Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
L'impianto cuffie di Crimson - Page 4
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    L'impianto cuffie di Crimson

    Share

    sunmoonking
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 81
    Data d'iscrizione : 2015-07-25

    Re: L'impianto cuffie di Crimson

    Post  sunmoonking on Thu Apr 28, 2016 12:31 am

    the Crimson King wrote:

    nemmeno il cavetto di rete?
    ho chiesto lumi anche alla Docet via mail

    Quel che puoi fare a costo zero con l'alimentatore del docet è:
    1) collegarlo ad una presa diversa da dove attacchi la sorgente
    2) la ricerca della fase corretta: basta che inverti la spina nella presa e poi segni il verso giusto (cioè quello che ti dà un suono migliore) per il futuro (in modo da non dover ripetere ogni volta la prova)
    3) non far sovrapporre i vari cavi (oltre ovviamente a distanziare gli apparecchi come ti è stato già detto)
    4) buona sperimentazione sunny

    the Crimson King
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2193
    Data d'iscrizione : 2013-01-16
    Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove

    Re: L'impianto cuffie di Crimson

    Post  the Crimson King on Wed Jun 29, 2016 10:42 am

    allora aggiorniamo un po' la situazione: dopo qualche peripezia è finalmente arriva la Grado sr80e, e in più anche il Fiio X1 perché col Sansaclip+ non riuscivo a leggere la microSD da 64 GB e per far andare gli auricolari RE400 a volume decente dovevo per forza usare il Fiio E17, ora ho risolto entrambi i problemi. Il nuovo lettore dal punto di vista sonoro mi sembra in linea con quello vecchio, più che buono per i miei gusti ma nessun upgrade mi pare. Dal punto di vista funzionale invece è decisamente migliore.
    Le Grado sono state messe subito in rodaggio, le ho ascoltate un'oretta e l'impatto è stato buono, il suono mi piace e finalmente ho trovato il basso che cercavo. Peccato per i materiali mediocri con cui sono costruite mi riferisco alla plastica e all'archetto. Non sono molto ergonomiche ma nemmeno scomode come immaginavo leggendo in giro. Mi chiedo come cambierebbe il suono con la modifica Spirit Labs ma per il momento voglio fare un bel rodaggio alternando musica e rumore bianco-rosa, poi un po' di begli ascolti per familiarizzare col suono Grado. Più avanti si vedrà...


    _________________
    "Coi capelli sciolti al vento io dirigo il tempo, il mio tempo...
    là... negli spazi dove Morte non ha domini, dove l'Amore varca i confini..."



    "Confusion" will be my epitaph...

    the Crimson King
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2193
    Data d'iscrizione : 2013-01-16
    Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove

    Re: L'impianto cuffie di Crimson

    Post  the Crimson King on Tue Aug 09, 2016 3:48 pm

    - Con le Grado sr80e sta andando piuttosto bene, direi, le trovo dettagliate e mi piacciono sia la timbrica che la gamma bassa! ribadisco sono abbastanza spartane, il supporto in plastica dei driver non consente un adattamento comodissimo alle orecchie e ho fatto questa modifica per calzarle meglio: ho staccato i cups e li ho invertiti in modo che l'archetto è posizionato al contrario quando le indosso. Ora che sono riuscito a interfacciare
    l'audinst HUD-mx2 con linux (grazie Tanquassa!) le proverò anche con questo piccolo combo e vedremo se Recka ha ragione nel dire che suonano bene insieme!  
    - Fiio X1: decisamente bene è molto pratico nell'uso e mi sono accorto che anche il suono è migliore di quello reso dal Sansaclip+, a dispetto delle impressioni inziali, lo trovo più trasparente e aperto. Peccato che gli auricolari HFM Re 400, fantastici in gamma media, abbiano dei bassi esageratamente controllati per il mio gusto, penso che i prossimi che prenderò (fra un bel po' credo, visti i progetti di upgrade dell'impianto fisso) saranno a doppia o tripla armatura... Comunque il DAP suona molto bene e abbinato al Fiio E17 ancora meglio!
    - Upgrade impianto cuffie in arrivo: a breve commissionerò l'assemblaggio di un VHF-MOS, così da fare un salto di qualità rispetto al fedele e buon Docet che terrò come glorioso cavallo di battaglia (il primo ampli serio non si scorda mai). Incoraggiato dai post letti in rete sul rendimento di questo stato solido ho contattato il suo progettista che si è rivelato molto cortese e disponibile rispondendo a domande e chiarendo dubbi. Un ringraziamento va anche agli utenti del Gazebo che ho contattato in privato e che mi hanno ben informato e consigliato! Grazie! Speriamo che questo apparecchio mi possa piacere accoppiandosi sinergicamente con le Grado e AKG. Più avanti l'idea è quella di provare la Beyer T90, ma questo si vedrà, un passo alla volta... anche perchè col VHF-MOS il portafogli audiofilo si svuoterà quasi del tutto Laughing
    Fine del comunicato


    _________________
    "Coi capelli sciolti al vento io dirigo il tempo, il mio tempo...
    là... negli spazi dove Morte non ha domini, dove l'Amore varca i confini..."



    "Confusion" will be my epitaph...

    Marxsis
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 27
    Data d'iscrizione : 2013-05-12

    Re: L'impianto cuffie di Crimson

    Post  Marxsis on Wed Aug 10, 2016 2:06 pm

    Praticamente abbiamo fatto "quasi" gli stessi passi: anche io sono passato dal Sansa al Fiio X1 e anche io ho un Audinst e la K701
    Non per niente, ero indeciso se prendere la Sr80e anche io: ho avuto occasione di provarla velocemente a una fiera e non mi era affatto dispiaciuta; la tentazione c'è, visto che andrò negli states a breve!
    Come ti sembra la Grado rispetto alla nostra AKG? Preciso che a quest'ultima ho tolto i famigerati "tappi"

    the Crimson King
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2193
    Data d'iscrizione : 2013-01-16
    Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove

    Re: L'impianto cuffie di Crimson

    Post  the Crimson King on Thu Aug 11, 2016 12:53 am

    Ciao, bentrovato! Anche io ho tolto i "tappi" adesivi, con un gradevole risultato! Rispetto alla K701 la sr80e è una cuffia COMPLETAMENTE DIVERSA! impatto più deciso adatto al rock pop ed elettronica, mentre la AKG la trovo più gradevole con il jazz, però devo dire la verità dipende anche dalle incisioni. Il grande headstage dell'austriaca è apprezzabile quando la registrazione lo consente, con alcuni generi ed album risulta artificioso e poco credibile (passami questa espressioni), troppo esteso fin quasi a percepire dei "vuoti" fra gli strumenti, specie col rock e pop. Però con Diana Krall e Norah Jones, per esempio, mi piace un sacco! Molto molto godibile.
    La Grado ha un impatto molto più centrale, la scena sonora non è molto dilatata anzi! però il suono che rende, il dettaglio e la gamma bassa che finalmente trovo appropriata (dopo K701, fidelio X2 e Beyer DT880) ne fanno una cuffia per certi versi semplice, "pane al pane & vino al vino", che mi fa ascoltare la musica dimenticandomi dell'impianto. Il mio consiglio: considerato il prezzo è assolutamente da provare. Prima di acquistarla mi chiedevo cosa intendessero quelli che affermavano che un cuffiofilo dovesse provare una Grado in vita sua ed ora lo so. E' un'esperienza (IMHO) da fare e potrebbe decisamente piacere (ma anche no, s'intende). Come dicevo qualche post fa si tratta in ogni caso di una cuffia facilmente rivendibile nel caso non dovesse piacere. Rende bene col Fiio X1, col Docet e con l'Audinst, la trovo facile da pilotare insomma ma sono molto curioso di sentirla col VHF-MOS.


    _________________
    "Coi capelli sciolti al vento io dirigo il tempo, il mio tempo...
    là... negli spazi dove Morte non ha domini, dove l'Amore varca i confini..."



    "Confusion" will be my epitaph...

    Marxsis
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 27
    Data d'iscrizione : 2013-05-12

    Re: L'impianto cuffie di Crimson

    Post  Marxsis on Thu Aug 11, 2016 8:32 pm

    Ottimo, credo proprio che quando sarò a NY farò un salto in qualche negozio per provarne un paio sunny
    E' molto probabile che mio padre mi commissioni l'acquisto di un paio di SR80, ma chissà...magari la tentazione farà breccia dalle mie orecchie al portafoglio!

    the Crimson King
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2193
    Data d'iscrizione : 2013-01-16
    Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove

    Re: L'impianto cuffie di Crimson

    Post  the Crimson King on Mon Oct 31, 2016 4:22 pm

    VHF-MOS in pieno rodaggio!  sunny
    Un ringraziamento agli utenti che a suo tempo ho contattato privatamente e che mi hanno saputo dare le delucidazioni necessarie per avvicinarmi a questo fantastico amplificatore, e un ringraziamento a Bandalex per la cortesia, disponibilità e pazienza. Nonostante abbia poche ore di funzionamento alle spalle sta già dimostrando di essere un prodotto di grande qualità.




    _________________
    "Coi capelli sciolti al vento io dirigo il tempo, il mio tempo...
    là... negli spazi dove Morte non ha domini, dove l'Amore varca i confini..."



    "Confusion" will be my epitaph...

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7715
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: L'impianto cuffie di Crimson

    Post  biscottino on Mon Oct 31, 2016 9:40 pm

    Un caso la cuffia bianca e l'ampli nero?

    Complimenti X il Vhf, gran bella macchina. sunny


    _________________
    Enjoy your head!  

    the Crimson King
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2193
    Data d'iscrizione : 2013-01-16
    Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove

    Re: L'impianto cuffie di Crimson

    Post  the Crimson King on Tue Nov 01, 2016 5:33 pm

    nella mia scarsa esperienza (solo il Docet come ampli da tavolo e l'Audinst hud mx-2 che però non uso quasi mai perchè non amo ascoltare liquida dal pc) lo sto molto apprezzando, mi piacerebbe poterlo raffrontare ad altri ss di pregio come per esempio il Violectric V200 ma alla fine a che serve? a dire mi piace più questo o quello distraendomi dal puro e benefico ascolto della musica preferita! no forse potrebbe servire a farmi capire meglio le caratteristiche sonore come dinamica, velocità, trasparenza, ma finirei per satr lì ad ascoltare l'impianto e non la musica.

    biscottino wrote:Un caso la cuffia bianca e l'ampli nero?

    questa non l'ho capita... mica sono juventino... anzi il colore della K701 non mi fa impazzire, io le cuffie le vorrei tutte scure, grigio e nero, tranne che per eventuali parti in legno.


    _________________
    "Coi capelli sciolti al vento io dirigo il tempo, il mio tempo...
    là... negli spazi dove Morte non ha domini, dove l'Amore varca i confini..."



    "Confusion" will be my epitaph...

    the Crimson King
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2193
    Data d'iscrizione : 2013-01-16
    Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove

    Re: L'impianto cuffie di Crimson

    Post  the Crimson King on Fri Dec 02, 2016 3:42 pm

    Al momento mi sto godendo l'ultima arrivata, la HD600 di Edmond. Gran bella cuffia (la mia prima Sennheiser), nella sua fascia di prezzo direi un riferimento, usata ancora meglio! (e questa porta pure con sè il blasone del Conte! )
    A dispetto delle critiche che avevo letto nel recente passato, la apprezzo parecchio col cavo standard mentre con un Mogami 2893, che Giorgio invece ha apprezzato, io percepisco come un velo, un'opacizzazione del suono, e un vago restringimento della scena sonora, sia col VHF MOS sia col Docet che ha un'impronta leggermente più calda anche se meno raffinata. Il VHF risulta invece (come con la K701) più "incisivo", preciso, raffinato. Si sente che è un ampli che spinge, non che il Cuffia Amp non lo faccia, è noto che funziona bene con le alte impedenze e le cuffie dinamiche "affamate" (con le ortodinamiche è ancora un mistero). Ora, essendo l'audiofilo (non è il mio caso) e il semplice ascoltatore appassionato (ok, ci sono) due figure curiose di sperimentare sempre il meglio, mi sto interrogando su quale possa essere un cavo upgrade, per cui se qualcuno volesse riportare qui la propria esperienza a riguargo sulla HD600 gliene sarei grato. Scarto a priori, per vari motivi, cavi di valore economico superiore ai 100 euro. In primis direi che in cima alla lista c'è il cavo stock della HD650, in base a quanto segnalato da altri utenti, poi però non so, non sono un buon conoscitore del mercato cavi nè di eventuali criteri con cui potersi orientare nella scelta. Comunque, ripeto, me la sto già godendo così com'è, che è già una gran bella cosa! Poi quel che verrà di meglio è tutto guadagnato.
    Essendo il mio, per i miei standard, un impianto (Goldenote CD7 - Docet/VHF MOS) che ritengo ad alta fedeltà (anche se non certo high-end!), questa cuffia si fa apprezzare con incisioni di buon livello (Norah Jones, Diana Krall, Dire Straits, Dream Theatre, correggetemi se non siete d'accordo) mentre con dischi dallo standard più commerciale l'esperienza risulta decisamente meno appagante, a volte leggermente fastidiosa specialmente in gamma alta. Un po' come capita guidando su strade ben asfaltate e strade dall'asfalto vecchio con le buche... certo forse sarebbe anche il momento, visto l'attuale setup, di aggiornare il cavo di segnale (Qed modello base) con qualcosa di più adeguato (Airtech Alfa? poca spesa tanta resa...). Una precisazione, al momento ritengo l'accoppiata Docet-K701 ancora la migliore fra quelle che posso mettere insieme con gli ampli e cuffie in mio possesso; da qualche giorno però ho momentaneamente accantonato l'austriaca prorpio per concentrarmi sulla tedesca e poterla conoscere meglio senza perdermi in contiunui confronti A/B che alla fin fine lasciano il tempo che trovano e mi portano ad ascoltare più l'impianto che la musica.


    _________________
    "Coi capelli sciolti al vento io dirigo il tempo, il mio tempo...
    là... negli spazi dove Morte non ha domini, dove l'Amore varca i confini..."



    "Confusion" will be my epitaph...

      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 9:53 am