Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Mi spiegate com'è il suono valvolare? - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Share

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5389
    Data d'iscrizione : 2010-01-16

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Rudino on Fri Feb 26, 2010 4:30 pm

    aircooled wrote:insalita ricciolina perfetta con la Chianina, buongustaio!

    Vedo che sai anche rivoltare la frittata... sunny

    Una frittatina?

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  piroGallo on Fri Feb 26, 2010 4:33 pm

    Rudino wrote:
    aircooled wrote:insalita ricciolina perfetta con la Chianina, buongustaio!

    Vedo che sai anche rivoltare la frittata... sunny

    Una frittatina?

    FRITTATINA????????? MAI!!!!!!! (Povere galline... che male............ )

    e poi è contro la legge sull'utilizzo degli embrioni.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  piroGallo on Fri Feb 26, 2010 4:35 pm

    certo che dal suono dei valvolari ne abbiamo fatta di strada, nel 3d... Laughing


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  piroGallo on Fri Feb 26, 2010 4:35 pm

    piroGallo wrote:certo che dal suono dei valvolari ne abbiamo fatta di strada, nel 3d... Laughing


    W l'OT!


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    Amministratore
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 234
    Data d'iscrizione : 2009-04-13

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Amministratore on Fri Feb 26, 2010 4:36 pm

    piroGallo wrote:
    piroGallo wrote:certo che dal suono dei valvolari ne abbiamo fatta di strada, nel 3d... Laughing


    W l'OT!

    Lei scherza col fuoco.

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  aircooled on Fri Feb 26, 2010 4:38 pm

    Rudino wrote:
    aircooled wrote:insalita ricciolina perfetta con la Chianina, buongustaio!

    Vedo che sai anche rivoltare la frittata... sunny

    Una frittatina?
    adoravo le frittate specialmente quelle di cipolla rossa poi una mattina a New York me ne servirono una di uova alta 4 cm dopo averne magnata mezza preso per fame... non sono più riuscito ad avvicinarmi a qualsivoglia frittata


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  piroGallo on Fri Feb 26, 2010 4:38 pm

    Amministratore wrote:
    piroGallo wrote:
    piroGallo wrote:certo che dal suono dei valvolari ne abbiamo fatta di strada, nel 3d... Laughing


    W l'OT!

    Lei scherza col fuoco.

    Pardon... Embarassed


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5389
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Rudino on Fri Feb 26, 2010 4:41 pm

    piroGallo wrote:
    piroGallo wrote:certo che dal suono dei valvolari ne abbiamo fatta di strada, nel 3d... Laughing


    W l'OT!

    ...siete voi che mi avete accettato nel forum...


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5389
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Rudino on Fri Feb 26, 2010 4:43 pm

    piroGallo wrote:
    Amministratore wrote:
    piroGallo wrote:
    piroGallo wrote:certo che dal suono dei valvolari ne abbiamo fatta di strada, nel 3d... Laughing


    W l'OT!

    Lei scherza col fuoco.

    Pardon... Embarassed

    Ho come l'impressione che quando entra l'amministratore e qualcuno gli risponde sto assistendo ad una rappresentazione di Giano Bifronte... angel angel

    Mah, che idee!


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  piroGallo on Fri Feb 26, 2010 4:48 pm

    Rudino wrote:
    piroGallo wrote:
    piroGallo wrote:certo che dal suono dei valvolari ne abbiamo fatta di strada, nel 3d... Laughing


    W l'OT!

    ...siete voi che mi avete accettato nel forum...

    un piatto (a controtelaio) di minestra non si nega a nessuno.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  piroGallo on Fri Feb 26, 2010 4:50 pm

    Rudino wrote:

    Ho come l'impressione che quando entra l'amministratore e qualcuno gli risponde sto assistendo ad una rappresentazione di Giano Bifronte... angel angel

    Mah, che idee!

    sei troppo ermetico.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5389
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Rudino on Fri Feb 26, 2010 4:55 pm

    piroGallo wrote:
    Rudino wrote:

    Ho come l'impressione che quando entra l'amministratore e qualcuno gli risponde sto assistendo ad una rappresentazione di Giano Bifronte... angel angel

    Mah, che idee!

    sei troppo ermetico.

    Emetico nel senso che faccio vomitare? santa

    sì, lo so, c'era la "r"


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  piroGallo on Fri Feb 26, 2010 4:57 pm

    Rudino wrote:

    Emetico nel senso che faccio vomitare? santa

    sì, lo so, c'era la "r"


    ma NOOOOO!!!! un felinofilo non può far vomitare!!! sunny


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    indifd
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 365
    Data d'iscrizione : 2010-01-17
    Località : Emilia Romagna

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  indifd on Fri Feb 26, 2010 5:08 pm

    BLUESMAN wrote:Le valvole non si spiegano, si ascoltano

    Parole sagge,

    massimo rispetto per tutti, soprattutto per coloro che hanno opinioni differenti in materia.

    Il mondo è bello perchè vario, c'è spazio per tutti specialmente con una buona dose di rispetto reciproco

    Ferdinando

    Ospite
    Guest

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Ospite on Fri Feb 26, 2010 5:15 pm

    BLUESMAN wrote:Le valvole non si spiegano, si ascoltano

    GRANDISSIMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    STRAQUOTONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Dragon on Fri Feb 26, 2010 5:52 pm

    indifd wrote:

    Il mondo è bello perchè vario, c'è spazio per tutti specialmente con una buona dose di rispetto reciproco

    Ferdinando

    Anche questa non è male, quindi:


    _________________
    Ai cavalli mettono i paraocchi...noi li abbiamo a corredo fin dalla nascita.

    BLUESMAN
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 562
    Data d'iscrizione : 2010-01-19
    Età : 65
    Località : Montreal

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  BLUESMAN on Fri Feb 26, 2010 7:01 pm

    indifd wrote:
    BLUESMAN wrote:Le valvole non si spiegano, si ascoltano

    Parole sagge,

    massimo rispetto per tutti, soprattutto per coloro che hanno opinioni differenti in materia.

    Il mondo è bello perchè vario, c'è spazio per tutti specialmente con una buona dose di rispetto reciproco

    Ferdinando
    Certamente, rispetto per tutti, io pero prego per la mia parrocchia di Santa valvola


    _________________
    Il punto debole del mio impianto é il mio portamoneta
    La musica non contiene e non trasporta alcuna emozione, senò quella che si risente

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  aircooled on Fri Feb 26, 2010 7:02 pm

    occhio che la parrocchia non vada arrosto


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    BLUESMAN
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 562
    Data d'iscrizione : 2010-01-19
    Età : 65
    Località : Montreal

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  BLUESMAN on Fri Feb 26, 2010 7:05 pm

    aircooled wrote:occhio che la parrocchia non vada arrosto
    Col freddo che fa qui, non c'é pericolo, anzi io riscaldo anche la casa sunny


    _________________
    Il punto debole del mio impianto é il mio portamoneta
    La musica non contiene e non trasporta alcuna emozione, senò quella che si risente

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Pazzoperilpianoforte on Fri Feb 26, 2010 9:37 pm

    danpa76 wrote:Ciao ;) mi spiegate se esiste e com'è il "classico suono valvolare" e in cosa si differenzia dai transistors?
    I due valvolari da me ascoltati avevano qualche cosa in piu' sulle voci (questione di armoniche? ) e gli alti un po' piu' arrotondati, complessivamente piu'caldi e con minor fatica d'ascolto..
    ma mi sembra di capire che i valvolari piu' costosi perdano un po' della loro "caratteristica valvolare" fino ad essere molto lineari e diventando quindi simili ai transistor...

    xin wrote:La valvola non ha un unico suono.
    C'è valvolare e valvolare.
    Già con lo stesso tipo di valvole si possono ottenere risultati diversi, non solo in sfumature.
    Quindi parlare di suono valvolare per me non ha poi molto senso.

    Certo esistono valvoari caratterizati, ma quello è un altro discorso....

    BLUESMAN wrote:Le valvole non si spiegano, si ascoltano

    indifd wrote:Parole sagge,
    massimo rispetto per tutti, soprattutto per coloro che hanno opinioni differenti in materia.
    Il mondo è bello perchè vario, c'è spazio per tutti specialmente con una buona dose di rispetto reciproco
    Ferdinando

    Quoto Xin, Ferdinando, Bluesman.

    E aggiungo di mio.

    Capovolgiamo la questione: il suono reale è irraggiungibile. Ci sono varie strade in ambito Hi-Fi per perseguirlo, ma senza mai eguagliarlo. Occorre esserne coscienti, altrimenti non abbiamo ancora capito il vero fascino del gioco dell'Hi-Fi ed al tempo stesso il suo vero limite.

    A livello di amplificazioni si prefigurano due strade: lo stato solido, la valvola. Si tratta di due strade che nelle loro concretizzazioni più imperfette ed estreme sono quasi antitetiche. Nelle loro concretizzazioni più pregiate, invece, tendono per molti versi a convengere. Quando noi parliamo di suono della valvola o di suono del transistor, per una questione di economia cognitiva, facciamo sempre riferimento all econcretizzazioni più imperfette e mai a quelle più pregiate. Queste ultime infatti, in qualche modo, ci confondono.

    Classica la situazione di chi non ama la valvola e che se sente un ampli a valvole di impostazione sonora "classica" ne lamenta la lentezza, ma se sente un valvole luminoso e veloce lo etichetta come "valvolare non autentico" e lo censura. Cosa che per certi versi, se ci pensate bene, è un assurdo.

    Il suono vero non è né valvolare né a transistor, soprattutto per la musica acustica (attenzione, nella musica rock si potrebbe dire che questo non è vero, ma c'è certo rock che è legato all'epoca dei microfoni a valvole - e non solo i microfoni - e le migliori chitarre elettriche ancora oggi usano ampli a valvole!). Il suono vero è il suono vero, punto. Quindi tutto cuiò che caratterizza il suono a transistor o il suono a valvole non è il vero, cioé quello che l'Hi-Fi persegue, ma il limite che dal vero allontana. In quest'ottica è normale che con amplificazioni di pregio, la carratterizzazione sia minore, perché al vero dovremmo - il condizionale è d'obbligo - essere più vicini.

    Detto questo, e tornando alle valvole, quello che per i non appassionati del suono valvolare è il suono valvolare è uno stereotipo legato all'utilizzo negli ampli a valvole attuali di valvole di scarso pregio costruttivo e sonoro, le valvole attuali appunto, a parte poche eccezioni. La lentezza, la mancanza di solidità, la mancanza di dinamica, la mancanza di fuoco, sono tutti limiti delle valvole preamplificatrici e amplificatrici di produzione corrente (sempre poche eccezioni a parte).

    La differenza reale tra valvola e transistor, a mio parere, non è timbrica. Le differenze tra questi due mondi sono di differente natura, e sono quelle che non scompaiono mai e che differenziano, distanziano, sempre ed inevitabilmente questi due mondi riproduttivi dalla realtà sonora dell'evento reale. Ogni appasionato d'audio tollera meglio alcune di queste differenze, tollera peggio altre. Da questo deriva la scelta che fa l'audiofilo o l'appassionato di musica: quali manchevolezze amare di più, o comunque quali preferisce avere come compagne di viaggio più tollerabili.

    1. Il suono del transistor è un suono tendenzialmente analitico, il suono della valvola è un suono tipicamente di amalgama, di sintesi. Si potrebbe dire per vie ugualmente imperfette, ma forse più comprensibili: il suono del transistor è un suono asciutto, il suono della valvola è un suono ricco. Ripeto: il timbro non c'entra nulla, c'entra la distorsione. La distorsione della valvola è tutta posta a ridosso del suono che la produce (seconda armonica), quella del transistor tende a riversarsi con più consistenza su armonici alti rispetto al segnale originario. Nel transistor ciò aumenta fuoco, dettaglio, brillantezza, ma peggiora il confort, la liquidità, la naturalezza. Che sono al massimo grado nella valvola.

    2. Sempre per il modo di distorcere, la valvola "ha più silensio tra le note in gamma alta". E qui non so se mi capite, ma forse si. Se avete ascoltato un valvolare luminoso in gamma alta (e ce ne sono) capirete perfettaente cosa intendo: anche un valvolare di questo tipo, grazie alla capacità di tacere tra le note, in gamma alta, non può mai essere considerato un transistor, comesuono, indipendentemente dal timbro che possa avere.

    3. La valvola non è generatore ideale di corrente (amplificazione di potenza) ma lavora magnificamente in tensione (preamplificazione). Se la usiamo per le amplificazione in corrente richiede di scegliere oculatamente i diffusori (e le valvole finali Laughing ). Ascoltare un valvolare su diffusori ostici e pretendere velocità mordente, luminosità e controllo da transistor è una contraddizione di termini. Ma questo è il limite delle valvole, non è il suono delle valvole. Ma in generale, il suono delle valvole in basso ha meno punch e però, spesso, con la musica acustica, può risultare come tempo di decadimento più naturale. Meno impatto e lucidità, quindi, nel basso valvolare, ma anche qui più liquidità e meno analiticità, il che non significa meno nitore ma - nel caso della musica acustica - la sensazione che l'amplificazione non esista. Il basso del transistor è anch'esso colorato, nella sua lucidità e nel suo "stoppato" a tutti i costi, ma è una colorazione diversa. Sta a noi decidere quale tolleriamo di più.

    Il resto, secondo me, non esiste, o comunque esiste in modo molto modificabile e migliorabile da amplificatore a amplificatore, salendo di pregio da un oggetto all'altro, passando da progetti più imperfetti a progetti migliori, da valvole più imperfette a valvole migliori.

    In un mondo di suoni imperfetti, di suoni riprodotti, fatemi almeno scegliere di quale imperfezione bearmi.... ma non creda chiunque di fare qualcosa di diverso da quello che faccio io, e cioè di sceglier quale imperfezione amare...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  aircooled on Fri Feb 26, 2010 9:40 pm

    il suono reale è irraggiungibile. Ci sono varie strade in ambito Hi-Fi per perseguirlo, ma senza mai eguagliarlo. Occorre esserne coscienti, altrimenti non abbiamo ancora capito il vero fascino del gioco dell'Hi-Fi ed al tempo stesso il suo vero limite.


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8276
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Luca58 on Sat Feb 27, 2010 2:27 pm

    Credo che il suono scelto da ciascuno, piu' che una visione personale di avvicinamento al reale, rispecchi il proprio carattere.

    Chi suona o ha suonato a lungo, poi, ha esigenze diverse dagli ascoltatori "esterni"; chi suona o ha suonato a lungo del digitale non sara' mai completamente soddisfatto e il suono valvolare classico in genere un po' lo aiuta.

    indifd
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 365
    Data d'iscrizione : 2010-01-17
    Località : Emilia Romagna

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  indifd on Sat Feb 27, 2010 3:10 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    danpa76 wrote:Ciao ;) mi spiegate se esiste e com'è il "classico suono valvolare" e in cosa si differenzia dai transistors?
    I due valvolari da me ascoltati avevano qualche cosa in piu' sulle voci (questione di armoniche? ) e gli alti un po' piu' arrotondati, complessivamente piu'caldi e con minor fatica d'ascolto..
    ma mi sembra di capire che i valvolari piu' costosi perdano un po' della loro "caratteristica valvolare" fino ad essere molto lineari e diventando quindi simili ai transistor...

    xin wrote:La valvola non ha un unico suono.
    C'è valvolare e valvolare.
    Già con lo stesso tipo di valvole si possono ottenere risultati diversi, non solo in sfumature.
    Quindi parlare di suono valvolare per me non ha poi molto senso.

    Certo esistono valvoari caratterizati, ma quello è un altro discorso....

    BLUESMAN wrote:Le valvole non si spiegano, si ascoltano

    indifd wrote:Parole sagge,
    massimo rispetto per tutti, soprattutto per coloro che hanno opinioni differenti in materia.
    Il mondo è bello perchè vario, c'è spazio per tutti specialmente con una buona dose di rispetto reciproco
    Ferdinando

    Quoto Xin, Ferdinando, Bluesman.

    E aggiungo di mio.

    Capovolgiamo la questione: il suono reale è irraggiungibile. Ci sono varie strade in ambito Hi-Fi per perseguirlo, ma senza mai eguagliarlo. Occorre esserne coscienti, altrimenti non abbiamo ancora capito il vero fascino del gioco dell'Hi-Fi ed al tempo stesso il suo vero limite.

    A livello di amplificazioni si prefigurano due strade: lo stato solido, la valvola. Si tratta di due strade che nelle loro concretizzazioni più imperfette ed estreme sono quasi antitetiche. Nelle loro concretizzazioni più pregiate, invece, tendono per molti versi a convengere. Quando noi parliamo di suono della valvola o di suono del transistor, per una questione di economia cognitiva, facciamo sempre riferimento all econcretizzazioni più imperfette e mai a quelle più pregiate. Queste ultime infatti, in qualche modo, ci confondono.

    Classica la situazione di chi non ama la valvola e che se sente un ampli a valvole di impostazione sonora "classica" ne lamenta la lentezza, ma se sente un valvole luminoso e veloce lo etichetta come "valvolare non autentico" e lo censura. Cosa che per certi versi, se ci pensate bene, è un assurdo.

    Il suono vero non è né valvolare né a transistor, soprattutto per la musica acustica (attenzione, nella musica rock si potrebbe dire che questo non è vero, ma c'è certo rock che è legato all'epoca dei microfoni a valvole - e non solo i microfoni - e le migliori chitarre elettriche ancora oggi usano ampli a valvole!). Il suono vero è il suono vero, punto. Quindi tutto cuiò che caratterizza il suono a transistor o il suono a valvole non è il vero, cioé quello che l'Hi-Fi persegue, ma il limite che dal vero allontana. In quest'ottica è normale che con amplificazioni di pregio, la carratterizzazione sia minore, perché al vero dovremmo - il condizionale è d'obbligo - essere più vicini.

    Detto questo, e tornando alle valvole, quello che per i non appassionati del suono valvolare è il suono valvolare è uno stereotipo legato all'utilizzo negli ampli a valvole attuali di valvole di scarso pregio costruttivo e sonoro, le valvole attuali appunto, a parte poche eccezioni. La lentezza, la mancanza di solidità, la mancanza di dinamica, la mancanza di fuoco, sono tutti limiti delle valvole preamplificatrici e amplificatrici di produzione corrente (sempre poche eccezioni a parte).

    La differenza reale tra valvola e transistor, a mio parere, non è timbrica. Le differenze tra questi due mondi sono di differente natura, e sono quelle che non scompaiono mai e che differenziano, distanziano, sempre ed inevitabilmente questi due mondi riproduttivi dalla realtà sonora dell'evento reale. Ogni appasionato d'audio tollera meglio alcune di queste differenze, tollera peggio altre. Da questo deriva la scelta che fa l'audiofilo o l'appassionato di musica: quali manchevolezze amare di più, o comunque quali preferisce avere come compagne di viaggio più tollerabili.

    1. Il suono del transistor è un suono tendenzialmente analitico, il suono della valvola è un suono tipicamente di amalgama, di sintesi. Si potrebbe dire per vie ugualmente imperfette, ma forse più comprensibili: il suono del transistor è un suono asciutto, il suono della valvola è un suono ricco. Ripeto: il timbro non c'entra nulla, c'entra la distorsione. La distorsione della valvola è tutta posta a ridosso del suono che la produce (seconda armonica), quella del transistor tende a riversarsi con più consistenza su armonici alti rispetto al segnale originario. Nel transistor ciò aumenta fuoco, dettaglio, brillantezza, ma peggiora il confort, la liquidità, la naturalezza. Che sono al massimo grado nella valvola.

    2. Sempre per il modo di distorcere, la valvola "ha più silensio tra le note in gamma alta". E qui non so se mi capite, ma forse si. Se avete ascoltato un valvolare luminoso in gamma alta (e ce ne sono) capirete perfettaente cosa intendo: anche un valvolare di questo tipo, grazie alla capacità di tacere tra le note, in gamma alta, non può mai essere considerato un transistor, comesuono, indipendentemente dal timbro che possa avere.

    3. La valvola non è generatore ideale di corrente (amplificazione di potenza) ma lavora magnificamente in tensione (preamplificazione). Se la usiamo per le amplificazione in corrente richiede di scegliere oculatamente i diffusori (e le valvole finali Laughing ). Ascoltare un valvolare su diffusori ostici e pretendere velocità mordente, luminosità e controllo da transistor è una contraddizione di termini. Ma questo è il limite delle valvole, non è il suono delle valvole. Ma in generale, il suono delle valvole in basso ha meno punch e però, spesso, con la musica acustica, può risultare come tempo di decadimento più naturale. Meno impatto e lucidità, quindi, nel basso valvolare, ma anche qui più liquidità e meno analiticità, il che non significa meno nitore ma - nel caso della musica acustica - la sensazione che l'amplificazione non esista. Il basso del transistor è anch'esso colorato, nella sua lucidità e nel suo "stoppato" a tutti i costi, ma è una colorazione diversa. Sta a noi decidere quale tolleriamo di più.

    Il resto, secondo me, non esiste, o comunque esiste in modo molto modificabile e migliorabile da amplificatore a amplificatore, salendo di pregio da un oggetto all'altro, passando da progetti più imperfetti a progetti migliori, da valvole più imperfette a valvole migliori.

    In un mondo di suoni imperfetti, di suoni riprodotti, fatemi almeno scegliere di quale imperfezione bearmi.... ma non creda chiunque di fare qualcosa di diverso da quello che faccio io, e cioè di sceglier quale imperfezione amare...

    Perfetta identica coincidente visione, non avrei potuto illustrarla meglio

    Ferdinando

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sat Feb 27, 2010 3:44 pm

    Meno male Ferdinando... mi sento meno solo!!!! cheers


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    indifd
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 365
    Data d'iscrizione : 2010-01-17
    Località : Emilia Romagna

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  indifd on Sat Feb 27, 2010 4:04 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Meno male Ferdinando... mi sento meno solo!!!! cheers

    Ciao Vito,
    condividendo appieno la tua analisi forse si può aggiungere un altro aspetto correlato, ma non vorrei scrivere emerite s****** non avendo una base teorica consolidata.
    Esiste una differenza fra amplificazione SS Vs Tube: tempo di decadimento o persistenza del suono nell'ambiente

    Lo stesso parametro è purtroppo mediamente uno dei principali problemi presente nei nostri ambienti domestici dove utilizziamo i sistemi di riproduzione audio soprattutto in alcune frequenze: mediobassi/bassi.

    Ferdinando

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Mi spiegate com'è il suono valvolare?

    Post  aircooled on Sat Feb 27, 2010 5:01 pm

    Esiste una differenza fra amplificazione SS Vs Tube: tempo di decadimento o persistenza del suono nell'ambiente

    per come l'hai postata non riesco a capire a cosa ti riferisci, l'ambiente influenza il tipo di ampli?


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

      Current date/time is Fri Dec 02, 2016 11:20 pm