Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
3 livelli di giudizio
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    3 livelli di giudizio

    Share

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    3 livelli di giudizio

    Post  iano on Wed Feb 03, 2016 12:41 am


    1.Fà pena,inascostabile.
    2.Incredibile, è come ascoltare dal vivo.Suono fedele,neutro.Sembra di essere lì.
    3.Che disco hai messo sù?Ma dove l'hai scovato?Fammi vedere la copertina.

    Forse allora c'è qualcosa di meglio della fedeltà.Il non sentire nemmeno il bisogno di parlarne,né in bene né in male.

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  Nimalone65 on Wed Feb 03, 2016 3:59 pm


    Beh , quelle che elenchi son tre cose diverse.
    Due delle quali prevedono un giudizio basato sull'esperienza e sul confronta da "audiofilo puro" , la terza ha caratteristiche piu di sorpresa che di giudizio ed è legata al mondo della musica piu che a quello dell'hifi.

    La cosa brutta è che capita piu spesso impianti che inascoltabili che di vero gran livello .

    sunny


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  iano on Wed Feb 03, 2016 7:47 pm

    Quando ci si trova fra audiofili,ad esempio dal tuo negoziante di fiducia,inevitabilmente ci mettiamo a confrontare impianti per enunciare il primo o il secondo giudizio.
    Ma purtroppo,e ciò è molto grave,per fare ciò sei costretto ad ascoltare musica.
    Ma appunto quando la musica ti distrae e ti fa dimenticare il tuo dovere di audiofilo,attraendo su di sé la sua attenzione,allora forse l'impianto sta esplicando le sue....naturali funzioni.
    A pensarci bene è il miglior giudizio,perché involontario.
    Quando scappa scappa.

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  Nimalone65 on Wed Feb 03, 2016 8:22 pm


    È' sicuramente vero ciò che dici ,,,,ma personalmente mi e anche capitato di volermi completamente estraniare dall'impianto , visto che suonava in modo pietoso e concentrarmi solo sulla musica ,,,,un po l'inverno insomma di quello che mi capita facendo l'audio filo !

    Certo che se pure la musica è brutto e' meglio invertasi un pretesto ed andarsene !


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  iano on Wed Feb 03, 2016 9:27 pm

    La fuga come quarto giudizio?
    E' vero,non ci avevo pensato.

    Sentenza62
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 679
    Data d'iscrizione : 2013-07-14
    Età : 54
    Località : Firenze

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  Sentenza62 on Wed Feb 03, 2016 11:25 pm

    Nimalone65 wrote:
    È' sicuramente vero ciò che dici ,,,,ma personalmente mi e anche capitato di volermi completamente estraniare dall'impianto , visto che suonava in modo pietoso e concentrarmi solo sulla musica ,,,,un po l'inverno insomma di quello che mi capita facendo l'audio filo !

    Certo che se pure la musica è brutto e' meglio invertasi un pretesto ed andarsene !

    Se vado da un amico non audiofilo, riesco ad estraniarmi dall'impianto anche se suona male. Ma se vado ad ascoltare un impianto di un certo livello ad una mostra o in un negozio e questo fa schifo, allora no, non riesco neanche a concentrarmi sulla musica.


    _________________
    Ciao,
    Fulvio








    L'ignoranza non ha locazione geografica, non ha colore politico, non ha estrazione sociale, non ha fede religiosa. Riempie soltanto lo spazio vuoto lasciato dal cervello.

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  Nimalone65 on Wed Feb 03, 2016 11:27 pm

    Sentenza62 wrote:

    Se vado da un amico non audiofilo, riesco ad estraniarmi dall'impianto anche se suona male. Ma se vado ad ascoltare un impianto di un certo livello ad una mostra o in un negozio e questo fa schifo, allora no, non riesco neanche a concentrarmi sulla musica.



    Potere della MENTE !

    sunny


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    bluocram
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 544
    Data d'iscrizione : 2011-06-08
    Età : 57
    Località : Roma

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  bluocram on Thu Feb 04, 2016 9:24 am

    Sentenza62 wrote:

    Se vado da un amico non audiofilo, riesco ad estraniarmi dall'impianto anche se suona male. Ma se vado ad ascoltare un impianto di un certo livello ad una mostra o in un negozio e questo fa schifo, allora no, non riesco neanche a concentrarmi sulla musica.
    --------------
    Dipende dall'approccio, alle mostre ed al negozio si ascoltano gli impianti e non la musica.
    Lo stesso è a casa, ci si può sedere ad ascoltare l'impianto oppure la musica..tutto dipende da cosa ci va di fare in quel momento.
    Può succedere poi che durante un ascolto tecnico, ci possa colpire la musica ma anche viceversa....boh..a me sembra tutto così naturale..cosa c'è da disquisire ?  Embarassed Per farsi rapire dalla musica non serve l'impianto audiofilo. Embarassed

    Un saluto.
    Marco Embarassed

    Acutus
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 137
    Data d'iscrizione : 2015-10-24

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  Acutus on Fri Feb 05, 2016 7:38 am

    iano wrote:Quando ci si trova fra audiofili,ad esempio dal tuo negoziante di fiducia,inevitabilmente ci mettiamo a confrontare impianti per enunciare il primo o il secondo giudizio.
    Ma purtroppo,e ciò è molto grave,per fare ciò sei costretto ad ascoltare musica.
    Ma appunto quando la musica ti distrae e ti fa dimenticare il tuo dovere di audiofilo,attraendo su di sé la sua attenzione,allora forse l'impianto sta esplicando le sue....naturali funzioni.
    A pensarci bene è il miglior giudizio,perché involontario.
    Quando scappa scappa.


    Tematica interessante.
    Tuttavia mi trovo in netto disaccordo sull'affermazione di cui quote secondo cui la musica distrarrebbe dall'ascolto dell'impianto, dai nostri "doveri" da audiofili!!
    L'impianto lo ascoltiamo attraverso elettroniche diffusori e sorgente ma prima di tutto grazie alla musica (c.d., l.p etc..)
    Forse il più grande problema dell'audiofilo medio è proprio, al contrario, il non essere abbastanza conoscitore della musica, amante della stessa.
    Se conosci il suono degli strumenti acustici dal vivo (un clarinetto, un sax tenore, un pianoforte...) è più difficile farsi fregare dai produttori cantinari che vorrebbero rifilarti l'ampli esoterico ad un prezzo (e con un suono) da provocazione.
    I giudizi estremi come il "fa schifo" o il "sembra di essere dal vero..") sono a mio avviso i meno credibili e frutto spesso di superstizione più che di un ascolto consapevole. Ecco consapevolezza è la parola chiave: sapere cosa si vuole.

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5391
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  Rudino on Fri Feb 05, 2016 10:18 am

    iano wrote:La fuga come quarto giudizio?
    E' vero,non ci avevo pensato.


    ...il mio caso...anche se cambierei una vocale


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  iano on Fri Feb 05, 2016 9:36 pm

    Acutus wrote:

    Tematica interessante.
    Tuttavia mi trovo in netto disaccordo sull'affermazione di cui quote secondo cui la musica distrarrebbe dall'ascolto dell'impianto, dai nostri "doveri" da audiofili!!
    L'impianto lo ascoltiamo attraverso elettroniche diffusori e sorgente ma prima di tutto grazie alla musica (c.d., l.p etc..)
    Forse il più grande problema dell'audiofilo medio è proprio, al contrario, il non essere abbastanza conoscitore della musica, amante della stessa.
    Se conosci il suono degli strumenti acustici dal vivo (un clarinetto, un sax tenore, un pianoforte...) è più difficile farsi fregare dai produttori cantinari che vorrebbero rifilarti l'ampli esoterico ad un prezzo (e con un suono) da provocazione.
    I giudizi estremi come il "fa schifo" o il "sembra di essere dal vero..") sono a mio avviso i meno credibili e frutto spesso di superstizione più che di un ascolto consapevole. Ecco consapevolezza è la parola chiave: sapere cosa si vuole.
    Non hai colto l'ironia. sunny  
    la cultura musicale ha molte sorgenti,oltre a quella ovviamente privilegiata dell'ascolto live.
    Libri,riviste,scuola (purtroppo sempre latitante),programmi radiofonici,e ultimo,ma non ultimo....il nostro impianto.
    Un impianto fedele è il mezzo,non lo scopo,ma và da sé che può diventare un gioco a sé,e non c'è nulla di male.
    Ma nessuno inizia nessuno di questi giochi se non ama la musica a priori,il che vale per ogni uomo immagino, e per noi in particolare.
    Insomma,i media sono tanti e ognuno ha i suoi effetti collaterali sui quali può essere interessante riflettere.
    Un dubbio che mi assilla da un po' è ad esempio il seguente.
    Faccio bene ad ascoltare per molte ore in sottofondo la mia musica preferita, che posso procurarmi gratis,seppur di bassissimo livello hifi,come è per podcast radiofonici?
    In teoria non dovrei resistere molto all'ascolto,dato il livello low fi.
    Ma in pratica non è così,grazie alla varietà della proposta musicale,di fatto infinita.
    Non sono certo i dischi che mi mancano,e anzi ad ascoltarli tutti non mi basta una vita.
    Tuttavia attingendo ai miei dischi non  ritrovo altrettanta varietà con relativa panoramica a 360 gradi sulla musica,ed essendo io onnivoro in fatto di generi....
    A proposito, fra i tanti generi che sempre nascono uno recente si chiama low fi,in tema col mio assillo
    Potrei rispondermi da solo,che l'hifi è uno dei mezzi a mia disposizione, che uso,senza farmene usare.
    I DJ addirittura sono riusciti a far diventare il suonare i dischi,un modo di fare musica.e pure a quella io presto orecchio,incapace di non trovare qualcosa di buono in ogni genere vecchio e nuovo.
    Ero molto più selettivo quando avevo 20 anni.A chi ascoltava certa roba toglievo pure il saluto  
    e il mio assillo allora era solo dove trovare i soldi per il mio primo impianto veramente hifi.

    Nimalone65
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2010
    Data d'iscrizione : 2010-12-11
    Località : Roma

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  Nimalone65 on Fri Feb 05, 2016 10:01 pm

    iano wrote:
    Non hai colto l'ironia. sunny  
    la cultura musicale ha molte sorgenti,oltre a quella ovviamente privilegiata dell'ascolto live.
    Libri,riviste,scuola (purtroppo sempre latitante),programmi radiofonici,e ultimo,ma non ultimo....il nostro impianto.
    Un impianto fedele è il mezzo,non lo scopo,ma và da sé che può diventare un gioco a sé,e non c'è nulla di male.
    Ma nessuno inizia nessuno di questi giochi se non ama la musica a priori,il che vale per ogni uomo immagino, e per noi in particolare.
    Insomma,i media sono tanti e ognuno ha i suoi effetti collaterali sui quali può essere interessante riflettere.
    Un dubbio che mi assilla da un po' è ad esempio il seguente.
    Faccio bene ad ascoltare per molte ore in sottofondo la mia musica preferita, che posso procurarmi gratis,seppur di bassissimo livello hifi,come è per podcast radiofonici?
    In teoria non dovrei resistere molto all'ascolto,dato il livello low fi.
    Ma in pratica non è così,grazie alla varietà della proposta musicale,di fatto infinita.
    Non sono certo i dischi che mi mancano,e anzi ad ascoltarli tutti non mi basta una vita.
    Tuttavia attingendo ai miei dischi non  ritrovo altrettanta varietà con relativa panoramica a 360 gradi sulla musica,ed essendo io onnivoro in fatto di generi....
    A proposito, fra i tanti generi che sempre nascono uno recente si chiama low fi,in tema col mio assillo
    Potrei rispondermi da solo,che l'hifi è uno dei mezzi a mia disposizione, che uso,senza farmene usare.
    I DJ addirittura sono riusciti a far diventare il suonare i dischi,un modo di fare musica.e pure a quella io presto orecchio,incapace di non trovare qualcosa di buono in ogni genere vecchio e nuovo.
    Ero molto più selettivo quando avevo 20 anni.A chi ascoltava certa roba toglievo pure il saluto  
    e il mio assillo allora era solo dove trovare i soldi per il mio primo impianto veramente hifi.

    Mi trovi in sintonia , specie quando affermi"........ panoramica a 360 gradi sulla musica,ed essendo io onnivoro in fatto di generi....",,,,,che è quello poi che ritengo il compito della Musica Liquida ,,,,musica e sorgenti consumer .

    sunny


    _________________
    Saluti,Enrico

    Platine Verdier + Ortofon 309D + Denon DL103 + Auditorium23 103 + Audio Note M1 Riaa + Kondo Kegon + Avantgarde Uno Nano + Cavi e Accessori Harmonix Combak.

    Sentenza62
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 679
    Data d'iscrizione : 2013-07-14
    Età : 54
    Località : Firenze

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  Sentenza62 on Fri Feb 05, 2016 10:42 pm

    La consapevolezza è la chiave di tutto. Ascoltare buona musica da un apparecchio da 100 Euro con casse di plastica è comunque piacevole e il fastidio per la pessima riproduzione è relativo e non ci disturba più di tanto. Viceversa ascoltare buona musica riprodotta in maniera pessima da un impianto con pretese hi-end fa imbestialire il nostro mister Hyde audiofilo e per questo abbandoniamo l'ascolto.


    _________________
    Ciao,
    Fulvio








    L'ignoranza non ha locazione geografica, non ha colore politico, non ha estrazione sociale, non ha fede religiosa. Riempie soltanto lo spazio vuoto lasciato dal cervello.

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  iano on Fri Feb 05, 2016 11:19 pm

    Sentenza62 wrote:La consapevolezza è la chiave di tutto. Ascoltare buona musica da un apparecchio da 100 Euro con casse di plastica è comunque piacevole e il fastidio per la pessima riproduzione è relativo e non ci disturba più di tanto. Viceversa ascoltare buona musica riprodotta in maniera pessima da un impianto con pretese hi-end fa imbestialire il nostro mister Hyde audiofilo e per questo abbandoniamo l'ascolto.

    Acutus
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 137
    Data d'iscrizione : 2015-10-24

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  Acutus on Sat Feb 06, 2016 10:22 am

    iano wrote:
    Non hai colto l'ironia. sunny  
    la cultura musicale ha molte sorgenti,oltre a quella ovviamente privilegiata dell'ascolto live.
    Libri,riviste,scuola (purtroppo sempre latitante),programmi radiofonici,e ultimo,ma non ultimo....il nostro impianto.
    Un impianto fedele è il mezzo,non lo scopo,ma và da sé che può diventare un gioco a sé,e non c'è nulla di male.
    Ma nessuno inizia nessuno di questi giochi se non ama la musica a priori,il che vale per ogni uomo immagino, e per noi in particolare.
    Insomma,i media sono tanti e ognuno ha i suoi effetti collaterali sui quali può essere interessante riflettere.
    Un dubbio che mi assilla da un po' è ad esempio il seguente.
    Faccio bene ad ascoltare per molte ore in sottofondo la mia musica preferita, che posso procurarmi gratis,seppur di bassissimo livello hifi,come è per podcast radiofonici?
    In teoria non dovrei resistere molto all'ascolto,dato il livello low fi.
    Ma in pratica non è così,grazie alla varietà della proposta musicale,di fatto infinita.
    Non sono certo i dischi che mi mancano,e anzi ad ascoltarli tutti non mi basta una vita.
    Tuttavia attingendo ai miei dischi non  ritrovo altrettanta varietà con relativa panoramica a 360 gradi sulla musica,ed essendo io onnivoro in fatto di generi....
    A proposito, fra i tanti generi che sempre nascono uno recente si chiama low fi,in tema col mio assillo
    Potrei rispondermi da solo,che l'hifi è uno dei mezzi a mia disposizione, che uso,senza farmene usare.
    I DJ addirittura sono riusciti a far diventare il suonare i dischi,un modo di fare musica.e pure a quella io presto orecchio,incapace di non trovare qualcosa di buono in ogni genere vecchio e nuovo.
    Ero molto più selettivo quando avevo 20 anni.A chi ascoltava certa roba toglievo pure il saluto  
    e il mio assillo allora era solo dove trovare i soldi per il mio primo impianto veramente hifi.

    Ok, così  ci siamo capiti!
    Rispondendo alla tua domanda "Faccio bene ad ascoltare per molte ore in sottofondo la mia musica preferita, che posso procurarmi gratis, seppur di bassissimo livello hifi, come è per podcast radiofonici?" la mia risposta è sicuramente: NO, fai male, anzi malissimo! ;)
    Siamo già bombardati in palestra, al supermercato, sulle automobili proprie e altrui (sentendoci quasi in dovere di ospitare in modo più "confortevole" il trasportato facendogli subire musica magari del tutto sgradita). Dunque attenzione: seguire il criterio della moderazione ed evitare abbuffate stancanti per orecchie e mente, soprattutto. Purtroppo le orecchie non si possono chiudere come gli occhi (è un limite progettuale del Padre Eterno).
    Per quanto riguarda varietà, desiderio di nuovo e aertura ai generi musicali, io credo che tutto si chiarisca con lo studio della Storia della musica. Tutto ha un suo posto o posticino, sia essa musica colta sia essa espressione di una sottocultura che ha avuto si e no una decina d' anni di influenza sulla vita delle persone nel secolo XX.

    Acutus
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 137
    Data d'iscrizione : 2015-10-24

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  Acutus on Sat Feb 06, 2016 10:28 am

    Sentenza62 wrote:La consapevolezza è la chiave di tutto. Ascoltare buona musica da un apparecchio da 100 Euro con casse di plastica è comunque piacevole e il fastidio per la pessima riproduzione è relativo e non ci disturba più di tanto. Viceversa ascoltare buona musica riprodotta in maniera pessima da un impianto con pretese hi-end fa imbestialire il nostro mister Hyde audiofilo e per questo abbandoniamo l'ascolto.


    Ascoltare buona musica mal riprodotta è SEMPRE spiacevole.
    Poi è chiaro che fa addirittura gridare vendetta se la brutta riproduzione proviene da un impianto costoso, con ambizioni hi-end.

    bluocram
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 544
    Data d'iscrizione : 2011-06-08
    Età : 57
    Località : Roma

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  bluocram on Sat Feb 06, 2016 5:21 pm

    Acutus wrote:


    Ascoltare buona musica mal riprodotta è SEMPRE spiacevole.
    Poi è chiaro che fa addirittura gridare vendetta se la brutta riproduzione proviene da un impianto costoso, con ambizioni hi-end.
    -------------------------------

    La buona musica, anche se mal riprodotta, è sempre piacevole se la si ascolta con il cuore e non soltanto con le orecchie... Embarassed

    Buon Weekend.

    Marco. Embarassed

    brizzo
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1125
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : Mestre/Venezia

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  brizzo on Sat Feb 06, 2016 5:34 pm

    La buona musica, anche se mal riprodotta, è sempre piacevole se la si ascolta con il cuore e non soltanto con le orecchie... Embarassed



    magari senza abusarne troppo.....


    _________________
    saluti Eddie

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  Banano on Sat Feb 06, 2016 6:04 pm

    ...della musica o delle orecchie?!


    _________________
    Il mio Impianto
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

    [i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    brizzo
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1125
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : Mestre/Venezia

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  brizzo on Sat Feb 06, 2016 6:05 pm



    _________________
    saluti Eddie

    gianpiero
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 214
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Età : 37
    Località : Milano

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  gianpiero on Sat Feb 06, 2016 10:33 pm

    ascoltiamo con le orecchie e parliamo con la bocca.. questo lo sappiamo tutti diciamo che la vita ci insegna il linguaggio cosi come ci insegna ad ascoltare musica.. ci si evolve da entrambi le parti quindi se si è davvero appassionati di buona musica è bene secondo me trovare la giusta combinazione/catena per poterci emozionare,rilassare,divertire ecc... è come il vino.. si incomincia con le bottiglie del super e dopo abbiamo voglia del chianti.. e poi perchè no un calice,se è possibile una la bottiglia di Barolo
    L'appetito viene mangiando...in ogni passione..è giusto cosi.
    il "lavoro" è mantenere una promessa a se stessi, una cifra prefissata,un budget per poter realizzare la propria catena,in base alle proprie tasche ovvio..che sia 1000€ o 10.000€ sono limiti personali.
    Che poi una sperimenta,cambia fa parte della passione.. l'importante che rimanga un gioco e non una frustrazione o pippe mentali..

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  iano on Sun Feb 07, 2016 1:23 am

    Acutus wrote: io credo che tutto si chiarisca con lo studio della Storia della musica. Tutto ha un suo posto o posticino, sia essa musica colta sia essa espressione di una sottocultura che ha avuto si e no una decina d' anni di influenza sulla vita delle persone nel secolo XX.
    Mi sembra una affermazione drastica.
    Se vogliamo parlare di storia della musica comunque dobbiamo riferirci al mondo,e non al solo occidente.
    Inoltre la cosiddetta cultura classica si è sempre nutrita di musica popolare locale,e quando ha potuto disporne anche non locale.
    Gershwin,Satie,Ravel alcuni esempi fra i miei preferiti
    Occorre considerare poi che effettivamente non ha quasi senso riprodurre la musica classica con l'impianto.Se la si vuole giudicare bisogna ascoltarla dal vivo.
    Per il pop è un altra storia,perché la storia della musica pop e la storia della riproduzione musicale sono strettamente intrecciate,nel bene e nel male.Con certi generi il confine fra le due cose è di fatto sparito.
    C'è chi "compone musica" smembrando e riassemblando diverse registrazioni.
    Anche se non mi sembra il tuo genere ti propongo un esempio notevole a tal proposito.
    E' un romano,un certo Filippini,in arte Okapi. sunny
    La riproduzione musicale nelle sue mani diventa uno strumento musicale,e così il cerchio si chiude.
    Se invece tu alludevi alla musica dodecafonica et similia ti illudi se pensi che questa non abbia influenzato le nuove leve di autori di musica.

    bluocram
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 544
    Data d'iscrizione : 2011-06-08
    Età : 57
    Località : Roma

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  bluocram on Sun Feb 07, 2016 9:37 am

    gianpiero wrote:ascoltiamo con le orecchie e parliamo con la bocca.. questo lo sappiamo tutti  diciamo che la vita ci insegna il linguaggio cosi come ci insegna ad ascoltare musica.. ci si evolve da entrambi le parti  quindi se si è davvero appassionati di buona musica è bene secondo me trovare la giusta combinazione/catena per poterci emozionare,rilassare,divertire ecc... è come il vino.. si incomincia con le bottiglie del super e dopo abbiamo voglia del chianti.. e poi perchè no un calice,se è possibile una la bottiglia di Barolo
    L'appetito viene mangiando...in ogni passione..è giusto cosi.
    il "lavoro" è mantenere una promessa a se stessi, una cifra prefissata,un budget per poter realizzare la propria catena,in base alle proprie tasche ovvio..che sia 1000€ o 10.000€ sono limiti personali.
    Che poi una sperimenta,cambia fa parte della passione.. l'importante che rimanga un gioco e non una frustrazione o pippe mentali..

    Ok per il paragone del vino, a patto che il vino sia la musica ed il bicchiere l'impianto... Un buon vino puoi berlo anche in un bicchiere di plastica...sempre buon vino rimane. Embarassed

    Un saluto.
    Marco. Embarassed

    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8671
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : prov.Cremona

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  Giordy60 on Sun Feb 07, 2016 9:48 am

    bluocram wrote:

    Ok per il paragone del vino, a patto che il vino sia la musica ed il bicchiere l'impianto... Un buon vino puoi berlo anche in un bicchiere di plastica...sempre buon vino rimane. Embarassed


    Marco, immagino tu abbia estremizzato un concetto
    un buon vino bevuto in un bicchiere di plastica ....lascia il tempo ( e il gusto ) che trova
    mia personale opinione ovvio.


    _________________
    la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre ( cit. di Albert Einstein )
    Spoiler:

    io ascolto così : Mac-mini + HQPlayer in ramdisk, o WaveLab 7 o izotope RX4 =>cavo di rete =>TP-link mc110cs =>cavo monomodale =>TP-link  mc110cs =>cavo di rete =>Mini PC-Fitlet-b, con WS2012R2, NAD in ramdisk =>interfaccia USB =>nuprime DAC-10 =>monitor attivi Klein+Hummel o410 + sub Neumann Kh o810


    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: 3 livelli di giudizio

    Post  iano on Sun Feb 07, 2016 11:11 am

    Che allegra compagnia quella degli audiofili,se il paragone coi vini torna sempre a galla.
    Ma ,a proposito di livelli di giudizio, sembra che a riconoscere due diversi vini ad occhi chiusi siano in 200 in tutto il mondo.
    Diversamente da quello che crediamo il senso del gusto è uno dei nostri sensi più poveri.
    Se dalla tavola togli i colori e gli odori rimane ben poco.
    Perfino il senso del tatto,attraverso la stessa lingua,rivaleggia ad armi pari con le papille gustative.
    Durante un test di assaggio tutti hanno distinto con sicurezza un bicchiere d'acqua da un bicchiere di aranciata.Peccato che l'aranciata era acqua colorata di arancione.
    Avvertiti del trucco sono stati tutti invitati a riassaggiare l'acqua colorata,e hanno dichiarato che adesso sapeva un po' meno di aranciata,ma sapeva ancora di aranciata.
    Si può ripetere l'esperimento con lo stesso vino diversamente colorato e i risultati sono gli stessi.
    Solo 200 persone al mondo non ci cascano,ma lo fanno per mestiere,senza neanche avere una particolare predisposizione che li doti di un vantaggio sensoriale in partenza.
    Questo non è un modo difettoso di funzionamento dei nostri sensi,ma è proprio che funzionano così,e c'è un buon motivo perché lo facciano.
    Ha senso quindi fare questi paragoni in campo hifi?
    Assolutamente si,perché tutti i sensi funzionano in questo modo solo apparentemente difettoso,compreso l'udito.


    Last edited by iano on Sun Feb 07, 2016 11:17 am; edited 2 times in total

      Current date/time is Tue Dec 06, 2016 3:02 pm