Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Quesito
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Quesito

    Share

    Ospite
    Guest

    Quesito

    Post  Ospite on Mon Feb 15, 2010 11:30 am

    Secondo voi, facendo un discorso di massima......ci sono di fondo delle differenze nella musica liquida tra l'applicazione di un convertitore di filosofia Hi Fi e un convertitore di derivazione Professionale?

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Quesito

    Post  piroGallo on Mon Feb 15, 2010 11:50 am

    pavel wrote:Secondo voi, facendo un discorso di massima......ci sono di fondo delle differenze nella musica liquida tra l'applicazione di un convertitore di filosofia Hi Fi e un convertitore di derivazione Professionale?

    cosa significa "convertitore di derivazione Professionale"? un convertitore venduto come home ma che ha genitori pro o un convertitore progettato per applicazioni professionali? (credo la prima ma vorrei essere sicuro).


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    Ospite
    Guest

    Re: Quesito

    Post  Ospite on Mon Feb 15, 2010 11:56 am

    No Piro.....esattamente la seconda opzione da te citata...

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Quesito

    Post  piroGallo on Mon Feb 15, 2010 11:59 am

    pavel wrote:No Piro.....esattamente la seconda opzione da te citata...

    Io credo (fortemente) che un dac progettato per applicazioni professionali, abbia, come vincoli di progetto, specifiche che non trovano posto in un progetto tipicamente home.

    quindi se ne deduce che lo sviluppo del prodotto pro sia diverso da quello home.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    Ospite
    Guest

    Re: Quesito

    Post  Ospite on Mon Feb 15, 2010 12:29 pm

    piroGallo wrote:
    pavel wrote:No Piro.....esattamente la seconda opzione da te citata...

    Io credo (fortemente) che un dac progettato per applicazioni professionali, abbia, come vincoli di progetto, specifiche che non trovano posto in un progetto tipicamente home.

    quindi se ne deduce che lo sviluppo del prodotto pro sia diverso da quello home.

    e quindi anche il contrario. Cioè che un dac hi fi abbia come vincolo delle specifiche che non trovano terreno fertile in progetti Professionali..............

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Quesito

    Post  piroGallo on Mon Feb 15, 2010 12:30 pm

    pavel wrote:
    piroGallo wrote:
    pavel wrote:No Piro.....esattamente la seconda opzione da te citata...

    Io credo (fortemente) che un dac progettato per applicazioni professionali, abbia, come vincoli di progetto, specifiche che non trovano posto in un progetto tipicamente home.

    quindi se ne deduce che lo sviluppo del prodotto pro sia diverso da quello home.

    e quindi anche il contrario. Cioè che un dac hi fi abbia come vincolo delle specifiche che non trovano terreno fertile in progetti Professionali..............

    è evidente.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    Ospite
    Guest

    Re: Quesito

    Post  Ospite on Mon Feb 15, 2010 12:40 pm

    Ergo: Se proprio dovessi entrare nell'ottiva di prendere un DAC, vista l'impostazione del mio impianto per la liquida, dovrei volgere lo sguardo al Prof e non a dac di natura HiFi...

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5392
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Quesito

    Post  Rudino on Mon Feb 15, 2010 2:14 pm

    Siete rimasti sull'astratto.
    Cosa differenzierebbe praticamente le due tipologie di DAC?

    1) Il fatto che il pro, spesso se non sempre, è anche ADC?
    2) La tipologia di connessioni? No SPDIF, sì AES/EBU e così via?
    3) Il fatto che il prodotto PRO è commisurato ad una serie di funzioni mai utilizzate in hi-fi? O ad un numero di canali esorbitante?
    4) Il fatto che il pro accetterebbe in ingresso sample rates che l'hi-fi si sogna?
    5) Altro? Elencare...


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    Ospite
    Guest

    Re: Quesito

    Post  Ospite on Mon Feb 15, 2010 2:30 pm

    Sono rimasto sul vago perchè non ho la competenza per entrare in una disquisizione tecnica.
    La mia domanda era ferma alla preistoria: Nel senso....
    Ho notato di fondo un differente approccio tra HI FI e PRO.

    Sia dal punto di vista concettuale, che costruttivo.
    Volevo dunque sapere SE una delle due filosofie era compatibile con l'altra e viceversa.
    Parlando con quelli del PRO, loro si sentono davvero lonatni dall'HiFi. Per loro un dac pro, non andrà mai bene ad un appassionato di hifi, e un dac HIFI, non potrebbe mai sposare la filosofia PRO. Sono molto settoriali in questo.

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5392
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Quesito

    Post  Rudino on Mon Feb 15, 2010 5:18 pm

    pavel wrote:Sono rimasto sul vago perchè non ho la competenza per entrare in una disquisizione tecnica.
    La mia domanda era ferma alla preistoria: Nel senso....
    Ho notato di fondo un differente approccio tra HI FI e PRO.

    Sia dal punto di vista concettuale, che costruttivo.
    Volevo dunque sapere SE una delle due filosofie era compatibile con l'altra e viceversa.
    Parlando con quelli del PRO, loro si sentono davvero lonatni dall'HiFi. Per loro un dac pro, non andrà mai bene ad un appassionato di hifi, e un dac HIFI, non potrebbe mai sposare la filosofia PRO. Sono molto settoriali in questo.

    Francamente questa convinzione da te riportata andrebbe circostanziata un po' meglio.
    Cioè, potrebbe essere vero che il mondo hi-fi non va bene per "quelli del pro", ma il contrario potrebbe essere attuabile. Non sempre, ma molto spesso.


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Quesito

    Post  piroGallo on Mon Feb 15, 2010 5:36 pm

    Rudino wrote:

    Cioè, potrebbe essere vero che il mondo hi-fi non va bene per "quelli del pro", ma il contrario potrebbe essere attuabile. Non sempre, ma molto spesso.



    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    Ospite
    Guest

    Re: Quesito

    Post  Ospite on Tue Feb 16, 2010 10:08 am

    Rudino wrote:
    pavel wrote:Sono rimasto sul vago perchè non ho la competenza per entrare in una disquisizione tecnica.
    La mia domanda era ferma alla preistoria: Nel senso....
    Ho notato di fondo un differente approccio tra HI FI e PRO.

    Sia dal punto di vista concettuale, che costruttivo.
    Volevo dunque sapere SE una delle due filosofie era compatibile con l'altra e viceversa.
    Parlando con quelli del PRO, loro si sentono davvero lonatni dall'HiFi. Per loro un dac pro, non andrà mai bene ad un appassionato di hifi, e un dac HIFI, non potrebbe mai sposare la filosofia PRO. Sono molto settoriali in questo.

    Francamente questa convinzione da te riportata andrebbe circostanziata un po' meglio.
    Cioè, potrebbe essere vero che il mondo hi-fi non va bene per "quelli del pro", ma il contrario potrebbe essere attuabile. Non sempre, ma molto spesso.

    Non è una convizione da ME circostanziata. E' cio' che hanno tenuto a sottolineare quelli del Professionale. Loro non vogliono avere a che fare con l'Hi Fi. Quando gli ho parlato di dac hi fi, la risposta è stata "Quando poi vuoi pasare dal giocare con le bambole, ai giochi più impegnativi, ti facciamo sentire qualche Dac serio.
    Io non ho convinzioni.Per mia natura.....

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5392
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Quesito

    Post  Rudino on Tue Feb 16, 2010 1:42 pm

    pavel wrote:
    Rudino wrote:
    pavel wrote:Sono rimasto sul vago perchè non ho la competenza per entrare in una disquisizione tecnica.
    La mia domanda era ferma alla preistoria: Nel senso....
    Ho notato di fondo un differente approccio tra HI FI e PRO.

    Sia dal punto di vista concettuale, che costruttivo.
    Volevo dunque sapere SE una delle due filosofie era compatibile con l'altra e viceversa.
    Parlando con quelli del PRO, loro si sentono davvero lonatni dall'HiFi. Per loro un dac pro, non andrà mai bene ad un appassionato di hifi, e un dac HIFI, non potrebbe mai sposare la filosofia PRO. Sono molto settoriali in questo.

    Francamente questa convinzione da te riportata andrebbe circostanziata un po' meglio.
    Cioè, potrebbe essere vero che il mondo hi-fi non va bene per "quelli del pro", ma il contrario potrebbe essere attuabile. Non sempre, ma molto spesso.

    Non è una convizione da ME circostanziata. E' cio' che hanno tenuto a sottolineare quelli del Professionale. Loro non vogliono avere a che fare con l'Hi Fi. Quando gli ho parlato di dac hi fi, la risposta è stata "Quando poi vuoi pasare dal giocare con le bambole, ai giochi più impegnativi, ti facciamo sentire qualche Dac serio.
    Io non ho convinzioni.Per mia natura.....

    Mi sono espresso male.
    Intendevo la convinzione del mondo PRO che TU hai riportato qui nel forum, non che tale convinzione fosse la tua.
    Comunque quanto dici ci sta; la contaminazione nel nostro mondo di strumentistica PRO può apportare dei benefici. Il contrario non ha neanche senso.


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    Ospite
    Guest

    Re: Quesito

    Post  Ospite on Tue Feb 16, 2010 8:22 pm

    certo rudino... A me piace molto la filosofia Pro. Pochi fronzoli,pochi concetti, tanta sostanza..

    cometarossa
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 105
    Data d'iscrizione : 2010-01-11

    Re: Quesito

    Post  cometarossa on Thu Feb 18, 2010 12:14 am

    Da quello che ho letto l'Apogee Rosetta 200 è un bel DAC pro che pare sia molto consigliato in ambito hifi.
    Comunque da qualche giorno sto seguendo un forum di tecnici del suono che parlano appunto dei convertitori... vi terrò informati :)

    Ospite
    Guest

    Re: Quesito

    Post  Ospite on Thu Feb 18, 2010 2:53 pm

    Ho provato il Rosetta 200 sul mio impiantino. Sono rimasti praticamente inalterati tutti i parametri. Nel bene e nel male....

    Entity
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 111
    Data d'iscrizione : 2008-12-26

    Re: Quesito

    Post  Entity on Thu Feb 18, 2010 7:08 pm

    pavel wrote:Ho provato il Rosetta 200 sul mio impiantino. Sono rimasti praticamente inalterati tutti i parametri. Nel bene e nel male....

    Ma dai?

    cometarossa
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 105
    Data d'iscrizione : 2010-01-11

    Re: Quesito

    Post  cometarossa on Thu Feb 18, 2010 9:03 pm

    Entity wrote:
    pavel wrote:Ho provato il Rosetta 200 sul mio impiantino. Sono rimasti praticamente inalterati tutti i parametri. Nel bene e nel male....

    Ma dai?

    mi sembra che la sai lunga :)
    spiegati meglio....

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5392
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Quesito

    Post  Rudino on Thu Feb 18, 2010 11:37 pm

    Ecco, non so perchè...ma il Rosetta 200 mi sta sulle scatole. E non ha a che fare con il suo suono.


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    latinim
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 15
    Data d'iscrizione : 2010-02-17

    Re: Quesito

    Post  latinim on Thu Feb 18, 2010 11:48 pm

    pavel wrote:Ho provato il Rosetta 200 sul mio impiantino. Sono rimasti praticamente inalterati tutti i parametri. Nel bene e nel male....

    Con quale sistema operativo lo usi, win o mac?
    Hai usato la x-firewire?
    Ti chiedo queste cose perchè l'ho confrontato con grossi calibri dell'HiEnd e l'ho preferito.

    Massimo

    Ospite
    Guest

    Re: Quesito

    Post  Ospite on Fri Feb 19, 2010 9:56 am

    latinim wrote:
    pavel wrote:Ho provato il Rosetta 200 sul mio impiantino. Sono rimasti praticamente inalterati tutti i parametri. Nel bene e nel male....

    Con quale sistema operativo lo usi, win o mac?
    Hai usato la x-firewire?
    Ti chiedo queste cose perchè l'ho confrontato con grossi calibri dell'HiEnd e l'ho preferito.

    Massimo

    Windows 7. Uscivo dalla scheda Asus Xonar e andavo al Rosetta.

    Ospite
    Guest

    Re: Quesito

    Post  Ospite on Fri Feb 19, 2010 9:57 am

    Entity wrote:
    pavel wrote:Ho provato il Rosetta 200 sul mio impiantino. Sono rimasti praticamente inalterati tutti i parametri. Nel bene e nel male....

    Ma dai?


    Tu me lo avevi detto che poteva non sortire effetti in quanto il sistema di conversione della Asus è uno dei più blasonati....ma visto che provare non mi è costato nulla, l'ho fatto. Però convengo che avevi ragione tu...

    latinim
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 15
    Data d'iscrizione : 2010-02-17

    Re: Quesito

    Post  latinim on Fri Feb 19, 2010 10:29 am



    Windows 7. Uscivo dalla scheda Asus Xonar e andavo al Rosetta.

    Questo vuol dire che la Asus è ottima come dicono.
    Comunque, se hai la possibilità, prova la connessione del Rosetta in FW, devi però usare XP ( Apogee non sviluppa più per Windows).
    Io, l'ho preferito a DCS, uso un Imac connesso con il Rosetta in FW.

    Massimo

    Ospite
    Guest

    Re: Quesito

    Post  Ospite on Fri Feb 19, 2010 1:21 pm

    ...ho fatto una modifica spaventosa alla Asus Xonar... Ora sto aspettando che mi arrivino i nuovi diffusori, per sentire le differenze, in quanto praticamente ho stravolto la Asus.
    A me DCS, con tutto il rispetto, non piace affatto.

    Ospite
    Guest

    Re: Quesito

    Post  Ospite on Mon Feb 22, 2010 10:50 am

    latinim wrote:


    Windows 7. Uscivo dalla scheda Asus Xonar e andavo al Rosetta.

    Questo vuol dire che la Asus è ottima come dicono.
    Comunque, se hai la possibilità, prova la connessione del Rosetta in FW, devi però usare XP ( Apogee non sviluppa più per Windows).
    Io, l'ho preferito a DCS, uso un Imac connesso con il Rosetta in FW.

    Massimo

    Hai provato anche altri convertitori che ti sono piaciuti oltre al Rosetta?

      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 12:34 pm