Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Ma i negozianti? - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Ma i negozianti?

    Share

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18

    Re: Ma i negozianti?

    Post  RockOnlyRare on Mon Mar 16, 2015 4:29 pm

    pevaril wrote:

    Come noto spesso, qui si tende molto a radicalizzare termini e concetti. Ovviamente quando parlo di accettabile presenza ciò presuppone un livello minimo e dignitoso nell'aspetto, per quanto poi almeno personalmente non mi fermo a questo per esprimere un giudizio, o perlomeno non valuto una persona in base al suo conto corrente. Ma comunque accetto il fatto che lo "straccione" possa essere guardato con un minimo di sospetto.
    Tuttavia non concordo sul modo di porsi e approcciarsi differente dei Settentrionali, i quali, non dimentichiamolo, discendono in gran parte dagli Anglosassoni, i quali notoriamente hanno un atteggiamento molto friendly verso chiunque

    Mi sa che ognuno vede l'erba del vicino sempre più verde.... premesso che il "milanese" a Milano non esiste, gli estracomunitari sono un buon 30% se non più dei domiciliati, ed il restante 70% nel corso degli ultimi 50 anni sì è completamente miscelato dalle centinaia di migliaia di persone che si sono trasferite in Lombradia da tutta l'Italia (anche io sono un trapiantato dalla toscana anche se a soli 10 anni...).

    Comunque OGGI (non quando sono venuto a Milano negli anni 60) Milano è una città fredda, distaccata, dove ognuno fa i cavoli propri e se qualcuno chiede aiuto si girano tutti dall'altra parte perchè hanno paura di una finta per aggredire... regnano diffidenza e menefreghismo. Il che non vuol dire che non ci siano ANCHE persone gentili educate e generose, l'altro giorno dovevo farmi l'esame del sangue ed un signore pensionato, con cui nell'attesa avevo iniziato a parlare, ha assolutamente preteso che passassi avanti perchè dovevo andare in ufficio mentre lui non aveva fretta. Ma sono casi eccezionali, la regola è di giovani ventenni che in tram scattano per fregare il posto agli anziani che sono più lenti e vigliacca se ne vedi qualcuno che si alza per cedergli il posto se non in casi eclatanti.
    I pochi che lo fanno sono a loro volta persone dai 50 in su.....
    Tornando al centro-nord, ad esempio i toscani tutto sono meno che gentili, magari nella loro sfacciata cafonaggine finisce che sono pure simpatici, decisamente meglio gli emiliani ed i trentini, almeno quelli non immediatamente vicini al confine con l'Austria (che parlano solo tedesco e si considerano austriaci più che italiani arrivando al limite del razzismo).

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Ma i negozianti?

    Post  pevaril on Mon Mar 16, 2015 4:59 pm

    RockOnlyRare wrote:

    Mi sa che ognuno vede l'erba del vicino sempre più verde.... premesso che il "milanese" a Milano non esiste, gli estracomunitari sono un buon 30% se non più dei domiciliati, ed il restante 70% nel corso degli ultimi 50 anni sì è completamente miscelato dalle centinaia di migliaia di persone che si sono trasferite in Lombradia da tutta l'Italia (anche io sono un trapiantato dalla toscana anche se a soli 10 anni...).

    Comunque OGGI (non quando sono venuto a Milano negli anni 60) Milano è una città fredda, distaccata, dove ognuno fa i cavoli propri e se qualcuno chiede aiuto si girano tutti dall'altra parte perchè hanno paura di una finta per aggredire... regnano diffidenza e menefreghismo. Il che non vuol dire che non ci siano ANCHE persone gentili educate e generose, l'altro giorno dovevo farmi l'esame del sangue ed un signore pensionato, con cui nell'attesa avevo iniziato a parlare, ha assolutamente preteso che passassi avanti perchè dovevo andare in ufficio mentre lui non aveva fretta. Ma sono casi eccezionali, la regola è di giovani ventenni che in tram scattano per fregare il posto agli anziani che sono più lenti e vigliacca se ne vedi qualcuno che si alza per cedergli il posto se non in casi eclatanti.
    I pochi che lo fanno sono a loro volta persone dai 50 in su.....
    Tornando al centro-nord, ad esempio i toscani tutto sono meno che gentili, magari nella loro sfacciata cafonaggine finisce che sono pure simpatici, decisamente meglio gli emiliani ed i trentini, almeno quelli non immediatamente vicini al confine con l'Austria (che parlano solo tedesco e si considerano austriaci più che italiani arrivando al limite del razzismo).

    Non mi sto riferendo soltanto ai Milanesi, che tralaltro conosco anche poco. Il mio discorso prende in considerazione alcune esperienze positive avute con commercianti del Nord in generale, rispetto a quello che è l'andazzo comune dalle mie parti. Indipendentemente dal colore dell'erba del vicino , se non fosse chiaro, sto semplicemente mostrando apprezzamento, forse anche contro il mio interesse, verso una etnìa ed una cultura differenti dalla mia


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Ma i negozianti?

    Post  RockOnlyRare on Mon Mar 16, 2015 5:03 pm

    pevaril wrote:

    Non mi sto riferendo soltanto ai Milanesi, che tralaltro conosco anche poco. Il mio discorso prende in considerazione alcune esperienze positive avute con commercianti del Nord in generale, rispetto a quello che è l'andazzo comune dalle mie parti. Indipendentemente dal colore dell'erba del vicino , se non fosse chiaro, sto semplicemente mostrando apprezzamento, forse anche contro il mio interesse, verso una etnìa ed una cultura differenti dalla mia

    Certo l'avevo capito perfettamente, ma anche io ho avuto alcune esperienze estremamente positive quando ho fatto una vacanza in moto nel sud italia, incontrando una sacco di persone tanto gentili quanto generose, in Sicilia una famiglia che conoscevamo appena ci volevano addirittura ospitare quando ha saputo che cercavamo un campeggio... alla fine si sono "accontantati" di invitarci a cena trattandoci da signori !!! Chapeau !!!


    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Ma i negozianti?

    Post  Massimo on Mon Mar 16, 2015 7:13 pm

    RockOnlyRare wrote:
    ...........................
    ...........................
    .................................i trentini, almeno quelli non immediatamente vicini al confine con l'Austria (che parlano solo tedesco e si considerano austriaci più che italiani arrivando al limite del razzismo).

    .......e poi sono trattati dai tedeschi come "Terroni", si è sempre a SUD di qualcun altro.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Ma i negozianti?

    Post  RockOnlyRare on Mon Mar 16, 2015 7:25 pm

    Massimo wrote:

    .......e poi sono trattati dai tedeschi come "Terroni", si è sempre a SUD di qualcun altro.

    Verissimo, inter nos "ben gli sta !!!" Dopotutto sono rimasti con l'Italia per convenienza economica (agevolazioni come regione autonoma) che con l'Austria non avrebbero avuto...


    spiritolibero66
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 366
    Data d'iscrizione : 2011-11-25
    Età : 50
    Località : Civitavecchia

    Re: Ma i negozianti?

    Post  spiritolibero66 on Mon Mar 16, 2015 9:03 pm

    pluto wrote:Parafrasando il titolo del 3d

    Ma i clienti?......

    Sempre tutti innocenti?  Mai nessuno che faccia solo perdere tempo?  Mai nessuno che rompa le balle chiedendo di ascoltare x tutto un pomeriggio casse e ampli x andare a comprarsele da un'altra parte o in rete dove costano 50/100 euro in meno?

    Beh...a parte che ho specificato, in uno dei miei post, che esisteranno bene anche i famosi "perditempo" tra i clienti. Ma questo che vuol dire? Che a prescindere si avalla una presunzione di colpevolezza che giustifica una abbastanza diffusa supponenza? Possibile che tutti entrino in un negozio di alta fedeltà e si pongano nell'interesse di diffusori (per dire) costosisenon costosissimi? Oppure si pretenderebbe che li si acquistino così...a a prescindere...mah...

    spiritolibero66
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 366
    Data d'iscrizione : 2011-11-25
    Età : 50
    Località : Civitavecchia

    Re: Ma i negozianti?

    Post  spiritolibero66 on Mon Mar 16, 2015 9:07 pm

    pluto wrote:

    Scusa Max ma di questi tempi se entri in qualsiasi tipo di negozio con gli sghei e buone intenzioni di comprare, trovi solo ponti d'oro; dal rivenditore di auto all'agenzia viaggi, dal sarto al negozio di giocattoli.
    Se sei trattato male evidentemente o sei capitato nell'unico negozio dove il venditore è uno strunz oppure c'è qualcosa che non va nel processo di comunicazione tra le parti, che è un eufemismo x dire che evidentemente non ti considerano (a torto o a ragione)
    Ora siccome il mondo non è univoco e ci sono differenze tra le persone, a me pare che la maggioranza dei venditori sia più allineata a quelli desiderosi di vendere piuttosto che a quelli che cacciano via i clienti
    in tutti i settori e quindi includiamo pure il nostro.

    Ergo, il ns amico farebbe bene a cambiare negozio se trova tutte queste difficoltà

    Perdonami, ma scrivere che trovo "tutte queste difficoltà" non mi rende giustizia. E lo trovo anche un poco scorretto. Io ho palesato una impressione che, vedo bene, non essere solo mia.
    Il fatto di essere malconsiderato lo avverto come una mancanza di tatto e di attenzione. Anche perchè, se attenzione ci fosse, un buon negoziante avvertirebbe enoterebbe i segnali tutti di una possibile vendita reale...
    Io mi permetto di insistere nel dire che non vedo tutti questi negozianti desiderosi di vendere. O meglio interessati a mettere il seme che porterà al frutto della vendita...
    Credimi.

    Roby65
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1184
    Data d'iscrizione : 2009-06-27

    Re: Ma i negozianti?

    Post  Roby65 on Mon Mar 16, 2015 9:11 pm

    spiritolibero66 wrote:

    Beh...a parte che ho specificato, in uno dei miei post, che esisteranno bene anche i famosi "perditempo" tra i clienti. Ma questo che vuol dire? Che a prescindere si avalla una presunzione di colpevolezza che giustifica una abbastanza diffusa supponenza? Possibile che tutti entrino in un negozio di alta fedeltà e si pongano nell'interesse di diffusori (per dire) costosisenon costosissimi? Oppure si pretenderebbe che li si acquistino così...a a prescindere...mah...

    Presentati con il macchinone, il Rolex al polso e l'assegno in mano dicendo di voler acquistare un Mcintosh top di gamma senza fargli capire che sai dell'usuale sconto del 45/50% che si ottiene sul marchio...vedrai come saranno gentili e sorridenti!

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Ma i negozianti?

    Post  aircooled on Mon Mar 16, 2015 9:21 pm

    se cercate gente che vi metta un tappeto rosso provate a andare da un qualsiasi concessionario auto e chiedete la versione base dell'auto che vi interessa, poi mi sapete dire Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing ci son passato proprio oggi e c'è voluta tutta la mia pazienza per non far partire ceffoni a raffica, e ne ho girati di tutte le marche


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    spiritolibero66
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 366
    Data d'iscrizione : 2011-11-25
    Età : 50
    Località : Civitavecchia

    Re: Ma i negozianti?

    Post  spiritolibero66 on Mon Mar 16, 2015 9:23 pm

    A me non piace ostentare. In primis.
    E, per inciso, non cerco o spero certo nel tappeto rosso.
    Però, via, una certa disponibilità...anche intraprendenza aggiungerei...

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Ma i negozianti?

    Post  aircooled on Mon Mar 16, 2015 10:22 pm

    qualunque persona entra in un negozio che sia per una semplice spina da pochi cent o per un super ampli da decine di migliaia di euros deve avere la stessa accoglienza, se non succede cambiare negozio o se serve anche nazione


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Roby65
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1184
    Data d'iscrizione : 2009-06-27

    Re: Ma i negozianti?

    Post  Roby65 on Mon Mar 16, 2015 10:31 pm

    aircooled wrote:qualunque persona entra in un negozio che sia per una semplice spina da pochi cent o per un super ampli da decine di migliaia di euros deve avere la stessa accoglienza, se non succede cambiare negozio o se serve anche nazione

    applausi applausi applausi

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Ma i negozianti?

    Post  Testini Ugo on Mon Mar 16, 2015 11:08 pm

    Io la vedo così: i negozianti maleducati nell'Hifi ci sono sempre stati, ci saranno sempre e quelli che lo erano tempo fa, lo restano anche oggi per assurdo in un periodo di crisi così acuta come quello che stiamo vivendo. E di solito sono proprio quelli che hanno le "spalle più grosse" economicamente parlando e che quindi si possono permettere di snobbare il cliente "piccolo" o quello che a loro naso può fargli perdere tempo. A tal proposito, sempre più negozi, secondo me sbagliando, hanno deciso di tagliare un pò fuori certe fasce di mercato, proprio per cercare di puntare solo al pesce grosso, in modo da aver svangato la mesata con la vendita di solo un oggetto. Ho detto "secondo me sbagliando" perchè è fondamentale, per questo nostro mondo morente, favorire l'appassionato alle prime armi e quindi il riciclo generazionale, fidelizzando. Partendo sempre dal presupposto, come dice Air, che ogni cliente è degno del medesimo trattamento.
    Ovvio che poi ci sono clienti che probabilmente saranno solo li per "far perdere tempo" e poi si prendono le cose in rete al miglior prezzo. Ma è una percentuale di casistica, secondo me, accettabile e facente parte del gioco; in oltre sta prorpio al dato negoziante far capire che acquistare li da lui, in un negozio fisico, può offrire dei risvolti commerciali, come ad esempio quelli dei rientri e cambi futuri, che altrimenti con gli acquisti in rete diventano limitati. Sempre ammesso che il commerciante sia a priori disposti a farli in futuro, e quello è un'altro problema. La volontà sempre più forte di fare vendite spot, e tralasciare la suddetta fidelizzazione.
    Se poi al tutto va aggiunto una sempre più forte "improvvisazione" da parte degli operatori di settore che oggettivamente ascoltano poco i loro prodotti proposti, anche se per assurdo disponibili nei loro negozi; il quadro diventa abbastanza complesso e desolante, sopratutto già rispetto a qualche anno fa.


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Ma i negozianti?

    Post  Massimo on Mon Mar 16, 2015 11:43 pm

    aircooled wrote:qualunque persona entra in un negozio che sia per una semplice spina da pochi cent o per un super ampli da decine di migliaia di euros deve avere la stessa accoglienza, se non succede cambiare negozio o se serve anche nazione
    Così dovrebbe essere.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21551
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Ma i negozianti?

    Post  pluto on Tue Mar 17, 2015 10:01 am

    spiritolibero66 wrote:
    pluto wrote:

    Scusa Max ma di questi tempi se entri in qualsiasi tipo di negozio con gli sghei e buone intenzioni di comprare, trovi solo ponti d'oro; dal rivenditore di auto all'agenzia viaggi, dal sarto al negozio di giocattoli.
    Se sei trattato male evidentemente o sei capitato nell'unico negozio dove il venditore è uno strunz oppure c'è qualcosa che non va nel processo di comunicazione tra le parti, che è un eufemismo x dire che evidentemente non ti considerano (a torto o a ragione)
    Ora siccome il mondo non è univoco e ci sono differenze tra le persone, a me pare che la maggioranza dei venditori sia più allineata a quelli desiderosi di vendere piuttosto che a quelli che cacciano via i clienti
    in tutti i settori e quindi includiamo pure il nostro.

    Ergo, il ns amico farebbe bene a cambiare negozio se trova tutte queste difficoltà

    Perdonami, ma scrivere che trovo "tutte queste difficoltà" non mi rende giustizia. E lo trovo anche un poco scorretto. Io ho palesato una impressione che, vedo bene, non essere solo mia.
    Il fatto di essere malconsiderato lo avverto come una mancanza di tatto e di attenzione. Anche perchè, se attenzione ci fosse, un buon negoziante avvertirebbe enoterebbe  i segnali tutti di una possibile vendita reale...
    Io mi permetto di insistere nel dire che non vedo tutti questi negozianti desiderosi di vendere. O meglio interessati a mettere il seme che porterà al frutto della vendita...
    Credimi.

    Guarda che ti credo e ho ben precisato che non mi riferivo a te. Perchè dire subito "scorretto" etc? Perchè vedere subito il male dove non è?
    A me interessa il fenomeno in generale che tu sollevi e non l'esperienza di un singolo che può avere 100 ragioni da vendere (sicuramente il tuo caso)
    Ma è singolare che nessuno, dico nessuno, si sia neanche posto dall'altra parte della barricata

    Possibile che solo i negozianti siano da demonizzare? Possibile che non ci sia mai un cliente che fa solo perdere tempo e da anni? Mai visto nessuno che va in negozio decine di volte e compra in rete o dalla concorrenza? Frequentando 3 negozi da anni, ne ho viste di tutti i colori credimi

    Air ha ragione: se ci trattano male, non resta che cambiare negozio e cercarsene uno buono con cui instaurare un buon rapporto. Amen

    Poi possiamo tranquillamente avere idee diverse sulla situazione attuale commerciale


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Ma i negozianti?

    Post  RockOnlyRare on Tue Mar 17, 2015 10:12 am

    aircooled wrote:qualunque persona entra in un negozio che sia per una semplice spina da pochi cent o per un super ampli da decine di migliaia di euros deve avere la stessa accoglienza, se non succede cambiare negozio o se serve anche nazione

    applausi applausi applausi


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Ma i negozianti?

    Post  RockOnlyRare on Tue Mar 17, 2015 10:15 am

    Testini Ugo wrote:Io la vedo così: i negozianti maleducati nell'Hifi ci sono sempre stati, ci saranno sempre e quelli che lo erano tempo fa, lo restano anche oggi per assurdo in un periodo di crisi così acuta come quello che stiamo vivendo. E di solito sono proprio quelli che hanno le "spalle più grosse" economicamente parlando e che quindi si possono permettere di snobbare il cliente "piccolo" o quello che a loro naso può fargli perdere tempo. A tal proposito, sempre più negozi, secondo me sbagliando, hanno deciso di tagliare un pò fuori certe fasce di mercato, proprio per cercare di puntare solo al pesce grosso, in modo da aver svangato la mesata con la vendita di solo un oggetto. Ho detto "secondo me sbagliando" perchè è fondamentale, per questo nostro mondo morente, favorire l'appassionato alle prime armi e quindi il riciclo generazionale, fidelizzando. Partendo sempre dal presupposto, come dice Air, che ogni cliente è degno del medesimo trattamento.
    Ovvio che poi ci sono clienti che probabilmente saranno solo li per "far perdere tempo" e poi si prendono le cose in rete al miglior prezzo. Ma è una percentuale di casistica, secondo me, accettabile e facente parte del gioco; in oltre sta prorpio al dato negoziante far capire che acquistare li da lui, in un negozio fisico, può offrire dei risvolti commerciali, come ad esempio quelli dei rientri e cambi futuri, che altrimenti con gli acquisti in rete diventano limitati. Sempre ammesso che il commerciante sia a priori disposti a farli in futuro, e quello è un'altro problema. La volontà sempre più forte di fare vendite spot, e tralasciare la suddetta fidelizzazione.
    Se poi al tutto va aggiunto una sempre più forte "improvvisazione" da parte degli operatori di settore che oggettivamente ascoltano poco i loro prodotti proposti, anche se per assurdo disponibili nei loro negozi; il quadro diventa abbastanza complesso e desolante, sopratutto già rispetto a qualche anno fa.

    Mi trovo sostanzialmente daccordo, anche se devo dire che in Lombardia, probabilmente per la fortissima concorrenza, i negozianti, almeno quelli che conosco, mi sembrano tutti nel complesso competenti gentili e disponibili.


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Ma i negozianti?

    Post  RockOnlyRare on Tue Mar 17, 2015 10:21 am

    spiritolibero66 wrote:A me non piace ostentare. In primis.
    E, per inciso, non cerco o spero certo nel tappeto rosso.
    Però, via, una certa disponibilità...anche intraprendenza aggiungerei...

    Possibile che i negozianti a cui ti riferisci si comportino così anche perchè ci sono poche alternative ("concorrenziali") nella tua zona ?
    A Milano o a Roma, con decine di negozi specializzati, chi tratta male i clienti chiude ben presto, te lo assicuro, non possono permetterselo, fermo restanto il discorso del "perditempo" che di solito il negoziante sa riconoscere molto bene.

    Comunque resto dell'idea che quando si entra per la prima volta in un negozio di hi-fi conviene cercare di darsi un po' di importanza, e di far capire di avere le idee precise e non andare sul vago, se si vuole essere trattati con interesse e competenza.


    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Ma i negozianti?

    Post  Testini Ugo on Tue Mar 17, 2015 2:14 pm

    RockOnlyRare wrote:

    Mi trovo sostanzialmente daccordo, anche se devo dire che in Lombardia, probabilmente per la fortissima concorrenza, i negozianti, almeno quelli che conosco, mi sembrano tutti nel complesso competenti gentili e disponibili.

    Oggettivamente la Lombardia è una delle zone meglio servite, con soggetti forniti, capillari sul territorio, competenti, seri e cortesi.
    Messo mene bene il Lazio ove ci sono sì molti soggetti ed attrezzati, ma spesso scadono in quanto a cortesia; pur essendo azziende molto grandi, consolidate e blasonate. Sul mio Veneto meglio stendere un velo pietoso, non tanto per la cortesia, quanto per l'effettiva presenza di negozi e la quantità e qualità di proposte da loro offerte.....
    Segno che se in una zona i primi soggetti presenti, operano con cortesia e serietà possono innescare una concorrenza sullo stesso solco. IMHO.


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Ma i negozianti?

    Post  RockOnlyRare on Tue Mar 17, 2015 2:31 pm

    Testini Ugo wrote:

    Oggettivamente la Lombardia è una delle zone meglio servite, con soggetti forniti, capillari sul territorio, competenti, seri e cortesi.
    Messo mene bene il Lazio ove ci sono sì molti soggetti ed attrezzati, ma spesso scadono in quanto a cortesia; pur essendo azziende molto grandi, consolidate e blasonate. Sul mio Veneto meglio stendere un velo pietoso, non tanto per la cortesia, quanto per l'effettiva presenza di negozi e la quantità e qualità di proposte da loro offerte.....
    Segno che se in una zona i primi soggetti presenti, operano con cortesia e serietà possono innescare una concorrenza sullo stesso solco. IMHO.  

    Immagino che sia proprio così come dici tu... anche se non capisco perchè nel Lazio i venditori debbano essere scortesi. MAH !!!! Contenti loro..... quasi quasi converrebbe aprire un negozio che si distingua oltre per competenza anche per la massima cortesia..... (magari non ci va nessuno .... ricordo negli anni 60-70 di rinomati ristoranti toscani, fiorentini in particolare, in cui i clienti si divertivano ad essere trattati male dai camerieri, che ovviamente lo facevano apposta.... oddio diciamo che erano "spontanei" nel farlo, nel senso che riusciva loro benissimo trattarti a bistecche "in faccia" !!!!)


    mc 73
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6710
    Data d'iscrizione : 2012-12-10
    Località : friuli udine e dintorni

    Re: Ma i negozianti?

    Post  mc 73 on Tue Mar 17, 2015 2:38 pm

    RockOnlyRare wrote:

    .... ricordo negli anni 60-70 di rinomati ristoranti toscani, fiorentini in particolare, in cui i clienti si divertivano ad essere trattati male dai camerieri, che ovviamente lo facevano apposta.... oddio diciamo che erano "spontanei" nel farlo, nel senso che riusciva loro benissimo trattarti a bistecche "in faccia" !!!!)



    _________________
    sorgente:Cyrus CD xt signature+ Primare DAC30(by aurion audio )
    amplificatori: MegaHertz Otl a due valvole finali/Marrano custom
    cuffie: Sennheiser hd 800 AIR/ hd 565 ovation/Fostex th-900mk2 AIR/Hifiman he400i
    saluti sunny Michele

    criMan
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1198
    Data d'iscrizione : 2011-11-25
    Età : 43
    Località : Velletri (Roma)

    Re: Ma i negozianti?

    Post  criMan on Tue Mar 17, 2015 8:44 pm

    RockOnlyRare wrote:

    Immagino che sia proprio così come dici tu... anche se non capisco perchè nel Lazio i venditori debbano essere scortesi. MAH !!!! Contenti loro..... quasi quasi converrebbe aprire un negozio che si distingua oltre per competenza anche per la massima cortesia..... (magari non ci va nessuno .... ricordo negli anni 60-70 di rinomati ristoranti toscani, fiorentini in particolare, in cui i clienti si divertivano ad essere trattati male dai camerieri, che ovviamente lo facevano apposta.... oddio diciamo che erano "spontanei" nel farlo, nel senso che riusciva loro benissimo trattarti a bistecche "in faccia" !!!!)
    Quella dei venditori aifai e' un caso da studiare. Il massimo caso clinico e' a Roma da noto negozio in zona Roma Sud... il piu' grande di Roma.
    A Roma ho trovato invece preparati e gentili Dimensione HiFi ma anche Gradi alla fine e' stato per quello che mi e' capitato molto bravo.
    Io mi pongo sempre con la massima trasparenza su quello che voglio o no e chiarisco immediatamente il senso della visita se e' cazzeggio o acquisto.
    Odio quelli che provano al negozio e poi mi dicono che comprano sul web per 100 euro , ammazzano il commercio e poi tra 10 anni potranno solo comprare
    sul web.. senza provare il vero valore aggiunto. A Frascati ovviamente anche mi sono trovato bene ed e' per me quello piu' facile.
    Dei negozi che provano solo col pescione grosso basta saperlo e ci si gira alla larga , sono commercianti / commerciali puntano al profittone
    nella speranza che torni dopo un anno per piazzargli l'altro componente che costa ancora di piu' in modo da poter ritirare la schifezza dell'anno prima.
    Va bene tutto.


    _________________
    Il mio impiantino hifi: ampli Harman/Kardon 990 - diffusori Indiana Line Diva 655 - sorgenti Onix Sacd15 , Pioneer BDP 170 , PS3

    criMan
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1198
    Data d'iscrizione : 2011-11-25
    Età : 43
    Località : Velletri (Roma)

    Re: Ma i negozianti?

    Post  criMan on Tue Mar 17, 2015 8:52 pm

    aircooled wrote:se cercate gente che vi metta un tappeto rosso provate a andare da un qualsiasi concessionario auto e chiedete la versione base dell'auto che vi interessa, poi mi sapete dire Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing ci son passato proprio oggi e c'è voluta tutta la mia pazienza per non far partire ceffoni a raffica, e ne ho girati di tutte le marche
    Verissimo ma da noi per fortuna e' una pratica non seguita. Sara' che la gente e' molto pratica nel mandare a quel paese sunny
    Piuttosto a Roma e' accaduto 2 su 2 , la prima ero con un mio fortunato amico che doveva comprare una Porche Cayman il modello di ingresso per capirci(non ricordo bene come si chiami..) e battibaleno l'hanno riempita di 10000 euro di accessori altrimenti sull'usato non si vende... alzati e andati via.
    La seconda un anno fa all'Audi di Roma sud per una A4 ... ridicoli davvero .
    Noi abbiamo scelto solo il COLORE!! il resto loro... il motore TDI se no nun se venne , all'estimento loro .. Insomma abbiamo ringraziato
    con lo sguardo lo abbiamo sfanculato e arrivederci e grazie. Molto arroganti.


    _________________
    Il mio impiantino hifi: ampli Harman/Kardon 990 - diffusori Indiana Line Diva 655 - sorgenti Onix Sacd15 , Pioneer BDP 170 , PS3

    spiritolibero66
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 366
    Data d'iscrizione : 2011-11-25
    Età : 50
    Località : Civitavecchia

    Re: Ma i negozianti?

    Post  spiritolibero66 on Tue Mar 17, 2015 8:57 pm

    criMan wrote:
    Verissimo ma da noi per fortuna e' una pratica non seguita. Sara' che la gente e' molto pratica nel mandare a quel paese sunny
    Piuttosto a Roma e' accaduto 2 su 2 , la prima ero con un mio fortunato amico che doveva comprare una Porche Cayman il modello di ingresso per capirci(non ricordo bene come si chiami..) e battibaleno l'hanno riempita di 10000 euro di accessori altrimenti sull'usato non si vende... alzati e andati via.
    La seconda un anno fa all'Audi di Roma sud per una A4 ... ridicoli davvero .
    Noi abbiamo scelto solo il COLORE!! il resto loro... il motore TDI se no nun se venne , all'estimento loro .. Insomma abbiamo ringraziato
    con lo sguardo lo abbiamo sfanculato e arrivederci e grazie. Molto arroganti.

    Qualcosa di simile a quel che è successo a me, per certi aspetti, insomma...in campo hi-fi.
    P.S.10000 euro di accessori su una Porsche sono normali e la Cayman NON è il modello di ingresso ;-)
    P.S.2 Le mie "disavventure" sono sulla piazza di Roma.

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Ma i negozianti?

    Post  RockOnlyRare on Wed Mar 18, 2015 11:44 am

    criMan wrote:
    Verissimo ma da noi per fortuna e' una pratica non seguita. Sara' che la gente e' molto pratica nel mandare a quel paese sunny
    Piuttosto a Roma e' accaduto 2 su 2 , la prima ero con un mio fortunato amico che doveva comprare una Porche Cayman il modello di ingresso per capirci(non ricordo bene come si chiami..) e battibaleno l'hanno riempita di 10000 euro di accessori altrimenti sull'usato non si vende... alzati e andati via.
    La seconda un anno fa all'Audi di Roma sud per una A4 ... ridicoli davvero .
    Noi abbiamo scelto solo il COLORE!! il resto loro... il motore TDI se no nun se venne , all'estimento loro .. Insomma abbiamo ringraziato
    con lo sguardo lo abbiamo sfanculato e arrivederci e grazie. Molto arroganti.

    non voglio andare troppo of topic, ma in realtà più accessori metti su un auto e per assurdo più ci rimetti in termine di quotazione dell'usato ed in caso di furto, almeno in Italia, perchè di fatto sono riconosciuti in minima parte. Conta quasi esclusivamente al primo posto l'anno ed al secondo al limite i km. (eda anche qui un'auto immatricolata a gennaio ed una a dicembre dopo 3-4 anni valgono più o meno la stessa cifra..)
    Molto meglio quando fanno versioni "ad hoc" con prezzo di listino già compreso degli accessori es versione base, lusso, full-optional ma con prezzo di listino già fissato dalla casa. Se un'auto pensi di rivenderla dopo pochi anni, meno accessori ci metti meglio è. Se pensi di tenerla fino alla rottamazione allora è diverso, incrociando le dita che non la rubino o di doverla cambiare causa incidente.
    Viceversa conviene se la compri usata ....



    criMan
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1198
    Data d'iscrizione : 2011-11-25
    Età : 43
    Località : Velletri (Roma)

    Re: Ma i negozianti?

    Post  criMan on Wed Mar 18, 2015 7:58 pm

    Sono d'accordo al 100%, ma il venditore diceva il contrario con una certa sufficienza santa


    _________________
    Il mio impiantino hifi: ampli Harman/Kardon 990 - diffusori Indiana Line Diva 655 - sorgenti Onix Sacd15 , Pioneer BDP 170 , PS3

      Similar topics

      -

      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 7:35 pm