Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Nuovo impianto per cuffie - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Nuovo impianto per cuffie

    Share

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5709
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  phaeton on Tue Jan 05, 2016 8:26 pm

    BandAlex wrote:

    Se l'ampli non va in clipping, non cambia nulla a livello dinamico, e comunque non conta la potenza di uscita finchè è sufficiente.

    ma e' proprio questo il punto... ecco perche' ho fatto l'esempio concreto. nel primo caso hai 10db di margine dinamico (e quindi puoi gestire picchi sull'rms di 10db), nel secondo invece molto meno, e a parita' di rms i picchi saranno compressi.

    BandAlex wrote:
    La dimostrazione di questo è data dal fatto che esistono ampli di potenza modesta ma che non hanno alcun deficit a livello di punch. Viceversa, mi è capitato di ascoltare finali da 100 W per canale con la HE6 che erano fastidiosi e sembravano avere meno "headroom" del mio VHF-MOS.

    ahhhhh.... qui entriamo in un terreno pericoloso...... supponendo ovviamente che l'ampli da 100W non sia "farlocco", si puo' avere maggiore sensazione di punch e "corpo" giocando con l'andamento della THD, ovvero sulla psicoacustica..... ecco perche' a volte le valvole danno questa sensazione (non sto dicendo che e' vero in generale, sia chiaro....)




    Forse intendevi 250 mA, che corrispondo su 8 ohm a circa 1.4 W RMS in classe A (con un simmetria complementare, la quasi totalità degli ampli moderni).
     

    no, intendevo proprio 250mW, sorry non mi andava di fare il conto della corrente di polarizzazione. cmq, presto fatto, sono circa 180mA... il Pass di cui sopra e' polarizzato a circa 1.4A


    E' un valore di bias già molto alto, di solito la corrente di polarizzazione si attesta sui 30/50 mA. Per questo la maggior parte degli amplificatori in classe B, a prescindere dalla potenza massima erogabile, a riposo sono praticamente freddi.  


    ovviamente si parla di ampli di un certo livello, in cui la polarizzazione e' tipicamente abbastanza profonda.


    La pratica di utilizzare polarizzazioni profonde (la cosiddetta AB) si basa sulla convinzione che l'abbandono della classe A è meno dannoso se avviene a volumi più elevati, dove la distorsione di incrocio è potenzialmente mascherata dal segnale audio. Inoltre, il nostro orecchio è più sensibile alle distorsioni a volumi medio/bassi piuttosto che a volumi elevati. Ma non tutti i progettisti sono d'accordo con questa tecnica, preferendo un approccio più classico e tendendo sotto controllo con la dovuta precisione il bias.


    qui non ti seguo. l'unico modo di fare un classe b puro e' di mettere tassi di feedback enormi, il bias lo puoi tenere sotto controllo quanto vuoi, ma avrai sempre la distorsione dovuta al passaggio in interdizione di uno dei due rami. che c'e' ovviamente anche se il bias, per pura ipotesi, fosse perfettamente controllato e stabile in temperatura e tempo. usare una polarizzazione profonda permette invece (insieme ad altre accortezze) di avere un GNFB molto basso, al limite nullo. la distorsione di incrocio inoltre non avviene solo a "volumi bassi" ma sempre e cmq. basta che pensi a come e' fatta una forma d'onda che attraversa un push pull. quindi e' prsente a qualunque volume, ma e' vero che se non adotto tecniche di correzione, e' percentualmente piu' rilevante se il "volume" e' basso.


    Ma, come già ho scritto, non è solo una questione di classe A o meno. Si tratta di vedere come è progettato l'ampli nella sua interezza, e della bontà delle protezioni che non devono influire negativamente all'ascolto.


    perfettamente d'accordo. ho ascoltato classi A trapananti e classi AB deliziosi.


    Un classe A di solito ha protezioni molto più blande, perchè è intrinsecamente più robusto. Inoltre, chi progetta un classe A di solito lo fa tenendo in massima considerazione proprio la qualità audio, e per questo evita di inserire protezioni potenzialmente nefaste, cosa che invece non è possibile evitare in un classe B.

    questa e' filosofia di progetto, non e' una cosa tecnicamente intrinseca. puo' essere vero, puo' essere non vero.




    Non dico questo, dico solo che è più difficile. Un ampli per diffusori in classe A, ben progettato, probabilmente suona benissimo con la HE6, ma non è cosa comune avere in casa un classe A o AB che suoni bene in cuffia, ed è fortunato colui che ce l'ha. Per tutti gli altri, conviene orientarsi su ampli specifici per cuffia, che sono meno costosi e - generalmente - meno ingombranti. Oltre a suonare - mediamente - meglio, con potenze più consone e adatte all'uso con qualsiasi cuffia, e senza alcun rischio nell'utilizzo quotidiano.

    io, insieme a moltissimi altri possessori di HE6, facevo suonare la cuffia con un AB, e suonava meglio di qualunque ampli cuffie avessi ascoltato, anche di altissimo livello. molti usano con estrema soddisfazione vecchie "glorie" (oggetti ben progettati e ben realizzati, con l'unico difetto di essere "vecchi").

    mi sento di ribadire e tranquillizzare chi magari volesse sperimentare: la HE6 puo' funzionare senza alcun problema (con le dovute accortezze che anche BAndalex ha spiegato relative alle connessioni... ma che sono vere anche con qualsiasi diffusore....) con ampli da una 50ina di W, non e' necessario un classe A ma ovviamente se e' disponibile ben venga, un classe AB di buon lignaggio suonera' in modo del tutto ottimale e potrebbe stupire come qualita' sonora.

    vicarious
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 100
    Data d'iscrizione : 2012-04-15

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  vicarious on Tue Jan 05, 2016 9:47 pm

    Seguo interessato e faccio una domanda, si può avere il nome di qualche ampli per diffusori "consigliato" con le HE-6? Giusto per capire su che livello bisogna stare.

    BandAlex
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 2010-09-15
    Età : 52
    Località : ROMA

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  BandAlex on Tue Jan 05, 2016 10:13 pm

    phaeton wrote:ma e' proprio questo il punto... ecco perche' ho fatto l'esempio concreto. nel primo caso hai 10db di margine dinamico (e quindi puoi gestire picchi sull'rms di 10db), nel secondo invece molto meno, e a parita' di rms i picchi saranno compressi.

    Mi permetto di inserire l'immagine della misurazione fatta a suo tempo con la HE6:



    Questi dati si riferiscono al brano Another Brick In The Wall dei Pink Floyd, riprodotto ad un volume tale da non poter tenere la cuffia sulla testa. Si tratta evidentemente di un volume sonoro che non può essere sopportato se non per un brevissimo tempo.

    Il dato interessante qui è quello del valore di picco che è stato misurato ai capi della cuffia. Tale valore, 15.759 Vp, rappresenta il picco raggiunto durante tutta l'esecuzione del brano. Questa precisazione è importante, perchè vuol dire che non è stato isolato un momento preciso, ma che si tratta del picco più alto possibile (a parità di volume sonoro) raggiungibile con tale brano.

    Per fare una misura davvero precisa, sarebbe stato necessario un fonometro, resta il fatto che le orecchie di tre persone erano d'accordo nel considerare il volume davvero eccessivo, per chiunque con un minimo di udito ancora funzionante.

    Questo dato, confermato ulteriormente con quella misura ma già verificato in precedenza, mi è stato di enorme aiuto per capire l'entità della tensione di alimentazione necessaria all'AF-6 per pilotare tranquillamente una HE6. Una tensione di alimentazione duale di 18 Volt sarebbe stata pienamente accettabile, ma per avere un margine ancora superiore decisi di adottare una tensione di 20 Volt per ramo.

    Qualunque amplificatore con una tensione di alimentazione superiore a 17 Volt duali non dovrebbe avere alcun problema con la HE6, ammesso di poter erogare anche la corrente necessaria. Il conto è presto fatto: con 17 Volt di picco, su 50 ohm scorre una corrente di 340 mA, e quindi uno stadio finale a simmetria complementare polarizzato con la metà di tale corrente (170 mA) rimane sempre in classe A, anche con la HE6 fatta suonare ad un volume da manicomio.

    La domanda è questa: c'è qualche motivo evidente per cui un amplificatore con una tensione di alimentazione superiore a 20 Volt dovrebbe suonare meglio?

    La risposta è: NO. Tecnicamente non c'è alcun motivo per cui questo si verifichi. Tutta la tensione in eccesso sui finali si trasformerebbe solo in calore (dissipato dai finali stessi) perchè sulla cuffia non arriverebbe mai. La stessa cosa è valida per la corrente, ovviamente. Inutile predisporre un'alimentazione da diversi ampere quando sul carico non si raggiunge mai nemmeno il mezzo ampere.

    Potremmo prendere un finalone da 200 W RMS, con la sua bella alimentazione da 60 Volt duali, collegarci la HE6, ma alla fine non vedremo mai più di 17 Volt di picco ai capi della cuffia. Attenzione che quei 17 Volt sono stati misurati ad un volume pazzesco, sono quindi da considerarsi largamente in eccesso.  

    Tutto il resto di quei Volt in più, va a finire in calore. Non produce alcun suono. Non migliora nulla. Niente headroom e niente punch in più. SOLO CALORE. Che deve essere smaltito con enormi dissipatori.

    ahhhhh.... qui entriamo in un terreno pericoloso...... supponendo ovviamente che l'ampli da 100W non sia "farlocco", si puo' avere maggiore sensazione di punch e "corpo" giocando con l'andamento della THD, ovvero sulla psicoacustica..... ecco perche' a volte le valvole danno questa sensazione (non sto dicendo che e' vero in generale, sia chiaro....)

    Beh, a me sembra che la considerazione sui watt e la potenza degli ampli sia quasi sempre portata avanti a sensazione, soprattutto quando si parla di decine di watt senza specificare se si tratta di watt RMS o di picco o chissà cos'altro.


    no, intendevo proprio 250mW, sorry non mi andava di fare il conto della corrente di polarizzazione. cmq, presto fatto, sono circa 180mA...

    Circa la metà, 90 mA, per avere 250 mW su 8 ohm in classe A.

    mi sento di ribadire e tranquillizzare chi magari volesse sperimentare: la HE6 puo' funzionare senza alcun problema (con le dovute accortezze che anche BAndalex ha spiegato relative alle connessioni... ma che sono vere anche con qualsiasi diffusore....)

    I diffusori non li stacchi ogni volta.


    _________________
    Alex
    www.giardinoelettronico.com

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5709
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  phaeton on Tue Jan 05, 2016 11:36 pm

    evito di riquotare che senno' divento strabico... sunny

    -- per la misura sul brano dei PF, e' un esempio direi perfetto. la differenza tra RMS (circa 11V) e picco (circa 16V) e'... quanto??.... 3db?? in quel caso e' del tutto ovvio quel che dici, e sono pienamente d'accordo. semplicemente, l'RMS e' praticamente uguale al picco.... e quindi se ascolti a 100db diventi sordo in 30s.... io parlo di brani con una dinamica naturale, non cosi' compressa, in cui puoi avere anche 20db di differenza su picchi veloci (qualche ms), in cui quindi ti serve avere 20db di headroom su un rms ragionevole.

    -- per il punto sulla potenza RMS o picco, per abitudine e per background parlo sempre di rms, quando parlo di picco lo specifico.

    -- 250mW su 8 ohm sono 177mA / 1.414V. intendevo dire che se tiro giu' 177mA dai finali resto in classe A su 8 ohm fino a 250mW (ovvero fino a quando uno dei rami si spegne, nel caso pp), poi passo in B (o distorco pesantemente nel caso l'ampli saturi). preferisco parlare di corrente sul carico perche' cosi' si generalizza sul tipo di circuito finale (PP simmetrico, PP asimmetrico, SE, etc..). non tutti gli ampli sono dei PP simmetrici.

    -- a parte le prove in batteria, neppure le cuffie le stacchi ogni 5min. e, come gia' detto e ripetuto, basta usare un XLR invece del jack e si risolve il "problema"

    purtroppo mi pare di capire che non ci possa essere un punto di incontro. ci sta, ognuno ha le sue convinzioni, nulla di sbagliato. per parte mia ribadisco il concetto: IMO con una HE6 la soluzione migliore, dal punto di vista tecnico, sonoro ed economico, e' usare un ampli per casse da circa 50W, come moltissime persone possono testimoniare, al di la di misure e grafici, semplicemente con la musica.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    BandAlex
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 2010-09-15
    Età : 52
    Località : ROMA

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  BandAlex on Wed Jan 06, 2016 11:06 am

    phaeton wrote:-- per la misura sul brano dei PF, e' un esempio direi perfetto. la differenza tra RMS (circa 11V) e picco (circa 16V) e'... quanto??.... 3db?? in quel caso e' del tutto ovvio quel che dici, e sono pienamente d'accordo. semplicemente, l'RMS e' praticamente uguale al picco.... e quindi se ascolti a 100db diventi sordo in 30s.... io parlo di brani con una dinamica naturale, non cosi' compressa, in cui puoi avere anche 20db di differenza su picchi veloci (qualche ms), in cui quindi ti serve avere 20db di headroom su un rms ragionevole.

    Credo di non essere stato chiaro in merito alla misura di cui ho inserito il grafico. Quella misura tiene conto proprio di quello che dici tu. Non si tratta di un'istantanea del picco (e allora avresti ragione tu) ma di 3 valori distinti calcolati durante tutta l'esecuzione del brano, di cui uno è il valore di picco massimo, uno è il valore RMS massimo e uno il valore medio massimo. Attenzione alla parolina "massimo". Vuol dire che durante tutto il brano sono stati memorizzati i tre valori e di questi vengono visualizzati quelli massimi. Quindi il fatto che fossero i Pink Floyd o i Daft Punk, cambia poco. La misura non è influenzata dal tipo di musica che stai ascoltando, da questo punto di vista è assolutamente affidabile. L'unica scelta per così dire "arbitraria", come ho già scritto prima, è stato decidere quale livello di volume si doveva considerare impossibile da sostenere. Il brano dei Pink Floyd è stato scelto proprio perchè rappresentativo di un campione con una dinamica adeguata che si può ascoltare tranquillamente anche a volume molto sostenuto.

    -- per il punto sulla potenza RMS o picco, per abitudine e per background parlo sempre di rms, quando parlo di picco lo specifico.

    E questo è ottimo, il problema è che per gli altri, soprattutto la maggior parte dei costruttori di ampli, non è affatto così. Ti ho fatto l'esempio di HFM con l'EF-6. Oppure basta pensare a quante volte leggiamo di watt senza che sia specificato il carico.

    purtroppo mi pare di capire che non ci possa essere un punto di incontro. ci sta, ognuno ha le sue convinzioni, nulla di sbagliato. per parte mia ribadisco il concetto: IMO con una HE6 la soluzione migliore, dal punto di vista tecnico, sonoro ed economico, e' usare un ampli per casse da circa 50W, come moltissime persone possono testimoniare, al di la di misure e grafici, semplicemente con la musica.

    Però io credo che se si tirano in ballo i numeri (come hai fatto anche tu), poi bisogna crederci a quei numeri. Altrimenti l'impressione è quella di buttare lì delle cifre tanto per aver ragione. Se con i numeri si dimostra che con l'HE-6 non superi e nemmeno raggiungi mai i 17 V di picco durante il normale ascolto, non si tratta di una convinzione, ma di una realtà. Poi si possono avere le proprie convinzioni su un sacco di altre cose, per carità, e in questo campo c'è tanto spazio per questo, ma su ciò che è determinato fisicamente (o elettricamente) non si può filosofeggiare più di tanto, a meno di non voler essere come Alice nel Paese delle Meraviglie.


    _________________
    Alex
    www.giardinoelettronico.com

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5709
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  phaeton on Wed Jan 06, 2016 11:43 am

    BandAlex wrote:

    Credo di non essere stato chiaro in merito alla misura di cui ho inserito il grafico. Quella misura tiene conto proprio di quello che dici tu. Non si tratta di un'istantanea del picco (e allora avresti ragione tu) ma di 3 valori distinti calcolati durante tutta l'esecuzione del brano, di cui uno è il valore di picco massimo, uno è il valore RMS massimo e uno il valore medio massimo. Attenzione alla parolina "massimo". Vuol dire che durante tutto il brano sono stati memorizzati i tre valori e di questi vengono visualizzati quelli massimi. Quindi il fatto che fossero i Pink Floyd o i Daft Punk, cambia poco. La misura non è influenzata dal tipo di musica che stai ascoltando, da questo punto di vista è assolutamente affidabile. L'unica scelta per così dire "arbitraria", come ho già scritto prima, è stato decidere quale livello di volume si doveva considerare impossibile da sostenere. Il brano dei Pink Floyd è stato scelto proprio perchè rappresentativo di un campione con una dinamica adeguata che si può ascoltare tranquillamente anche a volume molto sostenuto.


    Alex, mi era del tutto chiaro il senso della misura, tentavo solo di evidenziare l'ipotesi di fondo non esplicita che era stata fatta.

    provo a rielaborare, poi pero' mi scuserai se mi fermo un po' perche' siamo ot un po' perche' penso che abbiamo gia' abbondantemente sviscerato il problema

    se un certo brano ha un rms molto alto rispetto ai picchi (che siano campionati in tre punti, che siano calcolati come average sull'intero brano, cambia poco) allora quando dici "il livello era molto alto per tutti gli ascoltatori" ti stai riferendo ovviamente all'RMS perche' l'orecchio umano filtra sia in frequenza che in tempo, ma poiche' il picco e' molto compresso ovviamente non vedi differenze, o sono molto limitate.
    se invece usi un brano di jazz o classica registrato bene, con un rms a -20db e picchi a 0db, vedrai che quando l'ascoltatore ha la sensazione di un livello molto alto l'headroom che ti serve per gestire i picchi sara' molto maggiore di quel +3db.....
    quindi, si il brano scelto conta molto, e ho sempre pensato che sia meglio mettersi nella worst condition (+20db) piuttosto che in una supposta best fit condition (+3db).

    e sono d'accordo con te, quando si parla di numeri non si puo' filosofeggiare, cosi' come quando si fanno misure occorre "progettarla con ipotesi e metodi" come diceva un mio vecchio prof.

    per concludere: questo e' un forum di hifi e musica, non di elettronica, lascerei liberi i possessori di HE6 di sperimentare con i propri ampli la propria musica e le proprie orecchie, con la certezza che (con le dovute precauzioni gia' ampiamente discusse) non avranno problemi e magari avranno anche qualche gradita sorpresa a livello di performance sonore


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    BandAlex
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 2010-09-15
    Età : 52
    Località : ROMA

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  BandAlex on Wed Jan 06, 2016 12:17 pm

    phaeton wrote:se un certo brano ha un rms molto alto rispetto ai picchi (che siano campionati in tre punti, che siano calcolati come average sull'intero brano, cambia poco) allora quando dici "il livello era molto alto per tutti gli ascoltatori" ti stai riferendo ovviamente all'RMS perche' l'orecchio umano filtra sia in frequenza che in tempo, ma poiche' il picco e' molto compresso ovviamente non vedi differenze, o sono molto limitate.

    Scusa, ma stai perseverando nell'errore... sei diabolico!

    se invece usi un brano di jazz o classica registrato bene, con un rms a -20db e picchi a 0db, vedrai che quando l'ascoltatore ha la sensazione di un livello molto alto l'headroom che ti serve per gestire i picchi sara' molto maggiore di quel +3db.....
    quindi, si il brano scelto conta molto, e ho sempre pensato che sia meglio mettersi nella worst condition (+20db) piuttosto che in una supposta best fit condition (+3db).

    Il tuo ragionamento non si applica al caso in questione. Si parte da un presupposto preciso: far suonare la cuffia ad un volume tale da non essere sostenibile. Se parti da questo, non ha importanza la dinamica del brano. Se avessi voluto fare il test prendendo un brano di musica classica come campione, avrei potuto utilizzare un pianissimo? Certamente no! Avrei usato un pieno orchestrale. Tale pieno orchestrale avrebbe raggiunto lo 0 dB digitale, come lo raggiunge il brano dei Pink Floyd. Che differenza ci può essere tra due 0 dB, visto che comunque avrei regolato il volume in modo da rendere il pieno orchestrale ad un livello così eccessivo da non poter essere ascoltabile?

    Prima hai parlato di millisecondi. Ebbene, l'analizzatore collegato era in grado di rilevare picchi non di millisecondi, ma di nanosecondi, se ci fossero stati (ovviamente non possono esistere picchi di qualche nanosecondo nell'audio, a meno di non disporre di bande passanti infinite) e quindi non potrebbero essere sfuggiti alla misura.

    Dovrebbe essere chiaro che, anche utilizzando un brano con 20, o 40, o scelti tu, dB di dinamica, il risultato non cambierebbe. Visto che il mezzo digitale usato come sorgente non può andare oltre lo 0 dB, e visto che l'intento era proprio quello di spaccarsi le orecchie.

    per concludere: questo e' un forum di hifi e musica, non di elettronica, lascerei liberi i possessori di HE6 di sperimentare con i propri ampli la propria musica e le proprie orecchie, con la certezza che (con le dovute precauzioni gia' ampiamente discusse) non avranno problemi e magari avranno anche qualche gradita sorpresa a livello di performance sonore

    Ho solo risposto a delle tue affermazioni in merito a questioni tecniche, e comunque tutti sono liberi di sperimentare quello che vogliono. Con l'aggiunta che, secondo me, è sempre meglio farlo con consapevolezza. Un forum come il Gazebo (o il Giardino) possono aiutare in questo e credo che ciò in fondo sia un valore aggiunto da non disprezzare.


    _________________
    Alex
    www.giardinoelettronico.com

    daniele86
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 269
    Data d'iscrizione : 2012-05-28
    Località : Mantova

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  daniele86 on Wed Jan 06, 2016 1:37 pm


    Il tuo ragionamento non si applica al caso in questione. Si parte da un presupposto preciso: far suonare la cuffia ad un volume tale da non essere sostenibile. Se parti da questo, non ha importanza la dinamica del brano. Se avessi voluto fare il test prendendo un brano di musica classica come campione, avrei potuto utilizzare un pianissimo? Certamente no! Avrei usato un pieno orchestrale. Tale pieno orchestrale avrebbe raggiunto lo 0 dB digitale, come lo raggiunge il brano dei Pink Floyd. Che differenza ci può essere tra due 0 dB, visto che comunque avrei regolato il volume in modo da rendere il pieno orchestrale ad un livello così eccessivo da non poter essere ascoltabile?


    Scusate se intervengo, visto che siamo sempre ot, ma in questo caso darei ragione a Phaeton.
    La questione è proprio su quella parte di test che non può essere misurata, ossia dove livello diventa "insostenibile".

    Un brano che ha qualche picco a 0dB e il restante a -20dB può essere tranquillamente ascoltato senza perdere l'udito proprio perché per la maggior parte del tempo siamo a -20.. se invece ascolto un brano a -3dB con picchi a 0dB allora si che dopo 30 secondi mi tolgo le cuffie.
    Uno 0dB posso sostenerlo per pochi secondi o meno, ma un'intera canzone a -3dB con picchi a 0 è insostenibile.


    Resta il fatto che se non distorce a 0dB non distorce e sono a posto! ma a dirmi se il livello è sostenibile o no è l'intero brano (o parte di esso) e quindi la sua dinamica.


    _________________
    Udoo+Volumio ->  γ3  -> β22 Balanced -> he500

    daniele86
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 269
    Data d'iscrizione : 2012-05-28
    Località : Mantova

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  daniele86 on Wed Jan 06, 2016 1:45 pm

    Per fare un esempio guardando i grafici direi che magari un brano di classica con un "mean" a 5v ma con un "Maximum" di 17v sia comunque ascoltabile.
    Dico magari perché poi bisognerebbe provarlo.


    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5709
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  phaeton on Wed Jan 06, 2016 2:09 pm

    provare non costa nulla sunny e' il senso del forum no? si scambiano opinioni e si permette ai lettori di provare cose a cui magari non avevano pensato.... sunny un cavetto xlr a 4 poli da attaccare all'ampli costa quanto una pizza, non servono cose esoteriche, e si puo' valutare direttamente se piace o no a costo praticamente zero sunny sunny sunny e' anche questo il bello del nostro hobby cheers

    io l'ho fatto, e ne sono rimasto estremamente soddisfatto. e insieme a me decine se non centinaia di altri possessori di HE6, basta leggersi il kilometrico thread sul solito forum cuffiofilo USA


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    calibro
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 901
    Data d'iscrizione : 2012-05-13

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  calibro on Wed Jan 06, 2016 3:26 pm

    BandAlex wrote:
    ...la raffinatezza di un amplificatore (che dipende solo in parte dallo stadio finale, entrando in gioco anche lo stadio di preamplificazione), è espressa non solo dalla potenza erogabile, ma anche e soprattutto dalla capacità di preservare i passaggi più delicati di un'esecuzione...

    Quotone intergalattico secondo me.


    _________________

    Salotto:
    Oppo Aurion Audio BD-83 SE + SKYHD optical out > LG Plasma 50" HD
    > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131
    > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III

    Studio:
    MacBook Air + Youtube > Dayton DTA-1 > Acoustical Nota Amadeus

    BandAlex
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 2010-09-15
    Età : 52
    Località : ROMA

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  BandAlex on Wed Jan 06, 2016 3:29 pm

    daniele86 wrote:Per fare un esempio guardando i grafici direi che magari un brano di classica con un "mean" a 5v ma con un "Maximum" di 17v sia comunque ascoltabile. Dico magari perché poi bisognerebbe provarlo.

    Ti sembrerà strano, ma scrivendo ciò hai praticamente dichiarato di essere d'accordo con me. sunny

    Il senso del test fatto a suo tempo, non era quello di determinare se un brano fosse ascoltabile ad un certo volume, ma era quello di determinare il livello massimo di tensione necessario per la HE6. Come vedi, la questione è proprio su quei 17 Volt di picco: al di là di quello non si va, a prescindere dal brano ascoltato, con un volume di ascolto talmente elevato da non poter tenere la cuffia.


    _________________
    Alex
    www.giardinoelettronico.com

    BandAlex
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 2010-09-15
    Età : 52
    Località : ROMA

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  BandAlex on Wed Jan 06, 2016 3:41 pm

    phaeton wrote:provare non costa nulla sunny e' il senso del forum no?

    si scambiano opinioni e si permette ai lettori di provare cose a cui magari non avevano pensato.... sunny un cavetto xlr a 4 poli da attaccare all'ampli costa quanto una pizza, non servono cose esoteriche, e si puo' valutare direttamente se piace o no a costo praticamente zero sunny sunny sunny  e' anche questo il bello del nostro hobby cheers

    Non capisco se fai finta di non capire, visto che insisti su questo punto. Nessuno mette in dubbio che un integrato per diffusori possa suonare bene con la HE6. Non è questo il punto. Io sto mettendo in discussione il fatto che si tratti di una mera questione di potenza, e per supportare la mia opinione ho fatto e pubblicato delle misure, e ci ho pure costruito un amplificatore dedicato alla HE6, che non presenta i limiti di cui parli tu, limiti che (almeno per quello che dici) possono essere superati solo usando un integrato per diffusori. Cosa che, secondo me, non è affatto vera.

    Quindi non c'è bisogno di chiamare all'adunata l'esercito dei forum di oltreoceano: si tratta solo di prendere uno strumento, attaccarlo in parallelo alla cuffia, mettere il brano che si vuole al volume che si vuole, e misurare. Così quando si parla di numeri, almeno lo si fa con cognizione di causa. Ciò non toglie che poi uno è libero di usare il finale da 200 W, se vuole.


    _________________
    Alex
    www.giardinoelettronico.com

    calibro
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 901
    Data d'iscrizione : 2012-05-13

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  calibro on Wed Jan 06, 2016 4:20 pm

    OT x Bandalex

    Il VHF-N è un classe A a discreti con bassa (o nulla?) controreazione con alimentazione non a discreti???


    _________________

    Salotto:
    Oppo Aurion Audio BD-83 SE + SKYHD optical out > LG Plasma 50" HD
    > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131
    > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III

    Studio:
    MacBook Air + Youtube > Dayton DTA-1 > Acoustical Nota Amadeus

    BandAlex
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 2010-09-15
    Età : 52
    Località : ROMA

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  BandAlex on Wed Jan 06, 2016 4:55 pm

    calibro wrote:OT x Bandalex

    Il VHF-N è un classe A a discreti con bassa (o nulla?) controreazione con alimentazione non a discreti???

    Il VHF-N è un classe A a discreti, single-ended, senza controreazione totale, con alimentazione a discreti pure quella.


    _________________
    Alex
    www.giardinoelettronico.com

    calibro
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 901
    Data d'iscrizione : 2012-05-13

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  calibro on Wed Jan 06, 2016 5:10 pm

    Visto che si trova a 250 usato potrebbe essere un buon consiglio x il forumer che ha aperto il 3D.
    Va bene con la lcd2 ??? Le da le mazzate sui bassi???


    _________________

    Salotto:
    Oppo Aurion Audio BD-83 SE + SKYHD optical out > LG Plasma 50" HD
    > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131
    > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III

    Studio:
    MacBook Air + Youtube > Dayton DTA-1 > Acoustical Nota Amadeus

    BandAlex
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 2010-09-15
    Età : 52
    Località : ROMA

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  BandAlex on Wed Jan 06, 2016 5:13 pm

    calibro wrote:Visto che si trova a 250 usato potrebbe essere un buon consiglio x il forumer che ha aperto il 3D.
    Va bene con la lcd2 ??? Le da le mazzate sui bassi???

    Il VHF-N dovrebbe essere un ottimo compagno della LCD-2. Le mazzate non dovrebbero mancare, conoscendo la cuffia. Laughing


    _________________
    Alex
    www.giardinoelettronico.com

    tonihifi
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 112
    Data d'iscrizione : 2016-01-03

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  tonihifi on Wed Jan 06, 2016 5:23 pm

    calibro wrote:Visto che si trova a 250 usato potrebbe essere un buon consiglio x il forumer che ha aperto il 3D.
    Va bene con la lcd2 ??? Le da le mazzate sui bassi???

    se mi dici dove ci do un okkio


    _________________
    Toni
    Spoiler:

    Red Fox
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 20
    Data d'iscrizione : 2016-01-03
    Località : Pomigliano d'Arco

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  Red Fox on Wed Jan 06, 2016 5:39 pm

    BandAlexma  i VHF sono ampli assemblati da te?
    Perché cercando su google nella maggior parte compare sempre il tuo nickname anche su altri forum.


    Last edited by Red Fox on Thu Jan 07, 2016 7:23 pm; edited 1 time in total

    calibro
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 901
    Data d'iscrizione : 2012-05-13

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  calibro on Wed Jan 06, 2016 5:51 pm

    tonihifi wrote:

    se mi dici dove ci do un okkio

    Vedi nel mercatino sezione cuffie. Annuncio lcd3


    _________________

    Salotto:
    Oppo Aurion Audio BD-83 SE + SKYHD optical out > LG Plasma 50" HD
    > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131
    > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III

    Studio:
    MacBook Air + Youtube > Dayton DTA-1 > Acoustical Nota Amadeus

    tonihifi
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 112
    Data d'iscrizione : 2016-01-03

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  tonihifi on Wed Jan 06, 2016 6:10 pm

    calibro wrote:

    Vedi nel mercatino sezione cuffie. Annuncio lcd3

    tnx :)


    _________________
    Toni
    Spoiler:

    calibro
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 901
    Data d'iscrizione : 2012-05-13

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  calibro on Wed Jan 06, 2016 6:51 pm

    Prego!!!

    Cmq...alla fine della querelle ampli casse si/no... che amplificatore per le casse ti ritrovi in casa??? ;-)


    _________________

    Salotto:
    Oppo Aurion Audio BD-83 SE + SKYHD optical out > LG Plasma 50" HD
    > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131
    > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III

    Studio:
    MacBook Air + Youtube > Dayton DTA-1 > Acoustical Nota Amadeus

    vicarious
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 100
    Data d'iscrizione : 2012-04-15

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  vicarious on Wed Jan 06, 2016 8:12 pm

    vicarious wrote:Seguo interessato e faccio una domanda, si può avere il nome di qualche ampli per diffusori "consigliato" con le HE-6? Giusto per capire su che livello bisogna stare.

    Ripropongo agli esperti

    BandAlex
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 2010-09-15
    Età : 52
    Località : ROMA

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  BandAlex on Thu Jan 07, 2016 10:06 am

    Red Fox wrote:BandAlex ma  i VHS sono ampli assemblati da te?
    Perché cercando su google nella maggior parte compare sempre il tuo nickname anche su altri forum.

    Progettati e, a suo tempo, assemblati.


    _________________
    Alex
    www.giardinoelettronico.com

    Red Fox
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 20
    Data d'iscrizione : 2016-01-03
    Località : Pomigliano d'Arco

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  Red Fox on Sun Jan 10, 2016 4:24 pm

    Ipotizzando il ritrovarsi nella situazione di non poter utilizzare per problemi di spazio il proprio impianto hi-fi e si vorrebbe riutilizzare gli apparati come ad esempio un lettore/DAC Pioneer N50-A e l’ampli Pioneer A20. Quale sarebbe la migliore soluzione:
    A) “riciclarli” entrambi utilizzando il cavo postato in foto precedentemente, magari abbinando il tutto con le Hi-FiMan he-6, non so se andrebbero bene anche le Audeze LCD2;
    B) “riciclare” il solo lettore/DAC e abbinarci un buon ampli cuffie;
    C) vendere tutto per un impianto cuffie dedicato.
    Che consigli date.

    tonihifi
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 112
    Data d'iscrizione : 2016-01-03

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  tonihifi on Sun Jan 10, 2016 4:32 pm

    Red Fox wrote:Ipotizzando il ritrovarsi nella situazione di non poter utilizzare per problemi di spazio il proprio impianto hi-fi e si vorrebbe riutilizzare gli apparati come ad esempio un lettore/DAC Pioneer N50-A e l’ampli Pioneer A20. Quale sarebbe la migliore soluzione:
    A) “riciclarli” entrambi utilizzando il cavo postato in foto precedentemente, magari abbinando il tutto con le Hi-FiMan he-6, non so se andrebbero bene anche le Audeze LCD2;
    B) “riciclare” il solo lettore/DAC e abbinarci un buon ampli cuffie;
    C) vendere tutto per un impianto cuffie dedicato.
    Che consigli date.

    ti posso dire che penso io mi sono messo alla ricerca di una serie di oggetti tenendo conto anche del prezzo
    in tutti i casi si casca in piedi vista la alta qualità sto parlando di vioelectric senny hifiman
    sono convinto visti i miei trascorsi analogici e tramite riproduzione con diffusori che molto dipenderà
    anche dalla corretta messa a punto e dalla qualità della sorgente
    Se trovi le HE-6 allora ha senso provare ampli per diffusori (a patto che abbia potenza ed altre caratteristiche compatibili)
    Nel mio caso non avendo ancora trovato una HE-6 nuova a buon prezzo penso che farò una scelta diversa
    soprattutto dotando l'impianto di ampli dedicato!

    Ci fosse qualche negozio con una HE-6 nuova o demo da vendermi a buon prezzo mi contatti affraid


    _________________
    Toni
    Spoiler:

      Current date/time is Thu Dec 08, 2016 7:13 pm