Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Share

    LisergicoR
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 163
    Data d'iscrizione : 2012-09-12

    Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  LisergicoR on Sat Jan 25, 2014 7:00 pm

    Vorrei dare inizio ad un topic di protest.... no dai, scherzo.  Laughing 

    Essendo io fin troppo giovine per confermare o smentire tale tesi, qualche ex sessantottino qui sul forum magari mi potrà dare qualche delucidazione in merito!!  affraid 

    Pace e bene fratelli ma sopratutto, mettete del buon cioccolato nei vostri cannoni(o erano forse dei fiori!?)!  

    Seriamente, vi vorrei lasciare quest'ottimo articolo del Fatto Quotidiano su cui riflettere, in memoria dei bei tempi che furono, che io purtroppo non vissi in prima persona e che ahimè, mai più ritorneranno: Droga, sesso e talento, in sintesi: Keith Richards



    _________________

    graant71
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 236
    Data d'iscrizione : 2009-08-14
    Età : 45
    Località : Firenze

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  graant71 on Sat Jan 25, 2014 9:26 pm

    Non sono un ex sessantottino, essendo nato nel 71, e non sapendo molto sulle droghe di allora rispetto il suo giudizio. Come si fa a contraddire uno che si è sniffato le ceneri del padre mescolandole alla cocaina?

    Per me Keith Richards è un genio dall'immenso talento prima di tutto. Ed un vero intenditore del godersi la vita e farlo come c.... gli pare. Se non fosse stato un genio uno così poteva soltanto finire male, con il suo stile di vita sul filo del rasoio. In fondo ce ne sono tanti che finiscono male pur avendo talento, perché non riescono a gestire i loro vizi.

     tyu


    _________________


    "La musica non deve offendere l'udito, ma risultare gradevole per chi l'ascolta: in altre parole, non deve mai cessare di essere musica". [W.A. Mozart]

    LisergicoR
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 163
    Data d'iscrizione : 2012-09-12

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  LisergicoR on Sat Jan 25, 2014 10:48 pm

    graant71 wrote:Come si fa a contraddire uno che si è sniffato le ceneri del padre mescolandole alla cocaina?
    Ah, questa mi mancava. Respect comunque!     

    graant71 wrote:Per me Keith Richards è un genio dall'immenso talento prima di tutto. Ed un vero intenditore del godersi la vita e farlo come c.... gli pare. Se non fosse stato un genio uno così poteva soltanto finire male, con il suo stile di vita sul filo del rasoio. In fondo ce ne sono tanti che finiscono male pur avendo talento, perché non riescono a gestire i loro vizi.
    Ben detto cazzo!! Fanxxxo al giudizio altrui, la vita è troppo breve per curarsi di quali pensieri possa suscitare nel prossimo ogni singola fottuta azione, figuriamoci poi se ci autoflagellassimo pensando di dover dipendere dall'approvazione di chichessia per compiere anche la più banale delle decisioni! In ogni caso, sono e resto fermamente convinto che a tutti i paninari, benpensanti e bigotti che hanno avuto l'ardire d'elevarsi ad esempio di rettitudine, per poi autoproclamarsi giudice e giuria, un giorno(quando saranno ormai vecchi o in punto di morte magari) la gli vita presenterà il conto! Giorno in cui il sottoscritto se la riderà di gusto, dinnanzi a tutti i loro rimpianti, frustrazioni e dubbi!   


    PS. Davvero un avatar potentissimo il tuo comunque! Sappi solo che Syd Barrett era il mio mito d'infanzia!   



     tyu tyu tyu


    _________________

    cricchio
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 323
    Data d'iscrizione : 2013-11-19
    Località : La Spezia

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  cricchio on Sun Jan 26, 2014 2:27 pm

    Diciamo che oltre ad una notevole dose di fortuna, ha avuto dalla sua i soldi.
    "Roba" sicuramente buona e tagliata bene, cliniche private in Svizzera per la pulizia del sangue, hanno avuto la loro importanza.
    Se non fosse il "chitarrista" degli Stones (preferisco il lavoro sporco di Ronnie Wood), avrebbe preso dei gran calci nel sedere (per non essere volgari).

    La storia delle ceneri è stata smentita. Purtroppo con questa gente non si sa mai dove inizia la verità e dove la pubblicità per la pubblicazione della biografia.

    Anni fa lessi che in un ristorante (forse di New York) si mise a gattoni e si infilò sotto i tavoli per sbirciare le sottovesti delle signore. Si scusò con un brillante a signora..............

    Se lo facesse uno qualunque, come minimo, andrebbe all'ospedale (sempre che non venga prima fermato dal personale del ristorante) e poi si beccherebbe qualche denuncia.

    Ma si sa, i poveri sono pazzi mentre i ricchi sono eclettici...................


    _________________
    I miei scatti musicali e non...........

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8709
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  Edmond on Sun Jan 26, 2014 3:23 pm

    Tra lui ed Ozzy Osborne si sono fumati ed iniettati il mondo............... Anche Ozzy è stato dichiarato un miracolo medico, vista la sua esistenza in vita nonostante tutto...........  affraid 


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  pevaril on Sun Jan 26, 2014 4:17 pm

    graant71 wrote:Non sono un ex sessantottino, essendo nato nel 71, e non sapendo molto sulle droghe di allora rispetto il suo giudizio. Come si fa a contraddire uno che si è sniffato le ceneri del padre mescolandole alla cocaina?

    Per me Keith Richards è un genio dall'immenso talento prima di tutto. Ed un vero intenditore del godersi la vita e farlo come c.... gli pare. Se non fosse stato un genio uno così poteva soltanto finire male, con il suo stile di vita sul filo del rasoio. In fondo ce ne sono tanti che finiscono male pur avendo talento, perché non riescono a gestire i loro vizi.

     tyu

    In sostanza ritieni che abbia gestito i suoi vizi con estremo giudizio e raziocinio??
    Interessante.


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  pevaril on Sun Jan 26, 2014 4:22 pm

    cricchio wrote:Diciamo che oltre ad una notevole dose di fortuna, ha avuto dalla sua i soldi.
    "Roba" sicuramente buona e tagliata bene, cliniche private in Svizzera per la pulizia del sangue, hanno avuto la loro importanza.


    Ecco, questa è sicuramente più verosimile. E siccome personalmente non credo alla fortuna, ne faccio esclusivamente una questione di soldi, i quali gli hanno consentito quantomeno di sopravvivere.
    Una cosa è certa, ha 70 anni ma ne dimostra almeno 20 in più


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  pevaril on Sun Jan 26, 2014 4:25 pm

    Edmond wrote:Tra lui ed Ozzy Osborne si sono fumati ed iniettati il mondo............... Anche Ozzy è stato dichiarato un miracolo medico, vista la sua esistenza in vita nonostante tutto...........  affraid 

    Se è per questo, anche Dave Gahan, il quale è clinicamente morto per alcuni minuti alcuni anni orsono.


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  enzo66 on Sun Jan 26, 2014 6:48 pm

    pevaril wrote:Ecco,  questa è sicuramente più verosimile. E siccome personalmente non credo alla fortuna, ne faccio esclusivamente una questione di soldi, i quali gli hanno consentito quantomeno di sopravvivere.
    Una cosa è certa, ha 70 anni ma ne dimostra almeno 20 in più

        

    Tanti, forse seguendo ed emulando alcuni che avevano eletto a loro idoli, ci hanno lasciato le quoia.
    Poi, per carità: ognuno è libero ed è responsabile della propria vita.
    Nei supermercati, a costo relativamente basso, si trova una delle droghe più potenti e mortali che esistano: ti spappola il fegato e dà dipendenza. Chi vuole, può servirsi tranquillamente ed abusarne se ritiene.
    Personalmente condivido ciò che affermò Roger Waters in un'intervista: le droghe mandano in uno stato alterato che ti fa vivere un'esistenza differente che non mi interessa (o qualcosa del genere).


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    LisergicoR
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 163
    Data d'iscrizione : 2012-09-12

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  LisergicoR on Sun Jan 26, 2014 9:23 pm

    cricchio wrote:La storia delle ceneri è stata smentita. Purtroppo con questa gente non si sa mai dove inizia la verità e dove la pubblicità per la pubblicazione della biografia.
    Anche questo è vero! Come è vero altresì che un po' tutte le storie riguardanti le leggende del rock ed in particolare i membri del famigerato "club 27"; tra cui spiccano nomi illustri quali Jim Morrison, Janis Joplin, Jimi Hendrix e Brian Jones degli stessi Stones appunto, spesso raggiungono tali livelli d'assurdità, paranoia e complottismo, da rendere effettivamente assai difficile discernere con assoluta certezza tra realtà ed immaginazione o meglio, immaginario collettivo!!  Laughing 

    cricchio wrote:Anni fa lessi che in un ristorante (forse di New York) si mise a gattoni e si infilò sotto i tavoli per sbirciare le sottovesti delle signore. Si scusò con un brillante a signora..............
    Se lo facesse uno qualunque, come minimo, andrebbe all'ospedale (sempre che non venga prima fermato dal personale del ristorante) e poi si beccherebbe qualche denuncia.
    Ma si sa, i poveri sono pazzi mentre i ricchi sono eclettici...................
    Aahah, triste realtà. Così come un pincopallino qualunque vestito di stracci, seppur intelligente quanto Enrico Fermi non se lo filerà nessuno, mentre Paris Hilton e Lapo Helkann troneggiano sulle prime pagine di (quasi)tutti i quotidiani!! Quanto a K. Richards, egli non è ne un genio assoluto ne un ricco stolto, ma semplicemente un tipo capace di godersi la vita a pieno ed anche oltre, approfittandosi talvolta dei vantaggi che la FAMA e la STIMA universalmente riconosciutagli per il suo genio creativo, piuttosto che la sua mera ricchezza monetaria, comportano! Come d'altro canto, CHIUNQUE di noi al suo posto avrebbe fatto....  sunny 

    Detto ciò, anche per conto mio esistono chitarristi ben superiori a K.R. sia dal punto compositivo che esecutivo solo forse, non altrettanto fortunati, vedi ad esempio i sopracitati J. Hendrix e Brian Jones o ancora, il mitico S.R. Vaughan, morto a bordo d'un elicottero prestatogli da Eric Clapton(e qui più maliziosi si saranno sicuramente già toccati!  )!  Razz 


    _________________

    LisergicoR
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 163
    Data d'iscrizione : 2012-09-12

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  LisergicoR on Sun Jan 26, 2014 10:28 pm

    enzo66 wrote:Tanti, forse seguendo ed emulando alcuni che avevano eletto a loro idoli, ci hanno lasciato le quoia.
    Poi, per carità: ognuno è libero ed è responsabile della propria vita.
    Beh, a mio modesto avviso, tutto sta nell'essere realmente consci dei propri limiti, così da poter eccedere sì, ma senza mai strafare(o strafarsi, visto il personaggio in questione  Laughing )! Arte in cui Richards è sempre stato un autentico maestro, cosa ampiamente dimostrata in primis dai suoi 70 anni ed in secondo luogo, da tutte le peripezie ai limiti dell'umano compiute da costui nell'arco della sua carriera, tutto portando sempre a casa la pellaccia sana e salva!! Vedete, per me la fortuna non esiste, ragion per cui se uno non possiede comunque un minimo di intelligenza e di senso del giudizio, seppur ben "camuffati", difficilmente durerebbe più d'un paio di settimane facendo la vita che faceva lui!!

    Lo stesso non si può dire di altri suoi colleghi decisamente più sconsiderati, vedi appunto i succitati Jimi Hendrix e Jim Morrison, entrambi geni assoluti, entrambi accomunati da una fine atroce e prematura. Affogando nel suo stesso vomito il primo e, rimanendo secco come un stoccafisso per overdose da speedball nel cesso d'una bettola parigina il secondo. Sconsideratezza forse addirittura ricercata volutamente, perlomeno nel caso di Morrison.



    enzo66 wrote:Nei supermercati, a costo relativamente basso, si trova una delle droghe più potenti e mortali che esistano: ti spappola il fegato e dà dipendenza. Chi vuole, può servirsi tranquillamente ed abusarne se ritiene.
    Per questa tua frase ti stimo assai, sappilo. Basti pensare che alcol e tabacco hanno una mortalità superiore persino a quella della cocaina e seconda solo a quella dell'eroina e delle droghe sintetiche più pesanti! Detto ciò, non serve certo essere Einstein per comprendere come in realtà la definizione di "droga", sia un concetto ben più labile di quanto si venga portati a credere!  

    Io stesso, vino della vigna di famiglia e birra artigianale a parte, sono praticamente astemio e DEPRECO letteralmente i superalcolici! Lo stesso non si può dire di altre "sostanze" anche se, questo è un altro discorso e preferirei evitare di sbottonarmi troppo!   

    Detto ciò, persino i più giovani tra di voi, ricorderanno senz'altro la triste fine di Amy Winehouse, morta in seguito ad una fortissima dipendenza da alcol o alcolismo cronico che dir si voglia.


    _________________

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  enzo66 on Mon Jan 27, 2014 9:07 am

    LisergicoR wrote:Basti pensare che alcol e tabacco hanno una mortalità superiore persino a quella della cocaina e seconda solo a quella dell'eroina e delle droghe sintetiche più pesanti!
    Mi pare, in quanto a numero di persone che muoiono nell'unità di tempo, che il solo alcool faccia più morti di eroina e di droghe sintetiche pesanti ma, forse, mi sbaglio.
    A giudicare dagli eventi penso che lo stesso Jim Morrison sia morto più per l'alcool che per tutto il resto solo che l'alcool, per ovvi motivi, risulta quasi sempre innocente.
    Riguardo il tabacco... Lasciamo perdere. Io, fino a circa sei anni fa, fumavo fino a 3.5 pacchetti al giorno con una media di 3. Una dipendenza piuttosto fortina, poi, ho smesso da un momento all'altro (il 30 aprile 2008). Sei mesi dopo ho avuto una crisi depressiva che mi portava via ma ho resistito.
    Ogni tanto faccio una valutazione dei soldi che ho risparmiato in questi anni non fumando e non sono pochini (circa 25.000 € al momento).
    Tra l'altro non escludo che, visti i tempi, anche gli alcolici possano non essere più quelli di una volta (erano già capitate in passato alterazioni con aggiunta di metanolo, sostanza molto tossica) e, forse, anche le sigarette.


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    albertosi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 992
    Data d'iscrizione : 2012-11-18
    Località : Firenze

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  albertosi on Mon Jan 27, 2014 9:25 am

    enzo66 wrote:

    Tanti, forse seguendo ed emulando alcuni che avevano eletto a loro idoli, ci hanno lasciato le quoia.

    Io ho ben presente il ricordo della fine degli anni 70-inizio 80 e certamente certi miti hanno influito nell'immaginario collettivo ma hanno anche mostrato chiaramente che di eccessi si muore.
    L'emulazione avveniva non certo per rokerilla o per i concerti rock ma per il diffondersi esplosivo e irresponsabile delle sostanze sulla spinta di interessi mafiosi che si sposava alla perfezione con la poca informazione e anche con una certa ingenuità delle famiglie dell'epoca che un pericolo così grande non potevano immaginare.
    La società era impreparata ad affrontare il fenomeno. Tutti... comprese le forze dell'ordine.

    Detto questo penso che la storia artistica "non colta" del ventesimo secolo sarebbe stata completamente diversa senza il contributo all'esplorazione creativa di tutte le sostanze e le devianze che hanno contraddistinto il periodo.

    Questo non per mitizzare o santificare alcunchè, la questione è seria e complessa oltre che lastricata di sangue giovane.

    Non entro nella questione delle dipendenze e dell'uso ricreativo delle sostanze, siano esse cioccolato piuttosto che tv o eroina..




    _________________
    Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due. (Il Perozzi, pensando al figlio)

    albertosi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 992
    Data d'iscrizione : 2012-11-18
    Località : Firenze

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  albertosi on Mon Jan 27, 2014 9:35 am

    enzo66 wrote:
    Mi pare, in quanto a numero di persone che muoiono nell'unità di tempo, che il solo alcool faccia più morti di eroina e di droghe sintetiche pesanti ma, forse, mi sbaglio.
    A giudicare dagli eventi penso che lo stesso Jim Morrison sia morto più per l'alcool che per tutto il resto solo che l'alcool, per ovvi motivi, risulta quasi sempre innocente.
    Riguardo il tabacco... Lasciamo perdere. Io, fino a circa sei anni fa, fumavo fino a 3.5 pacchetti al giorno con una media di 3. Una dipendenza piuttosto fortina, poi, ho smesso da un momento all'altro (il 30 aprile 2008). Sei mesi dopo ho avuto una crisi depressiva che mi portava via ma ho resistito.
    Ogni tanto faccio una valutazione dei soldi che ho risparmiato in questi anni non fumando e non sono pochini (circa 25.000 € al momento).
    Tra l'altro non escludo che, visti i tempi, anche gli alcolici possano non essere più quelli di una volta (erano già capitate in passato alterazioni con aggiunta di metanolo, sostanza molto tossica) e, forse, anche le sigarette.

    La cosa che ritengo più ingiuriosa per noi cittadini è proprio il fatto che i poteri forti siano autorizzati a mangiare sulle debolezze degli individui.
    Sia in forma diretta di creazione di dipendeze (vedi videopoker, droghe etc) che indiretta tipo le sofisticazioni alimentari e l'inquinamento di ogni genere.
    Che sia il fine economico di ogni cosa la droga più devastante della storia umana?


    _________________
    Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due. (Il Perozzi, pensando al figlio)

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  enzo66 on Mon Jan 27, 2014 9:55 am

    albertosi wrote:Detto questo penso che la storia artistica "non colta" del ventesimo secolo sarebbe stata completamente diversa senza il contributo all'esplorazione creativa di tutte le sostanze e le devianze che hanno contraddistinto il periodo.
          

    Pienamente d'accordo e, almeno penso, anche parte di quella "colta".


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  enzo66 on Mon Jan 27, 2014 10:02 am

    albertosi wrote:La cosa che ritengo più ingiuriosa per noi cittadini è proprio il fatto che i poteri forti siano autorizzati a mangiare sulle debolezze degli individui.
    Sia in forma diretta di creazione di dipendeze (vedi videopoker, droghe etc) che indiretta tipo le sofisticazioni alimentari e l'inquinamento di ogni genere.
    Che sia il fine economico di ogni cosa la droga più devastante della storia umana?

    Pienamente d'accordo anche su questo: d'altronde, nella definizione stessa di marketing, che consiste nel creare il bisogno di cose delle quali non ci sarebbe alcun bisogno, è implicito il concetto di far leva sui meccanismi psicologici e, perché no, sulle nostre "debolezze" tra le quali, appunto, la facilità ad abbandonarci a meccanismi di logiche di dipendenza.
    Consciamente o meno siamo addirittura dipendenti dalle sofferenze (l'esempio più eclatante trovo che sia la sindrome di Stoccolma).


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6362
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  lizard on Mon Jan 27, 2014 3:41 pm

    LisergicoR wrote: Jimi Hendrix e Jim Morrison, entrambi geni assoluti, entrambi accomunati da una fine atroce e prematura. Affogando nel suo stesso vomito il primo e, rimanendo secco come un stoccafisso per overdose da speedball nel cesso d'una bettola parigina il secondo. Sconsideratezza forse addirittura ricercata volutamente, perlomeno nel caso di Morrison.

    Ma le leggi su Topolino ste cose?

    Il Re Lucertola fu trovato morto nel bagno di casa sua,in circostanze misteriose.
    Per i medici fu colpito da infarto,tant'è vero che non fu mai eseguita l'autopsia.
    E' molto probabile che si fosse trattato di overdose,ma non è da escludere che Mr Mojo Risin abbia inscenato la sua morte e abbia gabbato tutti..
      

    albertosi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 992
    Data d'iscrizione : 2012-11-18
    Località : Firenze

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  albertosi on Mon Jan 27, 2014 3:52 pm



    Questo c'ha un fisico bestiale!!

    “Diciamo le cose come stanno: non è divertente… ma sarebbe meno divertente se morissi. Mi sono reso conto che mi svegliavo in mezzo al vomito di altra gente di cui nemmeno mi ricordavo. E’ un po’ troppo. Non dico di non divertirsi o di non tirare una riga di tanto in tanto, ma non fate di questo la vostra vita. […] La morte è inevitabile, giusto? Te ne rendi conto quando arrivi alla mia età. Non mi fa paura. Sono pronto e quando me ne vado, voglio che succeda mentre faccio quello che so fare meglio. Se morissi domani, non mi lamenterei. E’ stato bello”.


    _________________
    Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due. (Il Perozzi, pensando al figlio)

    sledgehammer
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 302
    Data d'iscrizione : 2012-02-05
    Località : BG Motociclante

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  sledgehammer on Mon Jan 27, 2014 4:07 pm

    Il buon lemmy ha bisogno di pause pure lui ( ogni tanto )

    "Con grande dispiacere il gruppo è costretto a annunciare la cancellazione del tour europeo in partenza la prossima primavera", si legge in un comunicato ufficiale appena postato sul sito del gruppo: "Come molti sapranno, Lemmy è stato costretto a far fronte a diversi problemi di salute tutti riconducibili al diabete dal quale è affetto: nonostante gli innegabili miglioramenti riscontrati negli ultimi tempi, i dottori hanno avvisato Lemmy e il gruppo di non forzare i tempi, spiegando come fosse ancora troppo presto per riprendere una completa attività dal vivo. E sia lui che i suoi compagni, pur con riluttanza, hanno accettato il consiglio"


    _________________
    Mauro

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  pevaril on Mon Jan 27, 2014 5:40 pm

    enzo66 wrote:

        


    Nei supermercati, a costo relativamente basso, si trova una delle droghe più potenti e mortali che esistano: ti spappola il fegato e dà dipendenza. Chi vuole, può servirsi tranquillamente ed abusarne se ritiene.


    Se è quella che penso, ne sono un consumatore abituale, ma nella variante Light   


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  enzo66 on Mon Jan 27, 2014 6:32 pm

    Sì: è quello che, assunto in dosi adeguate, dà tutti gli effetti dell'ubriachezza.
    Anche io ne sono un consumatore quasi abituale.
    Se uno vuole, od ha una certa tendenza innata (ho sentito dire che dietro l'alcolismo ci siano tendenze genetiche), con gli alcolici si rovina ben benino. Penso che possa essere peggio l'alcool, sia in termini di dipendenza che di tossicità, di tante droghe anche pesanti.
    Se ci si aggiunge il fatto che, poi, gli alcolici sono di solito piacevoli al palato e facilmente reperibili ed assumibili, è facile diventarne dipendenti.
    Penso che l'importante sia non abusarne come facevo io con le mie 60 - 70 sigarette al giorno.
    D'altronde, l'abuso di qualunque cosa può essere potenzialmente nocivo.


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    albertosi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 992
    Data d'iscrizione : 2012-11-18
    Località : Firenze

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  albertosi on Mon Jan 27, 2014 9:09 pm

    La questione centrale è quella... uso o abuso.
    Anche se penso che Pevaril si rifererisse alla coca.. cola.   

    Comunque il vino è buono e non solo.. in genere tutto quello che da piacere fa male se si eccede, apparte forse il sesso.


    _________________
    Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due. (Il Perozzi, pensando al figlio)

    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 980
    Data d'iscrizione : 2013-09-09
    Età : 50
    Località : Savona

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  enzo66 on Mon Jan 27, 2014 9:31 pm

    albertosi wrote:Anche se penso che Pevaril si rifererisse alla coca.. cola.   

    Pensavo alla birra che contiene poco alcool. 
    La coca cola light fa fare solo i rutti... Eccesso di coca cola light, eccesso di rutti...    
    Uhm.. Però contiene caffeina che mi schizza troppo (sono ipersensibile).
    Ci vuole quella light senza caffeina.


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    .......   "E scusate se è poco"  ............    [Enzo66]

    LisergicoR
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 163
    Data d'iscrizione : 2012-09-12

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  LisergicoR on Mon Jan 27, 2014 11:53 pm

    enzo66 wrote:
          

    Pienamente d'accordo e, almeno penso, anche parte di quella "colta".
    Vedi Stanley Kubrick, Jack Kerouac, Aldous Huxley, Bill Gates, Steve Jobs e compagnia bella, tutti fruitori "reo confessi" di sostanze psicotrope, LSD in primis. Si mormora inoltre che, persino Albert Einstein si sia fatto più di qualche viaggetto! Laughing


    _________________

    LisergicoR
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 163
    Data d'iscrizione : 2012-09-12

    Re: Keith Richards: «La droga del giorno d'oggi è di pessima qualità! Ecco perché non la prendo più. E io me ne intendo»

    Post  LisergicoR on Tue Jan 28, 2014 12:14 am

    lizard wrote:Il Re Lucertola fu trovato morto nel bagno di casa sua,in circostanze misteriose.
    Per i medici fu colpito da infarto,tant'è vero che non fu mai eseguita l'autopsia.
    Nella vasca di casa ci fu trasportato di peso quando già era in arresto cardiaco, dovuto quasi certamente ad overdose da speedball appunto. Trasferta operata da un gruppo di non meglio precisati "conoscenti" e che, molto probabilmente, fu organizzata proprio da uno dei suoi pusher(Jean de Breteuil) in seguito anche alle pressioni ricevute da parte degli stessi proprietari del locale(il Rock ’n’ Roll Circus), che non volevano di certo aver a che fare con tutte le beghe legali che un morto per overdose comporta! Mi spiace ma quello che legge topolino non son certo io qua...   

    lizard wrote:non è da escludere che Mr Mojo Risin abbia inscenato la sua morte e abbia gabbato tutti..
      
    Sì sì, ed io sono la reincarnazione della vergine Maria! Ma daiiiiiiii...   Laughing


    _________________

      Current date/time is Mon Dec 05, 2016 1:28 am