Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Mozart, la caduta degli dei
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Mozart, la caduta degli dei

    Share

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Mozart, la caduta degli dei

    Post  ema49 on Sun Apr 03, 2016 5:45 pm


    Penso valga la pena leggerlo. Io lo leggerò.

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/04/03/le-sinfonie-di-mozart-che-forse-non-sono-di-mozart-quella-firma-per-oscurare-litaliano-luchesi/2579089/


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12056
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  vulcan on Sun Apr 03, 2016 6:56 pm

    possibile Ema? Io mi ritengo un ignorante planetario in merito alla classica, ascolticchio qualcosa ma a livello storiografico sono Zero


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    gciraso
    Moderatore strizzacervelli

    Numero di messaggi : 3603
    Data d'iscrizione : 2013-06-06
    Età : 61
    Località : Padova

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  gciraso on Sun Apr 03, 2016 7:01 pm

    Molto interessante, lo acquisterò senz'altro


    _________________
    Giovanni

    E leggetelo 'sto regolamento!!!

    ze inutile ragionar coi mussi, te perdi tempo e te infastidissi la bestia

    nellosound
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 636
    Data d'iscrizione : 2012-12-24
    Età : 46
    Località : Pisa

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  nellosound on Sun Apr 03, 2016 8:24 pm

    Mozart, scrive Amato, “in soli 35 anni di vita, considerando che nei primi cinque anni la produzione è scarsissima, scrive circa settecento lavori. Una media di ventitré lavori all’anno, due al mese per trent’anni di seguito. Durante i suoi frequenti spostamenti Amadeus passava molti giorni in carrozza: non credo che con le strade sterrate dell’epoca fosse possibile scrivere musica senza errori per giunta”.

    Questa argomentazione mi sembra molto convincente, anche io mi sono sempre domandato come avesse potuto produrre tanto in così poco tempo. Vabbé il talento, ma paragonata anche a quella di altri autori la produzione mozartiana è sempre sembrata fuori proporzione.


    _________________
    Diffusori: Audes Blues
    Amplificatore: Audio Analogue Maestro 70 Rev2
    Pre Phono: Audio Analogue Aria Rev. 2
    Piatto: Thorens td160 - Shure M97xe
    Lettore cd: Audio Analogue Fortissimo by Airtech
    Cavi: Air Tech Alfa

    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8671
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : prov.Cremona

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  Giordy60 on Mon Apr 04, 2016 11:53 am

    quindi il dubbio che " scopiazzava " c'è


    _________________
    la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre ( cit. di Albert Einstein )
    Spoiler:

    io ascolto così : Mac-mini + HQPlayer in ramdisk, o WaveLab 7 o izotope RX4 =>cavo di rete =>TP-link mc110cs =>cavo monomodale =>TP-link  mc110cs =>cavo di rete =>Mini PC-Fitlet-b, con WS2012R2, NAD in ramdisk =>interfaccia USB =>nuprime DAC-10 =>monitor attivi Klein+Hummel o410 + sub Neumann Kh o810


    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12056
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  vulcan on Mon Apr 04, 2016 12:00 pm

    Non avrei mai immaginato qualcosa di simile ai tempi essere scoperti doveva essere piuttosto difficile.


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  ema49 on Mon Apr 04, 2016 1:39 pm

    Giordy60 wrote:quindi il dubbio che " scopiazzava " c'è

    Per la verità è da parecchi decenni che se discute. Ma non farei un discorso quantitativo: Mozart componeva con la stessa rapidità con la quale noi leggiamo i post del forum. Spero che gli autori di questo studio portino anche altri argomenti a sostegno della loro tesi.


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21513
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  pluto on Mon Apr 04, 2016 1:51 pm

    ema49 wrote:
    Giordy60 wrote:quindi il dubbio che " scopiazzava " c'è

    Per la verità è da parecchi decenni che se discute. Ma non farei un discorso quantitativo: Mozart componeva con la stessa rapidità con la quale noi leggiamo i post del forum. Spero che gli autori di questo studio portino anche altri argomenti a sostegno della loro tesi.

    Esatto  

    Prima di accusare un genio assoluto ci andrei cautissimo. Basta solo il 20% della sua produzione x farlo appartenere di diritto all'olimpo dei geni imperituri (e parliamo di 2/3 al massimo).

    Prima di trattarlo come un Albano qualsiasi, nzomma....

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  ema49 on Mon Apr 04, 2016 2:55 pm

    pluto wrote:

    Esatto  

    Prima di accusare un genio assoluto ci andrei cautissimo. Basta solo il 20% della sua produzione x farlo appartenere di diritto all'olimpo dei geni imperituri (e parliamo di 2/3 al massimo).

    Prima di trattarlo come un Albano qualsiasi, nzomma....


    Boh..leggiamo e poi ci scambiamo qualche opinione. Magari nel frattempo ascoltiamo qualcosa di Luchesi, compositore del quale non conoscevo l'esistenza... Embarassed

    Tanto per cambiare, io comincio con questo requiem:

    https://www.google.it/search?q=luchesi+requiem&oq=luchesi&aqs=chrome.3.69i57j0l5.8700j0j7&sourceid=chrome&ie=UTF-8#q=luchesi+requiem&tbm=vid

    Ma sul tubo c'è parecchia altra roba, potremmo farci una nostra opinione e discuterne quì o in altra sede.


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21513
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  pluto on Mon Apr 04, 2016 4:22 pm

    Ho appena ascoltato il concerto x tastiera in FA maggiore. E' meraviglioso

    Pare che pure il giovane Beethoven sia stato fortemente influenzato da Lucchesi. Ma Wiki sostiene che Beethoven non abbia mai citato Lucchesi tra i suoi insegnanti; il che è molto strano visto che Lucchesi bazzicava con il nonno di Beethoven.

    La cosa ancor più strana è che sia stato sistematicamente ignorato da tutti x oltre 200 anni. Boh

    nellosound
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 636
    Data d'iscrizione : 2012-12-24
    Età : 46
    Località : Pisa

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  nellosound on Mon Apr 04, 2016 4:48 pm

    Perché forse la vera ragione sta nel vil denaro... Come sembra di capire dalle anticipazioni, l'interesse degli editori era vendere musica e quindi facevano affari migliori con autori già conosciuti come, appunto, Mozart che all'epoca godeva della fama di una ''star'' di primo piano.
    Non ci sarebbe da stupirsi se dunque per arricchire il catalogo siano state inserite opere di altri. D'altronde, come già si faceva notare, anche solo meno della metà delle sue pagine lo farebbero considerare un genio assoluto.


    _________________
    Diffusori: Audes Blues
    Amplificatore: Audio Analogue Maestro 70 Rev2
    Pre Phono: Audio Analogue Aria Rev. 2
    Piatto: Thorens td160 - Shure M97xe
    Lettore cd: Audio Analogue Fortissimo by Airtech
    Cavi: Air Tech Alfa

    gciraso
    Moderatore strizzacervelli

    Numero di messaggi : 3603
    Data d'iscrizione : 2013-06-06
    Età : 61
    Località : Padova

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  gciraso on Mon Apr 04, 2016 7:33 pm

    Ma scusate, non metto in dubbio la competenza degli Autori, io però vorrei vedere queste composizioni sicuramente attribuite a Lucchesi, giusto per capire un po' come scriveva. Che poi contaminazioni e prestiti abbondino nella storia della musica su questo non ci piove.
    Per quanto riguarda il vil danaro, ricordo che Mozart è morto nella miseria più nera, quindi certo non si è arricchito, come pure il povero Beethoven e numerosi altri.


    _________________
    Giovanni

    E leggetelo 'sto regolamento!!!

    ze inutile ragionar coi mussi, te perdi tempo e te infastidissi la bestia

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  ema49 on Mon Apr 04, 2016 8:05 pm

    nellosound wrote:Perché forse la vera ragione sta nel vil denaro... Come sembra di capire dalle anticipazioni, l'interesse degli editori era vendere musica e quindi facevano affari migliori con autori già conosciuti come, appunto, Mozart che all'epoca godeva della fama di una ''star'' di primo piano.
    Non ci sarebbe da stupirsi se dunque per arricchire il catalogo siano state inserite opere di altri. D'altronde, come già si faceva notare, anche solo meno della metà delle sue pagine lo farebbero considerare un genio assoluto.

    Certo non ci sarebbe da stupirsi, ma bisogna dimostrarlo. E, ribadisco, il criterio "quantitativo" è privo di fondamento, per lo meno con Mozart. Che compose, come molti sanno, uno dei suoi capolavori durante una partita a boccette.. santa .. che infatti si chiama "trio delle boccette" per pf, viola e clarinetto.
    E che ricordava nota per nota, anche dopo un unico ascolto partiture davvero complesse.
    Altro che viaggi in carrozza... Laughing


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  iano on Tue Apr 05, 2016 3:19 am

    Sartre aveva una parete tappezzata coi libri di Flaubert,ma non riuscì mai a leggerli tutti,pur impegnandosi a farlo.
    Io mi godo di più libri e musica quando non conosco gli autori...come se fossi io a scoprirli. Embarassed
    Mozart?Chi è?

    nellosound
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 636
    Data d'iscrizione : 2012-12-24
    Età : 46
    Località : Pisa

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  nellosound on Tue Apr 05, 2016 9:12 am

    gciraso wrote:Ma scusate, non metto in dubbio la competenza degli Autori, io però vorrei vedere queste composizioni sicuramente attribuite a Lucchesi, giusto per capire un po' come scriveva. Che poi contaminazioni e prestiti abbondino nella storia della musica su questo non ci piove.
    Per quanto riguarda il vil danaro, ricordo che Mozart è morto nella miseria più nera, quindi certo non si è arricchito, come pure il povero Beethoven e numerosi altri.

    Infatti erano gli editori i più voraci in quanto ai soldi e dunque non ci sarebbe da stupirsi se avessero comprato opere di altri autori per poi rivenderle come originali Mozart; forse anche all'insaputa del Mozart stesso.


    _________________
    Diffusori: Audes Blues
    Amplificatore: Audio Analogue Maestro 70 Rev2
    Pre Phono: Audio Analogue Aria Rev. 2
    Piatto: Thorens td160 - Shure M97xe
    Lettore cd: Audio Analogue Fortissimo by Airtech
    Cavi: Air Tech Alfa

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  RockOnlyRare on Tue Apr 05, 2016 10:22 am

    Articolo interessante.
    Penso che sia estremamente difficile scoprire la verità.
    Comunque l'importante è la musica, in se, se è meravigliosa lo è indipendentemente da chi l'abbia scritta.

    Fermo rendando rendere il giusto riconoscimento all'autore.


    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21513
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  pluto on Tue Apr 05, 2016 11:20 am

    iano wrote:Sartre aveva una parete tappezzata coi libri di Flaubert,ma non riuscì mai a leggerli tutti,pur impegnandosi a farlo.
    Io mi godo di più libri e musica quando non conosco gli autori...come se fossi io a scoprirli. Embarassed
    Mozart?Chi è?

    Se volete lapidare Iano, io non vi fermo di sicuro Laughing Laughing

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21513
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  pluto on Tue Apr 05, 2016 11:26 am

    Mettiamola così

    a) cautela nello sposare la tesi proposta dallo studio. Ma comunque interessante. Va approfondito

    b) stupenda occasione e diamo merito al Barbuto (che una volta all'anno ci prende Laughing Laughing , quando bastona il Basculante invece ci prende sempre affraid ) x scoprire questo autore sconosciuto che apparentemente ha scritto pagine molto belle e di cui si sapeva poco o niente
    (dopo il Barbuto, faccio outing pure io: non sapevo neanche chi fosse)

    Il 3D andrebbe spostato in classica a mio avviso

    e si potrebbe pure incominciare a fare qualche ricerca nella discografia. Se trovo qualcosa sul concerto in FA lo prendo al volo tanto x cominciare

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  RockOnlyRare on Tue Apr 05, 2016 4:43 pm

    pluto wrote:Mettiamola così

    a) cautela nello sposare la tesi proposta dallo studio.  Ma comunque interessante. Va approfondito

    b) stupenda occasione e diamo merito al Barbuto (che una volta all'anno ci prende Laughing Laughing , quando bastona il Basculante invece ci prende sempre affraid )  x scoprire questo autore sconosciuto che apparentemente ha scritto pagine molto belle e di cui si sapeva poco o niente
    (dopo il Barbuto, faccio outing pure io: non sapevo neanche chi fosse)

    Il 3D andrebbe spostato in classica a mio avviso

    e si potrebbe pure incominciare a fare qualche ricerca nella discografia. Se trovo qualcosa sul concerto in FA lo prendo al volo tanto x cominciare



    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16085
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  Geronimo on Wed Apr 06, 2016 12:27 pm

    Per la sola Scena del Commendatore diretta da Furtwängler butterei a mare tutta la produzione rock dal 1950 in poi




    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  RockOnlyRare on Thu Apr 07, 2016 11:17 am

    Geronimo wrote:Per la sola Scena del Commendatore        diretta da Furtwängler butterei a mare tutta la produzione rock dal 1950 in poi  



    Ognuno ha le sue preferenze. Sono due generi completamente differenti che è giusto che abbiano il loro seguito ed appassionati. Lungi da me giudicare chi sia meglio, posso dire cosa mi piace di più.

    PEr meil rock è stata una ragione di vita, mi ha fatto crescere come persona, mi ha spinto alla passione per l'alta fedeltà è mi ha riempito la vita di felicità e passione.
    Non potrò mai essere abbastanza grato a coloro che hanno creato questa musica e mi hanno permesso di ascoltarla e goderne la sua bellezza.

    Ripeto senza nulla togliere alla classica ed all'operistica, che sicuramente hanno profondamente ispirato il rock.
    Certamente senza classica non ci sarebbe il rock.


    Ivanhoe
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1493
    Data d'iscrizione : 2012-10-30
    Località : ad Est

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  Ivanhoe on Thu Apr 07, 2016 12:18 pm

    Non è una novità, i violinisti lo dicono da sempre che le composizioni sono troppo differenti tra loro e alcune troppo elementari per provenire dalla mente del "genio"


    _________________
    If Music be the food of Love, play on

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  iano on Sat Apr 09, 2016 12:26 am

    pluto wrote:

    Se volete lapidare Iano, io non vi fermo di sicuro  Laughing Laughing
    Come diceva Troisi,se entri in una libreria ci sono mmilioni di libri...e io sono uno.Ho iniziato troppo tardi....non ce la faccio più a leggerli tutti.  affraid
    Credo che funzioni così anche con Mozart.Se non te lo hanno inculcato in giovane età,allora è troppo tardi.
    Ora,qui si parla di opere attribuite in modo apocrifo,ma si tratta di una problematica tutta dei giorni nostri,se nelle prime incisioni discografiche autori ed esecutori non venivano neanche indicati.
    Io stesso sono dentro a questo tipo di cultura,ma la vivo come un paradosso.
    Quando ad esempio in un brano musicale sento un accenno di scopiazzamento dentro di me grido allo scandalo,ma non so se questo atteggiamento culturale è un bene per la musica.Al massimo per gli autori,se ancora in vita.
    Viva il jazz allora che delle citazioni ne fà un arte,così come è sempre stato fino a un certo punto per tutti,Mozart compreso.


    Last edited by iano on Sat Apr 09, 2016 12:35 am; edited 1 time in total

    nellosound
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 636
    Data d'iscrizione : 2012-12-24
    Età : 46
    Località : Pisa

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  nellosound on Sat Apr 09, 2016 12:31 am

    RockOnlyRare wrote:

    Ognuno ha le sue preferenze. Sono due generi completamente differenti che è giusto che abbiano il loro seguito ed appassionati. Lungi da me giudicare chi sia meglio, posso dire cosa mi piace di più.

    PEr meil rock è stata una ragione di vita, mi ha fatto crescere come persona, mi ha spinto alla passione per l'alta fedeltà è mi ha riempito la vita di felicità e passione.
    Non potrò mai essere abbastanza grato a coloro che hanno creato questa musica e mi hanno permesso di ascoltarla e goderne la sua bellezza.

    Ripeto senza nulla togliere alla classica ed all'operistica, che sicuramente hanno profondamente ispirato il rock.
    Certamente senza classica non ci sarebbe il rock.

    la musica è un continuo


    _________________
    Diffusori: Audes Blues
    Amplificatore: Audio Analogue Maestro 70 Rev2
    Pre Phono: Audio Analogue Aria Rev. 2
    Piatto: Thorens td160 - Shure M97xe
    Lettore cd: Audio Analogue Fortissimo by Airtech
    Cavi: Air Tech Alfa

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Mozart, la caduta degli dei

    Post  iano on Sat Apr 09, 2016 12:41 am

    nellosound wrote:

    la musica è un continuo
    E' una variazione.Imbalsamarla non è una buona idea. :faccina ridente
    Tutto passa e tutto ritorna,ma non è mai la stessa musica.
    Pop rock classica si saccheggiano da sempre a vicenda in un continuo crescendo,appunto,ma non si deve dire. Laughing

      Current date/time is Sat Dec 03, 2016 6:42 pm