

    Mi pare che anche la ps3 con alcuni tipi (o forse tutti) di file in hi res si comporti allo stesso modo... legge il dvd masterizzato ma non il file da una chiavetta usb o hd interno.

    N.


    _________________
    Impianto con diffusori: sorgente: Apple mac mini; dac: Teac UD 501 B; amplificatore: AA Verdi Cento SE (rivalvolato con 6922 - E88CC Gold Pins Genalex); diffusori: Mission M52; mobile: solidsteel 5.4 silver.

    Impianto cuffie principale:  sorgente: Sony SCD XA 5400 ES; amplificatore: Teac HA 501B; cuffie: Beyerdynamic T1.

    Impianto cuffie portatile: sorgente Ibasso DX 90; cuffie: Sony XBA H3; Philips Fidelio X1.

    criMan
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1198
    Data d'iscrizione : 2011-11-25
    Età : 43
    Località : Velletri (Roma)

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  criMan on Fri Dec 13, 2013 12:05 pm

    Ok . Mi sto' informando sul discorso ripping Sacd mi pare di capire che cosi' e' laborioso..


    _________________
    Il mio impiantino hifi: ampli Harman/Kardon 990 - diffusori Indiana Line Diva 655 - sorgenti Onix Sacd15 , Pioneer BDP 170 , PS3

    nikko
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 548
    Data d'iscrizione : 2013-01-25
    Età : 44
    Località : Roma

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  nikko on Fri Dec 13, 2013 12:17 pm

    criMan wrote:Ok . Mi sto' informando sul discorso ripping Sacd mi pare di capire che cosi' e' laborioso..

    Più che altro devi riuscire a trovare una ps3 vecchia che legga i sacd... non ce ne sono moltissime in giro... costicchiano e non sai mai il laser in che condizioni è... in più devi verificare che non siano state aggiornate oltre un certo firmware altrimenti non riesci comunque a rippare nulla....


    Una domanda... ma lo vuoi fare per avere la "comodità" di avere il file liquido o perchè temi che i tuoi sacd si rovinino nel tempo e vuoi un back up di sicurezza?

    N.




    _________________
    Impianto con diffusori: sorgente: Apple mac mini; dac: Teac UD 501 B; amplificatore: AA Verdi Cento SE (rivalvolato con 6922 - E88CC Gold Pins Genalex); diffusori: Mission M52; mobile: solidsteel 5.4 silver.

    Impianto cuffie principale:  sorgente: Sony SCD XA 5400 ES; amplificatore: Teac HA 501B; cuffie: Beyerdynamic T1.

    Impianto cuffie portatile: sorgente Ibasso DX 90; cuffie: Sony XBA H3; Philips Fidelio X1.

    criMan
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1198
    Data d'iscrizione : 2011-11-25
    Età : 43
    Località : Velletri (Roma)

    Re: Pioneer PD 50 - Harmonix e Dynamat xtreme

    Post  criMan on Fri Dec 13, 2013 1:31 pm

    Ciao Nikko ti rispondo in MP.

    Rimaniamo sull'argomento Pioneer.


    _________________
    Il mio impiantino hifi: ampli Harman/Kardon 990 - diffusori Indiana Line Diva 655 - sorgenti Onix Sacd15 , Pioneer BDP 170 , PS3

      Current date/time is Wed Dec 07, 2016 11:35 am