Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Da che parte state..
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Da che parte state..

    Share

    mr.bean
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1246
    Data d'iscrizione : 2009-12-08
    Età : 52
    Località : tra la piadina e il nord - est

    Da che parte state..

    Post  mr.bean on Wed Dec 25, 2013 9:40 pm

    Vi sentite più dalla parte di chi ha fiducia nell'azienda che ha costruito il prodotto, diffusori, lettori cd ampli per intenderci e non toccate niente lasciando tutto allo stato dell'arte o siete dalla parte dei cosiddetti smanettoni dove vi piace destreggiare con sottopunte, antirombo, blue tack e altro... sunny  sunny  sunny 


    _________________
    Ogni persona è quello che le circostanze gli permettono di essere ....
                                                                           

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Da che parte state..

    Post  enzo66 on Wed Dec 25, 2013 9:59 pm

    In linea di massima, sono dalla parte di chi lascia tutto così com'è salvo un caso molto particolare in cui ho dovuto fare di necessità virtù applicando filtri antidisturbo sull'alimentazione di rete ed una modifica al cavo d'alimentazione in corrente continua.


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Da che parte state..

    Post  Luca58 on Wed Dec 25, 2013 11:08 pm

    Per quanto riguarda i piedini di appoggio e i cavi di alimentazione, se non sono fissi, secondo me vale sempre la pena di provare varie soluzioni. Ma per le parti interne io sono per non snaturare il progetto, anche per mantenere il valore commerciale dell'elettronica.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Da che parte state..

    Post  Testini Ugo on Thu Dec 26, 2013 1:38 am

    Un conto è "pimpare" le parti interne, la cui pratica io non amo di certo; un'altro è ottimizzare l'apparecchio con sistemi "esterni" di isolamento, la cui pratica, invece, non disdegno.


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9841
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: Da che parte state..

    Post  Amuro_Rey on Thu Dec 26, 2013 9:50 am

    A me piace smanettare alla grande da buon informatico


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Da che parte state..

    Post  Geronimo on Thu Dec 26, 2013 9:57 am



    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Salvo Ferrara
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 180
    Data d'iscrizione : 2011-12-01
    Età : 47
    Località : Catania

    re modifiche

    Post  Salvo Ferrara on Thu Dec 26, 2013 10:46 am

    ciao,   allora ho riletto l'altro 3d dove era stato affrontato l'argomento,  come non dare ragione ad Air...  e a tanti altri che anno smanettato..?

    Vengo al nocciolo del mio pensiero, una macchina quale che sia è pensata, progettata e costruita per dare il meglio nella maggior parte dei casi

    ma poi viene aquistata  per lavorare nel propio ambiente,sicuramente diverso dal laboratorio e sala prove dove è stato costruito  e pensato e

    qui nascono i problemi.

    Non dimentichiamo i casi  di amplificatori da 10000 euro e piu rivenduti dopo poco tempo, cosi come lettori cd,pre ampli ecc.  tutte questo

    perchè  non abbinate con sinergia o non messe a lavorare al meglio per sfruttare le potenzialita' che hanno.

    Io sono uno smanettone, negli anni ho cambiato diversi prodotti ma prima mi sono divertito a giocarci con supporti,disaccoppiatori, cavi,

    valvole e condensatori interni  non snaturando mai il progetto ma equalizzando in qualche modo con il componente diverso.

    ho visto e sentito suonare prodotti in maniera diversa solo con delle molle  sotto ( tipo quelle delle valvole per auto) o con dei cuscini di aria

    tipo quelli di carrelli portapacchi  con mezze sfere di legno ecc  ho cambiato cavi di tutti i tipi e provato condensatori diversi (tra tutti cito gli

    audin cup true copper  una meraviglia veramente eccezionali.)

    Ecco perchè non sono d'accordo col poggiare semplicemente il prodotto sul tavolino.

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Da che parte state..

    Post  Luca58 on Thu Dec 26, 2013 12:59 pm

    Luca58 wrote:Per quanto riguarda i piedini di appoggio e i cavi di alimentazione, se non sono fissi, secondo me vale sempre la pena di provare varie soluzioni. Ma per le parti interne io sono per non snaturare il progetto, anche per mantenere il valore commerciale dell'elettronica.

    Mi riferivo a modifiche "fatte in casa"; se le modifiche sono predisposte dalla casa e quindi sono up-grades, ovviamente sono bene accette.  


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    realmassy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 5514
    Data d'iscrizione : 2010-04-25
    Età : 40
    Località : Leeds, UK

    Re: Da che parte state..

    Post  realmassy on Thu Dec 26, 2013 1:58 pm

    Salvo Ferrara wrote:
    Ecco perchè non sono d'accordo col poggiare semplicemente  il prodotto sul tavolino.    

    Il problema di questi 'giochi' e' che si va a tentativi: proviamo questo, poi spostiamo quest'altro, poi invertiamo qua... A me ste cose snervano e fanno passare la voglia di ascoltare musica.
    E si va troppo a memoria.

    Tra l'altro nelle poche prove che ho fatto aumentano i ripiani fra la mensola del rack e l'elettronica, aggiungendo piedini, punte o coni e roba simile ho verificato sempre che le elettroniche risuonano di piu (basta dare un colpetto sul rack per accorgersene). Il materiale che smorzava maggiormente le vibrazioni era una piattaforma di plexiglass da 1.8 cm...e tutti sconsigliano questo materiale!! 
    Da quel momento ho smesso di fare prove :-) 


    _________________
    Massimiliano e la sua STAX

    Ginepy
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 104
    Data d'iscrizione : 2013-11-19
    Località : Padova

    Re: Da che parte state..

    Post  Ginepy on Thu Dec 26, 2013 3:52 pm

    Luca58 wrote:Per quanto riguarda i piedini di appoggio e i cavi di alimentazione, se non sono fissi, secondo me vale sempre la pena di provare varie soluzioni. Ma per le parti interne io sono per non snaturare il progetto, anche per mantenere il valore commerciale dell'elettronica.

       concordo anch'io con questa corrente di pensiero...certo si potrà migliorare,
                 ma...chi ha progettato avrà valutato tutto bene si pensa,
                 quindi se proprio si vuol dare una miglioria nei minimi termini ok... ma "snaturare" no!

    gciraso
    Moderatore strizzacervelli

    Numero di messaggi : 3608
    Data d'iscrizione : 2013-06-06
    Età : 61
    Località : Padova

    Re: Da che parte state..

    Post  gciraso on Thu Dec 26, 2013 4:32 pm

    Compro, sballo, collego e ascolto  sunny 
    Le modifiche varie non fanno per me   


    _________________
    Giovanni

    E leggetelo 'sto regolamento!!!

    ze inutile ragionar coi mussi, te perdi tempo e te infastidissi la bestia

    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8671
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : prov.Cremona

    Re: Da che parte state..

    Post  Giordy60 on Thu Dec 26, 2013 5:32 pm

    se devo modificare un prodotto che compro.......ho sbagliato l'acquisto.

    Ginepy
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 104
    Data d'iscrizione : 2013-11-19
    Località : Padova

    Re: Da che parte state..

    Post  Ginepy on Thu Dec 26, 2013 7:23 pm


    Il problema di questi 'giochi' e' che si va a tentativi: proviamo questo, poi spostiamo quest'altro, poi invertiamo qua... A me ste cose snervano e fanno passare la voglia di ascoltare musica.
    E si va troppo a memoria.

    Tra l'altro nelle poche prove che ho fatto aumentano i ripiani fra la mensola del rack e l'elettronica, aggiungendo piedini, punte o coni e roba simile ho verificato sempre che le elettroniche risuonano di piu (basta dare un colpetto sul rack per accorgersene). Il materiale che smorzava maggiormente le vibrazioni era una piattaforma di plexiglass da 1.8 cm...e tutti sconsigliano questo materiale!! 
    Da quel momento ho smesso di fare prove :-) 



    è OT per questo argomento...  
    ma son curioso...proprio Plexiglass o lo stesso effetto lo può avere anche un piano di Teflon?
    Ok lasciando a parte il fattore estetico...trasparente l'uno, bianco per la maggiore l'altro, possono smorzare ugualmente...?!? tenendo presente che uno è "liscio" l'altro "rugoso"

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Da che parte state..

    Post  Cricetone on Thu Dec 26, 2013 7:56 pm

    quando comrpo qalcosa di nuovo la prima cosa che faccio è smontarlo,fare foto da emttere sul sito,mettere colla nelle giunture dle telaio epr bloccarlo,e mettere rondelle di gomma sotto il trasformatore di alimentazione,e dei feltrini sopra la meccanica se è un lettore in modo da ridurre le vibrazioni del coperchio superiore.il tutto poggerà ovviamente su piedoni. Rolling Eyes 


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    realmassy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 5514
    Data d'iscrizione : 2010-04-25
    Età : 40
    Località : Leeds, UK

    Re: Da che parte state..

    Post  realmassy on Thu Dec 26, 2013 8:54 pm

    Ginepy wrote:



    è OT per questo argomento...  
    ma son curioso...proprio Plexiglass o lo stesso effetto lo può avere anche un piano di Teflon?
    Ok lasciando a parte il fattore estetico...trasparente l'uno, bianco per la maggiore l'altro, possono smorzare ugualmente...?!? tenendo presente che uno è "liscio" l'altro "rugoso"

    Io ho provato plexiglass, che tra l'altro costa poco e viene tagliato su misura. Fra la mensola e il plexiglass ho messo delle semisfere di sorbothane. All'ascolto non sono sicuro dei risultati perche' fare le prove come ho detto mi snerva, ma sicuramente in questo modo il telaio dell'ampli risuona di meno


    _________________
    Massimiliano e la sua STAX

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Da che parte state..

    Post  Luca58 on Thu Dec 26, 2013 11:24 pm

    Usare le punte senza un tavolino adeguato (es. BCD) non ha senso.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    roccacci
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 648
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Età : 60
    Località : Sicilia

    Re: Da che parte state..

    Post  roccacci on Fri Dec 27, 2013 12:11 am

         
    Testini Ugo wrote:Un conto è "pimpare" le parti interne, la cui pratica io non amo di certo; un'altro è ottimizzare l'apparecchio con sistemi "esterni" di isolamento, la cui pratica, invece, non disdegno.


    _________________
    Rocco

    JUSTINO
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 931
    Data d'iscrizione : 2010-01-05
    Località : TORINO

    Re: Da che parte state..

    Post  JUSTINO on Fri Dec 27, 2013 12:46 am

    Ginepy wrote:

       concordo anch'io con questa corrente di pensiero...certo si potrà migliorare,
                 ma...chi ha progettato avrà valutato tutto bene si pensa,
                 quindi se proprio si vuol dare una miglioria nei minimi termini ok... ma "snaturare" no!
    Quoto entrambi per le medesime ragioni.Tra l' altro,considerando l' usato, dovrebbe far riflettere seriamente il fatto che ci siano molti appassionati che apportano modifiche...a me è successo con un Noto venditore dotato di buon laboratorio,di aver fatto domande specifiche su eventuali riparazioni/modifiche e nonostante mi furono escluse mi ritrovai ad inc....rmi come una bestia perché invece erano presenti modifiche...

    Salvo Ferrara
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 180
    Data d'iscrizione : 2011-12-01
    Età : 47
    Località : Catania

    re

    Post  Salvo Ferrara on Fri Dec 27, 2013 3:48 pm

    ok.

    Ogni cosa si mette sotto le  elettroniche ha una sua frequenza di risonanza, la quale filtra e fa risuonare l'elettronica.

    le  punte O ALTRO MATERIALE di qualsiasi genere siano sotto il componente sembrano comportarsi in reazione elastica ( fr compresa entro la banda audio) e sembra
    che il tutto sia subdolamente fermo, mentre in banda di lavoro è sottoposto a vibrazioni interne-esterne terribili, scambiano tutte le forze
    con l'universo.     ( TESTO COPIATO DA  COSTRUIRE HI-FI N. 169 A FIRMA DI  PAOLO PONTELLO)

    IL TRUCCO  è DI  METTERE ISOLATORI CHE LAVORANO A FR FUORI BANDA AUDIO  CIOE A  1 HZ  COME:

    MOLLE CEDEVOLI CON RISONANZA 1 HZ ( IO HO PROVATO sotto il pre\cd\giradischi QUELLE DELLE VALVOLE DELLE AUTO) VALVOLE....?

    CUSCINI D'ARIA TIPO LE CAMERE D'ARIA DEI CARRELLI PORTAPACCHI.

    SOSPENDERE CON ELASTICI MOLTO  CEDEVOLI

    MOLLE AD ARIA  MOSS   ECC.....

    Questa è una prova che tutti possono fare al costo di  due gelati con in cambio molta soddisfazione.

    Il mobile che contiene le mie elettroniche  è disaccoppiato con il pavimento con degli anti vibranti tipo quelli che si usano nel campo dei climatizzatori (sono delle gomme molto dure con dei perni filettati) li uso per le vibrazioni in risalita trasmessi dai diffusori

    e anche questi  due gelati.

    ho messo un piano in legno di abete che separa il mobile con le elettroniche   ( pre - giradischi- lettore)  che serve da cuscinetto di scarico (vibrazioni in risalita provenienti dai diffusori e scarico delle elettroniche ) tra le elettroniche e il mobile stesso .

    anche questa piccola modifica dal costo modesto.

    Queste nel mio impianto hanno migliorato la gamma media  rendendola piu naturale, ecc ecc ecc  potrei dire tante cose ma vi consiglio solo di provare.

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Da che parte state..

    Post  enzo66 on Fri Dec 27, 2013 4:32 pm

    Ogni sistema (inteso come insieme di oggetti interagenti) ha i suoi modi di vibrare. Anche se si isolasse completamente un'elettronica dalla sua base d'appoggio (immagino un sistema a levitazione magnetica   ), l'elettronica ed i suoi componenti avrebbero i loro modi di vibrare. Lo scopo di un trattamento anti vibrazioni dovrebbe essere quello di portare il numero maggiore possibile di modi di vibrare (che possono essere eccitati anche dalle vibrazioni trasmesse dall'aria e non solo nei mezzi solidi) fuori dalla banda audio.
    Tutto questo casino potrebbe valere la pena farlo (o farlo fare) nei casi di elettroniche talmente sensibili alle vibrazioni da alterare il contenuto d'armoniche del segnale in modo significativo.


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    Salvo Ferrara
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 180
    Data d'iscrizione : 2011-12-01
    Età : 47
    Località : Catania

    Re: Da che parte state..

    Post  Salvo Ferrara on Fri Dec 27, 2013 4:47 pm

    Gia, ma sono due le intenzioni nel porre un qualsiasi oggetto sotto,

    scaricare il possibile le vibrazioni prodotte dalla stessa elettronica filtrandole a frequenza di risonanza fuori banda.

    isolare il possibile da vibrazioni innescate da altri fonti.

    le due cose sono abbastanza differenti e se non ci si crede si può solo provare ( meno di 10 euro ), poi si può essere d'accordo o no.


    saluti

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Da che parte state..

    Post  Luca58 on Fri Dec 27, 2013 4:56 pm

    Per mia esperienza, se l'elettronica produce vibrazioni devi scaricarle con punte tramite un tavolino adeguato allo scopo o usare un sistema smorzante (gel, molla etc.); se non produce vibrazioni dipende da caso a caso: in alcuni va bene accoppiare con le punte (sempre con un tavolino adatto), in altri e' meglio disaccoppiare. Non c'e' una regola certa e bisogna provare. A volte vanno bene i piedini originali.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Da che parte state..

    Post  enzo66 on Fri Dec 27, 2013 5:19 pm

    Tempo fa avevo provato, tanto per curiosità, a sospendere DAC e multilettore per mezzo di elastici molto cedevoli ma non ho percepito differenze e, alla fine, li ho lasciati così come MSB li ha fatti (tra l'altro hanno già un sistema di disaccoppiamento con l'appoggio che dovrebbe essere piuttosto efficiente ed, anche all'interno, i componenti sono vincolati al circuito stampato con resina).
    Solo ho curato alla paranoia la protezione contro i disturbi dell'alimentazione di rete filtrando l'alimentazione in alternata a monte dalla vaschetta IEC.
    Inoltre, al fine di ridurre le cadute di potenziale, ho anche sostituito il cavo d'alimentazione 12 Vcc che, dall'alimentatore comune al DAC, porta corrente al multilettore con uno di sezione maggiore.
    Ciò solo perché con i files a 96 kHz vi era un po' d'instabilità da parte del multilettore nella fase d'aggancio del clock (comune al DAC); instabilità innescata da disturbi di rete. Nessuna miglioria sensibile, anche in questo caso, in termini di qualità della riproduzione che penso sia difficilmente migliorabile.


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2014
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Da che parte state..

    Post  Nimalone65 on Fri Dec 27, 2013 7:50 pm


    Dipende !
    Se acquisto un top di gamma non tocco una vite, se acquisto prodotti meno costosi dove si palesano possibili upgrade ,,,ci gioco anche parecchio.


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Ginepy
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 104
    Data d'iscrizione : 2013-11-19
    Località : Padova

    Re: Da che parte state..

    Post  Ginepy on Sat Dec 28, 2013 2:47 pm

    Nimalone65 wrote:
    Dipende !
    Se acquisto un top di gamma non tocco una vite, se acquisto prodotti meno costosi dove si palesano possibili upgrade ,,,ci gioco anche parecchio.



    ma non sempre il top di gamma ...significa perfezione   

    non sono certamente un esperto ma a sentito dire...molti entry... son migliori di tanti top, quindi perché mettere le mani se costa poco
    e non toccarlo se costa tanto?
    L'abito non fa il monaco....il marchio non fa il buon prodotto....il prezzo non esprime qualità  Suspect 

       o forse ho inteso male e non lo tocchi solo per il fattore economico di cosa ti è costato e hai paura a metterci le mani e rovinarlo in qualche modo?  Laughing  Laughing )

      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 6:49 am