Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK! - Page 18
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Share

    Ospite
    Guest

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Ospite on Tue Sep 20, 2016 9:58 am

    vulcan wrote:Grazie Andrea ora mi è chiaro, concordo con Valentino in merito alla 500, ossia non è perfetta ma sicuramente non è mal suonante.
    Ricordo che con valvole aperte e cavo in argento la resa non era affatto male.
    Ti sei fatto la monoblock custom

    ...In verità di novità ce ne sono 3, la Grado di Andrea più una Top, con la quale voglio fare un Test comparativo, in ambiente controllato. Si ho ordinato ad Andrea, sulla carta e a fiducia, la Monoblock MKII, in versione Special...speriamo che sia come me la immagino. Nicola, appena messa su da Andrea, mi è piaciuta all'istante, Corposa, Materica, Trasparente e con un ottimo Punch di Basso e i Medio/Alti Belli, Corretti e Precisi, insomma la miglior Chiusa mai ascoltata. In più ho portato a modificare la ED10, in Bilanciato con 2 XLR a 3 Gold Pin, utilizzando gli stessi Connettori usati da Rudi per la Chroma sul Cavo Litz, il Cavo rimane quello Originale di Ultrasone, e poi la Top per una Modifica del Cablaggio e Bilanciamento. Più avanti, al ricevimento, posterò le foto, per il commento del Test, sarà solo in forma privata x chi lo vorrà richiedere.

    Ciao Vale




    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12073
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  vulcan on Tue Sep 20, 2016 10:07 am

    Bene mi hai scritto grosso modo quello che mi ha detto Michelangelo in merito alla monoblock, gli hai portato un po' di lavoro compresa la Ed 10.
    Buoni ascolti sunny


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Ospite
    Guest

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Ospite on Tue Sep 20, 2016 10:34 am

    vulcan wrote:Bene mi hai scritto grosso modo quello che mi ha detto Michelangelo in merito alla monoblock, gli hai portato un po' di lavoro compresa la Ed 10.
    Buoni ascolti sunny

    ...La ED10, solo per il cambio Connettori per renderla Bilanciata così come da W.D. ricevuto da Ultrasone, così come l'aveva il Mitico Rotondi. Questa Cuffia ha avuto la necessità di un lunghissimo Warm up, circa 500 ore, ora suona così come l'aveva descritta lui, nei vari Post del recente passato, e non solo su questa Cuffia ma anche su un'altra Top, debitamente fatta Moddare negli USA...ma ricevendo i soliti mezzi commenti dalle solite mezze persone. Mi spiace ma preferivo il "Vecchio Corso", molto più costruttivo e propositivo per chi come me, 10 anni fa, ha approcciato a questo Mondo!!!!

    galway
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 99
    Data d'iscrizione : 2012-11-13

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  galway on Tue Sep 20, 2016 11:26 am

    Monoblok arrivata.
    Stasera parto con gli ascolti.
    Grazie Andrea

    marcolino84
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 4
    Data d'iscrizione : 2016-04-12

    recensione

    Post  marcolino84 on Tue Sep 20, 2016 2:25 pm

    Vorrei innanzitutto ringraziare Andrea per avermi dato l’opportunità di testare questa sua nuova “abarthizzazzione” no-compromise del driver beyer, che da quel che leggo in giro è utilizzato dalla casa tedesca per equipaggiare i suoi tre modelli più noti della penultima generazione, ossi ala DT 880, 990 e 770 rispettivamente semi-chiusa, semi-aperta, chiusa, nelle loro varie versioni con impedenze di 32-250 e 600 ohm. Ho già avuto in precedenza l’occasione di poter ascoltare, seppur fugacemente, la Grado da lui elaborata, presso un appassionato romano da cui ho acquistato una Senn. HD 650. Avendone in quella sede ricavata un’ottima impressione, seppur superficiale ed incerta, mi sono convinto a seguire il suo lavoro, basato su considerazioni fisiche e scelte tecniche certamente valide, quali l’eliminazione pressoché totale di risonanze e vibrazioni indesiderate dei cups che generano nella maggior parte delle cuffie su produzione in larga scala sgradite colorazioni e/o senso di inscatolamento/confusione; principalmente attraverso il trattamento delle camere interne e l’impiego massiccio di materiali “pregevoli” quali l’alluminio. La Monoblock, racchiusa in una valigetta metallica pratica, robusta, munita di serrature a chiave e sufficientemente portabile si presenta subito come una realizzazione notevolissima, dato il peso, la consistenza delle capsule e del cavo di collegamento che, pur non essendo sostituibile, è lungo circa 3 mt, di generosissima sezione, comunque sufficientemente flessibile, corredato di uno spinotto quadripolare che presumo serva per connetterla in Bilanciato. Insieme alla cuffia troviamo a corredo un adattatore da 6.3 mm jack per il collegamento in Sbilanciato, configurazione con la quale l’ho ascoltata. Una prima osservazione che mi sento di fare riguarda l’affidabilità meccanica complessiva della cuffia. Infatti, se da un lato i cups in alluminio tornito ed il cavo danno l’impressione di essere indistruttibili, dall’altra l’archetto con gli snodi originali Beyer risultano inadeguati a sostenere efficacemente il peso del complesso cups+cavo. Nonostante la relativa “giovinezza” la slitta del padiglione sinistro fatica a trattenerlo nella posizione impostata, concedendogli troppo spesso di stazionare in completa estensione. Anche la slitta destra risulta leggermente lasca, e quando la cuffia viene indossata si producono alle volte fastidiosi scricchiolii che mettono in apprensione l’utilizzatore. Mi sento quindi di consigliare al più presto una revisione di questo sistema , per aumentare l’affidabilità e prolungare la durata del prodotto. Ciononostante durante l’uso, una volta calzata la Monoblock rimane saldamente al proprio posto, facendo affidamento più all’appoggio dell’archetto imbottito sulla sommità del capo che alla pressione dello stesso lateralmente. La prova di ascolto è stata condotta con 5 differenti setup:
    1) Postazione da letto. Sorgente Cowon X9 con file FLAC C6 rippati da cd, amplificatore portatile con alimentatore esterno American Audio pro.
    2) Pc fisso + win 7 ultimate + Foobar 2000 + interfaccia s/pdif-usb 2.0 + DAC Arcam Delta Black Box (tda 1541) + FLAC C6 rippati da cd, alternando come amplificatori cuffie un OTL con 6080, Luxman L10 , Onkyo A5 e Sansui au 217.
    Il setup con l’OTL ha dato soddisfacenti risultati timbrici ma ha mostrato dei limiti nel pilotaggio e nelle capacità dinamiche, ed è stato cosi accantonato in favore dello ss, che mi è sembrato più adeguato alle richieste energetiche della Monoblock. Sia amplificata con la postazione da letto che con le altre a rotazione la cuffia ha dato risultati molto simili, riproponendo sostanzialmente in scala gli stessi pregi e difetti. Inizialmente la prova è stata condotta per comparazione, alternando e confrontando la Monoblock con la HD 650, ma poi , viste le distintissime impostazioni e personalità che le contraddistingue questo approccio è stato abbandonato, in quanto mi sono reso conto che non mi avrebbe portato a conclusioni univoche. La HD 650 è quindi stata usata successivamente non in maniera sistematica ma circostanziata per avere su dei passaggi ben precisi di alcuni brani ben conosciuti eventuali conferme o smentite di determinate sensazioni. I risultati sono stati i seguenti:
    La pilotabilità è discreta, in linea sostanzialmente con altre top a bassa impedenza, i livelli sono sufficienti anche con piccoli amplificatori portatili ma chiaramente con amplificazioni più sostanziose guadagnano in dinamica, ampiezza del palcoscenico e livello di dettaglio. Il suono che ne è scaturito è stato fondamentalmente di altissimo livello su alcuni parametri, mentre su altri (pochi in verità) la prestazione non è stata entusiasmante. Scendendo nel particolare, il microdettaglio, la micro e macrodinamica, la definizione, il nitore, il “nero” infrastrumentale e la spinta del basso lasciano interdetti per l’elevata qualità dei singoli parametri . L’impostazione è essenzialmente monitor, viene quindi privilegiato un tipo di ascolto che sottende più al cesello chirurgico ed all’analisi critica delle trame sonore nonchè all’esaltazione esasperata dei piccoli dettagli piuttosto che alla restituzione complessiva, d’insieme, del “senso” del brano. L’attenzione dell’ascoltatore è quindi continuamente deviata e rapita dall’entrata in scena dei singoli strumenti, che si stagliano nettamente nello spazio disponibile, piuttosto che sulla compattezza e completezza globale del messaggio musicale. La gamma bassa, violenta, netta, priva di colorazioni o attenuazioni udibili, risulta anche estremamente modulata, e non “sporca” mai le gamme adiacenti. Ciò contribuisce ad elevare le capacità dinamiche, davvero ragguardevoli, e a far emergere i minimi contrasti che determinano cosi una ricostruzione tridimensionale accurata ed estesa, soprattutto in profondità e larghezza, al pari di una cuffia aperta. Deludente la timbrica, che in alcuni momenti ha richiesto una verifica comparata con la HD 650 e con i diffusori. Questo aspetto mi ha lasciato effettivamente perplesso, infatti alcuni strumenti, quali il pianoforte e le chitarre, ma anche le voci, in particolare femminili, risultano spesso troppo esili ed asciutte, eccessivamente assottigliate ed essenziali, parzialmente prive del loro contenuto armonico e decadimento naturale. In alcuni passaggi ho inoltre chiaramente notato che alcuni suoni vengono fortemente enfatizzati e portati “avanti”, mentre altri sono fortemente attenuati o quasi cancellati. Non sono però riuscito a capire se questo comportamento sia dovuto ad una forte non linearità della risposta in frequenza o piuttosto a fenomeni di cancellazione dell’onda su porzioni ristrette di spettro che si generano nella camera anteriore e/o posteriore. Oltre questo aspetto, ho notato in alcune occasioni una certa “lentezza” del driver, come se il “ritmo” non fosse sufficiente, ed una sgradevole sensazione di mancanza di coerenza ed integrazione tra le gamme. In definitiva, allo stato attuale la Monoblock ha molte frecce al suo arco, ma non mi sentirei di definirla una cuffia universale. Gli amanti della musica acustica, jazz e tutti quei generi in cui riveste grande importanza il rigoroso rispetto dei timbri ed il naturale decadimento armonico potrebbero rimanere delusi, mentre la consiglierei vivamente a chi in una cuffia cerca grande dinamica, dettaglio, contrasto, ampiezza della scena e che predilige generi più moderni in cui la prestazione “energetica” ha grande importanza. Le ultime parole vanno spese sulla comodità, isolamento e provenienza della Monoblock. Nonostante l’elevato ingombro e peso, la cuffia, una volta indossata, risulta piuttosto comoda, il peso è ben distribuito, la scarsa pressione sulle orecchie la rende molto adatta ad usi prolungati. L’isolamento dall’ambiente esterno è buono, sufficiente affinché la persona che ci è accanto, non venga disturbata, se non ad alti livelli di ascolto. Pregevole è la fattura; rimuovendo i pads in velluto grigio ci si accorge della sua provenienza artigianale, infatti la corona di materiale poroso che contorna il driver ha una circonferenza irregolare ed il supporto di alluminio su cui questo è alloggiato è incollato alla conchiglia con un collante a prima vista neoprenico che serve presumibilmente a sigillare la camera interna, di cui si colgono piccole sbavature. Tutto ciò per dire che considero queste piccole imperfezioni un valore aggiunto, in quanto, tradendo l’origine artigiana dell’oggetto, aumentano la percezione di essere in possesso di un prodotto esclusivo, frutto della grande passione e competenza di chi vi è dietro. L’ultima cosa su cui pongo l’attenzione è il driver, che non essendo coperto da alcuna spugna in foam o tessuto acustico rischia di riempirsi in breve di polvere, forfora e capelli, rischiando cosi gracchiamenti della membrana.

    Spiritlabs
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 429
    Data d'iscrizione : 2016-02-18
    Età : 41
    Località : torino

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Spiritlabs on Tue Sep 20, 2016 3:37 pm

    Questo si che è un beta tester tosto!! Complimenti per la serietà!.
    Aggiungo una considerazione che può essere utile o meno ... vedete voi.
    In effetti passare da una cuffia dalla firma sonora molto personalizzata può creare un pò
    Di panico perché la monoblok sta entro 2 db di scarto tra i 35hz e gli 8000hz poi sale di poco.
    Unica eccezione a 5000hz dove in una zona ristretta porta in eredità un buchetto. Insomma è
    Abbastanza dritta rispetto alle montagne russe che ho trovato in molte cuffie.
    Diciamo che il mio intento non era quello di realizzare uno strumento accomodante ma proprio
    Un super monitor da studio capace di offrire qualcosa di più "ad alta risoluzione" rispetto ad un ascolto tradizionale.
    Con alcune registrazioni ci sarà sicuramente qualche cuffia più gradevole e musicale...
    attenzione quindi anche agli accoppiamenti a monte perché amplificazioni tipo Schiit che consiglio vivamente per aggiustare il tiro su altre cuffie su Monoblok appaiono con un basso un pò pompato e gli alti arrotondati insomma l'equivalente di un Conrad Johnson....
    La T90 è tarata invece per diventare lineare con amplificazioni valvolari o in stile schiit, ma se la sentì con un Audio-Gd apparirà troppo chiara e con poco basso.
    Insomma fare una cuffia universale che suoni bene con tutte le amplificazioni e tutti gli stili di musica è ancora fuori dalla
    Mia portata.
    In compenso spero che vi stiate divertendo con le varie sperimentazioni!!!!

    Ospite
    Guest

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Ospite on Tue Sep 20, 2016 6:17 pm

    ...Quella recensita dall'ottimo Tester e' la Versione MKI o MKII,dove Andrea ha lavorato per dare alle voci più spessore??.Io ieri l'ho ascoltata x poco tempo con il suo Driver...e mi e' subito piaciuta.Per cui credo che questo tipo di cuffia prediliga un Driver a SS con una Alimentazione che sia tanta corrente oltre che un buon Wattaggio.

    Spiritlabs
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 429
    Data d'iscrizione : 2016-02-18
    Età : 41
    Località : torino

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Spiritlabs on Tue Sep 20, 2016 7:06 pm

    best56 wrote:...Quella recensita dall'ottimo Tester e' la Versione MKI o MKII,dove Andrea ha lavorato per dare alle voci più spessore??.Io ieri l'ho ascoltata x poco tempo con il suo Driver...e mi e' subito piaciuta.Per cui credo che questo tipo di cuffia prediliga un Driver a SS con una Alimentazione che sia tanta corrente oltre che un buon Wattaggio.
    È identica a quella che hai ascoltato in bilanciato con audio-Gd. Nfb 28.

    Ospite
    Guest

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Ospite on Tue Sep 20, 2016 9:04 pm

    ...Allora non mi ci ritrovo in pieno alla sua analisi anche se l'ho letta con entusiasmo, visto per come è stata articolata e dettagliata. Allora reputo forse non adeguato il Driver usato.

    galway
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 99
    Data d'iscrizione : 2012-11-13

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  galway on Wed Sep 21, 2016 12:39 pm

    Primissime impressioni da prendere con le pinze (si tratta di meno di un'ora di ascolto).
    Innanzitutto è doveroso ringraziare Andrea per la possibilità che ci sta dando, non è da tutti e non va data per scontata, per cui massimo rispetto per il suo lavoro e la sua iniziativa.
    Esteticamente la cuffia ha ne più ne meno l'aspetto di una beyer moddata in maniera professionale/artigianale (intendo dire che si vede che non si tratta di un modding improvvisato ma eseguito con competenza).
    Il primo commento purtroppo non è del tutto positivo (ma penso che Andrea non poteva fare di più) e riguarda l'indossabilità. Seppur comoda, il peso dei cup rischia di farli scendere "per gravità" se ci si muove in giro per la stanza (ma chi passeggia con una cuffia?!?!). In pratica se ci si alza dal divano in maniera un pò più veloce per abbassare il volume dell'ampli, i cup scendono verso il basso poichè l'archetto non è in grado di tenere in posizione i cup una volta regolati in altezza. Inoltre dopo tre quarti d'ora la mia testa sentiva decisamente il peso della cuffia, ma è anche vero che io ho un capoccione extra-size affraid
    Veniamo al suono (in bilanciato con audio gd nfb28).
    Che dire...ci ho messo un pò a focalizzare un giudizio, ed è assolutamente acerbo e prematuro per cui prendetelo per quello che è.
    Inizio col dire che io non ho sentito un fastidioso iperdettaglio ed un cesello che distraesse dal messaggio sonoro nella sua interezza, se non per la potenza delle basse frequenze.
    Con queste infatti qualche problema l'ho avuto...non ci giro intorno. Per i miei gusti sono troppo pronunciate e distolgono un pochino dall'intellegibilità dei medi nel 70% delle registrazioni che ho ascoltato (cioè 7 brani su solo 10 ascoltati!!).
    Sia ben inteso, i medi ci sono (e gli alti ancora di più), ma l'attenzione va inevitabilmente sui bassi e sub-bassi, che d'altra parte mi hanno veramente colpito per la loro potenza ed estensione. Sono delle vere e proprie bordate alla Batistuta, dinamici, potenti, fanno muovere il piede e ciò che mi ha più sbalordito è che non si scompongono mai, sempre controllati e senza code "sbrodolate" e con tempi di decadimento secchi e comunque eccellenti, tuttavia a mio avviso risultano un pò eccessivi.
    In pratica dai primissimi ascolti mi appare che il pregio di questa cuffia sia anche una lama a doppio taglio.
    E' divertente e ha molto punch, ma perde un poco in raffinatezza ed ho ravvisato una impostazione caratterizzata sul basso.
    Il fatto che Andrea parli di una risposta "studio-style", ovvero quasi flat e con pochi db di scarto mi fa pensare anche che possano essere proprio le registrazioni che sono incise in questo modo, o forse un qualche rinforzo dovuto all'"ambiente acustico interno" dei cup? Non saprei proprio e non ho le conoscenze per spiegare quello che mi è apparso all'udito come un roll-on (si dice così?) sui bassi/sub-bassi.
    Ovviamente devo proseguire gli ascolti e - ripeto - è un giudizio prematuro.
    Detto questo, anche se può sembrare una contraddizione, mi ha colpito anche la spazialità, il senso di apertura che solitamente in una chiusa può essere decisamente inferiore, e che qui non fa rimpiangere poi tanto l'utilizzo di una aperta.
    Non sono riuscito ancora a testare l'isolamento verso l'esterno poichè ho ascoltato senza nessuno accanto, ma spero di poter fare presto anche questa prova. Per ora il giudizio è positivo seppur con le limitazioni che ho poc'anzi enunciato.
    Proseguo con gli ascolti e ringrazio ancora Andrea per la possibilità di provare questa sua creazione. applausi

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12073
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  vulcan on Wed Sep 21, 2016 3:03 pm

    Complimenti a marcolino84 e galway per le loro recensioni
    Buona prova a tutti i tester attuali è futuri.


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    gabmak
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 34
    Data d'iscrizione : 2016-08-14

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  gabmak on Wed Sep 21, 2016 6:28 pm

    best56 wrote:

    ...In verità di novità ce ne sono 3, la Grado di Andrea più una Top, con la quale voglio fare un Test comparativo, in ambiente controllato. Si ho ordinato ad Andrea, sulla carta e a fiducia, la Monoblock MKII, in versione Special...speriamo che sia come me la immagino. Nicola, appena messa su da Andrea, mi è piaciuta all'istante, Corposa, Materica, Trasparente e con un ottimo Punch di Basso e i Medio/Alti Belli, Corretti e Precisi, insomma la miglior Chiusa mai ascoltata. In più ho portato a modificare la ED10, in Bilanciato con 2 XLR a 3 Gold Pin, utilizzando gli stessi Connettori usati da Rudi per la Chroma sul Cavo Litz, il Cavo rimane quello Originale di Ultrasone, e poi la Top per una Modifica del Cablaggio e Bilanciamento. Più avanti, al ricevimento, posterò le foto, per il commento del Test, sarà solo in forma privata x chi lo vorrà richiedere.

    Ciao Vale




    Sono molto curioso del confronto tra la top grado e la mod spiritlab.

    Ospite
    Guest

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Ospite on Wed Sep 21, 2016 6:45 pm

    gabmak wrote:


    Sono molto curioso del confronto tra la top grado e la mod spiritlab.
    [/quote]

    ...Appena pronto ti mando le mie considerazioni personali in pvt. Per il momento posso solo dirti che la Grado preparatami da Spirit Labs, con circa 20 ore di Warm up, è decisamente sopra le mie aspettative, tuttavia attendo il rientro anche della PS1000.

    Spiritlabs
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 429
    Data d'iscrizione : 2016-02-18
    Età : 41
    Località : torino

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Spiritlabs on Wed Sep 21, 2016 7:05 pm

    best56 wrote:

    Sono molto curioso del confronto tra la top grado e la mod spiritlab.

    ...Appena pronto ti mando le mie considerazioni personali in pvt. Per il momento posso solo dirti che la Grado preparatami da Spirit Labs, con circa 20 ore di Warm up, è decisamente sopra le mie aspettative, tuttavia attendo il rientro anche della PS1000.[/quote]

    Quando rientreranno le king grado saranno probabilmente le ps1000 più preparate del pianeta! Sarà uno scontro epico per veri Gradisti.
    Scorsa settimana ho anche finito una Gs1000 con una camiciatura interna in ottone che ha fatto faville... così chiudo il cerchio....anzi no manca hp1000!

    madmax
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3424
    Data d'iscrizione : 2010-04-18
    Età : 49
    Località : Cerignola (FG)

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  madmax on Wed Sep 21, 2016 9:48 pm

    Spiritlabs wrote:

    ...Appena pronto ti mando le mie considerazioni personali in pvt. Per il momento posso solo dirti che la Grado preparatami da Spirit Labs, con circa 20 ore di Warm up, è decisamente sopra le mie aspettative, tuttavia attendo il rientro anche della PS1000.

    Quando rientreranno le king grado saranno probabilmente le ps1000 più preparate del pianeta! Sarà uno scontro epico per veri Gradisti.
    Scorsa settimana ho anche finito una Gs1000 con una camiciatura interna in ottone che ha fatto faville... così chiudo il cerchio....anzi no manca hp1000!
    [/quote]
    Non so con queste modificate ma la Spirit Labs Grado la PS 1000 liscia la distrugge


    _________________
    Spoiler:

    Analogico: Technics SL1200 MKII
    Sorgente:Mcintosh MCD301/Unison Research Unico cd
    Sorgente audio/video:Denon DBP-2012UD                                                                                                      
    Ampli:AM Audio T90
    Diffusori:Klipsh Heresy III
    Cuffie:Hifiman HE-6 Airtech/Audeze LCD3F/Sennheiser HD800-HD800S CustomCans/Spirit Labs Grado
    Ampli cuffia:Megahertz MezzoGuerra/ Megahertz OTL
    Dac Ampli Cuffia: Pioneer U-05 (mod.Aurion Audio)
    Condizionatore di rete: IsoTek Vision

    Spiritlabs
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 429
    Data d'iscrizione : 2016-02-18
    Età : 41
    Località : torino

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Spiritlabs on Wed Sep 21, 2016 10:04 pm

    madmax wrote:

    Quando rientreranno le king grado saranno probabilmente le ps1000 più preparate del pianeta! Sarà uno scontro epico per veri Gradisti.
    Scorsa settimana ho anche finito una Gs1000 con una camiciatura interna in ottone che ha fatto faville... così chiudo il cerchio....anzi no manca hp1000!
    Non so con queste modificate ma la Spirit Labs Grado la PS 1000 liscia la distrugge [/quote]
    Sono fiducioso di portarla ad un buon livello.... via quell'aggressività in gamma medio alta e più impatto.
    È il porta drive in mogano troppo sottile che risuona come una campana ed innesca un sacco di rimbombi...sistemato quello e trattato il drive mi aspetto un risultato vicino alla MMXVI.

    Ospite
    Guest

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Ospite on Thu Sep 22, 2016 1:48 am

    madmax wrote:
    Non so con queste modificate ma la Spirit Labs Grado la PS 1000 liscia la distrugge

    ...Max, sai quanto tengo conto dei tuoi giudizi, ma la PS1000 a casa e con il mio Set up, suona molto bene, e mi sono ritrovato con i giudizi positivi che diedero sia Dino che Giovanni Rotondi all'epoca. E' una cuffia che possiedo da poche settimane, ma ho capito che esige un ottimo Ampli, e di qualità, che abbia una ottima erogazione in Corrente oltre che in Wattaggio. Per quanto riguarda la Grado di Andrea, portata a casa, suona da paura in configurazione Full Balance, e provata con la PS1000, li su a Torinoi, effettivamente non gli era da meno, ed inoltre rispetto a quello che mia hai scritto qualche tempo fa, è nettamente superiore alla Chroma Special Edition di Rudi. Ho ascoltato anche la Monoblok MKII, e mi sono bastati pochi minuti, per decidere di ordinarne una, anche di questa chiusa. Sono Cuffie, quelle di Andrea, che hanno un Rapporto P/Q, difficilmente riscontrabili oggi sul mercato. Ecco perché ho deciso di lasciargli e farmi trattare anche la PS1000, che a differenza di quella di Andrea, ha i Cups in Alluminio più grandi e la cassa porta trasduttori in mogano, invece che in ottone, e pesa pure di più. Quando le avrò entrambe a casa, potrò fare le giuste comparazioni tra le 2 Grado ed essere il più obbiettivo possibile. Certamente dal punto di vista dei costi/benefici, quella di Andrea vince a mani basse, per le prestazioni che offre.

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9836
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Amuro_Rey on Thu Sep 22, 2016 8:31 am

    Un plauso ai due recensori Galway e Marcolino applausi applausi
    Direi che hanno espresso perfettamente questa cuffia Embarassed con parole che io mai sarei riuscito a mettere assieme
    Concordo con Marcolino sul discorso VOCI Femminili, ma io direi sulle voci in generale, come pure con Galway sul discorso dei MEDI in pò troppo "nascosti" per così dire
    Chiaramente parlo della MKI


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    Spiritlabs
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 429
    Data d'iscrizione : 2016-02-18
    Età : 41
    Località : torino

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Spiritlabs on Thu Sep 22, 2016 9:11 am

    Per quanto riguarda la questione "basso" con i tre parametri principali: impatto , estensione e controllo, il mio riferimento non è in altre cuffie, ma nell'evento live o al massimo in sistemi di riproduzione tradizionali veramente full range tipo Infinity Epsilon, beta, le mie Vision o di altre marche ma comunque simili per cilindrata di basso ed impatto......insomma il sistema deve essere credibile nell'ascolto di una sacre du printemps in quarta fila o un concerto dei Pink Floyd.
    Per il momento l'unica cuffia che mi aveva soddisfatto era la Denon/Fostex nelle sue declinazione che alcuni considerano bassose .... per me appena normali.
    Come avrete capito le caratterizzazioni o aggiustamenti di suono particolari non sono di mio gusto quindi le voci le preferisco a zero db su tutta la gamma.... ne indietro come su denon o Hifiman ne avanti come Grado o Sennheiser Akg.
    Quando riuscirò a fare una Stax con il basso della monoblok sarò soddisfatto :-) e ovviamente che non costi come una 009!!

    madmax
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3424
    Data d'iscrizione : 2010-04-18
    Età : 49
    Località : Cerignola (FG)

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  madmax on Thu Sep 22, 2016 9:53 am

    best56 wrote:

    ...Max, sai quanto tengo conto dei tuoi giudizi, ma la PS1000 a casa e con il mio Set up, suona molto bene, e mi sono ritrovato con i giudizi positivi che diedero sia Dino che Giovanni Rotondi all'epoca. E' una cuffia che possiedo da poche settimane, ma ho capito che esige un ottimo Ampli, e di qualità, che abbia una ottima erogazione in Corrente oltre che in Wattaggio. Per quanto riguarda la Grado di Andrea, portata a casa, suona da paura in configurazione Full Balance, e provata con la PS1000, li su a Torinoi, effettivamente non gli era da meno, ed inoltre rispetto a quello che mia hai scritto qualche tempo fa, è nettamente superiore alla Chroma Special Edition di Rudi. Ho ascoltato anche la Monoblok MKII, e mi sono bastati pochi minuti, per decidere di ordinarne una, anche di questa chiusa. Sono Cuffie, quelle di Andrea, che hanno un Rapporto P/Q, difficilmente riscontrabili oggi sul mercato. Ecco perché ho deciso di lasciargli e farmi trattare anche la PS1000, che a differenza di quella di Andrea, ha i Cups in Alluminio più grandi e la cassa porta trasduttori in mogano, invece che in ottone, e pesa pure di più. Quando le avrò entrambe a casa, potrò fare le giuste comparazioni tra le 2 Grado ed essere il più obbiettivo possibile. Certamente dal punto di vista dei costi/benefici, quella di Andrea vince a mani basse, per le prestazioni che offre.

    Ci mancherebbe Valentino ...era ed è solo la mia opinione condizionata dai miei gusti Embarassed  anche io la PS 1000 ho provato a farmela piacere in tutte le maniere ma non mi ha mai convinto  come tutte le grado dopotutto (HP2 a parte e neanche tanto santa ) La Grado modificata da Andrea invece "me gusta mucho"


    _________________
    Spoiler:

    Analogico: Technics SL1200 MKII
    Sorgente:Mcintosh MCD301/Unison Research Unico cd
    Sorgente audio/video:Denon DBP-2012UD                                                                                                      
    Ampli:AM Audio T90
    Diffusori:Klipsh Heresy III
    Cuffie:Hifiman HE-6 Airtech/Audeze LCD3F/Sennheiser HD800-HD800S CustomCans/Spirit Labs Grado
    Ampli cuffia:Megahertz MezzoGuerra/ Megahertz OTL
    Dac Ampli Cuffia: Pioneer U-05 (mod.Aurion Audio)
    Condizionatore di rete: IsoTek Vision

    Ospite
    Guest

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Ospite on Thu Sep 22, 2016 10:55 am

    ...Allora siamo in due. Io l'ho comprata a scatola chiusa,dopo aver letto le tue note...e le ritrovo in pieno negli ascolti, in più ha anche una bellissima trasparenza e dettaglio che la rende godibile


    Last edited by best56 on Sat Oct 01, 2016 1:24 am; edited 1 time in total

    gabmak
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 34
    Data d'iscrizione : 2016-08-14

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  gabmak on Thu Sep 22, 2016 10:58 am

    Dai vostri interventi si capisce che le grado o le monoblock o altre cuffie preparate da Andrea, suonano in modo oggettivo molto bene. Poi possono piacere o meno, e qui si entra nei gusti personali, e si discute per lo più di sfumature. Per me che sono alle mie prime cuffie serie, e non avendo le possibilità economiche per acquistare cuffie top di qualsiasi marca, le grado spiritlab rappresentano la possibilità di entrare in questo stupendo mondo. Ieri sera mi sono goduto i Muse come non mai. E qui la vera forza della Spiritlab in generale applausi .

    Sarei molto curioso di ascoltare un impianto cuffia "serio"....


    Ospite
    Guest

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Ospite on Thu Sep 22, 2016 11:11 am

    ...Diciamo che la vera novità portata da Andrea e' quella di aver portato ad avere una ottima cuffia a prezzi umani, e di costruire intorno ad essa un buon Impianto, senza Dover accedere ad un Mutuo. Oggi purtroppo i Produttori hanno fiutato il Business, e di conseguenza hanno elevato alla decima i prezzi di questi oggetti. Per questo e per disponibilità di una persona come Andrea, va il mio plauso...avendo avuto modo anche di conoscere personalmente.

    galway
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 99
    Data d'iscrizione : 2012-11-13

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  galway on Mon Sep 26, 2016 11:30 am

    Cuffia spedita al prossimo tester

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9836
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  Amuro_Rey on Mon Sep 26, 2016 1:13 pm

    best56 wrote:...Diciamo che la vera novità portata da Andrea e' quella di aver portato ad avere una ottima cuffia a prezzi umani, e di costruire intorno ad essa un buon Impianto, senza Dover accedere ad un Mutuo. Oggi purtroppo i Produttori hanno fiutato il Business, e di conseguenza hanno elevato alla decima i prezzi di questi oggetti. Per questo e per disponibilità di una persona come Andrea, va il mio plauso...avendo avuto modo anche di conoscere personalmente.

    applausi cheers


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    bonvi61
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 867
    Data d'iscrizione : 2012-11-28
    Età : 55
    Località : Lazise

    Re: Nuovo progetto Spirit Labs su base Beyer....MONOBLOCK!

    Post  bonvi61 on Tue Oct 04, 2016 12:38 am

    Dove sta suonando la cuffia adesso ? Andrea mi avvisi quando parte per il mio indirizzo ?

      Current date/time is Tue Dec 06, 2016 5:00 pm