Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Audiofilo quarantenne disorientato: richiesta d'aiuto - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Audiofilo quarantenne disorientato: richiesta d'aiuto

    Share

    ciofecca gialloblù
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 49
    Data d'iscrizione : 2011-03-21

    Re: Audiofilo quarantenne disorientato: richiesta d'aiuto

    Post  ciofecca gialloblù on Wed Jul 30, 2014 10:55 pm

    Le sessioni di ascolto non me le risparmierò di certo, questo è sicuro. sunny 

    ciofecca gialloblù
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 49
    Data d'iscrizione : 2011-03-21
    Età : 44
    Località : Verona

    Re: Audiofilo quarantenne disorientato: richiesta d'aiuto

    Post  ciofecca gialloblù on Thu Jul 31, 2014 5:01 pm

    Che mi dite dei diffusori ATC? Come sono come impostazione sonora? Assomigliano agli Harbeth?

    rphal
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 660
    Data d'iscrizione : 2011-11-24

    Re: Audiofilo quarantenne disorientato: richiesta d'aiuto

    Post  rphal on Thu Jul 31, 2014 5:27 pm

    ciofecca gialloblù wrote:Che mi dite dei diffusori ATC? Come sono come impostazione sonora? Assomigliano agli Harbeth?
    fare una ricerca, no eh  

    ATC SCM40

    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 11989
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Scooterista)

    Re: Audiofilo quarantenne disorientato: richiesta d'aiuto

    Post  carloc on Thu Jul 31, 2014 5:28 pm

    ciofecca gialloblù wrote:Per ripararlo spenderei ben oltre i 1500 euro, oltre ai trasformatori credo che necessiti di altri lavoretti, oltre alla sostituzione completa delle valvole, non so se il gioco valga la candela....

    Come sai che devi sostituire i TU?

    Carlo


    _________________
    Rem tene verba sequentur

    ciofecca gialloblù
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 49
    Data d'iscrizione : 2011-03-21
    Età : 44
    Località : Verona

    Re: Audiofilo quarantenne disorientato: richiesta d'aiuto

    Post  ciofecca gialloblù on Thu Jul 31, 2014 5:36 pm

    Carlo ho già fatto esaminare il finale ad un tecnico, mi ha mostrato l'apparecchio smontato, mi ha detto che c'erano segni di riparazione su un trasformatore, cioé l'apparecchio era già stato rimaneggiato, io lo avevo acquistato e pagato come nuovo.

    ciofecca gialloblù
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 49
    Data d'iscrizione : 2011-03-21
    Età : 44
    Località : Verona

    Re: Audiofilo quarantenne disorientato: richiesta d'aiuto

    Post  ciofecca gialloblù on Thu Jul 31, 2014 5:37 pm

    Grazie Rphal   

    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 11989
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Scooterista)

    Re: Audiofilo quarantenne disorientato: richiesta d'aiuto

    Post  carloc on Thu Jul 31, 2014 5:39 pm

    Io lo farei vedere da un altro tecnico.

    Qui sul forum c'è Enrico (Akla Vintage Gear) che potresti contattare.

    Nella peggiore delle ipotesi ci rimetti la spedizione...;)

    Carlo


    _________________
    Rem tene verba sequentur

    ciofecca gialloblù
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 49
    Data d'iscrizione : 2011-03-21
    Età : 44
    Località : Verona

    Re: Audiofilo quarantenne disorientato: richiesta d'aiuto

    Post  ciofecca gialloblù on Thu Jul 31, 2014 5:56 pm

    Ciao Carlo,
    la riparazione del mio BAS al momento non la escludo e ti ringrazio fin da ora per la tua utile segnalazione, tuttavia ritengo opportuno scegliere per il mio futuro impianto un amplificatore meno "eufonico" e "piacione", inoltre per pilotare a dovare una coppia di Harbeth 40.1 o le ATC (prodotto che voglio ascoltare e valutare come possibile alternativa delle Harbeth) serve una capacità di erogazione di corrente che purtroppo il mio ampli non ha, dico questo perché a suo tempo, quando ancora era funzionante, l'ho testato in altri impianti con diffusori un po' più ostici dei miei....  

    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 11989
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Scooterista)

    Re: Audiofilo quarantenne disorientato: richiesta d'aiuto

    Post  carloc on Thu Jul 31, 2014 5:59 pm

    Ok,

    se lo butti ti pago io la spedizione....;)


    _________________
    Rem tene verba sequentur

    ciofecca gialloblù
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 49
    Data d'iscrizione : 2011-03-21
    Età : 44
    Località : Verona

    Re: Audiofilo quarantenne disorientato: richiesta d'aiuto

    Post  ciofecca gialloblù on Thu Jul 31, 2014 6:03 pm

    Come no  Laughing 

    calibro
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 901
    Data d'iscrizione : 2012-05-13

    Re: Audiofilo quarantenne disorientato: richiesta d'aiuto

    Post  calibro on Sun Aug 03, 2014 7:36 pm

    ciofecca gialloblù wrote:Buongiorno a tutti, mi chiamo Roberto, ho 42 anni, ho un vecchissimo impianto di 30 anni fa (finale a valvole BAS P50, Cd Arcam 70.2 e diffusori Celestion DL12), non funzionante....prima o poi vorrei tornare a riavere un impianto "serio" con cui ascoltare la mia musica preferita.

    Seguo, non con costanza però, l'evoluzione del settore audio e confesso che sono un tantino disorientato: assisto spesso alla nascita di nuovi marchi o all'importazione di prodotti precedentemente non distrubuiti in Italia, oggetti dal costo di "millanta" euro, ovviamente i toni usati dal produttore e/o dal negoziante di turno sono spesso altisonanti e presentano la novità di turno come il non plus ultra.....e fino a qui nulla di male, fanno il loro lavoro che è quello di produrre o vendere.

    Il problema, tutto mio credo, è che se io decido di acquistare un componente audio anche molto costoso con la precisa scelta, anacronistica nel mercato hi-end, di tenermelo il più a lungo possibile, il mercato, da ridondante di proposte e soluzioni, diviene piccolo piccolo, dovendo giocoforza rivolgermi a quei prodotti distribuiti con continuità e serietà.

    Mi chiedo allora come sia possibile che molti "colleghi" audiofili, quando devono rinnovare un componente molto costoso dell'impianto, non ci pensino due volte prima di acquistare un prodotto che fino a pochi mesi prima non veniva commercializzato in Italia e soprattutto un prodotto che da qui a pochi anni non si sa ancora se continuerà ad essere importato o distribuito sul mercato nazionale.....

    Quand'è che un componente hi-fi è un ottimo componente? Le performances sonore sono sì importanti, su questo non ci piove, ma per me è fondamentale sapere che se tra 10 anni avrò bisogno di una riparazione, non rimarrò in braghe di tela con un pezzo di ferraglia inerte.

    Mi chiedo se sono rimasto l'unico a fare delle considerazioni, o delle paturnie, può essere, di questo tipo......

    Mi piace pensare che il mio futuro impianto sarà quello definitivo, che mi accompagnerà fedele per mooolti anni, senza troppi capricci e problemi, insomma vorrei acquistare un impianto costruito non solo per suonare bene, ma anche per durare a lungo.

    I marchi del mercato hi-end che "meritano" di essere acquistati per me, sottolineo il per me, sono davvero pochi e li annovero tra quei produttori che vantano una presenza ultradecennale sul mercato, caratterizzata non solo dall'innovazione dei prodotti, ma anche da una più umile ma certosina ottimizzazione di quanto prodotto fino a quel momento.

    Forse il mio approccio è troppo rigido e sbaglio, precludendomi di conoscere degli ottimi prodotti che magari non hanno una storia di lungo corso alle loro spalle.

    Voi che pensate? Le vostre critiche e considerazioni saranno apprezzate.

    Grazie in anticipo.


    Roberto

    Mi sembra che vuoi farti un impianto "di marca" e "regolarmente distribuito" in Italia.
    Immagino quindi che, fatto 100 il budget, sarai ben disposto ad accettare che una percentuale di questo venga investito per remunerare costi per rete di assistenza, magazzino, marketing, filiera commerciale, ecc... e ad accettare che per la qualità sonora rimanga una parte del budget.

    Con queste premesse credo che potresti iniziare a vederti i siti dei principali distributori hi-fi italiani, che sicuramente avranno una rete di negozianti ai quali danno la roba da rivendere, nonché una rete di assistenza autorizzata.

    Fra i principali mi vengono in mente Audio Natali, MPI e Audiogamma, ma sicuramente ce ne saranno tanti altri. Fra i Marchi di questi distributori sceglierai quelli presenti da più vecchia data sul mercato (i più noti??).

    Mi vengono in mente Audio Research, B&W, McIntosh, Klipsch, ecc....



    _________________

    Salotto:
    Oppo Aurion Audio BD-83 SE + SKYHD optical out > LG Plasma 50" HD
    > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131
    > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III

    Studio:
    MacBook Air + Youtube > Dayton DTA-1 > Acoustical Nota Amadeus

      Current date/time is Sun Dec 04, 2016 11:09 am