Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Musical Fidelity A1 - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Musical Fidelity A1

    Share

    matte
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1386
    Data d'iscrizione : 2010-02-02

    Re: Musical Fidelity A1

    Post  matte on Fri May 20, 2011 2:29 pm

    E allora beccati questa!



    santa santa


    La nuova versione mi pare che nuova si trovasse intorno ai 1000,00 Euro, sull'usato la trovai a 700-600 ma aveva meno di un anno e onestamente fui anche tentato sunny


    P.S.
    il leddino azzurro sopra il mobile ovviamente è il nuovo A1


    Last edited by matte on Fri May 20, 2011 2:32 pm; edited 1 time in total

    lupocerviero
    Puppologo

    Numero di messaggi : 6433
    Data d'iscrizione : 2011-02-22
    Età : 42
    Località : Regno delle due Sicilie

    Re: Musical Fidelity A1

    Post  lupocerviero on Fri May 20, 2011 2:32 pm



    matte a pranzo, un bicchiere, non di piu' affraid affraid affraid

    matte
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1386
    Data d'iscrizione : 2010-02-02
    Età : 40
    Località : Pisa

    Re: Musical Fidelity A1

    Post  matte on Fri May 20, 2011 2:34 pm

    lupocerviero wrote:

    matte a pranzo, un bicchiere, non di piu' affraid affraid affraid

    Il problema è che ho bevuto solo acqua ; probabilmente ho fatto delle aggiunte mentre rispodevi.


    _________________

    lupocerviero
    Puppologo

    Numero di messaggi : 6433
    Data d'iscrizione : 2011-02-22
    Età : 42
    Località : Regno delle due Sicilie

    Re: Musical Fidelity A1

    Post  lupocerviero on Fri May 20, 2011 2:36 pm

    allora prova con due bicchieri,
    se sei fortunato e becchi la frequenza giusta, vai in risonanza con la macchina fotografica e le foto ti vengono ferme Laughing Laughing Laughing

    matte
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1386
    Data d'iscrizione : 2010-02-02
    Età : 40
    Località : Pisa

    Re: Musical Fidelity A1

    Post  matte on Fri May 20, 2011 2:40 pm

    lupocerviero wrote:allora prova con due bicchieri,
    se sei fortunato e becchi la frequenza giusta, vai in risonanza con la macchina fotografica e le foto ti vengono ferme Laughing Laughing Laughing

    L'ho presa dalla rete!!!!!



    Io le faccio molto peggio

    Comunque tornando alla foto ovviamente madare le 805 con i 36W del MF è pura follia, comunque l'oggetto se uno a bisogno di poca potenza ma dalla qualità sopraffina e un pizzico di attufamento pernso possa essere interessante


    _________________

    lupocerviero
    Puppologo

    Numero di messaggi : 6433
    Data d'iscrizione : 2011-02-22
    Età : 42
    Località : Regno delle due Sicilie

    Re: Musical Fidelity A1

    Post  lupocerviero on Fri May 20, 2011 2:49 pm

    io conosco bene il vecchio, la bistecchiera appunto, veramente

    prenderei in considerazione seria anche il creek 4040 e se lo trovi il 4140,
    mi dicevano fosse la versione audiofila, senza controlli di tono ed orpelli vari
    ma io No

    marcellogallio
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 16
    Data d'iscrizione : 2015-10-12

    Re: Musical Fidelity A1

    Post  marcellogallio on Fri Oct 23, 2015 8:00 am

    Ciao io lo ho...l 'ultimo modello con volume elettronico ...nuovo di pacca FONDO DI MAGAZZINO..e gia leggermente up-gradato...posso darti due dritte: 1 Toridale...genera campo magnetico se pur minore al lamellare e tenendo presente che c'è uno stadio phono...schermalo...io ho fatto cosi...ho comprato dal cinese un posacenere in acciaio rotondo ,ho usato il fondo , bucato al centro rovesciato sottosopra il toroidale e incapsulato nel posacenere...tra l 'altro grande effetto estetico e si avverte la differensa...2 eliminato il filòtro RF perche ho un impianto di condizionamento fatto da me con i CONTROCAVOLI..3...ricablato con AWG 20 in Ag...usato condensatori in PPmt...( polipropilene doppia metallizazione )...E' migliorato molto...ma considera che lavora in vera classe A per i soli 9-10W..poi ab...

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2014
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Musical Fidelity A1

    Post  Nimalone65 on Thu Nov 05, 2015 10:26 am

    Il MF A1 l'ho utilizzato per oltre 20 anni con una coppia di Minima FM2 , ed oggi continua a funzionare nell'impianto di mio nipote con una coppia di Arbour 5.02.

    Non ha particolari problemi , salvo i potenziometri che ogni tanto vanno puliti .

    Non gli piacciono i carichi pesanti , quindi evita diffusori che abbiano il picco di impedenza minima ben sotto i 4 ohm.Ha anche un piu' che buono ingresso MM oltre che MC , che però mi piace meno.

    Dal punto di vista timbrico , ci sono ben pochi ampli a stato solido che possono vantare le sue qualità e francamente si fa prima a farei nomi di quei pochissimi che vanno meglio (Hiraga Classe A , Aleph 3, ML2, DR3,e Kelvin Labs), stando nella stessa fascia di potenza.

    Da notare , che il piu economico tra le alternative costa almeno il doppio !

    Personalmente io l'ho dato al nipote quando son passato ai Klimo Kent .

    sunny


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    marcolino84
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 4
    Data d'iscrizione : 2016-04-12

    Re: Musical Fidelity A1

    Post  marcolino84 on Sun Jul 10, 2016 11:42 am

    ho avuto l'A1 2-3 anni fa, il mio aveva i finali originali, era stato ben tenuto e suonava magnificamente. Certo i limiti di un classe A di pochi watt quando si saliva col volume uscivano tutti, ci pilotavo delle esb 7/01 e il basso era poco controllato, ma la gamma media ed alta era di rara bellezza,trasparenza e raffinatezza. Medio favoloso. Certamente uno dei migliori ampli avuti per le mani, un mito meritato. Scaldava cosi tanto che se lo accendevo la mattina presto e lo spegnevo la sera nel salone di 25 mrtri quadri non avevo bisogno di accendere i riscaldamenti d'inverno. Peccato per le capacità di pilotaggio, 87 dB di sensibilità dei diffusori, pur facili in impedenza, non gli erano graditi per ottenere volumi di ascolto realistici e violenti. Ceduto solo per quello, ma ne serbo un ricorddo positivo in assoluto. Tra gli ampli inglesi (e non) solo uno di piccola potenza mi ha impressionato di più, il creek 4040, un microbo da 30 watt anch'esso dotato di una musicalità e liquidita della gamma media ed alta splendide, con quel controllo del basso che manca all'A1, secondo me un integrato che prevarica e prevaricherà qualsiasi epoca, da non crederci (ancor più se si considera che è un classe B). Ma è arrivato dopo il Luxman L10 che ho da 7 anni, a cui mi sono affezionato e che ritengo comunque il miglior compromesso tra raffinatezza e potenza, quindi mi ha lasciato anche il creek, ma è stato un abbandono difficilissimo, Eccezion fatta per una scena leggermente ristretta tra i diffusori il 4040 è un integrato che rasenta la perfezione.

      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 6:43 am