Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
DAC e impressioni di ascolto sull'impianto
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    DAC e impressioni di ascolto sull'impianto

    Share

    Ospite
    Guest

    DAC e impressioni di ascolto sull'impianto

    Post  Ospite on Wed Sep 10, 2014 7:28 pm

    Ciao a tutti!
    Finalmente sono arrivati i nuovi diffusori delle merlin TSM e l'amplificatore, un REGA Elicit consigliato anche da Bobby P. (il progettista dei diffusori).
    Per il momento forse avrò effettuato 30 ore di rodaggio. Premetto che sono soddisfatto del risultato, mi piace molto la chiarezza di riproduzione del suono, ho dovuto allontanare parecchio i diffusori dalle pareti laterali circa 120 cm per lato per ottenere una riproduzione chiara e piacevole. Avvicinando i diffusori alle pareti si perde il fuoco e il suono rimbomba. Ho provato anche a ruotare i diffusori in modo da allontanare l'emissione dalla parete, ma non migliora. L'unico modo è spostarli fisicamente dalla parete. Per quanto riguarda la distanza dalla parete anteriore invece non ho avuto grossi problemi, i risultati migliori però si ottengono distanziandoli almeno di un metro e mezzo, ma anche solo un metro è sufficente per un buon risultato. Aumentando la distanza dalla parete aumenta la profondità del palcoscenico e sembra che i diffusori scompaiano letteralmente. Il motivo per il quale ho aperto questa discussione è per chiedere alcuni pareri sul dac. Avrei pensato di poter sentire differenze marcate tra un lettore multiformato economico abbastanza recente della samsung e lo stesso lettore collegato ad un dac esterno. Invece non è stato così.
    Certo il dac non è recentissimo, adotta degli operazionali un po' datati (posso sempre cambiarli volendo..), ma l'ho preso perchè è costruito attorno ad un convertitore PCM63 che è considerato tutt'ora ottimo, tra i migliori al mondo.
    Il collegamento tra il lettore multiformato e il dac Adcom gda 600 avviene attraverso un cavo comune di antenna 75 ohm collegato alla presa coaxial. Il dac adcom ha anche un ingresso aes/ebu, mi chiedo se utilizzando quest'ultimo con una meccanica provvista di tale uscita le cose potrebbero migliorare? Preciso inoltre che l'ambiente di ascolto non è trattato in alcun modo, e probabilmente è abbastanza riflettemte. Per il momento non ho modo di intervenire sull'ambiente, dunque mi chiedo se sia normale quanto riscontrato date le condizioni di contorno oppure valga la pena intervenire in qualche modo sulla sorgente.


    Last edited by mirach on Mon Sep 15, 2014 5:11 pm; edited 1 time in total

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: DAC e impressioni di ascolto sull'impianto

    Post  RockOnlyRare on Thu Sep 11, 2014 12:56 pm

    mirach wrote:Ciao a tutti!
    Finalmente sono arrivati i nuovi diffusori delle merlin TSM e l'amplificatore, un REGA Elicit consigliato anche da Bobby P. (il progettista dei diffusori).
    Per il momento forse avrò effettuato 30 ore di rodaggio. Premetto che sono soddisfatto del risultato, mi piace molto la chiarezza di riproduzione del suono, ho dovuto allontanare parecchio i diffusori dalle pareti laterali circa 120 cm per lato per ottenere una riproduzione chiara e piacevole. Avvicinando i diffusori alle pareti si perde il fuoco e il suono rimbomba. Ho provato anche a ruotare i diffusori in modo da allontanare l'emissione dalla parete, ma non migliora. L'unico modo è spostarli fisicamente dalla parete. Per quanto riguarda la distanza dalla parete anteriore invece non ho avuto grossi problemi, i risultati migliori però si ottengono distanziandoli almeno di un metro e mezzo, ma anche solo un metro è sufficente per un buon risultato. Aumentando la distanza dalla parete aumenta la profondità del palcoscenico e sembra che i diffusori scompaiano letteralmente. Il motivo per il quale ho aperto questa discussione è per chiedere alcuni pareri sul dac. Avrei pensato di poter sentire differenze marcate tra un lettore multiformato economico abbastanza recente della samsung e lo stesso lettore collegato ad un dac esterno. Invece non è stato così.
    Certo il dac non è recentissimo, adotta degli operazionali un po' datati (posso sempre cambiarli volendo..), ma l'ho preso perchè è costruito attorno ad un convertitore PCM63 che è considerato tutt'ora ottimo, tra i migliori al mondo.
    Il collegamento tra il lettore multiformato e il dac Adcom gda 600 avviene attraverso un cavo comune di antenna 75 ohm collegato alla presa coaxial. Il dac adcom ha anche un ingresso aes/ebu, mi chiedo se utilizzando quest'ultimo con una meccanica provvista di tale uscita le cose potrebbero migliorare? Preciso inoltre che l'ambiente di ascolto non è trattato in alcun modo, e probabilmente è abbastanza riflettemte. Per il momento non ho modo di intervenire sull'ambiente, dunque mi chiedo se sia normale quanto riscontrato date le condizioni di contorno oppure valga la pena intervenire in qualche modo sulla sorgente.

    Ciao se ti riferisci alle differenze cambiando il posizionamento dei diffusori è assolutamente normale, a maggior ragione se il tuo ambiente è come pensi tu riflettente e le casse sono bass-reflex.

    Per quanto riguarda le prese, il coassiale è un ottimo collegamento digitale, mi convince poco però quando mi parli di un "cavo comune di antenna 75 ohm".
    Il collegamento aes/ebu in teoria dovrebbe essere migliore, a maggior ragione se lo confronti con un coassiale "normale".
    Comunque il consiglio è fin troppo banale, cercare un venditore disposto a "prestarti" (o venire a casa tua con più cavi per il confronto) una coppia di cavi coassiale "audiofilo" ed un aes/ebu e poi fare il confronto.

    Però non aspettarti miglioramenti eclatanti, si parla sempre di sfumature, da valutare caso per caso anche in relazione alla spesa.
    Considera che un eccellente aes/ebu (ed xlo reference) può superare i 400€, e che comunque questo tipo di cavo a parità di qualità costruttiva costa in genere molto di più del corrispondente coassiale. Se e quanto ne valga la pena è cosa assolutamente soggettiva (oltre che di portafoglio).

    Discorso in generale sui DAC, è uno dei componenti in cui in questi anni si è verificata una evoluzione maggiore in ambito audiofilo, specialmente per la possibilità di connettere un PC via USB,e per i formati in alta risoluzione in modo da supportare almeno il 24-192.
    Perciò IMHO, se questi ultimi due aspetti sono importanti, conviene pensare di acquistare un DAC di "ultima generazione". Se invece il DAC interessa al momento solo per collegarci una qualsiasi meccanica (CD SACD etc etc) allora se il DAC è valido conviene tenerlo.

    Dimenticavo un aspetto che non avevo notato... mi parli di un lettore multiformato economico della Samsung. A mio parere è il lettore che è il collo di bottiglia, dubito tu possa ottenere miracoli collegando un dac anche di buona qualità. Come sai in una catena hi-fi è fondamentale l'equilibrio tra le sorgenti.

    Mia esperienza personale. Vendetti due anni fa l'audio analogue maestro (con daC INTEGRATO) perchè avendo preso il dac La Voce PER LA LIQUIDA, volevo una meccanica separata. Passo qualche mese dalla vendita e la scelta della meccanica, che poi fu sempre della acoustic quality (La Diva). Nel frattempo usavo un vecchio glorioso lettore Marantz collegato al dac (DP 50 mi pare).Abituato al mestro, il risultato era davvero scadente sia ascoltato "stand alone" che connesso al DAC.
    Eppure quanto avevo collegato il maestro al DAC, la differenza anche se non enorme era comunque avvertibile soprattuto dal punto di vista della scena sonora.
    E attenzione parlo comunque di un lettore marantz che negli anni 90 era comunque di buona qualità (eccezionale la robustezza della meccanica), non economico come un multiformato Samsung che IMHO è quanto di più lontano possa esserci da una sorgente audiofila...


    Ospite
    Guest

    Re: DAC e impressioni di ascolto sull'impianto

    Post  Ospite on Thu Sep 11, 2014 2:42 pm

    Ciao rocky , i miei dubbi riguardano il fatto che non ho sentito differenze tra il lettore multiformato samsung e lo stesso lettore collegato ad un dac esterno.
    Molti cd player cosiddetti audiofili utilizzano meccaniche di lettura di derivazione informatica che penso siano le stesse del lettore cd multiformato. Dunque perchè non ho avvertito differenze?
    Dipende dal collegamento? Quindi potrei migliorare con un cavo coassiale particolare?
    Dipende dall'uscita digitale del lettore di scarsa qualità? Quindi potrei migliorare con una meccanica con uscita aes/ebu da collegare al Dac?
    Dipende dal dac in particolare dagli operazionali datati? Potrei migliorare sostituendoli?
    Dipende dall'ambiente, quindi è inutile qualsiasi sostituzione?

    Il dac pur essendo vecchiotto è costruito molto bene e magari mi sbaglio ma dubito che senza spendere cifre considerevoli migliorerei, comprando qualcosa di nuovo. Per ora non mi interessa la liquida. Comunque pubblico le caratteristiche tecniche del dac e una foto dell'interno.
    Digital
    Input Format: S/PDIF, AES/EBU
    Input Types:  S/PDIF Coax (RCA x 2), S/PDIF Optical (Toslink® x 1) & AES/EBU (XLR X 1)
    Input Isolation: Transformer coupled
    Input Decoding: Crystal CS 8412 receiver
    Digital Output: S/PDIF Coax (RCA X 1)
    Digital Filter: Burr-Brown Linear Phase
    Sampling Rate :  8x (352.8kHz for 44.1 kHz input)
    DAC Type: Selected R-2R Burr-Brown PCM-63
    Resolution: 20 bits
    Phase Inversion: Digital domain (manual selection)

    Analog
    Frequency Response: +0, -0.5 dB (DC - 20kHz)
    THD: 0.009% (20 Hz - 20kHz, full scale)
    Signal to Noise Ratio: >106dB (20Hz - 20kHz, unweighted) & >112dB (20Hz - 20kHz, "A" wtg.)
    Dynamic Range: 98dB
    Channel-to-Channel Crosstalk: 106dB (20Hz-20kHz) & 112dB (1kHz)
    Output Voltage: 2.234 V RMS (full scale)
    Output Impedance: 77 ohms
    Output Type: Single ended (RCA x 2)
    Output Mute: Relay activated (Power, Unlock)

    Qui potete leggere una scheda del dac
    http://www.users.interport.net/a/d/adcom/gda600.html


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: DAC e impressioni di ascolto sull'impianto

    Post  RockOnlyRare on Thu Sep 11, 2014 3:12 pm

    mirach wrote:Ciao rocky, i miei dubbi riguardano il fatto che non ho sentito differenze tra il lettore multiformato samsung e lo stesso lettore collegato ad un dac esterno.
    Molti cd player cosiddetti audiofili utilizzano meccaniche di lettura di derivazione informatica che penso siano le stesse del lettore cd multiformato. Dunque perchè non ho avvertito differenze?
    Dipende dal collegamento? Quindi potrei migliorare con un cavo coassiale particolare?
    Dipende dall'uscita digitale del lettore di scarsa qualità? Quindi potrei migliorare con una meccanica con uscita aes/ebu da collegare al Dac?
    Dipende dal dac in particolare dagli operazionali datati? Potrei migliorare sostituendoli?
    Dipende dall'ambiente, quindi è inutile qualsiasi sostituzione?

    Il dac pur essendo vecchiotto è costruito molto bene e magari mi sbaglio ma dubito che senza spendere cifre considerevoli migliorerei, comprando qualcosa di nuovo. Per ora non mi interessa la liquida. Comunque pubblico le caratteristiche tecniche del dac e una foto dell'interno.
    Digital
    Input Format: S/PDIF, AES/EBU
    Input Types:  S/PDIF Coax (RCA x 2), S/PDIF Optical (Toslink® x 1) & AES/EBU (XLR X 1)
    Input Isolation: Transformer coupled
    Input Decoding: Crystal CS 8412 receiver
    Digital Output: S/PDIF Coax (RCA X 1)
    Digital Filter: Burr-Brown Linear Phase
    Sampling Rate :  8x (352.8kHz for 44.1 kHz input)
    DAC Type: Selected R-2R Burr-Brown PCM-63
    Resolution: 20 bits
    Phase Inversion: Digital domain (manual selection)

    Analog
    Frequency Response: +0, -0.5 dB (DC - 20kHz)
    THD: 0.009% (20 Hz - 20kHz, full scale)
    Signal to Noise Ratio: >106dB (20Hz - 20kHz, unweighted) & >112dB (20Hz - 20kHz, "A" wtg.)
    Dynamic Range: 98dB
    Channel-to-Channel Crosstalk: 106dB (20Hz-20kHz) & 112dB (1kHz)
    Output Voltage: 2.234 V RMS (full scale)
    Output Impedance: 77 ohms
    Output Type: Single ended (RCA x 2)
    Output Mute: Relay activated (Power, Unlock)

    Qui potete leggere una scheda del dac
    http://www.users.interport.net/a/d/adcom/gda600.html


    Non sono un grande tecnico, i consigli te li do per la mia esperienza personale poi qui è pieno di super esperti che magari ti possono aiutare.

    "Molti cd player cosiddetti audiofili utilizzano meccaniche di lettura di derivazione informatica che penso siano le stesse del lettore cd multiformato. Dunque perchè non ho avvertito differenze?"

    Non è proprio così, è vero che un cd player audiofilo di fascia media usa meccaniche non costosissime, ma certamente non c'è paragone con quelle di un lettore multiformato economico. Certo che se paragoni quella meccanica con uno che ne ha una professionale fissa come quella che equipaggia il mio "La Diva" la differenza è abissale.... comunque anche se usci un lettore che monta una buona meccanica con cassetto estraibile come Philips Teac etc etc la differenza si sente.

    Però considera che la differenza, limitandoci alla sezione di lettura, oltre alla meccanica lo fanno altri componenti come trasformatori, circuiti di lettura, correzione errori etc etc. Non è un caso che un lettore economico pesa poche centinaia di grammi ed un lettore audiofilo spesso supera i 10 kg...

    Secondo me cambiando i cavi non migliori sensibilmente il suono, perchè il collo di bottiglia è il lettore, ci sono lettori cd che con circa 5-600€ possono farti fare un salto di qualità molto maggiore che usare cavi audiofili che magari costano una cifra sullo stesso ordine (un coassiale di qualità dubito si trovi a meno di 100-150€ a meno di autocostruirlo, ancor peggio se vai su un AES/EBU. Ad esempio il Crescendo della Audio Analogue ha un ottimo rapporto qualità prezzo. Oppure anche un usato, se il laser legge senza problemi si possono fare buoni affari.

    "Quindi potrei migliorare con una meccanica con uscita aes/ebu da collegare al Dac?" Questo assolutamente si, ma non a causa dell'uscita digitale, ma per tutto il resto (compresa anche l'uscita ma forse è all'ultimo posto delle cause).

    "Dipende dall'ambiente, quindi è inutile qualsiasi sostituzione?" ... l'ambiente influisce enormemente sul risultato finale, ma come ti ho già scritto, le correzioni che puoi fare sono come prima cosa posizionare le casse nel modo più opportuno (eventualmente chiedi aiuto ad un negoziante hi-fi che specie se gli prendi una meccanica e dei cavi non chiederà di meglio che fare un salto a casa tua...). Poi si può provare con l'arredamento : ad es possono aiutare non poco anche tende, quadri, tappeti. libri, mobili etc etc senza necessariamente dover stravolgere l'appartamento. Anche qui però seguendo i consigli di un esperto. Solo come ultima spiaggia arriverei a correttori ambientali appositi (panelli acustici etc etc) che se anche non costano un esagerazione possono essere brutti da vedere e se posizionati male possono peggiorare la situazione anzichè migliorarla. Comunque dall'ambiente dipende il risultato finale del suono, certamente la sezione digitale è quella che meno è influenzata dall'ambiente, in quanto appunto sono le casse in primis e poi l'ampli che subiscono le conseguenze dell'ambiente, in cui naturalmente contano anche le dimensioni. Se la stanza ha 15 m2 ti servono ampli e casse di un certo tipo, se ne ha 60m2 ci vogliono molti più watt e casse capace di maggiore pressione sonora, per cui un impianto stepitoso in una stanza piccola farebbe una figura barbina se messo in uno scantinato enorme.

    Il DAC dato che non ti interessa la liquida non cambiarlo anche perchè secondo me è il componente migliore della catena di riproduzione digitale (quindi senza considerare la coppia amplificazione casse). Effettivamente il R-2R Burr-Brown PCM-63 è ottimo. (anche il mio DAC La Voce adotta il Burr-Brown ma il nuovo PCM1704-K - amzi a dire il vero La Voce è modulare, nel senso che l'acquirente può scegliere tra ben 4 diversi convertitori secondo i propri gusti).
    Se oggi o domani opterai per un nuovo DAC, considera attentamente questo modello che è davvero valido.


    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2014
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: DAC e impressioni di ascolto sull'impianto

    Post  Nimalone65 on Thu Sep 11, 2014 3:32 pm

    Ti dico la mia .

    Resterei con ciò che hai , ma se dovessi far qualcosa acquisterei un lettore integrato , magari con ingressi e uscite digitali , come il Pioneer PD50 ad esempio.

    Dico questo perché al di là del convertitore vero e proprio, ed io sono un grosso estimatore del BB PCM63 , la resa all'ascolto , dipende da troppi fattori , che dovresti curare , a partire da una meccanica più performante , ma soprattutto all'utilizzo del cavo "giusto" che ti assicuro è già di per se stessa una cosa ardua , anche avendo budget illimitati o quasi.

    Guarda bene il Pioneer che ti ho indicato , legge pure i sacd , ed ha la connessione usb , ingressi e uscite digitali che ti permetterebbe di sfruttare l'ottimo convertitore Sabre a 32 bit per un eventuale sistema per la musica liquida.

    Si trova nuovo intorno ai 500 euro, non avresti mille impicci da valutare , e con pochissime modifiche di cui ho ampiamente parlato , ti ritrovi un ottimo e versatilissimo lettore.

    Ciao !


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Ospite
    Guest

    Re: DAC e impressioni di ascolto sull'impianto

    Post  Ospite on Mon Sep 15, 2014 1:54 pm

    Ci sarebbe anche un altra possibilità offerta dalle interfaccie USB spidif asincrone che promettono prestazioni ottime.. mi piacerebbe fare una prova se qualcuno fosse disponibile a prestarmela naturalmente pago io le spese di spedizione mi contatti in pm. Offro anche la possibilità di effettuare uno scambio con una radio a valvole più conguaglio da concordare. Nel mercatino è presente l'annuncio.
    Grazie

    Ospite
    Guest

    Re: DAC e impressioni di ascolto sull'impianto

    Post  Ospite on Sat Oct 04, 2014 6:58 pm

    Con un maranz cd6005 è migliorato tantissimo, vai a capire...

      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 9:56 am