Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
STAX ... cosa hanno di così speciale ? - Page 4
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Share

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12092
    Data d'iscrizione : 2009-12-04

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  vulcan on Tue May 04, 2010 11:41 pm

    http://www.wooaudio.com/products/headphones/stax/sr404.html

    http://www.wooaudio.com/products/wastax.html

    Questo combo Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes

    fabiovob
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7461
    Data d'iscrizione : 2009-10-01

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  fabiovob on Tue May 04, 2010 11:42 pm

    vulcan wrote:http://www.wooaudio.com/products/headphones/stax/sr404.html

    http://www.wooaudio.com/products/wastax.html

    Questo combo Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes

    Me gustas.

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  fil on Tue May 04, 2010 11:46 pm

    fabiovob wrote:Domandina per Fil, ringraziandoti per il consiglio già datomi ieri, volevo una tua impressione circa un prodotto che si colloca in una fascia diversa da quello da te suggerito.

    Il prodotto combinato è il seguente, che ne pensi?
    SR-404 + SRM-006tII
    SRS 4040II

    Si, conosco bene quel sistema. E' sicuramente valido, ma và accuratamente abbinato a sorgenti (digitali) con timbrica calda e ben materici in gamma bassa/medio bassa. Evitare cavi in argento e scegliere rame, possibilmente di sezione consistente. Possibilmente usare valvole (n. 2 6FQ7/6CG7) tipo philips/mullard e non siemens/telefunken.
    Occhio anche al nuovo sistema limited edition 30° anniversario di Stax: http://www.stax.co.jp/


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    fabiovob
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7461
    Data d'iscrizione : 2009-10-01

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  fabiovob on Tue May 04, 2010 11:51 pm

    Fil le sorgenti potrebbero essere le seguenti:
    Accuphase DP 700
    Ipod Nano su Wadia 170i, usando come da o i convertitori del DP 700, oppure quelli del DG 48, sempre Accuphase.

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  fil on Wed May 05, 2010 12:05 am

    fabiovob wrote:Fil le sorgenti potrebbero essere le seguenti:
    Accuphase DP 700
    Ipod Nano su Wadia 170i, usando come da o i convertitori del DP 700, oppure quelli del DG 48, sempre Accuphase.

    Credo, ma non lo so e quindi non posso esserti d'aiuto, che il DP700 per la classe di appartenenza e per ciò che ho sempre letto sulla sonorità del marchio Accuphase, sia al di sopra di ogni sospetto.....ci mancherebbe.
    Se invece mia vessi detto per es. di un Esoteric (ma anche Wadia...) te lo avrei sconsigliato, in abbinamento al sistema Stax Lambda.


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    fabiovob
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7461
    Data d'iscrizione : 2009-10-01

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  fabiovob on Wed May 05, 2010 12:26 am

    Ok, grazie.

    Forza paris
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 342
    Data d'iscrizione : 2010-04-29
    Età : 57
    Località : Rende

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  Forza paris on Wed May 05, 2010 12:49 am

    il giullare wrote:
    ...ciao Chicco...,
    non credo si parli di finali esagerati dal punto di vista della potenza,
    ma semplicemente capaci di erogare buona corrente...
    Come tutti i diffusori,hanno un limite minimo per essere mosse e uno massimo di sicurezza...
    Credo...sia proprio la loro ridotta sensibilità a richiedere finali dalle indubbie capacità di pilotaggio...
    Un classe "a",non sò quanto possa essere necessario,
    date le motivazioni per cui nasce...
    Forse proprio per le Apogee,
    che se non ricordo male,hanno rotazioni di fase piuttosto gravi,
    ma non credo sia il caso delle cuffie...
    Piuttosto un ss m000lto raffinato,magari senza nfb,mosfet,xfet o qualche altra diavoleria...
    La maggior parte di coloro che conosco ed hanno elettrostatiche(diffusori),
    utilizzano stato solido...e Tu m'insegni,che siamo tutta gente piuttosto navigata e non da ieri e neppur ierlaltro ,che assembliamo impianti...
    le loro prove,riprove,denaro smenato e quant'altro per arrivare a quella soluzione...
    Possibile che nessuno di loro si sia accorto,
    che il traguardo consistesse nelle lampadine...?

    è un mondo dificile!!!
    Servo Tuo.
    il giullare.

    Allora, Fabrizio, facciamo un po’ di ordine intorno ad alcuni pregiudizi... elettrostatici intorno ai diffusori Stax !
    E’ l’amplificazione valvolare o quella a stato solido quella meglio deputata al pilotaggio delle mitiche F81 ?
    Un analisi del modulo dell’impedenza rivela un andamento che vede un massimo di qualche centinaio di ohm sul medio-basso che decresce intorno ai 5 Ohm sui 20 KHz ; relativamente a questo importante dato, dunque, possiamo dire che – come per la quasi totalità dei diffusori elettrostatici – non gioca la capacità di erogare forti correnti, risultando irrilevante al riguardo la scelta della tecnologia dell’amplificatore tra le due suddette.
    E’vero, invece, che esiste un problema di fase dell’impedenza che ha rotazioni di +/-65° sino ai 500 Hz per attestarsi, oltre tale frequenza, sui -65° (problema che investe, anche in questo caso, tutti i diffusori elettrostatici) : ciò a causa della componente capacitiva introdotta dal trasformatore in ingresso e dalle armature della membrana.
    Di fronte alla reattività del carico rappresentato da un diffusore non tutti gli amplificatori si comportano allo stesso modo ma tale comportamento non dipende dall’impiego della tecnologia a valvole ovvero a da quella stato solido quanto dal valore del tasso di controreazione : maggiormente questo sarà elevato e maggiori saranno i problemi di fase quando verrà riportato in ingresso una parte del segnale prelevato in uscita, in corrispondenza del carico reattivo, per operare la correzione prevista.
    Occorrerà, dunque, tenere d’occhio il tasso di controreazione impiegato nell'amplificatore.
    Con riguardo alla ridotta efficienza dei diffusori elettrostatici (e gli Stax si attestano intorno ai 70 dB !) si può legittimamente aspirare, per impedire all’amplificatore di operare in clipping, alla scelta di uno che operi con una tensione elevata, optando – per quest’aspetto – per uno a stato solido ; tuttavia, è anche il caso di ricordare che gli amplificatori a valvole – proprio per la loro particolare natura – sono caratterizzati da un clipping assolutamente dolce e che non “tosa” il segnale ed a motivo di ciò possono essere di potenza notevolmente inferiore a quelli a stato solido dalle suddette desiderate caratteristiche.
    A ben vedere, insomma, dal punto di vista della facilità di pilotaggio rimangono impregiudicate le possibilità di pilotare adeguatamente i diffusori elettrostatici da parte delle amplificazioni a stato solido come da quelle a valvole mentre dal punto di vista del risultato timbrico... beh, forse - e dico forse - non c’è storia !
    Ciao.

    Chicco.

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12092
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  vulcan on Wed May 05, 2010 12:59 am

    Per la potenza anche con le valvole non si scherza anzi nelle trasmissioni radio ad alta potenza stravincono





    Scusate

    http://www.timebanditaudio.com/etf2007/etf2007.html


    Last edited by vulcan on Wed May 05, 2010 1:01 am; edited 1 time in total


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Forza paris
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 342
    Data d'iscrizione : 2010-04-29
    Età : 57
    Località : Rende

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  Forza paris on Wed May 05, 2010 1:01 am

    arturo wrote: non ho capito una cosa: i mosfet per esempio non fanno parte degli stato solido???
    arturo

    Direi proprio di si...

    Chicco

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  Pazzoperilpianoforte on Wed May 05, 2010 11:32 am

    fabiovob wrote:Fil le sorgenti potrebbero essere le seguenti:
    Accuphase DP 700
    Ipod Nano su Wadia 170i, usando come da o i convertitori del DP 700, oppure quelli del DG 48, sempre Accuphase.

    Se ti fa piacere Fabio, posso dirti che uso il sistema di cuffie Stax in questione, che posseggo da qualche anno, proprio con l'Accuphase DP500. Il risultato è ottimo, purché come diceva giustamente Filippo il cavo sia in rame o al massimo misto rame/argento (io uso dei Kimber di codesta fattura mista) ed evitare assolutamente i ripiani in vetro come supporto per l'ampli. IO ho trovato una ottima soluzione d'appoggio in un ripiano in MDF.

    Ciao


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    fabiovob
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7461
    Data d'iscrizione : 2009-10-01

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  fabiovob on Wed May 05, 2010 11:34 am

    Grazie mille PPP.

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  Pazzoperilpianoforte on Wed May 05, 2010 11:48 am

    Fortza paris wrote:
    Allora, Fabrizio, facciamo un po’ di ordine intorno ad alcuni pregiudizi... elettrostatici intorno ai diffusori Stax !
    E’ l’amplificazione valvolare o quella a stato solido quella meglio deputata al pilotaggio delle mitiche F81 ?
    ....
    A ben vedere, insomma, dal punto di vista della facilità di pilotaggio rimangono impregiudicate le possibilità di pilotare adeguatamente i diffusori elettrostatici da parte delle amplificazioni a stato solido come da quelle a valvole mentre dal punto di vista del risultato timbrico... beh, forse - e dico forse - non c’è storia !
    Ciao.

    Chicco.

    Io però farei un distinguo tra diffusore elettrostatico e diffusore elettrostatico... da quello che dici a parte sfasamento del carico, le Stax F81 non sono un carico difficile. Ma in generale fino agli anni '80 molto più facili erano i carichi dei diffusori tutti, aldilà della tipologia.

    Molto diversa la situazione attuale con molti altri elettrostatici, soprattutto di più recente progettazione rispetto alle F81. Ma anche nei progetti dinamici si è assistito ad un abbassamento dell impedenze e allo sviluppo di woofer necessari di più corrente per rendere al meglio.

    Quindi diciamo che come sempre ogni diffusore fa storia a se. Però sui diffusori odierni il carico facile sugli elettrostatici è più una eccezione che una regola.

    Poi d'accordo che il clipping delle valvole è diverso da quello dei transistor... ma quando la valvola arriva al limite dell'erogazione in potenza comunque comprime i picchi... d'accordo che è cosa che si sente meno del clipping degli ampli a transistor, ma di certo non è cosa che migliori la riproduzione.... quindi anche qui occorre non aspettarsi miracoli.

    Inssomma, ogni caso è un caso a sé, ma in linea generale, con elettrostatici odierni, l'abbinamento alle valvole va ponderato con molta attenzione, e grafici di impedenza e sfasamento alla mano...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Ospite
    Guest

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  Ospite on Wed May 05, 2010 11:49 am

    Fortza paris wrote:
    arturo wrote: non ho capito una cosa: i mosfet per esempio non fanno parte degli stato solido???
    arturo

    Direi proprio di si...

    Chicco
    era retorico
    arturo

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  Pazzoperilpianoforte on Wed May 05, 2010 11:56 am

    vulcan wrote:Per la potenza anche con le valvole non si scherza anzi nelle trasmissioni radio ad alta potenza stravincono
    ...

    Diciamo che però la stragrande maggioranza delle amplificazioni Hi-Fi a valvole non supera la potenza di 100w RMS, e che comunque non si tratta di amplificazioni - per le caratteristiche tipiche delle valvole - ad alta corrente, quindi in grado di domare carichi bassi e molto reattivi (ed il problema coi carichi bassi è accentuato dall'impedenza d'uscita non proprio bassa di queste circuitazioni).

    Io amo alla follia le valvole, ma amplificano in modo molto diverso dai transistor (bene in tensione, male in corrente). Per sfruttarle al meglio dal punto di vista sonoro occorre tenerne conto ...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    realmassy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 5514
    Data d'iscrizione : 2010-04-25
    Età : 40
    Località : Leeds, UK

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  realmassy on Wed May 05, 2010 12:00 pm

    Per favore!!! fatela finita di parlare di STAX
    Mi state facendo venire voglia di provarle Rolling Eyes e il mio portafogli dice no-no-no, non si puo'

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9841
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  Amuro_Rey on Wed May 05, 2010 12:04 pm

    Io le VOGLIO provare cheers ma dove sono ?? Neutral DOVE ??


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12092
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  vulcan on Wed May 05, 2010 1:32 pm

    uno di questi giorni leggeremo di una coppia di proac scivolata dalla finestra


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9841
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  Amuro_Rey on Wed May 05, 2010 1:36 pm

    vulcan wrote:uno di questi giorni leggeremo di una coppia di proac scivolata dalla finestra

    Nun credo ...


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    Forza paris
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 342
    Data d'iscrizione : 2010-04-29
    Età : 57
    Località : Rende

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  Forza paris on Wed May 05, 2010 1:42 pm


    Io però farei un distinguo tra diffusore elettrostatico e diffusore elettrostatico... da quello che dici a parte sfasamento del carico, le Stax F81 non sono un carico difficile. Ma in generale fino agli anni '80 molto più facili erano i carichi dei diffusori tutti, aldilà della tipologia.

    Non sono d'accordo su tale facilità per due ordini di motivi.
    Il primo deriva dall'inferiore grado di sofisticazione e di consapevolezza del peso del crossover sulle prestazioni complessive del diffusore e sulla sua facilità di pilotaggio.
    Il secondo dalla scarsa considerazione delle capacità reali di pilotaggio degli amplificatori a stato solido con tassi parossistici di controreazione.
    Il risultato della diabolica combinazione di queste due problematiche portava a risultati sonori assai scarsamente potabili.


    Molto diversa la situazione attuale con molti altri elettrostatici, soprattutto di più recente progettazione rispetto alle F81. Ma anche nei progetti dinamici si è assistito ad un abbassamento dell impedenze e allo sviluppo di woofer necessari di più corrente per rendere al meglio.

    Non è che ce ne siano molti altri di famosi diffusori elettrostatici.
    Tra quelli che mi sovvengono, i Quad, dal punto di vista della facilità di pilotaggio presentano le stesse - mutatis mutandi - problematiche degli Stax, con il vantaggio di un'efficienza nettamente superiore.
    I Martin Logan CLS, invece rappresentano un caso di specie, rasentando il cortocircuito tra i 10 ed i 20 KHz : per loro è d'obbligo uno stato solido.
    Ovviamente l'abbassamento dell'impedenza dei woofer dinamici allo scopo di aumentarne l'efficienza richiede amplificatori dotati di buona erogazione di corrente ma non esiste ostacolo pratico alla soddisfazione di tale esigenza visto l'attuale aumento di efficenza dei sistemi di altoparlanti ed alla generale presenza sempre meno invasiva dei loro crossover.


    Quindi diciamo che come sempre ogni diffusore fa storia a se. Però sui diffusori odierni il carico facile sugli elettrostatici è più una eccezione che una regola.

    Si, certo, ma non tanto da impedire di ricondurre ad unità concettuale una tipologia di funzionamento.


    Poi d'accordo che il clipping delle valvole è diverso da quello dei transistor... ma quando la valvola arriva al limite dell'erogazione in potenza comunque comprime i picchi... d'accordo che è cosa che si sente meno del clipping degli ampli a transistor, ma di certo non è cosa che migliori la riproduzione.... quindi anche qui occorre non aspettarsi miracoli.

    Un clipping è un clipping e significa che l'amplificatore è arrivato, dopodichè uno stato solido tosa il segnale e se ne accorge pure uno che passa casualmente per strada (oltre al tweeter del malcapitato diffusore) ; uno a valvole cerca di fare finta di niente e dissimetrizza discretamente di... seconda.


    Inssomma, ogni caso è un caso a sé, ma in linea generale, con elettrostatici odierni, l'abbinamento alle valvole va ponderato con molta attenzione, e grafici di impedenza e sfasamento alla mano...

    Io intendevo solamente sostenere, argomentando sulla base dei loro requisiti tecnico-costruttivi, l'indifferenza tecnica dell'abbinamento dei diffusori elettrostatici ad amplificazioni a stato solido ovvero a valvole.
    Non mi sembra che, senza riferimenti precisi, ne esca ridimensionato il mio ragionamento.
    Ma se una persona preferisce la ricetta della nonna va bene ugualmente : ognuno cerca nella realtà ciò che più lo rassicura, ci mancherebbe !
    Io penso che un melomane, se vuole farsi guidare dal criterio della sufficienza (nella considerazione della potenza dell'amplificazione necessaria ad un idoneo, tecnicamente parlando, pilotaggio dei diffusori), dovrebbe sempre considerare un'amplificazione a tubi, senza pregiudizi.
    Sui risultati sonori degli abbinamenti, poi, ognuno è sovrano e non metto lingua.
    Eppure posso dire di aver sentito meraviglie da una CLS pilotata da un Classic 60 : allucinazioni, sicuramente...

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  Pazzoperilpianoforte on Wed May 05, 2010 5:32 pm

    Vedi Fortza paris, urge che io sottolinei una cosa, che è data per scontata in questo forum ma che forse non è data per scontata in altri forum: qui nessuno da ricette (né della nonna né di altri), nessuno ha verità precostituite, nessuno quando non è in accordo con altri parla di allucinazioni.

    Qui ognuno esprime la propria opinione senza per questo dire che ciò che dice l'altro sono allucinazioni. E accetta che l'altro possa essere in disaccordo senza pensare di lui che abbia stati allucinatori .

    Dico questo perché è il motivo per cui è nato questo forum, di cui io sono uno dei primi frequentatori, pur se non fondatore. Tu hai ragione quanta ne ho io, ma i nostri punti di vista sono diversi (la bottiglia è mezza vuota o mezzo piena?).

    Come sempre nel discorso che stiamo facendo credo sia solo un problema di punti di vista. Cerco di spiegarti perché.

    Le valvole: si dice spesso che rendono di più alla potenza perché hanno il clipping dolce. Per molti sarà vero: ma quando io sento i picchi della grancassa dell'orchestra sinfonica compressi per me non è più alta fedeltà: quindi abbasso il volume. Ed allora quello che può essere vero per molti (la resa alla potenza dei valvole è maggiore che non per i transistor) per me non è vera. Per me se scompare la capacità di reggere il picco, scompare la musica. E si sente.
    Gamma bassa: non è il punto di forza delle valvole, tantopiù quanto il carico è complesso. Più il carico è complesso, meno fuoco troviamo in caso di segnali in gamma bassa articolati e di rilevante ampiezza. Io trovo che un sistema che non sia in grado di dipanarmi segnali complessi in gamma bassa non sia un sistema accettabile. Per riuscire a minimizzare questo problema con i valvole occorre, per la mia esperienza, andarci molto cauti con la scelta del diffusore. Magari nel resto della gamma sentiremo suoni paradisiaci, ma per me un impianto che manca di fuoco sul basso è un impianto limitato e limitante. Non è detto che la debbano pensare tutti come me: ci sono anche audiofili disposti ad accettare meno nitore e velocità sul basso. Chi sono io per dire che sbagliano? magari ci sono sistemi dal basso lungo e/o compresso e/o poco nitido e/o distorto che suonano magnificamente i quartetti d'archi: un appassionato di quartetti potrebbe trovarli paradisiaci, ideali. Quell'audiofilo non sono io, però. Ma non mi sognerei mai di dire ad uno di questi appassionati che ha le allucinazioni.

    Diffusori elettrostatici di bassissima efficienza (tipo F81): io cercherei di pilotarle con amplificatori della massima potenza da loro accettabile (300w) per cercare almeno di permettere loro di esprimere tutta la pressione sonora per loro possibile (a 300w, con 73db d'efficienza, si ottengono circa 97-98db ad 1 m), perché pur amando le valvole a volte ho voglia di ascoltare l'impianto non dall'ultima fila della platea. Magari non in prima fila, ma in decima magari si. Questo è mio gusto: non ritengo impossibile che chi si senta appagato da una pressione sonora da loggione possa abbinare alle F81 un 50w a valvole, ma non è la mia strada. Non ha torto lui, ma non ho torto nemmeno io. Ci sarà chi è d'accordo con lui e chi è d'accordo con me. In audio è normale: va visto come vogliamo ascoltare, ed ognuno ha le sue soluzioni. Comunque va detta una cosa: viste le premesse io non comprerei per me una coppia di F81 (ammesso che riuscissi a trovarle).

    Quindi come vedi il discorso prevede:
    1. premesse: cioé come a noi piace ascoltare (timbro, volume, ecc. ecc.);
    2. peculiarità: i programmi musicali che ascoltiamo;
    3. Nostra esigenza di perfezionimo/nostra sensibilità ad alcuni fenomeni acustici (non tutti sentono tutto - difetti compresi - allo stesso modo e con la stessa rilevanza).

    Quindi io credo che la nostra discussione possa finire tranquillamente senza un vinto e senza un vincitore. Perché nessuno vince e nessuno perde. Chi la pensa come me darà ragione alle mie osservazioni e le considererà buona indicazione; chi la pensa come te farà altrettanto per le tue.

    C'è spazio per tutti . Ma soprattutto: non stavamo parlando di cuffie?


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  fil on Wed May 05, 2010 7:00 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    Il risultato è ottimo, purché come diceva giustamente Filippo il cavo sia in rame o al massimo misto rame/argento (io uso dei Kimber di codesta fattura mista)
    Ciao

    Ma non dirmi che abbiamo lo stesso cavo di segnale!
    Il mio (bilanciato) è proprio il Kimber Select KS1121 (rame/argento)
    Il tuo?


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9841
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  Amuro_Rey on Wed May 05, 2010 7:05 pm

    A parte gli scherzi, qualcuno saprebbe indicarmi un posto, un "si vende" che faccia provare le STAX a Milano e provincia ?


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  Pazzoperilpianoforte on Wed May 05, 2010 7:11 pm

    fil wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    Il risultato è ottimo, purché come diceva giustamente Filippo il cavo sia in rame o al massimo misto rame/argento (io uso dei Kimber di codesta fattura mista)
    Ciao

    Ma non dirmi che abbiamo lo stesso cavo di segnale!
    Il mio (bilanciato) è proprio il Kimber Select KS1121 (rame/argento)
    Il tuo?

    E' lui!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! cheers cheers .

    Incredibile!!!

    Però lo uso sbilanciato. L'uscita bilanciata del CD va all'ampli.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  fil on Wed May 05, 2010 7:12 pm

    Amuro_Rey wrote:A parte gli scherzi, qualcuno saprebbe indicarmi un posto, un "si vende" che faccia provare le STAX a Milano e provincia ?

    Non vorrei dire una stupidata, ma mi sembra di ricordare che sebbene fosse molti anni fà, le vidi qui:

    http://www.buscemihifi.it/



    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  fil on Wed May 05, 2010 7:15 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    Però lo uso sbilanciato. L'uscita bilanciata del CD va all'ampli.

    Hai provato e, al caso con quale risultato/differenze, a collegare direttamente l'uscita bilanciata del dp500 all'ingresso bilanciato dell'ampli Stax?



    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    Forza paris
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 342
    Data d'iscrizione : 2010-04-29
    Età : 57
    Località : Rende

    Re: STAX ... cosa hanno di così speciale ?

    Post  Forza paris on Wed May 05, 2010 7:30 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Vedi Fortza paris, urge che io sottolinei una cosa, che è data per scontata in questo forum ma che forse non è data per scontata in altri forum: qui nessuno da ricette (né della nonna né di altri), nessuno ha verità precostituite, nessuno quando non è in accordo con altri parla di allucinazioni.

    Qui ognuno esprime la propria opinione senza per questo dire che ciò che dice l'altro sono allucinazioni. E accetta che l'altro possa essere in disaccordo senza pensare di lui che abbia stati allucinatori .


    Come avrai visto, il mio post nasceva da una puntualizzazione su un'osservazione estemporanea (leggermente OT, in quanto parlando di cuffie elettrostatiche ha esteso il discorso a diffusori elettrostatici) di Fabrizio, un "fazioso" - in senso affettoso - dello stato solido ed un "avversatore" delle valvole.
    Ognuno può dire quello che vuole su ciò che piace e che non piace, non c'è dubbio : la mia precisazione era diretta a chiarire un punto preciso e circostanziato riguardo una sua affermazione e basta.
    Poi posso sempre essere smentito, cosa che Fabrizio non ha fatto, essendo palese che la sua affermazione era una scelta di campo : niente di male...
    Tu hai pensato di intervenire (allontanandoti definitivamente dall'argomento) nulla aggiungendo se non la tua personale opinione e scelta di campo, senza smentire ciò che ho ritenuto utile nuovamente puntualizzare per far capire che il mio non voleva - nè poteva - essere un punto di vista da far prevalere su un altro ma solo un ragionamento.
    Io non sono abituato a fare polemiche sul nulla e sono molto attento all'uso delle parole : io mi sono addebitato ironicamente lo stato allucinatorio visto che - contrariamente a quanto precisato nel mio post - ho sentito suonare dignitosamente un valvolare (l'Audio Research Classic 60) con i Martin Logan Curvi Linear Source, da dove hai dedotto che l'avessi addebitato a te ?
    Faccio un impegno personale dello sforzo di non urtare la suscettibilità di alcuno nell'uso delle parole e nel miglior modo di illustrarne il senso e mi dispiace quando gli altri - per superbia o superficialità - non l'apprezzano.
    Possiamo pure tornare a parlare di my-fi...

      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 12:38 pm