Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Orecchio e scienza - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Orecchio e scienza

    Share

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20

    Re: Orecchio e scienza

    Post  aircooled on Sat Feb 27, 2010 2:05 pm

    secondo voi quante volte è stato riprogettato questo prodotto prima di arrivare al risultato voluto
    e infine chi ha deciso e su che basi si era arrivati al risultato richiesto?

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Orecchio e scienza

    Post  aircooled on Sat Feb 27, 2010 2:07 pm

    Elcaset wrote:
    aircooled wrote:che banni? una volta tanto che si cerca di ragionare su solide basi non sofiste te vuoi banna? via stabbono che a me pare molto interessante aspettiamo gli interessanti sviluppi invece, questa potrebbe esse la volta bona che viene fuori qualcosa di serio

    Meno male, sono salvo per stavolta
    E poi l'ho aperta solo per curiosità, mica per provocare angel
    non c'è nessuna provocazione, si cerca solo di capire quanto gli audiofili sanno di cosa c'è dietro ai prodotti che tanto bramano


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Orecchio e scienza

    Post  Geronimo on Sat Feb 27, 2010 2:18 pm

    Dragon wrote:

    Io credo che, come tutte le cose, la verità stia nel mezzo; nel senso che senza misure, progetti ecc. non si parte neanche, ma poi, per l'affinamento di un determinato progetto, serve l'ascolto, e non un piccolo ascolto...a meno che quel progettista non abbia il gran sedere di trovare subito il suono che si èra prefissato. Si, perchè, sempre secondo me, ogni progettista dovrebbe avere un suono ben determinato in testa, prima di iniziare a fare qualsiasi cosa.
    Altrimenti,secondo me,(scusate se mi ripeto ma deve essere ben evidente) rischia di uscir fuori un'apparecchio che alle misure è perfetto mentre poi ascoltandolo non tocca minimamente emozionalmente. La peggior cosa che ci possa essere!

    Leggi attentamente i post n.5 e n.12. Non si affina il progetto con l'ascolto.
    Cito le parole di Air: una volta sviluppato un progetto che tecnicamente soddisfa tutti i parametri del capitolato poi si proceda con sedute di ascolto per provare la componentistica che ad orecchio soddisfa al meglio l'esaminatore


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Orecchio e scienza

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sat Feb 27, 2010 2:25 pm

    Però io prendo per attendibile l'affermazione di Air sulle modalità di progettazione di un prodotto audio.

    A questo punto mi vengono spontanee alcune domande/considerazioni:

    1. Perché ciclicamente i prodotti vengono riprogettati? Cioé, perché c'è una continua sostituzione dei modelli nei cataloghi? In alcuni casi (CD) si tratta di un problema di progresso tecnologico (architetture di conversione D/A, convertitori veri e propri, ecc. ecc.), ma nel caso degli altri prodotti? Una delle risposte potrebbe essere: il pubblico ha bisogno sempre di novità. Oppure: il prodotto X non ha venduto, cambiamo; oppure: il thrend del momento vuole in suono di questo tipo, i nostri prodotti non sono in linea, cambiamoli.

    2. Quello che dice Air spiegherebbe anche come mai dei prodotti molto validi dal punto di vista sonoro poi vengono comunque rimpiazzati in catalogo da prodotti che non sono necessariamente altrettanto bensuonanti.

    3. Ma allora sorge spontanea una domanda: il centrare un prodotto sonicamente superiore alla media allora è quasi un caso?



    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Orecchio e scienza

    Post  Geronimo on Sat Feb 27, 2010 2:28 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    1. Perché ciclicamente i prodotti vengono riprogettati?

    Perchè a volte si cambia progettista rimpiazzando il precedente che ha fatto delle cazzate


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: Orecchio e scienza

    Post  Dragon on Sat Feb 27, 2010 2:35 pm

    Elcaset wrote:
    Dragon wrote:

    Io credo che, come tutte le cose, la verità stia nel mezzo; nel senso che senza misure, progetti ecc. non si parte neanche, ma poi, per l'affinamento di un determinato progetto, serve l'ascolto, e non un piccolo ascolto...a meno che quel progettista non abbia il gran sedere di trovare subito il suono che si èra prefissato. Si, perchè, sempre secondo me, ogni progettista dovrebbe avere un suono ben determinato in testa, prima di iniziare a fare qualsiasi cosa.
    Altrimenti,secondo me,(scusate se mi ripeto ma deve essere ben evidente) rischia di uscir fuori un'apparecchio che alle misure è perfetto mentre poi ascoltandolo non tocca minimamente emozionalmente. La peggior cosa che ci possa essere!

    Leggi attentamente i post n.5 e n.12. Non si affina il progetto con l'ascolto.
    Cito le parole di Air: una volta sviluppato un progetto che tecnicamente soddisfa tutti i parametri del capitolato poi si proceda con sedute di ascolto per provare la componentistica che ad orecchio soddisfa al meglio l'esaminatore

    Ecco, queste parole me le èro perse, mi sembra allora che abbiamo detto entrambi la stessa cosa. Infatti,questo io intendevo per affinamento.

    Poi tu Air stesso puoi insegnarmi che certe volte, anche se un progetto alle misure è perfetto, ma sbagliato all'origine, spesso non suona , quindi si riparte con il discorso che non sempre gli strumenti possono dirci se una determinata elettronica suonerà ottimamente o meno.


    _________________
    Ai cavalli mettono i paraocchi...noi li abbiamo a corredo fin dalla nascita.

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: Orecchio e scienza

    Post  Dragon on Sat Feb 27, 2010 2:36 pm

    Elcaset wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    1. Perché ciclicamente i prodotti vengono riprogettati?

    Perchè a volte si cambia progettista rimpiazzando il precedente che ha fatto delle cazzate

    Già, ma alle misure strumentali quelle cazzate non apparivano...mentre all'orecchio si... e allora?


    _________________
    Ai cavalli mettono i paraocchi...noi li abbiamo a corredo fin dalla nascita.

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Orecchio e scienza

    Post  Geronimo on Sat Feb 27, 2010 2:42 pm

    Dragon wrote:
    Elcaset wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    1. Perché ciclicamente i prodotti vengono riprogettati?

    Perchè a volte si cambia progettista rimpiazzando il precedente che ha fatto delle cazzate

    Già, ma alle misure strumentali quelle cazzate non apparivano...mentre all'orecchio si... e allora?

    Non tirare sempre fuori "l'orecchio", con il termine "cazzate" si possono anche intendere errori che comportano una scarsa affidabilità di funzionamento del prodotto, non necessariamente "un suono che non piace".


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: Orecchio e scienza

    Post  Dragon on Sat Feb 27, 2010 3:28 pm

    Elcaset wrote:
    Dragon wrote:
    Elcaset wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    1. Perché ciclicamente i prodotti vengono riprogettati?

    Perchè a volte si cambia progettista rimpiazzando il precedente che ha fatto delle cazzate

    Già, ma alle misure strumentali quelle cazzate non apparivano...mentre all'orecchio si... e allora?

    Non tirare sempre fuori "l'orecchio", con il termine "cazzate" si possono anche intendere errori che comportano una scarsa affidabilità di funzionamento del prodotto, non necessariamente "un suono che non piace".

    Ho tirato fuori il discorso dell'orecchio perchè in effetti certe "cazzate" si percepiscono eccome, anche se non comportano affidabilità.


    _________________
    Ai cavalli mettono i paraocchi...noi li abbiamo a corredo fin dalla nascita.

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Orecchio e scienza

    Post  aircooled on Sat Feb 27, 2010 4:49 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Però io prendo per attendibile l'affermazione di Air sulle modalità di progettazione di un prodotto audio.

    A questo punto mi vengono spontanee alcune domande/considerazioni:

    1. Perché ciclicamente i prodotti vengono riprogettati? Cioé, perché c'è una continua sostituzione dei modelli nei cataloghi? In alcuni casi (CD) si tratta di un problema di progresso tecnologico (architetture di conversione D/A, convertitori veri e propri, ecc. ecc.), ma nel caso degli altri prodotti? Una delle risposte potrebbe essere: il pubblico ha bisogno sempre di novità. Oppure: il prodotto X non ha venduto, cambiamo; oppure: il thrend del momento vuole in suono di questo tipo, i nostri prodotti non sono in linea, cambiamoli.

    2. Quello che dice Air spiegherebbe anche come mai dei prodotti molto validi dal punto di vista sonoro poi vengono comunque rimpiazzati in catalogo da prodotti che non sono necessariamente altrettanto bensuonanti.

    3. Ma allora sorge spontanea una domanda: il centrare un prodotto sonicamente superiore alla media allora è quasi un caso?

    incredibile che un post del genere sia nato qua su un micro forum come il nostro perche dico questo? perche in milioni di post letti negli anni in tutti i forum del globo terracqueo mai mi ero imbattuto in una cosi disarmante, chiara e intelligente esposizione di pensiero posto fuori da ogni schema preconcetto, grande PPP
    fatti i meritati complimenti va detto che per rispondere in maniera compiuta e esauriente ai tuoi quesiti è nella pratica impossibile! perche richiedrebbe mesi di lavoro e una quantita di banda inimmaginabile
    però si può provare a postare qualche piccola particella di risposta che magari porta pure a spunti interessanti per la discussione
    1. Perché ciclicamente i prodotti vengono riprogettati?
    nel caso del digitale ti sei risposto già in maniera esauriente, per tutto il resto vigono un infinita di leggi la prima è il mercato, ogni componente per buono o cattivo che sia descrive nella sua vita una parabola , quindi parte da 0 per arrivare a 180° con l'apice a 90° quell'apice indica il punto di massimo interesse e vendita dell'oggetto dopo di che inizia la parabola di discesa, questi indipendentemente da quanto sia buono e performante l'oggetto, è il mercato non possiamo farci nulla, altro discorso è il progettista, ognuno all'interno delle leggi della fisica ha le sue idee e la sua esperienza, quando inizia un progetto nuovo non fa altro che applicare le sue conoscenze, nel proseguo del progetto ovviamente si trova sempre davanti a problemi e relative soluzioni nuove che accrescono la sua esperienza e che quindi in corso d'opera in qualche percentuale svieranno il progetto dalle linee già preimpostate, ovvio che comunque il nuovo che impara non potra essere applicato in toto al progetto, altrimenti dovrebbe ogni poco ricomiciare da capo di solito si utilizza la parte che rientra nelle specifiche e si rimanda alla prossima volta l'utilizzo per intero della nuova conoscenza, ecco perche ogni nuovo apparecchio e diverso dal vecchio, ma attenzione non ho detto meglio, ma solo diverso, questo perche quando raggiungi un traguardo se ne creano altri mille a seguire ...... e non tutti per le ragioni che ho detto prima possono essere perseguiti e raggiunti, quindi alla fine si arrivera sempre a un "compromesso" a volte migliore del precedente a volte(spesso) peggiore, e da li si ricomincia il giro
    Una delle risposte potrebbe essere: il pubblico ha bisogno sempre di novità.
    anche questa è una delle ferree leggi di mercato a cui nessuno è mai potuto sfuggire, il pubblico cambia con il tempo e cambiando gli attori cambiano le esigenze e soprattutto i gusti estetici e di ascolto (musica) oltre a questo cambiano pure gli ambienti domestici, quindi serve pure un nuovo equilibrio nell'economia dell'impianto
    Oppure: il prodotto X non ha venduto
    anche questo è uno dei motivi percui si riprogetta o più semplicemente si cerca un estetica più accativante e al passo coi tempi
    il thrend del momento vuole in suono di questo tipo, i nostri prodotti non sono in linea, cambiamoli.

    no questo no, non esiste un particolare suono del momento, certo se fai un prodotto inadatto agli ambienti e al gusto del momento ..... rischi di trovarti come cliente qualche vecchietto che ha mantenuto in tutto e pertutto sia gli ambienti che il modo di vivere e ascoltare di altri tempi, il vintage insegna, però un progettista non può copiare cose fatte da altri in altri tempi e sperare di viverci, almeno che non parliano del solito artigiano di super nicchia, ma non è questo il succo che ci interessa
    2. Quello che dice Air spiegherebbe anche come mai dei prodotti molto validi dal punto di vista sonoro poi vengono comunque rimpiazzati in catalogo da prodotti che non sono necessariamente altrettanto bensuonanti.

    in larga parte ho già risposto con il mercato e il fatto che un progettista cerca di andare sempre oltre, ma andare sempre e comunque oltre non significa migliorare a priori
    3. Ma allora sorge spontanea una domanda: il centrare un prodotto sonicamente superiore alla media allora è quasi un caso?
    può sembrare strano, ma spesso è cosi, specialmente nei diffusori, dove il "culo" conta per un buon 80% sul risultato finale


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Orecchio e scienza

    Post  aircooled on Sat Feb 27, 2010 4:50 pm

    Dragon wrote:
    Elcaset wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    1. Perché ciclicamente i prodotti vengono riprogettati?

    Perchè a volte si cambia progettista rimpiazzando il precedente che ha fatto delle cazzate

    Già, ma alle misure strumentali quelle cazzate non apparivano...mentre all'orecchio si... e allora?
    è esattamente il contrario, le cazzate agli strumenti non passano, all'orecchio non solo passano ma per alcuni diventano pure verita da venerare


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Orecchio e scienza

    Post  aircooled on Sat Feb 27, 2010 4:51 pm

    Dragon wrote:
    Elcaset wrote:
    Dragon wrote:
    Elcaset wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    1. Perché ciclicamente i prodotti vengono riprogettati?

    Perchè a volte si cambia progettista rimpiazzando il precedente che ha fatto delle cazzate

    Già, ma alle misure strumentali quelle cazzate non apparivano...mentre all'orecchio si... e allora?

    Non tirare sempre fuori "l'orecchio", con il termine "cazzate" si possono anche intendere errori che comportano una scarsa affidabilità di funzionamento del prodotto, non necessariamente "un suono che non piace".

    Ho tirato fuori il discorso dell'orecchio perchè in effetti certe "cazzate" si percepiscono eccome, anche se non comportano affidabilità.
    non capisco cosa intendi per cazzate


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Orecchio e scienza

    Post  aircooled on Sat Feb 27, 2010 4:58 pm

    Dragon wrote:
    Elcaset wrote:
    Dragon wrote:

    Io credo che, come tutte le cose, la verità stia nel mezzo; nel senso che senza misure, progetti ecc. non si parte neanche, ma poi, per l'affinamento di un determinato progetto, serve l'ascolto, e non un piccolo ascolto...a meno che quel progettista non abbia il gran sedere di trovare subito il suono che si èra prefissato. Si, perchè, sempre secondo me, ogni progettista dovrebbe avere un suono ben determinato in testa, prima di iniziare a fare qualsiasi cosa.
    Altrimenti,secondo me,(scusate se mi ripeto ma deve essere ben evidente) rischia di uscir fuori un'apparecchio che alle misure è perfetto mentre poi ascoltandolo non tocca minimamente emozionalmente. La peggior cosa che ci possa essere!

    Leggi attentamente i post n.5 e n.12. Non si affina il progetto con l'ascolto.
    Cito le parole di Air: una volta sviluppato un progetto che tecnicamente soddisfa tutti i parametri del capitolato poi si proceda con sedute di ascolto per provare la componentistica che ad orecchio soddisfa al meglio l'esaminatore

    Ecco, queste parole me le èro perse, mi sembra allora che abbiamo detto entrambi la stessa cosa. Infatti,questo io intendevo per affinamento.

    Poi tu Air stesso puoi insegnarmi che certe volte, anche se un progetto alle misure è perfetto, ma sbagliato all'origine, spesso non suona , quindi si riparte con il discorso che non sempre gli strumenti possono dirci se una determinata elettronica suonerà ottimamente o meno.
    se trovi uno che ti dice: dammi le misure e ti diro come suona..... digli da parte mia che è un cretino patentato! le misure tutte servono per capire cosa non FUNZIONA a dovere, non per sapere come suona che è un semplice concetto SOGGETTIVO, quello che suona per me a te può semplicemente fare schifo o viceversa, oppurato questo rimane comunque imprescindibile affidarsi alle misure per sapere cosa si sta facendo e dove si vuole andare a parare, fuori da questo ci si affida alla pura fede, ma Dio è piuttosto restio ad elargire miracoli in HIFI


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Orecchio e scienza

    Post  iano on Sat Feb 27, 2010 11:10 pm

    Qui la discussione langue.
    Coraggio sofisti facciamoci avanti..Rispondiamo in massa alla sfida che ci è stata lanciata.
    O è che magari lo siete sofisti e neanche lo sapete.
    Se lo siete allora la notizia cattiva è che i sofisti vengono disprezzati in quanto profittando della loro eloquenza sono in grado di dimostrare che il bianco è nero e che il nero è bianco al solo scopo di lucro.
    La notizia buona è che vengono considerati maestri di vita nella misura in cui la vita è un inviluppo di parole e qui sul forum lo è senz'altro.
    La notizia comica è che a volte poi i sofisti si imbrogliano da soli al punto che qualcuno lo trovi allo stadio a tifare bianconero, indifferentemente Juventus,Ascoli ,la Spezia o Udinese,in chiaro stato confusionale.
    Infine,se non s'è capito,Io ne sono un perfetto prototipo.
    A riprova di ciò è dodici anni che conduco una "ricerca" sui cavi di segnale e di potenza dei quali proprio in questi giorni ho confezionato l'ennesima versione MKn,usando solo le orecchie,per miei limiti,e per divertimento,dove n stà per versione definitiva e per l'ennesima volta che lo dico.
    E la prova sta che nel fare questo lavoro mi sono lasciato andare alle più sfrenate fantasie.
    Ho fatto ragionamenti con logiche incoerenti e ne ho usato diverse contemporaneamente bevendomi una dopo l'altra tutte le balle che mi sono raccontato rendendomi così soggetto ed oggetto al contempo di ogni nefandezza sofistica, avendo inoltre cura di dimenticare preventivamente quel poco di scienza che sapevo.Ma almeno e finora non ho fatto del male a nessuno.Finora.perchè non si può mai sapere nella vita.Metti che domani decida di aprire un negozio di hifi.
    Tutte le chiacchiere così autoprodotte e in parte anche esternate incautamente sui forum (quante me ne hanno dette) sono state comunque solo un catalizzatore che non appaiono sul prodotto finito,definito e definitivo,sul quale posso dire solo poche cose e solo allo scopo di indurre in voi curiosità.
    Anzi una sola :cavo di segnale e cavo di potenza sono esattamente lo stesso cavo,a meno ovviamente delle terminazioni e della lunghezza,nel senso che ogni cavo è lungo quanto basta.
    Si tratta comunque del genuino prodotto delle sole orecchie e potete ascoltarlo venendomi a trovare quando volete qui in manico....
    Pardon,volevo dire che lo porterò alla prima occasione che avremo di incontrarci.
    Nel caso che poi ascoltandoli questi cavi vi sorprenderete,come io credo,voglio però chiarire fin d'ora che io credo nel determinismo e nei rapporti di causa ed effetto che costituiscono l'intelaiatura delle teorie scientifiche e inoltre sono un profondo ammiratore di Galileo; e che quindi se converrete con me che i miei cavi sono sorprendenti in quanto a fedeltà questo varrà per me come conferma che la loro struttura tiene a bada in modo ottimale un qualche effetto deleterio che io però non sò qual'è nè quindi tantomeno se è un effetto noto e già descritto dalla letteratura scientifica.E non lo sò perchè nel mio lavoro non ho usato il metodo scientifico,o quantomeno non mi sono curato di usarlo se non nella misura in cui,come io fortemente sospetto,questo non faccia parte del nostro connaturato modo di interfacciarci con la realtà.Se così fosse,come io credo sia,il cosidetto metodo scientifico altro non sarebbe che la presa di coscienza e quindi della codificazione di qualcosa che a noi è congenito.
    Comunque se così andranno le cose,cioè se riuscirò a sorprendervi, allora dovremo ammettere che le orecchie hanno ancora il loro peso nell'ambito della ricerca naturale,e che non sono quindi le semplici appendici del classico pollo audiofilo da spennare da parte dei soliti sofistici negozianti (cosa che ahimè è pure vera),e che l'averle messe fuori dalla porta nell'ambito della ricerca scientifica ufficiale è stato un atto di puro pregiudizio.
    Non è mia intenzione prevenire le vostre critiche che spero anzi numerose,ma solo dire che le sole critiche preventive resterebbero lettera morta per quanto gradite,se non seguite poi dalle critiche ad ascolto dei cavi avvenuto.
    La parte vitale credo sia infatti verificare quante di queste critiche verranno poi confermate o modificate e se modificate come.
    Una questione quindi solo e puramente riguardante la sfera umana,che comprende noi quindi ,e le nostre orecchie,ma anche la scienza e i suoi strumenti,non discriminando questi ultimi se non sono,o quantomeno non ancora sono,incollate a noi come lo sono le vecchie orecchie.
    Qualcuno ha fatto esperienze assimilabili?
    Un saluto dal manic.... : ....da Genova.

    Sofisticamente vostro,Sebastiano.

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Orecchio e scienza

    Post  aircooled on Sun Feb 28, 2010 12:23 am

    uncio capito un cazzo ma mi piace


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Orecchio e scienza

    Post  iano on Sun Feb 28, 2010 1:39 am

    aircooled wrote:uncio capito un cazzo ma mi piace
    Ottima sintesi di quello che io penso dei miei cavi. affraid
    Vabbè,ci sarebbe da dire di più,di geometrico,ma No
    Ciao,Sebastiano.

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Orecchio e scienza

    Post  aircooled on Sun Feb 28, 2010 9:26 am

    dicci dicci la geomentria nei cavi è un fattore importantissimo


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Orecchio e scienza

    Post  Geronimo on Sun Feb 28, 2010 9:44 am

    aircooled wrote:dicci dicci la geomentria nei cavi è un fattore importantissimo

    OT

    Se i diffusori presentano una impedenza prevalentemente resistiva su tutta la banda audio, è vero che i cavi di potenza hanno un'influenza più limitata?


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: Orecchio e scienza

    Post  Dragon on Sun Feb 28, 2010 10:07 am

    aircooled wrote:
    Dragon wrote:
    Elcaset wrote:
    Dragon wrote:
    Elcaset wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    1. Perché ciclicamente i prodotti vengono riprogettati?

    Perchè a volte si cambia progettista rimpiazzando il precedente che ha fatto delle cazzate

    Già, ma alle misure strumentali quelle cazzate non apparivano...mentre all'orecchio si... e allora?

    Non tirare sempre fuori "l'orecchio", con il termine "cazzate" si possono anche intendere errori che comportano una scarsa affidabilità di funzionamento del prodotto, non necessariamente "un suono che non piace".

    Ho tirato fuori il discorso dell'orecchio perchè in effetti certe "cazzate" si percepiscono eccome, anche se non comportano affidabilità.
    non capisco cosa intendi per cazzate

    Per cazzate intendo.....che sò, magari uno si sbaglia a fare le misure ... e tutti pensano che tutto sia a posto.....e poi magari c'è qualcuno che anche con il solo ascolto sente che qualcosa non và...non suona. Questo intendo per cazzate!


    _________________
    Ai cavalli mettono i paraocchi...noi li abbiamo a corredo fin dalla nascita.

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Orecchio e scienza

    Post  aircooled on Sun Feb 28, 2010 10:24 am

    le misure non si sbagliano, caso mai si falsificano, a quel punto l'oggetto se non risponde a certe leggi vai sicuro che vende molto poco, almeno quando il livello di prezzo è alto, a basso costo le esigenze sono diverse


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Orecchio e scienza

    Post  aircooled on Sun Feb 28, 2010 10:27 am

    Elcaset wrote:
    aircooled wrote:dicci dicci la geomentria nei cavi è un fattore importantissimo

    OT

    Se i diffusori presentano una impedenza prevalentemente resistiva su tutta la banda audio, è vero che i cavi di potenza hanno un'influenza più limitata?
    diciamo che i cavi hanno sempre influenza limitata, siamo noi che amplifichiamo la loro valenza, comunque se metti un cavo molto capacitivo su un diffusore che di suo è altrettando capacitivo nel carico potresti mettere in crisi alcuni ampli vista cosi è vero quello che dici


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Ospite
    Guest

    Re: Orecchio e scienza

    Post  Ospite on Sun Feb 28, 2010 11:22 am

    Alle volte si gioca sporco.....e dunque, intervengo perchè faccio parte NON della schiera dei sofisti,dei relativisti, e di tutte quelle catalogazioni a voi tanto care, ma solo perchè di certo non faccio parte di quelli che vogliono far passare l'HIFI, come un concetto attinente al RAZIONALE. Se proprio dovete catalogarmi perchè noto che vi piace tanto appiccicare delle etichette, datemi dell'individuo che giudica solo sulla base di quello che ascolta, e ha pareri positivi o negativi solo in conseguenza di ciò che mi emoziona.

    Il concetto per il quale non sono fin qui intervenuto, non è perchè come sostiene AIR, "l'unica discussione non audiofila di tutto il forum, infatti i soliti sofisti ben si guardano da parteciparvi" o altre simil frasi e/o affermazioni messe ad arte per far cadere in una pseudo trappola chi non la pensa in un certo modo....

    La verità è semplicemente...che non ho quasi nulla da obbiettare, quasi nulla da condividere,quasi nulla da contestare. E parlo per ME:
    Io ascolto un apparecchio HIFI.
    Se mi piace (leggasi emoziona) lo prendo. Dopodichè: Se quest'oggetto è stato costruito da una persona competente o meno, non è di mio interesse. Se l'oggetto sia stato prima partorito su carta o sia frutto di estemporaneità, non mi è dato saperlo, ma soprattutto non mi interessa. Se la componentistica di questo oggetto sia di primo o ultimo ordine, non mi interessa. Se la disposizione interna degli oggetti segui un criterio ingegnieristico da protocollo, o sia messo lì a membro di segugio, non ho interesse nel valorizzarlo o disprezzarlo. Se il progetto sia stato partorito su carta, o sia frutto della estemporanietà, non è una notizia che non mi fa dormire la notte....e via dicendo. Tutto ciò che c'è a monte in fase di progettazione ed esecuzione e tutto ciò che c'è a valle in termini di prezzo,pubblicità,riscontro,ecc.ecc. mi è del tutto completamente indifferente.
    L'UNICA cosa di MIO interesse è che quando lo ascolto mi emoziona.
    E dunque....siccome il mio percorso in HIFI (non mi definisco ne audiofilo ne musicologo,ecc.ecc...non mi definisco in genere), mi ha portato a comprare oggetti costosi e meno costosi, oggetti blasonati o criticati, oggetti progettati da gente alle primissime armi o ingegneri navigati, costruiti benissimo o costruiti male,ecc.ecc. e tutto questo perchè sia negli uni che negli altri avevo comunque trovato qualcosa che mi emozionasse.................Per tutti questi motivi, personalmente sono dell'idea che a me possono indifferentemente piacere oggetti fatti con i piedi e oggetti fatti con criterio. Per questo motivo non intervengo in tutto questo. A parer mio il concetto che una valida teoria fatta da leggi della fisica, criterio costruttivo, e materiali prestigioosi sia sinonimo di oggetto VALIDO, altro non provoca che indifferenza. Non perchè non sia un criterio valido. Ci mancherebbe. Ma perchè a me deve emozionare non deve entusiasmare all'idea di come sia stato fatto, con cosa sia stato fatto, dal cognome di colui che lo ha generato, ecc.ecc. Per me se il fruttivendolo sotto casa si ingegna nel costruire un amplificatore prendendo informazioni costruttive su un sito internet o simili, e lo fa con materiale di pessimo ordine....ma in barba a tutto ciò l'oggetto a me emoziona....IL DISCORSO finisce qui.
    In parole povere......e senza voler svilire niente e nessuno non sono intervenuto fin'ora perchè in realtà il 3d in questione mi sembra il solito spartiacque tra 2 fazioni che sembra si siano forzatamente costituite (quelle a cui a voi piace dare catalogazioni). Siccome anche io vedo nel forum 2 fazioni (ma potrebbero essere 3,4,5....) ma NON ritengo assolutamente ne che l'una ne che l'altra abbia ragione o torto, e non trovo nemmeno giusto chiamarle fazioni, ma bensì gruppi, non vedo il motivo di intervenire. Mi sembra che ognuno di noi abbia più volte sviscerato le proprie posizioni. Io le ho capite. Rispetto il principio della fazione a me opposta (si dice così???)ma non lo condivido. E credo che la fazione a me avversa (si dice così), abbia capito e non condivida la mia. Tutto come prima, tutto come normale che sia, tutto secondo un imprescindibile criterio : La diversià di vedute.


    Last edited by pavel on Sun Feb 28, 2010 11:38 am; edited 1 time in total

    Ospite
    Guest

    Re: Orecchio e scienza

    Post  Ospite on Sun Feb 28, 2010 11:35 am

    Per prendere ad esempio, una frase non mia.....cerco di far capire. In modo completamente acritico...e solo per porre sotto i riflettori quello che potrebbe essere il mio pensiero.
    La frase è di Air:

    ...."è esattamente il contrario, le cazzate agli strumenti non passano, all'orecchio non solo passano ma per alcuni diventano pure verita da venerare...."

    Ecco. Se quelle "cazzate"...al mio orecchio passano, alla mia anima emozionano, la finalità è quella per la quale la mia razionalità....di sicuro venera quell'oggetto.
    Senza entrare nel merito: Questo da modo di appurare quanto alle volte possano essere distanti 2 posizioni. Facendo un passettino avanti, dico che a me questo divario enorme,mi lascia completamente indifferente (nel senso buono). Non mi sconvolge, non mi lascia perplesso non significa e non cambia nulla in prospettiva hifi. Non dico ne che air sia sordo....ne che sia uno che non capisce nulla,ne un idiota che ti trascina nel discorso poi ti batte con l'esperienza, ne che abbia un modo di pensare sbagliato, ne che sia un razionale,un logico, un sensato, e neppure nessun'altra catalogazione. Lo considero solo una persona che vede lo stesso problema in maniera molto DIVERSA dalla mia. Tutto SEMPLICEMENTE..qua.

    Per me non esistono fazioni, non esistono sponde di fiumi, non esistono gruppi. Esiste un numero di persone che inseguono una finalità : Quella di ascoltare beneun impianto. Ognuno di noi ha un concetto della parola bene, ed ognuno la persegue per le strade più diverse e disparate.

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Orecchio e scienza

    Post  iano on Sun Feb 28, 2010 11:55 am

    aircooled wrote:dicci dicci la geomentria nei cavi è un fattore importantissimo
    Non dirò qual'è la particolare geometria usata.
    Dico invece che è stata selezionata fra tutte le possibili provandole proprio tutte in dodici anni senza alcun pregiudizio anche quelli sacrosanti deducibili dalla sana teoria elettrica.Ciò ha senso solo se uno si diverte al gioco del vediamo come suona questo e vediamo come suona quello e così è stato per me.
    Caso vuole poi che la geometria trovata e scelta fra tutte collida non poco con le previsioni teoriche.
    Questo non significa che ,se all'ascolto confermerete con me la bontà del cavo,vorrà dire che tali deduzioni siano errate o che lo sia addirittura la teoria,ma semplicemente che c'è un qualche effetto (ed io non sò quale) che se rientra fra quelli noti,allora deve essere stato sottovalutato.
    Se è così però,visto che tutti gli effetti sono stati scandagliati e pesati dalla scienza ufficiale, l'unica spiegazione logica per ciò allora è che a tale effetto
    il nostro sistema percettivo è sensibile più di qualunque altro strumento usato finora.
    Naturalmente tutto se confermerete con me la bontà del cavo che oltretutto nei limiti delle poche prove effettuate su impianti diversi dal mio sembra essere abbastanza indipendente dall'impianto usato e in generale quindi ne deduco abbastanza indipendente dalle varie impedenze in gioco.
    La morale che traggo da questo lungo lavoro non è che le nostre orecchie siano più precise di uno strumento di misura,ma che dal nostro sistema percettivo, inteso nei termini di rilevamento ed elaborazione dati,abbiamo ancora molto da imparare.
    La mia opinione infatti è che,come ho già espresso, questo non usi "metodologie" diverse da quelle che noi usiamo coscientemente nelle nostre indagini scientifiche.
    L'unica differenza fra i due sistemi è che il metodo scientifico,nonostante i suoi impressionanti successi,sia di fatto ai primi vagiti rispetto ad un sistema percettivo modellato
    dall'evoluzione in milioni di anni.
    Comunque il mio approccio è stato,per miei limiti,sostanzialmente filosofico,ma non è stato per questo un approccio futile e si è basato sostanzialmente sulla mia personale opinione che mentre la scienza ha i suoi limiti che gli derivano dal proclamarsi strumento di verità
    il sistema percettivo da un lato è meno serioso e dall'altro ha invece sempre badato al sodo.
    In altri termini buona parte della nostra fisica è ancora metafisica,mentre l'apparente futile dimensione del gioco che la scienza sembra avere messo da parte è ciò che ha fatto realmente progredire l'umanità e che farebbe ancora progredire i nostri studenti all'università se solo ci si decidesse a reintrodurla a pieno titolo.
    Ciao,Sebastiano.
    P.S.Se poi i miei cavi non vi dovessero piacere,per me si è trattato comunque di un bel percorso di vita e di crescita culturale iniziato lavorando su banali fili,per miei limiti,quando invece avrei preferito lavorare su più sostanziosi amplificatori.

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Orecchio e scienza

    Post  Geronimo on Sun Feb 28, 2010 11:57 am

    Lo scopo di questo 3D non è di sapere quanto le misure o l'orecchio influiscono sulla scelta di un componente hi-fi da parte di un audiofilo bensì quanto influiscono sul progettista di un componente hi-fi e su questo Air è stato molto chiaro: vengono prima i principi dell'ingegneria elettro-acustica e solo successivamente, una volta sviluppato un progetto che tecnicamente soddisfa tutti i parametri del capitolato, poi si procede con sedute di ascolto per provare la componentistica che ad orecchio soddisfa al meglio l'esaminatore.


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Orecchio e scienza

    Post  iano on Sun Feb 28, 2010 12:09 pm

    Naturalmente siete ben accetti come volontari all'ascolto,ma nel vostro impianto che nel mio vi assicuro vanno alla grande.Il punto è infatti verificare che non sia una pura questione di sinergia e che ci sia di più.Posso solo aggiungere che l'uso di un NuForce Ref 9 è stato determinante nell'evoluzione del cavo.Sono cavi infatti che amano la grana fine proposta da questo tipo di amplificatori.
    Ciao,Sebastiano

      Current date/time is Mon Dec 05, 2016 1:36 pm