Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Mi spiegate com'è il suono valvolare? - Page 6
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Share

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6370
    Data d'iscrizione : 2009-11-06

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  lizard on Thu Mar 11, 2010 3:41 pm

    feel..forse non ci capiamo.
    qui non si tratta di dare o avere ragione.
    qui mad e krell stanno dicendo in sintesi,che il valvolare e lo stato solido suonano diversamente.
    a prescindere.io dai tuoi interventi leggo di macchine ben assemblate,di limiti,di bracci ben calibrati,di pre che se ben interfacciati suonano tutti uguali (!!!!!!!!)...che c'entra?
    facciamo una prova :
    accendiamo un integrato a tubi Audio Innovation 500 e gli colleghiamo dei diffusori a piacere,idem per il lettore.
    poi colleghiamo un integrato a stato solido,con la stessa configurazione.
    poi ci bendiamo e tiriamo ad indovinare cosa sta suonando.
    scommettiamo che qui almeno due persone individuano il suono magico dell'A.I 500?


    li(t)z

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Luca58 on Thu Mar 11, 2010 3:48 pm

    Ma lo indoviniamo perche' non e' di qualita'... Comunque l'AI 500, secondo le poche prove che ho fatto, suona in modo magico solo con pochissimi diffusori e tutti un po' particolari.

    Mi sfugge cosa usi IFEELGOOD per ascoltare musica; sarebbe utile saperlo per comprendere meglio il suo punto di vista (anche se considerare "I fell good" tra le leggende del rock mi sembra un po' tirata per i capelli...)


    Last edited by Luca58 on Thu Mar 11, 2010 3:52 pm; edited 1 time in total

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6370
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  lizard on Thu Mar 11, 2010 3:51 pm

    Luca58 wrote: Io una volta ho attaccato un Krell da 250W alle mie LS3/5a e sembrava "spompato" Laughing
    è già tanto che non ti abbia sfondato i woofers da 11 delle scatole da scarpe..
    santa

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Luca58 on Thu Mar 11, 2010 3:53 pm

    lizard wrote:
    Luca58 wrote: Io una volta ho attaccato un Krell da 250W alle mie LS3/5a e sembrava "spompato" Laughing
    è già tanto che non ti abbia sfondato i woofers da 11 delle scatole da scarpe..
    santa

    SEEEEEEE!!!! 'un ce la faceva nemmeno se lo spingevi a pedate affraid affraid affraid Potenziometro a "tutto bordone" !

    IFEELGOOD
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 50
    Data d'iscrizione : 2010-03-08

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  IFEELGOOD on Thu Mar 11, 2010 3:54 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    Altrimenti dovremmo poter dire che ogni amplificatore - stato solido o valvole, dato un diffusore ed un ambiente ed una sorgente - è indistinguibile sempre e comunque da altri amplificatori se non per dinamica. E la pratica di ciascuno di noi rende evidente che ciò è invece piuttosto falso. Anche per prodotti di qualità top.

    In quel grassetto c'è tutto e contemporaneamente non c'è nulla.

    Io non ho mai detto che:
    "ogni amplificatore - stato solido o valvole, dato un diffusore ed un ambiente ed una sorgente - è indistinguibile sempre e comunque da altri amplificatori"
    ho detto che le differenze a cui siamo abituati non sono motivate da caratteristiche intrinseche di quella tecnologia, ma unicamente da fattori "esterni" disturbanti o da errori progettuali che possono essere ridotti fin'anche eliminati al punto da rendere i due oggetti indistinguibili.
    Nel grassetto parli di "top" ed in parte è vero costruire progettualmente bene si può fare anche in prodotti non costosissimi ma per qualità dei componenti soprattutto il prezzo non sarà certo tra i più bassi, ma con "top" dicevo abbiamo detto tutto e abbiamo detto niente perché i fattori esterni restano e la competenza di chi assembla l'impianto è fondamentale.
    La pratica di ciascuno di noi è la più fuorviante delle argomentazioni, in quanto è da essa che nascono i maggiori e più temuti luoghi comuni dell'hifi.

    IFEELGOOD
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 50
    Data d'iscrizione : 2010-03-08

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  IFEELGOOD on Thu Mar 11, 2010 3:56 pm

    lizard wrote:feel..forse non ci capiamo.
    qui non si tratta di dare o avere ragione.
    qui mad e krell stanno dicendo in sintesi,che il valvolare e lo stato solido suonano diversamente.
    a prescindere.io dai tuoi interventi leggo di macchine ben assemblate,di limiti,di bracci ben calibrati,di pre che se ben interfacciati suonano tutti uguali (!!!!!!!!)...che c'entra?
    facciamo una prova :
    accendiamo un integrato a tubi Audio Innovation 500 e gli colleghiamo dei diffusori a piacere,idem per il lettore.
    poi colleghiamo un integrato a stato solido,con la stessa configurazione.
    poi ci bendiamo e tiriamo ad indovinare cosa sta suonando.
    scommettiamo che qui almeno due persone individuano il suono magico dell'A.I 500?


    li(t)z

    Mi scuso con te per non essere riuscito a spiegarmi, vediamo se andando avanti magari ci incontriamo su qualche punto

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Luca58 on Thu Mar 11, 2010 3:58 pm

    IFEELGOOD wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    Altrimenti dovremmo poter dire che ogni amplificatore - stato solido o valvole, dato un diffusore ed un ambiente ed una sorgente - è indistinguibile sempre e comunque da altri amplificatori se non per dinamica. E la pratica di ciascuno di noi rende evidente che ciò è invece piuttosto falso. Anche per prodotti di qualità top.

    In quel grassetto c'è tutto e contemporaneamente non c'è nulla.

    Io non ho mai detto che:
    "ogni amplificatore - stato solido o valvole, dato un diffusore ed un ambiente ed una sorgente - è indistinguibile sempre e comunque da altri amplificatori"
    ho detto che le differenze a cui siamo abituati non sono motivate da caratteristiche intrinseche di quella tecnologia, ma unicamente da fattori "esterni" disturbanti o da errori progettuali che possono essere ridotti fin'anche eliminati al punto da rendere i due oggetti indistinguibili.
    Nel grassetto parli di "top" ed in parte è vero costruire progettualmente bene si può fare anche in prodotti non costosissimi ma per qualità dei componenti soprattutto il prezzo non sarà certo tra i più bassi, ma con "top" dicevo abbiamo detto tutto e abbiamo detto niente perché i fattori esterni restano e la competenza di chi assembla l'impianto è fondamentale.
    La pratica di ciascuno di noi è la più fuorviante delle argomentazioni, in quanto è da essa che nascono i maggiori e più temuti luoghi comuni dell'hifi.

    Mi spiace, ma non riesco proprio a seguirti; anch'io avevo capito quello che avevano capito gli altri, che poco c'entra con le tue precisazioni attuali.

    Comunque magari sono io che ho bisogno di un altro caffe'... Laughing

    VADO SUBITO! cheers

    IFEELGOOD
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 50
    Data d'iscrizione : 2010-03-08

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  IFEELGOOD on Thu Mar 11, 2010 3:59 pm

    Luca58 wrote:Ma lo indoviniamo perche' non e' di qualita'... Comunque l'AI 500, secondo le poche prove che ho fatto, suona in modo magico solo con pochissimi diffusori e tutti un po' particolari.

    Mi sfugge cosa usi IFEELGOOD per ascoltare musica; sarebbe utile saperlo per comprendere meglio il suo punto di vista (anche se considerare "I fell good" tra le leggende del rock mi sembra un po' tirata per i capelli...)

    I feel good è nel significato il suo valore.
    Dimmi che impianto hai e ti dirò chi sei vero Luca ? affraid

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  aircooled on Thu Mar 11, 2010 4:01 pm

    Dimmi che impianto hai e ti dirò chi sei vero Luca ? affraid
    ma sei peggio di Bebo


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    IFEELGOOD
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 50
    Data d'iscrizione : 2010-03-08

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  IFEELGOOD on Thu Mar 11, 2010 4:05 pm

    aircooled wrote:
    Dimmi che impianto hai e ti dirò chi sei vero Luca ? affraid
    ma sei peggio di Bebo

    Bebo

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Luca58 on Thu Mar 11, 2010 4:08 pm

    aircooled wrote:
    Dimmi che impianto hai e ti dirò chi sei vero Luca ? affraid
    ma sei peggio di Bebo

    Mi sa anche a me...

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Luca58 on Thu Mar 11, 2010 4:15 pm

    IFEELGOOD wrote:
    Luca58 wrote:Ma lo indoviniamo perche' non e' di qualita'... Comunque l'AI 500, secondo le poche prove che ho fatto, suona in modo magico solo con pochissimi diffusori e tutti un po' particolari.

    Mi sfugge cosa usi IFEELGOOD per ascoltare musica; sarebbe utile saperlo per comprendere meglio il suo punto di vista (anche se considerare "I fell good" tra le leggende del rock mi sembra un po' tirata per i capelli...)

    I feel good è nel significato il suo valore.
    Dimmi che impianto hai e ti dirò chi sei vero Luca ? affraid

    Ma com'e' che mi sfugge sempre il senso delle tue affermazioni...saro' proprio stanco...

    Siccome fai spesso affermazioni di tipo assoluto abbastanza "particolari", forse sapere quale impianto ti ha permesso di arrivare alla Verita' sarebbe istruttivo.

    O sei un guru "nato imparato"?

    IFEELGOOD
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 50
    Data d'iscrizione : 2010-03-08

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  IFEELGOOD on Thu Mar 11, 2010 4:24 pm

    Luca58 wrote:
    IFEELGOOD wrote:
    Luca58 wrote:Ma lo indoviniamo perche' non e' di qualita'... Comunque l'AI 500, secondo le poche prove che ho fatto, suona in modo magico solo con pochissimi diffusori e tutti un po' particolari.

    Mi sfugge cosa usi IFEELGOOD per ascoltare musica; sarebbe utile saperlo per comprendere meglio il suo punto di vista (anche se considerare "I fell good" tra le leggende del rock mi sembra un po' tirata per i capelli...)

    I feel good è nel significato il suo valore.
    Dimmi che impianto hai e ti dirò chi sei vero Luca ? affraid

    Ma com'e' che mi sfugge sempre il senso delle tue affermazioni...saro' proprio stanco...

    Siccome fai spesso affermazioni di tipo assoluto abbastanza "particolari", forse sapere quale impianto ti ha permesso di arrivare alla Verita' sarebbe istruttivo.

    O sei un guru "nato imparato"?

    Non è stato difficile arrivare alla verità è bastato fare il contrario di quello che faceva la maggioranza degli audiofili affraid
    si finisce per non essere capiti ma guardare il mondo da un'altra prospettiva è assai rilevatore

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Luca58 on Thu Mar 11, 2010 4:42 pm

    Spesso e' proprio cosi', anche se io da molti audiofili che ne sanno molto piu' di me ho imparato quello che ci avrei messo 100 anni. Ancora di piu' ho imparato dalle mie passate esperienze di musicista; suonare uno strumento per conoscere la sensazione fisica delle vibrazioni che ti attraversano il corpo e per "tarare" l'orecchio lo consiglierei a tutti e non solo per l'HI-FI

    Se ti interessano le ipotesi alternative ti mando questo link, che comunque magari conosci gia':

    http://motxam.interfree.it/indexi.html

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Luca58 on Thu Mar 11, 2010 4:43 pm

    Non è stato difficile arrivare alla verità

    Senza parole

    IFEELGOOD
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 50
    Data d'iscrizione : 2010-03-08

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  IFEELGOOD on Thu Mar 11, 2010 4:47 pm

    Luca58 wrote:Spesso e' proprio cosi', anche se io da molti audiofili che ne sanno molto piu' di me ho imparato quello che ci avrei messo 100 anni. Ancora di piu' ho imparato dalle mie passate esperienze di musicista; suonare uno strumento per conoscere la sensazione fisica delle vibrazioni che ti attraversano il corpo e per "tarare" l'orecchio lo consiglierei a tutti e non solo per l'HI-FI

    Se ti interessano le ipotesi alternative ti mando questo link, che comunque magari conosci gia':

    http://motxam.interfree.it/indexi.html

    Grazie ci darò un'occhiata volentieri.

    Se hai piacere, però purtroppo è in Inglese ti svelo le mie verità

    http://theaudiocritic.com/plog/index.php?op=Default&Date=200911&blogId=1

    IFEELGOOD
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 50
    Data d'iscrizione : 2010-03-08

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  IFEELGOOD on Thu Mar 11, 2010 4:57 pm

    Quel poco che so l'ho imparato ascoltando questo:

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Luca58 on Thu Mar 11, 2010 5:06 pm

    Con le trombe vado poco d'accordo...

    IFEELGOOD
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 50
    Data d'iscrizione : 2010-03-08

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  IFEELGOOD on Thu Mar 11, 2010 5:08 pm

    Audiofili in cammino verso la meta:


    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  pepe57 on Thu Mar 11, 2010 6:16 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Fermo restando il discorso della sinergia che fa Ifeelgood (ma che fa giustamente anche Air e che io ho più volta fatto su queste pagine) non è vero che la tipologia di distorsione di un componente audio non influenzi la qualità audio a meno che non siamo al clipping, o comunque in regime critico di lavoro.

    Se ci confrontassimo con oggetti ideali, la distorsione delle elettroniche sarebbe zero e noi avremmo nel segnale riprodotto le sole armoniche prodotte dagli strumenti musicali (lasciando da parte per questione di semplicità quelle introdotte dai sistemi di registrazione e dai supporti - il cD per il rumore di quantizzazione, l'Lp per le imperfezioni nell'incisione del solco-, che anch'essi non sono lineari).

    Purtroppo un qualunque pre, finale, integrato, introducono delle distorsioni che vanno ad aggiungersi agli armonici registrati sul supporto. Quindi io non sento mai solo gli armonici della registrazione, ma sempre gli armonici della registrazione + quelli del sistema riproduttivo. A seconda dello spettro degli armonici aggiunti dal sistema di riproduzione io avrò connotazioni timbriche diverse del suono riprodotto. E' inevitabile.

    Le valvole in ogni regime di lavoro producono pochi o pochissimi armonici di ordine superiore, e molti armonici di ordine basso (2, 3, 4 ordine, rapidamente decrescenti di intensità). I transistor hanno molta meno seconda armonica e contributo di armonici superiori (oltre il 5° ordine) molto più rilevante che non le valvole.

    E' normale che quindi il suono del transistor sia più brillante, perché ricco di armonici più spostati verso l'acuto rispetto al segnale che li genera e che tale "colorazione" si aggiunga agli armonici contenuti nella registrazione.

    La valvola invece, producendo armonici di ordine più basso, tenderà ad essere molto meno virata verso il brillante, e tenderà a dare un "corpo" ai suoni fondamentali superiore rispetto allo SS perché l'effetto della seconda armonica all'orecchio umano non viene distinto come distorsione bensì come incremento di corposità della nota generante fondamentale.

    Era questo che voleva dire Krell2 credo, anche se io più logorroico di lui non mi sono limitato all'enunciato.

    Queste sono differenze che aldilà della sinergia all'interno dell'impianto, aldilà della tipologia del diffusore, aldilà della caratteristica della sorgente, sono intrinseche ai componenti valvola o transistor utilizzati. Poi ci possono essere circuitazioni che mettono maggiormente in evidenza queste differenze e circuitazioni che le minimizzano. Però sono differenze che ci sono e sono ineludibili.

    Così come è ineludibile dire che le valvole lavorano bene in tensione ed i transistor meglio in potenza. Che le valvole vanno abbinate bene al carico, che nel caso dei transistor di buona qualità è molto meno condizionante. Queste sono tutte caratteristiche che ognuno può magari usare anche a suo vantaggio, ma che sono inevitabili nelle vavole come nei transistor.

    P.S.: una nota sul discorso della dinamica dei CD rispetto a quella degli Lp. Non fraintendiamo il vizio di inserire programmi a bassa dinamica nel CD (che non dipende invero dal CD come supporto ma dalla diffusione dell'audio portatile in MP3 con Ipod e simili) con la reale qualità dinamica del supporto. Si può ben dire oggi che un vinile ben fatto lotta contro il rumore di fondo e la precisione del tornio di incisione così come il CD lotta contro il rumore di quantizzazione e la linearità della conversione A/D in fase di registrazione e D/A in fase di riproduzione. Su queste basi non ci sono motivi per ritenere che l'lp abbia potenzialmente maggior dinamica del CD. MOlte volte i confronti tra vinile e CD vengono fatti con registrazioni non confrontabili (diverso staff di mastering) e tra macchine di pregio non paragonabile (giradischi top contro CD player di fascia media).
    Poi certo differenze tra lp e CD ci sono, ma secondo me sono altre.



    Secondo me bisogna fare attenzione a quando si parla di valvola che produce + armonici di ordine basso rispetto allo ss che lo farebbe con quelli di ordine alto.
    La valvola distorce maggiormente sulle armoniche pari, lo ss sulle dispari è in questo preciso istante 8la distorsione di armonica) che noi percepiamo un incremento di intensità delle tonalità (+ acute per lo SS) ed un continuo senso di maggior "chiarezza" (vista da un lato) o "mancanza di corpo" (vista dall' altro); ma ss o tt non differiscono in quantità riproduttiva dei vari armonici (considerando fra l'altro che la valvola è + veloce del transistor non ve ne sarebbe ragione), proprio questa maggior velocità ci potrebbe fors eindirizzare sul modo diverso di distorcere dei due sistemi (quello si che qualitativamente è udibile).
    Pe rquanto riguarda LP vs CD, io sostengo da sempre che già il formato CD se fosse utilizzato bene (cioè ben sfruttato) potrebbe di sicuro sorpassare e di gran lunga Lp dinamicamente (non contemporaneamente anche in risposta in frequenza per quello ci vuole il SACD), però di fatto, causa motivi commerciali, non avviene ed in pratica è per questo che dinamicamente un LP (datato) è quasi sempre superiore ad un CD.
    Fare i raffronti fra LP e CD non ha molto senso , se il master è analogico, il CD è per forza perdente, se invece il master è Digitale perde, per lo stesso motivo, l' LP.
    Comunque provando discreti CDP vs discreti giradischi trovo che l'uso del CDP oltre ad un certo costo, ha poco senso in quanto non si discosta in modo davvero avvertibile da un CDP economico.
    Ovviamente, a mio gusto.
    Ciao!

    sunny sunny sunny

    Pietro

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  aircooled on Thu Mar 11, 2010 6:20 pm

    il modo migliore di utilizzare i tubi, fateci un bell'orologio MY- HIEND



    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  pepe57 on Thu Mar 11, 2010 6:32 pm

    aircooled wrote:il modo migliore di utilizzare i tubi, fateci un bell'orologio MY- HIEND




    WOW!
    E' una vera figata!!



    Neutral Neutral Neutral
    Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes

    sunny sunny sunny

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Pazzoperilpianoforte on Fri Mar 12, 2010 12:30 am

    IFEELGOOD wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    Altrimenti dovremmo poter dire che ogni amplificatore - stato solido o valvole, dato un diffusore ed un ambiente ed una sorgente - è indistinguibile sempre e comunque da altri amplificatori se non per dinamica. E la pratica di ciascuno di noi rende evidente che ciò è invece piuttosto falso. Anche per prodotti di qualità top.

    In quel grassetto c'è tutto e contemporaneamente non c'è nulla.

    Io non ho mai detto che:
    "ogni amplificatore - stato solido o valvole, dato un diffusore ed un ambiente ed una sorgente - è indistinguibile sempre e comunque da altri amplificatori"
    ho detto che le differenze a cui siamo abituati non sono motivate da caratteristiche intrinseche di quella tecnologia, ma unicamente da fattori "esterni" disturbanti o da errori progettuali che possono essere ridotti fin'anche eliminati al punto da rendere i due oggetti indistinguibili.
    Nel grassetto parli di "top" ed in parte è vero costruire progettualmente bene si può fare anche in prodotti non costosissimi ma per qualità dei componenti soprattutto il prezzo non sarà certo tra i più bassi, ma con "top" dicevo abbiamo detto tutto e abbiamo detto niente perché i fattori esterni restano e la competenza di chi assembla l'impianto è fondamentale.
    La pratica di ciascuno di noi è la più fuorviante delle argomentazioni, in quanto è da essa che nascono i maggiori e più temuti luoghi comuni dell'hifi.

    Solo per spiegare: per "prodotto di qualità top" ho voluto indicare quello che comunemente viene definito un prodotto che per qualità costruttiva e qualità sonora viene considerato un riferimento. Ho pensato che questa frase che dice tutto o nulla (come l'80% dei discorsi in audio d'altra parte), fosse preferibile a due righe di spiegazioni . Anche perché la frase fa riferimento ad un concetto condiviso da molti audiofili e, purtroppo, non sempre rapportato al prezzo del prodotto.

    Al contrario di te io invece credo che la tecnologia usata nel prodotto, anche se fosse perché spinge verso alcuni abbinamenti e scoraggia verso altri, è comunque fortemente condizionante il risultato del prodotto Hi-Fi. Almeno oggi come oggi.

    Io dopo tanti anni che mi diverto con l'Hi-Fi comunque di certezze ho solo questa: aldilà di alcune leggi imprescindibili al pari della legge di gravità, la verità, in Hi-Fi, non esiste semplicemente perché ognuno ha la sua. Anche se a volte pensa che sia la verità per tutti.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    BLUESMAN
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 562
    Data d'iscrizione : 2010-01-19
    Età : 65
    Località : Montreal

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  BLUESMAN on Fri Mar 12, 2010 12:41 am

    Pazzoperilpianoforte wrote:

    Io dopo tanti anni che mi diverto con l'Hi-Fi comunque di certezze ho solo questa: aldilà di alcune leggi imprescindibili al pari della legge di gravità, la verità, in Hi-Fi, non esiste semplicemente perché ognuno ha la sua. Anche se a volte pensa che sia la verità per tutti.

    Parole sante angel cheers


    _________________
    Il punto debole del mio impianto é il mio portamoneta
    La musica non contiene e non trasporta alcuna emozione, senò quella che si risente

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Pazzoperilpianoforte on Fri Mar 12, 2010 12:45 am

    pepe57 wrote:
    Secondo me bisogna fare attenzione a quando si parla di valvola che produce + armonici di ordine basso rispetto allo ss che lo farebbe con quelli di ordine alto.
    La valvola distorce maggiormente sulle armoniche pari, lo ss sulle dispari è in questo preciso istante 8la distorsione di armonica) che noi percepiamo un incremento di intensità delle tonalità (+ acute per lo SS) ed un continuo senso di maggior "chiarezza" (vista da un lato) o "mancanza di corpo" (vista dall' altro); ma ss o tt non differiscono in quantità riproduttiva dei vari armonici (considerando fra l'altro che la valvola è + veloce del transistor non ve ne sarebbe ragione), proprio questa maggior velocità ci potrebbe fors eindirizzare sul modo diverso di distorcere dei due sistemi (quello si che qualitativamente è udibile).
    ...

    Credo che stiamo dicendo le stesse cose ma in modo diverso. Se tu dici che la valvola distorce in ordine pari e il transistor no, stai dicendo che il primo contributo della valvola è la seconda armonica (percepita come rinforzo del suono fondamentale dall'orecchio), mentre il primo contributo armonico del transistor è la terza armonica (che viene chiaramente percepita come armonica distinta dal suono fondamentale e più acuta rispetto questo).
    La valvola poi presenta armonici di terza, quarta e quinta velocemente decrescenti come intensità e tende a presentare gli ordini superiori solo se spinta verso i limiti di erogazione propri. Il transistor ha le componenti pari invece meno rilevanti di quelle dispari, ma le dispari sono presenti anche facilmente oltre la quinta armonica e la pendenza di diminuzione di volume degli armonici è meno ripida.
    Pesando poi la quantità complessiva di armonici prodotti non saprei dire chi ne produce di più, valvola o SS, anche perché poi andrebbe visto in che condizioni di erogazione e se stiamo parlando di potenza o tensione. Ma io non intendevo parlare di più o meno armonici prodotti ma solo di distribuzione spettrale degli stessi.

    Sulla velocità della valvola rispetto al transistor sono perplesso... da quello che sapevo io la valvola dovrebbe essere più lenta del transistor come fronte di salita o di discesa, come dimostrerebbe il dato di slew rate nelle amplificazioni di potenza... mi sbaglio?


    Last edited by Pazzoperilpianoforte on Fri Mar 12, 2010 12:53 am; edited 1 time in total


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    danpa76
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 169
    Data d'iscrizione : 2010-02-07
    Età : 40
    Località : Milano

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  danpa76 on Fri Mar 12, 2010 12:50 am

    ma questo "suono caratteristico" legato alla seconda armonica riguarda in ugual misura le valvole di segnale e di potenza?
    ;)


    _________________
    IL SOGGIORNO DI DANPA76

    LE FOTO DI DANPA76

      Current date/time is Thu Dec 08, 2016 9:13 pm