Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Dac Exasound E20: piccolo fuori, ma grande dentro – Recensione - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Dac Exasound E20: piccolo fuori, ma grande dentro – Recensione

    Share

    turo91
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3368
    Data d'iscrizione : 2012-03-01

    Re: Dac Exasound E20: piccolo fuori, ma grande dentro – Recensione

    Post  turo91 on Tue Mar 25, 2014 10:18 pm

    albertosi wrote:

    Ad oggi la vere cazzate stanno nel non pretendere che se compri una cosa DEVE funzionare senza tutte queste mille menate, innamorarsi di un brand, comprare scatole vuote anche "solo" a 500euro....



    In effetti è stato un bel progresso quando le pennine tipo Hiface e simili oppure i clock esterni hanno iniziato a diventare superflui e hanno implementato tutto all'interno del dac direttamente.

    albertosi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 992
    Data d'iscrizione : 2012-11-18
    Località : Firenze

    Re: Dac Exasound E20: piccolo fuori, ma grande dentro – Recensione

    Post  albertosi on Tue Mar 25, 2014 10:33 pm

    Infatti.. Ho in prova un Supremo e aldilà di come suona la massima meraviglia è che è completissimo come connessioni e con un cavo usb da tre euro con i 5V coperti da nastro isolante va già alla grande. Come cavo di alimentazione ci va meglio uno di origine industriale che uno esoterico e cosi anche per i cavi di segnale. Suona già di suo... alla faccia di chi dice che il delta -sigma è figlio di un dio minore.


    _________________
    Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due. (Il Perozzi, pensando al figlio)

    Ivanhoe
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1505
    Data d'iscrizione : 2012-10-30
    Località : ad Est

    Re: Dac Exasound E20: piccolo fuori, ma grande dentro – Recensione

    Post  Ivanhoe on Tue Mar 25, 2014 11:19 pm

    Argomentazioni valide, niente da dire. Forse molto dipende dalla musica che si ascolta, al 90% io ascolto dischi registrati negli anni 50-70, molti di basso livello acustico se rapportati a standard moderni, ma non è la cosa più importante. Quando ascolti un disco di Thelonious Monk non pensi certo al fatto che sembrano registrati in cantina (è così proprio). Vorrei un impianto, cuffia al momento, che sappia rendere tutto il calore della musica. Con questo genere di musica gli apparecchi più critici sembrano essere l'amplificatore e le cuffie, più che il Dac.

    Comunque tutte queste prove di apparecchi sono molto interessanti, grazie.


    _________________
    If Music be the food of Love, play on

    turo91
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3368
    Data d'iscrizione : 2012-03-01
    Età : 25

    Re: Dac Exasound E20: piccolo fuori, ma grande dentro – Recensione

    Post  turo91 on Tue Mar 25, 2014 11:41 pm

    forestitalia wrote:Argomentazioni valide, niente da dire. Forse molto dipende dalla musica che si ascolta, al 90% io ascolto dischi registrati negli anni 50-70, molti di basso livello acustico se rapportati a standard moderni, ma non è la cosa più importante. Quando ascolti un disco di Thelonious Monk non pensi certo al fatto che sembrano registrati in cantina (è così proprio). Vorrei un impianto, cuffia al momento, che sappia rendere tutto il calore della musica. Con questo genere di musica gli apparecchi più critici sembrano essere l'amplificatore e le cuffie, più che il Dac.

    Comunque tutte queste prove di apparecchi sono molto interessanti, grazie.

    COncordo, l'elemento più importante è sempre la cuffia e il conseguente amplificatore che la spinga a dovere perchè se la cuffia è scarsa o l'amplificatore non spinge in modo adeguato si può mettere un Meitner ('sti canadese sono il meglio nei dac  ) da 10 mila euro che il risultato non cambia.


    _________________
     Il sito per chi porta la la passione in testa, recensioni e prove di cuffie, amplificatori, dac e sorgenti varie  :hehe:

    vincas88bn
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2013-04-30

    Re: Dac Exasound E20: piccolo fuori, ma grande dentro – Recensione

    Post  vincas88bn on Wed Mar 26, 2014 8:45 am

    turo91 wrote:

    In effetti è stato un bel progresso quando le pennine tipo Hiface e simili oppure i clock esterni hanno iniziato a diventare superflui e hanno implementato tutto all'interno del dac direttamente.
    concordo.

    albertosi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 992
    Data d'iscrizione : 2012-11-18
    Località : Firenze

    Re: Dac Exasound E20: piccolo fuori, ma grande dentro – Recensione

    Post  albertosi on Wed Mar 26, 2014 8:55 am

    Turo l'Exa mi interessava molto proprio in virtù delle tue osservazioni e di quelle di Mike, ma possibilità di ascolto.. nisba. Perchè non ti fai mandare un Supremo che non credo ci siano problemi, almeno avremo un idea.. Posso chiederti di dove sei?
    Poi se riesci a farti mandare pure un Rockna Wavedream (ladder) sei un mago!!

    forest: anche io amo particolarmente i generi non colti.. Sull'impianto cuffie concordo: se non c'è un motore che spinge tutto il resto diventa secondario. io ho una modesta HD650 e con un piccolo e raffinatino ampli non andava neanche a pagarla... C'ho piazzato il mio vecchio Luxman L235 e per poco raffinato che sia pigia come si deve..    
    In ogni caso comunque penso che l'impianto sia il frutto dell'equilibrio generale, poi una volta avvicinatisi a quello si può parlare dei singoli elementi.

    Buona giornata!  sunny sunny


    _________________
    Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due. (Il Perozzi, pensando al figlio)

    turo91
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3368
    Data d'iscrizione : 2012-03-01
    Età : 25

    Re: Dac Exasound E20: piccolo fuori, ma grande dentro – Recensione

    Post  turo91 on Wed Mar 26, 2014 9:31 am

    albertosi wrote:Turo l'Exa mi interessava molto proprio in virtù delle tue osservazioni e di quelle di Mike, ma possibilità di ascolto.. nisba. Perchè non ti fai mandare un Supremo che non credo ci siano problemi, almeno avremo un idea.. Posso chiederti di dove sei?
    Poi se riesci a farti mandare pure un Rockna Wavedream (ladder) sei un mago!!

    Buona giornata!  sunny sunny

    In effetti ascoltare un Exasound è praticamente impossibile, fanno solo vendita diretta e non so quanta gente lo abbia in Italia.
    Il Rokna è un giochino da 5 mila euro, quindi praticamente impossibile da avere in prova se non gli lasci 5 mila euro di cauzione, mentre per il Supremo si può tentare, anche se non è così semplice neppure per quello.
    Io sono di Brescia 


    _________________
     Il sito per chi porta la la passione in testa, recensioni e prove di cuffie, amplificatori, dac e sorgenti varie  :hehe:

    albertosi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 992
    Data d'iscrizione : 2012-11-18
    Località : Firenze

    Re: Dac Exasound E20: piccolo fuori, ma grande dentro – Recensione

    Post  albertosi on Wed Mar 26, 2014 10:22 am

    Il Supremo l'hanno dato a me.. con una cauzioncina.. Sono stati estremamente disponibili, evidentemente è interesse a farlo ascoltare dato che è un prodotto nuovo e nel quale credono. L'ha sentito anche Lorenzo (mordo) che mi ha detto che ti conosce e mi pare gli sia piaciuto, e dire che ancora non l'avevo messo a punto.


    _________________
    Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due. (Il Perozzi, pensando al figlio)

      Current date/time is Wed Dec 07, 2016 11:36 am