Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
PC come sorgente
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    PC come sorgente

    Share

    JosephJoachim37
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 8
    Data d'iscrizione : 2015-08-08

    PC come sorgente

    Post  JosephJoachim37 on Sat Aug 08, 2015 10:03 pm

    Ciao a tutti,

    dopo anni di ascolto in cuffia, prima Sennheiser e poi Grado, ho deciso di comprare il mio primo impianto hifi, composto da diffusori Wharfedale Diamond 220, amplificatore Cambridge Audio Topaz AM10, e lettore CD/SACD/DVD Marantz DV7600. Insomma, un impianto low budget per iniziare, a parte il Marantz che è di livello superiore al resto, comprato usato in ottimo stato e ad un buon prezzo. I cavi sono Audioquest Evergreen per l'RCA e Ricable quelli di potenza, collegati in biwiring. Per farla breve, sono molto soddisfatto del suono che vien fuori da questo impianto (molti di voi si faranno una risata, considerate che provengo dall'ascolto di formati lossless sì, ma su ipod classic, amplificati con un HifiMan EF3 per poi finire con le mie amate Grado SR325e, per cui il passaggio da cuffia a diffusori per me resta comunque un bel salto).

    Le mie domande sono le seguenti:

    1) L'ascolto dal cd è fantastico, il suono è pulito ecc, mentre l'ascolto da pc risulta più sporco di rumori vari e sgranature, e in generale la "personalità" del suono non si può nemmeno paragonare. Ciò detto, avendo una collezione sostanziosa di CD, andare ogni volta a cercarli, oppure passare da uno all'altro, magari una traccia ciascuno, non è il massimo della comodità. Persino ascoltare un'opera intera e dover cambiare 3-4 cd in mezzo, risulta un po' scomodo. Mi chiedevo dunque, essendo la maggiorparte dei miei cd trasferiti sul computer (in formato lossless ALAC) e accuratamente organizzati (lavoro che ha richiesto mesi), c'è un modo per ottenere un suono migliore dal pc, in modo da poter usare questo come lettore primario, senza stare lì a piangere su tutte le sfumature perse e le sgranature del suono? Apparecchi come la Firefly della Audioquest servono a questo scopo? Funzionano, ne vale la pena?

    2) Sebbene l'ascolto in cuffia perda in ambiente e in dinamica, non posso fare a meno di notare che il dettaglio resta immutato, con l'ascolto coi diffusori. Mi rendo conto che, in proporzione, le mie Grado son cuffie di livello superiore a quanto lo siano i miei Wharfedale nel campo dei diffusori. Mi chiedevo però se magari ciò potesse dipendere da altri fattori, magari i cavi? Ripeto, il collegamento cd-amp è un audioquest evergreen da 0,6m, mentre amp-diff è un ricable che ho comprato senza pensarci troppo, veniva 26€ per 10m per cui forse un po' troppo economico.

    3) Ho letto diverse volte riguardo i miracoli del biwiring. Ad essere onesto, non noto la benchè minima differenza. Qual è la vostra esperienza? Trucchi per ottenerne il massimo o errori comuni da principianti che magari commetto?

    Fatemi sapere, e grazie in anticipo.


    apeschi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 820
    Data d'iscrizione : 2011-05-08
    Età : 55
    Località : Milano

    Re: PC come sorgente

    Post  apeschi on Tue Aug 11, 2015 10:25 pm

    JosephJoachim37 wrote:Ciao a tutti,


    Le mie domande sono le seguenti:

    1) L'ascolto dal cd è fantastico, il suono è pulito ecc, mentre l'ascolto da pc risulta più sporco di rumori vari e sgranature, e in generale la "personalità" del suono non si può nemmeno paragonare. Ciò detto, avendo una collezione sostanziosa di CD, andare ogni volta a cercarli, oppure passare da uno all'altro, magari una traccia ciascuno, non è il massimo della comodità. Persino ascoltare un'opera intera e dover cambiare 3-4 cd in mezzo, risulta un po' scomodo. Mi chiedevo dunque, essendo la maggiorparte dei miei cd trasferiti sul computer (in formato lossless ALAC) e accuratamente organizzati (lavoro che ha richiesto mesi), c'è un modo per ottenere un suono migliore dal pc, in modo da poter usare questo come lettore primario, senza stare lì a piangere su tutte le sfumature perse e le sgranature del suono? Apparecchi come la Firefly della Audioquest servono a questo scopo? Funzionano, ne vale la pena?

    2) Sebbene l'ascolto in cuffia perda in ambiente e in dinamica, non posso fare a meno di notare che il dettaglio resta immutato, con l'ascolto coi diffusori. Mi rendo conto che, in proporzione, le mie Grado son cuffie di livello superiore a quanto lo siano i miei Wharfedale nel campo dei diffusori. Mi chiedevo però se magari ciò potesse dipendere da altri fattori, magari i cavi? Ripeto, il collegamento cd-amp è un audioquest evergreen da 0,6m, mentre amp-diff è un ricable che ho comprato senza pensarci troppo, veniva 26€ per 10m per cui forse un po' troppo economico.

    3) Ho letto diverse volte riguardo i miracoli del biwiring. Ad essere onesto, non noto la benchè minima differenza. Qual è la vostra esperienza? Trucchi per ottenerne il massimo o errori comuni da principianti che magari commetto?

    Fatemi sapere, e grazie in anticipo.


    1) Dici che l'ascolto del cd e' fantastico mentre l'ascolto da pc risulta piu' sporco.
    Come hai configurato il PC? Come esci dal PC? Hai un DAC connesso al PC? Se si' lo connetti con l'uscita USB direttamente o hai un trasporto USB / digitale e l'uscita la colleghi al DAC? Esci direttamente dalla scheda audio? Da che scheda audio? Che lettore utilizzi? Come l'hai settato?
    Scusami se ti faccio tutte queste domande ma se hai un lettore di CD di classe medio alta e lo confronti con un PC connesso magari in qualche modo all'amplificatore, mi pare abbastanza probabile che il lettore di CD suoni meglio.
    Se invece pensi di utilizzare il PC per la musica liquida, devi pensare il PC in funzione di quello scopo, quindi abbinarlo ad un buon DAC, utilizzare il SW adatto, disattivare il SW che non serve per lo scopo, ecc...  (fare cioe' tutte le ottimizzazioni del caso).

    2 e 3) I cavi sono fondamentali, ma (secondo me, e verro' smentito sicuramente), sono il sale (o il pepe) in un buon piatto, di un buon impianto audio. Mi spiego. I cavi non possono modificare l'impianto, possono farlo suonare sicuramente meglio o peggio (ma, a parte casi eclatanti (cavi sottodimensionati o di scarsissima qualita' elettrica), sono sfumature, secondo me, sfumature percettibili sicuramente ma sfumature). Il discorso del biwiring anche qui dipende dai casi. Non e' che a prescindere il biwiring sia meglio in assoluto. Se fatto bene (con diffusori predisposti, con cavi abbinati correttamente), puoi avere ottimi risultati, ma non possono fare miracoli. Inoltre un cavo che su un impianto possa migliorare, magari su un altro impianto puo' dare risultati differenti. Per come la vedo io, a monte ci sta la materia prima (la qualita' del cibo parlando di piatti), quindi la qualita' dei componenti della catena, poi ci va la ricetta (parlando di cucina), cioe' il corretto abbinamento tra amplificatore, diffusori, ed i vari componenti della catena, e per finire ci vuole il sale ed il pepe (cavi, connettori, stand, punte)... e per finire ci vuole il locale adatto (la giusta collocazione in ambiente).

    NB: La mia risposta era solo per dire, che non c'e' la ricetta unica corretta e valida universalmente, ma ogni impianto, una volta scelti i componenti che lavorino con la miglior sinergia richiede ottimizzazioni; ogni piccolo miglioramento (che sia la sostituzione dei cavi, il biwiring, altro) richiede prove, ascolti, modifiche, spese.
    Personalmente non penso che ci siano componenti in grado di fare miracoli, ma scelte ed ottimizzazioni che richiedano tempo, pazienza e passione e che possano estrarre il meglio dai propri componenti (poi possono essere i cavi, il biwiring o altro)...


    _________________
    Sorgente: Lettore CD Denon DCD-510AE; PC Mini-ITX per musica liquida windows 10 con Jriver 21;  
    Cuffie: Sennheiser HD650, AKG K518DJ, AKG K702, Alessandro-Grado Ms1i (con LCUSH e/o flat pads); Shure SRH940;Fostex T50RP modded by me in due versioni diverse;
    Beyerdynamic DT880 600 ohm; Koss Porta Pro; Shenneiser Momentum;
    Ampli cuffie: Burson HA-160, Little DOT MKIV SE.
    CAVI: Cavi WireWorld Solstice 6; e altri cavi non necessariamente famosi
    Ampli Stereo Rega Brio R; Finale a valvole Audio Innovarions Serie 800 mk2b; Preampli Audio Innovations L1 (valvolare); Diffusori: Davis Vinci 3D;
    DAC: Teac USD 501 DSP
    Pre Phono USB: Rega Fono Mini A2D

    JosephJoachim37
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 8
    Data d'iscrizione : 2015-08-08

    Re: PC come sorgente

    Post  JosephJoachim37 on Wed Aug 12, 2015 9:19 am

    Ciao, e grazie per la risposta.
    Capisco che ogni impianto va calibrato secondo i componenti e i gusti personali di chi poi lo usa. Chiedevo sui cavi e sul biwiring perchè magari commettevo qualche errore da principiante facilmente risolvibile. In ogni caso, concentriamoci sul problema principale: il pc.

    Il pc di per sè non è stato comprato a questo proposito. E' un laptop della hp, economico, con RAM sufficiente a riprodurre musica decentemente (credo almeno, sono 4GB) ma con un processore decisamente scadente. Un computerino per controllare le email e guardare film, in sostanza. Il pc ha Windows 10 e come player utilizzo iTunes, per il semplice motivo che in passato lo ho preferito, avendo un iPod, per facilità di organizzazione di cartelle e playlist (ascoltando musica classica l'organizzazione in cartelle è praticamente una necessità) e per compatibilità con il formato ALAC (dovrebbe essere pari a qualunque altro formato lossless se si tratta di copiare cd originali sul pc, o sbaglio?). Il reparto audio di questo pc è curato (sigh) dalla beats audio. Per ascoltare musica/vedere film metto il pc in modalità aereo e disattivo tutti i programmi che non siano iTunes. Il collegamento è semplicemente il jack di uscita del pc che va all'RCA dell'amplificatore (il cambridge). Non ho un DAC nè nessun altro dispositivo in mezzo. In poche parole, giocando con l'equalizzatore, ottengo un equilibrio che accontenta i miei gusti e un suono appena decente, passabile. Mi rendo perfettamente conto che questa base è davvero povera. Per cui ripropongo la mia domanda: esiste un dispositivo che risolva questi problemi? Come la firefly della Audioquest o un DAC, come dici tu. Mi consiglieresti per esempio un DAC di fascia medio bassa (diciamo sui 200-250) per iniziare? E intendo, per essere chiari, che mi renda il pc un lettore all'altezza del lettore cd; se migliora sì, ma neanche poi tanto, preferisco spendere quei soldi per ampliare la mia collezione di cd e utilizzare il lettore come sorgente, la scomodità dell'inserire i cd vale sicuramente il salto di qualità.

    apeschi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 820
    Data d'iscrizione : 2011-05-08
    Età : 55
    Località : Milano

    Re: PC come sorgente

    Post  apeschi on Wed Aug 12, 2015 3:03 pm

    JosephJoachim37 wrote:Ciao, e grazie per la risposta.
    Capisco che ogni impianto va calibrato secondo i componenti e i gusti personali di chi poi lo usa. Chiedevo sui cavi e sul biwiring perchè magari commettevo qualche errore da principiante facilmente risolvibile. In ogni caso, concentriamoci sul problema principale: il pc.

    Il pc di per sè non è stato comprato a questo proposito. E' un laptop della hp, economico, con RAM sufficiente a riprodurre musica decentemente (credo almeno, sono 4GB) ma con un processore decisamente scadente. Un computerino per controllare le email e guardare film, in sostanza. Il pc ha Windows 10 e come player utilizzo iTunes, per il semplice motivo che in passato lo ho preferito, avendo un iPod, per facilità di organizzazione di cartelle e playlist (ascoltando musica classica l'organizzazione in cartelle è praticamente una necessità) e per compatibilità con il formato ALAC (dovrebbe essere pari a qualunque altro formato lossless se si tratta di copiare cd originali sul pc, o sbaglio?). Il reparto audio di questo pc è curato (sigh) dalla beats audio. Per ascoltare musica/vedere film metto il pc in modalità aereo e disattivo tutti i programmi che non siano iTunes. Il collegamento è semplicemente il jack di uscita del pc che va all'RCA dell'amplificatore (il cambridge). Non ho un DAC nè nessun altro dispositivo in mezzo. In poche parole, giocando con l'equalizzatore, ottengo un equilibrio che accontenta i miei gusti e un suono appena decente, passabile. Mi rendo perfettamente conto che questa base è davvero povera. Per cui ripropongo la mia domanda: esiste un dispositivo che risolva questi problemi? Come la firefly della Audioquest o un DAC, come dici tu. Mi consiglieresti per esempio un DAC di fascia medio bassa (diciamo sui 200-250) per iniziare? E intendo, per essere chiari, che mi renda il pc un lettore all'altezza del lettore cd; se migliora sì, ma neanche poi tanto, preferisco spendere quei soldi per ampliare la mia collezione di cd e utilizzare il lettore come sorgente, la scomodità dell'inserire i cd vale sicuramente il salto di qualità.


    A parte il PC (che di per se' potrebbe anche andare bene visto che comunque per riprodurre files musicali non servono risorse esagerate), io credo che il problema fondamentale sia il fatto che tu esca direttamente dal jack del PC audio. (uscita analogica). E' molto probabile che utilizzando l'uscita analogica (quindi il convertitore incluso nel PC) la qualita' sonora non sia ai massimi livelli.
    L'equalizzatore non puo' migliorare un suono che abbia gia' carenze di base, al piu' puo' esaltare (o attenuare) certe frequenze ma non puo' migliorare il segnale.
    Non sono un esperto di files ALAC (qualcuno su questo forum sapra' essere molto piu' preciso di me). Io utilizzo files in formato FLAC, ma se gli ALAC, come tu dici, sono in formato looseless, non vedo particolari problemi.

    Se cerchi un po' in giro sul forum, trovi decine e decine di messaggi relativi all'argomento DAC.
    Per iniziare potresti provare con una pennetta hiFace Two Hi-End S/PDIF Output Interface da inserire in una presa USB del tuo portatile (previa installazione dei drivers forniti) alla cui uscita dovrai collegare un DAC  tipo ad esempio un Musical FIDELITY V-Dac 2 . (Oppure puoi procedere a step successivi partendo dal V-Dac 2 che dovrebbe avere gia' ingresso USB e se poi non ti soddisfacesse puoi sempre usare un trasporto da USB ad uscita digitale tipo la Hyface).
    NB: Ho citato il V-Dac 2 perche' l'ho avuto in passato accoppiato all'Hyface, attualmente e' stato sostituito con modelli piu' recenti (che pero' non conosco direttamente non avendoli provati). Il mio era un esempio, forse ne trovi ancora qualcuno usato o a buon prezzo, altriemnti devi andare su prodotti simili.
    NB: Il mio e' solo un esempio. Se cerchi sul forum troverai tantissimi consigli e suggerimenti.

    Sicuramente qualcuno piu' esperto di me, sapra' risponderti meglio e sapra' darti maggiori consigli su un prodotto attuale che abbia provato e che conosca direttamente.
    Io ora uso il TEAC USD 501 DSP ma e' totalmente fuori dal tuo budget (e se investi un po' piu' soldi trovi sicuramente qualcosa di meglio).


    _________________
    Sorgente: Lettore CD Denon DCD-510AE; PC Mini-ITX per musica liquida windows 10 con Jriver 21;  
    Cuffie: Sennheiser HD650, AKG K518DJ, AKG K702, Alessandro-Grado Ms1i (con LCUSH e/o flat pads); Shure SRH940;Fostex T50RP modded by me in due versioni diverse;
    Beyerdynamic DT880 600 ohm; Koss Porta Pro; Shenneiser Momentum;
    Ampli cuffie: Burson HA-160, Little DOT MKIV SE.
    CAVI: Cavi WireWorld Solstice 6; e altri cavi non necessariamente famosi
    Ampli Stereo Rega Brio R; Finale a valvole Audio Innovarions Serie 800 mk2b; Preampli Audio Innovations L1 (valvolare); Diffusori: Davis Vinci 3D;
    DAC: Teac USD 501 DSP
    Pre Phono USB: Rega Fono Mini A2D

    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8671
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : prov.Cremona

    Re: PC come sorgente

    Post  Giordy60 on Wed Aug 12, 2015 3:15 pm

    JosephJoachim37 wrote:Il collegamento è semplicemente il jack di uscita del pc che va all'RCA dell'amplificatore ...... Non ho un DAC nè nessun altro dispositivo in mezzo. In poche parole......

    .....in poche parole non è così che si ascolta musica riprodotta (in modo serioso) dal pc.

    se hai un minimo di familiarità con il pc scarica questa versione di foobar & darkOne
    qui ( è gratis )

    http://www.mediafire.com/download/w3i0t2xpbxx9u83/foobar2000%20(V4).rar

    lo scompatti (decomprimi) lo metti nel desktop lo apri e clicchi sull'eseguibile ( foobar.exe )

    ti occorre un dac, valuta sull'usato o sul nuovo a seconda della tua disponibilità, scegli un dac che abbia i driver proprietari, li installi sul pc e nel setting di foobar li vai a selezionare come modalità di uscita (audio output) comunque in rete ci sono tanti utenti che hanno messo in rete come settare il player (foobar) anche in questo forum ci sono utenti che smanettano in ambiente windows con foobar

    ....e cominci ad ascoltare


    _________________
    la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre ( cit. di Albert Einstein )
    Spoiler:

    io ascolto così : Mac-mini + HQPlayer in ramdisk, o WaveLab 7 o izotope RX4 =>cavo di rete =>TP-link mc110cs =>cavo monomodale =>TP-link  mc110cs =>cavo di rete =>Mini PC-Fitlet-b, con WS2012R2, NAD in ramdisk =>interfaccia USB =>nuprime DAC-10 =>monitor attivi Klein+Hummel o410 + sub Neumann Kh o810


    JosephJoachim37
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 8
    Data d'iscrizione : 2015-08-08

    Re: PC come sorgente

    Post  JosephJoachim37 on Thu Aug 13, 2015 2:18 pm

    Grazie mille ad entrambi. Questo mi dà una base su cui poi costruire la mia esperienza, ora vedo un po' cosa trovo di usato, anche perchè quelli nuovi costano un po' e a dirla tutta piuttosto che spendere quelle cifre per un DAC, mi compro uno dei tanti cofanetti nella mia lista d'attesa e continuo ad usare il lettore cd, pazienza per il cambio manuale ogni volta che si vuole cambiare musica. Grazie ancora, siete stati molto d'aiuto, e a presto sul forum!

    emio
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 10
    Data d'iscrizione : 2014-04-10

    Re: PC come sorgente

    Post  emio on Tue Sep 22, 2015 2:20 pm

    ...mah...non so quanto possa avere un senso continuare con una configurazione come quella che hai ed usare il budget per comprare qualche cofanetto cd...
    ..ti assicuro che ascoltare la liquida con una configurazione un minimo piu' evoluta come quella che ti è stata consigliata, è tutta un'altra cosa...
    ..ulteriore grossa facilitazione è la possibilita' di controllare tutta la tua "discografia" di liquida tranquillamente seduto con un tablet od un semplice cellulare in mano....
    ..io non avevo mai fatto sedute di ascolto tanto soddisfacenti e sopratutto estese fin quando non ho avuto tutto, ma veramente tutto sottomano nel vero senso del termine...
    ..per me è stata una vera rivoluzione...
    ..centinaia di Gb di musica cui accedere in tempo reale, saltando di palo in frasca, quando vuoi e quando ti viene in mente...
    ..purtroppo il lavoro e gli altri impegni mi lasciano libero solo la sera, ma spesso l'ascolto si prolunga fino alle 3 od alle 4 di notte senza che me ne accorga....
    ..la libidine infinita di ascoltare con una buona od anche ottima qualita' audio tutto quello che si vuole senza doversi alzare, ti fa dimenticare anche di guardare l'orologio....
    ..pensaci...non hai idea....





      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 3:40 pm