Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Dimostrazione audio in un tipico mega store.
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Dimostrazione audio in un tipico mega store.

    Share

    apeschi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 820
    Data d'iscrizione : 2011-05-08
    Età : 55
    Località : Milano

    Dimostrazione audio in un tipico mega store.

    Post  apeschi on Tue Dec 16, 2014 10:09 pm

    Sabato ero in giro in un noto megastore tecnologico che vende dal ferro da stiro al televisore 3D curvilineo da 60 pollici passando per fotocamere, macchine del caffe', computers, libri, videogiochi, telefonini, blueray ed una infinita' di aggeggi vari.
    A volte, da appassionato sia di fotografia che di computer che di hifi, vado a farci un giro.
    Sabato scorso c'era molta gente.
    Oltre alle cuffie Beat (moda del momento) e a tutto quanto e' marchiato Bose (altra moda del momento), hanno anche qualche amplificatore Onkyo, Denon, Yamaha, e qualche diffusore tipo Polk Audio, Wharfedale, Chario, JBL, Yamaha.
    A parte le marche (alcune sono comunque marchi piu' che validi) e' che non hanno piu' (per scelta di marketing) alcuna saletta per ascoltare la musica. Tutto quanto e' stipato sovrapposto sui banconi sui quali ci sta di tutto e di piu'.
    In un angolo c'era un mega compattone con wooferone iperpompato ed ipervitaminizzato (un incrocio tra discoteca de noantri e sub woofer da autoradio della serie vorrei ma non posso).
    Dei super esperti che ascoltavano aumentando a dismisura il volume. Picchi pazzeschi tra i 100 ed i 200 Hz pompatissimi e distortissimi, con picco massimo intorno ai 160 hz. Bassi apparentemente presenti, ma pompati e poco estesi. Suono distortissimo che piu' che un suono era un rumore assordante ed irritante, al punto che ho dovuto spostarmi per il fastidio arrecato.
    Eppure qualcuno era entusiasta di questo suono AIFAI (piu' HAI HAI HAI e ci sei o ci FAI che HIFI).
    In un angolo c'era una giovane coppietta che proabilmente voleva regalarsi il primo impianto AIFAI della loro vita e chiedevano ad un improbabile commesso spiegazioni e suggerimenti.
    Ovviamente ascoltavano tra i banconi i vari ampli (di per se' nemmeno da buttare, Onkyo e Denon) con il sottofondo dei bassi ipervitaminizzati dell'impianto descritto sopra che stava a cinque metri di distanza.
    L'acustica ambientale era corretta da file di lavatrici e di frigoriferi che avevano il compito di assorbire i riverberi del locale.
    Il commesso che spiegava che se il volume della cassa e' maggiore, maggiore sara' anche la resa dei bassi, mentre con i mini-diffusori (che stavano ascoltando in quel momento, dove ascoltare e' un eufemismo), affermava che l'estensione verso il basso e' limitata da motivi fisici. Il poveretto ci stava provando a dare pareri. Proprio incompetente non era.
    Purtroppo era l'ambiente improponibile per qualsiasi parvenza di ascolti.
    Non molto distante c'erano le soundbar ed una mare di casse varie Bose (che solo per il prezzo elevatissimo dovevano per forza suonare bene, dal punto di vista marketing).
    A me e' venuto da sorridere.
    Ho origliato un po' e poi mi sono allontanato sorridendo dentro me.
    Non so poi se qualche tentativo di vendita sia andato a buon fine, ma mi chiedo come sia possibile che certi grandi magazzini elettronici pretendano di vendere componenti Hifi.
    Fino ad un paio di anni fa c'era almeno una saletta (con tutti i limiti del caso, ma esisteva almeno), in cui c'era il reparto HIFI o pseudo HIFI.
    Ora in quel locale hanno piazzato solo televisori (che evidentemente rendono di piu') e quel che resta della parte audio e' mescolata con la parte audio-video, ammassata su scaffali, con scarsa scelta.
    A me vedere queste scene lascia sempre molto perplesso.
    Tanto vale comprarsi Bose o una Soundbar e non pensarci piu', essendo strafelici di aver comprato apparati alla moda da mostrare agli amici con orgoglio.


    _________________
    Sorgente: Lettore CD Denon DCD-510AE; PC Mini-ITX per musica liquida windows 10 con Jriver 21;  
    Cuffie: Sennheiser HD650, AKG K518DJ, AKG K702, Alessandro-Grado Ms1i (con LCUSH e/o flat pads); Shure SRH940;Fostex T50RP modded by me in due versioni diverse;
    Beyerdynamic DT880 600 ohm; Koss Porta Pro; Shenneiser Momentum;
    Ampli cuffie: Burson HA-160, Little DOT MKIV SE.
    CAVI: Cavi WireWorld Solstice 6; e altri cavi non necessariamente famosi
    Ampli Stereo Rega Brio R; Finale a valvole Audio Innovarions Serie 800 mk2b; Preampli Audio Innovations L1 (valvolare); Diffusori: Davis Vinci 3D;
    DAC: Teac USD 501 DSP
    Pre Phono USB: Rega Fono Mini A2D

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Dimostrazione audio in un tipico mega store.

    Post  Cricetone on Tue Dec 16, 2014 10:59 pm

    la mediaworld in germania si chiama mediamarkt ed ha in catalogo amplificatori stereo da duemila euro e li mettono pure sul volantino delle offerte che or anons on riuscito a scovare sul sito

    http://www.mediamarkt.de/mcs/productlist/HiFi-Komponenten-%26-Anlagen,48353,460714.html?langId=-3&searchParams=&sort=desc_price&view=&page=


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    apeschi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 820
    Data d'iscrizione : 2011-05-08
    Età : 55
    Località : Milano

    Re: Dimostrazione audio in un tipico mega store.

    Post  apeschi on Wed Dec 17, 2014 12:23 am

    Cricetone wrote:la mediaworld in germania si chiama mediamarkt ed ha in catalogo amplificatori stereo da duemila euro e li mettono pure sul volantino delle offerte che or anons on riuscito a scovare sul sito

    http://www.mediamarkt.de/mcs/productlist/HiFi-Komponenten-%26-Anlagen,48353,460714.html?langId=-3&searchParams=&sort=desc_price&view=&page=

    Io non ho fatto nomi di megastore... il concetto e' generico... poi sugli apparecchi non discuto... io parlavo dell'approccio... cioe' se uno sa gia' cosa comprare.. magari trova pure un'offerta con sconti vari...


    _________________
    Sorgente: Lettore CD Denon DCD-510AE; PC Mini-ITX per musica liquida windows 10 con Jriver 21;  
    Cuffie: Sennheiser HD650, AKG K518DJ, AKG K702, Alessandro-Grado Ms1i (con LCUSH e/o flat pads); Shure SRH940;Fostex T50RP modded by me in due versioni diverse;
    Beyerdynamic DT880 600 ohm; Koss Porta Pro; Shenneiser Momentum;
    Ampli cuffie: Burson HA-160, Little DOT MKIV SE.
    CAVI: Cavi WireWorld Solstice 6; e altri cavi non necessariamente famosi
    Ampli Stereo Rega Brio R; Finale a valvole Audio Innovarions Serie 800 mk2b; Preampli Audio Innovations L1 (valvolare); Diffusori: Davis Vinci 3D;
    DAC: Teac USD 501 DSP
    Pre Phono USB: Rega Fono Mini A2D

    sibry
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 291
    Data d'iscrizione : 2014-10-31
    Età : 57
    Località : Nel Veronese e dintorni

    Re: Dimostrazione audio in un tipico mega store.

    Post  sibry on Wed Dec 17, 2014 9:23 am

    il concetto vale di certo per qualsiasi tipo di megastore che vende elettrodomostici.
    i commessi spesso non hanno nemmeno la più pallida idea di cosa siano apparecchi HiFi.
    A volte sparano qualcosa come 100 Watt, 26 pollici, bassi da pugno nello stomaco ecc...
    Del resto... chi, di noi appassionati "vecchio stampo", comprerebbe un ampli da Euronics?

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Dimostrazione audio in un tipico mega store.

    Post  pevaril on Thu Dec 18, 2014 5:31 pm

    apeschi wrote:Sabato ero in giro in un noto megastore tecnologico che vende dal ferro da stiro al televisore 3D curvilineo da 60 pollici passando per fotocamere, macchine del caffe', computers, libri, videogiochi, telefonini, blueray ed una infinita' di aggeggi vari.
    A volte, da appassionato sia di fotografia che di computer che di hifi, vado a farci un giro.
    Sabato scorso c'era molta gente.
    Oltre alle cuffie Beat (moda del momento) e a tutto quanto e' marchiato Bose (altra moda del momento), hanno anche qualche amplificatore Onkyo, Denon, Yamaha, e qualche diffusore tipo Polk Audio, Wharfedale, Chario, JBL, Yamaha.
    A parte le marche (alcune sono comunque marchi piu' che validi) e' che non hanno piu' (per scelta di marketing) alcuna saletta per ascoltare la musica. Tutto quanto e' stipato sovrapposto sui banconi sui quali ci sta di tutto e di piu'.
    In un angolo c'era un mega compattone con wooferone iperpompato ed ipervitaminizzato (un incrocio tra discoteca de noantri e sub woofer da autoradio della serie vorrei ma non posso).
    Dei super esperti che ascoltavano aumentando a dismisura il volume. Picchi pazzeschi tra i 100 ed i 200 Hz pompatissimi e distortissimi, con picco massimo intorno ai 160 hz. Bassi apparentemente presenti, ma pompati e poco estesi. Suono distortissimo che piu' che un suono era un rumore assordante ed irritante, al punto che ho dovuto spostarmi per il fastidio arrecato.
    Eppure qualcuno era entusiasta di questo suono AIFAI (piu' HAI HAI HAI e ci sei o ci FAI che HIFI).
    In un angolo c'era una giovane coppietta che proabilmente voleva regalarsi il primo impianto AIFAI della loro vita e chiedevano ad un improbabile commesso spiegazioni e suggerimenti.
    Ovviamente ascoltavano tra i banconi i vari ampli (di per se' nemmeno da buttare, Onkyo e Denon) con il sottofondo dei bassi ipervitaminizzati dell'impianto descritto sopra che stava a cinque metri di distanza.
    L'acustica ambientale era corretta da file di lavatrici e di frigoriferi che avevano il compito di assorbire i riverberi del locale.
    Il commesso che spiegava che se il volume della cassa e' maggiore, maggiore sara' anche la resa dei bassi, mentre con i mini-diffusori (che stavano ascoltando in quel momento, dove ascoltare e' un eufemismo), affermava che l'estensione verso il basso e' limitata da motivi fisici. Il poveretto ci stava provando a dare pareri. Proprio incompetente non era.
    Purtroppo era l'ambiente improponibile per qualsiasi parvenza di ascolti.
    Non molto distante c'erano le soundbar ed una mare di casse varie Bose (che solo per il prezzo elevatissimo dovevano per forza suonare bene, dal punto di vista marketing).
    A me e' venuto da sorridere.
    Ho origliato un po' e poi mi sono allontanato sorridendo dentro me.
    Non so poi se qualche tentativo di vendita sia andato a buon fine, ma mi chiedo come sia possibile che certi grandi magazzini elettronici pretendano di vendere componenti Hifi.
    Fino ad un paio di anni fa c'era almeno una saletta (con tutti i limiti del caso, ma esisteva almeno), in cui c'era il reparto HIFI o pseudo HIFI.
    Ora in quel locale hanno piazzato solo televisori (che evidentemente rendono di piu') e quel che resta della parte audio e' mescolata con la parte audio-video, ammassata su scaffali, con scarsa scelta.
    A me vedere queste scene lascia sempre molto perplesso.
    Tanto vale comprarsi Bose o una Soundbar e non pensarci piu', essendo strafelici di aver comprato apparati alla moda da mostrare agli amici con orgoglio.

    Personalmente condivido quanto dici, tuttavia noi tutti dovremmo essere maggiormente tolleranti verso chi, per diverse ragioni, ignora che la vera alta fedeltà è ben altro rispetto ai marchi di "tendenza". In sostanza, come concludi, una grossa fetta di utenza si accontenta di ciò che ha perchè non ha desiderio di ampliare le proprie conoscenze, spesso per pigrizia, mancanza di vera passione, mancanza di stimoli adeguati. In ultimo, concludo affermando che, e sfido chiunque a smentirmi, il concetto di mediocrità sembra imperare sul nostro stile di vita attuale.


    _________________
    Hey Ho Let's Go

      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 4:06 am