Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Share

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  Cricetone on Thu Jan 23, 2014 9:01 pm

    quattro calcoli:

    2014-1968+25=71

    i "rivoluzionari" 20-30enni che hanno fatto le proteste del 1968 sono gli attuali bacucchi 70enni incollati alla poltrona che hanno portato alla sfascio l'Italia.Hanno fatto la rivoluzione per divenire peggio dei padri.Perciò credo che non ci sarà mai un futuro roseo per l'italia perchè quelli che si lamentano se fossero al posto loro farebbero la stessa cosa,quindi parlano solo per invidia.Perciò se anche rinnovassimo tutto non cambierebbe lo stesso nulla.Figuriamoci poi se chi parla di cambiamento è un evidente paraculo. santa


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    lalosna
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 417
    Data d'iscrizione : 2012-08-19
    Località : BagnaCaudaLand

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  lalosna on Thu Jan 23, 2014 9:35 pm

    Cricetone wrote:quattro calcoli:

    2014-1968+25=71

    i "rivoluzionari" 20-30enni che hanno fatto le proteste del 1968 sono gli attuali bacucchi 70enni incollati alla poltrona che hanno portato alla sfascio l'Italia.Hanno fatto la rivoluzione per divenire peggio dei padri.Perciò credo che non ci sarà mai un futuro roseo per l'italia perchè quelli che si lamentano se fossero al posto loro farebbero la stessa cosa,quindi parlano solo per invidia.Perciò se anche rinnovassimo tutto non cambierebbe lo stesso nulla.Figuriamoci poi se chi parla di cambiamento è un evidente paraculo. santa

    O forse semplicemente non hanno fatto nessuna rivoluzione...
    Comunque non bisognerebbe essere troppo negativi verso le nuove generazioni, al momento buono potrebbero dimostrarsi validi quanto e più di altri che li hanno preceduti, e sempre ci sono tanti uomini e donne di valore
    Abbiate fiducia e principii, cercate la vostra strada e perseguite i vostri obiettivi, i risultati verranno per voi e per tutti.
    La vita può cambiare, sempre, in un attimo  sunny sunny


    _________________
    Cérea ...

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  enzo66 on Thu Jan 23, 2014 11:24 pm

    Condivido in pieno il messaggio incoraggiante di Lalosna.
    Speriamo di non sbagliarci.


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    ninja82
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 176
    Data d'iscrizione : 2013-02-05
    Località : Sicilia

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  ninja82 on Fri Jan 24, 2014 7:26 am

    Da insegnante posso dire che il livello di istruzione dei ragazzi è letteralmente colato a picco negli ultimi 15 anni. Tremo pensando a quando, tra pochi anni, questi ragazzi saranno adulti. E tremo ancora di più pensando a come saranno i loro figli da adulti fra cinquant'anni.
    Continuino pure a tagliare sull'istruzione....

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  enzo66 on Fri Jan 24, 2014 8:41 am

    C'è una mia vicina di casa che ha cinque anni più di me, ha tre lauree di cui una dice di averla conseguita da poco.
    Nonostante ciò è una delle persone più ignoranti e spocchiose che io conosca. Purtroppo insegna lettere e non oso immaginare cosa possa insegnare questa signora alle nuove leve ma, nonostante questo caso che ho sotto gli occhi, voglio rimanere ottimista.
    Mia madre e mio padre erano considerati ottimi insegnanti e sono sicuro che ce ne siano ancora tanti.
    Una certa paura di fondo, però, ce l'ho: spesso mi sento trapassato dal futuro.
    Le nuove leve hanno vissuto la loro età evolutiva in una società che bombarda di informazioni, condiziona ed è piena di acchiappa allocchi come non mai.
    Tale società, inoltre, tende alla banalizzazione di tutto e, ciò, ritengo che sia molto pericoloso anche per la sanità mentale.
    Tale società, però, l'abbiamo costruita noi ed i nostri genitori. Tutti noi, ad ogni livello, siamo responsabili della società di cui viviamo.
    Banalmente, penso che un insegnante abbia la responsabilità e l'opportunità di dare un contributo, forse più concreto e significativo di altri, al miglioramento della società.


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  pevaril on Fri Jan 24, 2014 9:39 am

    ninja82 wrote:Da insegnante posso dire che il livello di istruzione dei ragazzi è letteralmente colato a picco negli ultimi 15 anni. Tremo pensando a quando, tra pochi anni, questi ragazzi saranno adulti. E tremo ancora di più pensando a come saranno i loro figli da adulti fra cinquant'anni.
    Continuino pure a tagliare sull'istruzione....

    Sono d'accordo. Tuttavia dobbiamo anche considerare come l'istruzione sia mutata rispetto a 40-50 anni fa.
    Si dà la priorità a determinate nozioni, ma si tralasciano altre che a mio avviso bisognerebbe conoscere in quanto bagaglio di cultura generale


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  pevaril on Fri Jan 24, 2014 9:44 am

    enzo66 wrote:
    Tale società, però, l'abbiamo costruita noi ed i nostri genitori. Tutti noi, ad ogni livello, siamo responsabili della società di cui viviamo.
    Banalmente, penso che un insegnante abbia la responsabilità e l'opportunità di dare un contributo, forse più concreto e significativo di altri, al miglioramento della società.

    Indubbiamente, però esistono genitori e genitori, così come ogni famiglia ha un preciso orientamento culturale.
    Questo per dire che le generalizzazioni sono sempre deleterie, fortunatamente esiste una (forse) ristretta fetta della società che si mantiene sana e vitale   


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    JUSTINO
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 931
    Data d'iscrizione : 2010-01-05
    Località : TORINO

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  JUSTINO on Fri Jan 24, 2014 10:50 am

    pevaril wrote:

    Questo per dire che le generalizzazioni sono sempre deleterie, fortunatamente esiste una (forse) ristretta fetta della società che si mantiene sana e vitale   
    Se si VUOLE guardare il prospetto OGGETTIVO della nostra situazione culturale inteso come abitudini quotidiane,come moralità,come senso del dovere,come senso del BENE COMUNE,sono assolutamente daccordo con Enzo perché è inutile rimarcare che rispetto alla assoluta tendenza generale ci siano ancora esempi positivi,non fanno testo...ed attenzione che mi ci metto anche io in mezzo al mucchio,per questo mi preme dire che il paese non cambierà grazie ad un salvatore della patria ma lo farà solo se saremo in grado di cambiare tutti culturalmente.Bisogna attivarsi per far questo,diversamente saremo una barca in balia delle onde...

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  pevaril on Fri Jan 24, 2014 11:00 am

    JUSTINO wrote:
    Se si VUOLE guardare il prospetto OGGETTIVO della nostra situazione culturale inteso come abitudini quotidiane,come moralità,come senso del dovere,come senso del BENE COMUNE,sono assolutamente daccordo con Enzo perché è inutile rimarcare che rispetto alla assoluta tendenza generale ci siano ancora esempi positivi,non fanno testo...ed attenzione che mi ci metto anche io in mezzo al mucchio,per questo mi preme dire che il paese non cambierà grazie ad un salvatore della patria ma lo farà solo se saremo in grado di cambiare tutti culturalmente.Bisogna attivarsi per far questo,diversamente saremo una barca in balia delle onde...

    Perchè gli esempi positivi non fanno testo??
    D'accordo che come ho già detto probabilmente saranno una minoranza, personalmente questa condizione non mi preoccupa, ho la fortuna di condividere la mia realtà con molte persone positive, perbene e di buoni principi. Per quale ragione dovrei adeguarmi al mucchio e vivere una realtà che non mi aggrada del tutto?


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  enzo66 on Fri Jan 24, 2014 12:52 pm

    Personalmente non credo di avere ben presente cosa sia bene e cosa sia male, cosa sia positivo e cosa sia negativo.
    Mi baso su principi semplici: so che cosa non sopporto (la violenza in generale, la prevaricazione, le ingiustizie, ecc.) e tento di non farlo agli altri.
    Tuttavia non escludo che, qualora mi ritenessi messo alle strette, potrei essere capace di atti che, in condizioni normali, giudicherei ignobili: tutti abbiamo il nostro livello di sopportazione: chi ha uno stato vitale elevato ha un livello di sopportazione elevato, viceversa, chi è meno conscio delle proprie potenzialità, può essere più portato a farlo pesare con azioni e parole su sé stesso e su tutto il resto.
    Per questo ritengo che se tutti fossimo pienamente consapevoli di essere responsabili della nostra vita e delle nostre vere potenzialità, renderemmo la nostra vita e quella degli altri (famiglia, vicini di casa, quartiere, città, provincia, regione, paese, pianeta) più serena.


    Last edited by enzo66 on Fri Jan 24, 2014 1:07 pm; edited 1 time in total


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  pevaril on Fri Jan 24, 2014 12:59 pm

    enzo66 wrote:Personalmente non credo di avere ben presente cosa sia bene e cosa sia male, cosa sia positivo e cosa sia negativo.
    Mi baso su principi semplici: so che cosa non sopporto (la violenza in generale, la prevaricazione, le ingiustizie, ecc.) e tento di non farlo agli altri.
    Tuttavia non escludo che, qualora mi ritenessi messo alle strette, potrei essere capace di atti che, in condizioni normali, giudicherei ignobili: tutti abbiamo il nostro livello di sopportazione: chi ha uno stato vitale elevato ha un livello di sopportazione elevato, viceversa, chi è meno conscio delle proprie potenzialità, può essere più portato a farlo pesare con azioni e parole su sé stesso e su tutto il resto.
    Per questo ritengo che se tutti fossimo pienamente consapevoli di essere responsabili della nostra vita e delle nostre vere potenzialità, renderemmo la nostra vita e quella degli altri più serena.
    chi ha uno stato vitale elevato wrote:




    Cioè, potresti chiarire meglio?


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  enzo66 on Fri Jan 24, 2014 1:15 pm

    Penso che tutti, al di là di quello che pensiamo, abbiamo capacità e potenzialità praticamente illimitate ma non lo sappiamo.
    Non sapendolo, ci sentiamo spesso inadeguati e messi alle strette ed abbiamo paure che ci portano a compiere azioni spesso lesive nei confronti di noi stessi e di ciò che ci circonda.
    I nostri problemi, ed i problemi della società intera, nascono esclusivamente dal fatto che noi singoli individui ignoriamo le nostre vere capacità e ci perdiamo in cazzate molto più piccole di noi.


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  pevaril on Fri Jan 24, 2014 1:43 pm

    enzo66 wrote:Penso che tutti, al di là di quello che pensiamo, abbiamo capacità e potenzialità praticamente illimitate ma non lo sappiamo.
    Non sapendolo, ci sentiamo spesso inadeguati e messi alle strette ed abbiamo paure che ci portano a compiere azioni spesso lesive nei confronti di noi stessi e di ciò che ci circonda.
    I nostri problemi, ed i problemi della società intera, nascono esclusivamente dal fatto che noi singoli individui ignoriamo le nostre vere capacità e ci perdiamo in cazzate molto più piccole di noi.

    Rispetto il tuo pensiero, ma come ho già detto, io non ragiono in termini tanto assoluti e credo che molti abbiano consapevolezza delle proprie condizioni.
    Sul discorso dello stato vitale più o meno elevato che condiziona alcuni comportamenti... Bah, spesso cultura, ricchezza e intelligenza non vanno a braccetto.


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  pevaril on Fri Jan 24, 2014 1:45 pm

    enzo66 wrote:Penso che tutti, al di là di quello che pensiamo, abbiamo capacità e potenzialità praticamente illimitate ma non lo sappiamo.
    Non sapendolo, ci sentiamo spesso inadeguati e messi alle strette ed abbiamo paure che ci portano a compiere azioni spesso lesive nei confronti di noi stessi e di ciò che ci circonda.
    I nostri problemi, ed i problemi della società intera, nascono esclusivamente dal fatto che noi singoli individui ignoriamo le nostre vere capacità e ci perdiamo in cazzate molto più piccole di noi.

    In definitiva, sintomo di profonda insicurezza che deriva da??


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  enzo66 on Fri Jan 24, 2014 2:04 pm

    pevaril wrote:In definitiva, sintomo di profonda insicurezza che deriva da??
    Potrei avanzare ipotesi per me ragionevoli:
    - istinto;
    - crisi di identità (dare importanza a cose che, tutto sommato, possono essere ritenute marginali);
    - abitudini consolidate nei millenni;
    - perché no, sensi di colpa;
    - ecc.
    Non penso sia tutto così deterministico: spesso sono processi che si autoalimentano ed autoamplificano. La crisi è questo. Tra crisi e non crisi la differenza è spessa come la lama di un rasoio affilato: una formalità, una tendenza che assorbe energie, una questione di qualità.
    Bisogna solo cercare di andare in controtendenza, come i salmoni.
    Penso che non esistano colpe ma solo responsabilità attive.


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  RockOnlyRare on Fri Jan 24, 2014 3:06 pm

    La generazione del 68, di cui io ho fatto parte marginalmente ma abbastanza da esserne fortemente influenzato (avevo 14 anni), era impegnata, antimilitarista, dava grande importanza alla cultura, arte, musica, ponendo doti umane ed intellettive come valori superiori di potere gloria danaro.
    Ed era molto intransigente, tanto che molti aritisti ai tempi furono sminuiti e tacciati di commercialità, in ogni campo dell'arte e cultura.
    Anche la famiglia era considerata retrogata e "matusa", ma aveva inculcato valori come impegno, istruzione, correttezza di una generazione che aveva visto uno o due conflitti conoscendo di persona il terrore della guerra, disagi, fame, freddo.

    Eppure da questa premessa si è ma mano arrivati alla peggiore generazione della storia dell'umanità, che ho portato al considerare danaro e potere economico come unico valore al cui sacrificare qualsiasi altro valore e morale, schierandosi al riparo dalle impersonali corporazioni e multinazionali.

    Ricchezza e potere economico sono da sempre stati valori primari, ma la creazione di macchine da soldi che non guardavano in faccia nessuno a portato a politiche finalizzate esclusivamente al massimo guadagno nel minor tempo possibile.

    Ecco disastri ecologici deliberati, stermini e genocidi di massa, conflitti per le materie prime, banche che fanno deliberatamente fallire i propri clienti, aziende che con la globalizzazione mandano in rovina i dipendenti e quindi proprio quei consumatori che dovrebbero poi comprare i prodotti, gli stessi manager che fanno andare alle stelle in modo truffaldino le azioni della Società per lucro personale consapevoli di far fallire la Società che li ha ingaggiati, altri tradiscono speculando sullo spianaggio industriale, per non parlare di atleti professionisti superpagati che vendole le partite...
    Cose impensabili pochi decenni fa....
    Fa paura che tutto questo sia nato da una generazione che si era distinta per voler cambiare il mondo in meglio.

    Cosa verrà fuori dalla generazione successiva nata dal disimpegno in cui il valore principale era il divertimento il menefreghismo e l'uso di stupefacenti ed alcolismo di massa ? E che non avrà alcun ammortizzamento sociale ?

    E da una generazione odierna piena di rabbia con desideri consumistici smisurati a cui non possono far fronte causa crisi e disoccupazione cronica ? Da una generazione che spinge il primo della classe a suicidarsi perchè "diverso", e che ha riscoperto violenza bullismo portata a sistema di vita da documentare nei social network, ripudiando sempre di più l'amicizia di persona limitandola a contatti dietro uno schermo ed una tastiera.
    Del resto quanti di noi si conoscono di persona ? Io giusto uno (zep) che sono andato a trovare a Torino.... nessuno di Milano o limitrofi, e siamo quasi tutti se non vecchietti, comunque alquanto stagionati.....

    E' presumibile che dalle difficoltà potrà nascere una generazione più matura e rispettosa dei valori, ma per questo ci vuole anche l'educazione della famiglia, della scuola e dei media, e da questo punto di vista non si può star peggio di così.


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  RockOnlyRare on Fri Jan 24, 2014 3:18 pm

    lalosna wrote:

    O forse semplicemente non hanno fatto nessuna rivoluzione...
    Comunque non bisognerebbe essere troppo negativi verso le nuove generazioni, al momento buono potrebbero dimostrarsi validi quanto e più di altri che li hanno preceduti, e sempre ci sono tanti uomini e donne di valore
    Abbiate fiducia e principii, cercate la vostra strada e perseguite i vostri obiettivi, i risultati verranno per voi e per tutti.
    La vita può cambiare, sempre, in un attimo  sunny sunny

    Purtroppo non so essere così ottimista, sono anni ed anni che ad ogni cambiamento c'è regolarmente un peggioramento evidente, almeno per quanto riguarda la mia sfera personale di vita e conoscenze, ma non è che il paese e l'intero pianeta vada molto meglio....
    Tempo che ogni grande cambiamento in meglio, parta sempre da una catastrofe di dimensioni bibliche.....

    Ad esempio dalla guerra di indipendenza è nata l'abolizione dello schiavismo, dalla seconda guerra mondiale la crisi delle dittature e della politica militaristica aggressiva, da Chernobil la fiducia nel nuclare e via dicendo.....
    Temo fortissimamente che anche la crisi che sta attraversando il sistema "occidentale" non potrà che sfociare verso due strade:

    1) il completo disfacimento del sistema che diventerà succube del sistema cinese economico anche per la mancanza di risorse vitali (cibo energia etc etc). Sarà l'occidente ad elemosinare un lavoro ed il cibo e non viceversa....

    2) il terzo conflitto mondiale scatenato dall'occidente per impedire che accada quello temuto nel punto 1, conflitto che dovrà necessariamente essere scatenato PRIMA che la Cina possa diventare superiore anche nel solo aspetto in cui al momento è enormemente inferiore all'occidente, USA in testa, parlo naturalmente della potenza militare.
    Anche perchè un conflitto di vaste proporzioni pare il solo modo per risolvere rapidamente e radicalmente il problema irrisolvibile della sovrappopolazione e quindi dell'esaurimento delle risorse.

    A meno che trovino uno sbocco nello spazio o un modo di avere risorse infinite (sole ???) . Ma entrambe le soluzioni richiedono tempistiche di molti decenni se non secoli, e la Terra di tempo non ne ha, non si parla di secoli ma di decenni..... forse non li vedrà la mia generazione ma temo che quelli nati dal 2000 in poi ci finiranno in pieno.....


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  RockOnlyRare on Fri Jan 24, 2014 3:43 pm

    ninja82 wrote:Da insegnante posso dire che il livello di istruzione dei ragazzi è letteralmente colato a picco negli ultimi 15 anni. Tremo pensando a quando, tra pochi anni, questi ragazzi saranno adulti. E tremo ancora di più pensando a come saranno i loro figli da adulti fra cinquant'anni.
    Continuino pure a tagliare sull'istruzione....

    Sono assolutamente daccordo.
    Si è innescata una spirale o un effetto domino per cui ad una cultura progressivamente minore si aggiunge una minore importanza in termine sociale economica della cultura. Da un lato peggiora anche il livello medio degli insegnanti, la loro insoddisfazione per una professione scelta spesso più come ripiego che come vocazione, e la famiglia che a sua volta ha sempre meno sensibilità per il grado di cultura.

    La generazione che veniva dalla seconda guerra mondiale aveva il culto dell'istruzione, arrivare alla laurea era privilegio di pochi, e chi nato tra il 1910 ed il 1930 ci riusciva era praticamente certo di una posizione di prestigio se non dirigenziale.

    Anche per la successiva generazione, anni 40 e primi anni 50, la laurea era importante, era più facile per la famiglia mandarci i figli e ce ne erano molti, ma laurearsi equivaleva perlomeno ad un "posto sicuro" e duraturo, ed una pensione fin troppo generosa.

    I guai sono cominciati con la generazione successiva, diciamo quella nata intorno al 1960 (quelli che non hanno fatto in tempo ad andare in pensione con il sistema retributivo), che si sono trovati in mezzo alla crisi spesso senza lavoro e si troveranno con una pensione inadatta ad una vita dignitosa di cui invece hanno avuto diritto pari ruolo che hanno avuto la fortuna di nascere solo 3-4 anni prima (e che però sono andati in pensione 10-15 anni prima e con pensione quasi doppia a parità di ruolo nonostante 10 anni meno di anzianità).

    Poi ci sono quelli nati tra il 70 e l'80, in piena età dei precari, generazione semiperduta, che ha studiato 10 anni tra laurea e superiori per trovarsi con un pezzo di carta che non solo non basta per il lavoro, ma che devi addirittura nascondere se vuoi un lavoro "sottodimensionato rispetto al titolo di studio" come commesso o adetto al call center. Nessuna meritocrazia, si va avanti solo per conoscenze e se non hai alcuna morale. E nessuna speranza di andare in pensione con il minimo per sopravvivere.

    I giovani di oggi sono tutti uguali, laureati o no, quasi nessuna speranza di lavoro a meno di "ereditarlo" dall'attività della famiglia, oppure di emigrare immediatamente all'estero una volta conseguita la laurea se non addirittura studiare all estero.
    Ed il grave è che "emigrare" per un laereato brillante una volta voleva dire USA, o Nord Europa, oggi si parla anche di paesi del est in cui vivi nettamente meglio e con più prospettiva della "civile" Italia come tenore di vita e soprattutto meritocrazia, parola letterlamente scomparsa dal dizionario italiano.


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  RockOnlyRare on Fri Jan 24, 2014 3:48 pm

    pevaril wrote:

    Sono d'accordo. Tuttavia dobbiamo anche considerare come l'istruzione sia mutata rispetto a 40-50 anni fa.
    Si dà la priorità a determinate nozioni, ma si tralasciano altre che a mio avviso bisognerebbe conoscere in quanto bagaglio di cultura generale

    le nozioni più importanti di oggi sono il GUSTO della cultura, l'importanza dell' ETICA, il rispetto del prossimo, il senso di appartenenza al paese (che non significa nazionalismo ma orgoglio di essere nato in un paese).
    Valori che sono completamente scomparsi dalle famiglie dalle scuole e dai media che sono oramai la fonte che maggiormente influenza le nuove generazioni, che apprendono dai social network, dai talk show e dalle "serie" televisive quello che una volta apprendevano da scuola e famiglia intesa non sono genitori ma anche nonni, parenti ed in genere chi si occupata dei ragazzi.


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  RockOnlyRare on Fri Jan 24, 2014 3:57 pm

    pevaril wrote:

    Indubbiamente, però esistono genitori e genitori, così come ogni famiglia ha un preciso orientamento culturale.
    Questo per dire che le generalizzazioni sono sempre deleterie, fortunatamente esiste una (forse) ristretta fetta della società che si mantiene sana e vitale   

    Verissimo, ma io sono contento di non dover tirar su un filgio di questi tempi. Cosa insegni ad un ragazzo che oggi ha 13-15 anni ?

    Gli insegni la cultura --> lo prendono in giro tutti perchè legge libri invece di farsi in discoteca

    Gli insegni ad essere studioso --> gli fanno un mobbing che ha portato alcuni studenti modello anche al suicidio

    Gli insegni valori come etica onestà rispetto --> o ne fai un disadattato ed un potenziale terrorista, oppure uno che ti detesterà perchè ne hai fatto un fallito idealista perdente.

    Allora cosa fai gli insegni ad emergere ed arrangiarsi, ad essere un moderno VINCENTE ? PER CUI:
    Non rispettare nessuno, arrangiati come puoi anche sulla pelle degli altri, pensa solo a te al diavolo il resto, l'onesta è da cretini, la morale è per perdenti, conta solo essere il più bastardo, l'etica non ha senso se vuoi emergere devi farlo ad ogni costo sopra tutto e sopra tutti.... il solo successo nella vita è far soldi non importa come, quando non fai soldi pensa solo al sesso ed a come divertirti. Non cedere mai al pentimento che è da deboli smidollati.
    Quello che otterrai è un MOSTRO ma sarà un essere di successo riverito e stimato, il modello tipico del XXI secolo.   
    Devi solo stare attento che non ti faccia sparare da qualcuno per prendersi l'eredità in anticipo.....


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  RockOnlyRare on Fri Jan 24, 2014 4:12 pm

    enzo66 wrote:Personalmente non credo di avere ben presente cosa sia bene e cosa sia male, cosa sia positivo e cosa sia negativo.
    Mi baso su principi semplici: so che cosa non sopporto (la violenza in generale, la prevaricazione, le ingiustizie, ecc.) e tento di non farlo agli altri.
    Tuttavia non escludo che, qualora mi ritenessi messo alle strette, potrei essere capace di atti che, in condizioni normali, giudicherei ignobili: tutti abbiamo il nostro livello di sopportazione: chi ha uno stato vitale elevato ha un livello di sopportazione elevato, viceversa, chi è meno conscio delle proprie potenzialità, può essere più portato a farlo pesare con azioni e parole su sé stesso e su tutto il resto.
    Per questo ritengo che se tutti fossimo pienamente consapevoli di essere responsabili della nostra vita e delle nostre vere potenzialità, renderemmo la nostra vita e quella degli altri (famiglia, vicini di casa, quartiere, città, provincia, regione, paese, pianeta) più serena.

    Bello e condivisibile ma il guaio è che non è possibile essere "pienamente consapevoli di essere responsabili della nostra vita e delle nostre vere potenzialità".
    Era vero fino a forse una trentina di anni fa, oggi almeno in Italia non lo è più..... ma neppure lo è nel resto del mondo.

    Lavori bene, ti fai apprezzare, anni da consulente, poi si libera un posto di lavoro, il responsabile dell'azienda ti propone un lavoro a tempo indeterminato con qualifica di responsabile di progetto, quello che aspettavi da oltre 10 anni, in un'azienda in cui ti trovi bene, non stressante ed il cui lavoro ti piace ed è apprezzato.
    Tutto ok, mi dice tutti sono daccordo, anche l'azienda per cui sono consulente, manca solo una banale formalità, l'accettazione del capo del personale, ma se la cosa la propone lui che è un "pezzo grosso" è cosa praticamente certa....
    Meno male dico, una volta nella vita sono riuscito a far valermi e giustificare anni di studio ed il maledetto "pezzo di carta" a qualcosa è servito. Al ritorno dalle vacanze il mio capo mi chiama, il capo del personale, uno nuovo appena arrivato si rifiuta di assumere un VECCHIO DI 50 ANNI..... adesso ne ho 60 e sono sempre più precario e senza alcuna prospettiva di pensione....... ed ogni giorno va peggio, il lavoro sempre peggiore e le prospettive nulle o quasi, si vive alla gg pagati ogni mese una settimana dopo la precedente.....

    Non so voi ma io non mi sento "pienamente consapevoli di essere responsabili della nostra vita e delle nostre vere potenzialità".
    Il solo modo per essere "pienamente consapevoli di essere responsabili della nostra vita e delle nostre vere potenzialità" sarebbe di fare come fanno in USA che tirano fuori dagli armadi un paio di bazooka e di fucili mitragliatori militari...... per cui sono contento di non essere in USA e di odiare la violenza. Ma so anche che non accetterò di mendicare un piatto di minestra facendo la fila per un pasto caldo dopo aver lavorato 40 anni senza avere una pensione che permetta di sopravvivere, solo perchè sono nato 6-7 anni "TROPPO TARDI".....







    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  RockOnlyRare on Fri Jan 24, 2014 4:18 pm

    enzo66 wrote:
    Potrei avanzare ipotesi per me ragionevoli:
    - istinto;
    - crisi di identità (dare importanza a cose che, tutto sommato, possono essere ritenute marginali);
    - abitudini consolidate nei millenni;
    - perché no, sensi di colpa;
    - ecc.
    Non penso sia tutto così deterministico: spesso sono processi che si autoalimentano ed autoamplificano. La crisi è questo. Tra crisi e non crisi la differenza è spessa come la lama di un rasoio affilato: una formalità, una tendenza che assorbe energie, una questione di qualità.
    Bisogna solo cercare di andare in controtendenza, come i salmoni.
    Penso che non esistano colpe ma solo responsabilità attive.

    Troppo spesso nell'essere umano la colpa è di "essere nati" ...
    Che colpa ne ha un bambino che nasce in un villaggio in cui si muore di fame e che non arriva ad un anno di vita
    E che colpa ne ha uno che nasce figlio di un multimilardario o di un mafioso ?
    Ed uno che nasce in Italia nel 1946 ed è andato in pensione con 2000€ al mese a 57 anni mentre il collega che nasce nel 1956 e che fa lo stesso lavoro pagato uguale stesse mansioni e titolo di studio andrà in pensione con 800€ a 67 ???


    JUSTINO
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 931
    Data d'iscrizione : 2010-01-05
    Località : TORINO

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  JUSTINO on Fri Jan 24, 2014 4:33 pm

    La colpa non è naturalmente nel nascere ma nel continuare ad essere passivi o,al massimo,nel cercare di migliorare la propria individualità pur rimanendo in un contesto di merda...

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  enzo66 on Fri Jan 24, 2014 4:52 pm

    RockOnlyRare wrote:
    Troppo spesso nell'essere umano la colpa è di "essere nati" ...
    Che colpa ne ha un bambino che nasce in un villaggio in cui si muore di fame e che non arriva ad un anno di vita
    E che colpa ne ha uno che nasce figlio di un multimilardario o di un mafioso ?
    Ed uno che nasce in Italia nel 1946 ed è andato in pensione con 2000€ al mese a 57 anni mentre il collega che nasce nel 1956 e che fa lo stesso lavoro pagato uguale stesse mansioni e titolo di studio andrà in pensione con 800€ a 67 ???
    Non ne ha colpa alcuna.
    L'importante penso che sia non farsi schiacciare dai sensi di colpa ma fare di tutto per migliorare se qualcosa non ci va. Penso che ciò dipenda da come si pensa di poter impostare la nostra vita da un certo istante in poi.
    Anche io mi sento precario: ho fatto delle scelte nella mia vita e non posso lamentarmi se non ho un posto fisso ma tutti, anche chi ha il lavoro più stabile, possono sentirsi precari se pensano che, prima o poi, qualcosa gli verrà a mancare o che ci possa essere qualche cambiamento nella loro esistenza.
    I cambiamenti sono inevitabili. Molto difficile è solo il pensare di essere in grado di superarli senza farsi travolgere.


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Lo sfacelo italiano è colpa proprio loro

    Post  pevaril on Fri Jan 24, 2014 6:34 pm

    RockOnlyRare wrote:

    le nozioni più importanti di oggi sono il GUSTO della cultura, l'importanza dell' ETICA, il rispetto del prossimo, il senso di appartenenza al paese (che non significa nazionalismo ma orgoglio di essere nato in un paese).
    Valori che sono completamente scomparsi dalle famiglie dalle scuole e dai media che sono oramai la fonte che maggiormente influenza le nuove generazioni, che apprendono dai social network, dai talk show e dalle "serie" televisive quello che una volta apprendevano da scuola e famiglia intesa non sono genitori ma anche nonni, parenti ed in genere chi si occupata dei ragazzi.

    Ma difatti anch'io mi riferivo alle stesse cose, che tuttavia non considero completamente scomparse.
    Carenti si, ma non del tutto assenti.


    _________________
    Hey Ho Let's Go

      Current date/time is Sun Dec 04, 2016 11:21 pm