Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
testine vintage di qualita' passate nell'oblio
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Share

    alanford
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1240
    Data d'iscrizione : 2012-06-03
    Località : monza

    testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  alanford on Sun Jul 06, 2014 4:50 pm

    quando si parla di testine di gran qualita' tutti parlano di lyra, transfiguration, zyx, shelter etc.........che spesso producono ancora

    ma le grandi marche che hanno fatto grande l'hi fi come sony, accuphase, audiotechnica,pioneer technics, yamaha, philips hanno fatto (oppure hanno fatto fare) testine MC in grado di poter competere con gli attuali mostri sacri?

    quali sono le vs. esperienze in materia?

    chi conosce ad esempio una sumiko talisman oppure una jvc mc1 od una audiotechnica ART?

     sunny 

    gianni60
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 222
    Data d'iscrizione : 2011-07-02
    Età : 56
    Località : gattico ( no )

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  gianni60 on Sun Jul 06, 2014 6:26 pm

    Intorno al 1980 una delle migliori testine erano le Satin
    Avevo la M21 P, sostituituendo una denon 305.
    Mi ricordo un suono trasparente e dettagliato.
    Erano importate da Audio Analog,vicino a casa mia,importatore di Magneplanar,monster cable,M&K,A&E

    Saluti
    Gianluigi

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  pepe57 on Sun Jul 06, 2014 6:57 pm

    Beh ai tempi (diciamo anni 70..) i "grandi" produttori (con modelli di una certa qualità) erano, per quanto io possa ricordare, Ortofon, Milltech, Grado, Shure, Glanz, Highphonic, Denon, Pickering, Stanton, Decca, FR e Benz.
    Poi in base a tanti fattori, per primo l' abbinamento con il braccio, alcuni riscossero maggior successo di altri.
     sunny  sunny  sunny 


    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Paintball Milano

    alanford
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1240
    Data d'iscrizione : 2012-06-03
    Località : monza

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  alanford on Sun Jul 06, 2014 11:17 pm

    per esempio ecco le caratteristiche tecniche di una di queste testine

    Description

    The weight of the armature in the MC-1 was reduced by using a super-lightweight micro-coil.

    The micro-coil consists of a wafer and a precision coil of approximately 1mm square formed thereon.

    It's accuracy and reliability are extremely high, while unit per unit variations are minimised.

    The weight is almost a one hundredth that of conventional coils.

    Employment of a coreless coil eliminates the possibility of magnetostrition.

    The magnetic circuit is constructed of a samarium cobalt magnet and an iron cobalt yoke in the vertical configuration for obtaining an excellent magnetic efficiency so that the merit of the direct-cpoupled construction can be fully utilised.
    Specifications

    Type: direct-coupled, moving coil for 2-channel playback

    Stylus: Shibata (0.1mm square diamond)

    Output: 0.2mV

    Channel balance: within 1dB

    Frequency response: 10 to 50,000Hz

    Stylus pressure: 1.5g

    Load: over 30 ohms
    Weight: 8.7g


    niente male per una viontage.......

    quanto costerebbe oggi una testina del genere?

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  pepe57 on Mon Jul 07, 2014 6:28 pm

    Parli di JVC?
     Embarassed Embarassed 


    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Paintball Milano

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5703
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  RockOnlyRare on Mon Jul 07, 2014 9:39 pm

    pepe57 wrote:Parli di JVC?
     Embarassed Embarassed 

    Ma secondo voi, queste testine "vintage", se comparate con prodotti odierni di pari categoria, reggono il confronto o sono stati fatti evidenti passi in avanti sulle testine tali da rendere queste testine un piacevole ricordo ?

    Si sa che ottime casse, piatti ed amplificazioni del passato possono reggere tranquillamente il confronto con il moderno, ma vale anche per le testine ?

    Io avevo ai tempi :
    Shure V15 IV (regalata perchè non si trova più lo stilo), Ortophon m20 mi pare (era quella di serie con il Dual di punta, data via con il piatto), Stanton 681 EEE (questa ce l'ho ancora con un vecchio Garrard Zero 100 funzionante nell'impiantino in cameretta (anche se il vinile li non lo uso che rarissimamente).


    alanford
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1240
    Data d'iscrizione : 2012-06-03
    Località : monza

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  alanford on Tue Jul 08, 2014 1:17 am

    pepe57 wrote:Parli di JVC?
     Embarassed Embarassed 

    yes Embarassed 

    alanford
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1240
    Data d'iscrizione : 2012-06-03
    Località : monza

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  alanford on Tue Jul 08, 2014 1:28 am

    RockOnlyRare wrote:

    Ma secondo voi, queste testine "vintage", se comparate con prodotti odierni di pari categoria, reggono il confronto o sono stati fatti evidenti passi in avanti sulle testine tali da rendere queste testine un piacevole ricordo ?

    Si sa che ottime casse, piatti ed amplificazioni del passato possono reggere tranquillamente il confronto con il moderno, ma vale anche per le testine ?

    Io avevo ai tempi :
    Shure V15 IV (regalata perchè non si trova più lo stilo), Ortophon m20 mi pare (era quella di serie con il Dual di punta, data via con il piatto), Stanton 681 EEE (questa ce l'ho ancora con un vecchio Garrard Zero 100 funzionante nell'impiantino in cameretta (anche se il vinile li non lo uso che rarissimamente).

    la risposta e' per me SI

    anche se occorre fare alcuni distinguo

    mi spiego meglio: quanto costa una supex 900 super oppure una fidelity research fr1 ovviamente usate ed in buone / ottime condizioni?

    oggi come oggi poche centinaia di euro

    cosa compri di moderno con quelle cifre, da paragonare alle suindicate?

    a mio avviso nulla

    ma supex e fidelity research fanno riferimento al gotha delle testine vintage

    il mio 3D voleva riferirsi a talune marche meno famose, qualii jvc, Sony, sumiko etc......che oggi si comprano con alcune decine di euro ma che tecnologicamene non hanno molto da invidiare a talune rinomate testine vintage appena nominate oppure a produttori attuali   



    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5703
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  RockOnlyRare on Tue Jul 08, 2014 9:19 am

    alanford wrote:

    la risposta e' per me SI

    anche se occorre fare alcuni distinguo

    mi spiego meglio: quanto costa una supex 900 super oppure una fidelity research fr1 ovviamente usate ed in buone / ottime condizioni?  

    oggi come oggi poche centinaia di euro

    cosa compri di moderno con quelle cifre, da paragonare alle suindicate?

    a mio avviso nulla

    ma supex e fidelity research  fanno riferimento al gotha delle testine vintage

    il mio 3D voleva riferirsi a talune marche meno famose, qualii jvc, Sony, sumiko etc......che oggi si comprano con alcune decine di euro ma che tecnologicamene non hanno molto da invidiare a talune rinomate testine vintage appena nominate oppure a produttori attuali   
     


    certo quindi in pratica secondo te reggono ancora anche dopo tanti anni...


    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21522
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  pluto on Tue Jul 08, 2014 9:44 am

    Occorre essere un pochino più precisi.

    Concordo che alcune testine tipo Fidelity e Supex siano strepitose pure oggi (da proprietario praticamente di tutto il parco Supex non potrei pensarla diversamente)

    Il problema con testine vintage è ovviamente lo stato e l'usura. Alcune delle marche citate non producevano direttamente ma davano in appalto ai costruttori specializzati e ormai molti hanno chiuso. Per cui l'idea di poter avere una testina vintage e di riportarla alle stesse identiche condizioni di partenza è spesso una chimera

    Quindi o sia ha la fortuna di trovare qualcosa in condizioni molto buone per non dire NOS o il rischio è di trovare qualcosa a poche decine di euro si ma di dover poi ricorrere ai riparatori. E i riparatori, gira che ti rigira mettono sempre cantilever e diamantini di produzione moderna dei più noti produttori attuali. Benz in primis
    Sicuramente torna a suonare e magari anche bene. Ma la testina ha cambiato fisionomia

    Rock x la Shure hai sbagliato a darla via. Era meglio tenerla. Oggi si trovano stili repliche da Jico Japan ed in Svizzera ed il suono è molto vicino all'originale. E per fare meglio, bisogna spendere.
    Ecco la Shure è una testina che può certamente essere presa in considerazione (parlo della V15) visto che in qualche modo lo stilo si riesce a reperire ancora

    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 11994
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Scooterista)

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  carloc on Tue Jul 08, 2014 9:48 am

    pluto wrote:
    ..............

    Il problema con testine vintage è ovviamente lo stato e l'usura. Alcune delle marche citate non producevano direttamente ma davano in appalto ai costruttori specializzati e ormai molti hanno chiuso. Per cui l'idea di poter avere una testina vintage e di riportarla alle stesse identiche condizioni di partenza è spesso una chimera

    ...............

      


    _________________
    Rem tene verba sequentur

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5703
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  RockOnlyRare on Tue Jul 08, 2014 1:13 pm

    pluto wrote:Occorre essere un pochino più precisi.

    Concordo che alcune testine tipo Fidelity e Supex siano strepitose pure oggi (da proprietario praticamente di tutto il parco Supex non potrei pensarla diversamente)

    Il problema con testine vintage è ovviamente lo stato e l'usura. Alcune delle marche citate non producevano direttamente ma davano in appalto ai costruttori specializzati e ormai molti hanno chiuso. Per cui l'idea di poter avere una testina vintage e di riportarla alle stesse identiche condizioni di partenza è spesso una chimera

    Quindi o sia ha la fortuna di trovare qualcosa in condizioni molto buone per non dire NOS o il rischio è di trovare qualcosa a poche decine di euro si ma di dover poi ricorrere ai riparatori. E i riparatori, gira che ti rigira mettono sempre cantilever e diamantini di produzione moderna dei più noti produttori attuali. Benz in primis
    Sicuramente torna a suonare e magari anche bene. Ma la testina ha cambiato fisionomia

    Rock x la Shure hai sbagliato a darla via. Era meglio tenerla. Oggi si trovano stili repliche da Jico Japan ed in Svizzera ed il suono è molto vicino all'originale. E per fare meglio, bisogna spendere.
    Ecco la Shure è una testina che può certamente essere presa in considerazione (parlo della V15) visto che in qualche modo lo stilo si riesce a reperire ancora

    a me avevano detto che era impossibile trovare il ricambio..... il noto negozio vicino a Crema.


    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21522
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  pluto on Tue Jul 08, 2014 1:28 pm

    a volte nei forums si riesce a saperne un po' di più  sunny 

    http://stylus.export-japan.com/index.php?cPath=18&sort=2a&page=11

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5703
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  RockOnlyRare on Tue Jul 08, 2014 1:49 pm

    pluto wrote:a volte nei forums si riesce a saperne un po' di più  sunny 

    http://stylus.export-japan.com/index.php?cPath=18&sort=2a&page=11

                     

     yaw  yaw  yaw  yaw  yaw
           


    alanford
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1240
    Data d'iscrizione : 2012-06-03
    Località : monza

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  alanford on Tue Jul 08, 2014 3:28 pm

    pluto wrote:Occorre essere un pochino più precisi.

    Concordo che alcune testine tipo Fidelity e Supex siano strepitose pure oggi (da proprietario praticamente di tutto il parco Supex non potrei pensarla diversamente)

     Rolling Eyes e da esperto in materia quali sono a parer tuo le supex piu' performanti?  

    Il problema con testine vintage è ovviamente lo stato e l'usura. Alcune delle marche citate non producevano direttamente ma davano in appalto ai costruttori specializzati e ormai molti hanno chiuso. Per cui l'idea di poter avere una testina vintage e di riportarla alle stesse identiche condizioni di partenza è spesso una chimera

    quello che tu dici rappresenta quasi la regola nel vintage e nell'antico, pero' se ci sono le competenze e le capacita' un bravo restauratore e' in grado di resuscitare oggetti dati per spacciati e qualche volta usando componentistica di maggior pregio (diamanti e/o cantilever di miglior qualita') anche di andar oltre all'originale  


    Quindi o sia ha la fortuna di trovare qualcosa in condizioni molto buone per non dire NOS o il rischio è di trovare qualcosa a poche decine di euro si ma di dover poi ricorrere ai riparatori. E i riparatori, gira che ti rigira mettono sempre cantilever e diamantini di produzione moderna dei più noti produttori attuali. Benz in primis
    Sicuramente torna a suonare e magari anche bene. Ma la testina ha cambiato fisionomia


    non mi risulta che i diamantini ed i cantilever di una volta siano migliori di quelli di adesso, ad esempio lo shibata che monta la testina sopraindicata  si trova tutt'oggi    
    Rock x la Shure hai sbagliato a darla via. Era meglio tenerla. Oggi si trovano stili repliche da Jico Japan ed in Svizzera ed il suono è molto vicino all'originale. E per fare meglio, bisogna spendere.
    Ecco la Shure è una testina che può certamente essere presa in considerazione (parlo della V15) visto che in qualche modo lo stilo si riesce a reperire ancora

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21522
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  pluto on Wed Jul 09, 2014 11:13 am

    1) l'inarrivabile Supex Ruby sopra tutte, poi la 3300D, 2200 e la 1000

    Ma già la serie 900 regala ottime emozioni. Tra le varie versioni ho sempre preferito quella a bassa uscita. Quella ad alta uscita l'ho tenuta per un po' e poi devo averla data via con qualche cambio di giradischi

    2) sicuramente oggi ci sono pezzi di ricambio ottimi (o talvolta superiori se preferisci).  Il problema è che snaturano o modificano completamente il suono originario.  Il che può anche essere in meglio in certi casi.

    3) penso che vada studiato caso x caso a partire dal modello, dalle sue condizioni e dal costo della sistemazione.
    Ho spesso detto che mai pagherei alte cifre x una Kiseki minerale rotta x dover aggiungere poi pezzi Benz o Garrott o VDH. In quel caso preferirei comprarmi l'ultimo modello prodotto da VDH o Benz.
    Ovviamente dipende dal prezzo che si spunta. Le poche Kiseki sono normalmente da gioiellieri ma se se ne trovasse una rotta a qualche centinaio di euro, magari ci si può fare un pensierino anche dovendo fare le modifiche

    Lasciando stare le follie, e pensando ad una più comune Supex 901, il problema è che fare. E senza avere dati certi x me è  difficile giudicare.
    Se si trova rotta a 100/200 euro e la riparazione costa 250/300, può valere la pena.  Se costa da 500/600 euro x me no. Preferisco una Glider o qualcos'altro 100% nuovo

    Penso sia difficile suggerire un modus operandi valevole x ogni caso.  Va un po' studiata la situazione.

    E la cosa si complica ancor più x le testine oggetto del tuo 3D che non sono le Supex o le Kiseki o le Koetsu etc
    La top di Yamaha non è che fosse così nota all'epoca.  Oggi a trovarla si pagherebbe assai poco. Ma poi vale la pena? Non saprei.
    Idem x le Technics che ancora si trovano in Japan.

    Studierei un po' la cosa x benino
    Ma comunque sono solo mie considerazioni personali. Ognuno può pensare liberamente il contrario  sunny 

    spassk522
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 24
    Data d'iscrizione : 2012-01-28
    Età : 62
    Località : Ercolano

    re

    Post  spassk522 on Wed Sep 24, 2014 12:58 am

    Beh una Yamaha top di gamma la posseggo ha fatto un po le bizze, ora suona splendidamente su un Denon 7700 connessa direttamente al phono mc del C22
    Fra le vecchie testine che posseggo amo molto L'Ortofon mc 30 per raffinatezza e linearità, s'abbina molto bene allo step up Supex std 1000
    Altra Ortofon che a me piace assai è la SL15E più viscerale e meno raffinata ottima per il rock, le due ortofon hanno entrambe un uscita inferiore a 0,01 mv e quindi abbisognano dello step up
    Amo anche la Supex 900 meno estesa delle Ortofon ma con una splendida gamma media
    Altrettanto splendida la gamma media della Cello (Mijaby Standard)
    Non sono riuscito invece a far suonare come si deve la Sony 44L, ci riproverò
    Fra i classici non sono mai riuscito ad amare la Karat

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  Massimo on Wed Sep 24, 2014 11:47 am

    Confermo. sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    alanford
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1240
    Data d'iscrizione : 2012-06-03
    Località : monza

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  alanford on Sat Sep 27, 2014 1:50 am

    spassk522 wrote:Beh una Yamaha top di gamma la posseggo ha fatto un po le bizze, ora suona splendidamente su un Denon 7700 connessa direttamente al phono mc del C22
    Fra le vecchie testine che posseggo amo molto L'Ortofon mc 30 per raffinatezza e linearità, s'abbina molto bene allo step up Supex std 1000
    Altra Ortofon che a me piace assai è la SL15E più viscerale e meno raffinata ottima per il rock, le due ortofon hanno entrambe un uscita inferiore a 0,01 mv e quindi abbisognano dello step up
    Amo anche la Supex 900 meno estesa delle Ortofon ma con una splendida gamma media
    Altrettanto splendida la gamma media della Cello (Mijaby Standard)
    Non sono riuscito invece a far suonare come si deve la Sony 44L, ci riproverò
    Fra i classici non sono mai riuscito ad amare la Karat

    a quale yamaha ti riferisci?
    Io ho una ortofon hmc 30, simile alla tua ma con un'uscita di 0.4 e sono davver soddisfatto
    sempre della ortofon ho acquistato a circa 100 euro un interessantissima testina , meno conosciuta ma con dati tecnici davvero di qualita'
    http://ortofon.com/hifi/products/historical-products/ortofon-mc-200


    spassk522
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 24
    Data d'iscrizione : 2012-01-28
    Età : 62
    Località : Ercolano

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  spassk522 on Sat Sep 27, 2014 10:39 am

    La Yamaha è una MC1 che, per qualità del suono mi ha veramente sorpreso.
    Non conosco la MC 200, ma non faccio fatica ad immaginare che vada bene, ortofon cattive non ne ho ancora sentite.

    alanford
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1240
    Data d'iscrizione : 2012-06-03
    Località : monza

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  alanford on Tue Sep 30, 2014 6:52 pm

    spassk522 wrote:La Yamaha è una MC1 che, per qualità del suono mi ha veramente sorpreso.
    Non conosco la MC 200, ma non faccio fatica ad immaginare che vada bene, ortofon cattive non ne ho ancora sentite.

    Type MC cartridge
    Armature Air core coil plate laminated aluminum thin film (layer 2)
    Magnetic circuit Yokuresu, dual magnetic circuit differential
    Conversion characteristic Differential manner
    Vibration system One-point suspension
    Stylus Diamond 0.1mm special elliptical stylus angle
    Cantilever High-purity beryllium, tapered pipe
    Equivalent mass vibration system 0.25mg
    Braking system Shear bond braking system I seat
    Housing case Rigid die-cast aluminum structure
    Output voltage 0.2mV (1kHz, 5cm/sec, Peak45 °)
    Channel balance More than 28dB (1kHz)
    more than 25dB (10kHz)
    over 20dB (20kHz)
    Electrical impedance (Within 20% pure resistance, balance) 30Ω ± 20%
    Playback frequency range 10Hz ~ 20kHz (capacity: 60kHz)
    Needle pressure 1.8 ± 0.2g
    Static compliance 38 × 10 -6 cm / dyne (twenty-five ° C.)
    Dynamic compliance Eleven × 10 -6 cm / dyne (twenty-five ° C.)
    Vertical tracking angle 20 ° ± 2 °
    Needle tip Special elliptical diamond stylus 8 × 40 micron
    Weight MC-1X: 18.5 ± 0.1 g
    MC-1S: 7.8 ± 0.1 g
    Needle exchange Body replacement (\ 31,500): MC-1X
    MC-1S: body replacement (\ 24,500)

    interessante, anche se presumo che la compliace sia presa a 100 hz come per gran parte delle testine giapponesi

    The MC-1 has some desirable features. It's an air core coil, meaning it has no magnet or permeable material in the coil. This is like a air core speaker inductor, as opposed to an iron core. Also, beryllium hasn't been used for a long time in cantilevers, due to toxicity. But this isn't just a flat piece of beryllium, it's a tapered pipe. I'm assuming pipe means tube, which has superior rigidity and is light weight. Sometimes translations are inexact. Finally, it seems like the cart was mfg to have a user replaceable body. When the tip wore out, the whole motor assembly could be removed from the carrier, and replaced with new. This is the same as the Pioneer 401-MC,

    veramente interessante!

    spassk522
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 24
    Data d'iscrizione : 2012-01-28
    Età : 62
    Località : Ercolano

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  spassk522 on Tue Sep 30, 2014 10:02 pm

    Vedo purtroppo che tu sei di Monza, ti invito comunque quando vuoi a venirla a sentire da me.
    A proposito di anticaglie volevo segnalare un trittico a mio avviso stupefacente
    Giradischi JVC QLF6, bruttino tutto alluminio, ma costruito meglio della corazzata Potemkin, pesante col braccio automatico con interessanti regolazioni però, motore credo quanto di meglio la tecnologia dei tardi settanta sapesse fare, suono, beh ho levato un Garrard 401 con braccio Acos Gst 1, perché va meglio e non di poco, manca quel gradevole calore in gamma bassa, ma è tutto più esteso più preciso senza essere minimamente sgradevole
    Testina Ortofon SL15E, ampiamente dimenticata in favore della precedente SPU e delle successive MC 30 e 20, come suono, secondo me si posiziona in mezzo, bella dinamica e punch, bassissima uscita, legge a due grammi ed un braccio di massa media va bene
    Step up Supex STD 1000, si accoppia perfettamente all'ortofon, la tira su in modo da farla suonare dinamica e, di suo, ci mette una straordinaria ricchezza armonica

    vinil62
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 102
    Data d'iscrizione : 2014-10-01
    Età : 54
    Località : MILANO

    TESTINE VINTAGE

    Post  vinil62 on Sun Oct 05, 2014 9:17 am

    Ciao, il mio parere:

    - non acquistate testine vintage o da negozi che le hanno a stock perchè nella maggior parte dei casi soprattutto per le vintage le parti tenere hanno perso elasticità.
    - la denon dl 103 rimane insuperata per qualità, prezzo e capacità di tracciare.

    alanford
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1240
    Data d'iscrizione : 2012-06-03
    Località : monza

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  alanford on Sun Oct 05, 2014 1:55 pm

    vinil62 wrote:Ciao, il mio parere:

    - non acquistate testine vintage o da negozi che le hanno a stock perchè nella maggior parte dei casi soprattutto per le vintage le parti tenere hanno perso elasticità.
    - la denon dl 103 rimane insuperata per qualità, prezzo e capacità di tracciare.

    amico mio  

    io ho acquistato numerose testine vintage, molte di queste fatte controllare e ti dico che NESSUNA ha avuto i problemi che dici tu
    e tutte suonano alla grande sunny  
    il fatto che tu sostenga che la Denon Dl 103 sia insuperata per qualita' e capacita' di tracciare denota che non hai molta esperienza in materia
    ascolta a me, prendi sempre con il beneficio del dubbio le cazz.........ehm  le inesattezze che leggi su internet e soprattutto frequenta l'unico forum dove puoi trovare una sezione analogica degna di tal nome sunny

    spassk522
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 24
    Data d'iscrizione : 2012-01-28
    Età : 62
    Località : Ercolano

    Re: testine vintage di qualita' passate nell'oblio

    Post  spassk522 on Sun Oct 05, 2014 3:52 pm

    Mah, posseggo una discreta collezione di testine vintage, per l'esattezza una Cello, due Ortofon MC30, una SL15E, una Supex 900, una Yamaha mc1 ed una Sony XL44 e nessuna, dico nessuna da segni di indurimento delle sospensioni.Di testine in tanti anni ne ho rotta qualcuna che ancora mi dispiace, nessuna è ancora arrivata a fine carriera di morte naturale. D'altra parte sulla durata dei diamanti si va dalle 500 ore indicate dalla Sony alle 10.000 indicate dalla Mijabi, io incomincio a pensare che la seconda sia l'ipotesi corretta, d'altra parte basta pensare a quanti audiofili giapponesi sono orgogliosi e soddisfatti possessori delle SPU d'antan.
    Per mia opinione, e non solo mia, la 103 è un ottima testina economica, ma sempre economica è, c'è in giro tanto di meglio, poi uno se vuole si può anche accontentare.

      Current date/time is Mon Dec 05, 2016 3:36 pm