Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Tipologie Giradischi - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Tipologie Giradischi

    Share

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21

    Re: Tipologie Giradischi

    Post  Massimo on Thu May 21, 2015 4:52 pm

    audiofan wrote:
    ..............................
    Volendo generalizzare direi che DD e rigidi vanno un po' nella stessa direzione, ovvero prediligono la solidità e la velocità (più marcata comunque nei rigidi), mentre i flottanti tendono ad arrotondare/ammorbidire un po' il suono. ............
    ..................................
    Invece io ho avuto una diversa sensazione i il flottante assimilabile al rigido a cinghia, mentre il DD un suono completamente diverso. sunny

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2014
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Tipologie Giradischi

    Post  Nimalone65 on Fri May 22, 2015 1:03 am

    In linea teorica il telaio rigido rispetto al flottante privilegia la dinamica , cosi come un DD rispetto un giraa cinghia la velocità e una certa apertura in gamma alta .

    Di fatto a questi parametri bisognerebbe aggiungere il peso del piatto , ad alta o bassa massa , poiche le cose al cospetto di questo parametri cambia e non poco .

    Oltre a queste categorie , se si cerca qualcosa di particola , ci sono quelli con il perno riscaldato , tipo i Brinkmann per intenderci , quelli sospesi su base nagnetiva ti Verdier Platine ,,,,,ma tutti sono dei piatti bucati che girano intorno ad un palo !!!!sunny

    Utilizzare poi un gira con un vacuum è cosa assai diversa da qualsiasi altro , con una dinamica disarmante , ma che però toglie nella maggior parte dei casi quella piacevolezza al suono anologico avvicinandolo a quello digitale.

    Poi ci sono giradischi da 300 euro e da 100000 euro ,,,,e non per ultimo l'impianto che sta avalle !!!

    Insomma troppi parametri per generalizzare .
    Io con diffusori ad alta efficienza , molto veloci di loro , mi son felicemente liberato di un pur ottimo setup su base Micro DDX 1500,,,,,il suono appariva troppo aperto e veloce ,,,,quasi isterico , nonostante venissero utilizzati componenti tutti al di sopra di ogni sospetto.

    Io da un gira cerca un suono raffinato , molto liquido ,capace di trasmette molto bene il senso del ritmo .... che ben si adatta agll'impianto in uso .

    Mi sono piaciuti molto il TW Acoustic Raven AC , Il basis 2500, lo SME 20 con braccio da 12 ovviamente la Platine verdier  il Kuzma XL ,,,,non mi hanno convinto la stragrande maggioranza dei giradischi a base rigida con piatto poco pesante e neppure i dd tranne che in alcuni impianti minimalisti e di basso costo dove evidentemente le loro caratteristiche peculiari riuscivano a ravvivare un suono tendenzialmente moscio e poco aperto.

    Probabilmente in un impianto di media efficienza , non troppo esasperato mi cercherei un vecchio buon Thorens , tipo TD 321 125 160, che se ben settati difficilmente risulteranno essere il collo di bottiglia di un impianto.

    sunny


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    typhoon56
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 208
    Data d'iscrizione : 2014-03-10

    Re: Tipologie Giradischi

    Post  typhoon56 on Fri May 22, 2015 9:06 am

    audiofan wrote:Ho avuto un po' di tutto, dai DD (Technics, Micro Seiki) ai flottanti (Thorens, Mitchell) ai rigidi (Rega, Acoustic Solid).
    Volendo generalizzare direi che DD e rigidi vanno un po' nella stessa direzione, ovvero prediligono la solidità e la velocità (più marcata comunque nei rigidi), mentre i flottanti tendono ad arrotondare/ammorbidire un po' il suono. Non ho invece esperienza diretta dei vecchi modelli a puleggia.

    Alla fine ho scelto il telaio rigido per una questione di comodità e stabilità nelle tarature, ma senz'altro ogni tipologia ha le sue peculiarità e la sua ragion d'essere. Quello che conta davvero è poi fare la scelta giusta nell'accoppiamento base/braccio/testina/phono per trovare il giusto equilibrio che sappia esaltare le qualità del sistema complessivo. Da questo punto di vista dare giudizi sulle sole basi è piuttosto limitante, il sistema analogico è la somma di più parti che devono trovare un punto di lavoro ideale.

    L'importante è che la base, qualunque filosofia adotti, garantisca perfetta velocità/stabilità di rotazione, affidabilità di funzionamento e la più alta refrattarietà alle vibrazioni possibile. Assodato questo, si possono tirare su sistemi di alta qualità qualunque filosofia si decida di sposare.


    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4693
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Tipologie Giradischi

    Post  pepe57 on Fri May 22, 2015 3:12 pm

    Attualmente "giro" con sia DD semirigido che rigido e con cinghia sia flottante che rigido e motore separato.
    Sul rigido a cinghia monto un 12" a cuscinetti di carattere un po' "romantico"; su quello flottante ho un braccio tangenziale, che è di serie; sul semirigido DD un cuscinetti mentre sul DD rigido un unipivot.
    Le testine ovviamente sono adatte per avere una FR adeguata e scelte per il risultato sonoro che maggiormente preferisco anche in base ai pre utilizzati.
    Non ho una netta predilezione per un sistema di trazione rispetto all' altro anche se probabilmente se dovessi cambiarne uno, il primo che cederei sarebbe quasi sicuramente l' SL 1000 Technics che ho voluto per una questione filologica.
    Dei vari posseduti nel tempo direi non è mai stato il tipo di trazione/sospensione a farmi propendere verso una direzione o un' altra (a parte i puleggia che ho escluso). La cosa più importante, a mio parere, sono la giusta scelta degli abbinamenti fra i vari componenti per ottenere, nell' insieme del sistema, il risultato finale desiderato.
    Per il base rigida reputo da non sottovalutare il ripiano su cui poggia (tranne che ovviamente per le mensole a muro, che deve essere pieno), il tipo di pavimento e la distanza dal diffusore (specie se si ascolta a volumi importanti con casse capaci di scendere molto).
    Embarassed  Embarassed


    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Paintball Milano

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Tipologie Giradischi

    Post  Massimo on Fri May 22, 2015 5:56 pm

    Mi fa molto piacere che il 3D si sta infervorando anche per l'ingresso di utenti super preparati, questo è molto importante come del resto scrivere delle sensazioni avute con una tipologia rispetto ad un altra, proprio per poter dare a tutti un' idea dei gira in modo da poter avere idee più chiare per un acquisto, un cambio del nostro amato oggetto del desiderio. sunny .


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2014
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Tipologie Giradischi

    Post  Nimalone65 on Fri May 22, 2015 9:50 pm

    Massimo wrote:Mi fa molto piacere che il 3D si sta infervorando anche per l'ingresso di utenti super preparati, questo è molto importante come del resto scrivere delle sensazioni avute con una tipologia rispetto ad un altra, proprio per poter dare a tutti un' idea dei gira in modo da poter avere idee più chiare per un acquisto, un cambio del nostro amato oggetto del desiderio. sunny .

    Anche tu hai raggggione !

    Il fatto è che proprio non riesco a estrapolare piu' di tanto il suono di un giradischi dall'impianto ,,,,trovo questa cosa fondamentale nella scelta finale .

    Tra i giradischi su base rigida che ho avuto modo d'ascoltare con una certa attenzione come dicevo il TW Acoustic Raven AC che ho ascoltato con un impianto con amplificazione AR , diffusori Wilson Audio Duette , braccio TW Acoustic e testina Eminent mi è parso veramente un gran piatto , con un basso poderoso , controllato esteso , una scena veramente ampia ed avvolgente oltre che precisa nella dislocazione degli strumenti . la dinamica era veramente notevole il senso del ritmo notevole.

    Un altro base rigida che mi ha colpito è stato il Vyger Baltic con braccio SME 312 e con una Benz Lp prima serie, in un impianto con B&W 801 (vecchiotte) pilotate da pre Sonic Frontiers 3 e finale a SS di cui non ricordo il nome . Anche in questo caso c'era tutto , e tutto era ben rappresentato pur non trasmettendo le stesse sensazioni del TW Acoustic mi ha colpito . D'altro canto il costo di listino è circa 1/5.
    Ricordo con piacere quei giorni , e quell'impianto che apparteneva al compianto "PAOLONE", che ci è venuto a mancare stroncato da un tumore .

    Trovo bello poterlo ricordare per un attimo , qui con voi sul forum .

    sunny



    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Tipologie Giradischi

    Post  Massimo on Fri May 22, 2015 9:59 pm

    Enrico mi associo al piacere di ricordare un amico che è venuto a mancare, purtroppo non ho avuto il piacere di conoscerlo, anche se da come ne parli mi son perso la possibilità di annoverare tra le mie amicizie una persona in gamba.
    R.I.P.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2014
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: Tipologie Giradischi

    Post  Nimalone65 on Fri May 22, 2015 10:01 pm

    Massimo wrote:Enrico mi associo al piacere di ricordare un amico che è venuto a mancare, purtroppo non ho avuto il piacere di conoscerlo,  anche se da come ne parli mi son perso la possibilità di annoverare tra le mie amicizie una persona in gamba.
    R.I.P.

    Lo conoscevo da poco , ma che fosse una persona buona disponibile e trasparente , era veramente palese .

    Pace all'anima sua .
    Ciao Paolone !


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Tipologie Giradischi

    Post  Massimo on Fri May 22, 2015 10:03 pm

    Mi associo, Ciao Paolone.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Tipologie Giradischi

    Post  Mr. wlg on Sun May 24, 2015 11:06 am

    Massimo wrote:Mi fa molto piacere che il 3D si sta infervorando anche per l'ingresso di utenti super preparati, questo è molto importante come del resto scrivere delle sensazioni avute con una tipologia rispetto ad un altra, proprio per poter dare a tutti un' idea dei gira in modo da poter avere idee più chiare per un acquisto, un cambio del nostro amato oggetto del desiderio. sunny .
    Non poteva mancare il Grande Pietro cheers
    Ciao Pietro
    A vengo a trovarti


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4693
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Tipologie Giradischi

    Post  pepe57 on Sun May 24, 2015 11:10 am

    Mr. wlg wrote:
    Non poteva mancare il Grande Pietro cheers
    Ciao Pietro
    A vengo a trovarti
    Quando vuoi.
    Ti aspetto!
    sunny sunny


    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Paintball Milano

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Tipologie Giradischi

    Post  Massimo on Sun May 24, 2015 11:38 am

    Mr. wlg wrote:
    Massimo wrote:Mi fa molto piacere che il 3D si sta infervorando anche per l'ingresso di utenti super preparati, questo è molto importante come del resto scrivere delle sensazioni avute con una tipologia rispetto ad un altra, proprio per poter dare a tutti un' idea dei gira in modo da poter avere idee più chiare per un acquisto, un cambio del nostro amato oggetto del desiderio. sunny .
    Non poteva mancare il Grande Pietro cheers
    Ciao Pietro
    A vengo a trovarti
    Dire preparato al nostro Pietro è riduttivo, sempre pronto a chiarire dubbi, è la nostra colonna dell'analogico.
    cheers cheers


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4693
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Tipologie Giradischi

    Post  pepe57 on Sun May 24, 2015 11:50 am

    Tornando sulla' argomento sospensione - sonorità - pregi e problemi.
    Io direi che, per quanto abbia potuto ascoltare, come sempre sostengo, il front end (intendendo con questo termine l' insieme base/braccio/testina senza pre fono che già tratta un segnale ormai elettrico) è solo un componente del nostro sistema. In tale senso trovo che è più produttivo cercare quello che inserito nel nostro sistema (intendendo con questo termine: ascoltatore- ambiente - impianto) porta al risultato desiderato.
    Mediamente direi che il dovere della base è quello di essere esente da influenze esterne ed interne mantenendo costanza di rotazione introducendovi il minor rumore possibile. Dato questo come per scontato (specie per i giradischi "recenti") direi che la base flottante, se si è costretti a posizionarla vicino alle casse (e queste sono capaci di alti SPL e di scendere in basso in modo importante) aiuta molto ad impedire rientri acustici. Anche quando il pavimento tende a "flettere" e non si usa una mensola a muro l' aiuto che da è consistente. Spesso (ma non sempre), se il braccio e testina che le vengono abbinati non sono sul lato della "precisione/velocità", la base flottante potrebbe portarsi dietro un tipo di sonorità un po' "romantica" ed in tal senso soddisfare o meno quando inserita nel nostro sistema (però questo tipo di impostazione "precisa", a parer mio, è più facile ritrovarla nei bracci unipivot e l' abbinamento unipivot/flottante, se non più che curato, specie se la testina non è adatta, potrebbe rivelarsi non esente da problemi .
    Se invece le casse non sono in grado di riprodurre SPL elevati (o il nostro modo di ascoltare non li prevede), o il gira è lontano dalle casse o poggiato su mensola a muro la base rigida o semirigida può essere quella più desiderabile dal punto di vista libertà di abbinamento (può prendere ogni tipo di braccio con maggiore facilità). Questa libertà permette (in base alla testina scelta) di realizzare il suono desiderato con maggiore facilità.
    Così, se si ricerca la massima prestazione da un certo punto di vista o da un altro, ogni abbinamento potrà essere preso in considerazione con basso rischio ottenendo ad esempio di montare una testina iper precisa/veloce su un braccio di suono romantico (per materiale, geometria) o all' inverso scegliere tutto tecnico, tutto romantico con lo scopo che il tutto, inserito nel nostro sistema, suoni come noi desideriamo.
    Una volta le basi rigide soffrivano molto del feedback e di molti altri problemi, in quelle di oggi con i dovuti accorgimenti, il feedback è un rischio molto ridotto (gli altri problemi direi che sono quasi totalmente annullati e comunque risolvibili in genere) per cui credo che per una vasta serie di motivi, costo di produzione e semplicità di uso inclusi, si diffonderà sempre di più questo tipo di base.

    sunny  sunny  sunny


    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Paintball Milano

      Current date/time is Sun Dec 11, 2016 7:07 am