Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Share
    avatar
    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31628
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 63
    Località : Portici (NA)

    I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  Massimo on Mon Nov 24, 2014 7:58 pm

    Ragazzi, scriviamo i 10 dischi jazz che per un qualche motivo ci hanno colpito e che secondo noi sono da avere assolutamente.



    1) "Night of Ballads & Blues" Mc Coy Tyner

    2) "Desafinado" ColemanHawkins

    3) "We're All Together Again For The First Time" Dave BrubecK- Gerry Malligan
    Paul Desmond
    Alan Dawson

    4) "On The Road" Count Basie

    5) "Nutcrackerc Suite" (Tchaikovsky) Duke Elligton

    6) "I Remember Django" Stephane Grappelli
    Barney Kessel

    7) "Takin' Off" Herbie Hancok
    Freddie Hubbard
    Dexter Gordon
    Butch Warren
    Billy Higgins

    8) "The Koln Concert" Keith Jarrett

    9) "Plays" Michel Petrucciani

    10) "The Glenn Miller Orchestra" Dave Grusin


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito
    avatar
    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31628
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 63
    Località : Portici (NA)

    Re: I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  Massimo on Tue Nov 25, 2014 12:43 am

    Non ci sono dieci album Jazz che per qualche motivo vi hanno emozionato?
    Il primo di Mc Coy Tyner mi emoziona per le ballate suonati in modo magistrale al piano con ritmo soft estremamente piacevole.

    Il secondo l sax soffiato suonato in modo suadente da Coleman, classici brani di Samba e Bossanova.

    Il terzo è dal vivo c'è la famosa "Take Five" con meravigliosi assoli, uno splendido duello di Mulligan-Desmond che si combattono a note di sax alto e baritono, il brano dura circa 17 minuti.

    Il quarto è la grande orchestra Jazz di Coleman live a Montreaux 1979 Sentire un'orchestra Jazz ben affiatata composta da 5 sax, 4 tromboni e 4 trombe oltre il piano suonato da Coleman , chitarra, contrabasso e batteria è un'emozione.
    Il mio brano preferito è John the III, dove è presente un assolo di contrabbasso che mi fa rizzare tutti i peli.



    Il quinto è stato uno dei primi se non il primo esperimento di Jazzare brani classici, Elligton ci prova nel 1960 con lo Schiaccianoci di Tchaikovsky. Devo dire che a mio parere ci riesce in modo perfetto con sonorità che non fanno rimpiangere l'originale versione classica, anzi...............

    Il sesto è un incontro tra il grande vilino di Grappelli, strumento non molto usato nel jazz ma di sicuro impatto, la chitarra di Kessel e quella ritmica di Nini Rosso.il gruppo era il New Hot Club Quintet.
    Kessel ella scuola di Django Reinhardt al quale dedica il primo brano "I Remember Djanco".

    Il settimo è il primo album di Herbie Hancok grande pianista , e grande compositore di brani e colonne sonore di successo.
    Personalmente trovo il suo primo album stupendo, per me il migliore.

    L'ottavo che dire del meraviglioso concerto di Colonia in cui Keith Jarrett sembra avere un orchestra a disposizione e non che suoni solo un piano, credo sia la sua più bella performance.

    Il nono Disco di Petrucciani in cui si sente tutta la sua allegria e voglia di suonare il piano nonostante i malanni, lo suona con una voglia di vivere unica, cosa del resto comune a tutta la sua discografia.

    Il decimo contiene molti brani famosi del grande Glenn Miller come In the mood, Tuxedo Junction, The american patrol, Moonlight serenade ecc..., Dave Grusin ripropone i brani con arrangiamenti originali e registrazioni perfette.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito
    avatar
    Avian
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 686
    Data d'iscrizione : 2013-11-03
    Località : Roma

    Re: I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  Avian on Tue Nov 25, 2014 9:15 am

    Non tutti digeriscono il Jazz, Massimo. Anche io non sono espertissimo. Solo da qualche anno mi sto cimentando nel genere che non rientra naturalmente nelle mie corde eppure mi sto sforzando di imparare. Io ne dico 5 che mi hanno veramente colpito

    La mia scaletta è:

    1. A Love Supreme, John Coltrane, con la epica Psalm a concludere una vera e propria messa nera in quattro movimenti.

    2. Kind Of Blue, Miles Davis, paradigma del jazz modale. Non ho mai avuto niente contro lo stereotipo del bebop, anzi, apprezzo entrambe le tipologie di esecuzione.

    3. The Hawk Flies High, Coleman Hawkins, sassofono tenore, melodia e ... pazzesco come riesca a tenere il fiato in una ininterrotta nota per più di 1 minuto su Juicy Fruit e poi riprendere l'assolo come se niente fosse.

    4. Invitation, Milt Jackson Sextet, come dicevo mi piace anche il bebop. Il vibrafono di Jackson crea qui un'atmosfera molto suggestiva, quasi sospesa. Mi rilassa molto.

    5. Swing's The Thing, Illinois Jacquet, prima opera della sua Big Band successiva però alla magistrale e storica esecuzione di Flying Home con la Hampton Orchestra. Un grande sassofonista e incredibilmente bravo con il fagotto. Pochi jazzisti lo suonavano al tempo.


    _________________
    E mi ricordo, tra l'altre, che nella Biblioteca Ambrosiana, datomi in mano dal bibliotecario non so più quale manoscritto autografo del Petrarca, da vero barbaro Allobrogo, lo buttai là, dicendo che non me n'importava nulla.
    avatar
    sibry
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 294
    Data d'iscrizione : 2014-10-31
    Età : 59
    Località : Nel Veronese e dintorni

    Re: I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  sibry on Tue Nov 25, 2014 9:52 am

    i miei dischi sono, piùmeno, così suddivisi:
    50% rock/pop
    35% Blues/Jazz
    15% classica
    di jazz ne mastico, e, ultimamente, sempre di più.... Rolling Eyes
    Il problema è che ho così tanta roba che devo un attimo guardare...
    E' importantissimo anche la qualità audio di questo genere.... Di certo ci sono alcuni dischi che sono talmente belli che... a volte viene da chiedersi... ma è la qualità audio o è la qualità artistica che mi ha fatto innamorare di questo gioellino ?..........
    Piazzerò una mia piccola lista, ma datemi tempo, grazie! Embarassed
    avatar
    bluocram
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 568
    Data d'iscrizione : 2011-06-08
    Età : 59
    Località : Roma

    Re: I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  bluocram on Tue Nov 25, 2014 10:26 am

    Tralasciando gli "Immensi" Ellington, Basie, Cole, Gershwin, Miller etc etc..i primi dieci di getto son questi :


    Miles Davis  -Kind of Blue

    John Coltrane-  Soultrane

    Chet Baker  -   Smokin’

    Thelonius Monk - Monk’s Blues

    Eric Dolphy – Out to Lunch

    Charles Mingus  -  Mingus Mingus Mingus

    Freddie Hubbard - Straight Life

    Wes  Montgomery – Smokin’ at the Half Note

    Keith Jarret – Standards in Norway

    Oscar Peterson  - The Nigth Train


    Saluti a tutti !  sunny

    Marco.
    avatar
    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31628
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 63
    Località : Portici (NA)

    Re: I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  Massimo on Tue Nov 25, 2014 12:37 pm

    Credo che l'importante più che il numero sia quello di scrivere perchè ci hanno colpito, anche per dare agli amici che vogliono seguirci una specie di guida all'ascolto ed all'acquisto se si vuole.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito
    avatar
    desmoraf68
    Sordogolo 3

    Numero di messaggi : 4540
    Data d'iscrizione : 2011-01-14
    Età : 50
    Località : Prov. Arezzo

    Re: I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  desmoraf68 on Tue Nov 25, 2014 5:32 pm

    1) Rachelle Ferrell - Individuality (Can I Be Me?)
    2) Patricia Barber - cafe blue
    3) Masekela - Hope
    4) Chick Corea e Bobby McFerrin - Play
    5) Jazz at the Pawnshop
    6)Mario Biondi - Handful of Soul
    7) Musica Nuda - Live à Fip
    8) Ella and Oscar
    9) George Benson & Al Jarreau - Givin' It Up
    10) Spyro Gyra - Heart of the Night

    Come avete notato mi piace sopratutto il Jazz cantato sunny


    _________________
    Raffaele

    Chi sa fare la musica la fa, chi la sa fare meno la insegna, chi la sa fare ancora meno la organizza, chi la sa fare così così la critica. (Luciano Pavarotti)

    Gli appassionati di musica sono assolutamente irragionevoli. Vogliono essere sempre perfettamente muti quando si dovrebbe desiderare di essere assolutamente sordi. (Oscar Wilde)

    Non posso immaginare la mia vita o quella di chiunque altro senza la musica: è come una luce nel buio che non si spegne mai. (Martin Scorsese)

    avatar
    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31628
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 63
    Località : Portici (NA)

    Re: I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  Massimo on Tue Nov 25, 2014 5:34 pm

    Forza Raf, raccontami anche qualcosa, cosa ti ha colpito di questi album?


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito
    avatar
    desmoraf68
    Sordogolo 3

    Numero di messaggi : 4540
    Data d'iscrizione : 2011-01-14
    Età : 50
    Località : Prov. Arezzo

    Re: I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  desmoraf68 on Tue Nov 25, 2014 5:37 pm

    Azz Massimo mi metti veramente in difficoltà, ma ci provo; principalmente la voce sopratutto della Ferrell, di McFerrin e di Mario (straordinarie).


    _________________
    Raffaele

    Chi sa fare la musica la fa, chi la sa fare meno la insegna, chi la sa fare ancora meno la organizza, chi la sa fare così così la critica. (Luciano Pavarotti)

    Gli appassionati di musica sono assolutamente irragionevoli. Vogliono essere sempre perfettamente muti quando si dovrebbe desiderare di essere assolutamente sordi. (Oscar Wilde)

    Non posso immaginare la mia vita o quella di chiunque altro senza la musica: è come una luce nel buio che non si spegne mai. (Martin Scorsese)

    avatar
    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31628
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 63
    Località : Portici (NA)

    Re: I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  Massimo on Tue Nov 25, 2014 5:46 pm

    Raffaè tu sei un grande non posso metterti in difficoltà un piccolo sforzo, dicci qualcosa in più per chi non conosce questi album.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito
    avatar
    brizzo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2182
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 58
    Località : Mestre/Venezia

    Re: I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  brizzo on Tue Nov 25, 2014 6:27 pm

    Cerri-Intra :due grandi italiani, Cerri l'autodidatta della chitarra jazz
    Massimo Urbani : the blessing l'ultimo prima della fine
    Piero Bassini trio intensity  grande intensità
    Bobby watson :love remains grande sax
    Chet Baker : at capolinea, live from moonlight   non serve aggiungere altro
    Joe Pass :virtuoso  
    Pat Metheny :80/81  aggiungo  duetto con Haden in Missouri sky
    Pat Martino : all sides now  tornare a imparare a suonare la chitarra dopo l' aneurisma celebrale
    Miles Davis elettrico :the man with the horn (l'emozione del ritorno)    live araond the world (manca poco alla fine)  
    Getz Barron : people time live l'ultima voce di Getz a pochi mesi dalla fine
    Joe Zawinul :Brown street  live at birdland il suo locale viennese con big band acustica  è già gravemente malato, lo accompagnano sul palco ma non molla
    Pino di Modugno: bedouin fisarmonica grande fisarmonica e modestia
    Vittorio Gennari :the sound sax il primo disco a 70 anni
    D'andrea Tommaso Gatto: airegin

    questi sono i primi che mi sono rimbalzati in testa, la maggioranza sono nomi poco conosciuti ma meritori di grande rispetto.
    Ho grande attrazione per i lavori "testamento" proprio perchè il musicista da il suo meglio con la consapevolezza della fine.......

    non saranno quelli "da isola deserta" però è vero jazz non plastificato
    buoni ascolti


    _________________
    saluti Eddie sunny


    avatar
    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31628
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 63
    Località : Portici (NA)

    Re: I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  Massimo on Tue Nov 25, 2014 6:59 pm



    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito
    avatar
    desmoraf68
    Sordogolo 3

    Numero di messaggi : 4540
    Data d'iscrizione : 2011-01-14
    Età : 50
    Località : Prov. Arezzo

    Re: I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  desmoraf68 on Tue Nov 25, 2014 7:10 pm

    Ok, allora vado per ordine di lista, mi piace:
    1) mi fa emozionare la sua estensione sia in tempo che in ottave della voce
    2) la sua voce con registro molto basso poi include il brano Ode to Billie Joe di Bobbie Gentry (questa arrangiata in modo molto particolare) e A Taste of Honey cantata anche dai Beatles.
    3) beh che dire?! il suo modo di suonare la  tromba e da brivido oltre al fatto di avere un jazz con ritmi africani
    4) due grandi, uno che suona il piano (Corea) l'altro (McFerrin) che fà quello che vuole con la sua voce una su tutte Spain live
    5) mi sembra di stare là nel lontano 1976, si sente la gente brindare chiacherare ... strepitoso
    6) Mario mi ricorda molto Barry White in versione Jazz
    7) il contrabasso di Spinetti  unito alla voce della Magoni  
    8) voce e piano da brivido
    9) la chitarra di Benson che accopagna e  duetta con Al Jarreau in canzoni come Breezin'
    10)  Jazz Fusion mischiatto con ritmi caraibici .. le canzoni non so  perchè mi ricordano molto Fausto Papetti (da piccolo lo ascoltavo spesso,inquanto mio zio è un suo grande fan).


    _________________
    Raffaele

    Chi sa fare la musica la fa, chi la sa fare meno la insegna, chi la sa fare ancora meno la organizza, chi la sa fare così così la critica. (Luciano Pavarotti)

    Gli appassionati di musica sono assolutamente irragionevoli. Vogliono essere sempre perfettamente muti quando si dovrebbe desiderare di essere assolutamente sordi. (Oscar Wilde)

    Non posso immaginare la mia vita o quella di chiunque altro senza la musica: è come una luce nel buio che non si spegne mai. (Martin Scorsese)

    avatar
    brizzo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2182
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 58
    Località : Mestre/Venezia

    Re: I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  brizzo on Tue Nov 25, 2014 8:33 pm

    Massimo...ottimo argomento complimenti...... cheers cheers cheers


    _________________
    saluti Eddie sunny


    avatar
    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31628
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 63
    Località : Portici (NA)

    Re: I 10 dischi Jazz che ci hanno maggiormente colpito

    Post  Massimo on Wed Nov 26, 2014 8:19 am

    desmoraf68 wrote:Ok, allora vado per ordine di lista, mi piace:
    1) mi fa emozionare la sua estensione sia in tempo che in ottave della voce
    2) la sua voce con registro molto basso poi include il brano Ode to Billie Joe di Bobbie Gentry (questa arrangiata in modo molto particolare) e A Taste of Honey cantata anche dai Beatles.
    3) beh che dire?! il suo modo di suonare la  tromba e da brivido oltre al fatto di avere un jazz con ritmi africani
    4) due grandi, uno che suona il piano (Corea) l'altro (McFerrin) che fà quello che vuole con la sua voce una su tutte Spain live
    5) mi sembra di stare là nel lontano 1976, si sente la gente brindare chiacherare ... strepitoso
    6) Mario mi ricorda molto Barry White in versione Jazz
    7) il contrabasso di Spinetti  unito alla voce della Magoni  
    8) voce e piano da brivido
    9) la chitarra di Benson che accopagna e  duetta con Al Jarreau in canzoni come Breezin'
    10)  Jazz Fusion mischiatto con ritmi caraibici .. le canzoni non so  perchè mi ricordano molto Fausto Papetti (da piccolo lo ascoltavo spesso,inquanto mio zio è un suo grande fan).


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

      Current date/time is Tue Dec 11, 2018 4:16 am