Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Nuovi cavi di segnale RCA Alfa Dualprop o Duoprop o... vabbè...
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Nuovi cavi di segnale RCA Alfa Dualprop o Duoprop o... vabbè...

    Share

    Pierinoaudiofilo
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 63
    Data d'iscrizione : 2012-04-10
    Località : Viareggio

    Nuovi cavi di segnale RCA Alfa Dualprop o Duoprop o... vabbè...

    Post  Pierinoaudiofilo on Wed Feb 10, 2016 12:39 pm

    Dunque, avendo necessità di un nuovo cavo per un impianto secondario, decido di rivolgermi di nuovo in casa Airtech commissionando un cavo uguale a quello già in mio possesso e di cui avevo parlato qui http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t18635-prime-impressioni-sui-nuovi-airtech-di-segnale-alfa ; sapendo che il nuovo cavo sarà della nuova generazione con tecnologia Dualprop o quello che è  e avendo chiesto di averlo con i connettori rodiati della serie Evo (che mi fanno quasi raddoppiare il costo ma... crepi l'avarizia!) installerò quest'ultimo sull'impianto principale (Marantz SA-KI Pearl Lite - Pioneer A400 - Kef LS50).

    Naturalmente l'occasione viene buona per un confronto tra il cavo "vecchio" e quello nuovo, anche se abbiamo introdotto la doppia variabile nuova tecnologia+nuovi connettori. Ma tant'è, non sono uno scienziato bensì un ascoltatore, il mio principale obiettivo è la bontà della resa sonora e quindi, via con le prove.

    Dopo alcuni giorni di rodaggio, collego quindi entrambi i cavi (con uno sdoppiatore di uscite) ai connettori del lettore SACD e dall'altra parte alll'ampli, a due ingressi che abitualmente non uso (così li mettiamo a combattere ad armi pari...).

    Come software ho usato principalmente due CD di JM Jarre (Oxygene ed Equinoxe, nella versione del 1997 rimasterizzata 24/96 da Scott Hull per la Masterdisk), l'ultimo di Enya "Dark sky Island" e un'antologia di brani per organo incisi da Chorzempa per la Philips (principalmente la celebre Toccata e Fuga in re min di Bach).
    I primi ascolti fatti così "tanto per..." mi mettono in difficoltà: sento qualcosa di diverso, ma è principalmente la sensazione di un lieve maggior volume sonoro col cavo di nuove generazione; bene, mi metto in predisposizione analitica e mi pongo all'ascolto con attenzione. E comincio a scoprire via via le differenze (che non sono eclatanti - ma me l'aspettavo - anzi piuttosto sottili, ma in certo qual modo consistenti nel dare un carattere diverso a ciò che ascolto).
    Innanzitutto, l'effetto maggiore che si nota è che tornando ad ascoltare il cavo vecchio dopo aver assimilato la riproduzione con quello nuovo, la percezione è quella di un suono un po' più scialbo, non vorrei dire "moscio", e come "rimpicciolito". Via via che proseguo, noto che l'estremo alto è più esteso e rifinito. Il basso lievemente più asciutto, ma adesso perfettamente intelligibile e articolato anche in passaggi in cui, con il cavo precedente, avevo più difficoltà a seguire i giri del basso elettrico o le vibrazioni del basso "sintetico" della musica elettronica.
    Sulle voci c'è poi un bel miglioramento: più "carnose", più realistiche con la percezione dell'emissione di fiato, come mi viene confermato inserendo tra i CD anche lo stupendo "Leave your sleep" di Natalie Merchant.
    Ma quello che si sente con ottima chiarezza è il dipanarsi delle complesse trame sonore dei CD di Jarre e di Enya, in cui le musiche sono costituite dall'intreccio di numerosi elementi sonori elettronici o anche acustici, e con la sovrapposizione polifonica di più voci sovraincise. Questo, unito alla maggiore intelligibilità di fattori non musicali ma fondamentali per la resa acustica (riverberi, echi, decadimenti, eventuali rumori ambientali), determina la perfetta comprensione della posizione dei singoli elementi sonori nello spazio. La scena sonora oltretutto si amplia tangibilmente in larghezza, di un po' in altezza e posso dire di apprezzare ancora di una certa piccola percentuale in più la profondità (che nel mio caso, avendo le casse poste in libreria, è un parametro non completamente percepibile).
    Nonostante, ripeto, le differenze siano piuttosto sottili, mettendo mia figlia a commutare rapidamente (alla cieca) i due ingressi a cui sono collegati i cavi, riesco ad "indovinare" facilmente quale dei due stia "suonando" in quel momento. Ovvio (quasi) dire che nessuna artificiosità o innaturalezza appartiene alla riproduzione effettuata con questi Airtech Alfa, anzi solo la sensazione del fluire naturale della musica, in modo più raffinato e completo di quantro già non facesse il predecessore.

    In conclusione, considerando anche che ho già da un po' passato la boa dei 50 anni (e quindi il mio udito potrebbe non essere più quello di un tempo ) e che il mio impianto non è certo hi-end, già il percepire queste differenze - migliorative - mi ha soddisfatto non poco. Ottimo, ottimo! Sono contento di questi cavi e ringrazio Claudio che me li ha pure portati a casa!  cheers

    Un saluto


    _________________
    Respect!

    Pierinoaudiofilo
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 63
    Data d'iscrizione : 2012-04-10
    Località : Viareggio

    Re: Nuovi cavi di segnale RCA Alfa Dualprop o Duoprop o... vabbè...

    Post  Pierinoaudiofilo on Thu Feb 11, 2016 10:35 pm

    Wow... "The most unsuccessful topic in the world"... Ho vinto quaccheccosa?

    Un saluto


    _________________
    Respect!

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Nuovi cavi di segnale RCA Alfa Dualprop o Duoprop o... vabbè...

    Post  aircooled on Fri Feb 12, 2016 9:05 am

    Non puoi parlare in quei termini di fili non costosi non ti crede nessuno


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

      Current date/time is Tue Dec 06, 2016 6:48 am