Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi) - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Share

    [OverDrive]
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2620
    Data d'iscrizione : 2010-09-05

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  [OverDrive] on Sun Sep 06, 2015 12:06 pm

    Geronimo wrote:.....Emozione.......a me l'emozione la da la musica, non l'impianto. Potrei ascoltare musica indifferentemente con una radiolina e avere le stesse emozioni.
    Non lo faccio perche mi piace che queste emozioni abbiano una presentazione estetica (il suono dell'impianto) a me gradita.
    Ecco appunto cosa è per me l'impianto, una cornice sonora di mio gusto al quadro rappresentato dalla musica, cornice della quale comunque potrei fare benissimo a meno senza rimpianti, se fossi costretto.




    A distanza di 5 anni le cose sono un po' cambiate. Meno ricerca dell'emozione ma più semplicemente solo piacere d'ascolto. Ascolto meno musica e non più tutti i giorni ma solo quando ne ho realmente voglia e non più per abitudine.
    Ma la differenza più importante è aver scoperto di poter fare a meno di un impianto hi-fi per ascoltare musica. Me ne sono accorto pochi minuti fa ascoltando "Tunnel of Love" prima con le cassettine del PC e poi con l'impianto: nessuna differenza percepita. E quando parlo di differenza non mi riferisco certo alle ovvie ed evidenti differenze acustiche: sordo va bene ma non fino a questo punto

    Nessuna differenza a livello di superiore esigenza qualitativa d'ascolto, sono diventato come quei musicofili che hanno migliaia di CD o vinili e ascoltano col compattino. Accendo l'impianto ma solo perchè è a portata di mano e spesso neanche lo accendo, mi limito alle cassettine.

    Dopo 38 anni muore un audiofilo, che dite organizziamo i funerali?


    PS
    l'impianto lo tengo ma solo perchè non posso rivenderlo allo stesso prezzo che l'ho pagato Laughing
    Allora sei pronto per una postazione PC con Monitor Attivi su stand e un semplice DAC/PRE

    Già mi immagino Geronimo a 1.2mt di distanza tutto spettinato da delle Neumann 310 A Suspect

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  RockOnlyRare on Wed Sep 09, 2015 5:12 pm

    beh, ma a me è sempre priaciuto ascoltare la musica, anche in sottofondo, se posso anche mentre lavoro, o per addormentarmi o mentre pasticcio con il pc o faccio qualche vg, spesso la musica è presente....

    Certo, quando voglio ascoltare la musica per bene, l'impianto da ben altre soddisfazioni a patto che l'incisione dell'album sia perlomeno discreta, non diciamo ottima o straordinaria. Però richiede tempo e predisposizione, cosa che non sempre si ha, e che l'orario sia accettabile, non posso certo accendere l'impianto a mezzanotte .... in quel caso si va di cuffia !!

    Comunque è inevitabile che rispetto alla gioventù le ore di ascolto siano diminuite, quando studiavo non c'era momento in cui la musica fosse spenta, senza non mi concentravo.... e finchè ho avuto l'impianto in camera, 1983, se ero in casa era sempre acceso !!!

    Inutile negare che internet, i vg, i film in alta definizione, hanno inevitabilmente tolto un po' di spazio alla musica nel tempo libero che non compensa il tempo in più in cui si può ascoltare la musica ad esempio mentre navigi su internet (quanto vai in giro non cambia perchè avevamo anche allora il fido walkman Sony)


    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10877
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  Banano on Fri Sep 18, 2015 1:25 pm

    Geronimo wrote:

    A distanza di 5 anni le cose sono un po' cambiate. Meno ricerca dell'emozione ma più semplicemente solo piacere d'ascolto. Ascolto meno musica e non più tutti i giorni ma solo quando ne ho realmente voglia e non più per abitudine.
    Ma la differenza più importante è aver scoperto di poter fare a meno di un impianto hi-fi per ascoltare musica. Me ne sono accorto pochi minuti fa ascoltando "Tunnel of Love" prima con le cassettine del PC e poi con l'impianto: nessuna differenza percepita. E quando parlo di differenza non mi riferisco certo alle ovvie ed evidenti differenze acustiche: sordo va bene ma non fino a questo punto

    Nessuna differenza a livello di superiore esigenza qualitativa d'ascolto, sono diventato come quei musicofili che hanno migliaia di CD o vinili e ascoltano col compattino. Accendo l'impianto ma solo perchè è a portata di mano e spesso neanche lo accendo, mi limito alle cassettine.

    Dopo 38 anni muore un audiofilo, che dite organizziamo i funerali?


    PS
    l'impianto lo tengo ma solo perchè non posso rivenderlo allo stesso prezzo che l'ho pagato Laughing

    Gne gne gneeeee ...ma non tè crede nessun!
    scherzi a parte, per me si chiama appagamento, o pace dei sensi! ....mi ricordo che perfino Petrus era andato in crisi quando vendette Ongaku e tutto il resto!
    Accade quando raggiungi livelli estremamente alti ed i miglioramenti sono talmente piccoli da sembranti impercettibili...ma soprattutto quando la voglia della musica è nostalgica e riprende il terreno perso!


    _________________
    Il mio Impianto
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

    [i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    n.enrico
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 268
    Data d'iscrizione : 2015-07-15
    Località : Firenze

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  n.enrico on Fri Sep 18, 2015 2:57 pm

    Io credo che alla fine, un impiantino budget, assemblato veramente bene, sia la panacea di tutti i mali audiofili. E più sali più ti impressioni a guardare in alto e provi nostalgia verso il basso.

    Ho ancora in mente - tanti anni fa, forse 20 - il suono suadente, melodioso, ammaliante, fascinoso, ipnotico di un impiantino minimalista ascoltato in un negozio hi-fi. Quando si dice l'alchimia.
    Evidentemente il venditore sapeva fare il suo lavoro.

    Purtroppo ricordo solo le casse, le Linn Kan, e poi l'ampli era un integratino, forse francese....


    _________________
    Multilettore cd/sacd/blu ray: Marantz UD7006 - Lettore CD: Audio Analogue Fortissimo by Airtech - Ampli: Naim Superuniti - Diffusori: Tandberg Studio Monitor.

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8294
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  Luca58 on Fri Sep 18, 2015 5:37 pm

    I confronti a distanza basati su ricordi lontani nel tempo dovrebbero essere sempre riconfermati con un ascolto dell'impianto che ci stava nel cuore da anni.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  Massimo on Sat Sep 19, 2015 8:31 am

    Purtroppo in genere i ricordi, spesso sono legati anche ad altri fattori ed a distanza di anni risultano fallaci. Laughing


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8294
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  Luca58 on Sat Sep 19, 2015 7:40 pm

    iano wrote:Se ascolto su YOUTUBE  "Via del campo" cantata da De Andrè mi annoio,se la ascolto da Jannacci mi commuovo,ma non con tutte le versioni allo stesso modo.

    Scusa, questa mi era sfuggita. Non entro nel merito perche' e' ovviamente una questione di gusti e tutti i gusti vanno rispettati. 

    Volevo solo aggiungere che Via del Campo va ascoltata in Volume 1; le altre versioni, live o meno, in raccolte o meno, se non sono riproduzioni della versione di Volume 1, lasciatele perdere. Questo vale per molte altre canzoni di De Andre', che in un caso emozionano e negli altri no pur trattandosi sempre dello stesso brano.

    E' lo stesso discorso delle LS3/5a rispetto agli altri minidiffusori. 

    E a proposito, secondo me, per amare il timbro della voce di De Andre' va ascoltato attraverso le LS3/5a, con le valvole, il vinile (in questo caso anche le ristampe vanno bene) e con il Merrill. E' un caso emblematico, per stare in tema, di come la qualita' di riproduzione influenzi in modo determinante il piacere di ascolto.  Laughing 

    Quanto alle cover, effettivamente anche io ne conosco una che e' a mio avviso migliore dell'originale di De Andre' e la si puo' apprezzare anche in CD. Mi riferisco a "La canzone dell'amore perduto" cantata da Gino Paoli e suonata al piano da Danilo Rea nel bellissimo CD "Due come noi che...". Il fatto e' che alcune canzoni stupende di De Andre' non sono mai state incise in modo decente e quindi bravi artisti in momenti magici possono surclassare l'originale. E' accaduto anche ad Alice con Battiato.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  RockOnlyRare on Mon Sep 21, 2015 5:26 pm

    Luca58 wrote:

    Scusa, questa mi era sfuggita. Non entro nel merito perche' e' ovviamente una questione di gusti e tutti i gusti vanno rispettati. 

    Volevo solo aggiungere che Via del Campo va ascoltata in Volume 1; le altre versioni, live o meno, in raccolte o meno, se non sono riproduzioni della versione di Volume 1, lasciatele perdere. Questo vale per molte altre canzoni di De Andre', che in un caso emozionano e negli altri no pur trattandosi sempre dello stesso brano.

    E' lo stesso discorso delle LS3/5a rispetto agli altri minidiffusori. 

    E a proposito, secondo me, per amare il timbro della voce di De Andre' va ascoltato attraverso le LS3/5a, con le valvole, il vinile (in questo caso anche le ristampe vanno bene) e con il Merrill. E' un caso emblematico, per stare in tema, di come la qualita' di riproduzione influenzi in modo determinante il piacere di ascolto.  Laughing 

    Quanto alle cover, effettivamente anche io ne conosco una che e' a mio avviso migliore dell'originale di De Andre' e la si puo' apprezzare anche in CD. Mi riferisco a "La canzone dell'amore perduto" cantata da Gino Paoli e suonata al piano da Danilo Rea nel bellissimo CD "Due come noi che...". Il fatto e' che alcune canzoni stupende di De Andre' non sono mai state incise in modo decente e quindi bravi artisti in momenti magici possono surclassare l'originale. E' accaduto anche ad Alice con Battiato.

    Penso che l'udito si abitua alla prima versione che ascolta, e la reputa spesso la migliore.... chi conosce la cover prima dell'originale, spesso giudica questa la migliore. In merito a De Andrè adoro la sua voce e mi riesce difficile preferire una cover, anche se concordo che quando ci sono più versioni dello stesso brano da parte di De Andrè, non tutte solo allo stesso livello.

    Concludo dicendo che spesso tra una versione e l'altra ci sono parecchi decenni, e questo non si può dimenticare nella valutazione.


    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8294
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  Luca58 on Mon Sep 21, 2015 5:39 pm

    Mi riferivo alla prima serie di dischi, non agli ultimi concerti o simili. Anche per le cover, poi, dipende da come sono interpretate ma anche dalla qualita' della registrazione.

    Insomma, secondo me la qualita' di quello che sentiamo dal nostro impianto condiziona fortemente l'appagamento per l'ascolto del contenuto musicale quando si e' fatto l'orecchio ad un risultato di qualita'. Se i musicisti professionisti in genere non usano sistemi ad alta fedelta', sempre secondo me , dipende dal fatto che o non hanno tempo da dedicarci o non li hanno mai sentiti.  Io mi sono "fatto" l'orecchio sugli strumenti musicali e dopo aver apprezzato un impianto che mi portava quasi davanti al live non ho potuto piu' farne a meno. Infatti adesso che non sono soddisfatto dell'impianto anche per una stanza disgraziata e per una disposizione obbligata dei diffusori lo accendo solo quando faccio ginnastica, per compagnia.    Ma questo o un compattone...


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    n.enrico
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 268
    Data d'iscrizione : 2015-07-15
    Località : Firenze

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  n.enrico on Tue Sep 22, 2015 1:33 pm

    Luca58 wrote:Se i musicisti professionisti in genere non usano sistemi ad alta fedelta', sempre secondo me , dipende dal fatto che o non hanno tempo da dedicarci o non li hanno mai sentiti.
    Io penso invece che loro con l'orecchio vadano oltre; non é la qualità del suono che a loro interessa, almeno, non quello riprodotto.


    _________________
    Multilettore cd/sacd/blu ray: Marantz UD7006 - Lettore CD: Audio Analogue Fortissimo by Airtech - Ampli: Naim Superuniti - Diffusori: Tandberg Studio Monitor.

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8294
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  Luca58 on Tue Sep 22, 2015 3:49 pm

    Per la poca esperienza che ho su questo argomento non credo che sia cosi'. Io non posso sentire una tromba ovattata o un violino che miagoli... Certo, difficilmente un musicista professionista in attivita' perderebbe nottate e nottate per girare di una frazione di grado in piu' o in meno un diffusore perche' sta sempre in mezzo alla musica e ce l'ha perfetta quando vuole; ma un minimo di qualita' audio si puo' ottenere tranquillamente anche a casa senza troppa spesa ne' troppo ammattimento.

    Comunque ogni opinione e' fine a se stessa perche' e' legata anche alle personali esperienze di ascolto.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  RockOnlyRare on Tue Sep 22, 2015 5:30 pm

    Luca58 wrote:Per la poca esperienza che ho su questo argomento non credo che sia cosi'. Io non posso sentire una tromba ovattata o un violino che miagoli... Certo, difficilmente un musicista professionista in attivita' perderebbe nottate e nottate per girare di una frazione di grado in piu' o in meno un diffusore perche' sta sempre in mezzo alla musica e ce l'ha perfetta quando vuole; ma un minimo di qualita' audio si puo' ottenere tranquillamente anche a casa senza troppa spesa ne' troppo ammattimento.

    Comunque ogni opinione e' fine a se stessa perche' e' legata anche alle personali esperienze di ascolto.

    Su questo argomento si potrebbe discutere all'infinito. Posso dire, in ambito rock, che ci sono correnti musicali, come il punk, il lo-fi etc etc che producevano album DELIBERATAMENTE incisi "male" con suoni volutamente scarni e minimali o grezzi e confuzi, magari incisi al massimo con un 4 piste in un garage. In questo caso si tratta di una precisa scelta "artistica", più o meno condivisibile.

    D'altra parte ci sono un sacco di musicisti che hanno sempre dato grande importanza alla qualità delle incisioni, oltre ovviamente alle case discografiche per cui l'album è inciso, evidente che non tutte si equivalgono per qualità audiofila, e che molte etichette indipendenti magari non hanno neppure i mezzi economici per produrre incisioni impeccabili.


    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8294
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  Luca58 on Tue Sep 22, 2015 6:39 pm

    Con il primo impianto che avevo i vinili suonavano praticamente tutti molto bene (chi piu' e chi meno) indipendentemente dal genere musicale ed era certamente merito dell'impianto. Con quel sistema, comunque, anche i CD suonavano quasi tutti "benino" (anche se non come i vinili, ma avevo un grande giradischi con braccio tangenziale mentre usavo un lettore DVD consumer per i CD). Mi hanno poi recentemente spiegato che con i CD sono costretti a fare masterizzazioni mediocri perche' cosi' sui compattoni, ai quali i CD erano inizialmente destinati, suonano meglio; anzi, i CD incisi bene sui compattoni darebbero alcuni problemi peggiorando il suono.

    Dubito comunque che chi sente generi musicali come quelli che hai citato - e lo dico col massimo rispetto - lo faccia attraveso impianti ad alta fedelta', per cui il problema non si pone.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  iano on Wed Sep 23, 2015 4:08 pm

    Luca58 wrote:

    Scusa, questa mi era sfuggita. Non entro nel merito perche' e' ovviamente una questione di gusti e tutti i gusti vanno rispettati. 

    Volevo solo aggiungere che Via del Campo va ascoltata in Volume 1; le altre versioni, live o meno, in raccolte o meno, se non sono riproduzioni della versione di Volume 1, lasciatele perdere. Questo vale per molte altre canzoni di De Andre', che in un caso emozionano e negli altri no pur trattandosi sempre dello stesso brano.

    E' lo stesso discorso delle LS3/5a rispetto agli altri minidiffusori. 

    E a proposito, secondo me, per amare il timbro della voce di De Andre' va ascoltato attraverso le LS3/5a, con le valvole, il vinile (in questo caso anche le ristampe vanno bene) e con il Merrill. E' un caso emblematico, per stare in tema, di come la qualita' di riproduzione influenzi in modo determinante il piacere di ascolto.  Laughing 

    Quanto alle cover, effettivamente anche io ne conosco una che e' a mio avviso migliore dell'originale di De Andre' e la si puo' apprezzare anche in CD. Mi riferisco a "La canzone dell'amore perduto" cantata da Gino Paoli e suonata al piano da Danilo Rea nel bellissimo CD "Due come noi che...". Il fatto e' che alcune canzoni stupende di De Andre' non sono mai state incise in modo decente e quindi bravi artisti in momenti magici possono surclassare l'originale. E' accaduto anche ad Alice con Battiato.
    Quoto.
    Infatti non tutte le versioni di Jannacci rendono allo stesso modo.
    Però forse c'è qualcosa che non sai.
    "Via del campo è' più di Jannacci che di De Andre .
    Jannacci regalava tutto a tutti,e lavorando dietro alle quinte (diceva di essere brutto ,impresentabile e di avere una voce sgraziata) ha contribuito al successo di molti.
    Non per distruggere un mito,ma Il vero talento di De Andre era di sapersi scegliere i collaboratori giusti.

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8294
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  Luca58 on Wed Sep 23, 2015 4:16 pm

    Scusa, ma chi ti ha detto che non so delle collaborazioni di De Andre' con altri autori, sia contemporanei che sepolti da secoli? Le Passanti e' una delle canzoni cantate da De Andre' che preferisco e l'ho pure ascoltata in francese ma non c'e' niente da fare: i brani cantati da De Andre' hanno poco a che vedere con le versioni eventualmente originali o con le cover, a parte alcuni rari casi. Sono la sua voce e il suo modo di cantare, pause comprese, che, quando non e' l'autore, trasformano ottimi testi e musiche indovinate in piccoli capolavori.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  iano on Wed Sep 23, 2015 4:36 pm

    Non sono mai stato un cultore di Andre,ma pur non essendo io genovese,penso che la sua anima più autentica e solare sia dentro le sue canzoni in dialetto.
    Non penso quindi di poterti insegnare nulla su De Andre.
    Però se tu lo sei adesso ti interrogo.
    Da chi De Andre ha copiato uno dei "suoi capolavori",La canzone dell'amore perduto?

    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 12010
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Scooterista)

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  carloc on Wed Sep 23, 2015 4:39 pm

    La musica era di Telemann....... sunny


    _________________
    Rem tene verba sequentur

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  iano on Wed Sep 23, 2015 4:44 pm

    Bravo,però doveva rispondere Luca.
    Qualche fan di De Andre,nell'apprendere ciò ,ci potrebbe restare male.
    Ma il fatto è che la canzone di De Andre rimane un capolavoro indiscusso al cui confronto il brano originale suona scialbo.

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8294
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  Luca58 on Wed Sep 23, 2015 6:26 pm

    Scusa, vedo adesso.

    Secondo te a quale autore "sepolto da secoli" mi riferivo? Non vedo comunque perche' qualcuno possa rimanere male venendo a sapere che De Andre' attingeve testo e musiche anche altrove, nel passato recente e nel passato remoto, spesso in Francia; come ho detto, penso che la bellezza anche dei brani che non sono suoi stia essenzialmente nel modo nel quale li cantava (Le gorille di Brassens in confronto e' una filastrocca noiosa). Anche Mina ha "toppato" con la sua pessima interpretazione della canzone di Marinella, che pero' ha avuto il pregio di farlo conoscere oltre la nicchia di appassionati. Io ho ricevuto in regalo le copie personali di mio cugino, che aveva 10 anni piu' di me, dei Volumi I e III nel 1969. E luce fu.

    I brani in dialetto, invece, sono per me indigesti a parte quelli in Anime Salve. Comunque i CD originali venduti in digipack sono migliori di quelli rimasterizzati a 24 bit.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  iano on Wed Sep 23, 2015 8:38 pm

    Allora mi era sfuggito. sunny
    Sono d'accordo e il discorso si può allargare all'infinito.
    Tieni conto che una volta nei dischi non erano indicati neanche gli esecutori e che lo stesso brano ,o giù' di lì ,appariva con titolo e autore diverso.
    Si potrebbe dire che una volta contava più la musica e meno le etichette che gli si appiccicava.
    De Andre si è ispirato a Telemann,senza mi pare averlo mai dichiarato,e questo qualche fan che conosco non l'ha digerito,sbagliando secondo me.

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  RockOnlyRare on Thu Sep 24, 2015 12:08 pm

    Luca58 wrote:Scusa, ma chi ti ha detto che non so delle collaborazioni di De Andre' con altri autori, sia contemporanei che sepolti da secoli? Le Passanti e' una delle canzoni cantate da De Andre' che preferisco e l'ho pure ascoltata in francese ma non c'e' niente da fare: i brani cantati da De Andre' hanno poco a che vedere con le versioni eventualmente originali o con le cover, a parte alcuni rari casi. Sono la sua voce e il suo modo di cantare, pause comprese, che, quando non e' l'autore, trasformano ottimi testi e musiche indovinate in piccoli capolavori.

    concordo, non ci trovo assolutamente niente di male ad usare delle cover, o a collaborare con altri artisti, in America è prassi del tutto normale, non vedo perchè non dovrebbe essere lo stesso anche da noi, a patto che non capiti come neglia nni 60 di appropriarsi di alcuni brano stranieri come fossero propri.

    De Andrè non è stato solo un eccellente compositore, ma anche un eccezionale interprete, un esempio su tutti i brani composti da Massimo Bubola, alcuni in collaborazione con Fabrizio altri da soli, nella versione di Massimo pur essendo ottimi brani, spesso più energici nell'arrangiamento (Bubola è abbastanza vicino a sonorità rock) non raggiungono i vertici della versione di De Andrè.

    Forse la sola che ci è riuscita è stata Mina con la canzone di Marinella (probabilmente superiore all'originale), ma si sta parlando di una cantante dalla voce inimitabile.


    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8294
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  Luca58 on Thu Sep 24, 2015 12:18 pm

    Come avevo scritto, io trovo invece la Canzone di Marinella cantata da Mina un affronto all'originale

    Il mondo e' bello perche' e' vario...


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5707
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  RockOnlyRare on Thu Sep 24, 2015 12:35 pm

    Luca58 wrote:Come avevo scritto, io trovo invece la Canzone di Marinella cantata da Mina un affronto all'originale

    Il mondo e' bello perche' e' vario...

    Ovvio che i gusti sono gusti, premetto che se dovessi comprare il singolo di Marinella, prenderei assolutamente la versione originale di De Andrè.
    Ma come mai reputi la versione di Mina un affronto ?


    n.enrico
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 268
    Data d'iscrizione : 2015-07-15
    Località : Firenze

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  n.enrico on Thu Sep 24, 2015 6:22 pm

    Luca58 wrote:... io trovo invece la Canzone di Marinella cantata da Mina un affronto all'originale

    Idem. Anzi, secondo me Mina é una vera artista nello storpiare le canzoni altrui.
    Gran voce, ma interpretativamente mi ha sempre lasciato piuttosto perplesso.


    _________________
    Multilettore cd/sacd/blu ray: Marantz UD7006 - Lettore CD: Audio Analogue Fortissimo by Airtech - Ampli: Naim Superuniti - Diffusori: Tandberg Studio Monitor.

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8294
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  Luca58 on Thu Sep 24, 2015 6:24 pm

    Esattamente quello che penso anche io, anche se per molti stiamo bestemmiando... Per me Mina e' come Pavarotti: bellissime voci ma senza anima. Mina ebbe un successo clamoroso e meritato alla fine degli anni '60 per una serie di canzoni molto belle che interpreto' divinamente, ma ho sentito una trasmissione nella quale dicevano che lei non le voleva cantare e che fu obbligata. In effetti in quel periodo c'era gente molto competente che sapeva come "usare" i cantanti per far avere loro successo.

    Un recente CD di Mina (credo che si chiami "Cover") che include anche la Canzone di Marinella in coppia con De Andre' mi sembra invece molto interessante; evidentemente con l'eta' ha cambiato gli aspetti che non apprezzavo quando era giovane.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: 5 anni fa nel Gazebo scrivevo che..... (Emozione e Hi-Fi)

    Post  iano on Fri Sep 25, 2015 1:25 am

    La canzone di Marinella,quella che cita sempre un altro Fabrizio,Calabrese.....Nooooooohhhhhhh !!!! Basta... affraid

      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 8:27 pm