Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Roma, are you ready to hear the future ? - Page 5
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Roma, are you ready to hear the future ?

    Share

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2014
    Data d'iscrizione : 2010-12-11

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Nimalone65 on Mon Dec 15, 2014 9:18 pm

    Giordy60 wrote:il Roma hi-fidelity lo fanno sempre quando io non sono nella capitale
    la prossima settimana sarò a Roma e non potrò ascoltare il sistema Genelec del futuro  
    vabbè sarà per la prossima

    Ma non perder tempo ,,,,,ascolta altro !!!

    Piuttosto di misurare ed analizzare , andate ai concerti , ascoltate musica ovunque possiate farlo ,,,,,poi con il ricordo in mente dei suoni live e con nuovo animo ,ascoltate impianti ben suonanti ,,,,che ce ne sono !! sunny

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2014
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Nimalone65 on Mon Dec 15, 2014 9:22 pm

    Rudino wrote:

    Sì, il tuo concetto lo hai espresso compiutamente e credo che tutti abbiano capito.
    Adesso sentiamo tutti gli altri.

    Hai bisogno per forza di dire agli altri cosa fare ?,,,,evita di farlo con me !

    E' tempo perso ,credimi .

    sunny


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Ospite
    Guest

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Ospite on Mon Dec 15, 2014 9:58 pm

    Le vostre impressioni di ascolto mi confermano l'idea che i diffusori professionali servanono per sentire la registrazione non la Musica. Sono due cose diverse ed occorrono strumenti differenti per fare le due cose.

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5392
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Rudino on Mon Dec 15, 2014 11:19 pm

    Nimalone65 wrote:

    Hai bisogno per forza di dire agli altri cosa fare ?,,,,evita di farlo con me !

    E' tempo perso ,credimi .

    sunny

    Perchè sei aggressivo, scusa?
    Ti ho per caso sminuito in qualcosa?


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2014
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Nimalone65 on Mon Dec 15, 2014 11:47 pm

    Rudino wrote:

    Perchè sei aggressivo, scusa?
    Ti ho per caso sminuito in qualcosa?

    Non sono aggressivo , ti disilludo !

    Tu non puoi sminuire nessuno ,,,,,rassegnati !!!

    Capisco che la cosa sia per il tuo alter ego difficile da accettare , ma non farlo ti porterebbe solo ulteriori delusioni .Pensaci .

    Ad Maiora .

    sunny



    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5392
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Rudino on Mon Dec 15, 2014 11:54 pm

    Nimalone65 wrote:

    Non sono aggressivo , ti disilludo !

    Tu non puoi sminuire nessuno ,,,,,rassegnati !!!

    Capisco che la cosa sia per il tuo alter ego difficile da accettare , ma non farlo ti porterebbe solo ulteriori delusioni .Pensaci .

    Ad Maiora .

    sunny


    Ah, mondo crudele...ed io che mi ero illuso.
    Mannaggia.... yaw


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    lupocerviero
    Puppologo

    Numero di messaggi : 6433
    Data d'iscrizione : 2011-02-22
    Età : 42
    Località : Regno delle due Sicilie

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  lupocerviero on Tue Dec 16, 2014 12:05 am

    Rudino wrote:

    Ah, mondo crudele...ed io che mi ero illuso.
    Mannaggia.... yaw



    ...povero Rudino!
    ...povero Tenente!
    ...povero me! Laughing
    Ma che è sta sagra dell'xxx  Neutral  Neutral  Neutral
    Boccaccia mia mangia confetti!  affraid  


    Giaaaan dimmi di farmi un giro!!!

    Ospite
    Guest

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Ospite on Tue Dec 16, 2014 12:16 am

    Non mi sembra il caso di fare i gruppettini come all'asilo, né che Nimalone abbia tolto a qualcuno, e ci mancherebbe.., la possibilità di dire il suo pensiero esprimendo la sua opinione.
    Oltretutto l'interrogativo che ha posto, sul fatto che la disposizione era stata curata da Lincetto è interessante e forse meritava una risposta anzichè venir zittito in quel modo..

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8717
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Edmond on Tue Dec 16, 2014 6:58 am

    Come già discusso molte altre volte, anche con l'amico Giordy, un sistema pro amplificato DEVE essere ascoltato in ambiente più che correttamente trattato per poter esprimere correttamente le sue, innumerevoli, qualità. Altrimenti è sforzo inutile...............

    Non ho idea di come suonasse quello di Roma, ma le foto dell'ambiente d'ascolto non depongono a favore di un trattamento corretto per questo tipo di diffusori. Confermo, per ascolto diretto, che il sistema "vecchio" del Tenente suonava in modo certamente corretto.


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5392
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Rudino on Tue Dec 16, 2014 10:31 am

    mirach wrote:Non mi sembra il caso di fare i gruppettini come all'asilo, né che Nimalone abbia tolto a qualcuno, e ci mancherebbe.., la possibilità di dire il suo pensiero esprimendo la sua opinione.
    Oltretutto l'interrogativo che ha posto, sul fatto che la disposizione era stata curata da Lincetto è interessante e forse meritava una risposta anzichè venir zittito in quel modo..

    No, nessuno zittisce nessuno, tranquillo. Io non sono tifoso delle Genelec, e Riccardo Colombo sa quanto sono stato critico nei confronti dei suoi impianti.
    Sono assolutamente convinto che abbiano suonato male a Roma, viste le testimonianze. E anche a Milano non erano andate bene, se non ricordo male.

    La domanda è "perchè", visto che molti di noi (e tanti dotati di orecchie fini e/o impianti di livello) hanno ascoltato il sistema dal Tenente (e anche a casa Lincetto) traendone sempre buone impressioni; per questa ragione non sarebbe giusto bollare Genelec con il marchio di infamia.
    Approfondiamo....


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    krell2
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1598
    Data d'iscrizione : 2009-06-17
    Età : 66

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  krell2 on Tue Dec 16, 2014 10:42 am

    Perchè in questi mesi chi leggeva su i vari forum,si faceva l'idea che i monitor attivi era il massimo che un audiofilo poteva portarsi a casa.
    grande rapporto qualità prezzo prestazioni,ma poi si è scoperto che nessuno ti regala niente..
    e il suono dei monitor attivi è quello.
    sub,drc,ecc ecc---forse interessa a pochi.,c'è uno zoccolo duro che si diverte ancora con triodi,vinili,punte,amplificatori,e cavi..
    forse e dico forse solo la liquida ha iniziato a prendere piede.
    e poi per ultimo dico...ma la scena .....? Neutral


    _________________
    http://salaantonio.altervista.org/

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  RockOnlyRare on Tue Dec 16, 2014 10:48 am

    Ho ascoltato le Genelec al salone di Milano , e successivamente ho avuto l'onore di ascoltare a casa del Tenente.

    Tanto non mi erano piaciute al salone, quanto mi hanno entusiasmato dal Tenente.
    La spiegazione a questo punto è che assuma importanza enorme la sistemazione dell'impianto ed il trattamento acustico della stanza, probabilmente per componenti pro assume una rilevanza ancora maggiore di un impianto standard.

    Oppure sono gli importatori che sbagliano clamorosamente qualcosa, perchè è troppa la differenza percepita.


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  RockOnlyRare on Tue Dec 16, 2014 10:50 am

    Edmond wrote:Come già discusso molte altre volte, anche con l'amico Giordy, un sistema pro amplificato DEVE essere ascoltato in ambiente più che correttamente trattato per poter esprimere correttamente le sue, innumerevoli, qualità. Altrimenti è sforzo inutile...............

    Non ho idea di come suonasse quello di Roma, ma le foto dell'ambiente d'ascolto non depongono a favore di un trattamento corretto per questo tipo di diffusori. Confermo, per ascolto diretto, che il sistema "vecchio" del Tenente suonava in modo certamente corretto.

    La penso esattamente come te.


    Ospite
    Guest

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Ospite on Tue Dec 16, 2014 11:03 am

    Non ho motivo di dubitare che sia così, tutti quelli che sono andati a casa di Riccardo ne parlano allo stesso modo. Probabilmente dare in mano il timone a Lincetto non è stata una buona idea, è come aveva predetto Pluto la barca si è incagliata
    La prossima volta speriamo che chiamino il Tenente a fare il setup

    Peraltro sono convinto che i limiti di un diffusore pro di qualità come sono le Genelec anche in un ambiente trattato minuziosamente rimangano, in quanto sono collegati alla natura del diffusore. Che ha un impostazione monitoR prof niente sound stage.

    Ps le valvole continueranno ad esistere fintanto che i transistor non riusciranno ad eguagliarne il comportamento soprattutto a triodo

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2014
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Nimalone65 on Tue Dec 16, 2014 11:18 am

    Ma insomma cosa vuol dire approfondire ?

    L' impianto era posizionato in una stanza volutamente ridotta nelle dimensioni con un tramezzo fittizio ,per volontà di chi ha assemblato la catena audio .

    I trattamenti acustici i cavi le sorgenti il drc ecc ecc erano state scelte e non imposte magari da distributori a fini commerciali.

    Chi ha effettuato il fine tuning possiede quel sistema da anni sia per scopi ludici che professionali .

    Chi ha effettuato il fine tuning era molto soddisfatto di ciò che proponeva , tanto da rimanere talmente offeso dalle critiche ricevute di ritirarsi dai forum ed evitare di rispondere/giustificare il proprio operato.

    Ora capisco che le tante critiche possano in un certo senso offendere i proprietari di quei diffusori, ci sta , capisco pure che il distributore dei prodotti Genelec possa essere dispiaciuto delle critiche ricevuto ,ci sta, ma francamente fino a qualche mese fa le Genelec erano possedute solo da una sparuta quantità di audiofili e pure questa cosa la dice lunga.

    Gli unici forumer "conosciuti" non possessori di quei diffusori che ne hanno fatto una critica positiva sono Gefruti e Bergat , ai quali però se viene chiesto se comprerebbero mai quel sistema rispondo affermando sostanzialmente che acquisterebbero altri prodotti pro , magari pure Genelec, ma non quellii ascoltati nello specifico.

    Ora al cospetto di questo tappeto di critiche , la cosa più normale che viene da pensare , ed io lo penso ,è che siano i pochi sparuti possessori di quel sistema ad essersi sbagliati ad acquistarlo e non tutti gli altri.

    Non vedo la cosa come particolarmente grave , penso che ogni audiofilo abbia preso la "sola" una volta nella vita ,,,,non è un dramma , né una vergogna.

    Se poi penso ad esempio ,alle critiche insensate che ho ricevuto e continuo a ricevere per il fatto di possedere dei diffusori a tromba , nonostante abbiano ricevuto commenti stellari dalle più autorevoli riviste mondiali , mi viene da sorridere al cospetto di atteggiamenti cosi permalosi e pure un po' infantili da parte di uomini , non certo di primo pelo , che dovrebbero essere quanto meno vaccinati alle critiche negative essendo a modo loro dei personaggi pubblici .

    Non vedo cosa ci sia da approfondire ulteriormente , quali chances ci sia bisogno di dare nuovamente se nelle due manifestazioni italiane più prestigiose le Genelec sostanzialmente non hanno convinto e vengono annovarate tra diffisori non ben suonanti.

    Personalmente ero andato ad ascoltarle perché , visto il grande parlarne , pensavo ne valesse la pena , ed addirittura pensavo di approcciare al mondo pro per costruirmi un impiantino versatile e facilmente fruibile in camera da letto. Ero ben predisposto .

    Dopo l'ascolto del Roma Hi-End ritornerò sui miei passi e mi cerchero' una coppia di Snell K/AN-k con un integratino valvolare.



    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2014
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Nimalone65 on Tue Dec 16, 2014 11:27 am

    mirach wrote:Non ho motivo di dubitare che sia così, tutti quelli che sono andati a casa di Riccardo ne parlano allo stesso modo. Probabilmente dare in mano il timone a Lincetto non è stata una buona idea, è come aveva predetto Pluto la barca si è incagliata
    La prossima volta speriamo che chiamino il Tenente a fare il setup

    Peraltro sono convinto che i limiti di un diffusore pro di qualità come sono le Genelec anche in un ambiente trattato minuziosamente rimangano, in quanto sono collegati alla natura del diffusore. Che ha un impostazione monitoR prof niente sound stage.

    Ps le valvole continueranno ad esistere fintanto che i transistor non riusciranno ad eguagliarne il comportamento soprattutto a triodo

    Francamente dopo averle ascoltate non annovererei le Genelec 1037 ed il suo sub ancor meno tra i diffusori di qualità .

    Ed al cospetto di quanto ascoltato , la suddivisione pro-hi-fi non ha alcun senso vista la scarsezza della prestazione sonora , a cui certo non può bastare un'impostazione sonora differente a giustificarne il risultato impietoso.


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Ospite
    Guest

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Ospite on Tue Dec 16, 2014 11:35 am

    Ok ma si è detto che quei diffusori hanno bisogno di un trattamento acustico molto pesante per suonare correttamente. Il che non mi sorprende visto che sono diffusori studiati per il mondo pro.
    Se vogliono sfondare nel mercato hi-fi dovrebbero proporre un prodotto più adatto ad entrare nelle case delle persone, in quanto non tutti sono disposti a rivoluzionare una stanza e a spendere così tanti soldi per l'acustica, soprattutto quando ci sono altre cose in giro che non hanno bisogno di tali accorgimenti. Sicuramente per il pro sono ottimi ma per l'home mi pare ne venga fuori che siano poco concorrenziali.


    Last edited by mirach on Tue Dec 16, 2014 11:40 am; edited 1 time in total

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  RockOnlyRare on Tue Dec 16, 2014 11:40 am

    Nimalone65 wrote:

    Francamente dopo averle ascoltate non annovererei le Genelec 1037 ed il suo sub ancor meno tra i diffusori di qualità .

    Ed al cospetto di quanto ascoltato , la suddivisione pro-hi-fi non ha alcun senso vista la scarsezza della prestazione sonora , a cui certo non può bastare un'impostazione sonora differente a giustificarne il risultato impietoso.

    Anche io rimasi fortemente deluso (anzi di più) dall'ascolto a Milano. Purtroppo abitando a Roma è complicato andare a trovare il Tenente. Ma ti assicuro che non c'è paragone, come la favola del brutto anatroccolo....


    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8671
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : prov.Cremona

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Giordy60 on Tue Dec 16, 2014 11:43 am

    Edmond wrote:Come già discusso molte altre volte, anche con l'amico Giordy, un sistema pro amplificato DEVE essere ascoltato in ambiente più che correttamente trattato per poter esprimere correttamente le sue, innumerevoli, qualità. Altrimenti è sforzo inutile...............


    esatto !! applausi

    alcuni ingegneri del suono ( come sapete nel primo semestre di quest'anno ho rotto i cojons ad alcuni di loro Laughing ) mi hanno detto che un sistema di monitor da studio deve essere posizionato in una stanza ben trattata passivamente, i monitor nascono per essere collocati in ambienti tipo studi di mastering e post produzione ove il trattamento passivo viene studiato e realizzato prima che i monitor facciano il loro ingresso.
    se si ha la accortezza di rispettare questo semplice parametro i risultati sono di livello elevato, in caso contrario si possono ottenere più danni che disastri.
    i monitor hanno la possibilità di essere regolati " finemente " per meglio interagire con l'ambiente ove sono posizionati, questa è una prerogativa che i diffusori tradizionali purtroppo non hanno.
    con i monitor ( e un sistema di sorgenti adeguate ) si ha la possibilità di ascoltare la registrazione cos'ì come è stata concepita dal tecnico audio o ingegnere del suono, nei limiti fisici del diffusore e dell'ambiente, con i pro e contro della qualità del file audio riprodotto ( ricordiamoci che noi ascoltiamo una registrazione non un evento ).
    e come sempre questo modo di ascolto può piacere o non piacere.
    ultimamente ho avuto l'onore di ospitare nel mio loculo un'importatore di hifi / hi-end tra i più conosciuti, e dopo un'ora e mezza di ascolti ( ha ascoltato quello che voleva lui ) mi ha detto:
    " è un sistema troppo perfetto, ho ascoltato dettagli che non ricordavo ci fossero, quando ascolti non riesci a distrarti tante sono le informazioni che riesci ad ascoltare, mi avevano detto che i monitor erano afficanti ma io non ho trovato nessuna fatica di ascolto, però...........però a me piace l'analogico con tutte le sue imperfezioni.
    non pensavo che un sistema di monitor da studio potesse raggiungere una così elevata resa musicale. "
    e per concludere dico :
    l'importante non è il mezzo con cui si ascolta la musica, l'importante è ascoltare la musica
    ( meglio se è ben riprodotta )


    _________________
    la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre ( cit. di Albert Einstein )
    Spoiler:

    io ascolto così : Mac-mini + HQPlayer in ramdisk, o WaveLab 7 o izotope RX4 =>cavo di rete =>TP-link mc110cs =>cavo monomodale =>TP-link  mc110cs =>cavo di rete =>Mini PC-Fitlet-b, con WS2012R2, NAD in ramdisk =>interfaccia USB =>nuprime DAC-10 =>monitor attivi Klein+Hummel o410 + sub Neumann Kh o810


    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  pluto on Tue Dec 16, 2014 11:49 am

    mirach wrote: Probabilmente dare in mano il timone a Lincetto non è stata una buona idea, è come aveva predetto Pluto la barca si è incagliata

    Laughing Laughing

    Ma non vorrei aver gufato. E poi, io non conosco neppure ML se non x una stretta di mano rapida in una fiera, dopo la presentazione di un comune amico

    A mio avviso ci sono diversi problemi

    1) Sistemi con sat e sub richiedono mesi x la messa a punto. Temo che ML abbia commesso  un errore di presunzione nel riuscirci in qualche ora il giorno prima.
    Questo vale x casse pro, audiofile etc etc

    2) La collocazione era sbagliata e la risposta di Riki mi ha convinto poco. Temo fosse diplomatica, e posso pure capirlo

    3) Le Genelec possono suonare diversamente e meglio (pur non essendo il mio cup of tea  non posso non essere d'accordo con Ruden, Conte, Piro etc)
    La cosa sorprendente è che secondo Gero suonavano pure piano. Cosa impossibile x una cassa amplificata pro con Sub.
    Devono aver commesso qualche errore

    4) Se non si è sicuri di un buon risultato finale, meglio non esporsi alla gogna mediatica dei commenti. Occorre molto più tempo x la messa a punto, trattamento etc
    Molto meglio un meeting ad  inviti ed un impianto settato bene

    Non voglio difendere oltre Genelec ma la cosa vale x quasi tutte le marche. Tempo fa dissi a Nimalone che mai le Avantgarde mi avevano lasciato buona impressione dopo gli ascolti nelle fiere (se non in un'unica occasione. Eppure io apprezzo il marchio e alcuni modelli mi piacciono moltissimo e me li prenderei pure.
    Ma se avessi dovuto giudicare da un paio di ascolti fatti, sarei scappato a gambe levate. E guarda caso pure li c'era il problema di Sub, stanza inadeguata etc

    Non sono stupito dalle reazioni dei visitors. Credo di aver fatto meglio ad andare alla mostra di Chagall

    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8671
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : prov.Cremona

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Giordy60 on Tue Dec 16, 2014 11:54 am

    pluto wrote:

    Laughing Laughing

    Ma non vorrei aver gufato....

    nooooo!!! affraid affraid


    _________________
    la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre ( cit. di Albert Einstein )
    Spoiler:

    io ascolto così : Mac-mini + HQPlayer in ramdisk, o WaveLab 7 o izotope RX4 =>cavo di rete =>TP-link mc110cs =>cavo monomodale =>TP-link  mc110cs =>cavo di rete =>Mini PC-Fitlet-b, con WS2012R2, NAD in ramdisk =>interfaccia USB =>nuprime DAC-10 =>monitor attivi Klein+Hummel o410 + sub Neumann Kh o810


    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  pluto on Tue Dec 16, 2014 11:58 am

    Giordy60 wrote:
    pluto wrote:

    Laughing Laughing

    Ma non vorrei aver gufato....

    nooooo!!! affraid affraid

    Ma sai a livello epidermico, spesso ho certe sensazioni...
    Infatti mi è venuta l'orticaria a leggere il 3D affraid

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Geronimo on Tue Dec 16, 2014 12:13 pm

    pluto wrote:
    La cosa sorprendente è che secondo Gero suonavano pure piano.
    Soprattutto con One of these days. Meglio con Wish you were here e Confortably Numb ma sempre con poco coinvolgimento.
    Secondo me il sistema stava lavorando molto al di sotto delle sue possibilità, con il primo e terzo brano avrebbe dovuto appiccicarmi al muro, avrei dovuto sentire la batteria entrarmi nelle budella e invece niente, poca batteria e molto basso elettrico gonfio e confuso. Come direbbero i più bravi, poco contrasto dinamico.


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2014
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Nimalone65 on Tue Dec 16, 2014 12:53 pm

    Ma se l'impianto era stato equalizzato anche con il drc !

    Neppure con il drc suonano queste Genelec ?

    Secondo me vi state arrampicando sugli specchi .

    E comunque se il sistema ascoltato che già si attesta sui 15000 euro di costo , necessita di drc , stanza dedicata , trattamento passivo della stanza e chissà quante altre piccole diavolerie , anche ammettendo che dopo suoni correttamente , mi dovete spiegare dove sarebbe il vantaggio economico rispetto un impianto tradizionale ,,,,,ammesso che suoni correttamente ,,,,cosa per me del tutto ipotetica e poco verosimile .

    È' pure bruttino !

    Possessori del sistema 1037+sub, datemi retta , cambiate diffusori , vendeteli finché siete in tempo ,,,,cercatevi il "pollo" che ci caschi e sbarazzatevene !

    sunny


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2014
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  Nimalone65 on Tue Dec 16, 2014 1:01 pm

    Giordy60 wrote:

    esatto !! applausi

    alcuni ingegneri del suono ( come sapete nel primo semestre di quest'anno ho rotto i cojons ad alcuni di loro Laughing  ) mi hanno detto che un sistema di monitor da studio deve essere posizionato in una stanza ben trattata passivamente, i monitor nascono per essere collocati in ambienti tipo studi di mastering e post produzione ove il trattamento passivo viene studiato e realizzato prima che i monitor facciano il loro ingresso.
    se si ha la accortezza di rispettare questo semplice parametro i risultati sono di livello elevato, in caso contrario si possono ottenere più danni che disastri.
    i monitor hanno la possibilità di essere regolati " finemente " per meglio interagire con l'ambiente ove sono posizionati, questa è una prerogativa che i diffusori tradizionali purtroppo non hanno.
    con i monitor ( e un sistema di sorgenti adeguate ) si ha la possibilità di ascoltare la registrazione cos'ì come è stata concepita dal tecnico audio o ingegnere del suono, nei limiti fisici del diffusore e dell'ambiente, con i pro e contro della qualità del file audio riprodotto ( ricordiamoci che noi ascoltiamo una registrazione non un evento ).
    e come sempre questo modo di ascolto può piacere o non piacere.
    ultimamente ho avuto l'onore di ospitare nel mio loculo un'importatore di hifi / hi-end tra i più conosciuti, e dopo un'ora e mezza di ascolti ( ha ascoltato quello che voleva lui ) mi ha detto:
    " è un sistema troppo perfetto, ho ascoltato dettagli che non ricordavo ci fossero, quando ascolti non riesci a distrarti tante sono le informazioni che riesci ad ascoltare, mi avevano detto che i monitor erano afficanti ma io non ho trovato nessuna fatica di ascolto, però...........però a me piace l'analogico con tutte le sue imperfezioni.
    non pensavo che un sistema di monitor da studio potesse raggiungere una così elevata resa musicale. "
    e per concludere dico :
    l'importante non è il mezzo con cui si ascolta la musica, l'importante è ascoltare la musica  
    ( meglio se è ben riprodotta )



    Semplicemente non ti credo.

    Senza offesa , eh !
    sunny

    P.S.
    E se quello che affermi fosse vero , nei panni dell'importatore/distributore del marchio Genelec imporrei a Lincetto di fare pubblica ammenda per quanto disasostroso sia stato il suo operato , compromettendone l'immagine del marchio .

    Ma nonostante Lincetto non mi sia un granchè simpatico , non credo a quest'ultima possibilità.


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Roma, are you ready to hear the future ?

    Post  pluto on Tue Dec 16, 2014 1:53 pm

    Nimalone65 wrote:

    Secondo me vi state arrampicando sugli specchi .

    E comunque se il sistema ascoltato che già si attesta sui 15000 euro di costo , necessita di drc , stanza dedicata , trattamento passivo della stanza e chissà quante altre piccole diavolerie , anche ammettendo che dopo suoni correttamente , mi dovete spiegare dove sarebbe il vantaggio economico rispetto un impianto tradizionale ,,,,,ammesso che suoni correttamente ,,,,cosa per me del tutto ipotetica e poco verosimile .

    È' pure bruttino !

    Ecco questa è un'osservazione molto pertinente e su cui ci sarebbe da ragionarci su…

    Nell'attesa..   Laughing


      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 6:25 pm