Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Amplificatori integrati nella fascia di prezzo tra i 500 e gli 800 euro - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Amplificatori integrati nella fascia di prezzo tra i 500 e gli 800 euro

    Share

    apeschi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 820
    Data d'iscrizione : 2011-05-08

    Re: Amplificatori integrati nella fascia di prezzo tra i 500 e gli 800 euro

    Post  apeschi on Thu Sep 25, 2014 10:54 pm

    A me piacciono queste casse:
    Focal  807 V (ascoltate pero' con stato solido e non con valvolare).

    Secondo voi, con un finale a valvole (il mio in particolare), possono essere indicate oppure e' un buco nell'acqua? (e non avrei miglioramenti con le mie Dynavoice DM-6 ?).
    Le Focal mi erano piaciute proprio (confrontate con B&W, Klipsch nella stessa fascia di prezzo, Monitor Audio). Ma erano pilotate da stato solido e non da valvole....
    Il problema non e' se mi piacciano o no certi diffusori, ma se siano pilotabili o non dal mio ampli.

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Amplificatori integrati nella fascia di prezzo tra i 500 e gli 800 euro

    Post  Testini Ugo on Fri Sep 26, 2014 10:40 am

    apeschi wrote:A me piacciono queste casse:
    Focal  807 V (ascoltate pero' con stato solido e non con valvolare).

    Secondo voi, con un finale a valvole (il mio in particolare), possono essere indicate oppure e' un buco nell'acqua? (e non avrei miglioramenti con le mie Dynavoice DM-6 ?).
    Le Focal mi erano piaciute proprio (confrontate con B&W, Klipsch nella stessa fascia di prezzo, Monitor Audio). Ma erano pilotate da stato solido e non da valvole....
    Il problema non e' se mi piacciano o no certi diffusori, ma se siano pilotabili o non dal mio ampli.

    Buco


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    apeschi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 820
    Data d'iscrizione : 2011-05-08
    Età : 55
    Località : Milano

    Re: Amplificatori integrati nella fascia di prezzo tra i 500 e gli 800 euro

    Post  apeschi on Fri Sep 26, 2014 1:39 pm

    Testini Ugo wrote:

    Buco

    Thanks. Richiedono maggior potenza e meglio con stato solido?

    Quindi... a parte le classicissime LS3/5a di cui abbiamo ampiamente discusso... quali alternative (assolutamente che dovro' ascoltare comunque) per il finale a valvole?

    O cambio tutto, piglio le focal e vado di stato solido ?

    O sto cosi' come sono? (a parte eventualmente le LS3/5a).



    _________________
    Sorgente: Lettore CD Denon DCD-510AE; PC Mini-ITX per musica liquida windows 10 con Jriver 21;  
    Cuffie: Sennheiser HD650, AKG K518DJ, AKG K702, Alessandro-Grado Ms1i (con LCUSH e/o flat pads); Shure SRH940;Fostex T50RP modded by me in due versioni diverse;
    Beyerdynamic DT880 600 ohm; Koss Porta Pro; Shenneiser Momentum;
    Ampli cuffie: Burson HA-160, Little DOT MKIV SE.
    CAVI: Cavi WireWorld Solstice 6; e altri cavi non necessariamente famosi
    Ampli Stereo Rega Brio R; Finale a valvole Audio Innovarions Serie 800 mk2b; Preampli Audio Innovations L1 (valvolare); Diffusori: Davis Vinci 3D;
    DAC: Teac USD 501 DSP
    Pre Phono USB: Rega Fono Mini A2D

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Amplificatori integrati nella fascia di prezzo tra i 500 e gli 800 euro

    Post  Testini Ugo on Fri Sep 26, 2014 6:09 pm

    apeschi wrote:

    Thanks. Richiedono maggior potenza e meglio con stato solido?

    Quindi...  a parte le classicissime LS3/5a di cui abbiamo ampiamente discusso...  quali alternative (assolutamente che dovro' ascoltare comunque) per il finale  a valvole?

    O cambio tutto, piglio le focal e vado di stato solido ?

    O sto cosi' come sono? (a parte eventualmente le LS3/5a).


    Ripeto, al tuo budget, di diffusori nuovi ideali per le basse potenze a tubi, ben poche idee. Ti consiglio fortemente l'usato, anche se non è molto nel mio stile. Ad esempio io ho avuto ottimi riscontri con le Opera mod. Opera Prima ultima serie prima della ingiustificata dipartita; ma li ho sempre abbinate ad integrati con tubi KT 88, tipo sui 20/30 W minimi. Quindi non sono certo di consigliarteli.
    A basse potenze, da stand, ripetendomi, mi sono piaciute moltissimo le RJ Desing, ma siamo alti. Credo sui 1200 Euro.
    http://www.rjdesign.it/


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Amplificatori integrati nella fascia di prezzo tra i 500 e gli 800 euro

    Post  Nimalone65 on Fri Sep 26, 2014 8:13 pm


    Leggendo questo 3D , ed in particolare le riflessioni ed i commenti fatti riguardo le Ls3/5 Gli Audio Innovations ecc ,,,,,ho pensato che fossero più o meno commenti adeguati ,,,,,ho avuto la netta sensazione che chi scrivesse dicesse la verità ed avesse realmente giocato con questi componenti.

    perchè dico questo?

    Semplicemente perchè , troppe volte ho letto di commenti in cui si negava in modo categorico la possibilità di pilotare con pochi watt diffusori non troppo efficienti. Penso ad esempio a tutti quelli che criticavano la scelta di pilotare delle Diapason Adamantes con 20 vatt degli Air Tight mono ecc sentenziando la necessità d'avere centinai di watt a disposizione.

    In questo 3D sono scaturite piccole verità su cui vale la pena riflettere . Per me.

    sunny


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    rphal
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 660
    Data d'iscrizione : 2011-11-24

    Re: Amplificatori integrati nella fascia di prezzo tra i 500 e gli 800 euro

    Post  rphal on Fri Sep 26, 2014 10:29 pm

    Se vuoi tenere la tua amplificazione l'unica soluzione sono i diffusori ad alta sensibilita. Per l'alta sensibilita io intendo il minimo 95-97 dB. Questo lo puoi ottenere solo con le trombe, tanto e' vero che quando l'amplificatori erano solo a valvole la maggioranza dei diffusori erano a tromba, vedi per esempio Klipschorn o Scala. Oggi oltre la Klipsch e la JBL non so se esistono altri produtori dei diffusori a tromba nella fascia economica. Dovresti sentirli con la tua amplificazione per vedere se ti piacciono. Altra soluzione e' cambiare l'amplificatore e la si apre un altro mondo.

    apeschi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 820
    Data d'iscrizione : 2011-05-08
    Età : 55
    Località : Milano

    Re: Amplificatori integrati nella fascia di prezzo tra i 500 e gli 800 euro

    Post  apeschi on Fri Sep 26, 2014 10:48 pm

    Nimalone65 wrote:
    Leggendo questo 3D , ed in particolare le riflessioni ed i commenti fatti riguardo le Ls3/5 Gli Audio Innovations ecc ,,,,,ho pensato che fossero più o meno commenti adeguati ,,,,,ho avuto la netta sensazione che chi scrivesse dicesse la verità ed avesse realmente giocato con questi componenti.

    perchè dico questo?

    Semplicemente perchè , troppe volte ho letto di commenti in cui si negava in modo categorico la possibilità di pilotare con pochi watt diffusori non troppo efficienti. Penso ad esempio a tutti quelli che criticavano la scelta di pilotare delle Diapason Adamantes con 20 vatt degli Air Tight mono ecc sentenziando la necessità d'avere centinai di watt a disposizione.

    In questo 3D  sono scaturite piccole verità su cui vale la pena riflettere . Per me.

    sunny

    Ti ringrazio per il commento e ringrazio tantissimo chi ha risposto alle mie numerose domande e ai miei numerosi dubbi e cambi di idee.  sunny

    Ho iniziato chiedendo con cosa sostituire il mio amplificatore (e' vero che stava scritto in firma il mio impianto, ma inizialmente mi sono un po' vergognato nel chiedere di voler sostituire il valvolare con uno stato solido economico) e sono finito spostando completamente l'argomento sul fronte opposto, cioe' la sostituzione delle casse (e credo che per ora andro' in questa direzione).

    Anni ed anni di esperienza e di scarso budget perenne che non mi ha mai fatto avere il top degli impianti (ho 53 anni ed ho iniziato con il Modulo 20 Akai nel lontano 1976), numerosi errori mi hanno portato ad una serie di conclusioni forse banali ma comunque secondo me non del tutto sbagliate. (Meglio tardi che mai).

    1) Il miglior impianto e' avere a disposizione un'orchestra (o un cantante, complesso e quant'altro) che possa suonare per noi nell'ambiente piu' appropriato per quel genere di musica. Impossibile per la maggior parte di noi da realizzare. Affermaziome molto forte, ma per dire che i parametri sono talmente tanti che l'accoppiata ampli casse ideali non esiste (se c'e' dinamica non c'e' coerenza, se si cura il timbro nei medi non si hanno bassi... almeno parlando di comuni ambienti domestici, comuni diffusori ed amplificatori accessibili). Poi per ogni cosa c'e' sempre quel qualcosa in piu' per avvicinarci sempre di piu' alla riproduzione ideale (che non esiste) e che pero' ci fa spendere molti soldi.  cheers

    2) Dopo di che la scelta dipende dal budget principalmente (che determina ambiente, locale di ascolto, apparati vari).

    3) Non esiste il miglior componente, ma il migliore accoppiamento (10 casse e 10 finali, per semplificare senza volutamente considerare le sorgenti, l'ambiente eccetera, possono essere ottimi singolarmente e costosissimi, ma se accoppiati nel modo sbagliato possono dare risultati pessimi, mentre 10 casse e 10 finali se accoppiati bene, possono dare risultati eccellenti anche senza aprire un muto. Poi sicuramente c'e' sempre qualcosa di meglio,ma anche di peggio purtroppo).  

    4) L'accoppiamento e' qualcosa di elettrico (nel senso che se l'ampli non riesce a trasferire la poca o tanta potenza che puo' erogare teoricamente ai diffusori il matrimonio casse ampli non funzionera').  Da qui tutti i miei dubbi. (E' il mio ampli che non riesce a pilotare le mie casse, o sono le casse che non sono adatte al mio ampli? Anche qui la risposta e' dipende). Pero' dei due o sostituisco l'uno o sostituisco l'altro. Leggendo i commenti mi conviene tenere l'ampli e cambiare casse, almeno questo e' quello che ho capito. Poi e' ovvio che se decidessi di cambiare tutto trovo di meglio, ma volendo un impiantino bilanciato senza aprire un mutuo, ho capito che dovrei migliorare le casse. Da ingegnere elettronico, nato e cresciuto con componenti a stato solido, passato per puro sfizio e per pura curiosita' all'audio innovation valvolare, voglio razionalizzare certe informazioni perche' voglio capire meglio come mai casse (bass reflex) con efficienza dichiarata di 89db possano rendere meno di casse con efficienza di 82,5 db (chiuse).
    Poi cerco di rispondermi pensando che i finali a stato solido erogano tanta corrente (almeno in teoria, ovviamente, perche' poi possono non avere un'alimentazione adeguata o essere limitati elettronicamente da protezioni) e quindi lavorano bene su carichi ad impedenza inferiore, i finali a valvole (poi anche qui il discorso non e' cosi' semplice, ma lo sto banalizzando volutamente) lavorano meglio su carichi piu' alti (a maggiore impedenza) perche' erogano una tensione maggiore (ripeto, dipende dalla circuitazione delle valvole e dai trasformatori in uscita... ma e' solo per semplificare).

    5) A questo punto subentrano i gusti di ciascuno di noi, l'ambiente in cui mettiamo l'impianto, la nostra passione, la nostra esperienza e cultura musicale, il genere di musica che preferiamo ascoltare.  Ma a patto di averci azzeccato con le accoppiate.
    E qui subentrano gli ascolti, le discussioni sul fatto che ci possa piacere di piu' o di meno un certo amplificatore e/o certi diffusori accoppiati a quell'amplificatore. Suggerimenti dovuti all'ascolto.
    Ma andare in giro il sabato mattina in autobus per Milano con 20 chili di valvolare da portarmi appresso non e' una cosa divertente e se ascolto anche delle casse che mi piacciono molto (come ho citato le Focal) ma che poi non sono indicate come accoppiamento con il mio ampli, non ha senso ascoltarle (se non le provo con il mio ampli). Dovessi scegliere sceglierei le Focal ma se sono un buco nell'acqua con il mio ampli, non mi interessano piu' (mi piacerebbe pero' provarle per pura curiosita' con il mio ampli).


    L'altra scelta che emerge e' andare sulle S3/5a o varie versioni.
    Le domande che mi sto ponendo ora alla luce di tutto quanto scritto e consigliato sopra sono: proprio quelle, proprio quel modello che e' fantastico (e ricordo che erano un mito anni fa), o qualcosa di simile?
    Qui entrano in gioco le solite due domande.  
    E' un problema di gusti o anche di accoppiamento?  (Se l'accoppiamento e' sbagliato, non ci sono gusti che tengano, se l'accoppiamento e' corretto, allora subentrano i pareri soggettivi, l'esperienza di ascolto).
    Mi pare di capire che tra i vari modelli, il meglio in assoluto siano le originali vintage, oppure le Stirling (e qui entriamo nelle sfumature, nei gusti personali, nel particolare, perche' ho capito che non sono comunque la stessa cosa).
    Ma sono tutte pilotabili dal mio ampli ? (e qui parlo di sinergia, di accoppiamento, non piu' di gusti che sono fattori personali).

    Una volta deciso di prendere le S3/5a ho capito che dovrei o cercare nell'usato (ma mi fido poco), oppure se vado nel nuovo non sono la stessa cosa.
    Ora se non sono la stessa cosa, sto cercando di capire cosa potrebbe comunque suonare bene (senza magari avere la magia della Rogers, Kef, Spendor, originali).
    Stavo pensando a delle Spendor S3/5R2 (che non hanno assolutamente nulla a che vedere con le S3/5a perche' non hanno manco un chiodo del progetto originale) , ma a me interessa che comunque si accoppino (nel senso di unirsi bene e non di accoppare, ammazzarsi vicendevolmente ) tra di loro.

    Poi e' ovvio che se ho un ampli solido, di qualita', coi muscoli, fara' suonare bene qualsiasi cassa (per modo di dire, ovviamente).


    _________________
    Sorgente: Lettore CD Denon DCD-510AE; PC Mini-ITX per musica liquida windows 10 con Jriver 21;  
    Cuffie: Sennheiser HD650, AKG K518DJ, AKG K702, Alessandro-Grado Ms1i (con LCUSH e/o flat pads); Shure SRH940;Fostex T50RP modded by me in due versioni diverse;
    Beyerdynamic DT880 600 ohm; Koss Porta Pro; Shenneiser Momentum;
    Ampli cuffie: Burson HA-160, Little DOT MKIV SE.
    CAVI: Cavi WireWorld Solstice 6; e altri cavi non necessariamente famosi
    Ampli Stereo Rega Brio R; Finale a valvole Audio Innovarions Serie 800 mk2b; Preampli Audio Innovations L1 (valvolare); Diffusori: Davis Vinci 3D;
    DAC: Teac USD 501 DSP
    Pre Phono USB: Rega Fono Mini A2D

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Amplificatori integrati nella fascia di prezzo tra i 500 e gli 800 euro

    Post  Nimalone65 on Fri Sep 26, 2014 11:17 pm

    Voglio essere più diretto .

    Se tu fossi sicuro , mi cercherei le Spendor Ls3/5  ,,,,prima di acquistarle le ascolterei per evitare "sole".

    In alternativa per restare sul commerciale e senza svenarsi guarderei le AN-J AN--E oppure valuterei le Heresi prima serie  e solo quelle ,,,niente seconda o terza serie !,,,,,Ma pure le Altec Santana 1 o gli Altec 604 e 605.

    Sul versante Mini di medio bassa efficienza potresti ascoltare le ProAc one sc o le tablette , , le AE 1 MKII , Ensamble PA1 ref , Harmonix Bravo , in un crescendo di costi d'acquisto.

    Volendo poi estremizzare il discorso , rivolgendosi alla massima qualità possibile , a discapito di qualche parametro audiofilo , spesso irrilevante in un ambiente casalingo , guarderei i diffusori a gamma estesa caricati o meno a tromba , tipo Diatone 610 , Fostex, Lowther, PHY-HP, Ocellia,AER, Voxativ  Auditorium 23 WE 755, ecc.,,,,,ed in questi casi 20 watt son pure troppi !!!

    Io personalmente opterei per quest'ultima opzione purtroppo in Italia troppo poco pubblicizzata e quindi scarsamente valutata. In quest'ambito si possono trovare soluzioni estreme ,ingrombantissime e costosissime , ma pure soluzioni compatte ed economiche . Ovvio come in ogni casa c'è un meglio ed un peggio , ma ad oggi MAI , neppure con i sistemi più piccoli ed economici  , mi è capitato d'ascoltarne uno che non suonasse almeno bene . Valutali ne vale la pena.Ma soprattutto non serve per forza passare lustri continuando a sbagliare alla ricerca di qualcosa che forse è molto più facile da ottenere di quanto si pensi.

    E' infatti un gioco che mi sono preposto di affrontare dopo aver terminato quello attualmente in atto.

    P.S.
    Le sinergie , servono per far cantare un sistema che altrimenti suonerebbe solo Molto bene ,e spesso dipendono più da cavi ed accessori che da altro,,,,,Non per far suonicchiare apparecchi scarsi. Quindi è Meglio utilizzare ottimi componenti non particolarmente sinergici ottenendo un suono molto bello , che componenti scarsi ma sinergici tra loro.. Alla fine un sistema suona sempre con i limiti del suo componente peggiore.
    Fai diventare il tuo ampli il componente peggiore del tuo sistema prima di sostituirlo ,,,,,anche perchè fare realmente di meglio ti costerebbe ben di più che acquistare degli eccellenti diffusori.!


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    apeschi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 820
    Data d'iscrizione : 2011-05-08
    Età : 55
    Località : Milano

    Re: Amplificatori integrati nella fascia di prezzo tra i 500 e gli 800 euro

    Post  apeschi on Mon Oct 13, 2014 11:35 pm

    Alla fine ho chiuso il giro.

    Il mio AI 800 ha seri problemi (temo sia un problema di trasformatore), ha una banda passante che e' peggiorata lentamente negli ultimi mesi. Infatti dopo le ferie e' decisamente peggiorato.
    Suonava male ed avevo quindi pensato di sostutirlo (da qui l'apertura del post) poi mi sono autoconvinto che fosse invece un problema di diffusori (da qui lo spostamento della discussione dall'ampli alle casse).

    NB Dai miei primi post non sembrava che il problema fosse l'ampli (ammetto che non l'ho scritto chiaramente), ho riletto tutto, in realta', credo che non volessi ammetterlo nemmeno a me stesso, ma con confronti diretti sono emersi in maniera inequivocabile i limiti del mio AI 800 (ho sperato fosse un problema di accoppiamento con le mie casse). Questo per chiarire.

    L'ho provato con altri diffusori (sia a casa mia che in altri luoghi) ed il problema non sono le casse ma l'ampli. (da tutti i confronti incrociati fatti cambiando pre, finale, casse e facendo diverse prove incrociate emerge).  
    Avevo fatto altre prove con finali miei a stato solido ma quando l'ho confrontato con il Rega Brio e con il Prima Luna a valvole, i problemi sono emersi in maniera evidente (non parlo di sfumature o diversa impostazione del suono ma proprio di bassi mancanti, medi innaturali).

    Ora l'ho rimandato ad un laboratorio per capire cosa sia successo nell'ultimo anno.

    Spero sia solo qualche condensatore o resistenza arrosto (ma non vorrei che siano i trasformatori d'uscita).
    Mi sa che mi liberero' sia del finale che del pre (che invece funziona bene). A malincuore ma non vorrei svenarmi per ripararlo (a meno che sia solo un discorso di condensatori).

    Visto che senza musica non riesco a rimanere, per il momento ho rinunciato alle casse nuove ed ho comprato un Rega Brio R  (tornando allo stato solido) che ora fa suonare bene pure le mie attuali casse.

    Poi vedremo, nel frattempo ho fatto un po' di ascolti e mi sono fatto un po' di esperienza.

    Mi e' piaciuto il Prima Luna (stando sulle valvole) ma era (per ora) fuori budget, mi sono piaciute le Davis Vinci 3D che peraltro vanno benissimo anche con il Rega Brio R (con il Prima Luna mi piacciono molto, con il mio ampli AI non c'erano bassi, c'erano solo medi innaturali, sintomo di seri problemi al finale AI). Il peggioramento e' avvenuto negli ultimi mesi.

    Ringrazio tutti perche' ho potuto fare un po' di riflessioni varie. Alla fine sono tornato all'idea originale di sostituire l'amplificatore.

    Poi vedremo per quanto riguarda l'AI , o lo butto, o lo riparo, o al limite lo vendo una volta riparato e rimesso a nuovo (ammesso che abbia senso ripararlo e venderlo).


    _________________
    Sorgente: Lettore CD Denon DCD-510AE; PC Mini-ITX per musica liquida windows 10 con Jriver 21;  
    Cuffie: Sennheiser HD650, AKG K518DJ, AKG K702, Alessandro-Grado Ms1i (con LCUSH e/o flat pads); Shure SRH940;Fostex T50RP modded by me in due versioni diverse;
    Beyerdynamic DT880 600 ohm; Koss Porta Pro; Shenneiser Momentum;
    Ampli cuffie: Burson HA-160, Little DOT MKIV SE.
    CAVI: Cavi WireWorld Solstice 6; e altri cavi non necessariamente famosi
    Ampli Stereo Rega Brio R; Finale a valvole Audio Innovarions Serie 800 mk2b; Preampli Audio Innovations L1 (valvolare); Diffusori: Davis Vinci 3D;
    DAC: Teac USD 501 DSP
    Pre Phono USB: Rega Fono Mini A2D

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Amplificatori integrati nella fascia di prezzo tra i 500 e gli 800 euro

    Post  Testini Ugo on Tue Oct 14, 2014 9:19 am

    apeschi wrote:Alla fine ho chiuso il giro.

    Il mio AI 800 ha seri problemi (temo sia un problema di trasformatore), ha una banda passante che e' peggiorata lentamente negli ultimi mesi. Infatti dopo le ferie e' decisamente peggiorato.
    Suonava male ed avevo quindi pensato di sostutirlo (da qui l'apertura del post) poi mi sono autoconvinto che fosse invece un problema di diffusori (da qui lo spostamento della discussione dall'ampli alle casse).

    NB Dai miei primi post non sembrava che il problema fosse l'ampli (ammetto che non l'ho scritto chiaramente), ho riletto tutto, in realta', credo che non volessi ammetterlo nemmeno a me stesso, ma con confronti diretti sono emersi in maniera inequivocabile i limiti del mio AI 800 (ho sperato fosse un problema di accoppiamento con le mie casse). Questo per chiarire.

    L'ho provato con altri diffusori (sia a casa mia che in altri luoghi) ed il problema non sono le casse ma l'ampli. (da tutti i confronti incrociati fatti cambiando pre, finale, casse e facendo diverse prove incrociate emerge).  
    Avevo fatto altre prove con finali miei a stato solido ma quando l'ho confrontato con il Rega Brio e con il Prima Luna a valvole, i problemi sono emersi in maniera evidente (non parlo di sfumature o diversa impostazione del suono ma proprio di bassi mancanti, medi innaturali).

    Ora l'ho rimandato ad un laboratorio per capire cosa sia successo nell'ultimo anno.

    Spero sia solo qualche condensatore o resistenza arrosto (ma non vorrei che siano i trasformatori d'uscita).
    Mi sa che mi liberero' sia del finale che del pre (che invece funziona bene). A malincuore ma non vorrei svenarmi per ripararlo (a meno che sia solo un discorso di condensatori).

    Visto che senza musica non riesco a rimanere, per il momento ho rinunciato alle casse nuove ed ho comprato un Rega Brio R  (tornando allo stato solido) che ora fa suonare bene pure le mie attuali casse.

    Poi vedremo, nel frattempo ho fatto un po' di ascolti e mi sono fatto un po' di esperienza.

    Mi e' piaciuto il Prima Luna (stando sulle valvole) ma era (per ora) fuori budget, mi sono piaciute le Davis Vinci 3D che peraltro vanno benissimo anche con il Rega Brio R (con il Prima Luna mi piacciono molto, con il mio ampli AI non c'erano bassi, c'erano solo medi innaturali, sintomo di seri problemi al finale AI). Il peggioramento e' avvenuto negli ultimi mesi.

    Ringrazio tutti perche' ho potuto fare un po' di riflessioni varie. Alla fine sono tornato all'idea originale di sostituire l'amplificatore.

    Poi vedremo per quanto riguarda l'AI , o lo butto, o lo riparo, o al limite lo vendo una volta riparato e rimesso a nuovo (ammesso che abbia senso ripararlo e venderlo).

    Sono contento che anche tu hai notato e quindi confermato la sinergia tra le ottime Davis ed il suono degli ampli Rega.


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    apeschi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 820
    Data d'iscrizione : 2011-05-08
    Età : 55
    Località : Milano

    Re: Amplificatori integrati nella fascia di prezzo tra i 500 e gli 800 euro

    Post  apeschi on Tue Oct 14, 2014 8:44 pm

    Testini Ugo wrote:
    Sono contento che anche tu hai notato e quindi confermato la sinergia tra le ottime Davis ed il suono degli ampli Rega.

    Si. Anche se le Davis suonano benissimo anche con il Primaluna, comunque il Rega costa la meta' se riesco in qualche modo a realizzare due soldi con il valvolare piglio le Davis e sono a posto senza pormi troppi problemi. Con il Rega mi sono sembrate piu' controllate, con il Primaluna piu' esuberanti. Alla fine (anche per motivi di prezzo) ho preferito il Rega. Ad un certo punto bisogna sapersi accontentare.


    _________________
    Sorgente: Lettore CD Denon DCD-510AE; PC Mini-ITX per musica liquida windows 10 con Jriver 21;  
    Cuffie: Sennheiser HD650, AKG K518DJ, AKG K702, Alessandro-Grado Ms1i (con LCUSH e/o flat pads); Shure SRH940;Fostex T50RP modded by me in due versioni diverse;
    Beyerdynamic DT880 600 ohm; Koss Porta Pro; Shenneiser Momentum;
    Ampli cuffie: Burson HA-160, Little DOT MKIV SE.
    CAVI: Cavi WireWorld Solstice 6; e altri cavi non necessariamente famosi
    Ampli Stereo Rega Brio R; Finale a valvole Audio Innovarions Serie 800 mk2b; Preampli Audio Innovations L1 (valvolare); Diffusori: Davis Vinci 3D;
    DAC: Teac USD 501 DSP
    Pre Phono USB: Rega Fono Mini A2D

    apeschi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 820
    Data d'iscrizione : 2011-05-08
    Età : 55
    Località : Milano

    Re: Amplificatori integrati nella fascia di prezzo tra i 500 e gli 800 euro

    Post  apeschi on Sun Oct 19, 2014 9:02 pm

    In ogni caso il mio finale Audio Innovations a breve tornera' a casa spero definitivamente sistemato.

    Sabato prossimo lo dovrei provare con le Davis. A questo punto finisce che avro' due alternative, il finale a valvole Audio Innovations 800 mk2b ed il Rega Brio - R . Rolling Eyes Rolling Eyes
    Per le casse mi sa che rimandero' agli inizi anno prossimo (tra ampli, riparazione finale e lavapiatti che mi si e' rotta ieri.... per ora non posso comprare altro).
    Poi o vendo il finale a valvole ed il pre a valvole e mi tengo il Rega, come impianto principale in sala oppure vendo un vecchio Nad 2025PE e sposto il Rega in cucina ripristinando il valvolare in sala (con le Davis in futuro ???) boh. .
    Vedremo...


    _________________
    Sorgente: Lettore CD Denon DCD-510AE; PC Mini-ITX per musica liquida windows 10 con Jriver 21;  
    Cuffie: Sennheiser HD650, AKG K518DJ, AKG K702, Alessandro-Grado Ms1i (con LCUSH e/o flat pads); Shure SRH940;Fostex T50RP modded by me in due versioni diverse;
    Beyerdynamic DT880 600 ohm; Koss Porta Pro; Shenneiser Momentum;
    Ampli cuffie: Burson HA-160, Little DOT MKIV SE.
    CAVI: Cavi WireWorld Solstice 6; e altri cavi non necessariamente famosi
    Ampli Stereo Rega Brio R; Finale a valvole Audio Innovarions Serie 800 mk2b; Preampli Audio Innovations L1 (valvolare); Diffusori: Davis Vinci 3D;
    DAC: Teac USD 501 DSP
    Pre Phono USB: Rega Fono Mini A2D

      Current date/time is Wed Dec 07, 2016 7:17 pm